TIM spegne la rete 3G e invita a cambiare smartphone: quando avverrà?

TIM spegne la rete 3G e invita a cambiare smartphone

La procedura al via entro i prossimi mesi: a coloro in possesso di un 'vecchio smartphone' è proposta la sostituzione del dispositivo.
La procedura al via entro i prossimi mesi: a coloro in possesso di un 'vecchio smartphone' è proposta la sostituzione del dispositivo.

Come anticipato nell’autunno scorso, entro i prossimi mesi prenderà il via lo spegnimento della rete 3G di TIM. L’ennesima conferma sta arrivando in questi giorni sui telefoni dei clienti, sotto forma di un SMS in cui vengono forniti alcuni dettagli utili per farsi trovare pronti all’appuntamento.

Spegnimento 3G TIM: come e cosa comporta

Questo il messaggio che stanno ricevendo gli utenti, messi così a conoscenza del processo di cambiamento che prenderà il via in primavera. Si tratterà di una procedura progressiva, al momento non abbiamo modo di sapere quando arriverà a interessare l’intero territorio nazionale o a completamento.

Gentile cliente, da aprile 2022, TIM avvierà il progressivo spegnimento della rete 3G, che sarà sostituita dalle tecnologie 4G e 5G.

A chi è in possesso di uno smartphone non di ultimissima generazione, TIM propone inoltre di sostituirlo, così da non rinunciare alla possibilità di chiamare e navigare contemporaneamente. Questo perché, con la dismissione del 3G, per loro la gestione di chiamate e SMS sarà delegata alle reti 2G.

Poiché il tuo smartphone non supporta le chiamate con le nuove tecnologie, in assenza di rete 3G, userai la rete 2G per telefonare e inviare SMS, ma non potrai più navigare contemporaneamente in Internet sulla rete 4G. Per fruire al meglio della qualità della rete TIM, ti suggeriamo di valutare la sostituzione del vecchio smartphone.

Ulteriori informazioni in merito a tempistiche e modalità di spegnimento della rete 3G sono consultabili sul sito ufficiale dell’operatore. Lì si legge inoltre che:

  • i dispositivi in tecnologia 3G (ad esempio smartphone, tablet, router, chiavette, sistemi di allarme/domotica, etc.) potranno continuare ad effettuare chiamate e inviare SMS, sfruttando la rete 2G, ma riscontreranno rallentamenti della navigazione Internet;
  • i dispositivi in tecnologia 4G non abilitati al servizio voce su rete 4G useranno la rete 2G per telefonare e inviare SMS, mentre continueranno a navigare in Internet con la rete 4G. A questi clienti, non sarà più garantita la possibilità di navigare mentre si effettua una chiamata vocale.

Come verificare se il proprio smartphone è compatibile con la tecnologia VoLTE necessaria per eseguire chiamate vocali su 4G o 5G, senza dover passare dal 2G? In questo modo.

Il cliente può verificare la compatibilità del proprio terminale col servizio VoLTE (voce su rete 4G o 5G) effettuando una chiamata e controllando che l’icona della tecnologia continui a mostrare il simbolo 4G o 5G.

Per i terminali antecedenti al 2020, la presenza o meno del VoLTE è indicata da una icona specifica in alto a destra sul display. In caso di assenza dell’icona, il cliente deve accertarsi che il VoLTE sia correttamente abilitato nel menu impostazioni del proprio terminale.

Dovranno fare i conti con le stesse difficoltà anche coloro in possesso di una SIM con capacità inferiore a 128k. È comunque offerta la possibilità di chiederne la sostituzione gratuita in un negozio TIM, mantenendo il proprio numero.

Fonte: TIM
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 14 gen 2022
Link copiato negli appunti