Tre DVD falsi per uno originale

Le autorità di una delle più grandi metropoli cinesi, Nanchino, puntano ad assestare un duro colpo alla pirateria multimediale con strategie da supermercato

Pechino (Cina) – Dopo avere decisamente migliorato i rapporti commerciali con USA e UE, la Cina prosegue nella sua campagna di repressione del mercato nero. Una società ha organizzato una campagna di sensibilizzazione, caldeggiata da Pechino, atta a diminuire la compravendita illegale di grandi titoli cinematografici. Questo anche per compiacere le potenze economiche straniere, dalle quali è decisamente conveniente ottenere fiducia, visto il boom economico che la Cina sta vivendo in questo momento.

I quotidiani locali informano che coloro i quali si presentassero nella sede societaria consegnando tre DVD fasulli ne riceveranno in cambio uno originale in tutto e per tutto. La spesa stanziata dalle autorità cittadine, anch’esse coinvolte attivamente nel progetto, ammonta a diversi milioni di yuan.

Applaudono i vertici del governo degli Stati Uniti, che vedono di buon occhio i tentativi della Cina, talvolta anche originali , per arginare il mercato della contraffazione. All’inizio dell’anno per esempio era stata isituita la cosidetta “Amministrazione Nazionale per la Difesa del Copyright”, che ha il compito di monitorare, ed eventualmente fermare, le innumerevoli industrie illegali che sorgono sul vasto territorio cinese.

Grazie a questa, ed altre iniziative, la soddisfazione degli USA è andata via via concretizzandosi fino ad arrivare, nei giorni scorsi, alla la decisione della casa cinematografica Warner Bros di introdurre, solo sul mercato cinese, dei film a costi irrisori nel tentativo di abbattere la pirateria multimediale.

Con questa iniziativa il governo cinese intende sbarazzarsi dell’appellativo di “epicentro mondiale della contraffazione industriale”. In ogni caso la strada da compiere per debellare completamente la produzione di materiale contraffatto, che non comprende solamente il commercio di DVD piratati, è ancora lunga e, nonostante i continui interventi del governo, sono ancora diffusissime in tutto il paese delle vere e proprie “factory” del falso.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Da Yahoo mp3 senza drm
    http://www.hwupgrade.it/news/multimedia/da-yahoo-mp3-senza-drm_18110.htmlhttp://ymusicblog.com/blog/2006/07/19/buy-a-customized-jessica-simpson-mp3-at-yahoo-music/
  • Anonimo scrive:
    Non lo capiranno mai
    che se c'e' un modo per usufruirne c'e' un modo per copiare.Anche a costo di piazzare la telecamera di fronte al tv :PAltro che "buco analogico": devono sostituire "ogico" con "e" e sapranno dove infilarsi i loro DRM del menga ;) (rotfl)
    • news.camp0s scrive:
      Re: Non lo capiranno mai
      Hai colpito in pieno l'essenza del movimento.Che il confine tra selvaggia diffusione dei media & pieno controllo personale sia molto sottile è un problema.L'unica rimane quella (pubblicata in quache post qui sopra) di COLLEGARE il file all'ACQUIRENTE originale della catena, E implementare solo tecniche di VERIFICA di proprietà e non LIMITAZIONE contenuti.Dunque un file è fisicamente malneabile nelle mani di un utente esigente (copia backup, compilation personali) MA gli rimarrebbe legato a vita; cosicchè se trovo un utente con file NON personale (sig Giallo usa un file del sig Verde) allora si può procedere all'infrazione, ma nn prima.Tutto il resto lo vedo SOLO come una limitazione, diciamo un ostacolo da scavalcare per poter usare il media da me comprato.Un mio amico in inghilterra ha comprato un CD di phil collins nel 2002... ieri l'ho incontrato e mi ha chiesto se avevo qualche idea su come fare il play di sto CD che il PC gli rifiutava da 4 anni ormai... mi son cascate le braccia... :Della serie: "il frigo l'ho comprato, ormai è tutto MIO e se lo voglio a legna gli faccio bruciare tutta la legna che voglio!"
  • Anonimo scrive:
    e altroconsumo?
    ma nessuno contatta altroconsumo per spiegare, in modo che divulghino???
    • Anonimo scrive:
      Re: e altroconsumo?
      - Scritto da:
      ma nessuno contatta altroconsumo per spiegare, in
      modo che
      divulghino???Tu non puoi farlo?
  • Anonimo scrive:
    e dvd fatti da me?
    quelli filmati da me anni fa e riportati su dvdpotro' vederli o saranno rifiutati?grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: e dvd fatti da me?
      - Scritto da:
      quelli filmati da me anni fa e riportati su dvd
      potro' vederli o saranno rifiutati?

      grazieAvrai comunque diritto a vederli, un sistema che te lo impedisca è chiaramente illegale; ma sappiamo quanto le major distorcano a loro favore i diritti dei consumatori; magari ti fanno una legge apposta ... Probabilmente il problema non si porrà, perchè non verranno mai messi in commercio sistemi di recording in qualità HD come prodotti consumer .
    • Anonimo scrive:
      Re: e dvd fatti da me?
      Sei matto? Vuoi fare contenuti tuoi ? Quell'avverbio non può esistere!!
      • Anonimo scrive:
        Re: e dvd fatti da me?
        - Scritto da:
        Sei matto? Vuoi fare contenuti tuoi ?
        Quell'avverbio non può
        esistere!!Pronome!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: e dvd fatti da me?
          - Scritto da:

          Sei matto? Vuoi fare contenuti tuoi ?

          Quell'avverbio non può

          esistere!!
          Pronome!!!!...possessivo, ma ancora per poco; tra qualche anno la denominazione diventerà "pronome noleggivo" :| KaysiX
          • Anonimo scrive:
            Re: e dvd fatti da me?
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Sei matto? Vuoi fare contenuti tuoi ?


            Quell'avverbio non può


            esistere!!

            Pronome!!!!

            ...possessivo, ma ancora per poco; tra qualche
            anno la denominazione diventerà "pronome
            noleggivo" :|


            KaysiXimpossessivomolto relativoingannivo
          • Anonimo scrive:
            Re: e dvd fatti da me?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:



            Sei matto? Vuoi fare contenuti tuoi ?



            Quell'avverbio non può



            esistere!!


            Pronome!!!!



            ...possessivo, ma ancora per poco; tra qualche

            anno la denominazione diventerà "pronome

            noleggivo" :|





            KaysiX

            impossessivo
            molto relativo
            ingannivoma soprattutto PAGATIVO.L'importante e' che i contenuti vengano pagati.Poi se siano fruibili o possedibili e' una questione di secondaria importanza.
    • Takky scrive:
      Re: e dvd fatti da me?

      quelli filmati da me anni fa e riportati su dvd
      potro' vederli o saranno rifiutati?

      grazieCerto che potrai vederli.Dovrai chiamare la sede SIAE più vicina a casa tua (solitamente usano numeri 899 o 144), prendere appuntamento a pagamento, mostrare il DVD al responsabile, pagare, mostrare un foglio contenente tutte le firme delle persone presenti nel filmato che attestino la loro precisa volontà di apparirci, pagare, attendere il consulto di una giuria che verificherà attentamente che tu non abbia violato qualsiasi legge del CopyRight (presenti, passate e future), pagare. Se tutto è OK produrrano un DVD Orginale, in qualità drasticamente ridotta come previsto dalla legge sul CopyRight, che solo tu potrai comprare per 25 euro (Comprensivi del contributo per i CopyRight) dal tuo negoziante di Fiducia!Buona Visione!Ah.. Ricordati che non potrai masterizzarlo, altrimenti verrai arrestato!
  • Anonimo scrive:
    HD DVD ha meno DRM di Blu-Ray
    Io faccio il tifo per HD DVD stavolta.Blu-Ray è un inferno di DRM. Non solo ha l'AACS, come l'HD DVD, ma ha un secondo layer di protezione, il BD+, che ti blocca addirittura il lettore se cerchi di fregare il DRM. Inoltre l'HD DVD ha una qualità video molto superiore al Blu-Ray da quello che dicono le recensioni:http://www.everyeye.it/ht/notizia.asp?id=28472
    • Anonimo scrive:
      Re: HD DVD ha meno DRM di Blu-Ray
      che sciocchezza di recensione, anche il bd ha l' avc oltre all' mpeg2 come codec video... più che differenza tra hd-dvd e bd è tra mpeg4 e 2
      • Anonimo scrive:
        Re: HD DVD ha meno DRM di Blu-Ray
        - Scritto da:
        che sciocchezza di recensione, anche il bd ha
        l'avc oltre all' mpeg2 come codec video...Evidentemente sony ha da guadagnarsi delle royalties dall'mpeg2 (di cui deteiene numerosi brevetti) perchè tutti i 100 film annunciati di blu ray saranno in mpeg2. E' il risultato quello che conta.
    • Anonimo scrive:
      Re: HD DVD ha meno DRM di Blu-Ray
      - Scritto da:

      Io faccio il tifo per HD DVD stavolta.

      Blu-Ray è un inferno di DRM. Non solo ha l'AACS,
      come l'HD DVD, ma ha un secondo layer di
      protezione, il BD+, che ti blocca addirittura il
      lettore se cerchi di fregare il DRM.Banale.Io avrei inseito una punta metallica nel lettore che se si accorge che il disco non e' originale te lo riga!
      • Takky scrive:
        Re: HD DVD ha meno DRM di Blu-Ray


        Io faccio il tifo per HD DVD stavolta.



        Blu-Ray è un inferno di DRM. Non solo ha l'AACS,

        come l'HD DVD, ma ha un secondo layer di

        protezione, il BD+, che ti blocca addirittura il

        lettore se cerchi di fregare il DRM.

        Banale.
        Io avrei inseito una punta metallica nel lettore
        che se si accorge che il disco non e' originale
        te lo
        riga!Non credo sia possibile.. Perchè rimane il problema, ti sei procurato una copia non originale.Penso che la mossa successiva, tanto dei diritti ormai se ne sono spazzati, sia quella di mettere dell'esplosivo nel lettore.. In questo modo sono sicuri che non ci riproverai e non potrai spiegare a nessuno come hai fatto! @^
  • Crazy scrive:
    NO alla Pirateria, SI alla Liberta`
    CIAO A TUTTIIo sono contrario alla pirateria, ma allo stesso tempo sono promotore dei diritti civili, e di fatto i DRM corrono su una linea molto sottile da di essi, e di fatto, la hanno varcata a svantaggio dei consumatori.Se Io mi compero un CD (sottolineo COMPERO) intendo che il CD e` mio, quindi, ne usufruisco come voglio, alias, me ne faccio una Copia da tenere sullo Stereo di casa, una da Mettere in Macchina e poi me lo Rippo sul Computer.L'originale lo metto in mezzo alla mia collezione di dischi.Ora, qual'ora mi si rovini il CD in macchina, tutto quello che dovro` fare sara` prendere l'originale e farmene un'altra copia, e rimettere al sicuro il Disco originale.Per quanto riguarda il Computer, visto che ho rippato i Singoli Brani, se mi frulla di farmi dei CD con tutte le mie canzoni preferite dei vari CD che ho comperato, ne devo avere altrettanto diritto visto che le ho pagate ed ho il diritto di ascoltarmele miscelate ed ordinate come voglio.Bene, una volta concesso questo, a me tutto va bene, i DRM ci possono anche stare.A questo punto mi direte: "Ma che DRM se puoi fare tutto?"Bene, ve lo spiego: Io, metterei una licenza stile Micrsoft per i CD ed anche DVD, quando acquisti un CD o un DVD, il CD e` marchiato con un codice che verra` abbinato al tuo Codice Fiscale, ogni volta che copierai il CD, tale codice verra` copiato nel disco Masterizzato, poi, se la Polizia ti ferma per un controllo, potranno chiederti di tirare fuori il CD dall'Autoradio e loro, verificheranno che il Codice del CD che si trova nella tua Auto sia concesso in licenza al tuo Codice Fiscale, se invece il Codice risulta essere relativo ad una licenza di un'Altra persona, scattano i guai e la mega multone, e scusate, ma te la meriti.Il punto e` che sono el Forze dell'Ordine a dover controllare la legalita` delle cose, non le case Discografiche che semplicemente ci portano via i nostri diritti... ormai, con i DRM non si acquistano piu` i CD e DVD, li si affittano... e sapete una cosa?A causa di cio` e` da anni che non mi compero piu` un CD, visto che non posso farne cio` che voglio, mi accontento della Radio, perche` tutti i CD che mi interessano sono SuperProtetti, quindi li lascio la`, rinuncio, ma soldi a questo sporchi appropriatori di Diritti altrui non glieli do, io ci rimettero` la bella canzone che mi sarebbe piaciuta avere, loro, ci rimetteranno Denaro.E se ci mettiamo tutti ad applicare questa politica di Boicottaggio verso i prodotti protetti con DRM solo cosi` facendo si costringerebbero le aziende promotrici di questa tecnologia a rinunciare a questo tipo di protezioni, quindi, vediamo di informare tutti su cosa i DRM siano, e cerchiamo di applicare verso di loro un Boicottaggio di massa che costringa le Major ad eliminarli.DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: NO alla Pirateria, SI alla Liberta`
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      Io sono contrario alla pirateria, ma allo stesso
      tempo sono promotore dei diritti civiliLe due cose sono in antitesi.
      • Anonimo scrive:
        Re: NO alla Pirateria, SI alla Liberta`
        - Scritto da:

        - Scritto da: Crazy

        CIAO A TUTTI

        Io sono contrario alla pirateria, ma allo stesso

        tempo sono promotore dei diritti civili

        Le due cose sono in antitesi.
        Perchè, caro il mio (troll3)?
    • Anonimo scrive:
      Re: NO alla Pirateria, SI alla Liberta`
      Sei grande, Crazy.Il tuo discorso non fa una piega, e non ci vedo l'antitesi che altri ci vede. Solo non mi limiterei a quel che tu dici, che già basta ed avanza allo scopo, ma la soddisfazione di mandare in crisi le major con sprotezione e diffusione su web ricrittata con chiavi nostre me la toglierei!.
    • Anonimo scrive:
      Re: NO alla Pirateria, SI alla Liberta`

      quando
      acquisti un CD o un DVD, il CD e` marchiato con
      un codice che verra` abbinato al tuo Codice
      FiscaleUhm. Se ho COMPERATO una cosa, uno dei diritti che ho è quello di RIVENDERLA. Se mi marchi il CD con il mio codice fiscale non posso più rivenderla al mercatino dell'usato. E questo mi sembra un limite decisamente grosso. Più del non poter fare una copia personale. E questo è anche il motivo per cui non compro su iTunes, malgrado un DRM abbastanza Fair: non posso rivendermi i pezzi acquistati. Di fatto non compro qualcosa, lo ottengo in leasing a canone forfettario!.
      verificheranno che il
      Codice del CD che si trova nella tua Auto sia
      concesso in licenza al tuo Codice Fiscale, se
      invece il Codice risulta essere relativo ad una
      licenza di un'Altra persona, scattano i guai e la
      mega multone, e scusate, ma te la
      meriti.Tieni presente che, tranne per i beni registrati (Casa, auto, moto etc), per la legge il possesso fa proprietà. Se io ho in casa un rasoio da barba quel rasoio da barba è mio: sta all'altro dimostrare che invece era il suo che io ho comprato ricettato, non a me dover girare con lo scontrino per dimostrare che è mio.Vogliamo fare il "Pubblico Registro dei CD"? Poi lo paghi tu il notaio, però...Tra l'altro quanto dici cozza con una delle cose più normali al mondo: il prestito tra privati. Se ti presto un libro che ho nella mia libreria, anche se c'è la dedica della mia fidanzata scritta ad inchiostro indelebile in retro di copertina, tu hai tutto il diritto di leggerlo in treno senza che la Polfer ti contesti una violazione. Di più, quel libro con dedica. magari di uno scrittore famoso, io lo posso vendere a qualcun'altro che ha tutto il diritto di metterlo in bella mostra nella sua biblioteca e farlo vedere agli amici. Mi spiace ma anche il tuo DRM viola diritti fondamentali. Avanti un'altra proposta.
      • Crazy scrive:
        Risposta
        - Scritto da:

        quando

        acquisti un CD o un DVD, il CD e` marchiato con

        un codice che verra` abbinato al tuo Codice

        Fiscale
        Uhm. Se ho COMPERATO una cosa, uno dei diritti
        che ho è quello di RIVENDERLA. Se mi marchi il CD
        con il mio codice fiscale non posso più
        rivenderla al mercatino dell'usato. E questo mi
        sembra un limite decisamente grosso. Più del non
        poter fare una copia personale. E questo è anche
        il motivo per cui non compro su iTunes, malgrado
        un DRM abbastanza Fair: non posso rivendermi i
        pezzi acquistati. Di fatto non compro qualcosa,
        lo ottengo in leasing a canone
        forfettario!.


        verificheranno che il

        Codice del CD che si trova nella tua Auto sia

        concesso in licenza al tuo Codice Fiscale, se

        invece il Codice risulta essere relativo ad una

        licenza di un'Altra persona, scattano i guai e
        la

        mega multone, e scusate, ma te la

        meriti.
        Tieni presente che, tranne per i beni registrati
        (Casa, auto, moto etc), per la legge il possesso
        fa proprietà. Se io ho in casa un rasoio da barba
        quel rasoio da barba è mio: sta all'altro
        dimostrare che invece era il suo che io ho
        comprato ricettato, non a me dover girare con lo
        scontrino per dimostrare che è
        mio.
        Vogliamo fare il "Pubblico Registro dei CD"? Poi
        lo paghi tu il notaio,
        però...
        Tra l'altro quanto dici cozza con una delle cose
        più normali al mondo: il prestito tra privati. Se
        ti presto un libro che ho nella mia libreria,
        anche se c'è la dedica della mia fidanzata
        scritta ad inchiostro indelebile in retro di
        copertina, tu hai tutto il diritto di leggerlo in
        treno senza che la Polfer ti contesti una
        violazione. Di più, quel libro con dedica. magari
        di uno scrittore famoso, io lo posso vendere a
        qualcun'altro che ha tutto il diritto di metterlo
        in bella mostra nella sua biblioteca e farlo
        vedere agli amici.


        Mi spiace ma anche il tuo DRM viola diritti
        fondamentali. Avanti un'altra
        proposta.

        CIAOallora, si puo` anche aggiungere che qual'ora si voglia rivendere il CD, bisogna passare per un negozio a far notificare il cambiamento di proprieta`, insomma, diamo ai negozianti questo potere, e magari, facciamo come per i Notai in America che non possono chiedere piu` di $2 per vidimare una Firma, e via, tutto funziona, tu puoi rivendere il bene ed allo stesso tempo ti rimangono i diritti di utilizzo che ti spettano.Ricordati pero`, una volta venduto e cambiato il codice fiscale a cui e` intestato il Codice, dovrai pure sbarazzarti delle Copie e dei Ripping che ti sei fatto, o meglio ancora, li puoi dare direttamente all'acquirente, perche`, se ti fermano e ti beccano con la Copia con il Codice non piu` intestato a te... sei nelle rogne.DISTINTI SALUTI
        • Anonimo scrive:
          Re: Risposta
          - Scritto da: Crazy
          CIAO
          allora, si puo` anche aggiungere che qual'ora
          si voglia rivendere il CD, bisogna passare
          per un negozio a far notificare il cambiamento
          di proprieta`, insomma, diamo ai negozianti
          questo potere, e magari, facciamo come per i
          Notai in America che non possono chiedere piu`
          di $2 per vidimare una Firma, e via, tutto
          funziona, tu puoi rivendere il bene ed allo
          stesso tempo ti rimangono i diritti di
          utilizzo che ti spettano.Senti maaaaLa tecnologia dovrebbe servire a semplificarmi la vita, non a complicarmela, se questa e' la tua proposta io torno al vinile e alle cassette che restano semplicemente piu' comode.
          • Anonimo scrive:
            Re: Risposta
            E soprattutto piu' economiche.Ma come, qui dobbiamo far scendere i prezzi e il signor Crazy propone queste str***ate che le fanno aumentare? 2 dollari (o 2 euro) per far vidimare una firma per far fare il "passaggio di proprieta'" di un cd o una canzone????? MA STIAMO FOT**TAMENTE SCHERZANDO????????????Ma va va.... il drm va boicottato in TOTO, e questa proposta e' semplicemente ridicola e antieconomica. Fosse gratuita ancora ancora, ma e' altamente improbabile che lo possa essere.
          • Crazy scrive:
            Re: Risposta
            - Scritto da:
            E soprattutto piu' economiche.
            Ma come, qui dobbiamo far scendere i prezzi e il
            signor Crazy propone queste str***ate che le
            fanno aumentare? 2 dollari (o 2 euro) per far
            vidimare una firma per far fare il "passaggio di
            proprieta'" di un cd o una canzone????? MA STIAMO
            FOT**TAMENTE
            SCHERZANDO????????????
            Ma va va.... il drm va boicottato in TOTO, e
            questa proposta e' semplicemente ridicola e
            antieconomica. Fosse gratuita ancora ancora, ma
            e' altamente improbabile che lo possa
            essere.CIAOnon hai capito, qui in America, dove vivo, per vidimare una firma, che si aper il passaggio di proprieta` di un cellulare o di una casa, il limite di pagamento e` 2 Dollari, anzi, molti non si fano nemmeno pagare...DISTINTI SALUTI
          • Anonimo scrive:
            Re: Risposta
            - Scritto da: Crazy

            - Scritto da:

            E soprattutto piu' economiche.

            Ma come, qui dobbiamo far scendere i prezzi e il

            signor Crazy propone queste str***ate che le

            fanno aumentare? 2 dollari (o 2 euro) per far

            vidimare una firma per far fare il "passaggio di

            proprieta'" di un cd o una canzone????? MA
            STIAMO

            FOT**TAMENTE

            SCHERZANDO????????????

            Ma va va.... il drm va boicottato in TOTO, e

            questa proposta e' semplicemente ridicola e

            antieconomica. Fosse gratuita ancora ancora, ma

            e' altamente improbabile che lo possa

            essere.


            CIAO
            non hai capito, qui in America, dove vivo, per
            vidimare una firma, che si aper il passaggio di
            proprieta` di un cellulare o di una casa, il
            limite di pagamento e` 2 Dollari, anzi, molti non
            si fano nemmeno
            pagare...
            DISTINTI SALUTIGià.. Anche qui in Italia! Solo per parlarti fanno partire il Notimetro!Comunque il problema non è come usare i DRM, ma sono i DRM. Le persone non comprano musica perchè si sentono prese per il cu*o.Perchè una canzone non può costare meno del prezzo di Cartello di un euro;Perchè 30 per un DVD di un film che ha guadagnato, GUADAGNATO, tanto da pareggiare il debito pubblico Italiano forse sono un po' troppi,Perchè ci chiedono soldi sui supporti di masterizzazione perchè sanno che li useremo per piratare e poi, quando li usiamo per quello che li abbiamo pagati, si inca**ano;Perchè dobbiamo pagare per leggere i testi delle canzoni;Perchè dobbiamo pagare se vogliamo fare colpo su una ragazza suonando la chitarra davanti al falò;Perchè no nposso comprare qualcosa, ma lo posso solo noleggiare a tempo indefinito;Perchè i soldi che la gente guadagna facendosi il mazzo, loro li prendono senza fare nulla. E sinceramente mi rompe un po' le Pa**e questa situazione.Quindi io dico ViVa AllOfMp3.com e viva gli Mp3 e viva il cinema (purtroppo non posso farne a meno anche se costa una pazzia).Loro fanno di tutto per impedirmelo, e io scarico! Metto in condivisione e faccio scaricare.. Vedremo chi si stancherà per primo:Loro di perderci soldi e reputazione o io di guadagnarci e di avere indietro la mia libertà!
  • Anonimo scrive:
    Seguiamo il consiglio dei Calamari!
    Non compriamo assolutamente sistemi blindati con questi obbrobri , a meno che non siamo attezzati per segare questi impenetrabili scatoloni e manometterli nel modo più opportuno, con tecniche già ipotizzate su alcuni siti WEB.Catturare il segnale analogico è comunque semplicissimo, ma non ci accontenteremo di sfruttare il "buco analogico". Circolano su questo ed altri forum oltre che su WEB indicazioni più o meno fattibili per eseguire tali interventi sul segnale digitale. Tali interventi, che non riguardano alcuna decriptazione ma solo prelievo di segnale digitale decodificato, possono essere eseguiti in un laboratorio elettronico neanche troppo sofisticato. Vogliamo rendere inutili gli sforzi di chi vuol condizionare i nostri diritti di consumatori? Finanziamo un laboratorio segreto di questo tipo locato nelle Isole Kaiman ..., che una volta ottrenuti i contenuti digitali "puliti" da obbrobriose blindature li diffonde su WEB con sistemi che ben conosciamo, e solo per pochi titoli di gran richiamo. Questo non per fare pirateria, ma per scopo dimostrativo. Chi si sforza tanto di imporci arbitrariamente tali blindature, quando vedrà che, oltre a non avere ritorno commerciale, i suoi tanto sofisticati sistemi di blindatura vengono resi vani all'istente ed addirittura ridicolizzati a livello mondiale ... che decisioni sarà mai costretto a prendere? ....
    • Anonimo scrive:
      Re: Seguiamo il consiglio dei Calamari!
      - Scritto da:
      Finanziamo un laboratorio segreto di questo tipo
      locato nelle Isole Kaiman ..., che una volta
      ottrenuti i contenuti digitali "puliti" da
      obbrobriose blindature li diffonde su WEB con
      sistemi che ben conosciamo, e solo per pochi
      titoli di gran richiamo.

      Questo non per fare pirateria, ma per scopo
      dimostrativo. Chi si sforza tanto di imporci
      arbitrariamente tali blindature, quando vedrà
      che, oltre a non avere ritorno commerciale, i
      suoi tanto sofisticati sistemi di blindatura
      vengono resi vani all'istente ed addirittura
      ridicolizzati a livello mondiale ... che
      decisioni sarà mai costretto a prendere?
      ....
      Fare un sistema ancora più blindato.Comunque se la sprotezione è fatta a scopo dimostrativo non serve a niente. Rendere più difficile la copia, al punto da impedirla o renderla oltremodo scomoda agli utonti è già sufficiente per tenere sotto controllo il mercato e continuare con i profitti stratosferici. Il problema non è la pirateria, è il fatto che ormai la facciano tutti. Se tutti diventa metà, basta mungere quella metà e si continua a vivere bene alle spalle degli altri.
      • Guybrush scrive:
        Re: Seguiamo il consiglio dei Calamari!
        - Scritto da: []
        Fare un sistema ancora più blindato.
        Comunque se la sprotezione è fatta a scopo
        dimostrativo non serve a niente. Rendere più
        difficile la copia, al punto da impedirla o
        renderla oltremodo scomoda agli utonti è già
        sufficiente per tenere sotto controllo il mercato
        e continuare con i profitti stratosferici. Il
        problema non è la pirateria, è il fatto che ormai
        la facciano tutti. Se tutti diventa metà, basta
        mungere quella metà e si continua a vivere bene
        alle spalle degli altri.Spiacente di contraddirti, ma basta che ci sia una persona in grado di segarti la protezione e i tuoi guadagni stratosferici se ne vanno a donne perdute.I contenuti, per essere fruibili, devono arrivare in chiaro all'utilizzatore.Finche' non sara' obbligatorio avere il chip di decodifica impiantato nel cervello ci sara' sempre il modo per attingere al segnale decodificato e, conseguentemente, diffonderlo con mezzi che ben conosciamo.Un saluto
        GT
        • Anonimo scrive:
          Re: Seguiamo il consiglio dei Calamari!
          - Scritto da: Guybrush

          - Scritto da:
          []

          Fare un sistema ancora più blindato.

          Comunque se la sprotezione è fatta a scopo

          dimostrativo non serve a niente. Rendere più

          difficile la copia, al punto da impedirla o

          renderla oltremodo scomoda agli utonti è già

          sufficiente per tenere sotto controllo il
          mercato

          e continuare con i profitti stratosferici. Il

          problema non è la pirateria, è il fatto che
          ormai

          la facciano tutti. Se tutti diventa metà, basta

          mungere quella metà e si continua a vivere bene

          alle spalle degli altri.

          Spiacente di contraddirti, ma basta che ci sia
          una persona in grado di segarti la protezione e i
          tuoi guadagni stratosferici se ne vanno a donne
          perdute.

          I contenuti, per essere fruibili, devono arrivare
          in chiaro
          all'utilizzatore.

          Finche' non sara' obbligatorio avere il chip di
          decodifica impiantato nel cervello ci sara'
          sempre il modo per attingere al segnale
          decodificato e, conseguentemente, diffonderlo con
          mezzi che ben
          conosciamo.

          Un saluto

          GT < Sei grande Guybrush, mi hai tolto le parole di bocca, stavo per rispondere ma mi hai preceduto. Ma non sarà il caso di restare anonimi quando si parla di cose contrarie al regime imposto dalle Majors?
        • Anonimo scrive:
          Re: Seguiamo il consiglio dei Calamari!
          - Scritto da: Guybrush

          Spiacente di contraddirti, ma basta che ci sia
          una persona in grado di segarti la protezione e i
          tuoi guadagni stratosferici se ne vanno a donne
          perdute.Una persona sola è facilmente attaccabile. Specie se sei un intermediario ignobilmente (e ingiustamente)ricco.

          I contenuti, per essere fruibili, devono arrivare
          in chiaro
          all'utilizzatore.

          Finche' non sara' obbligatorio avere il chip di
          decodifica impiantato nel cervello ci sara'
          sempre il modo per attingere al segnale
          decodificato e, conseguentemente, diffonderlo con
          mezzi che ben
          conosciamo.L'accesso al segnale decodificato non implica la capacità di duplicarlo. Mettere un microfono davanti a un paio di casse è certamente possibile (e credo ancora per molto tempo inevitabile), diventa già più difficile con il segnale video.Già esiste la tecnologia per impedirlo (watermarking). Arriveremo ad un punto in cui se cercherai di riprendere un film al cinema o addirittura la TV accesa accanto alla tua fidanzata la tua telecamera si rifiuterà di farlo (avendo riconosciuto il watermark e trattandoti da pirata). Resta da vedere se ci metterà la pecetta nera o finirà per bloccarsi.Comunque lo scenario pessimistico è questo.Quello ottimista è che si renderà la copia così difficile che la maggioranza degli utenti dovrà rinunciarci per scomodità o incapacità.Colpire gli altri a quel punto diverrà economicamente fattibile, conveniente direi.Ci sono guerre che si vincono nella prima settimana, ponendo i giusti presupposti, anche se per vedere il risultato finale poi ci vogliono anni.Io la vedo così, anche se chiaramente non ho la palla di cristallo. Però meglio agire subito per contrastare un "clear and present danger", un pericolo chiaramente avvertibile, che aspettare per vedere cosa succederà (sperando nello stellone, in tipico stile italiota) e rischiare che non si possa poi fare più nulla. Tu quando vedi un tumore nascente lo lasci crescere o chiami il chirurgo? Perchè, a mio parere, di un tumore stiamo parlando.Ciao
      • reXistenZ scrive:
        Re: Seguiamo il consiglio dei Calamari!

        Fare un sistema ancora più blindato.
        Comunque se la sprotezione è fatta a scopo
        dimostrativo non serve a niente. Rendere più
        difficile la copia, al punto da impedirla o
        renderla oltremodo scomoda agli utonti è già
        sufficiente per tenere sotto controllo il mercato
        e continuare con i profitti stratosferici. Il
        problema non è la pirateria, è il fatto che ormai
        la facciano tutti. Se tutti diventa metà, basta
        mungere quella metà e si continua a vivere bene
        alle spalle degli altri.Mi sembra plausibile.
  • Anonimo scrive:
    tranquilli
    io ho preso solo il videoproiettore che, insieme all'HDMI ha ingressi VGA, Component, S-Video e Composito...praticamente 4 ingressi analogici e un solo digitale.Il BluRay e HD-DVD per me per ora possono aspettare, proprio ora che si iniziano a vedere DVD originali a prezzi decenti o al più in videoteca...
    • Anonimo scrive:
      Re: tranquilli
      - Scritto da:
      io ho preso solo il videoproiettore che, insieme
      all'HDMI ha ingressi VGA, Component, S-Video e
      Composito...praticamente 4 ingressi analogici e
      un solo
      digitale.
      Il BluRay e HD-DVD per me per ora possono
      aspettare, proprio ora che si iniziano a vedere
      DVD originali a prezzi decenti o al più in
      videoteca...Capisco le tue buone intenzioni ma.... . Che contenuti protetti da Copyright possono uscire da un videoproiettore? Semmai credo possano solo entrarci!
      • Anonimo scrive:
        Re: tranquilli
        Cmq ok...stiamo tranquilli...ci stavamo preoccupando e chiedendo "ma che mai avrà comprato?".Meno male che ci hai tranquillizzato! Non ci dormivamo la notte! :)
        • misterz scrive:
          Re: tranquilli
          - Scritto da:
          Cmq ok...stiamo tranquilli...ci stavamo
          preoccupando e chiedendo "ma che mai avrà
          comprato?".
          Meno male che ci hai tranquillizzato! Non ci
          dormivamo la notte!
          :)A benvedere, infatti, dice che lui non ha preso per ora cose che potrebbero essere soggette al trasporto DRM. E' confortante in un certo senso. Alla fine con queste cose i produttori scoraggiano i consumatori.
  • Anonimo scrive:
    Basta che la gente impari a chiedere
    un prodotto che permetta la copia personale. E che qualcuno approfitti della situazione per sbaragliare la concorrenza con una pubblicità che metta in rilievo LA DIFFERENZA.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che la gente impari a chiedere
      http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1560517&m_id=1561001
    • Marlenus scrive:
      Re: Basta che la gente impari a chiedere
      - Scritto da:
      un prodotto che permetta la copia personale.
      E che qualcuno approfitti della situazione per
      sbaragliare la concorrenza con una pubblicità che
      metta in rilievo LA
      DIFFERENZA.Non è possibile. Nessun produttore può fare prodotti compatibili HDMI (criptato HDCP) senza firmare un accordo legale con l'organizzazione che detiene i diritti (Digital Content Protection LLC, già il nome è tutto un programma).Cosa dice l'accordo (http://www.digital-cp.com/ vedi sotto licenses a metà pagina)? Fondamentalmente che non puoi fare niente di più o di diverso di quello che stanno facendo oggi. Punto.
      • misterz scrive:
        Re: Basta che la gente impari a chiedere
        - Scritto da: Marlenus

        - Scritto da:

        un prodotto che permetta la copia personale.

        E che qualcuno approfitti della situazione per

        sbaragliare la concorrenza con una pubblicità
        che

        metta in rilievo LA

        DIFFERENZA.

        Non è possibile. Nessun produttore può fare
        prodotti compatibili HDMI (criptato HDCP) senza
        firmare un accordo legale con l'organizzazione
        che detiene i diritti (Digital Content Protection
        LLC, già il nome è tutto un
        programma).
        Cosa dice l'accordo (http://www.digital-cp.com/
        vedi sotto licenses a metà pagina)?

        Fondamentalmente che non puoi fare niente di più
        o di diverso di quello che stanno facendo oggi.
        Punto.


        nononnnn credo che questa volta l'opposizione del consumatore riuscirà a fermare tutto questo: è una qualità che a questo punto ci farà rimpiangere il VHS.Dico che non ci riusciremo perchè leggo commenti che lasciano trasparire già un certo posizionamento a 90 gradi.Se vai poi a verificare l'età, facilmente sono degli under 20, nati praticamente col cellulare in mano.Ragazzi, svegliatevi che già gli hi-fi hanno completamente bandito la regolazione dei toni... ci sono solo 3 possibilità: rock, classic, pop, e fanno cagare tutte e tre! Nessun orecchio è uguale all'altro, neanche se appartiene allo stesso individuo.La possibilità della copia personale è l'ultimo dei problemi... qui c'è in gioco che la somministrazione dei contenuti verrà fatta nei modi e nei tempi secondo come farà più comodo al caso.Ho aperto il media player l'altro giorno, e mi ha segnalato che il dvd che avevo inserito nel lettore era disponibile per la regione 6, che bisognava passare da regione 2 a regione 6 nelle impostazioni WMP, ma che dovevo verificare quante possibilità di cambiare regione di lettura del DVD mi rimanevano, perchè arrivati a zero, non avrei più potuto farlo nemmeno reinstallando Windows.... Non so trovare una spiegazione a questo: C'è un Windows che ho pagato, un DVD che ho pagato, un masterizzatore che ho pagato. Quale il problema?Saluti e buon DRM a tutti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta che la gente impari a chiedere
          Non so trovare una spiegazione a
          questo: C'è un Windows che ho pagato, un DVD che
          ho pagato, un masterizzatore che ho pagato. Quale
          il
          problema?Che l'hai già pagato! Quindi sei ridiventato nessuno, e senza nessun diritto. ...se non quello di ripagare, ...e allora al maximo un altro sorriso (prima di inc...arti a sangue) te lo rifanno.Ehhh...queste sono le cose che ti fanno poi ripensare alla questione: ma è veramente giusto interrompere la costruzione delle mine? Metterne un paio d'avanti a certi uffici ...Non è per fare retorica, ma la storia ci ha insegnato che tante cose sono cambiate per il popolo quando le brigate rosse hanno cominciato ad azzoppare certi "capi". Ovviamente *prima* che "vapi" ancor più grossi ne prendessero il comando prendendo 2 piccioni con una fava: togliere di mezzo chi voleva cominciare ad intrattenere un dialogo politico con loro (Moro), e renderle odiose ai media.Vasco cantava: le bombe ci vogliono. Se aspetti di convincerli con la ragione ...Se ci riesci cmq faccelo sapere, ti chiamerò Gandhi (e simili) ... prima che ti sparino, o ti costringano a bere cicuta, o crocifiggano
          • misterz scrive:
            Re: Basta che la gente impari a chiedere
            - Scritto da:
            ...
            Se ci riesci cmq faccelo sapere, ti chiamerò
            Gandhi (e simili) ... prima che ti sparino, o ti
            costringano a bere cicuta, o
            crocifigganoQuello cui ti riferisci è stato un periodo molto buio che spero vivamente non ritorni. Comunque, anche se non con gli stessi mezzi, un pò di lotta io sarei disposto anche a farla. Il punto è per chi e per che cosa: siamo diventati troppo civili per i miei gusti ed è una civiltà che non mi piace, fatta di rispetto tra le persone a livello verbale, ma non nei fatti... Vedi i trattamenti nelle collaborazioni. Mai fino ad ora, persone sempre più distinte si sono prestate a tanto. Delinquenza bianca! Ecco vedi, io partirei da quelli: castigarne uno per educarne 100.Tornando al DRM, volevo appunto dire che il mio passaggio da W2000 ad XP è stato molto traumatico. Mi accorgo che il Trusted Computing è praticamente realtà, e realtà applicata al bene acquistato lecitamente, a prescindere dello scopo di protezione. Insomma è un Windows che decide che non posso cambiare Regione su un lettore DVD di mia proprietà... se ad esempio lo ZIO DI BROOKLIN mi manda una decina di DVD dei miei cugini, io non posso vederli. E questo per tutelare gli interessi dei soliti perchè, metti che i 10 DVD dello zio siano invece delle anteprime uscite in america, così il fenomeno di pirateria si limita per zone, e di conseguenza, si auto contiene a mie spese, ovviamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che la gente impari a chiedere
      Io di solito nei negozi non chiedo.Prendo e corro. Cmq proverò...che vuoi che ti dica. In ogni caso t'avviso: non è che mi fermo ad aspettare la risposta. :)
Chiudi i commenti