Twitter, l'ordine cronologico appartiene al passato?

La piattaforma di microblogging potrebbe adottare una nuova timeline che mette in risalto i contenuti più popolari. I critici parlano di snaturamento e attaccano il CEO Dorsey, il CEO Dorsey risponde
La piattaforma di microblogging potrebbe adottare una nuova timeline che mette in risalto i contenuti più popolari. I critici parlano di snaturamento e attaccano il CEO Dorsey, il CEO Dorsey risponde

Twitter avrebbe in programma di aggiustare la propria timeline entro la settimana o comunque di introdurre novità al suo servizio. Si tratta ancora di indiscrezioni , ma sono state sufficienti per aizzare commenti e polemica. D’altra parte, visti i recenti cambiamenti introdotti dalla piattaforma, dalla trasformazione dei preferiti in “Mi Piace” all’ idea di rimuovere il limite di 140 caratteri ai tweet, è evidente che la startup con base a San Francisco sia ancora alla ricerca della ricetta del successo: anche perché il pubblico finora raccolto non ha portato finora la sperata monetizzazione.

D’altra parte come spiega Jack Dorsey, tornato ad occupare stabilmente la poltrona di CEO lo scorso ottobre, la volontà è quella di ripensare le caratteristiche fondamentali di Twitter per dargli ancora più peso: “Continuiamo a mettere in discussione le nostre basi perché vogliamo arrivare ad un prodotto più accessibile e facile da utilizzare per più persone”.

Nel dettaglio , per quanto si sappia ancora poco, alcuni osservatori parlano di un nuovo feed non più organizzato in maniera cronologica ma intorno ad un algoritmo che avrà il compito di porre in rilievo alcuni post rispetto ad altri: un modo, insomma, per premiare i contenuti migliori o, meglio, quelli più popolari. Un’idea che assomiglierebbe peraltro molto al tasto “While You Were Away”.

Secondo gli utenti che amano Twitter per la sua immediatezza ee proprio per la sua capacità di essere uno spazio per commentare in tempo reale programmi ed eventi, l’ennesimo allontanamento dalle sue funzioni basilari rischierebbe di sancire la fine della piattaforma: per protestare contro la dirigenza è stato quindi lanciato l’hashtag #RIPTwitter .

Direttamente a questo ha risposto il CEO Dorsey, smentendo in parte la notizia di una rivoluzione in timeline (specificando che non sono previsti cambiamenti la prossima settimana), specificando che eventuali funzioni saranno disattivabili e che “Twitter è live e real-time”.


Secondo alcuni osservatori le indiscrezioni non sarebbero in ogni caso da buttare completamente ma sarebbero legate piuttosto ad una nuova versione del tasto While you were away .

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti