Twitter, cinguettii malevoli

Il servizio di micro-blogging cade vittima di ignoti cyber-criminali che rubano account e sparano tweet malevoli a raffica. Il problema, però, non è Twitter ma il PC compromesso dell'utente.

Roma – Un nuovo pericolo di sicurezza minaccia Twitter: il servizio di micro-messaggistica più amato dai politici italiani viene utilizzato dagli ignoti autori di un malware per trasmettere tweet in lingua olandese, con tanto di link potenzialmente malevoli da seguire.

La minaccia è stata identificata da Trusteer e si basa su un agente patogeno precedentemente noto per rubare le credenziali di accesso ai portali bancari, e che nella nuova variante è stato modificato per prendere il controllo degli account utente di Twitter.

Una volta compromesso un account, il malware – già presente sul PC – inietta codice JavaScript malevolo nel browser quando l’utente è sulla pagina di Twitter, inviando messaggi sulla real casa dei Paesi Bassi contenenti URL in formato compatto.

Trusteer dice di non aver indagato oltre la natura degli URL, ma sospetta il tentativo di spargere ulteriori infezioni informatiche, e sottolinea la raffinatezza dell’attacco: l’abuso delle API di Twitter trasforma profili che gli utenti seguono (e a cui quindi danno fiducia) in uno strumento di attacco estremamente pericoloso.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Causio scrive:
    Distrazioni
    Allora, facciamo così.- eliminiamo lo specchietto retrovisore, perché guardandolo si distoglie l'attenzione dalla strada (ne sanno qualcosa le donne che lo usano per truccarsi)- eliminiamo l'autoradio: una canzone particolarmente coinvolgente potrebbe distrarre, oppure l'heavy metal potrebbe "eccitare"- introduciamo l'obbligo di paraocchi, funzionano bene con i cavalli, perché non dovrebbero con le persone?- eliminiamo i cartelli stradali, soprattutto quelli pubblicitari, potrebbero distrarre. Suggerirei di costruire dei muri di cemento alti 2 metri intorno ad ogni strada per evitare distrazioni- velocità max 30 all'ora, così anche in caso di distrazioni i danni sono minimi- aggiunta di una seconda cintura di sicurezza, per diminuire gli infortuni- macchine insonorizzate, in modo che dall'esterno giungano solo i rumori di clacson e sirene. Una forte XXXXXXXXXX di un passante potrebbe distrarre il guidatore- almeno 2 ore di training al giorno su simulatore di guida su PC, creato e distribuito dallo stato- prove di idoneità bimestrali per verificare i riflessi- patente fino a 30 anni, poi basta perché i riflessi diminuiscono (è accertato)- divieto di parlare nel veicolo (un microfono collegato direttamente con la polizia rileverà le infrazioni)- divieto di fumare, mangiare popcorn o altro durante la guida- divieto di sbattere le palpebre, potrebbe essere fatale. Potrebbe andare bene un dispositivo tecnologico come quello di "Opera"- un chip nel cervello che aiuti nella guida.
  • Surak 2.0 scrive:
    ovvio che no
    Che digitare i messaggi o dettarli sia la stessa cosa è una boiata.Il problema magari è l'inverso... se senti la necessità d'inviare un sms o telefonare mentre guidi, sei "lento" di natura.
    • Pastoso scrive:
      Re: ovvio che no
      - Scritto da: Surak 2.0
      Che digitare i messaggi o dettarli sia la stessa
      cosa è una boiata.Dipende.Se usi Siri va tutto bene, se usi altri sistemi rischi di perdere più tempo.
      • Pruppolo scrive:
        Re: ovvio che no
        - Scritto da: Pastoso
        - Scritto da: Surak 2.0

        Che digitare i messaggi o dettarli sia la stessa

        cosa è una boiata.
        Dipende.
        Se usi Siri va tutto bene, se usi altri sistemi
        rischi di perdere più
        tempo.Se usi siri sei il classico bimbominkia che vuole far colpo sulla scosciata seduta a fianco
        • Sgabbio scrive:
          Re: ovvio che no
          00/10
        • panda rossa scrive:
          Re: ovvio che no
          - Scritto da: Pruppolo
          - Scritto da: Pastoso

          - Scritto da: Surak 2.0


          Che digitare i messaggi o dettarli sia
          la
          stessa


          cosa è una boiata.

          Dipende.

          Se usi Siri va tutto bene, se usi altri
          sistemi

          rischi di perdere più

          tempo.

          Se usi siri sei il classico bimbominkia che vuole
          far colpo sulla scosciata seduta a
          fiancoSe sei un bimbominkia con l'aifogn, la scosciata seduta a fianco e' un trans ed e' stato pagato in anticipo.
        • nEIyfdJvfag U scrive:
          Re: ovvio che no
          http://propranolol60mg.com/#7055 propranolol,
      • Skywalkersenior scrive:
        Re: ovvio che no
        - Scritto da: Pastoso
        Se usi Siri va tutto bene, se usi altri sistemi
        rischi di perdere più
        tempo.Ho provato a dettare sms con Siri e, per quanto ben fatto, non è infallibile. Il problema non è il sistema di dettatura, ma il fatto che poi ci si distrae comunque nel rileggere il messaggio prima di inviarlo.
        • tron scrive:
          Re: ovvio che no
          - Scritto da: Skywalkersenior
          - Scritto da: Pastoso


          Se usi Siri va tutto bene, se usi altri sistemi

          rischi di perdere più

          tempo.

          Ho provato a dettare sms con Siri e, per quanto
          ben fatto, non è infallibile. Il problema non è
          il sistema di dettatura, ma il fatto che poi ci
          si distrae comunque nel rileggere il messaggio
          prima di inviarlo.Infatti la distrazione sta non nel dettare il messaggio ma nel controllare che siri abbia scritto"mi raccomando cara ricordati di dire al muratore di aprire un grosso buco in quel muro"e non"mi raccomando cara ricordati di dire al muratore di aprire un grosso buco in quel XXXX"
        • Surak 2.0 scrive:
          Re: ovvio che no
          - Scritto da: Skywalkersenior
          - Scritto da: Pastoso


          Se usi Siri va tutto bene, se usi altri sistemi

          rischi di perdere più

          tempo.

          Ho provato a dettare sms con Siri e, per quanto
          ben fatto, non è infallibile. Il problema non è
          il sistema di dettatura, ma il fatto che poi ci
          si distrae comunque nel rileggere il messaggio
          prima di
          inviarlo.Non ha la funzione di "rilettura" a voce?Comunque sia, un'occhiata di sfuggita ad uno schermo, non è mai come tenere le mani occupate per digitare tasti e guardarla di continuo per trovarli, poi magari guardare infine il risultato.E' comuqnue una questione di tempi.Poi potrebbero tagliare la testa al toro e decidersi di eliminare gli sms sostituendoli con messaggi a voce a pari costo, proprio con il pretesto delal sicurezza
          • Skywalkersenior scrive:
            Re: ovvio che no
            - Scritto da: Surak 2.0
            - Scritto da: Skywalkersenior

            - Scritto da: Pastoso




            Se usi Siri va tutto bene, se usi altri
            sistemi


            rischi di perdere più


            tempo.



            Ho provato a dettare sms con Siri e, per quanto

            ben fatto, non è infallibile. Il problema non è

            il sistema di dettatura, ma il fatto che poi ci

            si distrae comunque nel rileggere il messaggio

            prima di

            inviarlo.

            Non ha la funzione di "rilettura" a voce?Non so. Il telefono non era mio, ero solo curioso di provare siri e ho provato col telefono di un amico
            Comunque sia, un'occhiata di sfuggita ad uno
            schermo, non è mai come tenere le mani occupate
            per digitare tasti e guardarla di continuo per
            trovarli, poi magari guardare infine il
            risultato.Sicuramente. Con una tastiera fisica ed un po' di allenamento, si riesce a scrivere senza guardare mai il display, ma con i touch screen è molto più difficile
            E' comuqnue una questione di tempi.
            Poi potrebbero tagliare la testa al toro e
            decidersi di eliminare gli sms sostituendoli con
            messaggi a voce a pari costo, proprio con il
            pretesto delal
            sicurezzaUn messaggio scritto ha comunque delle peculiarità rispetto a quello vocale: se si deve comunicare qualcosa di poco chiaro, è meglio che sia scritto. Comunque nessuno vieta di chiamare ed, eventualmente, lasciare un messaggio in segreteria. Tra un sms ed una breve chiamata i costi sono più o meno simili
  • Anonimo scrive:
    Solite boiate
    I soliti studi che non finirò mai di chiedermi chi li paga...Che poi se parli col tizio seduto di fianco va bene, se parli al cell ti sconcentri?
    • Pastoso scrive:
      Re: Solite boiate
      - Scritto da: Anonimo
      I soliti studi che non finirò mai di chiedermi
      chi li
      paga...
      Che poi se parli col tizio seduto di fianco va
      bene, se parli al cell ti
      sconcentri?No, se parli al cellulare di DEconcentri.Se parli col tizio seduto di fianco, sei malato di mente, perché al fianco c'è l'amico invisibile... che non ti risponde.
      • Anonimo scrive:
        Re: Solite boiate
        Te in auto vai sempre solo quindi?
        • crow scrive:
          Re: Solite boiate
          No lui va in auto con Siri, mica gli serve altra compagnia!!! poi apple maps lo tiene di sicuro lontano da percorsi pericolosi, come i signori in Australia persi nel deserto grazie a Apple.
          • ndr scrive:
            Re: Solite boiate
            - Scritto da: crow
            No lui va in auto con Siri, mica gli serve altra
            compagnia!!! poi apple maps lo tiene di sicuro
            lontano da percorsi pericolosi, come i signori in
            Australia persi nel deserto grazie a
            Apple.1/10Sbadiglio.
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: Solite boiate
      - Scritto da: Anonimo
      I soliti studi che non finirò mai di chiedermi
      chi li
      paga...
      Che poi se parli col tizio seduto di fianco va
      bene, se parli al cell ti
      sconcentri?Dipende... se parli guardando dritto, dando la priorità quindi alla guida... la deconcentrazione è minima (non più del pensare a dove si trova la marica per cambiare)... se invece uno è "modello XXXXX" del tipo che quando parla al passeggero si gira verso lui e magari gesticola pure...o ha visto troppa tv (lo fanno in televisione di guardare fisso il passeggero e mai la strada) oppure è nato scemo di suo.
Chiudi i commenti