UK, truffatori fuori dalla rete

Siti web chiusi a migliaia, colpevoli della vendita di merce fasulla che ha fruttato milioni di guadagni. Mentre cracker gentiluomini chiamano a domicilio e chiedono l'accesso a mezzo web

Roma – La Metropolitan Police di Londra ha nei giorni scorsi annunciato di aver messo a segno un colpo da novanta contro le truffe telematiche, rivolgendo in particolare le proprie attenzioni investigative nei confronti di più di 1.200 siti web riconducibili a una banda di criminali che agivano spacciando bigiotteria marcata Tiffany, stivali Ugg e altri prodotti ricercati.

Lavorando di concerto con il registry di rete Nominet, la Central e-Crime Unit di Scotland Yard ha identificato 1.219 diversi siti tra cui Australiaugg4shop.co.uk , hotlinksshp.co.uk e etiffany-shop.co.uk , – tutti riconducibili a una stessa gang criminale operante in Asia nonostante il dominio “co.uk”. Gli investigatori hanno fatto in modo di chiuderli e di assicurarsi che non tornassero più online.

Agli sfortunati utenti incappati nella truffa è capitato di pagare per merci che si sono poi rivelate completamente diverse rispetto a quanto promesso, o addirittura di sborsare denaro senza ricevere nulla in cambio . Per contrasto, secondo le forze dell’ordine i cyber-criminali hanno rastrellato milioni di sterline grazie alla luccicante attrattiva dei grandi marchi propagandati sui siti di falso e-commerce.

Oltre alla perdita del denaro gli utenti sono stati esposti al furto di dati sensibili e credenziali finanziarie, con la polizia britannica che sottolinea l’esistenza dell’ovvio “potenziale per l’utilizzo di queste informazioni nell’ambito di altre attività fraudolente”. L’operazione, la più grande di questo genere nel Regno Unito, viene esaltata da Nominet come un esempio della sua missione di “fare di Internet un luogo più sicuro e fidato”.

E se la polizia di Londra dà la caccia alle frodi telematiche, sulle isole minori i cracker chiamano direttamente a domicilio chiedendo, pare gentilmente, di vedersi garantito l’accesso al sistema da remoto. Succede sull’Isola di Man, dove un personaggio che si identifica solo come “Mark” telefona ai residenti adducendo motivazioni da assistente per la connessione a Internet “troppo lenta”. Mark dà poi istruzioni di collegarsi al sito logmein123.com per risolvere il problema da remoto, ma la polizia locale consiglia invece di contattare il proprio provider invece di seguire le direttive dell’ignoto truffatore.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ospite scrive:
    .......inutile.....
    Pennsavo di trovare qualche commento utile ed interessante alla notizia, ma come vedo nascono le solite diatribe senza fondamento.Lo studio dell'interazione tra campi elettromagntici e tessuti viventi è decisamente molto complesso. Come è complesso lo studio dei soli campi elettromagnetici.A questo punto evitando di fare sterili polemiche credo si lecito lasciare che siano degli esperti add intervenire, limitando in questo modo i saccenti dell'Università del "Luogo Comune".Saluti ed ormai buone feste!
  • so sempre io scrive:
    Le micronde sono micronde punto
    Wi-fi, cellurari, reti, antifurti, ecc. tutti micronde, si sono meno potenti, molto meno potenti di un forno, ma sono molto prolungate nel tempo, poi si sa benissimo che chi abita a 20 metri dai tralicci dell'alta tensione o vicino alle antenne radio ha una mortalità di leucemia più che declupicata rispetto agli altri, quindi bene non fanno, fanno male proporzionalmente alla quantità di esposizione temporale e potenziale, avete un ripetitore di telefonini o di antenne wi-fi attaccato a dove dormite? allora preoccupatevi, il telefonino lo lasciate in un'altra stanza dove non dormite, antifurti e reti pc in casa a cavo e potrete dormire tranquilli!!!!Altrimenti sperate che qualche catena del dna non vi si fanculizzi....uomo avvisato.....
  • Marco Chiarizio scrive:
    Parere..
    Il fatto che siano rispettati limiti internazionali non vuol dire che questi limiti siano giusti e poi come tener conto della molteplicità di reti presenti nello stesso posto allo stesso momento? provate a girare x strada con un semplice cellulare wi-fi e vedrete quante reti ci sono contemporaneamente! La somma della potenza di tutte le reti non la vogliamo fare ?? Purtroppo la comunicazione senza fili è sempre più indispensabile ma per ora penso non si possano esprimere pareri sul fatto che non faccia male anceh perchè alcune tesi di laurea dimostrano esattamente il contrario (in special modo le onde elettromagnetiche dei cellulari)... attenzione gente... meglio meno espesizione che più esposizione... ;-)
  • McHollyons scrive:
    ok, forse da solo non fa male
    ma ora ce wifi poi domani mouse e tastiera wirelle..dopodomai arriva il wimax e il LTE e poi il bluetooth..etc..etc..non c'e rischio di elettrosmog ??
    • . . scrive:
      Re: ok, forse da solo non fa male
      Non e' un rischio, e' un fatto. Il problema e' quantificarlo e soprattutto determinare il livello che il corpo umano puo' assorbire senza danni.
  • davide scrive:
    fantogne
    solito studio fannullone. le antenne fm e tv non stanno a 30 centimetri dalla mia testa e usano frequenze decisamente più basse.fm: 88-108tv: 400-800wi-fi: 2400e poi non si tratta di 100 mW . il mio portatile trasmette a 30dBm ovvero 1000 mW
    • Michele scrive:
      Re: fantogne
      inoltre non so se tutti conoscono la frequenza di funzionamento del wifi.... (http://it.wikipedia.org/wiki/Wifi) 2.4 - 2.5 GHz la sapevate? bravi, allora andate a vedervi la frequanza di lavoro dei forni a microonde (http://it.wikipedia.org/wiki/Forno_a_microonde) 2.45 GHz, ok che le potenze sono diverse (milliwatt contro 700 - 1000 watt), ma il forno non è acceso 24 ore al giorno e non lo tengo sempre vicino come un portatile
      • . . scrive:
        Re: fantogne
        - Scritto da: davide
        e poi non si tratta di 100 mW . il mio portatile
        trasmette a 30dBm ovvero 1000 mWAllora restituisci il portatile, perche' per legge la potenza non puo' superare i 100mW; gli AP difficilmente superano i 50-60 mW.- Scritto da: Michele
        ma il forno non è acceso 24 ore al giorno e non lo tengo
        sempre vicino come un portatileFossi in te mi preoccuperei molto di piu' del tuo cellulare acceso per 18 ore al giorno che trasmette anche a 5000mW praticamente a contatto...
        • entromezzanotte scrive:
          Re: fantogne
          La trasmissione del WiFi non è continua, anzi quello che esce dal tuo portatile (100mW, non 1W) è veramente concentrato in pochi istanti durante la giornata. Quindi l'energia media che assorbe il tuo corpo nella giornata intera di wifi è trascurabilissima rispetto a quella che puoi assorbire da un cellulare. Diverso sarebbe se tu avessi un Access Point che serve 30 clients sempre accesi e che fanno traffico continuo (situazione abbastanza irreale) a 30cm dal cervello, allora possiamo parlarne di effetti nocivi del Wifi.Ma in questo caso: anche l'acqua, bene prezioso per la vita, è pericolosissima se ti ci immergi completamente e ci resti dentro mezz'ora !Piuttosto preoccupati dei radar degli impianti di allarme (non li vedi, ma sono appiccicati in ogni angolo di quasi ogni ufficio). Ne ho qualcuno a 2,4GHz e li ho controllati con tanto di analizzatore di spettro: stessa potenza del WiFi, ma accesi 24 ore su 24. Potenza media assorbita dall'essere umano MIGLIAIA di volte superiore a quella del WiFi.E nessuno lo segnala mai, tutti se la prendono con il WiFi che è una nullità rispetto a questi radar.mah.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 dicembre 2009 11.19-----------------------------------------------------------
      • entromezzanotte scrive:
        Re: fantogne

        (milliwatt contro 700 - 1000 watt), ma il forno
        non è acceso 24 ore al giorno e non lo tengo
        sempre vicino come un portatileIl forno è pure schermato: non esce quasi niente dal forno quando è in funzione.
  • bLax scrive:
    Finalmente!
    bella scoperta! finalmente qualcuno che conferma questa ipotesi!altrimenti saremmo gia morti con tutte le altre onde radio (radio, tv, cellulari, radioamatori ecc ecc) che sono di gran lunga piu potenti....riescono pure a volare sopra i continenti!
    • McHollyons scrive:
      Re: Finalmente!
      io per stare tranquillo indosso il casco deflettore non si sa maihttp://zapatopi.net/afdb/
    • markoer scrive:
      Re: Finalmente!
      - Scritto da: bLax
      bella scoperta! finalmente qualcuno che conferma
      questa ipotesi!

      altrimenti saremmo gia morti con tutte le altre
      onde radio (radio, tv, cellulari, radioamatori
      ecc ecc) che sono di gran lunga piu
      potenti....Infatti, dillo a quelli che vivono vicino alle antenne di Radio Maria, con una incidenza di leucemie PROVATA superiore decisamente alla media.
      riescono pure a volare sopra i
      continenti!Perché si riflettono nella ionosfera, e solo le onde AM. Mica volano vicino al cervello...Cordiali saluti
Chiudi i commenti