Tiffany vuol far di eBay una colazione

Il noto sito di aste è stato denunciato da Tiffany per non aver rimosso le aste di prodotti contraffatti; una sconfitta per eBay si tradurrebbe in una rivoluzione del suo sistema di vendita


New York (USA) – eBay potrebbe cambiare la sua policy commerciale se dovesse perdere la causa intentata ai suoi danni da Tiffany & Co. : ll noto marchio statunitense nel 2004 aveva denunciato, presso la Corte Distrettuale di New York, il più famoso “mercatino” online del mondo per non aver rimosso le aste di prodotti contraffatti . Il confronto in tribunale dovrebbe iniziare entro la fine dell’anno; al momento, le parti sono impegnate nella raccolta di prove e documentazioni al riguardo.

“Se Tiffany dovesse vincere, questo si trasformerebbe in un caso senza precedenti con effetti sul mercato elettronico. eBay non potrebbe più fornire un semplice spazio virtuale, ma dovrebbe provvedere alla realizzazione di un sistema di polizia”, ha dichiarato Joseph Berghammer, avvocato dello studio Banner & Witcoff Ltd. specializzato in proprietà intellettuale.

Secondo Tiffany, per lasciare che i suoi prodotti vengano commercializzati sul sito, eBay dovrebbe dimostrare maggiore responsabilità nel controllo e all’autenticazione offerta dai venditori . L’accusa ha confermato che fra il 2003 e il 2004 a eBay è stato richiesto di rimuovere più di 19 mila aste con prodotti di imitazione. Il sito ha sempre sostenuto che il suo è un semplice mercatino che mette in contatto venditori e compratori, e quindi non può essere ritenuto responsabile dei 78 milioni di oggetti in vendita.

“All’inizio le Corti si erano dimostrate caute, dato che il modello di business in questione si gestiva da solo. Da quando eBay è diventata una realtà commerciale di riferimento, e gli utenti sono diventati milioni, le valutazioni potrebbero essere diverse”, ha spiegato Ina Steiner, editore e redattore di AuctionBytes.com , uno dei siti di riferimento per gli appassionati della vendita online.

“Siamo delusi del fatto che Tiffany si sia rivolta al tribunale per risolvere la questione, ancor di più se teniamo conto del fatto che nel tempo abbiamo sempre collaborato per rimuovere le aste di prodotti fasulli”, ha dichiarato Hani Durzy, portavoce di eBay. “Anche se siamo intenzionati a continuare a cooperare con loro in questo senso, ci batteremo in tribunale per dimostrare che la denuncia non ha senso. In qualità di mercato online forniamo solo uno spazio per le vendite e non vediamo o tocchiamo alcun prodotto”.

Durzy sostiene che i proprietari di un marchio sono gli unici ad essere veramente in grado di decidere quale sia un prodotto contraffatto e quale no. La responsabilità, per eBay, è delle aziende: se riescono a dimostrare che vi sono prodotti contraffatti , la collaborazione è massima per l’annullamento delle vendite.

Tiffany è certamente di un altro avviso e ha lasciato intendere che eBay nel tempo si sia dimostrata se non connivente, certamente non neutrale nei confronti di alcune aste. Durante l’ultima “Festa della mamma”, e non solo, avrebbe pubblicizzato, sulla sua homepage, su Google e Yahoo, prodotti di argento marchiati Tiffany commercializzati dai suoi utenti. Peccato che, secondo James Swire, avvocato della parte lesa, tutti i monili erano dei falsi . “Questo dimostra che cosa facciano realmente, e dimostra che non sono solo dei gestori di spazi”, ha dichiarato Swire. “eBay ha la responsabilità della autenticità dei prodotti. Ancor di più se guadagna milioni di dollari su questi”. Le stime di Tiffany sul mercato contraffatto sono piuttosto impressionanti: almeno tre prodotti su quattro, presenti sul sito, sarebbero falsi.

eBay nel tempo, comunque, si è distinta per aver cercato di far fronte al problema delle truffe e delle contraffazioni anche in ambito software. Nel dicembre scorso, dopo aver collaborato con Microsoft per sgominare una gang pirata, aveva siglato con la stessa il programma VeRO . Una sorta di contratto che serve a garantire che i prodotti in vendita non violino il copyright, i marchi registrati o altri diritti di proprietà intellettuale. Anche BSA (Business Software Alliance) ha ora aderito all’iniziativa, rendendo così più veloci le operazioni di “banning” nel caso vengano commercializzate applicazioni pirata appartenenti ad una delle 14 mila aziende affiliate.

“Il rispetto della legge e dei diritti sulla proprietà intellettuale nelle transazioni effettuate online sono un nostro obiettivo prioritario, per questo abbiamo creato una metodologia che consente ai titolari dei diritti sui prodotti offerti di segnalarci eventuali illegalità come ad esempio software riprodotti al di fuori dei regolari contratti di licenza”, ha dichiarato Marco Pancini, Responsabile Affari Legali di eBay Italia.

“L’impegno assunto da eBay con VeRO è un passo molto importante, anche simbolicamente, nel cammino verso la creazione di un spazio in rete sempre più sicuro e trasparente per chi vi intende condurre negoziazioni convenienti sì, ma sempre sicure e legali. Siamo certi che il Programma contribuirà ad aumentare la fiducia degli utenti nei confronti delle offerte provenienti dalla Rete e ad una migliore collaborazione fra operatori di e-commerce e titolari dei diritti. Anzi, a tal fine, il nostro auspicio è che questo sia solo il primo passo di un’intesa sempre più stretta e vicendevolmente proficua”, ha confermato Norberto Didier, Vice Presidente di BSA Italia.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Chi c'e' dietro..? Gambadilegno Gates
    Ecco chi c'e' dietro a questo Avvocato che, come tanti nostri in Parlamento, fa' gli interessi di Potentati piu' o meno legali... Il signore in questione e' un Legale di Microsoft in "pensione" uffcialmente, ma ancora attivo con la Banda Bassotti Gates & Co.Riporto per onesta' e informazione l'articolo americano:"The Washington Post reports: 'A Louisiana man claims in a lawsuit that Apple's iPod music player can cause hearing loss in people who use it... Patterson does not know if the device has damaged his hearing, said his attorney, Steve W. Berman, of Seattle. But that's beside the point of the lawsuit, which takes issue with the potential the iPod has to cause irreparable hearing loss, Berman said,'" iPoding.com reports. "What the Washington Post fails to mention in their story is that the attorney, Steve W. Berman, is on retainer at Microsoft: 'More recently, Microsoft recognized Mr. Berman's experience and expertise when the company retained him to be part of the core national team representing the company in antitrust class actions arising from Judge Jackson's Findings of Fact in the Department of Justice antitrust case against the company.' We smell a rat!"Che squallido/i... Un altro segno della decadenza dell'Impero Vindovs...
  • mda scrive:
    NON vince
    Tempo , tempo fà, era stata denunciata la Sony per lo stesso motivo, non hanno vinto. :| Pertanto .... 8) .
  • Anonimo scrive:
    Dal manuale di iPod...
    Ecco cosa dice il manuale di iPod:"Warning: Permanent hearing loss may occur if earbuds or headphones are used at high volume. You can adapt over time to a higher volume of sound that may sound normal but can be damaging to your hearing. If you experience ringing in your ears or muffled speech, stop listening and have your hearing checked. The louder the volume, the less time is required before your hearing could be affected. Hearing experts suggest that to protect your hearing".Mi sembra più che chiaro e non mi risulta di aver letto niente del genere nei manuali del Sony Walkman che avevo prima dell'iPod, e che era capace di identici volumi di suono... quindi i casi sono due, o questo è analfabeta e quindi non ha letto il manuale, o la causa è stata fatta ad arte per finire sui giornali cercando di screditare l'iPod.
  • Anonimo scrive:
    ROTFL
    OK che negli USA ci sono così tanti avvocati che devono inventarsi cause su ogni cosa, ma qui sfioriamo il ridicolo... -primo: il volume dell'iPod è autolimitato-secondo: se veramente esiste il problema non è certo dell'iPod ma di qualsiasi dispositivo del genere (che spesso "vantano" uscite audio a livelli più alti), e anche di molti altri dispositivi.-terzo: l'iPod è uno strumento... sta a chi lo usa evitare di farsi del male... altrimenti alla stessa stregua dovremmo portare in tribunale chi produce coltelli, perché se ti infili un coltello nell'orecchio hai voglia ai danni che ti fai...Bah...
  • Anonimo scrive:
    Certo, xche' le cuffie le ha solo l'iPod
    Da quanti millenni si usano le cuffie per sentire la musica? E adesso scoprono che assorda? Ma fatemi il favore...
    • Anonimo scrive:
      Re: Certo, xche' le cuffie le ha solo l'
      ma quelle dell' Ipod si infilano dentro l'orecchio, e forse se uno non ha il buon senso di tenere il volume basso puo' farsi realmente del male all'udito.- Scritto da: Anonimo

      Da quanti millenni si usano le cuffie per
      sentire la musica? E adesso scoprono che assorda?
      Ma fatemi il favore...
      • Anonimo scrive:
        Re: Certo, xche' le cuffie le ha solo l'
        Le normali cuffie invece si tengono in tasca?
      • Anonimo scrive:
        Re: Certo, xche' le cuffie le ha solo l'
        - Scritto da: Anonimo
        ma quelle dell' Ipod si infilano dentro
        l'orecchio, e forse se uno non ha il buon senso
        di tenere il volume basso puo' farsi realmente
        del male all'udito.Se intendi le "ear-in", non sono le normali cuffie in dotazione con l'iPod, ma un accessorio venduto separatamente, e non le fa solo Apple, ma le fanno in molti. Certo, con queste cuffie il problema può essere maggiore, ma è comunque legato all'uso "sensato" che si fa del prodotto, e non è certo l'iPod la causa del problema... Anche il fischietto che trovi in regalo nelle patatine, se lo appoggi all'orecchio di qualcuno e soffi con tutto il tuo fiato, produce danni... eppure non mi pare che i produttori di fischietti siano stati chiamati in causa per questo...
        • soulista scrive:
          Re: Certo, xche' le cuffie le ha solo l'
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          ma quelle dell' Ipod si infilano dentro

          l'orecchio, e forse se uno non ha il buon senso

          di tenere il volume basso puo' farsi realmente

          del male all'udito.

          Se intendi le "ear-in", non sono le normali
          cuffie in dotazione con l'iPod, ma un accessorio
          venduto separatamente, e non le fa solo Apple, ma
          le fanno in molti.
          Certo, con queste cuffie il problema può essere
          maggiore, ma è comunque legato all'uso "sensato"
          che si fa del prodotto, e non è certo l'iPod la
          causa del problema... Anche il fischietto che
          trovi in regalo nelle patatine, se lo appoggi
          all'orecchio di qualcuno e soffi con tutto il tuo
          fiato, produce danni... eppure non mi pare che i
          produttori di fischietti siano stati chiamati in
          causa per questo...in teoria le "in-ear" (ne ho un paio della sony) dovrebbero isolarti meglio dai suoni esterni (effettivamente lo fanno) e permetterti di tenere il volume più basso
          • Anonimo scrive:
            Re: Certo, xche' le cuffie le ha solo l'
            - Scritto da: soulista
            in teoria le "in-ear" (ne ho un paio della sony)
            dovrebbero isolarti meglio dai suoni esterni
            (effettivamente lo fanno) e permetterti di tenere
            il volume più bassoVero, ma a parità di volume sono più dannose perché è come se mettessi l'orecchio "in pressione" (le onde sonore non hanno alcuna via di fuga esterna)ciao
  • avvelenato scrive:
    dice cazzate
    Ci ho impiegato tre ore a staccare per bene quel cazzutissimo adesivo dove si diceva di non alzare troppo il volume, e poi ho dovuto pure "stappare" l'ipod utilizzando un software che "sblocca" il volume, io personalmente lo condannerei a vivere in un campanile, però apparte gli scherzi, una bella querela per calunnia ci sta tutta... btw sono in america, la stessa nazione che ha punito i venditori di tabacco anche quando la consapevolezza che il fumo faceva male era diventata di dominio pubblico....
    • Anonimo scrive:
      Re: dice cazzate
      ti da fastidio l'ipod che ha il volume basso? o chi vuole denunciare apple?
      • Anonimo scrive:
        Re: dice cazzate
        No, mi danno fastidio queste denunce farsa e ipocrite e il rilievo mediatico che ricevono.Come denunciare la black & decker perche' se usi per 15 ore al giorno un trapano a percussione di viene la tendinite o se perche' cuoci una pizza al microonde e non la fai freddare ti scotti la lingua, e se lo fai tutti i giorni puoi arrecare danno alle papille gustative, o (veramente accaduto) denunciare il fabbricante di forni a microonde perche' un coglione ha messo dentro il gatto ed e' morto, mentre lui lo voleva solo asciugare e sulle istruzioni non c'era scritto che non puoi mettere dentro il gatto. Ma ce ne sono quante ne vuoi di queste ridicole storie.Cazzate tipicamente americane, che non meritano nemmeno di finire nelle news di un sito o di un giornale.
        • Anonimo scrive:
          Re: dice cazzate
          Questa del gatto (o del cane) nel microonde e' una classica leggenda urbana.http://www.leggendemetropolitane.net/leggende.asp?id=8http://www.snopes.com/horrors/techno/micropet.htm
          • Anonimo scrive:
            Re: dice cazzate
            - Scritto da: Anonimo
            Questa del gatto (o del cane) nel microonde e'
            una classica leggenda urbana.

            http://www.leggendemetropolitane.net/leggende.asp?

            http://www.snopes.com/horrors/techno/micropet.htmsarà, ma nelle istruzioni dei forni a microonde sta scritto di non asciugarci i gatti dentro.
          • soulista scrive:
            Re: dice cazzate
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Questa del gatto (o del cane) nel microonde e'

            una classica leggenda urbana.




            http://www.leggendemetropolitane.net/leggende.asp?




            http://www.snopes.com/horrors/techno/micropet.htm

            sarà, ma nelle istruzioni dei forni a microonde
            sta scritto di non asciugarci i gatti dentro.e nella pubblicità di un famoso aceto, si sconsiglia vivamente di "mangiare campi da golf"...
        • Anonimo scrive:
          Re: dice cazzate
          forse non sai che negli USA le motoseghe escono con avvertenze del tipo "non usare sui genitali" perchè sono così dementi da provarci per poi fare causa.
          • ishitawa scrive:
            Re: dice cazzate
            da qualche parte avevo letto che in USA se ti bruci le dita per recuperare l'anello che ti è caduto nel tostapane puoi denunciare:- la ditta perchè ha scritto nel manuale di non metterci le mani, ma non ha aggiunto "ma mai, proprio per nessun miotivo, nemmeno per recuperare l'anello nuziale"- il negozio per aver venduto una cosa potenzialmente pericolosa - Union Carbide (a quel tempo, ma si può sostituire con Exxon, Nike, DelMonte o quello che vuoi) che non c'entra un tubo ma è talmente abituata a ricevere denuncie che non ci guarda nemmeno
          • Anonimo scrive:
            Re: dice cazzate

            da qualche parte avevo letto che in USA se ti
            bruci le dita per recuperare l'anello che ti è
            caduto nel tostapane puoi denunciare:
            - la ditta perchè ha scritto nel manuale di non
            metterci le mani, ma non ha aggiunto "ma mai,
            proprio per nessun miotivo, nemmeno per
            recuperare l'anello nuziale"
            - il negozio per aver venduto una cosa
            potenzialmente pericolosa
            - Union Carbide (a quel tempo, ma si può
            sostituire con Exxon, Nike, DelMonte o quello che
            vuoi) che non c'entra un tubo ma è talmente
            abituata a ricevere denuncie che non ci guarda
            nemmenoGià meglio da noi che non puoi neppure denunciare l' Icmesa di Seveso :D
          • Anonimo scrive:
            Re: dice cazzate
            - Scritto da: Anonimo

            da qualche parte avevo letto che in USA se ti

            bruci le dita per recuperare l'anello che ti è

            caduto nel tostapane puoi denunciare:

            - la ditta perchè ha scritto nel manuale di non

            metterci le mani, ma non ha aggiunto "ma mai,

            proprio per nessun miotivo, nemmeno per

            recuperare l'anello nuziale"

            - il negozio per aver venduto una cosa

            potenzialmente pericolosa

            - Union Carbide (a quel tempo, ma si può

            sostituire con Exxon, Nike, DelMonte o quello
            che

            vuoi) che non c'entra un tubo ma è talmente

            abituata a ricevere denuncie che non ci guarda

            nemmeno

            Già meglio da noi che non puoi neppure denunciare
            l' Icmesa di Seveso :D Si sfora da ambo i lati... la ragionevolezza da una parte non fa guadagnare abbastanza soldi agli avvocati (usa) mentre dall'altra è scomoda (qui).
          • Anonimo scrive:
            Re: dice cazzate
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            da qualche parte avevo letto che in USA se ti


            bruci le dita per recuperare l'anello che ti è


            caduto nel tostapane puoi denunciare:


            - la ditta perchè ha scritto nel manuale di
            non


            metterci le mani, ma non ha aggiunto "ma mai,


            proprio per nessun miotivo, nemmeno per


            recuperare l'anello nuziale"


            - il negozio per aver venduto una cosa


            potenzialmente pericolosa


            - Union Carbide (a quel tempo, ma si può


            sostituire con Exxon, Nike, DelMonte o quello

            che


            vuoi) che non c'entra un tubo ma è talmente


            abituata a ricevere denuncie che non ci guarda


            nemmeno



            Già meglio da noi che non puoi neppure
            denunciare

            l' Icmesa di Seveso :D

            Si sfora da ambo i lati... la ragionevolezza da
            una parte non fa guadagnare abbastanza soldi agli
            avvocati (usa) mentre dall'altra è scomoda (qui).Infatti il progetto di legge sulle class action è fermo da un bel pezzo. Fiorani, Tanzi, Tronchetto, ecc.. a dormire sotto i ponti (vicino ad una legione di Motumbi arrapati) :D .
    • Anonimo scrive:
      Re: dice cazzate
      perchè tu hai la versione Europea....
  • Anonimo scrive:
    piccolo paragone
    se uno va ai 200 km/h in centro è colpa della macchina (che raggiunge quella velocità) oppure del guidatore??mah....
    • Anonimo scrive:
      Re: piccolo paragone
      - Scritto da: Anonimo
      se uno va ai 200 km/h in centro è colpa della
      macchina (che raggiunge quella velocità) oppure
      del guidatore??e se ti infili un dito nel naso e spingi fino al cervello? e' la stessa cosa. il diritto di chiedere i danni direttamente al padreterno credo sia inalienabile, rompere le palle al prossimo e' solamente la diretta conseguenza della propria stupidita' salvo costituire un tentativo di truffa.
  • Anonimo scrive:
    Questo mi ricorda
    il tour Pop Mart degli U2 del 1997, quando un inglese, dopo aver presenziato il concerto a Londra (concerto del 23 agosto 1997), diventò sordo per il 100% da un udito e per il 78% da un altro.Dopo la denuncia e la richiesta dei danni procurati dal volume troppo alto degli altoparlanti, gli avvocati degli U2, avendo visto le videoregistrazioni, fecero notare che, purtroppo, nessun ingegnere del suono, e nessun componente del gruppo, così come nessun addetto alla vigilanza, avrebbe mai potuto immaginare che esistesse al mondo un deficiente tale da arrampicarsi su una delle torrette delle casse e rimanere davanti a queste per tutta la durata del concerto.L'iPod provoca sordità? Non lo metto in dubbio. Ma anche la TV provoca miopia, e il computer provoca tendinite. E fumare non provoca cancro? Mangiare troppo non provoca malattie cardiovascolari?Qualsiasi cosa si faccia, di qualsiasi natura, se fatta in eccesso fa male.Dovremmo essere noi sufficientemente consapevoli e intelligenti da porci dei limiti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo mi ricorda
      - Scritto da: Anonimo
      il tour Pop Mart degli U2 del 1997, quando un
      inglese, dopo aver presenziato il concerto a
      Londra (concerto del 23 agosto 1997), diventò
      sordo per il 100% da un udito e per il 78% da un
      altro.

      Dopo la denuncia e la richiesta dei danni
      procurati dal volume troppo alto degli
      altoparlanti, gli avvocati degli U2, avendo visto
      le videoregistrazioni, fecero notare che,
      purtroppo, nessun ingegnere del suono, e nessun
      componente del gruppo, così come nessun addetto
      alla vigilanza, avrebbe mai potuto immaginare che
      esistesse al mondo un deficiente tale da
      arrampicarsi su una delle torrette delle casse e
      rimanere davanti a queste per tutta la durata del
      concerto.

      L'iPod provoca sordità? Non lo metto in dubbio.
      Ma anche la TV provoca miopia, e il computer
      provoca tendinite. E fumare non provoca cancro?
      Mangiare troppo non provoca malattie
      cardiovascolari?

      Qualsiasi cosa si faccia, di qualsiasi natura, se
      fatta in eccesso fa male.

      Dovremmo essere noi sufficientemente consapevoli
      e intelligenti da porci dei limiti.Appunto c'è ne sono di idioti al mondo ! :s
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo mi ricorda
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        il tour Pop Mart degli U2 del 1997, quando un

        inglese, dopo aver presenziato il concerto a

        Londra (concerto del 23 agosto 1997), diventò

        sordo per il 100% da un udito e per il 78% da un

        altro.



        Dopo la denuncia e la richiesta dei danni

        procurati dal volume troppo alto degli

        altoparlanti, gli avvocati degli U2, avendo
        visto

        le videoregistrazioni, fecero notare che,

        purtroppo, nessun ingegnere del suono, e nessun

        componente del gruppo, così come nessun addetto

        alla vigilanza, avrebbe mai potuto immaginare
        che

        esistesse al mondo un deficiente tale da

        arrampicarsi su una delle torrette delle casse e

        rimanere davanti a queste per tutta la durata
        del

        concerto.



        L'iPod provoca sordità? Non lo metto in dubbio.

        Ma anche la TV provoca miopia, e il computer

        provoca tendinite. E fumare non provoca cancro?

        Mangiare troppo non provoca malattie

        cardiovascolari?



        Qualsiasi cosa si faccia, di qualsiasi natura,
        se

        fatta in eccesso fa male.



        Dovremmo essere noi sufficientemente consapevoli

        e intelligenti da porci dei limiti.

        Appunto c'è ne sono di idioti al mondo ! :sA cominciare da chi compra un certo tipo di hardware per il design e non per le prestazioni reali
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo mi ricorda
          - Scritto da: Anonimo
          A cominciare da chi compra un certo tipo di
          hardware per il design e non per le prestazioni
          realia cominciare da chi è incapace a quotare e sfrutta ogni occasione per fare inutile polemica... "prestazioni reali" ??? Ma va a ciapà i rat!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo mi ricorda
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            A cominciare da chi compra un certo tipo di

            hardware per il design e non per le prestazioni

            reali

            a cominciare da chi è incapace a quotare e
            sfrutta ogni occasione per fare inutile
            polemica...
            "prestazioni reali" ??? Ma va a ciapà i rat!!!Intanto Steve è passato ai processori Intel. Chissà perchè ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo mi ricorda
            - Scritto da: Anonimo

            a cominciare da chi è incapace a quotare e

            sfrutta ogni occasione per fare inutile

            polemica...

            "prestazioni reali" ??? Ma va a ciapà i rat!!!

            Intanto Steve è passato ai processori Intel.
            Chissà perchè ...ROTFL... e cosa c'entrerebbe questo con gli iPod?In ogni caso, Apple offre sempre ai suoi utenti ciò che ritiene essere il meglio: fino a qualche tempo fa i PPC erano meglio degli Intel, ora che i PPC sono "fermi" e gli Intel sono migliori, Apple è passata ad Intel... Non vedo cosa vorresti dimostrare con questa tua trollata...bah
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo mi ricorda
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            A cominciare da chi compra un certo tipo di


            hardware per il design e non per le
            prestazioni


            reali



            a cominciare da chi è incapace a quotare e

            sfrutta ogni occasione per fare inutile

            polemica...

            "prestazioni reali" ??? Ma va a ciapà i rat!!!

            Intanto Steve è passato ai processori Intel.
            Chissà perchè ...Come dire, le BMW serie 3 di prima erano più belle delle ultime versioni, intanto BMW non dà più i motori alla Williams F1.'azzo c'entra?
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo mi ricorda
          Veramente a livello di design c'è anche di meglio, cmq degustibus...L'iPod ha dalla molte altre cose che altri non hanno:-un sistema di controllo impareggiabile-una valanga di accessori per poterlo utilizzare ovunque (in auto, come stereo a casa, come archiviatore di foto, come visualizzatore di foto o filmati collegato al TV, ecc...)-il supporto per il miglior store di musica online-il supporto per il miglior store di video online-il supporto per la maggior quantità di servizi podcast (audio e video)-possibilità extra che vanno dall'agenda/rubrica/calendario ai giochini, passando per la possibilità di riprodurre i testi delle canzoni, e tante altre cosine.-infine il prezzo è assolutamente allineato con i prodotti della stessa fascia, se si ecludono alcuni catafalchi che pesano il triplo, sono letteramente un orrore, ed hanno un'affidabilità prossima allo zero
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo mi ricorda
      - Scritto da: Anonimo
      Qualsiasi cosa si faccia, di qualsiasi natura, se
      fatta in eccesso fa male.e questo, purtroppo, vale anche per trombare :(
  • pikappa scrive:
    ma non viene limitato il volume?
    A quanto ne so gli ipod hanno il volume limitato, proprio per prevenire danni (si può cmq sbloccare) e cmq questo vale per qualunque player mp3/cd/audiocassette
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non viene limitato il volume?
      - Scritto da: pikappa
      A quanto ne so gli ipod hanno il volume limitato,
      proprio per prevenire danni (si può cmq
      sbloccare) e cmq questo vale per qualunque player
      mp3/cd/audiocassetteSì, negli iPod europei c'è un limite prestabilito, infatti mi pare strano si parli di questi problemi, ne avevano fatto anche un ignorantissimo serivzio al TG 1.Poi mi da fastidio che, nei servizi generici come quello appunto citato sopra, si parli solo dell'iPod mentre le emissioni sono pressochè le stesse per gran parte degli altri lettori in commercio, anche non sconociuti.Evidentemente è uno scotto per la popolarità.
      • IL RE DEI TROLL scrive:
        Re: ma non viene limitato il volume?
        c'e' pero' un programmino che modifca il firmwaree permette anche ai lettori ipod europei di avere il volume piu' alto...come gli americani...invalidando lagaranzia e gli eventuali rimborsi==================================Modificato dall'autore il 03/02/2006 1.12.29
        • IL RE DEI TROLL scrive:
          Re: ma non viene limitato il volume?
          http://www.macitynet.it/ilmiomac/aA16786/index.shtml==================================Modificato dall'autore il 03/02/2006 1.12.56
      • Anonimo scrive:
        Re: ma non viene limitato il volume?
        - Scritto da: Anonimo

        Sì, negli iPod europei c'è un limite
        prestabilito, infatti mi pare strano si parli di
        questi problemi, ne avevano fatto anche un
        ignorantissimo serivzio al TG 1.Non solo negli iPod, ma in tutti gli apparecchi di questo tipo, es. nei lettori mp3 o nei minidisc.La legge in realtà è francese, ma probabilmente i produttori trovano più conveniente mettere la limitazione su tutti gli apparecchi destinati al mercato europeo. :-(
        Poi mi da fastidio che, nei servizi generici come
        quello appunto citato sopra, si parli solo
        dell'iPod mentre le emissioni sono pressochè le
        stesse per gran parte degli altri lettori in
        commercio, anche non sconociuti.

        Evidentemente è uno scotto per la popolarità.o la solita incompetenza dei "giornalisti" chiamati a fare articoli scientifici/tecnici su cose delle quali non sono minimamente a conoscenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma non viene limitato il volume?


          Poi mi da fastidio che, nei servizi generici
          come

          quello appunto citato sopra, si parli solo

          dell'iPod mentre le emissioni sono pressochè le

          stesse per gran parte degli altri lettori in

          commercio, anche non sconociuti.



          Evidentemente è uno scotto per la popolarità.

          o la solita incompetenza dei "giornalisti"
          chiamati a fare articoli scientifici/tecnici su
          cose delle quali non sono minimamente a
          conoscenza.Non solo: i giornalisti pubblicano le notizie che ricevono, e le loro fonti principali sono i comunicati stampa, prodotti dalle aziende o dalle agenzie di public relation. Insomma, perché una causa così idiota divenga una notizia, bisogna che qualcuno si prenda la briga di "spingerla". Non è questione di "teoria del complotto": il successo commerciale di iPod dà fastidio a un sacco di aziende, anche molto potenti, che stanno facendo di tutto per denigrare l'iPod nell'unico modo possibile: cercando di demolirne l'immagine, visto che dal punto di vista tecnico è inattaccabile. Ovviamente, non possono scendere in campo in prima persona (il gioco sarebbe troppo scoperto) e quindi ricorrono a mezzucci come questi.Poi ci sono anche quelli che vogliono farsi pubblicità, e riescono ad arrivare sui giornali grazie alla popolarità dell'iPod: vi ricordate la denuncia dell'Associazione Chiropratici Inglesi, che sosteneva che la ghiera dell'iPod causava danni all'articolazione del pollice? A me sono bastati 10 minuti per risalire all'agenzia di PR dell'Associazione, e cercando nel loro sito, nella sezione delle "referenze", trovo una dichiarazione del presidente dei chiropratici che dice più o meno (vado a memoria) "abbiamo chiesto all'agenzia di far arrivare la nostra associazione sui media nazionali, e loro sono riusciti a far parlare di noi con grande creatività". Si riferiva all'invenzione del pollicione, appunto...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non viene limitato il volume?
      - Scritto da: pikappa
      A quanto ne so gli ipod hanno il volume limitato,
      proprio per prevenire dannIo denuncerei l'ATM, perchè in metropolitana faccio fatica a sentire l'iPod a volume massimo. E per colpa sua mi rovino l'udito due volte!Mi date una mano e facciamo anche noi una class action?
  • Anonimo scrive:
    ma la gente è scema?
    dico io, 115-130 decibel?ma come diavolo la sentite la musica?io accuserei per prima l'idiozia della gente che devono sentire musica ad un volume così forte (avete mai visto gente con le cuffie che alzano talmente tanto il volume da poter sentire la musica anche ad una certa distanza?)secondo me idiota la gente che sente la musica a questo volume, non ci vuole l'etichetta per capire che ascoltare musica troppo alta fa male alle orecchie.Idem per il tabacco, come potete chiedere un risarcimento per i danni da fumo?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la gente è scema?
      è i lettori cd portatili, walkman... quelli esistono da molto più tempo eppure non ho mai sentito storie del genere :|
      • Anonimo scrive:
        Re: ma la gente è scema?
        - Scritto da: Anonimo
        è i lettori cd portatili, walkman... quelli
        esistono da molto più tempo eppure non ho mai
        sentito storie del genere :|avevano un volume massimo minore, ma ciò non toglie che sei veramente un idiota se tieni le cuffie ad un volume troppo alto. La rotellina del volume non serve per esprimere la lunghezza del proprio attributo, si può usare anche un valore basso.
        • avvelenato scrive:
          Re: ma la gente è scema?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          è i lettori cd portatili, walkman... quelli

          esistono da molto più tempo eppure non ho mai

          sentito storie del genere :|
          avevano un volume massimo minore, ma ciò non
          toglie che sei veramente un idiota se tieni le
          cuffie ad un volume troppo alto. La rotellina del
          volume non serve per esprimere la lunghezza del
          proprio attributo, si può usare anche un valore
          basso.No. Sei veramente un idiota se non accetti la conseguenza del tuo gesto, semmai.Non facciamo la solita retorica propaganda assolutista, please. Quando sono in metrò preferisco diventare sordo con la bella musica che col rumore delle rotaie.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la gente è scema?
      - Scritto da: Anonimo
      [...]
      Idem per il tabacco, come potete chiedere un
      risarcimento per i danni da fumo?Concordo sul discorso musicale, ma il caso del tabacco è un po' diverso: AFAIK ci fu un periodo in cui le multinazionali del tabacco, pur sapendo che il fumo poteva causare cancro ai polmoni, negarono l'evidenza tranquillizzando i propri consumatori. Teoricamente solo chi a preso il vizio del fumo in quel periodo ha potenzialmente diritto ad un risarcimento... oggi ti avvertono che c'è il problema, quindi se fumi sono fatti tuoi (se vuoi chiamalo "paraculismo", cmq fanno bene a scriverlo)
Chiudi i commenti