UK, la bufala meno bufala che c'è

La polizia britannica sta cercando di contattare via email più di 2mila persone i cui dati sono stati sottratti da alcuni computer grazie a dei trojan. Ma - dicono i cybercops - la gente cestina l'email pensando sia fasulla

Londra – La polizia britannica sta cercando di superare un singolare problema di comunicazione affidandosi a giornali e siti web per diffondere una notizia che avrebbe voluto comunicare direttamente via email agli interessati.

A quanto pare, un non meglio specificato servizio web americano del quale si sono serviti almeno 2.300 cittadini inglesi sarebbe stato bucato grazie al trojan “Haxdoor” che, aprendo backdoor nel sistema, avrebbe consentito a ignoti cracker di prendere possesso di dati delicati, comprese password bancarie e informazioni sulle carte di credito.

Disponendo dell’elenco dei cittadini “a rischio”, la polizia ha deciso di inviar loro un’email in cui chiedono esplicitamente di mettersi in contatto con le forze dell’ordine per mettersi al riparo da furti di identità e sottrazioni di denaro. “È troppo presto per capire come i computer siano stati infettati – spiegano i cybercop britannici – ma ci sono migliaia di utenti nel mondo i cui computer sono stati compromessi e i cui dati sono stati rubati”.

A quanto pare gli avvertimenti mandati via email non funzionano in molti casi. “Ci appelliamo a chiunque abbia avuto un’email dai nostri agenti – spiega un portavoce della polizia – di mettersi in contatto. Ci sono delle misure di sicurezza che le persone devono adottare ma molti ignorano le email perché pensano che si tratti di una bufala”.

Va detto che sull’intera operazione vige, almeno per ora, uno stretto riserbo: non si sa quale sia il servizio informatico colpito né quali siano le istituzioni creditizie e i provider che stanno collaborando con la polizia per la soluzione del caso.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Non sono dialer!
    Visto che purtroppo stò leggendo queste news un po in ritardo, riporto quanto ho evidenziato in altro forum, nel caso sia di interessa a qualcuno.http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1689382&m_id=1704048&r=PI---Ho in contestazione vs. telecom 3 chiamate a servizi speciali (45 Euri!), ovviamente inesistenti.Nonpossono essere dialer in quanto non uso windows da tempo memorabile (nonmi risulta esistano dialer per linux) e comunque ho il modem esterno praticamente sempre spento (lo uso solo per i fax).
  • Anonimo scrive:
    x i merdosi dei dialer
    Il punto è solo questo se siete nel giusto non pagare, ma non solo, mandare una lettera di presa visione a tutte le cariche dello stato così almeno gli intasiamo la casella di posta e forse si svegliano e prendono provvedimentiPs ma i veri hacker (di cui faccio idealmente parte) xchè non hackano i siti che immettono tutta stà merd@ in rete (x i lor signori sappiate che i soldi che prendete ve li mangerete in medicinali o ceri alla madonna) la vita è una ruota chi di spada ferisce di spada poerisce
  • Anonimo scrive:
    "adire alle vie legali" ...
    ... chiamalo "italiano impeccabile" !Ciao,Piwi
  • Guybrush scrive:
    Be'... ragioniamo un momento
    Beccarsi un dialer e' facile, d'accordo, ma ormai e' un po' che esistono e gli strumenti per contrastarli ci sono, basta saperli usare.Non venitemi a dire cose del tipo "si, ma io non posso essere obbligato a sapere tutto" perche', da che mondo è mondo, gli ignoranti sono i primi a far la fine del signor Sicuro.Un computer e', senza esagerare, l'oggetto piu' complesso costruito da mano umana esistente su questo pianeta.Per la miseria, ma e' tanto difficile dare un'occhiata alle istruzioni prima? Documentarsi? Mancassero le informazioni lo capirei.Cosi' e' criminale.
    GT
  • Mariobusy scrive:
    Class Action: unica soluzione efficace
    "Verrà il tempo della rivoluzione dei consumatori? Io spero di si, e se succederà mi troverete in prima fila!Marco Pellegrini Quarantotti " Impariamo qualcosa di buono dalla legislazione USA:con le Class Action potremo debellare efficacemente una volta per tutte tutte queste e tante altre microtruffe ai danni dei consumatori finali.Spesso per poche centinaia di euoro si preferisce subire frodi e truffe di ogni tipo e lasciar correre,ma con la Class Action tutte le Wanna Marchi di turno verranno perseguite d'ufficio molto più facilmente e senza nessun onere per le vittime.
  • aghost scrive:
    Anche Telecom ci guadagna
    bisognerebbe sempre tenere a mente, anche quando ci si chiede perché le authority invece di dormire non intervengano duramente per stroncare queste truffe, che Telecom Italia LUCRA sostanziose percentuali sulle "tariffe" di queste "società allegre".Nessuno sa con esattezza quali siano le cifre in ballo ma si tratta certamente di molti milioni di euro. Quindi siccome il business è lucroso per tutti, si fa finta di non vedere nulla.Quello che è vergognoso è l'inerzia totale delle istituzionihttp://www.aghost.wordpress.com/
  • Anonimo scrive:
    ci mangiano troppo
    per legge dovrebbero impedire questi numeri telefonici che addebitano somme in bolletta, ma anche telecom ci mangia con la scusa che alcuni fanno prima a pagare e levarsi di mezzo la patata bollente invece di lottare per i propri diritti.
    • Anonimo scrive:
      Re: ci mangiano troppo

      per legge dovrebbero impedire questi numeri
      telefonici che addebitano somme in bollettapiuttosto per legge questi numeri dovrebbero venire abilitati solo su richiesta dell'abbonato.a me pare evidente e ne deduco che se cosi' non e' allora c'e' del marcio.
  • Anonimo scrive:
    nell'arco di due settimane riceverei...
    ... una visita dalla polizia postale!!! ahah, questa è buona!Dici che arrivano auto-spedendosi per posta!? :DPensa che abbiamo la polizia postale più scadente d'europa.... e paragonata con quella dell'america del nord (USA e Canada) siamo ultimi lo stesso!!!!!Non c'è da andarci molto fieri, ma (come sempre) siamo ultimi...ed è colpa sia di berlusconi *che di prodi*, non crediate...
    • Anonimo scrive:
      Re: nell'arco di due settimane riceverei
      - Scritto da:
      ... una visita dalla polizia postale!!! ahah,
      questa è
      buona!
      Dici che arrivano auto-spedendosi per posta!? :D

      Pensa che abbiamo la polizia postale più scadente
      d'europa.... e paragonata con quella dell'america
      del nord (USA e Canada) siamo ultimi lo
      stesso!!!!!
      Non c'è da andarci molto fieri, ma (come sempre)
      siamo ultimi...ed è colpa sia di berlusconi *che
      di prodi*, non
      crediate...Io penso che l'autore della lettera abbia ragione.I truffatori "bravi" non vengono beccati se non dopo mesi e mesi, e sempre dopo aver fatto danni per milioni di euro.La gente comune, invece, se fa una piccola caxxata (per es. il tipo che ha pubblicaot il numero di telefono di una ragazza sul suo sito, notizia data qui su P.I.), si vede arrivare la S.W.A.T. dalle finestre.Ho fatto un semplice whois, e vedo che l'identità del gestore dei siti segnalati è protetta, quindi se tanto mi da tanto...vabbe', sono sicuro che presto leggeremo qui su P.I. un comunicato stampa degli organi di polizia dove si parla dei sequestri a carico dello spammer... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: nell'arco di due settimane riceverei
        non penso sia questo il problema....protetti o non protetti se si avviano le indagini si può sempre arrivare ai responsabili.....il problema è che questi signori non schiodano il culo dalla sedia.....questo fa pensare che ci sono coinvolti personaggi ad alto livello.....mi ricordo ancora di una fantomatica società italiana che all'indomani del varo della legge per il blocco dei casinò, andò spammando per tutti i forum proponendo ai webmaster affiliazioni con loro perchè loro c'avevano casinò con licenza dell'AAMS....cosa ovviamente impossibile visto che fino al 1° Gennaio 2007 i giochi d'azzardo saranno per legge illegali e quindi la stessa AAMS e la SNAI versano fortemente nell'illecito....è questo il punto....in Italia non si fa mai nulla di serio contro i grossi delinquenti....sapete quanti dei politici di tangentopoli sono stati condannati? un miserabile 5% ed erano tutti personaggi morti o fuggiti all'estero ( come Craxi ).....ma si sa, questa è l'Italia :@- Scritto da:

        - Scritto da:

        ... una visita dalla polizia postale!!! ahah,

        questa è

        buona!

        Dici che arrivano auto-spedendosi per posta!? :D



        Pensa che abbiamo la polizia postale più
        scadente

        d'europa.... e paragonata con quella
        dell'america

        del nord (USA e Canada) siamo ultimi lo

        stesso!!!!!

        Non c'è da andarci molto fieri, ma (come sempre)

        siamo ultimi...ed è colpa sia di berlusconi *che

        di prodi*, non

        crediate...


        Io penso che l'autore della lettera abbia ragione.
        I truffatori "bravi" non vengono beccati se non
        dopo mesi e mesi, e sempre dopo aver fatto danni
        per milioni di
        euro.

        La gente comune, invece, se fa una piccola
        caxxata (per es. il tipo che ha pubblicaot il
        numero di telefono di una ragazza sul suo sito,
        notizia data qui su P.I.), si vede arrivare la
        S.W.A.T. dalle
        finestre.

        Ho fatto un semplice whois, e vedo che l'identità
        del gestore dei siti segnalati è protetta, quindi
        se tanto mi da
        tanto...

        vabbe', sono sicuro che presto leggeremo qui su
        P.I. un comunicato stampa degli organi di polizia
        dove si parla dei sequestri a carico dello
        spammer...
        :D
        • Anonimo scrive:
          Re: nell'arco di due settimane riceverei

          ma si sa, questa è l'Italia :@e se cominciassimo ad usarle noi nella maniera piu' utile, qeste email? cominciamo a mandarne ai politici dicendo cosa non si puo' sopportare, se ne spediremo abbastanza da farli preoccupare forse qualcosa cambia.Magari qualche spammer verrebbe visto da una diversa angolazione se appoggiasse una class action telematica a favore dei diritti civili.Magari gli danno anche il premio nobel ... come a Mandela ... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: nell'arco di due settimane riceverei
            - Scritto da:

            ma si sa, questa è l'Italia :@

            e se cominciassimo ad usarle noi nella maniera
            piu' utile, qeste email? cominciamo a mandarne ai
            politici dicendo cosa non si puo' sopportare, se
            ne spediremo abbastanza da farli preoccupare
            forse qualcosa
            cambia.Mandare una mail ai politici e' come pisciare contro corrente sperando di separare le acque...Nella migliore delle ipotesti il segretario/leggiposta di turno cancella il messaggio e segnala la tua mail come spam (a me e' successo dopo aver scritto a un noto politico...) nei casi peggiori gli fai girar le palle e dopo un po' ti arriva la S.W.A.T. dalle finestre (come sopra...)Noi (italia) abbiamo qualche grosso nemico che sta cercando di distruggere il paese, mettendo al potere gli inetti e tagliando le gambe alla gente onesta.Forse perche' siamo nel bel mezzo di rotte commerciali e abbiamo i migliori cervelli del mondo, c'e' chi ha paura e quindi ci tengono sotto scacco con varie strategie...
Chiudi i commenti