TIN.it, problemi di posta?

Conferme


Roma – Sono arrivate diverse segnalazioni questa mattina di utenti alle prese con il servizio email di TIN.it che sembrerebbe funzionare a singhiozzo.

Il Customer Care dell’operatore ha spiegato che questi problemi sono ormai in via di risoluzione e già nelle prossime ore dovrebbero essere completamente superati.

Non sono ancora chiare le cause dei problemi né le conseguenze sulle email spedite e ricevute tra ieri ed oggi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dracumliber scrive:
    cosa e' switch off?
    cosa e' switch off? scusate se sono profano.
  • Anonimo scrive:
    Beppe Grillo e il DTT
    Beppe Grillo dice che il digitale terrestre è già morto, vedi anche l'articolo su La Stampa di oggi. Se lo dice lui che vive di tv e spettacoli, c'è da crederci.
    • Anonimo scrive:
      Re: Beppe Grillo e il DTT
      Credere a Beppe Grillo che siccome "occupa di spettacoli" da giudizi su una tecnica di trasmissione... boh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Beppe Grillo e il DTT
      Il problema del digitale terrestre è che non consente interattività. Occorre infatti una connessione ADSL o GPRS per garantire un ritorno al trasmettitore!!!é vero anche che disincentivare l'uso di un mezzo trasmissivo piuttosto che un'altro è una scelta perdente: caso adsl contro fibra ottica.Cosa ci sarà nel nostro futuro?Se si vogliono incentivare certi filoni basta acquistarne i prodotti e sperare in migliori risultati.Ovviamente per questioni di inquinamento elettromagnetico io appoggio l'idea di Beppe Grillo!
  • AnyFile scrive:
    Estero
    Nessuno sa niente della situazine all'estero?Ad esempio nel Regno Unito (so che la BBC ha qualcosa di interattivo)
    • federicorocchi scrive:
      Re: Estero
      in inghilterra il DT ha vissuto un momento di stanca perchè il satellite lo ricevono tutti ma soprattutto per il modello di business... oltre al fatto che hanno MEGH5 e non mhp... quello si che è un televideo avanzato (che non ci sarebbe poi niente di male...)
  • federicorocchi scrive:
    Re: interattività fasulla, nessuno la userà
    Chi non vuole telefonare per ordinare la pizza a casa e preferisce uscire per andare di persona, può farlo...
  • federicorocchi scrive:
    INCENTIVI INCENTIVI...
    Vorrei iniziare sorridendo: ma tutti quelli che qui si vantano di pagare le tasse, quanti anni hanno? e le pagheranno veramente? e se le pagano quanto, in percentuale, delle loro tasse se n'è andato in "digitale terrestre"? eheh chissà...Comunque si può anche ammettere che essere contrari alla politica degli incentivi per "indirizzare" l'economia da una parte piuttosto che dall'altra non è peccato. Solo che bisognerebbe essere contro tutti gli incentivi. Esistono centinaia, migliaia di incentivi: ve li ricordate negli anni 70 i cumuli di arancie siciliane schiacchiate con le ruspe? Beh succede ancora, e paga l'UE cioè sempre le nostre tasse...Esistono poi incentivi "ad personam", alla singola azienda che, si sa, deve pur campare, in una forma o nell'altra... Ovviamente voi siete anche contro quelli. Per esempio perchè incentivare il passaggio alla "larga banda" quando c'è un semimonopolista che ovviamente farà il pienone? Perchè non hanno diritto i giornali ad essere incentivati? Perchè l'iva sui dischi è al 20 % e quella sui libri al 4?Io sono entusiasta di discutere di politica, ma discutiamone per bene, valutiamo le cose tutte insieme senza i paraocchi.PS riportare l'obelisco di axum a casa sua è costato 4 miliardi di euro: ma non ci si poteva costruire un ospedale in etiopia con 4 miliardi di euro? Evidentemente agli etiopici gli interessava più l'obelisco. Sono cretini per questo?
  • Anonimo scrive:
    Interfacce utente...
    "La TV digitale terrestre invece porta in tutte le case un "network PC". Mette in Rete tutti i cittadini, quella stessa Rete appannaggio di (ancora) pochi, riciclando come interfaccia il buon vecchio televisore e l'amato telecomando.A regime, anche mia mamma sarà in grado di pagare l'ICI da casa, come oggi io faccio con il PC. E non dovrà saper usare il computer per compiere un'azione semplice come un pagamento o la consultazione dell'orario dei treni."Ma 'sta gente ha mai provato a progettare un'interfaccia utente da usare con un telecomando, per di più per utenti poco esperti? C'è gente che non sa usare il televideo figuriamoci pagare l'ICI con un telecomando! Gran parte delle persone il telecomando lo usa al massimo per cambiare canale e modificare il volume - se già devono correggere luminosità o contrasto vanno in panne - sintonizzare i canali lo fanno fare al "tecnico installatore".Senza contare che anche per una persona "esperta" navigare con un telecomando è un'operazione molto scomoda - e se è esperto accende il PC e fa prima. E la mamma gli chiederà di pagargli l'ICI...Quindi ci saranno da un lato persone che comunque non riusciranno ad usarlo, e dall'altra quelle che riuscirebbero useranno altri mezzi ben più pratici. La percentuale di chi perderà tempo a litigare con un telecomando sarà dello 0.1%, probabilmente.Non spacciamo una tecnologia già nata vecchia per chissà quale mirabolante innovazione.Tanto vale fornire la TV su cavo dati insieme al resto - ormai la TV è solo uno dei tanti "media" - non più l'unico.
    • federicorocchi scrive:
      Re: Interfacce utente...
      Sono perfettamente daccordo sulla scomodità del telecomando: infatti prima o poi ci sarà una piccola trackball... e una freccetta sullo schermo
  • Anonimo scrive:
    Alcune osservazioni a Roberto Ciacci
    "scelta di promuovere l'utilizzo di MHP (Multimedia Home Platform) come standard"Ma al contrario del DVB-T, MHP è tutt'altro che tencologia matura (sai quando è uscito lo standard MHP 1.2? No? Dovumentati e divertiti!). Quanto all'interattività, si potevano fare cose carine già col Teletext (sicuramente più interattive delle attuali boiate proposte da Mediaset e Rai)."L'intervento dello Stato nell'attuazione del passaggio al digitale è FONDAMENTALE"Non spieghi perché. In Inghilterra è Finlandia lo stato ha saggiamente deciso di non gettare i soldi nel cesso e come risultato il passaggio è molto più lento, lasciando che sia il mercato a decidere i tempi, come i padri fondatori dell'economia insegnano. Mi spieghi perché il ministero delle comunicazioni deve fare volantinaggio fuodi degli stadi dicendo quant'è bello il DTT per vedere le partite?"anche mia mamma sarà in grado di pagare l'ICI da casa"A regime tua mamma andrà in posta, tu pagherai via Internet e il decoder farà la muffa. Chiunque abbia provato un servizio "interattivo" sa perché. Oltretutto quallo che auspichi è irrealizzabile tecnicamente perché gli attuali decoder non sono compatibili col MHP 1.2 e quindi con le smart card. E quelle per le partite allora? Sono un prototipo (ehi ma non eri tu quello che parlava dello standard aperto) realizzato dai produttori apposta per l'Italia e che giace abbandonato in fondo al pozzo. Quanto all'orario dei treni lo trovi già ora sul Teletext (molto più semplice da usare del decoder). "Solo con tali obiettivi si giustificano gli incentivi economici"Ma gli obiettivi non sono quelli. Qualche tempo fa (poco prima delle elezioni regionali, toh) è arrivata a tutti i cittadini della Lombardia una lettera con una simpatica tesserina e gradi promesse (t-government, paga il bollo da casa, sperimentazioni con RAI ecc.). Dopo le elezioni è arrivato un cospicuo opuscoletto e di tutte le meraviglie promesse dal t-goverment non si trovava traccia. E le sperimentazione con RAI? A Torino non ne sanno niente...
    • federicorocchi scrive:
      Re: Alcune osservazioni a Roberto Ciacci
      Perchè qualcuno dice che i decoder mhp sono incompatibili con mhp? mi pare che abbiano funzionato a partire dallo scorso anno...
  • Anonimo scrive:
    DVB-Nerpiolini...
    Trovo molto interessante l'idea di offrire a circa 250 euro (dei quali 100 in bonus statale) un decoder terreste (=che richiede un televisone/monitor) quando a 499 euro (che è il doppio) ci viene un mac Mini con sistema operativo idiot proof.Per l'e-government probabilmente è quello il metodo migliore, esattamente come, se fossimo un paese serio con delle TV serie (vedasi articolo sulla BBC) ci muoveremmo verso un modello di fruizione dei contenuti multimediali via internet.Certo, nessuno potrebbe costringerci a pagare il canone per il computer ma, detto questo, credo che il numero di internet radio sia superiore a quelle disponibili in una zona rurale della sardegna (servita o meno dal DTT), esattamente come probabilmente sarebbe meno impegnativo per le televisioni offrire un servizio di video streaming anzichè avvelenarci tutti con ripetitori su ripetitori stile radio vaticana.Beh, tutto ciò a patto di non rischiare che Rete4 vada oscurata.
    • Anonimo scrive:
      Re: DVB-Nerpiolini...

      Certo, nessuno potrebbe costringerci a pagare il
      canone per il computer ma, ...Come no?L'Ufficio registro abbonamenti radio TV!
  • Anonimo scrive:
    Bischero il digitale non esiste!
    a parte il fatto che il segnale digitale è sempre un analogico in cui vengono distinti i due livelli logici alti e bassi ma poi fare pubblicità ad una tecnologia inutile che serve solamente a far vendere ste cavole di partite e qualche televendita mi indigna molto.Il futuro ed il presente è la rete, mi spiace non c'è niente da fare ma la televisione italiana con le sue 740 stazioni(1/3 del mondo) ha i giorni contati.
    • federicorocchi scrive:
      Re: Bischero il digitale non esiste!
      ditelo, spiegatelo ai milioni di italiani che guardano la televisione invece di leggere punto informatico via internet... per farlo però dovrete usare il mezzo che loro guardano, cioè la televisione, ovvero l'elettrodomestico che loro usano, cioè la televisione. Il DVB-T E' internet... ci passano i pacchetti IP....
  • The_GEZ scrive:
    Ma che cavolo scrive !
    Ciao a Tutti ! Ovvio? Non è affatto ovvio, per una grandissima fetta della popolazione italiana accedere ai servizi di e-government altrimenti erogati via Internet e su larga banda. Bè ammesso che in Italia l' E-Governent ESISTA la banda larga è l' unico modo sensato di accedervi, ma evidentamente questo tizo va in "leggera controtendeza" (Grillo docet). Il satellite d'altra parte è costoso: richiede un investimento iniziale e comporta la corresponsione di un canone di abbonamento dell'ordine di qualche centinaia di euro annuali che non tutti si possono permettere. Mah ! veramente su satellite ci sono ora e ci sono sempre stati un sacco di canali free ... certo ora c'è SKY e ci tocca pagare tutto ... La TV digitale terrestre invece porta in tutte le case un "network PC". Mette in Rete tutti i cittadini, quella stessa Rete appannaggio di (ancora) pochi, riciclando come interfaccia il buon vecchio televisore e l'amato telecomando. Bè almeno una cosa giuista l' ha detta, ovvero che la rete (quella vera, internet) è ancora a pannaggio di pochi, peccato che poi ricada nella follia assoluta sparando il "network PC" allacciato al digitale terrestre ... (ammesso che il tizio sia vagamente cosciente di cosa dovrebbe essere un "network PC") A regime, anche mia mamma sarà in grado di pagare l'ICI da casa, come oggi io faccio con il PC. E non dovrà saper usare il computer per compiere un'azione semplice come un pagamento o la consultazione dell'orario dei treni. BUM !Ed il problema sta tutto li ... sul fatto che non lo potesse fare con il televisore !!In italia c'è un sacco di gente che non sa usare il videoregistratore o il DVD, insegnamogli l' uso di un computer, colleghiamoglelo ad internet e allora avremo risultati, non è con un telecomando che si risolvono le cose !!! Osservo che non esistono "(...) Nazioni da sempre invidiose del sistema Italia", Finalmente una cosa giusta, ma ...In tutta questa lettera traspare un fortissimo "Effetto Gianni" (ottimismo), bisognerebbe verificare se si tratta solo di farina del suo sacco.Se si vole veramente investire su un media "del futuro", esiste una sola strada percorribile, le infrastrutture internet. Solo la rete è il media del futuro ed è vero che tutti i vari DVB, DAB, PRAC, SGNAPS, SDENG, SBARAGNAUS e chi più ne ha più ne metta sono solo degli "aggiornamenti tecologici" di media vecchi.Purtroppo però sono questi i media che garantiscono introiti ai grandi produttori ed è quindi su questa che la grande idustria dell' intrattenimento e la classe poitica a lei asservita punta a spron battuto.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che cavolo scrive !

      Bè ammesso che in Italia l' E-Governent ESISTA la
      banda larga è l' unico modo sensato di accedervi,
      ma evidentamente questo tizo va in "leggera
      controtendeza" (Grillo docet).Grillo non docet. Perche' se il tuo Grillo dice che la banda larga e' l'unico modo sensato per accedere all'E-government, adesso che la banda larga e' in tante case tu dici che l'E-government non esiste ? Semplicemente perche' il mezzo non e' il messaggio (neanche Mac Luhan docet). Il messaggio, l'E-government, e' da costruire e non e' stato fatto perche' non era facilmente fruibile... guardati un po' in giro al di fuori dalla ristretta cerchia di tecno-amici che abbiamo... il computer NON e' per tutti ! Molti non lo vogliono proprio, costa molto (ricordati ogni tanto che anche i programmi si dovrebbero pagare...), e' da tenere aggiornato, non lo puoi tenere in cucina, e' complesso... tu vuoi tenere fuori dalla tecnologia un sacco di gente, la stragrande maggioranza... anche in Italia c'e' il "digital divide" ed e' un gap che la DTT puo' aiutare a colmare...
      Mah ! veramente su satellite ci sono ora e ci
      sono sempre stati un sacco di canali free ...
      certo ora c'è SKY e ci tocca pagare tutto ...In effetti e' vero, ci sono un sacco di canali free e la porcheria grossa non e' l'esistenza di SKY (almeno ai fini del nostro discorso, perche' come monopolio mondiale e' veramente pauroso) ma il fatto che nei decoder NDS proprietari di SKY abbiano fatto vergognosamente di tutto per tenere questi canali free in un limbo e sotto la spada di damocle della cacciata dai "preferiti".
      Bè almeno una cosa giuista l' ha detta, ovvero
      che la rete (quella vera, internet) è ancora a
      pannaggio di pochi, peccato che poi ricada nella
      follia assoluta sparando il "network PC"
      allacciato al digitale terrestre ... (ammesso che
      il tizio sia vagamente cosciente di cosa dovrebbe
      essere un "network PC")Follia ? Perche' ? Cos'e' un "network pc" per te ? Tu hai la definizione unica ed assoluta ? E quale sarebbe ?Se e' semplicemente quella di pc in rete, beh, il DTT con il suo MHP con canale di ritorno lo e'. Non sara' figo come il tuo pc su xdsl ma lo e'.
      BUM !
      Ed il problema sta tutto li ... sul fatto che non
      lo potesse fare con il televisore !!
      In italia c'è un sacco di gente che non sa usare
      il videoregistratore o il DVD, insegnamogli l'
      uso di un computer, colleghiamoglelo ad internet
      e allora avremo risultati, non è con un
      telecomando che si risolvono le cose !!!Piano, non esagerare, non usare i soliti luoghi comuni, la gente non sa usare le funzionalita piu' avanzate del VCR e del DVD ma non puoi negare che le cifre del mercato dell'home video indicano che la gente questi due elettrodomestici li usa, ed alla grande !Sanno inserire la videocassetta ed il dvd e guardarsela. Sanno registrare il programma che stanno guardando. Poi in molti non sanno puntare il vcr per una registrazione differita ma questo e' solo perche' l'interfaccia e' spesso complessa e, piu' che altro, perche' a loro non interessa e se gli interessasse non prenderli per stupidi: imparano tranquillamente come fare.Il problema e' solo dare i servizi che la gente vuole ed in un modo facilmente fruibile, tutto qui. Mica tutti hanno voglia di perdere del tempo a sfruttare tutto quello che puo' dare l'ultimo gadget elettronico alla moda. Anche chi usa il pc a volte, giustamente, non saprebbe installare il sistema operativo o settare un firewall ecc ecc. La gente NON e' come te (o come me), c'e' gente a cui non gliene frega niente dell'elettronica, gente che ha altre esigenze, gente che non gliene frega niente neanche di punto informatico. Ma non sono anormali, anzi !A queste persone se tu risolvi un reale loro problema (pagamento ici) in un modo semplice (tv di casa e quattro tasti del telecomando) allora si danno da fare perche' gli semplifica la vita. Ma se tu pretendi che si comprino un pc, che si comprino l'adsl, che si tengano aggiornati antivirus, firewall ecc, che si imparino ad usare il programma che gli interessa ecc ecc Beh, ti mandano giustamente a quel paese. Lo so che il pc fa mille cose ma a loro NON GLIENE FREGA NIENTE !Risolvere problemi reali in un modo semplice. Se il DTT lo fa, il DTT avra' successo altrimenti no, ma la colpa non sara' in questo caso della tecnologia.
      Se si vole veramente investire su un media "del
      futuro", esiste una sola strada percorribile, le
      infrastrutture internet. Solo la rete è il media
      del futuro ed è vero che tutti i vari DVB, DAB,
      PRAC, SGNAPS, SDENG, SBARAGNAUS e chi più ne ha
      più ne metta sono solo degli "aggiornamenti
      tecologici" di media vecchi.Usufruibilita' e' la chiave, non internet in se. Il canale di ritorno del ricevitore DTT puo' tranquillamente andare, e ci va, su internet. Quindi fa parte di quella cosa fumosa che tu chiami infrastruttura internet.Ma ti ripeto che non e' quello il problema. Fai le cose semplici, utili e poco costose e solo allora "vanno".
      Purtroppo però sono questi i media che
      garantiscono introiti ai grandi produttori ed è
      quindi su questa che la grande idustria dell'
      intrattenimento e la classe poitica a lei
      asservita punta a spron battuto.Ah, ecco, ci mancava la tirata politica. Che palle vedere mischiata la tecnologia con la politica da stadio. Ok, tra un anno cambiera' il governo dell'Italia. Fidati che non cambiera' niente: se faranno belle applicazioni in DTT il DTT andra', se lo boicotteranno e/o non faranno applicazioni decenti il DTT fallira'. Ma con chi sta al governo non centra niente.
      Saluti.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che cavolo scrive !
        L'E-government non esiste perchè in italia la burocrazia impazza e siamo fermi all'idea illuminata che c'è sempre qualche bollo/diritto di cancelleria da pagare per aver accesso a qualsiasi documento/atto sulla persona.Il computer è complesso... eppure la complessità di un computer è NECESSARIA; se si potessero fare le automobili senza cilindri, pistoni, semiassi e via dicendo le avrebbero fatte.Il digital divide esiste primariamente perchè la TV ed i benpensanti ci tengono a cullare l'ignoranza anzichè promuovere l'istruzione (guarda il palinsesto televisivo domenicale di qualsiasi emittente e trai le tue conclusioni).
        In effetti e' vero, ci sono un sacco di canali
        free e la porcheria grossa non e' l'esistenza di
        SKY (almeno ai fini del nostro discorso, perche'
        come monopolio mondiale e' veramente pauroso) ma
        il fatto che nei decoder NDS proprietari di SKY
        abbiano fatto vergognosamente di tutto per tenere
        questi canali free in un limbo e sotto la spada
        di damocle della cacciata dai "preferiti".Esistono anche i decoder Free To Air, se vuoi il decoder gratis paghi in altri termini. Anche questo problema è un riflesso del tenere le masse ignoranti... se dicessi alla gente che spendendo pochi euro potrebbero vedere i canali gratuiti forse la cosa cambierebbe, non vedo gli italiani molto propensi a SKY.
        Follia ? Perche' ? Cos'e' un "network pc" per te
        ? Tu hai la definizione unica ed assoluta ? E
        quale sarebbe ?Un computer in rete in termini stretti (PC è diventato sinonimo di computer).Se mi riesci a definire un decoder come un computer ed il canale 1 a 1 fra fruitore ed emittente come rete allora ci siamo... per ora mi manca che per parlare di "network" manchi qualcosa... l'interattività fra diversi utenti.
        Se e' semplicemente quella di pc in rete, beh, il
        DTT con il suo MHP con canale di ritorno lo e'.
        Non sara' figo come il tuo pc su xdsl ma lo e'.Trovo più "network PC" il defunto videotel.Esempi, non parole.
        Piano, non esagerare, non usare i soliti luoghi
        comuni, la gente non sa usare le funzionalita
        piu' avanzate del VCR e del DVD ma non puoi
        negare che le cifre del mercato dell'home video
        indicano che la gente questi due elettrodomestici
        li usa, ed alla grande !
        Sanno inserire la videocassetta ed il dvd e
        guardarsela. Sanno registrare il programma che
        stanno guardando. Poi in molti non sanno puntare
        il vcr per una registrazione differita ma questo
        e' solo perche' l'interfaccia e' spesso complessa
        e, piu' che altro, perche' a loro non interessa e
        se gli interessasse non prenderli per stupidi:
        imparano tranquillamente come fare.La patente non è un diritto dei cittadini, è un qualcosa che viene dato se il cittadino si dimostra degno di possederla.Chi non è in grado prenda il taxi, si faccia accompagnare o studi.. è così per tutto nella vita.
        Il problema e' solo dare i servizi che la gente
        vuole ed in un modo facilmente fruibile, tutto
        qui. Mica tutti hanno voglia di perdere del tempo
        a sfruttare tutto quello che puo' dare l'ultimo
        gadget elettronico alla moda. Anche chi usa il pc
        a volte, giustamente, non saprebbe installare il
        sistema operativo o settare un firewall ecc ecc.Esistono centri assistenza, CD di ripristino e comodi messaggi in finestra che andrebbero anche letti ed interpretati (telefonate con gente che mi chiede, allarmata, delucidazioni sul significato di frasi del tipo "Attenzione: il file verrà cancellato dal disco" ne ho a tuttora).Se non sei capace non sei capace... penso che un sistema di richesta moduli ed informazioni sul modello delle macchine per fare i biglietti del treno con i touch screen sarebbe più auspicabile del DTT per i servizi di E-government per imbranati.
        La gente NON e' come te (o come me), c'e' gente a
        cui non gliene frega niente dell'elettronica,
        gente che ha altre esigenze, gente che non gliene
        frega niente neanche di punto informatico. Ma non
        sono anormali, anzi !Vedi sopra.
        A queste persone se tu risolvi un reale loro
        problema (pagamento ici) in un modo semplice (tv
        di casa e quattro tasti del telecomando) allora
        si danno da fare perche' gli semplifica la vita.Chissà quanta gente pagherà l'ICI via DTT.Non arrampichiamoci sugli specchi.
        Ma se tu pretendi che si comprino un pc, che si
        comprino l'adsl, che si tengano aggiornati
        antivirus, firewall ecc, che si imparino ad usare
        il programma che gli interessa ecc ecc Beh, ti
        mandano giustamente a quel paese. Lo so che il pc
        fa mille cose ma a loro NON GLIENE FREGA NIENTE !
        Risolvere problemi reali in un modo semplice. Se
        il DTT lo fa, il DTT avra' successo altrimenti
        no, ma la colpa non sara' in questo caso della
        tecnologia.Nel terzo mondo vendono desktop PC scaled down a 100 dollari, da noi il Mac Mini costa 499 euro... e ambedue non hanno bisogno di aggiornamenti e simili.
        Usufruibilita' e' la chiave, non internet in se.
        Il canale di ritorno del ricevitore DTT puo'
        tranquillamente andare, e ci va, su internet.Esattamente tu come vai su internet da DTT ?E poi, vai su TUTTA internet ?Hai un browser completo ?Puoi compilare form ?Puoi stampare contenuti ?Puoi eseguire java ? ( Quindi fa parte di quella cosa fumosa che tu
        chiami infrastruttura internet.
        Ma ti ripeto che non e' quello il problema. Fai
        le cose semplici, utili e poco costose e solo
        allora "vanno".Vedi sopra.
        Ah, ecco, ci mancava la tirata politica. Che
        palle vedere mischiata la tecnologia con la
        politica da stadio. Ok, tra un anno cambiera' il
        governo dell'Italia. Fidati che non cambiera'
        niente: se faranno belle applicazioni in DTT il
        DTT andra', se lo boicotteranno e/o non faranno
        applicazioni decenti il DTT fallira'. Ma con chi
        sta al governo non centra niente.Beh, il caso in cui il governo decreta e finanzia il passaggio al digitale credo sia un buon modo per pilotare la sopravvivenza di una piattaforma.
        CiaoCiao
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che cavolo scrive !
        - Scritto da: Anonimo-- snip --

        allacciato al digitale terrestre ... (ammesso
        che

        il tizio sia vagamente cosciente di cosa
        dovrebbe

        essere un "network PC")

        Follia ? Perche' ? Cos'e' un "network pc" per te
        ? Tu hai la definizione unica ed assoluta ? E
        quale sarebbe ?
        Se e' semplicemente quella di pc in rete, beh, il
        DTT con il suo MHP con canale di ritorno lo e'.
        Non sara' figo come il tuo pc su xdsl ma lo e'.NETWORK PC: pc controllato dai network televisivi... corrisponde perfettamente al decoder di SKY di cui sopra...
        A queste persone se tu risolvi un reale loro
        problema (pagamento ici) in un modo semplice (tv
        di casa e quattro tasti del telecomando) alloraschiacciati 7 volte l'uno? Hai mai provato fare un pagamento ICI online? E la ricevuta? Per piacere non siamo ingenui
        Ma ti ripeto che non e' quello il problema. Fai
        le cose semplici, utili e poco costose e solo
        allora "vanno".certo semplici, utili, poco costose (tanto poi le paghiamo con le tasse) e controllate da qualcun altro
        palle vedere mischiata la tecnologia con la
        politica da stadio. Ok, tra un anno cambiera' il
        governo dell'Italia. Fidati che non cambiera'
        niente: se faranno belle applicazioni in DTT il
        DTT andra', se lo boicotteranno e/o non faranno
        applicazioni decenti il DTT fallira'. Ma con chi
        sta al governo non centra niente.la tecnologia è un mezzo. L'unica cosa rivoluzionaria della rete è che abbatte i costi della pubblicazione e permette a chiunque di avere visibilità.La televisione no. E' una rete monca, con poche e controllate fonti di pubblicazione e iglioni di fruitori passivi, martellati dalla pubblicità al punto da lasciar credere ai bambini che il paradiso sia un posto dove si beve caffè.Il Commodore 64 era semplice, nessuno ti impedisce di produrre qualcosa di simile che vada in rete e ti permetta di navigare e scaricare la posta... lo comprerebbero? Probabilmente no, perchè il consumatore medio è così rimbambito dai luoghi comuni e dalla pubblicità da volere a tutti i costi l'ultima versione di Office perchè "l'ultima è sempre la migliore"... e poi è già tanto se riescono a cambire un font...il dtt mi può anche andare bene; quello che non bevo è la balla che me lo vogliono far passare come rivoluzione digitale e nel frattempo tutti i televisori sul mercato hanno il sintonizzatore analogico. Quello che mi rode è che abbiano speso i soldi delle mie tasse per pagare alla gente decoder per vedere a pagamento le partite di calcio (e i primi nemmeno funzionavano). Già lo sapevano i Romani (quelli antichi)... panem et circenses...
      • The_GEZ scrive:
        Re: Ma che cavolo scrive !
        Ciao, Anonimo !

        ma evidentamente questo tizo va in "leggera

        controtendeza" (Grillo docet).
        Grillo non docet. Perche' se il tuo Grillo dice
        che la banda larga e' l'unico modo sensato perVeramente il (e conunque non è il "mio") "Grillo Docet" era riferito ad un'altra cosa, una citazione, che tu hai bellamente mancato di cogliere.Buonanotte al secchio.
        Non sara' figo come il tuo pc su xdsl ma lo e'.Mah!Avercela la xDSL sarebbe già un bel vantaggio ...
        stragrande maggioranza... anche in Italia c'e' il
        "digital divide" ed e' un gap che la DTT puo'
        aiutare a colmare...Si come dare l' aspirina ad un malato di tumore.
        Piano, non esagerare, non usare i soliti luoghi
        comuni, la gente non sa usare le funzionalita
        piu' avanzate del VCR e del DVD ma non puoiHmm ... ovvero tu mi dici che uno che non sa programmare il videoregistratore sarebbe perfettamente in grado compilare moduli e fruire di sevizi interattivi con il decodet DDT ?
        Ma ti ripeto che non e' quello il problema. Fai
        le cose semplici, utili e poco costose e solo
        allora "vanno".
        Ah, ecco, ci mancava la tirata politica. CheInfatti gli incentivi sul DDT a scapito della sanità e della scuola puibblica li ho decisi io ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che cavolo scrive !
          - Scritto da: The_GEZ
          Infatti gli incentivi sul DDT a scapito della
          sanità e della scuola puibblica li ho decisi iobeh allora sei davvero un gran bastardo ;-)
  • Anonimo scrive:
    Connettività via Modem?
    Quando moltissimi ormai usano ADSL, GPRS e UMTS, si realizza un decoder collegabile solo alla linea telefonica e con un vetusto modem a 56k? Non era meglio fornirlo di scheda di rete, meglio se wi-fi?Ricordo ancora quando sperimentati il DVB-C con Telecom e la vecchia Stream. Quando convertii la linea in ISDN solo digitale per non pagare il canone Plus (adesso non c'è più), la Telecom mi disse che non potevo usare più il decode perché non era compatibile ISDN.Ora che ho l'ADSL, devo mettermi in casa un decoder con modem e aspettarmi che magari si metta pure a chiamare numeri a tariffazione speciale e quindi più cara?E chi non ha più il telefono fisso, ma solo il cellulare? E chi ha solo la linea fissa per ADSL senza voce e sfrutta il VOIP? Anche questi sono retrogradi che non capiscono l'importanza del digitale terrestre interattivo?Diciamo le cose chiaramente. Ottima l'idea di iniziare a trasmettere in digitale invece che in analogico, ma pessima l'idea di dotare questi apparecchi di una debole e sorpassata interattività. A proposito, vorrei chiedere agli espertoni del ministero, come mai non si trovano ancora televisori con supporto integrato al digitale terrestre e come mai la mia zona non è ancora coperta. Hanno deciso di dare i soldi solo a produttori e rivenditori?
    • federicorocchi scrive:
      Re: Connettività via Modem?
      Beh veramente li danno anche alle emittenti, in una forma o nell'altra...La presenza del modem 56 k è facilmente spiegabile:1) costa poco2) fuziona sempre3) funziona dappertuttoE' certamente ovvio che tutti vorremmo a 30 euro (prezzo di un ricevitore interattivo da unieuro visto oggi) un apparecchio con l'interfaccio ethernet e pure wifi ma quanti hanno una rete ethernet a casa, magari wifi? Lo zero,zero,zero... Pararasando Benigni "preferisci passare una serata facendo una riunione di condominio o con giovanna dello spot tim?... ma quello è un caso limite...
  • federicorocchi scrive:
    Beh almeno si discute di qualcosa
    Sono contento di leggere un intervento denso di significato e ordinato al buonsenso. Grazie
    • Rex1997 scrive:
      Re: Beh almeno si discute di qualcosa
      - Scritto da: federicorocchi
      Sono contento di leggere un intervento denso di
      significato e ordinato al buonsenso. GrazieTanto bun senso non direi:citazione on/E questo è proprio quello che auspica - contraddicendosi - il collaboratore di Adiconsum in un passo successivo:Dovendo proporre una svolta tecnologica che investa tutti i cittadini, è compito del Governo, invece, fare in modo che tutti possano usufruire di medesimi servizi e delle medesime opportunità. Se la digitalizzazione permette l'interattività e la multimedialità, facilitando l'accesso ai servizi della pubblica amministrazione, queste opportunità non devono essere offerte solo attraverso uno specifico mezzo di trasmissione, ma devono essere garantite a chiunque utilizzi la radio e la televisione digitale. Solo con tali obiettivi si giustificano gli incentivi economici, che altrimenti si trasformano in aiuti di Stato verso alcune aziende.citazione off/A parte il fatto che il collaboratore di Adiconsum intendeva parlare di standard open e fruibili da tutti indipendentemente dal "mezzo" usato, mi sa che l'autore dello scritto non abbia esattamente chiaro il concetto di "servizio usufruibile da tutti i cittadini, indipendentemente dal mezzo usato per accedervi".
      • federicorocchi scrive:
        Re: Beh almeno si discute di qualcosa
        Beh, non credo.Lo standard mhp è aperto e si può usare anche via satellite, qualcuno lo fa in europa e chiaramente agli enti emittenti non costa assolutamente nulla visto che il DTT italiano usa ancora il satellite per trasferire il segnale ai ponti locali. Il fatto che non esistano ricevitori satellite con l'interprete mhp lo si deve alla politica di SKY, che non è in discussione in questo forum, politica che ha impedito ai ricevitori SKYBOX di godere degli incentivi.Quindi mi pare proprio che lo Stato ce la stia mettendo tutta per usare "tutti i dispositivi", internet compresa: non sono riuscito a convincere mia madre ad usare un computer e internet per fare la dichiarazione dei redditi. Adesso sto provando a farle usare un ricevitore DTT, e mi rendo conto che sotto molti aspetti è insopportabile... ma internet e i computer non hanno funzionato e alternative non ce ne sono.
  • Anonimo scrive:
    Re: interattività fasulla, nessuno la us
    - Scritto da: Anonimo
    secondo me neanche l'1%; al massimo se ci fosse
    una scheda di rete l'utente più smalizzato
    potrebbe collegarlo a un router adsl epr fare
    delle cose più simpatiche :DGià... ma chi ha un router adsl al 90% ha anche un pc (o perlomeno un xbox, insomma una macchina + configurabile) quindi del decoder diGGitale voglio vedere che se ne fa ;)
  • Anonimo scrive:
    Dall'articolo:
    "La TV digitale terrestre invece porta in tutte le case un "network PC". Mette in Rete tutti i cittadini, quella stessa Rete appannaggio di (ancora) pochi, riciclando come interfaccia il buon vecchio televisore e l'amato telecomando."ma questo si e' fatto??
    • Anonimo scrive:
      Re: Dall'articolo:
      - Scritto da: Anonimo
      "La TV digitale terrestre invece porta in tutte
      le case un "network PC". Mette in Rete tutti i
      cittadini, quella stessa Rete appannaggio di
      (ancora) pochi, riciclando come interfaccia il
      buon vecchio televisore e l'amato telecomando."

      ma questo si e' fatto??si, si è fatto la tessera di Forza Italia... basterebbe chiedergli se visto che il DTT è un "network PC" come si fà ad arrivare ad indymedia, a repubblica.it, a punto-informatico, al sito del new york times o semplicemente all'ANSA o ADNKronos.se non ci si può andare l'interattività è paragonabile ad uno schiacciapensieri... si rimane limitato ai (pochi) contenuti che il circuito DTT mette a disposizione.
      • federicorocchi scrive:
        Re: Dall'articolo:
        veramente si potrebbe fare... e anche a gratis... e senza neanche aspettare il caricamento delle pagine... c'è una larghezza di banda pari a 24 Mbit al secondo... 24 ore su 24....
Chiudi i commenti