Tesla Model Y in versione Standard Range AWD

Tesla Model Y in versione Standard Range AWD

Più autonomia, prezzo ridotto: la nuova variante Standard Range AWD della Tesla Model Y è al momento riservata ai dipendenti del gruppo.
Più autonomia, prezzo ridotto: la nuova variante Standard Range AWD della Tesla Model Y è al momento riservata ai dipendenti del gruppo.
Guarda 8 foto Guarda 8 foto

Stando a quanto appreso e riportato da Electrek, l’automaker di Elon Musk ha reso disponibile ai propri dipendenti la possibilità di acquistare una Tesla Model Y evoluta e con una spesa ridotta rispetto al listino pubblico. Si tratta della variante Standard Range AWD, con batteria da 4.680 celle in grado di assicurare un’autonomia pari a circa 450 Km con una sola ricarica.

Una nuova Tesla Model Y: più autonomia, prezzo ridotto

A livello di prestazioni, il veicolo offre un’accelerazione da 0 a 100 mph in cinque secondi. Interessante il prezzo: 59,900 dollari, 3.000 dollari in meno rispetto all’incarnazione Long Range AWD. Come scritto, la possibilità di inoltrarne l’ordine è al momento riservata ai dipendenti del gruppo. Stando alle voci di corridoio, sarà però estesa a tutti entro le prossime settimane.

La citata batteria con celle 4680 ha dimensioni raddoppiate rispetto a quelle delle unità già montate sulle Tesla Model Y in circolazione, ma al tempo stesso garantisce una capacità di immagazzinare energia ben cinque volte superiore. Questo consente al produttore di aumentare significativamente l’autonomia offerta a parità di ingombro oppure di ridurre il numero dei moduli a bordo senza intaccare il chilometraggio, risparmiano così sul costo finale.

Con la Standard Range AWD si è scelta la seconda via, montando un battery pack meno complesso e più leggero. Di conseguenza, a beneficiarne è anche l’efficienza del mezzo.

I vertici di Tesla, Elon Musk in primis (in questi giorni alle prese con Twitter), sanno bene quanto sia necessario puntare su questo aspetto per mantenere la leadership nel mercato delle auto elettriche. La concorrenza sta facendo di tutto per recuperare il gap accumulato negli anni scorsi, come dimostrano gli importanti investimenti sullo sviluppo di batterie a stato solido. Tra le realtà impegnate con questo obiettivo figurano Honda, Nissan e Toyota.

Fonte: Electrek
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 13 apr 2022
Link copiato negli appunti