Obama e l'informazione degradata

Il Presidente è critico nei confronti di iPod, iPad, Xbox e Playstation: strumenti che trasformano l'informazione in intrattenimento. Svuotandola così di valore

Roma – Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, parlando agli studenti della Hampton University, ha detto che alcuni strumenti come iPod, iPad, Xbox e PlayStation rischiano di far diventare l’informazione un mero intrattenimento .

In un ampio intervento sull’importanza dell’istruzione, sul discorso di Thomas Jefferson sul valore dell’informazione per una democrazia sana, e su come in un periodo di crisi come quello attuale lo studio e le specializzazioni rappresentino un’arma fondamentale per i ragazzi (soprattutto per coloro che partono dalle condizioni più svantaggiate, che arrivano da minoranze o da condizioni economiche disagiate) per emanciparsi, il Presidente Obama ha tenuto a sottolineare le insidie che possono nascondersi nell’uso dalle nuove tecnologie.

In un clima come quello attuale, caratterizzato dal “bombardamento mediatico 24 ore su 24, sette giorni su sette, con tanti tipi di contenuti che ci espongono ai più vari argomenti, non tutti in alto nella scala della verità”, iPod, iPad, Xbox e PlayStation (nessuno dei quali, racconta Obama, sa come si usa) renderebbero l’informazione una distrazione, un diversivo, una forma di intrattenimento più che un mezzo di arricchimento e uno strumento di emancipazione.

La critica, presa fuori contesto, sembra assumere connotati di condanna su tutta la linea. È da considerare, tuttavia, che nel discorso il Presidente tentava di sottolineare l’importanza dell’istruzione (nella stessa occasione aveva ripercorso l’umile esordio della sua carriera universitaria) e la necessità di un’informazione e di una fruizione consapevole come armi a difesa della democrazia.

Il Presidente Obama, peraltro, nella sua campagna elettorale aveva utilizzato diffusamente le nuove forme di comunicazione, mostrando di conoscere e saper valorizzare le nuove tecnologie nell’ambito della dialettica politica. Tanto da guadagnarsi l’appellativo di Presidente di Internet.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • aid85 scrive:
    ultima soluzione...
    scappare !!! a gambe levate dal paese degli zombie...la speranza è l'ultima a morire ma se resta sole lei... meglio andarsene prima... ormai articoli del genere mi deprimo soltanto nn credo + alle fiabe l'italia sarà sempre l'italia e gli italiani nn cambieranno mai...ringraziate schenghen e sceglietevi una nuova patria è triste ma è question di sopravvivenza culturale...
  • pippo75 scrive:
    reti nuove con tecniche vecchie
    siamo ancora a cablare la nazione.Ma usiamo il WiMax, facciamo un bando di concorso e si assegna l'appalto.Magari vince una ditta che cabla tutta Italia o quasi, ad esempio AriaAdsl.
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: reti nuove con tecniche vecchie
      - Scritto da: pippo75
      siamo ancora a cablare la nazione.

      Ma usiamo il WiMax, facciamo un bando di concorso
      e si assegna
      l'appalto.

      Magari vince una ditta che cabla tutta Italia o
      quasi, ad esempio
      AriaAdsl.Senza la fibra il WiMax come fa a darti banda? A cosa si collega?
  • vday scrive:
    Certo che NON CI SONO SOLDI!!!!
    Perchè in itaglia quando si devono fare le grandi opere si fanno minkiate tipo la TAV per far costruire TUNNEL ad un personaggio ex ministro, il digitale terrestre, che non servirà ad una minkia e che farà vedere gli stessi programmi di ora (con in più le interruzioni nel mezzo causa segnale schifoso!!!) per far vendere partite e trasmissioni-XXXXX al capo dell'ex ministro e tante altre inutilità!!!!L'errore è stato fatto quando il mortadellone ha svenduto la rete SIP (oltre alle autostrade) pagata dai contribuenti e che DOVEVA RIMANERE PUBBLICA e finanziata dalle tasse. Solo così si sarebbe sviluppata una rete GRATUITA (Wi-MAX) e disponibile ovunque per cui tutti i cittadini sarebbero stati contenti, senza che le lobby-tlc si fossero arricchite ed avrebbero riciclato soldi sporchi....Quello che c'è ora sta solo approfittando della situazione ed è ormai troppo tardi!!!! :(
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: Certo che NON CI SONO SOLDI!!!!
      Il Wi-Max? Quello obsoleto prima ancora di essersi diffuso? Era un bel cavallo di battaglia, ma la gente che ne ha parlato non ne ha capito nulla... Le potenzialità del segnale erano interessanti (benché l'obsolescenza in questo campo pare sia piuttosto rapida) ma senza la fibra il Wi-Max a cosa si connette? Che banda può darti? I ripetitori devono essere collegati alla rete. Quindi, per come se ne è parlato in Italia, era un progetto che al massimo poteva dare 2 MB ai paesini di montagna, siamo lontani dalla banda larga sul tutto il territorio. Il gratuito poi scordatelo, non riusciamo neppure ad avere una rete decente a pagamento...
      • MeX scrive:
        Re: Certo che NON CI SONO SOLDI!!!!
        concordo, il WiMax serve a eliminare "l'ultimo miglio" e dare connettivitá in mobilitá nei centri urbani
  • claudio scrive:
    numeri
    320km della autostrada pedemontana, che avra' un tracciato di 8715 portaerei Cavour, quando non abbiamo neppure quest'ultima operativa.Quando avremo la "GIENTE" che chiama la cosa con la tastiera "compiuter" e ti manda un allegato XLS da un ufficio per 2 (due)numeri di cello (capitato venerdi') si fara' l'infrastruttura.
  • Marcello Favale scrive:
    NGN e Berlusconi
    E' diventata una moda a cui non si è sottratto l'autore di questo artcolo: quando non si ha più niente da dire si addossa la colpa a Berlusconi.Lungi da me il volerlo difendere, ma questa volta - chiedo scusa a Mantellini - c'entra come il cavolo a merenda. Si tira in ballo anche Telefonica che, come tutte le aziend straniere che si sono accaparrate banche, gloriose aziende (Motta) ha lo scopo fin troppo dichiarato di succhiare la.. mucca.Telecom si trova a scontare il pletorico personale ereditato da SIP (tecnologicamente - ormai - non più idneo alla bisogna) e vuole scaricare sullo Stato (ioè sulla "mucca", di cui innanzi) gli oneri corrispettivi.Perchè non facciamo ua prova: creaiamo un socieà a capitale diffuso (cioè offriamo a tutti i ittadin di mettere mano al portafoglio per investire in azioni della predetta. Pensate che ci sarà un soo cittadino che investirà, sia pure 1000 euro, nell'acquisto di azioni?Perchè il Governo dovrebbe buttare 800 milioni di euro? per finanziare Telecom (e, quindi, finanziare Telefonica-Zapatero)?Il buon Mantellini - per cortesia - risponda a questa precisa domanda. Grazie.
    • Joshthemajor scrive:
      Re: NGN e Berlusconi
      Se berlusconi fosse il diretto interessato, avremmo la fibra ottica anche su per il XXXX.
    • Massimo Mantellini scrive:
      Re: NGN e Berlusconi
      Il governo dovrebbe investire denaro per favorire la copertura in banda larga delle ampie zone del paese che ne sono scoperte. Non si tratta di soldi per Telecom o per gli altri operatori coinvolti ma per il paese. Le ragioni sono le medesime per cui dovrebbe finanziare una NGN, esattamente come stanno facendo molti governi in tutto il mondo. Purtroppo non solo il mercato non è in grado di finanziare simili investimenti ma spesso nemmeno i cittadini ne comprendono la necessita'.
      • MeX scrive:
        Re: NGN e Berlusconi
        se vivi in un paese dove la gente non arriva a fine mese mi pare ovvio che non capiscono l'utilitá della fibra
  • Africano scrive:
    Banda larga ora da nuovo paradigma proto
    Banda larga ora da nuovo paradigma del protocollo di comunicazioneHo una proposta, presentata al forum, per incrementare la banda disponibile abbattendo il traffico dai file più grossi, sfruttando il vantaggio della facile duplicazione del digitale, non considerato all'origine del protocollo tcpip, perché non era pensato per scambiare molti file di grosse dimensioni da una sorgente a molti, ma per mettere dei punti distanti in comunicazione con una rete senza un centro. Così il tcpip sfrutta il digitale per assicurare una trasmissione in caso di perdita di pacchetti senza dipendere da un particolare percorso. Da queste considerazione nasce la proposta di Universal Resource che linko e riassumo:http://www.piforum.it/b.aspx?i=2806686Il protocollo dovrebbe prevedere che i file possano essere contrassegnati di libertà di circolazione e riproduzione senza dipendere da una precisa sorgente, ma il sistema stesso si dovrebbe occupare di conservare i file più popolari in prossimità dell'ultimo miglio dell'utente. Come del resto indicato dal file sharing, che ha adottato strategie simili per superare la ristrettezza di banda.Nella mia proposta, l'isp stesso potrebbe conservare in datacenter locali, i file Universal Resource più scambiati, se un utente incontra un download di Universal Resource in qualunque parte della rete, può servirla dal datacenter locale senza impegnare la banda per portare gli stessi file, dagli stessi posti, pure molto lontani, a pochi passi uno dall'altro. Nella proposta originale è indicato come, e per questo servirebbe maggior banda di upload, il datacenter locale potrebbe anche essere una porzione dell'hard disk dell'utente, come avviene col p2p. L'utente stipula un contratto coll'isp, l'isp usa una porzione dei nuovi capienti hard disk dell'utente come cache locale e usa questa cache per servire gli utenti dai punti più vicini che hanno quella Universal Resource.Nota notata mentre scrivo (da aggiungere nel 3ad originale)Questo potrebbe mitigare molto il digital divide, come non averci pensato prima. :oImho, già ora, senza cambio di infrastrutture ma con solo logica diversa, si potrebbe aumentare di molto la banda disponibile.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2010 02.13-----------------------------------------------------------
    • Eretico scrive:
      Re: Banda larga ora da nuovo paradigma proto
      Non riesco ad accedere al forum di PI, mi potresti postare qui il link.Thanks :)
      • Africano scrive:
        Re: Banda larga ora da nuovo paradigma proto
        Link a che? Per un link esterno toccherebbe aspettare. Per ora c'è solo la discussione nel forun, credo.
        • Eretico scrive:
          Re: Banda larga ora da nuovo paradigma proto
          Ah ok, non riuscendo ad accedervi pensavo ci fosse un link alla proposta...Grazie lo stesso.
  • The Real Gordon scrive:
    Una volta che si fa una cosa buona...
    ...dovete per forza criticare?Che interesse avrebbero Fastweb, Wind e Vodafone a dire di voler fare una nuova rete senza poterla realmente fare? Guardate che i primi 2,5 miliardi non è che siano poi 'sto gran che, avete idea di che multinazionale sia la sola Vodafone? Volete che non trovino finanziamenti bancari?!Chiaro che cerchino, se possono, qualche compartecipazione pubblica, sia pur minoritaria. E direi che piuttosto che buttare nel XXXXX i soldi con quella XXXXXXXta del digitale terrestre è meglio trovare i fondi per una nuova rete in fibra.Direi invece che sono solo da elogiare, per una volta si prova a fare qualcosa di buono anche in Italia.
  • ruppolo scrive:
    Finanziamenti pubblici?
    Cioè dovremmo rivivere l'esperienza di vederci rubare l'infrastruttura, come fece Telecom Italia quando la fregò alla ASST, questa volta da Vodafone, FastWeb e Wind?No, grazie.
  • Nedanfor non loggato scrive:
    Ma perché
    non si apre il mercato italiano al resto dell'UE? Magari regolando il tutto con contratti ad-hoc (in modo da creare qualche posto di lavoro anche per gli italiani, vedi mai che non sia un incentivo alla ripresa economica). Ci sarebbe più concorrenza e quindi servizi migliori e a costo minore.In realtà è una domanda retorica: si lederebbero gli interessi degli attuali oligopolisti. Ma noi consumatori siamo tutti idioti? Dobbiamo sopportare e basta?
    • MarcelloRomani scrive:
      Re: Ma perché
      Il problema è che anche il consumatore più avveduto non può applicare all'ADSL la stessa logica che applica ai CD/DVD: quelli li puoi ordinare all'estero, dove non hanno la maf..ehm SIAE, ma il doppino è... legato al territorio. Quindi o emigri verso paesi meno arretrati dell'Italia o devi accontentarti degli esili strumenti di partecipazione democratica in voga qui da noi... tipo postare un commento su PI!
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: Ma perché
        - Scritto da: MarcelloRomani
        Il problema è che anche il consumatore più
        avveduto non può applicare all'ADSL la stessa
        logica che applica ai CD/DVD: quelli li puoi
        ordinare all'estero, dove non hanno la maf..ehm
        SIAE, ma il doppino è... legato al territorio.
        Quindi o emigri verso paesi meno arretrati
        dell'Italia o devi accontentarti degli esili
        strumenti di partecipazione democratica in voga
        qui da noi... tipo postare un commento su
        PI!Se tutti i consumatori fossero avveduti all'annuncio dell'estensione del pizzo-equo compenso a tutti i supporti con memoria (nonché 5% sui lettori CD/DVD, un giorno qualcuno mi spiegherà di cosa sono rei... o perché non pagheremo il 5% anche per ogni SATA/USB) ci sarebbe stata una sommossa. Non ho letto la notizia su nessun quotidiano nazionale né sui TG nazionali (anche se c'è da dire che i quotidiani li compro 1-2 volte a settimana).Poi è vero, purtroppo l'ADSL non la possiamo importare... Ma vorrei che il mercato fosse libero (non mi vedo come teorico del liberismo, in realtà sono molto autarchico, però oggi come oggi sarebbe una soluzione immediata) in modo da avere la libertà di scegliere.PS. Per quanto riguarda gli acquisti dall'estero... Su 8 negozi locali d'informatica 7 già vendono i CD in nero. Lo Stato dirà addio all'IVA anche su tutti gli HDD?
        • MarcelloRomani scrive:
          Re: Ma perché
          - Scritto da: Nedanfor non loggato
          - Scritto da: MarcelloRomani

          Il problema è che anche il consumatore più

          avveduto non può applicare all'ADSL la stessa

          logica che applica ai CD/DVD: quelli li puoi

          ordinare all'estero, dove non hanno la maf..ehm

          SIAE, ma il doppino è... legato al territorio.

          Quindi o emigri verso paesi meno arretrati

          dell'Italia o devi accontentarti degli esili

          strumenti di partecipazione democratica in voga

          qui da noi... tipo postare un commento su

          PI!

          Se tutti i consumatori fossero avveduti
          all'annuncio dell'estensione del pizzo-equo
          compenso a tutti i supporti con memoria (nonché
          5% sui lettori CD/DVD, un giorno qualcuno mi
          spiegherà di cosa sono rei... o perché non
          pagheremo il 5% anche per ogni SATA/USB) ci
          sarebbe stata una sommossa. Non ho letto laPer "sommuoverti" contro una "cosa" devi sapere che quella "cosa" esiste. Se né giornali, né TV danno risalto alla notizia è praticamente impossibile che ci sia una consapevolezza diffusa sull'argomento.
          notizia su nessun quotidiano nazionale né sui TG
          nazionali (anche se c'è da dire che i quotidiani
          li compro 1-2 volte a
          settimana).E' un fatto che la competenza dimostrata dai giornalisti sui temi legati alla tecnologia e ad Internet rasenta il ridicolo. Se aggiungiamo che i quotidiani e ancor di più i telegiornali non sono affatto indipendenti ma soffrono di un controllo ferreo da parte di politici e/o potentati economici (e la SIAE non è certo un'associazione di frati benefattori), le conclusioni vengono da sè...

          Poi è vero, purtroppo l'ADSL non la possiamo
          importare... Ma vorrei che il mercato fosse
          libero (non mi vedo come teorico del liberismo,
          in realtà sono molto autarchico, però oggi come
          oggi sarebbe una soluzione immediata) in modo da
          avere la libertà di
          scegliere.La libertà di scelta (vera) ha un grosso problema - per chi ha il potere in mano: la "gente" potrebbe non scegliere di acquistare i servizi / prodotti dai loro "amici". Nuovi soggetti economici lontani dalle stanze dei bottoni e liberi da collusioni affaristico / criminali potrebbero affacciarsi sul mercato e perndersene una fetta sempre maggiore grazie a servizi migliori e a costi più bassi. Tutto ciò per chi oggi è nella posizione dominante è ovviamente inaccettabile.Quindi finché un asteroide non porterà all'estinzione questi dinosauri del Mercato Assistito (dal Potere) ci terremo il monopolio Telecom, la copertura adsl scarsa, la banda stretta, il decreto Pisanu che se metti un access point Wifi libero e ti beccano vai in galera, ecc. ecc.

          PS. Per quanto riguarda gli acquisti
          dall'estero... Su 8 negozi locali d'informatica 7
          già vendono i CD in nero. Lo Stato dirà addio
          all'IVA anche su tutti gli
          HDD?
      • FDG scrive:
        Re: Ma perché
        - Scritto da: MarcelloRomani
        Quindi o emigri verso paesi meno arretrati
        dell'Italia...Ci sto pensando. Meglio farlo prima che inizino a trattarci come i nuovi morti di fame.
  • quasi anonimo scrive:
    priorità
    Dott. Mantellini, nell'elenco di come spendere 20 miliardi di euro dimentica di citare che potrebbero essere impiegati in ammortizzatori sociali e/o interventi per rilanciare l'economia (diversi dalla NGN che avrebbe ricadute in un arco di tempo troppo lungo), che milioni di famiglie attendono come la manna dal cielo.Di fronte all'emergenza, e l'Italia è maestra nella cultura dell'emergenza, purtroppo non è possibile concentrarsi su progetti di medio lungo periodo come questo.Naturalmente è solo il punto di vista di una persona che lavora nell'IT e non di un insigne economista.Cordialmente
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: priorità
      - Scritto da: quasi anonimo
      Dott. Mantellini, nell'elenco di come spendere 20
      miliardi di euro dimentica di citare che
      potrebbero essere impiegati in ammortizzatori
      sociali e/o interventi per rilanciare l'economia
      (diversi dalla NGN che avrebbe ricadute in un
      arco di tempo troppo lungo), che milioni di
      famiglie attendono come la manna dal
      cielo.
      Di fronte all'emergenza, e l'Italia è maestra
      nella cultura dell'emergenza, purtroppo non è
      possibile concentrarsi su progetti di medio lungo
      periodo come
      questo.
      Naturalmente è solo il punto di vista di una
      persona che lavora nell'IT e non di un insigne
      economista.
      CordialmenteConcordo, ma ci stiamo dimenticando che abbiamo 60 miliardi di buco che Tremonti non vuole spiegarci. Siamo ad un passo dalla Grecia... Inoltre per combattere davvero la crisi (ma non andava fatto ora, andava fatto uno o due anni fa) bisogna generare posti di lavoro e rilanciare l'economia, quindi ben vengano grandi opere UTILI. Ben vengano appalti PULITI. Ben vengano investimenti sull'istruzione. Abbiamo buttato chissà quanti milioni per l'isola della Maddalena (dove si sarebbe dovuto tenere il G8) e avremmo potuto spenderli in 3000 modi diversi...
      • Tze Tze scrive:
        Re: priorità


        Concordo, ma ci stiamo dimenticando che abbiamo
        60 miliardi di buco che Tremonti non vuole
        spiegarci. Tranquillo, sono molti di più.L'Italia ha un debito pubblico di circa duemila miliardi di euro , l'equivalente di circa 100 finanziarie (o 150 anni di recupero dall'evasione fiscale sul modello del Governo Prodi) con un tasso medio di interessi del 5 percento che fanno circa 90 miliardi di Euro all'anno da versare ai debitori esteri, che sono l'equivalente di 4 cablaggi in fibra di tutto il territorio nazionale. Possiamo sperare in tre eventi :- 1 Che nel 2012 il mondo finisca veramente- 2 Che Berlusconi riesca a farsi eleggere "Sovrano del Mondo" e ci annulli il debito.- 3 Che l'economia mondiale fallisca.Sinceramente il punto 3 non mi dispiacerebbe, si potrebbe tornare a coltivare l'orto e scambiarsi merce mediante il baratto, come ai bei tempi.
        • Tze Tze scrive:
          Re: priorità
          PS : se ti interessa il debito pubblico della Grecia, è di circa 500 miliardi di Euro su una popolazione di circa 25 milioni di abitanti.
        • Funz scrive:
          Re: priorità
          Qualche mese di inflazione modello Zimbabwe e tutti i debiti spariscono (e tutti i risparmi, ovviamente)Il problema è mangiare nel frattempo.
          • jfk scrive:
            Re: priorità
            - Scritto da: Funz
            Qualche mese di inflazione modello Zimbabwe e
            tutti i debiti spariscono

            (e tutti i risparmi, ovviamente)
            Il problema è mangiare nel frattempo.Io la terra da coltivare ce l'ho, ed ho anche circa 85 alberi di ulivo, quindi fai un po' tu... :-D
          • Horror from the Deep scrive:
            Re: priorità
            Verremo a mangiare da te (o a mangiare te (rotfl) ).
          • Tze Tze scrive:
            Re: priorità
            - Scritto da: Funz
            Qualche mese di inflazione modello Zimbabwe e
            tutti i debiti spariscono

            (e tutti i risparmi, ovviamente)
            Il problema è mangiare nel frattempo.Bene ... altri sostenitori del punto 3. :D
  • Schweizer scrive:
    Non mi lamento
    Sono il felice intestatario di una connessione via cavo a 25Mbit che da un mese circa è diventata 50Mbit. Pago circa 50 /mese e ci faccio marciare casa e business, e anche qualche server web (non mission critical).Non posso lamentarmi, ma sto considerando l'aggiornamento a 100Mbit, già disponibile e che non necessita di nessun aggiornamento hardware/cablaggio.PS: dimenticavo di dirvi che non vivo in Italia. Sorry...
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: Non mi lamento
      - Scritto da: Schweizer
      Sono il felice intestatario di una connessione
      via cavo a 25Mbit che da un mese circa è
      diventata 50Mbit. Pago circa 50 /mese e ci
      faccio marciare casa e business, e anche qualche
      server web (non mission
      critical).
      Non posso lamentarmi, ma sto considerando
      l'aggiornamento a 100Mbit, già disponibile e che
      non necessita di nessun aggiornamento
      hardware/cablaggio.

      PS: dimenticavo di dirvi che non vivo in Italia.
      Sorry...Beato tu... Io qui vedo negozi (d'informatica s'intende) campare con massimo 12 Mbps (la velocità media di Fastweb a livello locale). E con 1 Mbps di upload, se non 0.6/0.8. Noi paghiamo 30 euro al mese (con un po' di XXXX) per avere 3 IP (eh, dannati router bloccati) con 20/1 o 10/10, ma il 10/10 si prende solo in poche città. Ovviamente non effettivi ma massimi, ci mancherebbe. Purtroppo è un colpo per l'economia... Nessuno potrà mai fare servizi di hosting web a livello locale/nazionale, dovremmo sempre rivolgerci all'estero (con tanti ringraziamenti da USA, Germania e Francia). A lungo termine questo si paleserà sempre di più.
      • Gigetto scrive:
        Re: Non mi lamento
        - Scritto da: Nedanfor non loggato. Noi
        paghiamo 30 euro al mese (con un po' di XXXX) per
        avere 3 IP (eh, dannati router bloccati) con 20/1Bah, qui se ti posso essere utile, ti dico di farti il tuo bel indirizzo ipv6 ed hai risolto tutte le loro XXXXXXXte
      • Joshthemajor scrive:
        Re: Non mi lamento
        io ho adsl 20 mega fastweb, di media quando scarico sono sui 300kbps...da internet, per quanto riguarda il p2p venderei il posteriore per averne almeno la metà fissi su di un file.
    • collione scrive:
      Re: Non mi lamento
      buhahahahaha troppo forte viste le cose che dici o vivi in Francia o in Svizzera
    • FDG scrive:
      Re: Non mi lamento
      - Scritto da: Schweizer
      PS: dimenticavo di dirvi che non vivo in Italia.
      Sorry...(rotfl)Rido per non piangere
    • jfk scrive:
      Re: Non mi lamento
      - Scritto da: Schweizer
      PS: dimenticavo di dirvi che non vivo in Italia.
      Sorry...Allora sei XXXXXXXX dentro... :-D Perche' infierire su noi poveri mortali?Da dove scrivi, che ci vengo anche io?
  • nemo scrive:
    riflessione su "digital divide"
    Esco proprio adesso da una disavventura con il mio operatore (leggasi taglieggiatori autorizzati), forse il "digital divide" e' voluto, altrimenti non si spiegherebbe perche' se si confrontano le tariffe applicate risulta un cartello dei costi (29,xx). Quindi se:"digital divide" = "meno libera informazione" + "guadagni sicuri" (per gli operatori).almeno di non scardinare il sistema (TELCO + Politica), resteremo nell'era di internet V 1.0 per un lungo periodo, mentre il resto d'europa forse volera verso un internet V x.0 e chissa verso cosaltro
    • MaestroX scrive:
      Re: riflessione su "digital divide"
      Quando noi avremo la fibra, gli altri avranno il teletrasporto.
      • Marsh scrive:
        Re: riflessione su "digital divide"
        E l'Italia si ritroverà di nuovo una grossa fetta di popolazione che emigra, a ricordare il secondo dopogruerra =)
      • vday scrive:
        Re: riflessione su "digital divide"
        - Scritto da: MaestroX
        Quando noi avremo la fibra, gli altri avranno il
        teletrasporto.Qui da noi di FIBRA avremo solo il FABRI..... :(
    • Africano scrive:
      Re: riflessione su "digital divide"
      C'è un 3ad più sotto che interessa il digital divide.Il protocollo tcpip è stato pensato per rispondere ad esigenze diverse dalle attuali. Il traffico odierno è anche intasato dalla trasmissione continua degli stessi pacchetti di file in tutte le direzioni, a causa del protocollo che chiede di spedire la stessa risorsa dalla stessa sorgente in tutte le direzioni sempre, questo è necessario per le comunicazioni on the fly, ma per la trasmissioni di pacchetti di file sempre uguali a se stessi, il protocollo non sfrutta la facilità di copia del digitale, la sfrutta per non preoccuparsi dei pacchetti persi, mentre basterebbe localizzare, anche in porzioni dell'hard disk condivise dell'utente, le risorse libere più popolari, per ottenere una cloud locale che fornisca agli utenti dalla più vicina cache che già la contiene. In dipendenza dalla banda di upload si sposta la convenienza tra le porzioni di hard disk condivise e data center degli isp, imho. È quello che si è sviluppato dalla rete stessa coi protocolli di file sharing.Quindi occorre un ripensamento del protocollo o l'acquisizione di modalità per sfruttare cio che già si è dimostrato vantaggioso.Il digitale non ha bisogno di trasmettersi sempre, non tutto almeno, le risorse che si trasmettono uguali e libere non hanno bisogno di trasmettersi per tutte le richieste, perché il digitale si propaga, basta che si localizzi nei paraggi dell'utente.Per cui insieme a fibra si dovrebbe dire protocollo di sharing e upload, un po' di banda si dovrebbe recuperare, imho.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 maggio 2010 00.12-----------------------------------------------------------
  • Internetcrazia scrive:
    Politica
    Per la politica Internet è una minaccia, essendo strumento di Democrazia!Lo abbiamo visto con De Magistris, lo vediamo oggi col Movimento 5 Stelle...non solo ci dobbiamo liberare di questa generazione che governa, ma sono scettico anche sulla successiva generazione che sta cominciando a spingere...dovremmo fare tabula rasa!Ciao a tutti.
    • piersilvio scrive:
      Re: Politica
      - Scritto da: Internetcrazia
      Per la politica Internet è una minaccia, essendo
      strumento di
      Democrazia!
      Lo abbiamo visto con De Magistris, lo vediamo
      oggi col Movimento 5 Stelle...non solo ci
      dobbiamo liberare di questa generazione che
      governa, ma sono scettico anche sulla successiva
      generazione che sta cominciando a
      spingere...dovremmo fare tabula
      rasa!
      Ciao a tutti.Vecchia+nuova al rogo!!!
      • Paolo scrive:
        Re: Politica
        D'accordo con tutti e due, occore NECESSARIAMENTE SRADICARE i governanti, immersi fino al capello di vari impicci ed accorti atti a non far muovere il paese!
        • Nedanfor non loggato scrive:
          Re: Politica
          - Scritto da: collione
          in compenso sta dimostrando di avere un'enorme
          capacità di mantenere i propri privilegi,
          sopprimere le idee, costringere i geni ad
          emigrare ( solo perchè non sono i loro figli o
          nipoti ovviamente
          )Quello è grazie agli anni '70 e alla strategia della tensione. Dobbiamo ringraziare NATO, USA e P2 se oggi abbiamo questa meravigliosa acriticità e abbiamo dimenticato il nostro passato. Senza ovviamente toglier meriti a quegli italiani che hanno cavalcato l'onda.
          certo tutto va bene, per lui ovviamente :DNo no, va tutto bene, proprio come in Grecia... Ops, mi è scappata :D
          eh il popolino italiota, un solo uomo riuscì a
          capire cosa bisognava fare
          :DTriste ma vero... Però il popolino non è spontaneo, viene abbondantemente coltivato.
          perchè c'hanno la Nokia :D

          no è solo che lì la gente lavora per davvero, dal
          primo ministro allo spazzino, mentre qui da noi
          siamo quasi tutti furbetti nullafacenti che
          rubacchiano e il nostro sogno nel cassetto è
          farci una villa in Sardegna dove portare veline
          nude che ci faranno servizietti giorno e notte
          :DAggiungo che lì, se un ministro putacaso tiene la donna delle pulizie in nero, si dimette annunciandolo attraverso tutti i media, chiedendo scusa e ritirandosi a vita privata. Senza esser costretto dalla legge ma per evitare il linciaggio (e anche un po' per vergogna). Qua basta che dici che è colpa dei giudici comunisti...
          e il bello è che poi dicono di non sapere chi,
          come, quando e dove ha comprato le loro
          case

          non so, questa gente crede che siamo tutti
          tronisti?
          :DBeh, a chi non è capitato di pagare 600.000 euro una casa davanti al Colosseo? Il divertente è che facendo il raffronto al costo per metri quadrati la mia attuale casa costa praticamente uguale. Però abito a 70 km da Roma in una palazzina con vista orrenda. A saperlo prima...
          per non parlare della mitica sanità italiana,
          superata abbondantemente pure da quella cubana e
          panamense
          :DPanama non ne ho idea, ma Cuba ha le Università gratuite (nonché ottime, ho parenti e amici cubani). Ciò vuol dire che tanta gente si laurea, ci sono tanti medici e lo Stato li assume. C'è anche maggior senso civico... Qui purtroppo siamo in direzione tristemente contraria. Senza contare che governatori che hanno distrutto la sanità di una regione son stati premiati come Ministri della Sanità... Se mi metto ad abbattere palazzi mi faranno Ministro delle Infrastrutture?
          • Certo Certo scrive:
            Re: Politica
            - Scritto da: Nedanfor non loggato

            certo tutto va bene, per lui ovviamente :D

            No no, va tutto bene, proprio come in Grecia...
            Ops, mi è scappata
            :D
            verissimo tant'è che sto già pensando di emigrare in Argentina :D
            Triste ma vero... Però il popolino non è
            spontaneo, viene abbondantemente
            coltivato.
            come faranno poi a spargere i semi nelle tv, mah :D
            basta che dici che è colpa dei giudici
            comunisti...
            cavolo abbiamo tutti questi comunisti in Italia e nessuno di loro propone l'abolizione della borsa valori e della proprietà privata? :D
            della Sanità... Se mi metto ad abbattere palazzi
            mi faranno Ministro delle
            Infrastrutture?no no, condizione necessaria per diventare ministro è passare una settimana in quella famosa villa in Sardegna :D
        • FDG scrive:
          Re: Politica
          - Scritto da: Nedanfor non loggato
          Gli italiani non sanno cos'è il futuro.Se è per questo, manco ci ricordiamo il passato.
      • vday scrive:
        Re: Politica
        - Scritto da: piersilvio
        - Scritto da: Internetcrazia

        Per la politica Internet è una minaccia, essendo

        strumento di

        Democrazia!

        Lo abbiamo visto con De Magistris, lo vediamo

        oggi col Movimento 5 Stelle...non solo ci

        dobbiamo liberare di questa generazione che

        governa, ma sono scettico anche sulla successiva

        generazione che sta cominciando a

        spingere...dovremmo fare tabula

        rasa!

        Ciao a tutti.

        Vecchia+nuova al rogo!!!I politici CORROTTI tutti AL ROGO!!!! :@
Chiudi i commenti