Trojan writer rischia 8 anni

Aveva confezionato un programmino capace di entrare sui server dell'Università e inviargli dati e numeri di Social Security di 55mila colleghi studenti. Si è costituito ma rischia di pagarla cara


Austin (USA) – Prima di essere assunto da qualche produttore di software di sicurezza, il 20enne Christopher Andrew Phillips dovrà uscire dalla grave vicenda giudiziaria in cui l’ha cacciato la sua abilità come programmatore. Già, perché il giovane studente dell’Università di Austin, in Texas, è colpevole di infiltrazione abusiva nei server del proprio ateneo.

Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, che da una settimana circa lavorano sul caso assieme alle autorità universitarie, il ragazzo ha costruito un programma capace di inserirsi su un server web dell’ateneo e scaricare l’intero database che per ragioni di evidente negligenza era stato montato su quello stesso server. Christopher si è così trovato in mano un mazzo di 55mila nomi, numeri di Social Security e altri dati personali relativi agli studenti suoi colleghi.

Quando il fatto è accaduto, nei giorni scorsi, si è levata una forte polemica sulla tutela dei dati personali degli studenti universitari che, certo non per la prima volta, sono stati oggetto di un attacco. In questo caso avvenuto attraverso un cavallo di troia confezionato dallo stesso Phillips.

Dalla sua, il giovane americano ha la scelta di essersi costituito alle autorità di polizia nelle scorse ore ammettendo di essere l’autore dell’exploit. E anche di non aver abusato, sembra, delle informazioni ottenute illecitamente. Ma la pena a cui potrebbe andare incontro è severa, perché in Texas un atto come quello commesso da Phillips può costare otto anni di carcere e multe fino a 500mila dollari.

In attesa del processo, comunque, Phillips è stato mandato a casa e il suo avvocato ha spiegato che per il momento tutto quello che gli si richiede è di avvertire ogni volta che utilizza un computer e spiegare il motivo per cui ne ha bisogno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Bisogna poter copiare !!!
    Ciao,secondo me perche' una console/PC/next thing abbia successo e' fondamentale che si possano copiare i giochi. Punto. PS1 ha avuto enorme successo per quello, lo stesso che ha dato modo a M$ di avere il monopolio (non dite che 040-1234567 e' un codice di protezione del software :) ), o a tele+ di far volare gli abbonamenti (..o pensavate veramente che non potessero bloccare le card pirata ? :) )...xbox avra' enorme successo quando si potranno copiare i giochi, altrimenti se per un gioco devo spendere decine e decine di euro...beh...lasciamo perdere...btw, io non gioco perche' non ho tempo :) e sicuramente c'e' gente che passa le ore a giocare e ha tutti i giochi originali...ma guardate la realta' di TUTTI i possessori di PS1 :)bye
  • Anonimo scrive:
    Un mondo tutto da scoprire
    Salve a tutti,non ho molto da dire, (anche perchè non c'è bisogno di fare commenti su Xbox Live) le tante persone che si divertono a parlare male e fare commenti su xbox e xbox live, dovrebbero prima provare per credere di cosa stiano parlando, e facile parlare di cose che non si ha neppure la pallida idea di cosa siano e di cosa si prova a giocare con xbox live, è un'emozione solo per pochi mi dispiace solo per i sfortunati possessori di playstation 2.Viva xbox live e un caloroso augurio a tutti i partecipanti del gaming on-line di XBOX!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Facciamo un sunto per tutti
    Credo che l'autore della lettera voglia dire (errori a parte) che MS con XBox live sia la prima produttice di console che si stia muovendo nel campo dell'on-line gaming e questo è importante.Se poi ha sbagliato a scrivere Pokemon ed invece era Ken, se ha chiamato NERD i quelli che non lo erano e così via, credo sia un discorso a parte.Poi c'è il discorso che XBox fa quello che da anni fa il computer normale. Si ma parliamo comunque di console quindi di uso più intuitivo ed immediato, lasciamo perdere cosa c'è dentro.Bene, detto questo, c'è qualcuno che voglia commentare se questa volta MS ha fatto la scelta giusta o no?
  • Anonimo scrive:
    Mah! ^ 3
    E' sorprendente questo entusiasmo perun PC rinchiuso in una scatoletta (e non e' poi cosi' "etta" essendo enorme) che fa le cose che i PC non rinchiusi in scatolette fanno da anni.
  • Anonimo scrive:
    la paura di licenze win$ in xbox
    la paura che hanno tutti e' che il budget xbox sia enorme anche se magari non lo e' il seguito, solo perche' dietro ci sono miliardi provenienti dalle licenze win$, al paragone, che l'Ene$ paghi le offerte $wind con i soldi della luce(cosa ovviamente falsa)
  • Anonimo scrive:
    Mah..
    Comincio col dire che playstation e' ormai sinonimo di console "moderna" e questi sono i fatti.XBox e' un buon prodotto ma e' ancora indietro (e parlano le vendite).Microsoft e' certamente potente, ma il punto e' che se nel software per pc non ci sono colossi di quel livello (IBM non la considero un'azienda che fa software quanto un'azienda di servizi per l'informatica), lo stesso non si puo' dire in altri settori.Sony non ha potere minore di Microsoft e il marchio conta.A Microsoft piacerebbe primeggiare in tutti i grandi business ma per ora console=Playstation e cellulari=Nokia (come marchi).Le cose potrebbero cambiare e' vero ma per ora..Un'ultima cosa sui vecchi tempi dei videogiochi.Io avevo amici che avevano l'amiga e in effetti aveva dei bei giochi per il tempo.Sicuramente amiga e' parte fondamentale nella storia dei videogame.Ma io che avevo il pc (ed eravamo in pochi nella mia classe) ora sono orgoglioso di aver giocato ad alcuni giochi che fanno parte della storia dell'informatica, grafica minimale ma divertimento tanto.Perche' grafica e musica contano accome, ma le idee contano di piu'.Quello che oggi molti si scordano e' quanto un gioco semplice possa far passare le ore(pensate a quante persone giocano ancora oggi a tetris, pacman ecc..).ciaoste
    • Anonimo scrive:
      Re: Mah..

      Comincio col dire che playstation e' ormai
      sinonimo di console "moderna" e questi sono
      i fatti.
      XBox e' un buon prodotto ma e' ancora
      indietro (e parlano le vendite).basta co sta storiaxbox e' indietro come console per progettazionepad troppo grandi, arcchitettura troppo poco game-oriented, dimensioni eccessivese parlassero le vendite allora windows dovrebbe essere sinonimo di OS moderno no?
      stesso non si puo' dire in altri settori.
      Sony non ha potere minore di Microsoft e il
      marchio conta.chiedere a Nintendo e Sega...10 anni fa nessun videogiocatore serio avrebbe mai considerato Sony...
      A Microsoft piacerebbe primeggiare in tutti
      i grandi business ma per ora
      console=Playstation e cellulari=Nokia (come
      marchi).
      Le cose potrebbero cambiare e' vero ma per
      ora..
      in realta' nel gaming oggi c'e' spazio per tuttianche per 3-4 console diverse
  • Anonimo scrive:
    non bastano due maledizioni per scrivere
    per SAPER scrivere, non basta aggiungere"stramaledetto", "maledettissimo" e "dannato"e nemmeno per aggiungere passione.Cos' hai fatto solo la parodia del "fottuto americano imbottito di birra" ;-)i redattori di PI non sono poi così male sai?
  • Anonimo scrive:
    Abbiamo trasmesso : MEGASPOT
    Caro Matteo, ho letto il tuo caloroso intervento sulla questione xbox live, e devo dire che hai scritto una bella valangata di fesserie (e inesattezze). Tra l'altro non capisco perchè ti abbiano messo in home, mah...Innanzitutto la questione "fenomeno da Nerd". Forse eri tu il fighetto che al periodo indicavi come nerd chi smanettava con una console o si recava a giocare in sala giochi, ma la diffusione di tali macchine era già alta e apprezzata già dalla fine degli anni 80. Console come il Super Nintendo e il Megadrive (per non parlare del Gameboy) e prima in minor misura il Famicom e il Megadrive hanno milioni di appassionati in tutto il mondo che ancora le adoperano e a cui non credo faccia piacere essere etichettati come nerd solo perchè tu vuoi fare capire che adesso è diverso.Forse tu intendi dire venivano etichettati come tali, non che lo fossero...il che non cambia la sostanza della cosa però....il videogiocatore è nato molto ma molto prima di xbox o ps2.Per quando riguarda il Nintendo 64 e il saturn usati per indicare il "giro di boa" anche lì è unicamente una tua opinione alquanto sballata.Innanzitutto citi le due console più sfigate della storia (assieme al Jaguar) dimenticando il successo enorme dei 16 bit che si sono diffusi a macchia d'olio. Non so da te, io conoscevo frotte di gente con snes e megadrive, e chi non le aveva aveva un c64 che usavo solo come macchina gioco. Tu parli di massificazione del fenomeno console, ma ti ricordo che il successo a livello di marketing di Mario è avvenuto con il Snes, stessa cosa per Sonic (megadrive) quindi se il giro di boa proprio c'è stato devi scendere di un paio di gradini più in basso....Anche se io sarei preposto a parlare di evoluzione, non di cambiamento.Ma continiuamo..........Prince of persia e eye of the beholder ?!? ma che scherzi ?!? la percentuale di giocatori su pc a quei tempi era mostruosamente irrisoria. Ti ricordo che in quel periodo i pc costavano un fracco, pochi disponevano di una scheda EGA (figurarsi una VGA) e come sonoro solo il beep beep. Oltretutto i due giochi da te citati sono nativi Amiga, solo sucessivamente portati su PC. E meno male che lo chiami "glorioso", è già molto che ti sei ricordato di citarlo.Ma continiuiamo....Prince of persia è uscito su console da un pezzo (anni) e il miglior rpg è tuttora il vecchio ultima7 (o ultima6, o utima8 a seconda dei gusti); ma forse tu intendevi ffx ? (che gira su ps2, non su playstation) beh...è un mmorpg e c'è una buona differenza tra i 2 generi.Andiamo avanti...ragazzino un pò sfigato ?Fammi capire, quelli che giocavano prima erano un pò sfigati ora invece basta reggere in mano un pad e sapere fare una o due combo all'ennesimo Dragon Ball (eh, sì ne hanno fatti parecchi) per essere un figo da fare paura ? Questa si commenta da sola. Forse saresti dovuto entrare in qualche sala giochi negli anni 90, guardarti qualche buon gamer dare spettacolo e forse ci ripensavi.Ah....per quanto riguarda la "massificazione del fenomeno" riguardante i manga se quello di prima potevano anche (?!?) accettate come opinioni questa è una solenne fessata. Che c'entrano i Pokemon ?L'avvento dei manga in italia si è avvuta con la pubblicazione di Hokuto no Ken (ken il guerriero) per via della granata press ed è andato sempre in crescendo. La massificazione può essere avvenuta se mai con Dragon Ball. non di sicuro con i pokemon...AH ma forse tu intendi i cartoni dei pokemon, oh ma si chiamano anime quelli, non manga e sono comunque tratti dai videogiochi e appartengono alla categoria "fenomeni transitori", che infatti si è oramai sgonfiata.Tu dici che sony ha massificato il fenomeno console ? può essere vero, nel senso che ha "rotto" il duopolio sega e nintendo, e sottovalutata da entrambe si è imposta come leader del mercato. Ok, ci siamo....ma che c'entra con Xbox ?!? Xbox esiste solo grazie a sony ? no, esiste perchè il settore dei videogiochi è diventato lucrosissimo, ed essendo la sony diventata troppo potente occorreva un sacco di denaro da investire a fondo perduto per un pò di tempo, per fare pubblicità a tappeto, per vendere a prezzi proibitivi e per comprarsi letteralmente esclusive per sottrarle alla concorrenza. Bill Gates era l'unico che potesse farlo.I fenomeni sociali qui c'entrano poco, si tratta solo di soldi, denaro, palanche.E arriviamo alla fine....lo spot.Perchè è questo che si tratta, solo un grosso spot pubblicitario, il "fenomeno live" che tu citi è modesto, e per nulla originale. Non fa niente di nuovo rispetto a ciò che i pc fanno da anni, e la ps2 è stata progettata per supportarlo (in giappone sono in vendita HD e scheda di rete per banda larga da oltre un'anno) non vedo quindi la "novità" e la "rivoluzione".Hai finito Splinter Cell ? ti attacchi, non è che ti escono 2 missioni al giorno per fati contento.La vita eterna è merce rara, sopratutto da microsoft che uccide senza riguardo qualsiasi proprio prodotto se ha progetti migliori da proporre come futuri standard (e senza guardare troppo alla retrocompatibilità).La verità è che i giochi guardano sempre più alla interconnetività, non solo con il multiplayer, ma questo per tutte le piattaforme, pc o console che siano.Forse è questa la tua illusione: che esistano PC, console e Xbox.Arrenditi all'evidenza.....xbox è una console, non è la terza era del divertimento videoludico e non penso proprio che lo diventerà mai. Ci sono troppe cartucce da sparare, e Microsoft ha dimostrato più volte di riuscire a sparare bene solo con un bersaglio posto a mezzo metro di distanza.Questa volta i bersagli sono lontani e i giocatori più di uno.Tharon
    • Anonimo scrive:
      FFXI, non FFX
      Prima che qualcuno si accorga dell'errore, ho "dimenticato" una i in ffxi e ho scritto ffx, che non è un mmorpg ma un normale rpg offline.Tharon
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbiamo trasmesso : MEGASPOT
      n potrei essere piu' concorde con quanto scritto nel post.L'articolo (se e' possibile chiamarlo tale) non e' che un'accozzaglia di opinioni personali piuttosto opinabili,ben lungi da quello che si vorrebbe trovare nellla prima pagina di pi :/
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbiamo trasmesso : MEGASPOT
      Tharon sei un mito! :-)SPiDeY
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbiamo trasmesso : MEGASPOT
      - Scritto da: Anonimo
      Arrenditi all'evidenza.....xbox è una
      console, non è la terza era del divertimento
      videoludico e non penso proprio che lo
      diventerà mai. Ci sono troppe cartucce da
      sparare, e Microsoft ha dimostrato più volte
      di riuscire a sparare bene solo con un
      bersaglio posto a mezzo metro di distanza.
      Questa volta i bersagli sono lontani e i
      giocatori più di uno.

      TharonPrima gioca con xboxlive e poi sputa tutte le sentenze che vuoi.Ciao.
    • lkl scrive:
      Re: Abbiamo trasmesso : MEGASPOT
      Quoto in toto il mex di Tharon. Il caro Matteo non è che si sia particolarmente distinto per la bontà delle sue convinzioni...
Chiudi i commenti