UE e USA, fari sul cartello degli ebook

Patto atlantico per investigare il mercato digitale dei libri. Bruxelles, intanto, apre alla possibilità di un accordo
Patto atlantico per investigare il mercato digitale dei libri. Bruxelles, intanto, apre alla possibilità di un accordo

Washington e Bruxelles hanno avviato una collaborazione per affrontare insieme i casi legati al mercato degli ebook.

La Commissione Europea e il Dipartimento di Giustizia ( Department of Justice , DoJ) statunitense avevano aperto un’indagine su tale fronte già a dicembre .

Ora, tuttavia, le istituzioni europee si sono dette pronte a raggiungere un accordo con Apple e gli editori coinvolti , ma solo una volta che tutte le questioni saranno state approfondite: per questo la collaborazione con le autorità antitrust statunitensi impegnate sullo stesso fronte può rappresentare un modo per accelerare i tempi.

Al centro delle due indagini , sempre Cupertino, gli editori Hachette Livre, Harper Collins, Simon&Schuster, Penguin e Verlagsgruppe Georg von Holzbrinck (proprietario tra l’altro della tedesca Macmillan) e il cosiddetto modello cosiddetto “di agenzia” che affida il controllo sul prezzo finale agli editori e non ai rivenditori. Uno schema che con l’avvento di iPad sembra aver causato un aumento del prezzo dei libri digitali, e ha creato un attrito con quello proposto da Amazon e dalla sua volontà di vendere anche in perdita i titoli di punta (grazie al modello wholesale che gli dava il controllo sul prezzo) pur di stimolare le vendite del suo Kindle.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti