Twitter vale un miliardo e i fringuelli chiacchierano

L'ultima tornata di finanziamenti ha fatto crescere il valore della piattaforma fino a superare il tetto di un miliardo di dollari. Nel frattempo è in fase di test un nuovo modo di cinguettare: via VoIP

Roma – Meno di un anno fa Twitter festeggiava il traguardo del miliardo di cinguettii. Adesso che il conto totale dei tweet (che aumentano al ritmo di centinaia al secondo) è quadruplicato, Evan Williams, co-fondatore e CEO dell’ormai celebre piattaforma, avrebbe comunicato a tutti i suoi dipendenti che la startup di San Francisco è stata valutata un miliardo di dollari .

Secondo TechCrunch l’investimento fatale, l’ultimo di una lunga serie , è stato fatto da Insight Venture Partners : circa 50 milioni di dollari che avrebbero proiettato Twitter in una cerchia ristretta alle sole aziende capaci di ottenere risultati simili a livello di startup.

Visto il continuo aumento del numero di utenti, la settimana scorsa erano stati aggiornati i termini di utilizzo del servizio e nuove indicazioni erano state rilasciate agli sviluppatori di sofware correlati al tecno-fringuello. Tuttavia una delle maggiori novità è il servizio Jajah@call , che a breve dovrebbe consentire di stabilire una comunicazione vocale bidirezionale fra due utenti: in pratica, una telefonata via Twitter.

Per stabilire il contatto sarà sufficiente digitare “@call @nomeutente” sul campo normalmente utilizzato per cinguettare. Per effettuare la chiamata sarà necessario seguire ed essere seguiti dall’utente desiderato. Entrambi gli interlocutori dovranno essere online e in possesso di un secondo account esterno su Jajah , noto marchio che offre tecnologia VoIP che curerà il funzionamento del servizio.

Durante il periodo di beta le conversazioni potranno durare al massimo due minuti : il concetto base sarebbe quello di dare agli utenti la possibilità di cinguettare anche al di fuori del canale testuale.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Civiltà in decadenza
    Oramai siamo ben incamminati lungo il tratto discendente della parabola...
    • Il Castiglio scrive:
      Re: Civiltà in decadenza
      - Scritto da: Funz
      Oramai siamo ben incamminati lungo il tratto
      discendente della
      parabola...Cio' che a me sembra in decadenza e' solo Second Life ... qualche anno fa c'erano centinaia di commenti quando se ne parlava qui su PI, oggi non se lo fila piu' nessuno ... tutti su feisbuc !
      • Francesco_Holy87 scrive:
        Re: Civiltà in decadenza
        Io provai Second Life quando uscì da poco. L'ho cestinato dopo 5 minuti quando ho capito che era perfettamente inutile. Anche Facebook è lo stesso, ma almeno non ti occupa spazio sull'HD.
      • Funz scrive:
        Re: Civiltà in decadenza
        - Scritto da: Il Castiglio
        - Scritto da: Funz

        Oramai siamo ben incamminati lungo il tratto

        discendente della

        parabola...
        Cio' che a me sembra in decadenza e' solo Second
        Life ... qualche anno fa c'erano centinaia di
        commenti quando se ne parlava qui su PI, oggi non
        se lo fila piu' nessuno ... tutti su feisbuc
        !Sempre più giù per la china!(btw: ho un account FB che non uso mai, ma non ho mai aperto SL :p)
      • montex scrive:
        Re: Civiltà in decadenza
        veramente second life sta benone. Il numero di utenti attivi contemporanei sale sempre di più ed entro quest'anno si espanderanno aggiungendo dei server in europa (oltre a quelli americani) per permettere al vecchio continente un allineamento con le prestazioni americane. (meno lag, più velocità a caricare texture ed altro)il 2010 è un nuovo capitolo per second life con un nuovo client che permetterà maggior creatività e una grafica migliore, unita a tanti altri vantaggi. (e da quel che ho capito verrà pure cambiato il linguaggio di scripting..probabilmente verrà usato il C)Insomma..nel caso di second life, meno ne parlano e meglio sta. Meno notizie fuffa attira-populino-bue e meglio cresce, lontano da gente che ci entra solo per quello che i giornalisti sottolineano, ovvero il solito soldi/sesso/Personalmente sono curioso di vedere queste modifiche, sperando davvero nell'uso delle mesh per crearsi i propri progetti/oggetti 3D.Spero solo non ne risenta troppo la scheda video che già con il second life attuale è lì lì. :P
  • Franz scrive:
    ...
    ...ma chi paga per articoli FINTI su un "gioco-social network-metamondo" ??cioè se pagate per una cosa (nello specifico un oggetto sessuale o simile)finta che gusto c'è? mah...
    • Locke scrive:
      Re: ...
      Beh anche bevendoti una birra hai un piacere temporale, tra 10 minuti quando mangerai un panino non avrai più il gusto di birra in bocca. Quindi, perchè hai speso quei soldi quando potevi berti acqua del rubinetto?Stesso discorso :) c'è chi pagando ottiene dei beni "finti" ma che lo intrattengono nel tempo, c'è chi beve liquidi "veri" ben sapendo che la loro durata non durerà che più di pochi minuti.NB - non gioco a Second Life, ma pagare per beni virtuali di SL e un po' come giocare per avere acXXXXX a WoW-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 settembre 2009 16.44-----------------------------------------------------------
      • momin scrive:
        Re: ...
        A parte l'oggetto "sessuale" - che può non interessare a tutti, ma su internet e non solo è spesso quello che tira il mercato più di tanti altri - tieni conto che si vendono modelli tridimensionali, animazioni, texture, script, tutta roba non facilissima a realizzarsi e che a volte richiede ore di sudato lavoro.Perché non si dovrebbero pagare, solo perché immateriali? In che mondo vivi?
Chiudi i commenti