UE, News Corp contro Google

Anche Rupert Murdoch si avventa contro la proposta di accordo di Mountain View a Bruxelles: Google agevolerebbe la pirateria. Mountain View risponde con arguzia

Roma – News Corp ha scritto al commissario europeo alla competizione Joaquín Almunia per prendere una posizione contro la proposta di accordo di Google per chiudere il contenzioso che la vede chiamata in causa dalle istituzioni europea dal novembre del 2010.

Allora fu un’agguerrita coalizione di concorrenti sul mercato del search generalista e settoriale di attori dell’advertising online a chiedere l’intervento di Bruxelles: secondo tutti loro Mountain View favorirebbe nei risultati offerti dal motore di ricerca i propri servizi a discapito di quelli dei concorrenti.

A queste accuse Google ha risposto con una serie di promesse di intervento che fanno parte della proposta di accordo che la Commissione deve valutare per metter fine all’accusa antitrust: pur essendo state già giudicate dal vicepresidente della Commissione Almunia “accettabili”, contro di esse si sono espressi gli editori europei.

Ora, è il CEO di News Corp Robert Thomson ad intervenire direttamente, affermando che Mountain View “vuole sfruttare la sua posizione di mercato dominante per distorcere la competizione” e che la proposta di “cinque anni di accordo” è assurda, dal momento che “cinque anni sono un’eternità in tempo di Internet”.

Calcando l’attacco nei confronti di Mountain View, Thomson definisce Google “una piattaforma per la pirateria e la diffusione di reti malware” i cui poteri “aumentano ogni giorno”.

Per quanto, dunque, l’aggregazione dei contenuti da parte di Google sia “egregia”, la trasformazione “dall’originale visione luminosa delle origini all’attuale gestione cinica” rappresenterebbe non solo un danno a livello commerciale, ma anche un profondo costo sociale.

La Commissione, dice Thompson, si trova dunque a dover valutare la proposta di accordo di Google in un momento cruciale e che per questo non può essere superficiale nella scelta .

La risposta di Mountain View non si è fatta attendere e lo ha fatto con stile: citando una famosa prima pagina di uno dei giornali di News Corp, The Sun , ha ribattuto che il tycoon Murdoch “vorrebbe farci mangiare il suo criceto”. Intendendo che se l’australiano vuole parlare di controllo delle informazioni, qualità dei contenuti e possibile derive, dovrebbe prima guardarsi in casa.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Uto Uti scrive:
    hyu2gwyeupweft
    Purtroppo non da noi, sennò sarebbero XXXXX vostri.
  • polizei scrive:
    Re: Ma dai!
    - Scritto da: quece
    Ahahah!! E come distingue il guidatore dal
    passeggero? E come distingue con le onde radio se
    il messaggio è stato ricevuto e non mandato?Distinguere che? Se è stato rilevato uno scambio di messaggi proveniente dal tuo veicolo, una bella multa non te la toglie nessuno.Poi se proprio pensi di aver ragione, vieni pure a contestarla. Nessuno te lo impedisce.
    • Leguleio scrive:
      Re: Ma dai!

      Distinguere che? Se è stato rilevato uno scambio
      di messaggi proveniente dal tuo veicolo, una
      bella multa non te la toglie
      nessuno.

      Poi se proprio pensi di aver ragione, vieni pure
      a contestarla. Nessuno te lo
      impedisce.È un metodo impraticabile su larga scala. So che in Italia veniva applicato, e forse viene applicato tuttora, alle auto con contrassegno per disabili. Queste auto hanno la facoltà di parcheggiare anche in sosta vietata, purché non ostruiscano il passaggio di veicoli, ma sono egualmente passibili di multa. Bisogna scrivere al prefetto per contestarla, e viene annullata. Immagino sia un metodo per impedire frodi. Pensa quando i ricorsi sono dell'ordine delle migliaia al giorno, che potrebbe succedere...
      • ... scrive:
        Re: Ma dai!
        - Scritto da: Leguleio
        È un metodo impraticabile su larga scala.Talmente "impraticabile" che si è sempre fatto.Di teste-calde è pieno il mondo, e non è che gliene importi molto del numeri dei ricorsi... (che poi la gente tutto sto tempo e voglia di ricorrere spesso non ce l'ha)
    • quece scrive:
      Re: Ma dai!
      Tu multi un sms di un passeggero? Spero tu non faccia parte delle forze dell'ordine.
    • appero scrive:
      Re: Ma dai!
      Uno scambio di sms dal veicolo? E questo prova che sia il conducente? E' questo il ragionamento? Apperó!
      • 2014 scrive:
        Re: Ma dai!
        - Scritto da: appero
        Uno scambio di sms dal veicolo? E questo prova
        che sia il conducente? E' questo il ragionamento?
        Apperó!devono fare cassa anche loro...
      • polizei scrive:
        Re: Ma dai!
        - Scritto da: appero
        Uno scambio di sms dal veicolo? E questo prova
        che sia il conducente?Sottiglienza irrilevante, visto che la tecnologia attuale non permette ancora di fare tale distinzione in tempo reale. Ergo: multa.Che come tutte le multe è contestabile, quindi nulla di cui preoccuparsi.
        • Giuridis scrive:
          Re: Ma dai!
          E incostituzionale per questo. In Italia piú di una volta una legge é stata bocciata dalla Corte Costituzionale per questo.In America potrá anche prendere piede, ma qui in Italia non attaccherá mai una legge simile proprio per il motivo sopra citato.
        • Giuridis scrive:
          Re: Ma dai!
          E incostituzionale per questo. In Italia piú di una volta una legge é stata bocciata dalla Corte Costituzionale per questo.In America potrá anche prendere piede, ma qui in Italia non attaccherá mai una legge simile proprio per il motivo sopra citato.
        • Sies scrive:
          Re: Ma dai!
          - Scritto da: polizeivisto che la tecnologia
          attuale non permette ancora di fare tale
          distinzione in tempo realeProprio perchè non permette ancora di fare tale distinzione che in Italia non passerrebbe l'omologazione. Ergo, niente.
  • quece scrive:
    Ma dai!
    Ahahah!! E come distingue il guidatore dal passeggero? E come distingue con le onde radio se il messaggio è stato ricevuto e non mandato?Questi mesà che guardano troppi films, tocca sentille de tutti i colori!
    • Passante scrive:
      Re: Ma dai!
      - Scritto da: quece
      Ahahah!! E come distingue il guidatore dal
      passeggero? E come distingue con le onde radio se
      il messaggio è stato ricevuto e non
      mandato?
      Questi mesà che guardano troppi films, tocca
      sentille de tutti i colori!Tranq, tra un po' le auto si guideranno da sole e non ci saranno piu' questi problemi.
Chiudi i commenti