Twitter, cinguettii governativi

Una proposta di lavoro dal tecnofringuello: si cerca una figura capace di mantenere le relazioni con il Palazzo; sede di lavoro, Washington. Qualunque cosa ciò significhi

Roma – Si è liberato un nuovo posto alla sede di Twitter. Il ruolo è quantomeno inusuale rispetto alle normali posizioni di project manager, programmatore senior e così via: cercano un “referente governativo” (traduzione imperfetta di “Government liaison”).

Il luogo di lavoro, Washington D.C. , fa pensare si tratti di qualcosa di grosso, il pensiero corre subito alla Casa Bianca ma la capitale statunitense ospita altre celebri istituzioni, dal Congresso alla Corte Suprema, passando per vari enti federali. Le mansioni comprendono l’aiutare Twitter, quale azienda, a “capire cosa possa fare per servire meglio i candidati e gli strateghi politici attraverso i vari schieramenti e confini geografici” oltre ad “aiutare i leader ad usare Twitter per comunicare e interagire con i loro elettori e il mondo”.

L’azienda si abbandona a una digressione, altrettanto inconsueta per un annuncio lavorativo, dichiarando che il neo-assunto renderebbe il mondo un posto migliore grazie ad una maggiore comunicazione e scambio di informazioni tra eletto e votante. Certo i rapporti tra la Casa Bianca (se questo sarà il luogo deputato alla fine) e l’uccellino hanno un passato quantomeno altalenante: a fine 2007 Loic Le Meur, il più celebre blogger francese, aprì la stagione dei cinguettii nella residenza presidenziale ancora in era Bush, poi l’ingresso di Obama sembrò voler certificare l’età aurea della Whitehouse 2.0 (lui che al web doveva l’elezione stessa), salvo veder negare agli illustri dipendenti la possibilità di twittare garantita al primo inquilino. Ma quando persino il Pentagono, per ovvie ragioni di sicurezza ben più “introverso” delle altre istituzioni, si è concesso questo nuovo strumento, ne ha sdoganato l’utilizzo a tutti gli altri.

Da un’ultima occhiata alle qualifiche richieste, tra cui grande competenza tecnologica, capacità organizzative e conoscenza di governo e politica oltre i confini della Beltway (una specie di raccordo anulare attorno Washington che, in senso figurato, rappresenta il mondo autoreferenziale del Congresso) e degli USA, verrebbe da pensare che il mediatore debba essere più preparato del politico stesso.

Fabrizio Bartoloni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Paperoliber o scrive:
    Coplimenti per il titolo
    Probabilmente voleva essere un titolo ironico, ma sembra uscito paripari dalle pagine di "Famiglia Cristiana" o da un editto della CEI. Non criminalizziamo il sesso ma gli UTONTI che vanno in questi siti, cito:" dei 49mila visitatori accorsi, 20mila utilizzavano una combinazione di computer e browser vulnerabile ad almeno una minaccia conosciuta."Se la gente è stupida bisogna istruirla non criminalizzare !!!
    • panda rossa scrive:
      Re: Coplimenti per il titolo
      - Scritto da: Paperoliber o
      cito:" dei 49mila visitatori
      accorsi, 20mila utilizzavano una combinazione di
      computer e browser vulnerabile ad almeno una
      minaccia conosciuta."E gli altri 29 mila?Non ci credo nenche un po' che i loro sistemi fossero solidi.Avranno guardato lo user agenti i ricercatori (e che altro se no?)E quindi quei ventimila avranno usato XP+IE6.Ma gli altri 29 mila, dei quali la maggioranza avra' avuto Vista o settete (le cui vulnerabilita' sono state ampiamente dibattute su queste pagine) non possono mica essere al sicuro, anzi...Sta di fatto che una bella tabellina riassuntiva degli user agent avrebbero potuto anche metterla in evidenza.
      • collione scrive:
        Re: Coplimenti per il titolo
        che poi è un non problema, nel senso che si spara a zero sui siti XXXXX solo perchè fanno notiziachiaramente un criminale sfrutta il XXXXX perchè attira molti utenti ed è più facile avere un grosso traffico, ma non possiamo dimenticare che ogni anno dobbiamo trovarci in situazioni del genere http://threatpost.com/en_us/blogs/mass-sql-injection-attack-hits-sites-running-iis-061010e quelli sono tutti siti "puliti, affidabili e legittimi"
        • K_B scrive:
          Re: Coplimenti per il titolo
          l'ultima robaccia presa dalla mia signora proveniva dal sito delle anteprime film di repubblica. ho dovuto reinstallare vista (per forza, mancavano i driver per xp). inutile dirvi vero qual'è stato il primo sito che la mia signora è corsa a vedere dopo aver reinstallato tutto...
          • panda rossa scrive:
            Re: Coplimenti per il titolo
            - Scritto da: K_B
            l'ultima robaccia presa dalla mia signora
            proveniva dal sito delle anteprime film di
            repubblica. ho dovuto reinstallare vista (per
            forza, mancavano i driver per xp). inutile dirvi
            vero qual'è stato il primo sito che la mia
            signora è corsa a vedere dopo aver reinstallato
            tutto...Al di la' del comportamento irresponsabile dell'utente, siamo sempre li': l'utente irresponsabile non deve usare il computer con un utente amministratore, ma solo con un utente powerless.Ti becchi il trojan, pazienza, ma almeno non devi reinstallare i drivers!
        • Ubunto scrive:
          Re: Coplimenti per il titolo
          "The massive campaign is targeting servers running Microsoft IIS and ASP.net software.".[img]http://img4.glowfoto.com/images/2010/06/15-0812226356T.jpg[/img]
          • collione scrive:
            Re: Coplimenti per il titolo
            vabbè ormai è diventata una moda, non fa nemmeno più notizia ;)chi vuoi che si preoccupi di un 40000-50000 siti web infettati grazie al colabrodo chiamato windows server?
  • psychopazzo scrive:
    io uso linux
    per guardare youporn e affini... mai preso un virus.
    • jack scrive:
      Re: io uso linux
      noooooooooo!!!!l'hai detto: "mai preso virus!"ora si scatena di nuovo la guerra!!!:D
    • Dominus scrive:
      Re: io uso linux
      - Scritto da: psychopazzo
      per guardare youporn e affini... mai preso un
      virus.Mai preso un virus... O Mai essersi accorto di avere sul proprio sistema installato un rootkit?Sicuro di quel che dici? ;)
      • collione scrive:
        Re: io uso linux
        quanti siti XXXXX diffondono rootkit per linux? che poi devono avere i permessi di root per installarsi e suppongo lui non abbia mai visto la finestrella di sudo apparire mentre navigava su un sito XXXXX
        • gennaro scrive:
          Re: io uso linux
          Solito discorso del menga, come se su windowste l'ordinasse il medico di navigare con unaccount con privilegi da amministratore :DSe uno naviga come amministratore e' un fesso,punto. Linux, Windows, BSD, Solaris, OSX ... rimaneun XXXXX, period.
          • collione scrive:
            Re: io uso linux
            guarda che puoi benissimo essere infettato anche se navighi con account non amministratorenon è che l'account normale è la panacea per tutti i problemi
  • Cancellare qualsiasi contenuto scrive:
    Che scoperta!
    Fior fiori di scienziati ci sono voluti per questo "studio" eh?
    • MaestroX scrive:
      Re: Che scoperta!
      Concordo!Adesso paghiamo gente per guardarsi il XXXXX e scoprire l'acqua calda.
      • OldDog scrive:
        Re: Che scoperta!
        - Scritto da: MaestroX
        Concordo!
        Adesso paghiamo gente per guardarsi il XXXXX e
        scoprire l'acqua
        calda.Ma dai! Hanno fatto una scansione ai siti per rilevare malware, non è che dovessero stare a guardare le immagini e i filmati! :DPersonalmente diffidavo soprattutto dei siti di download "al limite del legale e oltre", con sw di origini dubbie o addirittura palesemente in violazione di licenza. Interessante sapere quanto facilmente dei browser non protetti si portino a bordo le peggior schifezze. :(Finalino cospirazionista: e se non fosse che una falsa notizia, propagata ad arte da parrucconi e frustrati moralisti? ;)
        • iooooo scrive:
          Re: Che scoperta!
          Mi devo decidere a passare a linux
        • Gemini90 scrive:
          Re: Che scoperta!
          - Scritto da: OldDog
          - Scritto da: MaestroX

          Concordo!

          Adesso paghiamo gente per guardarsi il XXXXX e

          scoprire l'acqua

          calda.
          Ma dai! Hanno fatto una scansione ai siti per
          rilevare malware, non è che dovessero stare a
          guardare le immagini e i filmati!
          :D
          Personalmente diffidavo soprattutto dei siti di
          download "al limite del legale e oltre", con sw
          di origini dubbie o addirittura palesemente in
          violazione di licenza. Interessante sapere quanto
          facilmente dei browser non protetti si portino a
          bordo le peggior schifezze.
          :(

          Finalino cospirazionista: e se non fosse che una
          falsa notizia, propagata ad arte da parrucconi e
          frustrati moralisti?
          ;)per caso per browser non protetti intendi Exploder?:D
          • panda rossa scrive:
            Re: Che scoperta!
            - Scritto da: Gemini90
            per caso per browser non protetti intendi
            Exploder?:DExploder non e' un browser, e' una calamita per virus.Browser non protetti sono per esempio Firefox, Opera, Safari, se non aggiornati regolarmente.
    • sentinel scrive:
      Re: Che scoperta!
      E fior fiori di scienziati serviranno per la prossima scoperta:un Sistema Operativo per il quale non esistono virus! Ma dai!C'è già. Si chiama Linux.;-)
      • angros scrive:
        Re: Che scoperta!
        - Scritto da: sentinel
        E fior fiori di scienziati serviranno per la
        prossima
        scoperta:
        un Sistema Operativo per il quale non esistono
        virus! Ma
        dai!

        C'è già. Si chiama Linux.

        ;-)Se proprio vuoi fare il figo, c'è anche QNX (talmente stabile che lo usano per controllare le centrali nucleari... se non sbaglio c'era stato il caso di un server con QNX che ha continuato a funzionare senza riavvii per 14 anni)
        • Enok scrive:
          Re: Che scoperta!
          - Scritto da: angros
          se non sbaglio c'era stato
          il caso di un server con QNX che ha continuato a
          funzionare senza riavvii per 14
          anni)Se compie sempre le stesse operazioni, non ci vedo nulla di strano. E' la variabile "utente" il problema.
          • Uno di Passaggio scrive:
            Re: Che scoperta!
            - Scritto da: Enok
            - Scritto da: angros

            se non sbaglio c'era stato

            il caso di un server con QNX che ha continuato a

            funzionare senza riavvii per 14

            anni)

            Se compie sempre le stesse operazioni, non ci
            vedo nulla di strano. E' la variabile "utente" il
            problema.Quoto. Se ci metti mia moglie davanti devi riavviare ogni 14 secondi :P
          • collione scrive:
            Re: Che scoperta!
            si ma l'architettura dell'OS lo rende più o meno suscettibile di blocchi e guastiwindows server è il sistema operativo con l'uptime più bassoqnx ha dalla sua un'architettura microkernel che lo rende una roccia e ha politiche di self-healing, cioè riavvio di servizi e software crashati in modo da permettere al sistema di continuare a funzionareil fatto che dietro non ci sia un utente non implica nullaun sistema operativo e un computer sono in ogni caso soggetti a tanti input diversi e uno di questi potrebbe causare il crash fatale, quindi utente o non utente il sistema se non è ben progettato crasherà lo stesso prima o poi ( windows server docet )
      • Nicolaus scrive:
        Re: Che scoperta!
        http://forum.webisland.net/f15/virus-per-linux-per-kaspersky-sono-in-aumento-37.htmlNon è conveniente creare virus per linux anche se fosse...
        • panda rossa scrive:
          Re: Che scoperta!
          - Scritto da: Nicolaus
          http://forum.webisland.net/f15/virus-per-linux-per
          Relazione recentissima!
          • Nicolaus scrive:
            Re: Che scoperta!
            appunto... se già nel 2006... non credo adesso sia tutto risolto... O_o'anche io uso linux e per certi aspetti è normale che in confronto a windows è migliore come sistema operativo ma proprio perchè secondo me è il dos che non può competere con unix, ma da quà a dire che non esistono virus, malware o non vi è la possibilità di intaccarlo, è pura utopia...
          • collione scrive:
            Re: Che scoperta!
            nella pratica malware a livello di quelli di widnows non esistonoesistono 4 rootkit che hanno come payload dei banali sistemi di infezione via ssh, per cosa saranno usati non l'ho mai capito ( a che serve andare in giro ad indovinare password utente di sistemi linux? )riguardo l'infettabilità basta notare che windows ha un 57% di falle sfruttabili da remoto, linux solo il 7%siccome il vettore d'infezione principale è quello remoto, linux è otto volte più sicuro di windowspoi ci sarebbe da discutere sulle distribuzioni, la presenza/mancanza di certe librerie sulle varie distro, le versioni di tali librerie, le versioni della libc e del kernel e relativi api breakings che rendono il lavoro del malware writer praticamente impossibilelinux è e resterà un sistema preso di mira da grandi hacker con molti fondi alle spalle, tempo per sviluppare il malware, ottime conoscenze informatiche e soprattutto che mirano a colpire singoli sistemiin una rete linux puoi infettare il gateway e poi trovarti allo stadio successivo un altro sistema linux ma con una distro differente, versioni del kernel e delle libc differenti e quindi la necessità di riscrivere un nuovo malwarela frammentazione che tanto crea problemi nella diffusione di linux è anche il miglior strumento di difesa di questo sistema
    • onoff scrive:
      Re: Che scoperta!
      "quello che gli utenti più smaliziati aveva forse già intuito"hahaha
Chiudi i commenti