UE, numero unico per tutte le aziende?

Per rendere le chiamate indipendenti da dove sono dislocati gli uffici e dal luogo in cui si chiama

Roma – L’Unione Europea sta pensando di introdurre un numero unico per le aziende dell’Unione europea.

Neelie Kroes, Commissario Europeo per l’Agenda Digitale, ha per questo avviato una consultazione pubblica ( aperta fino al 28 febbraio) per chiedere ad aziende, consumatori, operatori telefonici e autorità pubbliche quali sarebbero i vantaggi (e gli eventuali problemi) di un numero unico per le aziende europee che operano in più di un Paese, in modo che non debbano rivolgersi a numeri non geografici come quelli che iniziano per 0800 o cambiar numero per ogni Paese in cui operano.

A fine mese si è conclusa l’iniziativa European Telephone Numbering Space ( ETNS ): è stata ben presto superata dagli eventi e in particolare dallo sviluppo del VoIP. Per questo le istituzioni si chiedono se sia utile seguire questa strada di integrazione.

Le vie percorribili per il numero unico sono due: o un numero (che potrebbe iniziare per 115) che rappresenti l’identificativo unico per le aziende sparse per l’Europa, oppure un prefisso (+3883, a cui far seguire il proprio numero) attraverso cui vengano smistate le chiamate.

L’idea è che questo possa ridurre i costi per le aziende che operano in più paesi e facilitare il commercio intracomunitario, in particolare agevolando servizi di assistenza.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fai il login e registrati scrive:
    per me sono tutti scemi
    Ce ne fosse stato uno che abbia dato una definizione non dico esatta, ma perlomeno SENSATA di link! Dai, lo capisce anche un bambino che la funzione del link cambia a seconda della posizione e del contesto in cui è inserito!
Chiudi i commenti