UK, canone TV anche per gli utenti mobili

Nel Regno Unito gli utenti di mobile TV potrebbero essere obbligati a pagare il canone televisivo, sempre che non dispongano già della licenza domestica tradizionale. Registrati i dati di chi compra cellulari


Londra – Il canone televisivo è un fastidio anche per gli inglesi, ma potrebbe diventare un balzello ancora più invadente se la TV Licensing – l’ente britannico esattore – dovesse riuscire a far passare una norma che vuole andare a colpire gli utenti di TV mobile.

L’autorevole quotidiano The Times ha pubblicato un articolo che annuncia un’azione legislativa volta alla raccolta dei dati personali delle persone che acquistano i cellulari .

I rivenditori potrebbero essere obbligati a fornire tutta la documentazione riguardante i propri clienti per permettere alla TV Licensing di controllare – nel caso fruiscano di servizi mobile TV – che il canone televisivo sia stato effettivamente pagato .

Gli esattori specificano che non si tratta di istituire un nuovo canone, ma semplicemente di individuare le persone che, pur dichiarando di non possedere un televisore a casa, eludono le norme vigenti con l’accesso via cellulare .

“Se un cliente non ha pagato il canone per la TV tradizionale dovrà pagarlo per la fruizione televisiva via PC o cellulare. Ogni dispositivo che serve a guardare o registrare programmi televisivi, in broadcasting o tramite sistemi di distribuzione diversi, obbliga al possesso di una licenza, quindi al pagamento del canone”, ha dichiarato un portavoce di TV Licensing. “E altresì vero che una licenza valida permette al possessore e a ogni persona con cui convive di guardare la televisione con qualsiasi tipo di sistema”.

La cosiddetta licenza, attualmente, costa 126,5 sterline (circa 184 euro) all’anno; le multe per il mancato pagamento possono arrivare fino a mille sterline (circa 1.400 euro). Fino ad ora TV Licensing si era impegnata a scovare gli evasori fra gli utenti tradizionali e quelli PC, ma a breve potrebbe arrivare il momento di quelli mobili. E in Italia? Gli spazi per un provvedimento simile ci sono, secondo alcuni, in quanto la normativa sul canone parla di “dispositivi compatibili” con la ricezione del segnale televisivo.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma non era già così?
    Ma la legge non prevedeva già un costo massimo per utente di 12,50 euro? cioe' che un 899 non potesse durare piu' di 5 minuti e qualcosa a chiamata e poi cadeva automaticamente la linea?Quindi e' ormai da anni che una persona che chiama "per sbaglio" non puo' ricevere una bolletta da 1000 euro...e quindi non si puo' dire un'ora di chiamata costa 100 euro...perche' la chiamata dura max 5 minuti e qualcosa cioe' 12,50 euro... o no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non era già così?
      non era una legge, erano "indicazioni"
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non era già così?
      si era già così.Però, una delle poche vere novità è........... l'esatto contrario di cio' che hanno detto i commentatori, ovveroil DIALER per la prima volta viene citato in una Legge dello Stato non come sinonimo di "software truffa" ma come "strumento di selezione automatica" del tutto legittimo e legale:ART. 16 COMMA 3Gli strumenti di selezione automatica (dialer), eventualmente utilizzati per l?accesso ai servizi a sovrapprezzo forniti tramite Internet, devono averecaratteristiche tecniche tali da permetterne il controllo da parte dell?utente finale chiamante. Il dialer non deve configurarsi automaticamente come modalità di connessione principale né deve generare, in modo automatico, connessioni ripetute alla numerazione su cui viene erogato il servizio a sovrapprezzo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Giusto in tempo...
    - Scritto da: Anonimo
    ...appena prima delle elezioni!
    Ma guarda il caso... E chi è che fino ad adesso
    ci lucrava?
    Uno a caso. Provate ad indovinare: ha tre
    televisioni che sono infarcite con pubblicità di
    suonerie e numerini per votare qualche amico di
    Maria (magari fosse almeno quella "buona"...)
    Quando si dice il tempismo...
    J.J.

    PS io domani emigro,sono affari vostri.
    anch'io vorrei emigrare.La maria se la vogliono tenere solo per loro ... forse e' per questo che vanno allo sbaraglio in tv come se fossero perennemente alla corrida dei travestiti BB.
  • Anonimo scrive:
    Associazioni dei consumatori efficaci
    Questo dimostra comunque che l'opera delle associazioni di difesa degli utenti e consumatori ha avuto efficacia. E' anche vero che questo decreto ha un sapore di spot elettorale....Che da' un contentino ai consumatori, ma lascia ancora alcuni spazi troppo aperti alle aziende.Sulla redistribuzione dell'importo della multa io sono d'accordo. Dovrebbero fare la stessa cosa con il "tesoro di Wanna Marchi"...
    • Anonimo scrive:
      Re: Associazioni dei consumatori efficac
      però non capisco proprio perchè si continua a definire il dialer "software truffa"....è come dire che le carte di credito sono "carte truffa" perchè alcuni le usano per commettere truffe....il dialer è un sistema di pagamento così come la postepay, il reverse billing e tanti altri....cmq la legge che è stata fatta mette finalmente una pezza a questa vergognosa situazione....è giusto che anche gli operatori del settore abbiano regole certe a cui appellarsi....del resto si parla di bollette salate ma non si parla mai del lavoro e dei costi che ci sono dietro la produzione di suonerie o servizi per adulti....c'è gente che lavora e che va pagata....anche le signorine osè vanno pagate, non quanto le varie Arcuri ma vanno pagate....bisogna finirla con l'equazione internet=gratis....quello lì è il mondo del comunismo, il capitalismo è servizi=pagamenti....
  • Anonimo scrive:
    Giusto in tempo...
    ...appena prima delle elezioni!Ma guarda il caso... E chi è che fino ad adesso ci lucrava?Uno a caso. Provate ad indovinare: ha tre televisioni che sono infarcite con pubblicità di suonerie e numerini per votare qualche amico di Maria (magari fosse almeno quella "buona"...)Quando si dice il tempismo...J.J.PS io domani emigro,sono affari vostri.
Chiudi i commenti