Tiscali: CdA approva la fusione con Linkem Retail

Tiscali: CdA approva la fusione con Linkem Retail

Il consiglio di amministrazione di Tiscali ha approvato la fusione con Linkem Retail che permetterà di offrire servizi di connettività FTTH e FWA.
Il consiglio di amministrazione di Tiscali ha approvato la fusione con Linkem Retail che permetterà di offrire servizi di connettività FTTH e FWA.

Dopo quella degli azionisti di fine aprile arriva anche l’approvazione del consiglio di amministrazione per il piano industriale 2022-25 che prevede la fusione per incorporazione di Linkem Retail in Tiscali. L’operazione finanziaria avrà efficacia dal 1 agosto, quindi i risultati economici corrispondenti copriranno solo un periodo di cinque mesi del 2022. Tiscali offrirà quindi servizi FWA che si aggiungeranno a quelli su tecnologia FTTH.

Tiscali+Linkem per FTTH e FWA

In seguito alla fusione, Tiscali diventerà il quinto operatore italiano nel mercato fisso e il primo operatore nel segmento degli accessi a banda ultralarga nelle tecnologie FWA+FTTH con una quota di mercato del 19,4% (fonte AGCOM). È stato anche approvato l’accordo quadro sottoscritto tra Linkem e Linkem Retail che prevede la fornitura (in modalità wholesale e senza vincolo di esclusiva) da parte di Linkem in favore di Linkem Retail delle SIM e dei dispositivi necessari all’erogazione del servizio di connettività agli utenti finali e del servizio di connettività FWA erogato da Linkem in favore di Linkem Retail, la quale lo rivenderà agli utenti finali.

Il piano industriale 2022-25 prevede prevede lo sviluppo di quattro pilastri principali:

  • Area TELCO: Tiscali punta a consolidare l’attuale posizionamento, grazie ad un’offerta integrata di servizi fissi e mobile;
  • Area MEDIA&TECH: l’obiettivo è potenziare e valorizzare il portale Tiscali.it attraverso lo sviluppo di nuovi contenuti, prodotti e servizi a valore aggiunto;
  • Area FUTURE COMMUNITIES: l’intenzione è promuovere lo sviluppo di comunità basate sull’adozione di servizi intelligenti e a valore aggiunto, attraverso la creazione di strumenti, piattaforme e servizi verticali;
  • Area CLOUD: prevede lo sviluppo di infrastrutture e servizi cloud rivolti alle imprese e alla Pubblica Amministrazione, anche grazie al supporto dei fondi del PNRR e dei finanziamenti comunitari.

Il consiglio di amministrazione ha infine approvato la costituzione di una società a responsabilità limitata, Veesible S.r.l., che si occuperà dello sviluppo dell’attività di concessionaria pubblicitaria.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Tiscali
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 11 lug 2022
Link copiato negli appunti