Twitter, non saranno le ultime parole famose

E' una community interattiva online che coinvolge anche personaggi celebri, ma non viola alcun brevetto. Tanto meno quelli talmente ampi da non essere validi

Roma – Twitter potrà continuare a far cinguettare i propri utenti, e a consentire a ciascuno di intessere relazioni con chiunque, personaggi famosi compresi: lo ha stabilito il tribunale di Norfolk, in Virginia, che non ha ravvisato nel modello di rete sociale adottato da Twitter alcuna sovrapposizione con le caratteristiche descritte da un brevetto detenuto da VS Technologies.

VT Tecnologies, nella denuncia del legale Dinesh Agarwal che chiamava a testimoniare a proprio favore il brevetto numero 6,408,309 ottenuto nel 2002, accusava Twitter di aver offerto ai propri utenti uno strumento che permette di entrare in contatto con persone famose che facciano parte di una comunità online. VT Tecnologies, in sostanza, sosteneva che Twitter violasse il proprio brevetto, mai concretizzato in un servizio, in cui descriveva un “metodo e sistema per creare una community interattiva di personaggi famosi”. Per questo motivo Twitter avrebbe dovuto corrispondere royalty per una cifra che avrebbe potuto oscillare tra gli 11 e i 41 milioni di dollari.

Twitter si è difesa tentando di dimostrare la non validità del brevetto di VT Tecnologies e confrontandosi in ogni caso con i dettagli del metodo descritto. Senza negare che parte del proprio successo sia dovuto proprio alle celebrità che popolano la piattaforma, il tecnofringuello ha saputo dimostrare che il proprio servizio non ha nulla a che vedere con l’ampia privativa detenuta da VT Tecnologies.

La corte ha riconosciuto a Twitter tutte le ragioni : non solo non ha riscontrato alcuna violazione da parte di Twitter, ma ha anche riconosciuto come non valido il brevetto di VT Technologies, mai applicato e soprattutto preceduto da una molteplicità di servizi che hanno fatto la storia della rete e delle sue community.

“Preferiremmo competere su Internet piuttosto che in tribunale – ha dichiarato un portavoce di Twitter – ma continueremo a difenderci con forza dalle cause a sfondo brevettuale depositate contro di noi senza basi”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    Samsung indagata dall'antitrust europeo
    http://www.spider-mac.com/2011/11/04/samsung-indagata-per-violazione-della-concorrenza-ai-danni-di-apple/
  • attonito scrive:
    Apple bastonata in Spagna
    http://www.tomshw.it/cont/news/apple-cade-su-un-tablet-android-e-amara-la-spagna/34295/1.html
  • IAHI scrive:
    Samsung mi incomincia a fare tenerezza
    Una volta almeno copiavano senza avere la sfrontatezza di richiedere il disegno sul quale ricalcare
    • terno scrive:
      Re: Samsung mi incomincia a fare tenerezza
      - Scritto da: IAHI
      Una volta almeno copiavano senza avere la
      sfrontatezza di richiedere il disegno sul quale
      ricalcareApple invece lo richiede
      • aphex twin scrive:
        Re: Samsung mi incomincia a fare tenerezza
        [img]http://maypalo.com/wp-content/uploads/2011/08/Samsung-Products-vs-Apple-products.jpg[/img]
        • Ego scrive:
          Re: Samsung mi incomincia a fare tenerezza
          http://www.phoneus.it/2011/05/apple-chiede-di-poter-analizzare-i-prototipi-di-samsungserviva solo mutarti non umiliarti
          • aphex twin scrive:
            Re: Samsung mi incomincia a fare tenerezza
            E cosa vorresti dimostrare ?Io ti mostro i fatti e tu mi rispondi con ipotesi ?
          • sbrotfl scrive:
            Re: Samsung mi incomincia a fare tenerezza
            - Scritto da: aphex twin
            E cosa vorresti dimostrare ?

            Io ti mostro i fatti e tu mi rispondi con ipotesi
            ????
  • SCARFACE scrive:
    Apple come Tony Montana
    Avete mai visto Scarface? È solo questione di tempo prima che l'Alejandro Sosa di turno venga a batter cassa.
  • DuDe scrive:
    domanda tecnica
    Ammesso e non conXXXXX che tale richiesta si accettata, come farebbe samsung a sapere se il codice che eventualmente otterrebbe e' quello che gira effettivamente su iphone? Non solo, su quali basi crede di poter di poter vedere il codice?
    • Ego scrive:
      Re: domanda tecnica
      - Scritto da: DuDe
      Ammesso e non conXXXXX che tale richiesta si
      accettata, come farebbe samsung a sapere se il
      codice che eventualmente otterrebbe e' quello che
      gira effettivamente su iphone?compila il codice e vede se il risultato è uguale a quello già compilato

      Non solo, su quali basi crede di poter di poter
      vedere il
      codice?violazione di brevetti pesanti
      • james scrive:
        Re: domanda tecnica
        Si infatti....il mondo è proprio strano.Se brevetti una cosa utile (davvero utile), sei costretto alle condizioni "giuste, ragionevoli e non discriminatorie".Se invece brevetti cose assurde (design?) puoi addirittura ordinare il blocco dei dispositivi.Ci credo che samsung sia alla frutta....
      • mura scrive:
        Re: domanda tecnica
        - Scritto da: Ego
        compila il codice e vede se il risultato è uguale
        a quello già compilatoBhè dal momento che quel codice sicuramente non è scritto in assembler ma in qualche mix di c, c++ o objC se non lo compili con lo stesso compilatore e gli stessi parametri di rilascio e di ottimizzazione non avrai mai lo stesso binario bit perfect per cui non è esattamente così semplice la verifica.
        • terno scrive:
          Re: domanda tecnica
          - Scritto da: mura
          - Scritto da: Ego

          compila il codice e vede se il risultato è
          uguale

          a quello già compilato

          Bhè dal momento che quel codice sicuramente non è
          scritto in assembler ma in qualche mix di c, c++
          o objC se non lo compili con lo stesso
          compilatore e gli stessi parametri di rilascio e
          di ottimizzazione non avrai mai lo stesso binario
          bit perfect per cui non è esattamente così
          semplice la
          verifica.I parametri di compilazione vengono dati col sorgente.. Nella causa contro google la oracle li ha richiesti come procedura comune
  • TheOriginalFanboy scrive:
    samsung alla frutta
    .. e ho detto tutto
Chiudi i commenti