TorrentBytes buttato giù da sconosciuti

Una serie di massicci attacchi nei confronti del torrent portal si ripete da inizio giugno. Ora il sito è offline, ma i gestori non si danno per vinti e stanno lavorando perché una situazione del genere non si ripeta

Roma – TorrentBytes , popolare sito di file .torrent utili per i download sulla rete di P2P omonima , sta passando il momento più difficile della sua triennale presenza sul web. Da giorni il portale è sotto attacco da parte di sconosciuti : a poco serve il lavoro di admin e web master perché l’aggressore riesce, puntualmente, a superare le nuove barriere difensive erette dopo il ripristino dei dati.

“Sfortunatamente, i vari attacchi DDoS contro i nostri server non sono ancora cessati – scriveva lo staff del portale il 7 giugno scorso – e non è quindi improbabile sperimentare timeout o errori durante la navigazione del sito”. Attacchi mirati, massicci e di una “varietà che li rende difficili da neutralizzare”, che nonostante tutti gli sforzi degli admin hanno portato TorrentBytes offline l’11 giugno.

Dopo 5 giorni di silenzio, il portale dei torrentisti è però tornato di nuovo visibile il 16 giugno: gli attacchi DDoS sembravano essere stati delimitati. “Il database è intatto e i file sul sito sono stati ripristinati da un backup recente – si poteva leggere su TorrentBytes dopo il recupero delle funzionalità – quindi adesso il sito dovrebbe essere più o meno operativo”.

Purtroppo per il lavoro dei gestori, la faccenda era tutto fuorché superata: dopo un solo giorno di quasi-normalità, TorrentBytes è tornato nel purgatorio dei siti irraggiungibili nella mattinata del 17 giugno. Slyck.com ha intervistato “JEFFSR”, uno degli amministratori del sito, che gli ha confermato la recrudescenza dell’attacco: stavolta non si è trattato di un DDoS, pare che l’intero contenuto degli hard disk del server sia stato spazzato via .

I dati degli utenti, sostiene sempre “JEFFSR”, sono ad ogni modo al sicuro perché presenti nei backup e protetti da una doppia codifica, e l’insistenza degli sconosciuti pirati telematici non ha certo scoraggiato lo staff di TorrentBytes. Il sito verrà ora ricostruito “da zero”, e verranno prese tutte le contromisure possibili perché una situazione del genere non si possa ripetere in futuro. “Non importa quante volte questo pagliaccio lo butterà giù: noi lo ricostruiremo meglio di prima. Non sarà lui a vincere questa battaglia” ha dichiarato l’admin. Rimane la domanda chiave: chi potrebbe avere un interesse specifico a colpire in tal modo questo genere di portali?

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Eco Store scrive:
    le cartucce per stampanti possono essere
    Le cartucce per stampanti, nei negozi di cartucce Eco Store, possono essere ricaricate all'istante in 5 minuti: http://www.ecostore.it/it/News/una_ricarica_di_qualita_garantita_dalla_prova_di_stampa.html
  • amma scrive:
    le inkjet
    compro la stampante epson c82 50 euro. Passato un pò di tempo esaurisco le cartucce e quando vado ad acquistarle costano in offerta 74 euro. Allora mi compro una nuova stampante epson r240 anche con lettore di memorie, display e cartucce aggiuntive al costo 60 euro. Continuando così farò la raccolta di stampanti.
    • nextink scrive:
      Re: le inkjet
      - Scritto da: amma
      compro la stampante epson c82 50 euro. Passato un
      pò di tempo esaurisco le cartucce e quando vado
      ad acquistarle costano in offerta 74 euro. Allora
      mi compro una nuova stampante epson r240 anche
      con lettore di memorie, display e cartucce
      aggiuntive al costo 60 euro. Continuando così
      farò la raccolta di
      stampanti.E' la stessa cosa che consiglio io ai miei amici: stampanti a prezzi stracciati e cartucce carissime? Buttate la stampante: se tutti faranno così le case produttrici la smetteranno con questa politica scandalosa nei confronti di consumatori più o meno sprovveduti!
  • Sibelius Maher scrive:
    E la pulizia arbitraria????
    E' un difetto eclatante delle Epson, anche durante lapiena attività di stampa, tra una pagina e l'altra, nonostante tutto vada bene, improvvisamente senza alcun motivo, si interrompe il tutto ed inizia una quanto mai arbitraria, inutile e "costosa" routine di pulizia delletestine, al termine della quale il cosidetto "status monitor" segnala una drastica diminuzione del livellodel liquido nelle rispettive vaschette (almeno 3 quartidi tacca). Altra bella ladrata.... che ve ne pare???
    • orlangio scrive:
      Re: E la pulizia arbitraria????
      beh come ciliegina le canon mp dopo aver fatto centinaia di pulizie delle testine ti segnalano che il serbatoio di raccolta dell'inchiostro è pieno.A quel punto devi mandare in assistenza canon la stampante, perche' si rifiuta di stampare.
  • yury scrive:
    cartucce per epson cx3650
    Qualche considerazione sulla situazione cartucce della nostre Epson all-in-one cx3650, che usiamo prevalentemente per lavori di ufficio (lettere, excel etc..)Da Mediaworl le cartucce originali da 8ml costano 10euro l'una, da 13ml 13euro. Comprandole in bundle (nera+3 colori) si spendono 40euro. Sempre da Mediaword le compatibili Pelikan da 15ml costano in bundle circa 30euro, già cambiate più volte senza il minimo problema e con qualità di stampa come le originali (ma, ripeto, non facciamo stampe grafiche)Avevamo comprato su www.refill.it il kit cartucce vuote + resettatore + boccette inchiostro da 60ml a circa 50euro. Anche in questo caso ottima qualità ma sbattimento -e dita sporche- per riempire le cartucce...PS Con qualsiasi cartuccia basta resettare per continuare a stampare per altre settimane, a spanne direi che la segnalazione di fine inchiostro arriva con un terzo della carica ancora utilizzabile.PS2 Bastano un paio di settimane di non utilizzo per avere problemi di stampa, risolvibili lanciando la routine di pulizia ugelli.
  • Davide scrive:
    Scadenza
    Io ho un HP,il giorno prima la cartuccia era piena al 75% il giorno dopo mi segnalava che la cartuccia era errata, il bello è che spegnendo e riaccendendo la stampante, e togliendo e rimettendo la cartuccia cambiava tipo di errore.Poi ho scoperto che hanno una data di scadenza, mi pare 36 mesi dal primo inserimento.Una volta si poteva resettare la cartuccia coprendo qualche contatto, ma con le nuove versioni (hanno modificato la pedinatura e probabilmente il chip) non si puo' piu'.Sono dei ladri maledetti.
  • andy61 scrive:
    business e standard
    Per chi non l'avesse notato, siamo nella fase in cui le stampanti tendono a regalartele; chi va a comperarne una (soprattutto chi non ha molte disponibilità) normalmente confronta i prezzi e tende a comperare quella che costa meno, anche se si tratta di pochi Euro.Non sa però che deve invece confrontare il prezzo delle cartucce, che sono il vero costo vivo.Altra cosa:vi siete mai chiesti come mai esistano tanti produttori di PC e tanti di monitor?Perchè posso collegare qualsiasi monitor a qualsiasi PC (ovviamente con le limitazioni della VGA o del monitor che ho scelto); esiste uno standard, ed i prezzi scendono.Non esiste invece uno standard per le testine di stampa e per il formato dei serbatoi d'inchiostro (altrettanto vale per le laser, i tamburi, e le cartucce di toner.Finché non viene standardizzato il formato delle testine e delle cartucce, dovremo accontentarci di ricaricare le cartucce con la siringa.
  • Noc77 scrive:
    Ugelli e costo cartucce
    La mia prima stampante e' stata una Epson b/n... e dopo che gli ugelli si sono otturati ho deciso di passare ad hp dove la testina e' nella cartuccia e mai un problema, ho visto tantissime epson di miei clienti avere lo stesso problema... se questo non e' un motivo valido per passare hp!!!certo se alla epson avessero messo a disposizione un sistema semplice per cambiare la testina allora sarebbe un'altra storia!!!Poi in generale non si capisce il costo elevato delle cartucce, ho una hp 3325 per stampare a casa e se guardo i listini all'ingrosso dei miei fornitori le due cartucce nuove per essa mi costano un euro in piu' del nuovo modello base...
  • Pejone scrive:
    Furbi rivenditori
    L'anno scorso sono andato in un negozio PRINK (credo ne esistano un po' in tutte le città) per chiedere se si poteva ricaricare la mia cartuccia originale Epson.Mi hanno detto di no proponendomi una cartuccia compatibile che una volta esauritasi sarebbe stato possibile ricaricare.Bene dico io, così la prossima volta basta che venga qui a ricaricare l'inchiostro....A quel punto l'omino mi informa che prima di poter ricaricare questa cartuccia bisogna resettare il chipettino..Mi ha poi fatto notare che quest'operazione mi sarebbe costata circa 17 euro....Spero che si sia trattato di un venditore disonesto e che questo non sia lo standard dei rivenditori Prink perchè chiedere lo sproposito di diciasette euri per un reset che dura qualche secondo mi sembra una ladrata bella e buona...
    • ottomano scrive:
      Re: Furbi rivenditori
      Compra il resetter da kit-ricarica.it a 6 euro!Al massimo prendi cartucce autoresettanti (costano 5/6 euro l'una e le ricarichi con inchiostri dal costo pari a zero)bye
    • Pejone scrive:
      Re: Furbi rivenditori
      Ottomano, GRAZIE per l'info.....
  • Mauro Cancian scrive:
    cartucce
    Si possono trovare in commercio, su internet, sia le cartucce equivalenti della concorrenza, che costano molto meno, sia uno strumento che resetta la memoria della cartuccia, consentendo di utilizzarla fino alla fine. Si può risparmiare tantissimo, basta sapere come fare. Si può anche fare scorta d'inchiostro in qualche fiera di informatica e pagare molto meno.Invece... qualcuno sa cosa consigliarmi per i toner? ;)
    • vuoi acqua scrive:
      Re: cartucce
      - Scritto da: Mauro Cancian
      Si possono trovare in commercio, su internet, sia
      le cartucce equivalenti della concorrenza, che
      costano molto meno, sia uno strumento che resetta
      la memoria della cartuccia, consentendo di
      utilizzarla fino alla fine. Si può risparmiare
      tantissimo, basta sapere come fare. Si può anche
      fare scorta d'inchiostro in qualche fiera di
      informatica e pagare molto
      meno.

      Invece... qualcuno sa cosa consigliarmi per i
      toner?
      ;)I toner delle laser B/W si rigenerano da almeno 15 anni!...
  • twiki scrive:
    Stampanti ad aghi
    1) le cartucce delle getto ad inchiostro costano piu' delle stampanti stesse con la conseguenza folle che e' piu' economico rivolgersi ad un servizio di stampa esterno piuttosto che stamparsi in casa una sola pagina!2) la maggior parte delle persone stampa solo testo3) i nastri delle stampanti ad aghi costavano/costano come quelli delle macchine da scrivere e potevi stampare fino a quando il testo era leggibile (volendo potevi *reinchiostrare* :)...a conti fatti, il ritorno ad una tecnologia obsoleta non costituisce una involuzione bensi' una semplificazione a tutto vantaggio degli utenti (e del loro portafogli)"C’e' vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti" (H.Ford)...se i vantaggi sono *solo* per i produttori di cartucce e stampanti allora non si chiama progresso ma...
  • Robby scrive:
    vogliamo parlare delle lexmark??
    ne ho comprata una.... bleah!!!!! 100 pagine e finisce l'inchiostro....vai altre 20 di cartuccia... lo buttata nel cassonetto.. costa meno ricomprare un'intera stampante che la cartuccia.. dov'è allora lo spreco maggiore? Buttare un'intera stampante è più sprechevole del buttare una cartuccia col 40% di inchiostro ancora dentro.....
    • danieleNA scrive:
      Re: vogliamo parlare delle lexmark??
      a me hanno detto che le cartucce della Lexmark include la testina di stampa. Per ciò, costano di più ma garantiscono una qualità migliore.Peccato che con la mia Lexmark X85, a Napoli, abbia problemi a trovare le cartucce originali.
  • iK iK scrive:
    per non parlare del resto
    per non parlare della differeneza tra la velocità di stampa dichiarata e quella reale!!! come si fa a dichiarare 23 ppm in b/n e poi la stampante ne fa solo 3?!? le altre 20 dove sono andate a finire?!? secondo me la mia stampante (dichiarata 23ppm) non riesce neanche a caricare ed espellere (senza stamapare) 23 ppm!!! che schifo che mi fanno queste truffe!!! tra l'altro non è epson,canon,hp,ecc... che ci truffa ma come sempre è lo stato che non fa niente per che questo non avvenga!!!
    • andy61 scrive:
      Re: per non parlare del resto
      ovviamente le 23 ppm sono nelle condizioni migliori, in modalità draft, etc.Anche le auto te le vendono per 25 Km/litro, ma ti sfido ad attraversare Milano con un solo litro di benzina, a meno che tu non te ne vada a piedi con il litro di benzina in una tanica!Andy
  • wPaolo scrive:
    devo comprare le cartucce!!!
    Sul volantino della Wellcome di questo mese ho visto in offerta una HP Color LaserJet 1600 a 199 .Dato che devo cambiare il toner della HP Laser 1000 (che costa originale 80 e ricaricato 50) e pure le cartucce della HP Inkjet (40 di tutte e due le cartucce rigenerate), pensavo di buttare via tutto o al max di svendere tutto per pochi euro e di prendere questa laserjet a colori.Solo che poi ho guardato il costo dei toner di questo laserjeta a colori (che sono 4) e praticamente vengono a costare più della stampante stessa! circa 300!Ma è possibile? Ma allora converrebbe comprare ogni volta una stampante completamente nuova con relative cartucce incluse!Sono proprio dei ladri questi produttori di stampanti, possibile che non riscano ad adottare una politica di vendita corretta e trasparente?Segnalo cmque che l'offerta per la HP LaserColorJet nei negozi finiva ieri. Sul sito invece continua.Stessa offerta invece vale per una LaserJet molto compatta della Samsung, che costa 249, con un successivo rimborso di 50 da Samsung stessa dopo l'acquisto.Poi mi chiedo se queste laserjet stampino veramente bene, cioè se rispettano veramente i colori che vedo a video...Ciao a tutti.
    • ottomano scrive:
      Re: devo comprare le cartucce!!!
      In azienda abbiamo trovato una soluzione accettabile: caricare da noi i toner.Se prendiamo, ad esempio, una stampante come la Samsung 2010 il prezzo indicativo dei toner è il seguente:Toner Originale: 70 Euro + IVAToner Rigenerato: 40 Euro + IVAToner (la polvere nera per intenderci): 16 Euro + IVACome vedi il risparmio è altissimo.Uno dei nostri fornitori è Ink-MasterIl sito è www.ink-master.itConsiglio anche un giro su www.kit-ricarica.it, che è vantaggioso per le stampanti Inkjet[EDIT] Aggiungo anche www.rigenasnc.it, dove alcuni toner rigenerati costano meno dell'acquisto della polvere. Ad es. per la Epson 6200 la polvere costa 32 Euro e il rigenerato 35 Euro... per 3 euro in più conviene il rigenerato![/EDIT]NicolaPS Devi porre attenzione quando ricarichi i toner, perchè la polvere è tossica se respirata. Ti consiglio di usare una mascherina, acquistabile in farmacia a meno di 1 euro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 giugno 2007 12.22----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 giugno 2007 12.26-----------------------------------------------------------
  • MandarX scrive:
    incredibile
    I valori migliori sono stati ottenuti dalle stampanti di chi ha commissionato lo studio, Epson appunto, con l'80% di efficienza nell'uso delle cartucce a singolo colore. ma ci voleva uno studio commissionato da epson per sapere che i driver danno le cartucce per vuote molto prima che si svuotino realmente?a chi bisogna commissionare uno studio per dire che le cartucce epson hanno un chippino che, anche se riempi la cartuccia con l'inchiostro migliore, continua a dare la cartuccia per vuota?facciamo uno studio sui contatori di vita della stampante?leggende metropolitane?leggi qua: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=1557286#p1559475hanno fatto un interessantissimo servizio su reporthttp://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90136,00.html-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 giugno 2007 11.19-----------------------------------------------------------
  • Locke scrive:
    Epson non guardare la pagliuzza...!
    Epson, Epson...Sei stata tra i primi fornitori ad utilizzare i chip sulle ricariche per evitare che venissero ricaricate in automaticoL'inchiostro si secca troppo velocemente nelle tue cartucce e dopo X stampe, la stampante segnala che l'inchiostro è esauritoCi sono voci che dopo X stampe, la stampante cessa di funzionare con un errore "Controllare il cavo USB", ma eseguendo un software che è a disposizione nei centri di assistenza Epson (e anche sul mulo...) la stampante miracolosamente riprende a funzionareInsomma Epson, stattene zitta va che è meglio, tanto io dopo 2 tue stampanti non te ne compro più!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 giugno 2007 09.33-----------------------------------------------------------
    • MandarX scrive:
      Re: Epson non guardare la pagliuzza...!
      - Scritto da: Locke
      Ci sono voci che dopo X stampe, la stampante
      cessa di funzionare con un errore "Controllare il
      cavo USB", ma eseguendo un software che è a
      disposizione nei centri di assistenza Epson (e
      anche sul mulo...) la stampante miracolosamente
      riprende a
      funzionarenon sono voci, è verohttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=1557286#p1559475
    • vuoi acqua scrive:
      Re: Epson non guardare la pagliuzza...!
      Modificato dall' autore il 20 giugno 2007 09.33
      --------------------------------------------------
  • James Kirk scrive:
    Sarebbero da denunciate tutti
    Al di là della furbesca indagine di Epson, per la mia esperianza con stampanti HP non posso che confermare che dopo la segnalazione della cartuccia vuota (compresa quella singola del nero) di stampe ne faccio ancora un bel po'.Ho avuto anche un caso in cui la stampante si rifuitava di funzionare ed il messaggio mi diceva 'problemi alla cartuccia di stampa'; cambianta la cartuccua tutto OK.A mio avviso la situazione è tale da richiedere una azione legale, specie se si considerano i prezzi spropositati delle cartucce dell'inchistro.
  • mago28 scrive:
    Ma è una truffa!!!!
    Non si configura il reato di truffa? Come si potrebbe fare per difendersi ed ottenere giustizia? L'80% ma sono pazzi? anche fosse il 90% sarebbe lo stesso...12 euro a cartuccia e me ne fai usare solo l'80% ??? ARGHHHHHHHHHH
  • Sandro Scardapane scrive:
    Ma sitamo scherzando!!
    Lo sanno tutti che le peggiori stampanti sono le EPSON che addirittura nemmeno consigliano di buttare una cartuccia ma ti impediscono di stampare anche se la cartuccia e' piena. E' per questo che in giro ci sono i resetter per le carucce epson. Addirittura, almeno nella mia esperienza ma in rete ho visto che e' una cosa mooolto diffusa, le cartucce EPSON Durabrite colore sono a tempo. Nel senso che anche se non usi la stampante (e quindi non puo' essere come dicono loro per la pulizia delle testine) dopo 3 mesi dalla prima stampa le cartucce colore vengono segnate come esaurite (anche se hai fatto solo quell' UNICA stampa.)
    • jyiping uther scrive:
      Re: Ma sitamo scherzando!!
      Mi dispiace rovinare questo clima di caccia alle streghe, ma qualche volta bisognerebbe sapere prima di parlare. Adesso dire che le cartucce sono a tempo è davvero Grossa!!!Per nn parlare di chi utilizza cartucce nn originali e poi si lamenta che la stampante da errori strani: che credete?? che le case produttrici spingano affinché i consumatori usino inchiostri contraffatti?Primo: nn esistono inchiostri "migliori" come letto sopra. Per fare una prova stampate su carta normalissima con inchiostri DuraBrite e DuraBriteUltra e poi immergete la pagina in acqua: risultato, la pagina è intatta. fate la stessa prova con inchiostri " migliori" compatipibili e vedrete la differenza.Secondo: le nuove cartucce epson, che costano 9,99 l'una [ nn 12 euro] hanno un chip che, oltre ad essere un contatore, si sincronizza con l'orologio del bios e garantisce cicli di pulizia se la stampante sta ferma per più di 20 giorni. in oltre l'oscillatore magnetico della cartuccia garantisce che l'inchiostro nn diventi granuloso o secco.Terzo: le cartucce epson hanno un carico di 5,5 ml invece dei 5ml normali, in modo da occupare lo spazio vuoto che il serbatoio ha alla prima stampa. Quindi l'ultilizzo dell'80% nn è veritiero se si ritiene che l'acquisto della cartuccia sia stato fatto per i dovuti 5ml e nn per gli effettivi 5,5ml.Quarto: i discorsi di qualità nn reggono. Una Epson dx 5000 e una HP F380 a confronto hanno dato risultati chiari: entrambe nuove, entrambe inchiostri nuovi e prime stampe. Su carta normale, A4, una stampa fotografica ovviamente A4 è stata riprodotto dalla Hp per ben 17 volte. La 17esima è uscita fuori fucsia [ tipico di chi usura le testine]. La epson ne ha stampate 41. la 41esima è venuta identica alla prima. i riflessi su viso di un soggetto stampato, su un elemento tridimensionale stampato, saltano all'occhio anche nn esperto per differenze di qualità. Senza contare che L'HP stampa con un centimetro e passa di bordo bianco che moltiplicato per il numero di copie effettuate da un altro bel segnale delle differenze di qualità, efficenza e prezzo!Eventuali repliche spero sopraggiungano supportate da fatti.
    • Mech scrive:
      Re: Ma sitamo scherzando!!
      - Scritto da: jyiping uther
      Mi dispiace rovinare questo clima di caccia alle streghe,
      ma qualche volta bisognerebbe sapere prima di parlare.
      Eventuali repliche spero sopraggiungano supportate da fatti.Forse il clima di caccia alle streghe è dovuto al fatto che Epson per prima ha cominciato a fare la furba ed ora le purga.Se poi Epson ti da il pane per mangiare, allora è giusto che tu la difenda, ma non sperare che la gente ti segua dopo due righe su P.I.Nella mia lunga carriera di appassionato ho buttato diverse Epson mie (sigh!) e di amici/conoscenti.Il motivo della demolizione è sempre stato il problema delle testine otturate dall'inchiostro secco.Ho pure provato a smontarne una (rottamata per rottamata), ma non c'è stato nulla da fare.In compenso le cartucce duravano qualche mese.Ora ho una HP multifunzione e sostituisco il nero una volta l'anno!!!(Il colore mi dura molto di più).Nonostante sia anch'essa una a getto di inchiostro non ho mai avuto problemi di ugelli tappati e non ho mai fatto la pulizia delle testine.Oltre a questo le mie cartucce durano fino a quando fisicamente stampa "bianco" e solo allora ovviamente :D le cambio.Epson che figura!!!Devi dire al CEO che si svegli e che scenda giù dal pero, perchè qui nel Mondo reale i loro prodotti sono i più inquinanti della concorrenza.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 giugno 2007 11.56-----------------------------------------------------------
      • jyiping uther scrive:
        Re: Ma sitamo scherzando!!
        Come da copione: 0 dati, 0 fatti, molte chiacchiere. Il fatto che le testine si secchino è vero e comprovato. La cosa che manca da dire è che nn era un problema di epson, ma delle stampanti in generale. La epson ha risolto come ho postato sopra, l'hp deve cambiare ( e sottolineo deve!) le testine con la cartuccia; questo comporta un'ottima qualità di stampa delle prime copie ad ogni cambio cartuccia ( quando si fanno un certo numero di copie, la qualità crolla per via della tecnologia a caldo che utilizzano [ cioè una scarica elettrica che crea bolle di vapore che schizzano fuori l'inchiostro]), ma anche uno spreco di inchiostro per il riallineamento automatico che fa ad ogni cambio ( provato su un F380, multifunzione moderna dell'Hp).La durata delle cartucce è ovviamente da bilanciare con l'uso: se la usi poco, dura di più! resta il fatto che le cartucce epson durano di più ( se vale per stampe grosse e coloratissime, varrà anche per stampe leggere e in scala di grigio!).Il fatto che tu dica che io lavori per epson nn fa che sottolineare la mia competenza in materia oltre al fatto che è assolutamente falso perché nn lavoro per tale azienda e sono solo una persona che si informa. Ma se te hai qlc di concreto da dire, magari qualche informazione al di fuori dai soliti luoghi comuni, esprimiti! Ricorda solo che la stampante di qlc anno fa aveva mille identici problemi per tutte le case produttrici. il fatto che fa preferire una epson è sulla qualità di stampa migliore delle altre ( e qui hai trovato il mio campo di lavoro) e cartucce che durata a parte nn sprecano nulla, invece delle tricromie tuttoINuna che finisci un colore e getti via il resto!
  • michele scrive:
    A loro fa comodo!
    ho avuto sia stampanti Epson che CAnon: Stesso problema. Mi segnalano le cartucce esaurite quando in realta riesco a stampare ancora mooooolte pagine. Per di piu le Epson nuove se segnalano che la cartuccia è esaurita non ti fanno piu stampare: poi si lamentano se uno usa le cartucce compatibile o le "siringa" con gli inchiostri...
  • Alessio scrive:
    Epson ma chi ti crede?!
    Bè ma guarda che strano,Epson commissiona la ricerca e si autoproclama migliore sullo spreco.Ma visto che di epson ne ho avute 2 dico che è una delle stampanti di cui risente maggiormente del fenomeno spreco cartucce,ed ho avuto quelle a serbatoi separati.Poi finalmente ho preso Canon,i serbatoi sono trasparenti,ti avvisa sempre in largo anticipo ma almeno stampo finche voglio(nonostante il chip) e posso sempre controllare a livello visivo il quantitativo.
  • Clippy scrive:
    Tools
    Nel caso la stampante si rifiutasse di stampare, esiste un tool chiamato SSC in grado di resettare i contatori delle cartucce (solo alcuni modelli)
    • MandarX scrive:
      Re: Tools
      - Scritto da: Clippy
      Nel caso la stampante si rifiutasse di stampare,
      esiste un tool chiamato SSC in grado di resettare
      i contatori delle cartucce (solo alcuni
      modelli)e ache il contatore di vita
  • Dox scrive:
    fino all'ultima goccia
    generalmente stampo ancora un centinaio di volte prima che effettivamente sia scarica...
Chiudi i commenti