UK, niente carcere per il giovane anonimo

Un giudice londinese risparmia il carcere al quarto responsabile del DDoS contro PayPal. Al momento dell'offensiva di Anonymous, Jake Birchall era troppo giovane e isolato

Roma – Tra i principali responsabili dell’offensiva informatica ai canali di micropagamento della piattaforma PayPal, il giovanissimo smanettone britannico Jake Birchall è stato condannato a 18 mesi di riabilitazione e 60 ore di lavoro non retribuito per la comunità . Alla londinese Southwark Crown Court , il giudice Peter Testar ha così deciso di risparmiare il carcere all’ormai ex-membro di Anonymous.

Nelle motivazioni alla base della sua sentenza , il giudice britannico ha descritto Birchall come un soggetto “profondamente isolato”, con il supporto di alcuni documenti clinici presentati alla corte.

Insieme a Christopher “Nerdo” Weatherhead e Ashley Rhodes – già condannati a 18 e 7 mesi di reclusione per il DDoS contro i siti ufficiali delle società coinvolte nel caso Wikileaks – Birchall avrebbe certamente contribuito ad arrecare un danno pesante alle infrastrutture di PayPal.

Il giudice Testar ha però sottolineato come lo stesso Birchall fosse soltanto sedicenne (e profondamente confuso) al momento degli attacchi . ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • romina capannini scrive:
    domanda
    salve, questo programma non mi da piu' di 250 nomi. qualcuno puo' aiutarmi? grazie.
  • romina capannini scrive:
    domanda
    salve, questo programma non mi da piu' di 250 nomi. qualcuno puo' aiutarmi? grazie.
  • anverone99 scrive:
    ottimo
    io lo uso regolarmente per scompattare i file di installazione (pochi resistono) per ottenere software portabili
    • kin70 scrive:
      Re: ottimo
      La portabilizzazione è una cosa che mi interessa alquanto.Fino a oggi il mio approccio è stato:- installare- copiare cartella del sw su drive esterno- disinstallare- testareIl risultato è soddisfacente ma non totalmente, perchè alcune informazioni vengono scritte comunque sul file di registro e sulle cartelle utente etc... quindi sul disco C: di sistemaEsiste la possibilità di una procedura semplice che mi permetta di portabilizzare un SW realmente in modo che non lasci tracce alla sua chiusura sul sistema ospite? Se proprio deve scrivere su C e registro, almeno cancelli le voci all'uscita!Grazie e saluti
      • j j scrive:
        Re: ottimo
        - Scritto da: kin70
        Il risultato è soddisfacente ma non totalmente,
        perchè alcune informazioni vengono scritte
        comunque sul file di registro e sulle cartelle
        utente etc... quindi sul disco C: di sistema
        Esiste la possibilità di una procedura semplice
        che mi permetta di portabilizzare un SW realmente
        in modo che non lasci tracce alla sua chiusura
        sul sistema ospite? rm -rf /*
        • Egidio Fusco scrive:
          Re: ottimo
          - Scritto da: j j
          - Scritto da: kin70

          Il risultato è soddisfacente ma non
          totalmente,

          perchè alcune informazioni vengono scritte

          comunque sul file di registro e sulle
          cartelle

          utente etc... quindi sul disco C: di sistema

          Esiste la possibilità di una procedura
          semplice

          che mi permetta di portabilizzare un SW
          realmente

          in modo che non lasci tracce alla sua
          chiusura

          sul sistema ospite?

          rm -rf /*Ammetto la mia ignoranza, ma "rm-rf/*" cosa significa?La tastiera s'è resa autonoma e scrive da sola?Oppure....Ciao
Chiudi i commenti