Un cuore Linux per la AUSL di Ferrara

Alessandro Bottoni racconta un caso di eccellenza in un'Azienda sanitaria locale, che ha scelto una via informatica nel segno del FLOSS. E della sicurezza. Tutti i particolari delle scelte tecnologiche e strategiche

Roma – Secondo voi, quanto è diffuso Linux nel nostro “mondo digitale”? Davvero è solo un aggeggio per fanatici? Davvero il nostro mondo “gira” su Windows? Si tratta, ovviamente, di una domanda a cui è molto difficile dare una risposta attendibile. Le statistiche ci dicono che Linux è presente su meno del 3% dei computer che si collegano ai siti web. Può sembrare poco, ma poi si scopre che Linux è il sistema operativo usato da oltre il 60% dei server della Grande Rete e che quindi gran parte della nostra vita digitale dipende da esso. Le aziende private sembrano essere dominate da Windows ma poi si scopre che colossi come Volkswagen, General Motors e Ford usano Linux (anche sui desktop). Questo vale anche per le Pubbliche Amministrazioni, come è avvenuto ad esempio per la Città di Monaco di Baviera. Per quanto possa sembrare incredibile, persino in Italia Linux ed il Software Open Source sono molto più presenti nelle nostre vite di quanto si potrebbe credere.

L'ing.Boccafogli Ieri pomeriggio, ad esempio, ho parcheggiato l’auto vicino al mitico Stadio “Paolo Mazza” e sono andato a parlare con l’Ingegner Roberto Savigni, del CED della AUSL di Ferrara. La AUSL di Ferrara, infatti, è stata una delle prime aziende italiane della Pubblica Amministrazione, insieme ad alcune altre AUSL di Bologna e Modena, ad adottare Linux e rappresenta oggi uno dei più interessanti casi di utilizzo di software Open Source nelle aziende, sia pubbliche che private. Questo caso di adozione è particolarmente significativo per le notevoli dimensioni dell’azienda coinvolta, per la complessità della sua struttura organizzativa, per la profonda penetrazione del software Open Source nella sua struttura e, infine, per la notevole soddisfazione dei tecnici e degli utenti.

L’Ingegner Savigni, l’Ingegner Poletti e l’Ingegner Boccafogli, con cui ho avuto modo di parlare, mi hanno infatti raccontato una lunga storia di sfide tecniche e di successi iniziata nel 1999 sotto la direzione dell’Ingegner Ghelfi e continuata oggi sotto la direzione dell’Ingegner Coppi.
L’AUSL… chi ?!
L’Azienda USL di Ferrara è in realtà una grossa rete provinciale che raccoglie oltre 60 aziende. Tra queste ci sono tre piccoli ospedali (Cento, Portomaggiore e Ospedale del Delta a Codigoro), la rete delle farmacie della Provincia di Ferrara (oltre 120 farmacie), la rete dei medici di famiglia e dei pediatri della Provincia (oltre 300 studi), le sedi provinciali dell’ARPA, l’intera sezione veterinaria, diversi laboratori e molti uffici. Resta escluso da questa realtà l’Arcispedale Sant’Anna di Ferrara, che dipende dall’Università ed ha un suo CED. La struttura organizzativa dell’AUSL di Ferrara comprende oltre un migliaio di “punti di accesso” (PC e terminali) e oltre 3000 utenti, residenti in alcune centinaia di diversi luoghi di una delle più vaste provincie italiane (un triangolo di circa 100x50x80 km).

Quanto Linux
Di Linux, all’interno della AUSL di Ferrara, ce n’è già parecchio. Ad esempio, sono Linux i quattro server DNS basati su CentOS e BIND che forniscono la risoluzione dei nomi sia all’interno della rete che all’esterno. Sono Linux anche i server basati su Fedora Core 8 e Qmail che forniscono i servizi di posta elettronica. Ci sono poi diversi web proxy basati su Fedora Core 8 e Squid. A questi, dal 2005, si sono aggiunti diversi server OpenLDAP, basati prima su Red Hat e poi migrati su CentOS, che forniscono l’autenticazione single sign-on a diversi domini della rete. A questi si sono aggiunti nel 2006 diversi server Samba 3.2, anch’essi basati prima su Red Hat e poi su CentOS.
Sono Linux anche i firewall (FC8 con iptables e Shorewall), il sistema di backup centralizzato (Bacula) ed il portale aziendale, basato su FC8, Apache e Plone. Infine, sono basati su Linux (FC8) e OpenVPN i vari “punti di accesso” VPN con cui i fornitori esterni si collegano alla rete aziendale.
Complessivamente, la AUSL di Ferrara utilizza oltre una ventina di applicazioni diverse installate su almeno una dozzina di diversi server basati su Red Hat, CentOS e Fedora Core. Queste macchine forniscono servizi ad oltre 3000 dipendenti e ad un “bacino d’utenza” esterno di circa 300.000 persone dislocate in tutta la provincia. Molti di questi servizi vengono forniti 24 ore al giorno, sette giorni su sette. Molti di questi server sono in funzione, ininterrottamente, da 300 – 350 giorni.

Linux, da quando?
I primi esperimenti con Linux sono stati condotti nel 1999 ma l’adozione su larga scala è iniziata solo nel 2001. I primi sistemi Linux sono stati dei server DNS BIND, seguiti subito dopo dai server di posta QMail e dai Proxy Squid. Nel 2005 è stato introdotto un servizio di autenticazione centralizzata basato su LDAP (OpenLDA) e nel 2006 a questo è stato affiancato un servizio Samba.

Perché Linux?
Come ammette lo stesso Ingegner Savigni, la ragione principale per cui è stato adottato Linux è stata la riduzione dei costi. Attualmente, il risparmio che Linux consente in termini di licenze software è dell’ordine di almeno un centinaio di migliaia di euro all’anno. Personalmente, posso aggiungere che questa cifra è più o meno equivalente al costo che l’AUSL di Ferrara sopporta ogni anno per effettuare lo screening gratuito contro il tumore della mammella. In altri termini, la scelta di Linux permette, con i suoi risparmi, di garantire un importante servizio di monitoraggio alla popolazione e, quasi certamente, di salvare diverse vite.

Con l’introduzione progressiva di vari servizi basati su piattaforma Linux e su software Open Source, ci si è però resi conto del fatto che i vantaggi non si limitano al risparmio economico. Linux ed il software FLOSS in genere si sono fatti apprezzare anche per la loro sicurezza, la loro stabilità e la loro versatilità.

La gestione delle utenze con LDAP
Una delle applicazioni di cui i tecnici del CED della AUSL di Ferrara vanno giustamente fieri è il complesso sistema di autenticazione “single sign-on” basato su LDAP. Questo servizio è fornito da quattro server CentOS dotati di OpenLDAP che servono quattro diversi “domini” di rete. Il servizio permette agli oltre 3000 utenti di accedere a tutti i servizi di rete con la stessa coppia username/password da qualunque punto di accesso. In questo modo è possibile garantire, da un singolo punto di amministrazione, che ogni utente possa accedere a tutti i servizi di cui ha bisogno e solo a quelli. Il sistema LDAP permette anche di imporre il cambio della password ad intervalli regolari e rende possibile verificare che non ci siano due utenti collegati nello stesso momento da due stazioni diverse con la stessa coppia username/password (segno di una possibile intrusione).

Ad ulteriore miglioramento della sicurezza, si sta studiando l’adozione di sistemi di autenticazione basati sulle “smart card” attualmente distribuite dalla PA, come la “Carta Nazionale dei Servizi” e la “Carta d’Identità Elettronica”.

L’accesso ai servizi di rete con SAMBA
Insieme a LDAP vengono usati alcuni server Samba 3.2, basati su CentOS, che servono a connettere i client Windows al resto dell’infrastruttura di rete Unix. In questo modo, dai PC desktop degli uffici sono raggiungibili i file server, i server di stampa e molte altre risorse condivise.

DNS, Firewall e Proxy
L’AUSL di Ferrara gestisce un vero dominio Internet di terzo livello (ausl.fe.it) e quindi deve disporre di propri DNS. Per questo servizio vengono usati quattro server Linux CentOS dotati di BIND, due visibili dall’esterno e due visibili solo dall’interno (la rete interna dell’AUSL non è visibile dall’esterno, ovviamente).

Il portale
La AUSL ha un proprio portale , ospitato da un server che “gira” Fedora Core 8, Apache e Plone. Il portale fornisce informazioni ai circa 300.000 utenti della provincia e viene aggiornato da una moltitudine di diversi operatori. Su questo portale è anche disponibile un articolo che parla dell’uso di Linux in azienda: ” L’AUSL Ferrara al Linux Day 2008 “.

L'ing.Savigni iCalendar ed il Project Management
All’interno della AUSL viene usato lo standard iCalendar per la creazione di calendari condivisi. A questo scopo viene usato un server WebDAV a cui si collegano i client Mozilla Thunderbird, dotati di Mozilla Sunbird, degli utenti.
In futuro, questa prima soluzione legata al lavoro di gruppo potrebbe essere estesa con l’adozione di un sistema di gestione dei progetti più ampio. La soluzione più adatta è ancora in fase di valutazione.

Più competenze, meno soldi
L’Ingegner Savigni riconosce apertamente che l’uso di Linux e del software Open Source richiede un maggiore impegno da parte dei tecnici del CED. In questo senso, Linux ha effettivamente un “costo nascosto” di cui è necessario tenere conto. Installare, configurare e gestire il software Open Source richiede spesso più tempo, più fatica e più competenze tecniche del corrispondente software commerciale. In particolare, per gestire sistemi di questo tipo è necessaria una adeguata competenza in ambito Unix e TCP/IP. Questa competenza non può sempre essere data per scontata, specialmente da quando le nostre università hanno iniziato a dedicare sempre maggiore attenzione a Windows ed al software commerciale.

Questa maggiore complessità di gestione è anche la conseguenza della carenza di strumenti software adeguati. Ad esempio, all’interno della AUSL di Ferrara viene usato webmin per molti compiti di amministrazione quotidiana ma questo strumento è ancora lontano dal poter competere con gli equivalenti tool commerciali. Per questa ragione, molti dei compiti di amministrazione più impegnativi devono ancora essere portati a termine attraverso i file di configurazione testuali di /etc.

Tuttavia, lo stesso Ingegner Savigni riconosce anche che l’adozione di Linux si ripaga quotidianamente con la sua maggiore versatilità, la sua indipendenza dai fornitori, la sua sicurezza e la sua stabilità.

Sicurezza
Com’era prevedibile, Linux ed il software Open Source si sono fatti apprezzare soprattutto per la loro sicurezza. Come ha sottolineato l’Ingegner Savigni, questa sicurezza è soprattutto la conseguenza della tempestività con cui vengono distribuite le “patch” necessarie. Ovviamente, questa tempestività di intervento è a sua volta la conseguenza dell’instancabile opera di analisi dei sorgenti da parte della comunità degli utilizzatori e della tempestiva scoperta delle vulnerabilità.

Stabilità
Insieme alla sicurezza, Linux ed il software Open Source si sono fatti notare per la loro notevole stabilità, soprattutto rispetto agli analoghi prodotti di casa Microsoft. I server basati su Linux e su programmi Open Source si sono dimostrati in grado di fornire un servizio affidabile, 24 ore su 24, sette giorni su sette, per 300 – 350 giorni consecutivi, senza mai richiedere un riavvio. Queste performance sono in stridente contrasto con quelle di alcune applicazioni server basate su Windows che spesso richiedono un riavvio ogni settimana.

Quello che mi ha raccontato l’Ingegner Savigni su questo punto, d’altra parte, è ben noto da tempo. Come molti ricorderanno, ad esempio, già il vecchio Internet Information Server 4.0 era afflitto da un famigerato “memory leak” che portava alla saturazione della memoria disponibile nel giro di alcuni giorni ed obbligava a riavviare il sistema.

L’altro FLOSS
Sui PC desktop dell’AUSL è ancora presente Windows ma non è più presente, da tempo, gran parte del software commerciale tipico del mondo Microsoft. MS Office è stato sostituito ovunque da OpenOfficeOrg (senza particolari rimpianti da parte degli utenti). MS Outlook e MS Mail sono stati rimpiazzati da Mozilla Thunderbird e MS Internet Explorer è stato sostituito da Mozilla Firefox. Mozilla Thunderbird viene usato in associazione a Mozilla Sunbird, il sistema di gestione dei calendari (“agende”) di Mozilla.

Questa scelta ha permesso un ulteriore, consistente risparmio sulle licenze software ma, soprattutto, ha reso la rete dell’AUSL sostanzialmente insensibile ai molti virus, worm e altri tipi di malware che sono specifici del mondo Microsoft. Queste “pesti” informatiche, infatti, non sono in grado di colpire piattaforme diverse da quelle per cui sono state studiate. Ad esempio, un worm pensato per colpire MS Outlook non può infettare il suo omologo Mozilla Thunderbird. Dato che la quasi totalità del malware è studiato per colpire applicazioni Microsoft, il solo fatto di usare qualcosa di diverso rende la rete insensibile a questi attacchi.

Infine, la scelta di usare OpenOfficeOrg ha reso l’AUSL indipendente dalle scelte di Microsoft in fatto di formati dei documenti. Se e quando MS deciderà ancora una volta di cambiare formato, ad esempio da DOCX a DOCY, l’AUSL continuerà ad usare il formato ODF di OpenOfficeOrg (che è uno Standard ISO) e non sarà quindi obbligata a cambiare software (con i costi ed i problemi che questo comporta).

Linux sui desktop
Presso uno dei reparti dell’Ospedale di Portomaggiore è stata avviata da qualche tempo una prima sperimentazione di Linux in applicazioni desktop. In particolare, si è cercato di capire se fosse possibile rimpiazzare Windows con Fedora Core 8 nelle ultime applicazioni che ancora erano legate al sistema operativo di Microsoft. Per il momento, questo non si è dimostrato possibile. Ci sono ancora diverse applicazioni, provenienti da fornitori esterni, che richiedono Windows e che non si riesce a far girare in modo affidabile con Wine.
Tuttavia, molti di questi fornitori stanno già migrando le loro applicazioni al mondo web e quindi nel prossimo futuro dovrebbero essere svincolate dal sistema operativo sottostante. A quel punto, l’avvento di Linux sui desktop sarà inevitabile.

Il mondo è fatto di uomini
L’adozione di Linux alla AUSL di Ferrara non è stata imposta dall’alto. L’iniziativa è nata dagli stessi tecnici che l’hanno poi realizzata. L’ingegner Savigni ed i suoi collaboratori hanno proposto Linux e l’Open Source perchè sapevano che avrebbe permesso di ridurre i costi e perchè avevano fiducia in questi strumenti. A distanza di anni, la loro fiducia si è dimostrata ben riposta e questi sistemi permettono di fornire un servizio di prim’ordine a costo quasi nullo.

I dirigenti dell’AUSL hanno accettato la proposta di questi tecnici pur sapendo che all’inizio avrebbe comportato una maggiore numero di interventi tecnici, un maggior numero di ore di lavoro e forse un temporaneo aumento dei costi. Grazie a questa scelta, ora si trovano a poter disporre, da diversi anni, di alcune centinaia di migliaia di euro all’anno in più. Questi soldi non attraversano più l’Atlantico e possono essere spesi per curare la salute delle persone della provincia.

Tutte queste persone hanno fatto il loro mestiere nel migliore dei modi, senza che ci sia stato il bisogno di minacciarli con lo spauracchio di possibili punizioni o di allettarli con la promessa di premi. Hanno preso le decisioni che sono sembrate loro essere le più razionali ed hanno lavorato in prima persona alla loro implementazione. Non c’è stato nemmeno il bisogno di istruire questi tecnici o di indirizzare questi manager. Hanno preso queste decisioni in base alla loro sensibilità ed hanno risolto i problemi che si presentavano facendo appello alle proprie competenze.

Forse a qualcuno tutto questo può sembrare scontato. A me sembra qualcosa di notevole e di cui bisogna rendere merito a queste persone.

Conclusioni
Né l’Ingegner Savigni, né nessuno dei suoi collaboratori, né io che li ho intervistati siamo particolarmente avversi al software commerciale. Tuttavia, proprio l’esperienza dell’AUSL di Ferrara dimostra, in modo concreto ed inequivocabile, che l’uso di software Open Source comporta dei vantaggi innegabili e di notevole rilievo per le aziende e per i loro utenti. La transizione al software Open Source di molte aziende è ormai inevitabile, sia per ragioni di costo che per ragioni tecniche.

Non ci resta quindi che sperare in due cose. La prima è che molte altre aziende, pubbliche e private, capiscano rapidamente quali sono i vantaggi che possono trarre dal software Open Source e lo adottino senza aspettare “direttive” dall’alto. Il software è là fuori, su sourceforge, ed aspetta solo di essere installato. Non occorrono né autorizzazioni, né competenze né finanziamenti particolari.

La seconda è che le software house commerciali capiscano sempre meglio quale può essere il loro ruolo sul mercato e forniscano prodotti realmente adatti alle esigenze dei loro utenti, resistendo a qualunque tentazione di creare dei “vendor lock-in” o di mettere in atto altre pratiche discutibili. Questo è un mercato in cui c’è posto per tutti ma è anche un mercato in cui non esistono più monopoli. Certe pratiche tecniche e commerciali costringono i clienti ad allontanarsi anche da prodotti che, per conto loro, sarebbero più che apprezzabili.

Alessandro Bottoni

I precedenti interventi di A.B. su PI sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • unaDuraLezione scrive:
    maledetti!
    contenuto non disponibile
    • Spiritoso scrive:
      Re: maledetti!
      ...che sei.. pensa a me ed ai vari amici/conoscenti "babbi" che hanno installato 'ste monnezze. A convincerli che non sono antivirus ed a rimuoverli mi è venuta una serie di calli alle dita. :-(Ma condannateli a dodici ore di repliche dei discorsi di capodanno di Oscar!!!...forse è meglio di no, poi Amnesty International arriva a proteggerli.P.S.Un buon sito per verificare le "monnezze" è: hosts-file.net, amministrato bene e gratuito.
  • Gianni Ottimista scrive:
    Sito down
    L'url indicato nell'articolo non viene risolto dai DNS...
  • akitotenk scrive:
    è un vero problema
    Ragazzi vi assicuro che questo fantomatico antivirus 2008 è una vera piaga, io non sono nabbo ma con antivirus e aggiornamenti sono riuscito a prendelo anche io(stavo provando crome) vi assicuro che è una rottura di zebedei assurda, a me a ogni pagina interntet che aprivo reindirizzava a siti che voleva lui, l'antivirus lo rilevava diceva di cancellarlo ma poi si ripresentava, ho dovuto usare hijackthis in modalità provissoria per toglierlo cosa che cmq non è da tutti. io posso capire sti poracci che magari non sanno cosa fare e in preda alla disperazione pagano qualche euro di riscatto per riavere il pc funzionante.quello che mi dicono di non usare antivirus, ragazzi appena installate un antivirus vedrete che ne siete pieni di virus win è troppo buggato per stare senza. e non sempre lo spybot basta, spero che voi non usiate troppo conti o carte di credito online nei vostri panni non mi sentirei sicuro-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2008 10.40-----------------------------------------------------------
    • pabloski scrive:
      Re: è un vero problema
      per mia fortuna usa Linux :Dcomunque hai ragione, i moderni malware polimorfici sono invisibili agli antivirus e servizi di sistema come BITS garantiscono a questi virus la possibilità di comunicare in rete senza che il firewall li blocchi
      • Cryon scrive:
        Re: è un vero problema
        - Scritto da: pabloski
        per mia fortuna usa Linux :D

        comunque hai ragione, i moderni malware
        polimorfici sono invisibili agli antivirus e
        servizi di sistema come BITS garantiscono a
        questi virus la possibilità di comunicare in rete
        senza che il firewall li
        blocchiriporto anche qui quello che ho scritto sopra ^^forse un virus simile mi è capitato anche a me.. devo dire che non so nemmeno come l'ho beccato perchè almeno in quel momento non stato nemmeno navigando(ma ero collegato)cmq facendola breve mi comparve uno scudo rosso molto simile a quello di windows che mi avvisava del virus.. all'inizio ho pensato che fosse l'anti-malware di win ma poi mi sono accorto di altri "malfuzionamenti"alla fine il pc era bloccato, l'utente che aveva i diritti di amministratore non poteva più nemmeno aprire il taskmanager o cose similifortunatamente avevo da poco attivato il firewall che mi segnalasse tutto il traffico in entrata ed in uscita(stavo configurando una rete domestica) e mi sono visto quali file cercavano di "uscire"ovviamente non potevo cancellarli allora ho utilizzato un altro programma già installato(x fortuna) che cancellava i file al riavviosistemato quello il pc con quell'utente era comunque inutilizzabile.. sono entrato con un altro utente amministratore ed ho cercato su internet.. ho trovato solo un software bello in evidenza e scaricato mi ha subito individuato alcuni virus(un file in particolare secondo me non lo era ma era un file di sistema) ma poi una volta segnalati mi ha ributtato sulla pagina del sito dicendomi che dovevo pagare!A bocca apertaper la cronaca avast home 4 non me lo segnalava, avg av e as mi avevano beccato qualcosa ma non tutto.. alla fine ho trovato avira che mi ha ripulito tutto(od almeno il restante) ^^poi ho creato un altro utente e ci ho copiato dentro le cartelle dell'utente "infettato"sembra funzionare tutto tranne il firewall di win che è e rimane disabilitato ma cmq io uso kpfsperiamo bene!
        • akitotenk scrive:
          Re: è un vero problema
          brutta situazione, sti robi sono assurdi sono peggio di una sanguisuga, per toglierlo ti consiglio di avviare in modalità provvisioria con rete, cercati hijackthis e passare a mano tutte le righe e togliere tutto quello che non ti convince e l'unico modo sicuro
          • Cryon scrive:
            Re: è un vero problema
            - Scritto da: akitotenk
            brutta situazione, sti robi sono assurdi sono
            peggio di una sanguisuga, per toglierlo ti
            consiglio di avviare in modalità provvisioria con
            rete, cercati hijackthis e passare a mano tutte
            le righe e togliere tutto quello che non ti
            convince e l'unico modo
            sicuroa dire il vero sto cercando di usare sempre meno win e sempre più ubuntu.. in ufficio ci lavoro tranquillamente ma a casa uso qualche prog che su linux "non va"..qualche giorno fa ho scaricato gratuitamente la versione completa di crossover che potrebbe farmi formattare definitivamente win dal pc di casa :p
          • akitotenk scrive:
            Re: è un vero problema
            ti consiglio winesudo apt-get install winelo trovo migliore è la maggior parte delle applicazioni vanno vedi office e affini, crossover oltre a essere a pagamento lo trovo molto + pesante.per le applicazioni in genere, non è che non funzionano è che non ci sono!, o meglio ce ne sono altre solo che spesso siamo troppo pigri per cambiare, io ad esempio mi sono cosi assuefatto a Vdub che non riesco a usare altro! infatti mi trovo male sia sotto linux che sotto mac.se poi parli di giochi bhe quello è un altro discorso cedega è ancora indietro come compatibilità
          • Cryon scrive:
            Re: è un vero problema
            - Scritto da: akitotenk
            ti consiglio wine
            sudo apt-get install wine
            lo trovo migliore è la maggior parte delle
            applicazioni vanno vedi office e affini,
            crossover oltre a essere a pagamento lo trovo
            molto +
            pesante.

            per le applicazioni in genere, non è che non
            funzionano è che non ci sono!, o meglio ce ne
            sono altre solo che spesso siamo troppo pigri per
            cambiare, io ad esempio mi sono cosi assuefatto a
            Vdub che non riesco a usare altro! infatti mi
            trovo male sia sotto linux che sotto
            mac.
            se poi parli di giochi bhe quello è un altro
            discorso cedega è ancora indietro come
            compatibilitàsi conosco anche wine ma anche quello mai provato :)cmq crossover è stato messo gratuitamente per un giorno perchè il presidente della soc(che non ricordo) ha perso una scommessa heheh aveva detto tipo che il prezzo a barile di petrolio non scendeva sotto i 70 dollari :POT a parte anche la mia è "pigrizia" ;)
          • TnK scrive:
            Re: è un vero problema
            ....hai una licenza win sul tuo pc? ...Formattalo piazzaci qualsisi distro linux recente e vai di virtualbox di sun (completamente gratuita, mentre crossover no..) per utilizzare win....una vera libidine!!!ciao...
          • pabloski scrive:
            Re: è un vero problema
            però non si può non ammirare le capacità tecniche di chi li crea :D
          • JoCKerZ scrive:
            Re: è un vero problema
            Sono pochissimi quelli che hanno le capacita' tecniche per creali. Discorso diverso per chi li usa, e sono tanti. Purtroppo i primi, non essendo spesso riconosciuto il loro talento, finiscono per vendere le loro cose ai secondi che sono dei veri e propri criminali.
  • savage empire scrive:
    no antivirus
    io non uso un antivirus da anni, questi programmi sono inefficaci, succhiano risorse rallentando il sistema e nelle rare occasioni in cui ho avuto il pc infettato ho cercato le guide su internet per eliminare manualmente il virus.
    • web developeee eeeeeeeeee rs scrive:
      Re: no antivirus
      ti stra quoto
      • Giovanni Mauri scrive:
        Re: no antivirus
        Eh, voi si che siete al sicuro da infezioni..
        • someone scrive:
          Re: no antivirus
          - Scritto da: Giovanni Mauri
          Eh, voi si che siete al sicuro da infezioni..lol quotovantarsi per non avere installato un antivirus,quando oggi i virus/worm/malware si trovano addirittura nei banner pubblicitari, è da GRANDI IGNORANTI
          • palin scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: someone
            - Scritto da: Giovanni Mauri

            Eh, voi si che siete al sicuro da infezioni..
            lol quoto
            vantarsi per non avere installato un
            antivirus,quando oggi i virus/worm/malware si
            trovano addirittura nei banner pubblicitari, è da
            GRANDI
            IGNORANTIMa come, virus sul super sicuro windows Vista? Ma quando mai? :Pio ho installato il clamav, ma giusto per avvisare qualcun altro che usa windows se c'è qualcosa di sospetto..
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: no antivirus
            contenuto non disponibile
          • someone scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: unaDuraLezione

            La tua affermazione fa molto ridere, credimi.
            1) Il tuo antivirus *NON TI DIFENDE* dai banner
            per il smeplice fatto che i banner possono
            cambiare in 1 minuto, mentre il tuo AV lo
            aggiorni, ben che ti vada, una volta al
            giorno.E ALLORA COSA DOBBIAMO FARE??? SMETTERE DI PROTEGGERCI SOLO PERCHE' OGNI GIORNO NASCONO NUOVI VIRUS???Io farò ridere ma tu fai piangere!
            2) il banner non può lanciarti un exe, *A MENO
            CHE* tu non usi dei software non patchati AHHH quindi tu pensi che i virus non possano essere lanciati in background all'avvio?
            oppure
            non sia tu così furbo da scaricare e lanciare un
            eseguibile.no scusa questa non l'ho capita... secondo il tuo ragionamento io non dovrei più scaricare eseguibili da internet O_O
            GRANDI IGNORANTI?
            ROTFL.ridi di meno e pensa di più...i virus di una volta non esistono più... poi se non vuoi usare un antivirus fai pure,ma almeno non vantartene con gli altri perchè saresti solo patetico, e poi io ho espresso solo una mia opinione e tu dici che faccio ridere? beh qualcuno qui dovrebbe crescere...
          • pabloski scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: someone
            E ALLORA COSA DOBBIAMO FARE??? SMETTERE DI
            PROTEGGERCI SOLO PERCHE' OGNI GIORNO NASCONO
            NUOVI VIRUS???Io farò ridere ma tu fai
            piangere!
            effettivamente allo stato attuale gli antivirus sono inutili...poi è chiaro uno può benissimo installarlo, giusto per l'effetto placebo

            AHHH quindi tu pensi che i virus non possano
            essere lanciati in background all'avvio?
            no si riferiva ai software non patchati....effettivamente un eseguibile si autoinstalla tramite browser usando una qualche vulnerabilità, in mancanza di tale vulnerabilità è costretto ad usare l'ingegneria sociale
            no scusa questa non l'ho capita... secondo il
            tuo ragionamento io non dovrei più scaricare
            eseguibili da internet O_O
            lo si può fare, ma il rischio è grande
          • someone scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: pabloski
            - Scritto da: someone

            effettivamente allo stato attuale gli antivirus
            sono inutili...poi è chiaro uno può benissimo
            installarlo, giusto per l'effetto
            placebo
            mah... questo è assolutamente falso... che dovrebbero fare più di quello che fanno già per essere utili? O_o
            no si riferiva ai software non
            patchati....effettivamente un eseguibile si
            autoinstalla tramite browser usando una qualche
            vulnerabilità, in mancanza di tale vulnerabilità
            è costretto ad usare l'ingegneria
            sociale
            ahh cavolo avevo capito un altra cosa xD

            lo si può fare, ma il rischio è grandemah secondo me questa è una stupidaggine,cioè dovrei stare li a non scaricare programmi che magari mi servono perchè POTREBBERO essere virus? no grazie ,c'è già abbastanza preoccupazione nel mondo per cose molto più importanti non voglio che una stupida possibilità che in un programma sia presente un virus mi metta ansia inutile... se mi serve un programma lo scarico,se è un virus o cmq lo contiene l'antivirus me lo dice e lo cancello,se è un virus e non me lo rileva ,perchè magari è nuovo, pace... ma nn mi è mai capitato in 7 anni ^^
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: no antivirus
            contenuto non disponibile
          • someone scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: someone


            mah... questo è assolutamente falso...

            senti.. ti abbiamo spiegato per filo e per segno
            perché un AV non solo non protegge in molti casi,
            ma ti dà anche una falsa sicurezza (che tu
            dimostri) azzo anche questo è falso... di un po ti stai preparando a fare il politico? (rotfl)
            e tu dici che è falso così senza alcun
            argomento a tuo
            favore?
            Vuoi le argomentazioni? beh vatti a leggere la definizione di inutile e capirai che anche se un antivirus fosse capace di rilevare solo 1 virus sarebbe impossibile considerarlo inutile ^^

            nulla.
            Non possono certo insegnarti ad usare il PC gli
            antivirus
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)ahh dici che sarà per quello che si chiamano antivirus? :o
            mi pare ovvio.
            I programmi vanno scaricati solo dal sito
            ufficiale del produttore e verificandone il CRC
            per scrupolo
            aggiuntivo.LOL siii sicuramenteee!!! guarda,in 7 anni non l'ho mai fatto e non lo farò neanche mai (parlo della verifica della rindondanza ciclica)...
            tranquillo allora, usa il tuo antivirus e lancia
            tutto ciò che viene giù dal mulo
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)non uso il mulo (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Sgabbio scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: someone
            azzo anche questo è falso... di un po ti stai
            preparando a fare il politico?
            (rotfl)Purtroppo l'antivirus non è più sufficente per proteggere un sistema windows, sarà un caso che moltissime aziende nel settore, puntano tutto su un pacchetto di sicurezza a 360 gradi ?
            Vuoi le argomentazioni? beh vatti a leggere la
            definizione di inutile e capirai che anche se un
            antivirus fosse capace di rilevare solo 1 virus
            sarebbe impossibile considerarlo inutile
            ^^L'anti virus non è inutile, ma con la situazione attuale i metodi usati attualmente sono inefficaci! Prevx, ad esempio, usa una via alternativa per scovare e rimuovere le infezioni, usanto in maniera pesante euristica con un mega Database esterno, che garantisce un'aggiornamento perennemente costante alle nuove minacce. Il tuo concetto di "utile" è un pò distorto, comunque, perchè se tu hai la macchina impestata è il tuo software di sicurezza, rivela solo un codice malevolo su 100 che girano sul tuo sistema, tanto utile non è purtroppo.
            LOL siii sicuramenteee!!! guarda,in 7 anni non
            l'ho mai fatto e non lo farò neanche mai (parlo
            della verifica della rindondanza
            ciclica)...Sinceramente sei troppo sicuro di te, perchè se ti prendi qualcosa di farlocco, non è che appare una schermata che dice "ciao sono un malware è sono venuto a romperti le scatolte". Comunque se c'è la possibilità di controllare HASH di un file, non sarebbe male farlo.

            non uso il mulo (rotfl)(rotfl)(rotfl)Credo che era per dire.
          • someone scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: someone

            Purtroppo l'antivirus non è più sufficente per
            proteggere un sistema windows, sarà un caso che
            moltissime aziende nel settore, puntano tutto su
            un pacchetto di sicurezza a 360 gradi ? no non è un caso,è che qualcuno finalmente si è accorto che anche un buon firewall e un antispam sono utili
            L'anti virus non è inutile, ma con la situazione
            attuale i metodi usati attualmente sono
            inefficaci! Prevx, ad esempio, usa una via
            alternativa per scovare e rimuovere le infezioni,
            usanto in maniera pesante euristica con un mega
            Database esterno, che garantisce un'aggiornamento
            perennemente costante alle nuove minacce. sono daccordo! Io non ho mai detto che non esistono virus non rintracciabili dagli av attualmente o comunque in real time ^^

            Il tuo concetto di "utile" è un pò distorto,
            comunque, perchè se tu hai la macchina impestata
            è il tuo software di sicurezza, rivela solo un
            codice malevolo su 100 che girano sul tuo
            sistema, tanto utile non è
            purtroppo.

            anche se è un esempio un po esagerato xD cmq non ho mai detto che l'av fa tutto! (è' logico che esistono utenti e utonti...) ,ma ho detto solo che nessuno è perfetto e che esiste sempre quello più furbo di te che può infilarti un virus vecchio nel tuo pc in modi che mai immagineresti,magari sfruttando un bug scoperto da lui e che logicamente non ha rivelato a nessuno... (è solo un esempio) ricorda che il social engineering si può applicare solo all'uomo e non all'av!
            Sinceramente sei troppo sicuro di te, perchè se
            ti prendi qualcosa di farlocco, non è che appare
            una schermata che dice "ciao sono un malware è
            sono venuto a romperti le scatolte". si lo so,è un mio difetto ma cmq credo di sapere gestire abbastanza bene una "sessione di navigazione" ,poi se vabbè prenderò un malware pazienza... sbagliando si impara,evitando si dimentica!
            Comunque se
            c'è la possibilità di controllare HASH di un
            file, non sarebbe male
            farlo.eh lo so...



            non uso il mulo (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Credo che era per dire.credi? xD cmq non uso programmi di p2p,cioè alle volte uso torrent ma con la connessione che ho va lentissimo...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: no antivirus
            contenuto non disponibile
          • pabloski scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: someone
            mah... questo è assolutamente falso... che
            dovrebbero fare più di quello che fanno già per
            essere utili?
            O_o
            più di quello che fanno??? guarda che io non ho mica detto che sono "fannulloni"sto dicendo che il loro approccio non è a prova di malwarelo so si spaccano la schiena per tenerli aggiornati, ma non basta...è una valutazione oggettiva, non sto dicendo che non valgono niente, rubano lo stipendio, ecc...sto solo dicendo che la metodologia basata su signature è inefficace
            mah secondo me questa è una stupidaggine,cioè
            dovrei stare li a non scaricare programmi che
            magari mi servono perchè POTREBBERO essere virus?
            no grazie ,c'è già abbastanza preoccupazione
            nel mondo per cose molto più importanti non
            voglio che una stupida possibilità che in un
            programma sia presente un virus mi metta ansia
            inutile... se mi serve un programma lo scarico,se
            è un virus o cmq lo contiene l'antivirus me lo
            dice e lo cancello,se è un virus e non me lo
            rileva ,perchè magari è nuovo, pace... ma nn mi è
            mai capitato in 7 anni
            ^^puoi fare quello che vuoi ma poi non ti lamentare dello spam, perchè magari il tuo PC fa parte di una botnet spara-spam o peggio ancora di una botnet per i DDOSnon ti lamentare quando vengono attaccati siti istituzionali, violate banche, rubati dati sulle carte di creditoè chiaro che se non ti preoccupi, tu il PC lo usi solo per cazzeggiare
          • someone scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: pabloski
            - Scritto da: someone


            più di quello che fanno??? guarda che io non ho
            mica detto che sono
            "fannulloni"

            sto dicendo che il loro approccio non è a prova
            di
            malware

            lo so si spaccano la schiena per tenerli
            aggiornati, ma non basta...è una valutazione
            oggettiva, non sto dicendo che non valgono
            niente, rubano lo stipendio,
            ecc...

            sto solo dicendo che la metodologia basata su
            signature è
            inefficace
            si io non ho negato che esistono cmq risultati falsi positivi o cmq virus nuovi non rilevati/rilevabili, dico semplicemente che io terrei un antivirus anche solo per rilevare virus un po vecchiotti che però sono ancora in giro,è per questo che la parola inutile non mi va giù :)

            puoi fare quello che vuoi ma poi non ti lamentare
            dello spam, perchè magari il tuo PC fa parte di
            una botnet spara-spam o peggio ancora di una
            botnet per i
            DDOS

            non ti lamentare quando vengono attaccati siti
            istituzionali, violate banche, rubati dati sulle
            carte di
            credito

            è chiaro che se non ti preoccupi, tu il PC lo usi
            solo per
            cazzeggiarenon ti preoccupare se solo una di queste cose accadesse me ne accorgerei,non sarò un super esperto,ma monitoro il traffico web del mio pc e so esattamente quali programmi sono connessi e quali no e come se non bastasse sono dentro 2 connessioni NAT xD quindi all'interno ci penso io con il firewall ed all'esterno la nat fa il suo lavoro (che poi è uno dei suoi pochi pregi...)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: no antivirus
            contenuto non disponibile
          • someone scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: someone


            E ALLORA COSA DOBBIAMO FARE???

            non lo so... sei tu che ne hai bisogno, quindi
            sei tu che dovresti spiegarmi cosa lo usi a
            fare.
            beh sai se avresti letto con più attenzione avresti capito ke questa era una domanda collegata al discorso che ho detto sotto... non capisco perchè tu l'abbia divisa mah

            SMETTERE DI

            PROTEGGERCI SOLO PERCHE' OGNI GIORNO NASCONO

            NUOVI VIRUS???

            Visto che dai nuovi virus non ti protegge, il tuo
            totale affidamento all'antivirus è quanto meno
            singolare.
            a beh si certo quindi secondo te tutti i virus nuovi non sono rilevabili dall'antivirus... questa mi sembra una opinione singolare...

            Io farò ridere ma tu fai

            piangere!

            Fatto sta che io non ho mai preso un virus dopo
            un ventennio di utilizzo dei
            PC.

            e come fai a saperlo se nn hai un antivirus? xDD
            Guarda che io so esattamente come funzionano
            virus, eseguibili, rootkit, driver, quello che
            vuoi.
            sei tu che dici che un banner ti infetta se non
            hai
            l'antivirus.ah si certo ho detto proprio così... non ho voglia di quotare tutto quindi vatti a rileggere cosa ho scritto... e magari cerca anche di capire!
            Potrebbe capitare *SE* il programma che
            visualizza il banner ha dei bug
            pazzeschi.
            Ma se così fosse, chi mette i banner col virus ne
            scriverebbe uno nuovo non rilavebile da alcun AV.
            Quindi nello scenario da te immaginato il tuo AV
            non serve ad un
            piffero.
            allora, secondo il tuo ragionamento non dovrei mettere l'av solo xkè ogni giorno escono nuovi virus? non ho parole...

            no scusa questa non l'ho capita... secondo il

            tuo ragionamento io non dovrei più scaricare

            eseguibili da internet O_O

            Infatti non l'hai capita, ma è anche inutile che
            te la spieghi a questo
            punto.

            se se se...

            AHAHAHAHAHAHAHHAHA!!!!1UNO
            NON CI SONO PIU' I VIRUS DI UNA VOLTA!
            mah...

            poi se non vuoi usare

            un antivirus fai pure,ma almeno non vantartene

            con gli altri perchè saresti solo patetico

            Patetico è chi ci fa affidamento dopo che gli è
            stato spiegato che i nuovi virus non possono
            essere riconosciuti per
            tempo.
            no patetico è chi si espone pensando di fare il figo...

            e poi

            io ho espresso solo una mia opinione

            la tua opinione ha esordito così: "GRANDI
            IGNORANTI"
            direi che non si tratta di un'opinione ma di un
            offea bella e
            buona.ah beh... se pensi che dare dell'ignorante a qualcuno equivalga ad offenderlo allora non so davvero più che dire...
            Ed essendo pure nel torto a livello di contenuto,
            fa *MOLTO* ridere,
            credimi.si certo nel torto per te...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: no antivirus
            contenuto non disponibile
          • Metal scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: someone



            a beh si certo quindi secondo te tutti i virus

            nuovi non sono rilevabili dall'antivirus...

            Senti dài, talgio tutto percé è evidente che mi
            stai prendendo per il
            culo...
            L'unico modo per avere istantaneamente un virus
            nelle firme di un produttore di AV (ovvero è la
            tua vana speranza di sicurezza) è che il virus
            l'abbia scritto il produttore di AV
            stesso.Allora, qui o ci stai pigliando per il culo tu o non capisci un accidente di virus. I cosiddetti "zero day virus" sono una percentuale minima della minaccia virale in rete e vengono coperti nel giro di 24 ore al massimo, tant'è che gli update agli antivirus si fanno anche quattro, cinque volte al giorno. La stragrande maggioranza dei virus è tranquillamente coperta dalle signature esistenti. Quindi, o parli di qualcosa che capisci o sta zitto.
          • Paolo Pizzolongo scrive:
            Re: no antivirus
            Chi usa windows non deve lamentarsi di virus perchè è un sistema operativo altamente insicuro. Usarlo con o senza antivirus ha una sola differenza: le prestazioni della macchina. Tanto alla peggio dopo alcuni mesi è comunque necessaria una formattazione perchè il file system si incasina lo stesso... quindi perchè sprecare processore per un antivirus inutile?!?Usate linux. E stati sicuri.
          • di passaggio scrive:
            Re: no antivirus
            2 anni senza formattare e senza prendere virus!!!W le falsità!
          • TnK scrive:
            Re: no antivirus
            A prescindere che nessun sistema operativo è sicuro in rete esistono alcune regolette per evitare "rogne":1)Firewall settato con "amore" sia per *nix che per win sia per qualsiasi s.o.2)Non utilizzare account d'amministratore per le attività quotidiane.3)Antivirus (consigliato anche per *nix se non altro per essere al sicuro dai biscottini che infestano regolarmente la cache del browser).4)Tenete a mente che se avete dei bimbi piccoli per casa il Vostro Pc non è al sicuro nemmeno spento....quello di non avere nessun antivirus su un sistema windows spero sia solo una provocazione per creare flame....Ciao..P.S. : L'unica macchina windows che posseggo (è di mia moglie) ha windows xp dall'ottobre 2002...Mai formattata ed è sempre in forma.Sui miei pc c'è Linux...ma è questione di gusti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2008 20.06-----------------------------------------------------------
          • anonimo scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: TnK
            A prescindere che nessun sistema operativo è
            sicuro in rete esistono alcune regolette per
            evitare
            "rogne":

            1)Firewall settato con "amore" sia per *nix che
            per win sia per qualsiasi
            s.o.

            2)Non utilizzare account d'amministratore per le
            attività
            quotidiane.

            3)Antivirus (consigliato anche per *nix se non
            altro per essere al sicuro dai biscottini che
            infestano regolarmente la cache del
            browser).
            Tu sì che ne capisci di Linux!LOL
          • TnK scrive:
            Re: no antivirus
            ...Sei uno di quelli che crede che i sistemi *nix siano sicuri al 1000 per 1000? ....Lavoro su una server Farm e non hai idea degli attacchi che si hanno quotidianamente sui nostri sistemi (non di certo basati su windows)....l'antivirus è neccessario, se non altro per evitare di "passare" schifezze al prossimo...Spero che tu non lavori nell' IT, altrimenti siamo messi male....molto male....
          • krane scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: TnK
            ...Sei uno di quelli che crede che i sistemi *nix
            siano sicuri al 1000 per 1000? ....Lavoro su una
            server Farm e non hai idea degli attacchi che si
            hanno quotidianamente sui nostri sistemi (non di
            certo basati su windows)....l'antivirus è
            neccessario, se non altro per evitare di
            "passare" schifezze al prossimo.Descrivici qualcuna di queste tue esperienze, dai hai un sacco di colleghi qui.
            ..Spero che tu non lavori nell' IT, altrimenti
            siamo messi male....molto
            male....
          • Tnk scrive:
            Re: no antivirus
            credenziali: http://www.fastnet.it/docs/serviziesoluzioni/webfarm.asp
    • marco scrive:
      Re: no antivirus
      si in effetti è molto più comodo ogni volta che si pensa di avere un virus controllare manuamente tutti i processi attivi e nel caso editarsi a mano registro/cancellare dll e altro sperando che chi ha dato i consigli non abbia scritto cazzate... tra l'altro se poi uno non si scarica nenache gli inutili aggiornamenti di windows è ancora meglio che ha più spazio libero e più banda per scaricarsi film da internet, giusto jhonny?
    • 200 OK scrive:
      Re: no antivirus
      Se hai un account limitato il tuo discorso può ancora funzionare.Certamente i tuoi dati corrono un rischio più grande di essere distrutti.Se usi un'altro account limitato per andare solo su siti sicuri, non credo ci siano problemi.Ma spesso si usa un account amministratore (rotfl) e li CASINI
    • Eric scrive:
      Re: no antivirus
      e purtroppo sbagli. qualche tempo fa anche io ho percorso questa strada, ma dopo circa un'anno ho installato un antivirus ed è venuto fuori l'inverosimile, nonostante il pc sembrasse funzionare correttamente.
    • Gianni Ottimista scrive:
      Re: no antivirus
      - Scritto da: savage empire
      io non uso un antivirus da anni,Bravo! C'è bisogno di furboni come te, per allargare le botnet!
    • ndr scrive:
      Re: no antivirus
      - Scritto da: savage empire
      io non uso un antivirus da anni, questi programmi
      sono inefficaci, succhiano risorse rallentando il
      sistema e nelle rare occasioni in cui ho avuto il
      pc infettato ho cercato le guide su internet per
      eliminare manualmente il
      virus....e che ne sai che il tuo pc non è infettato da virus e schifezze varie in generale?Sicuro di non avere qualche rootkit che gira? Sicuro di non avere qualche keylogger attivo? Sicuro di non far parte di una botnet?Un antivirus decente non sempre risolve, ma spesso aiuta......se poi nella tua presunzione credi che tutti i virus ti mostrino il teschio a schermo per manifestare la loro presenza...allora buona fortuna...
    • Alberto Zonato scrive:
      Re: no antivirus
      Anche io non ho attivo alcun Antivirus sul mio computer (con Windows XP SP3 aggiornato).Evito di usare Internet Explorer, uso Opera con alcune modifiche alla configurazione e alle preferenze per i siti.Ho un Antivirus installato (ma non attivo) e mensilmente verifico la presenza di virus e non mi è mai capitato di trovarne sul mio disco rigido da un anno a questa parte.Invece ne ho trovati su molte pendrive USB, uno dei principali veicoli di malware: per evitare di infettarsi ogni volta è d'obbligo disabilitare l'autorun da periferiche removibili, soprattutto se non si ha l'Antivirus, ma sarebbe una buona prassi anche per chi l'Antivirus ce l'ha, nell'ipotesi di essersi dimenticato di aggiornarlo o di fallito riconoscimento della minaccia.Antivirus XP 2008 l'ha preso il mio vicino di casa in una delle poche volte che ha usato IE per navigare, (gli avevo consigliato di usare Firefox) ed in effetti non è da profani riuscire a toglierlo completamente.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: no antivirus
      contenuto non disponibile
      • Sgabbio scrive:
        Re: no antivirus
        - Scritto da: unaDuraLezione

        Anche non uso antivirus residenti.
        Ne ho uno gratuito ed aggiornato che uso
        manulamente e raramente nella cartelle in cui ho
        scaricato qualcosa (raro che io scarichi exe,
        visto che ho già tutti gli strumenti chem i
        servono.
        Tenerlo residente (ovvero in RAM con hook sul
        filesystem) è assurdamente dispendioso,
        parzialmente inutile e dà pure una falsa
        sicurezza che non esiste
        affatto.
        Un PC sempre aggiornato (avete verificato chessò,
        che vlc o foxit siano nell'ultima versione?), un
        firewall sul router ben configurato, e
        l'astinenza dal provare cose che si trovano nei
        circuiti p2p è meglio di qualunque
        antivirus.Quali sono gli antivirus "non residenti" ? Per informazione.Comunque Se si ha la possibilità, sotto win, si potrebbe usare uno di quei software che ti dicono che ci sono aggiornamenti nei programmi installati, utile per tenere d'occhio tutto, dove è possibile.
    • Stever scrive:
      Re: no antivirus
      spero che tu non faccia acquisti con carta di credito/Paypal e non batta nessuna password altrimenti prima di capire (e poi togliere) che hai un virus hai fatto la frittata !
      • san48 scrive:
        Re: no antivirus
        Una buona difesa è navigare con Firefox + il plugin NoScript, oltre ad un antivirus attivo.
        • Stever scrive:
          Re: no antivirus
          su Firefox (che pure uso come browser alternativo) ho qualche dubbio, ogni tanto i buchi ci sono anche li e spesso anche maggiori di I.Explorer. Purtroppo per sfuggire ad ogni mondezza bisognerebbe attivare un sacco di roba e comuqnue non absterebbe.Per ora mi limito alla prudenza di quello che metto dentro al pc, alla navigazione attenta + un Antivirus principale e due antispyware/malware/antivirus integrati attivi ed aggiornati...ovviamente tutto pesa (ma se non giochi o usi il cad un desktop moderno è di solito sprecato come prestazioni quindi ben venga la sicurezza) ma almeno per ora non ho avuto problemi...ma mai dire mai ! :-)
          • san48 scrive:
            Re: no antivirus
            La forza di Firefox sta principalmente nella vasta scelta di componenti aggiuntivi e quello da me usato NOSCRIPT impedisce l'esecuzione di codice potenzialmente nocivo presente nelle pagine Web. Lo consiglio vivamente
          • Sgabbio scrive:
            Re: no antivirus
            Però va configurato, per evitare che ti blocchi tutto indistintamente :D
          • yess scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: san48
            La forza di Firefox sta principalmente nella
            vasta scelta di componenti aggiuntivi e quello da
            me usato NOSCRIPT impedisce l'esecuzione di
            codice potenzialmente nocivo presente nelle
            pagine Web. Lo consiglio
            vivamenteQuoto in pieno, per quanto io abbia un antivirus residente Firefox in accoppiata con Noscript è un ottima sicurezza. Tempo fa mi è capitato di andare in un sito di un amico, qualche simpaticone gli aveva fatti un regalino installandoci uno script che Avast ha identificato come un un virus. Attivando Noscript sul sito l'allarme è cessato ed ho potuto navigarci senza problema.
          • markoer scrive:
            Re: no antivirus
            - Scritto da: Stever
            su Firefox (che pure uso come browser
            alternativo) ho qualche dubbio, ogni tanto i
            buchi ci sono anche li e spesso anche maggiori di
            I.Explorer.Un esempio? io non ne ricordo...Cordiali saluti
          • Stever scrive:
            Re: no antivirus
            se digiti su google "firefox sicurezza" usciranno fuori centinaia di articoli (anche di punto informatico) relativi a Firefox sia 2 che 3 dove buchi si alternato a toppe per attapparli un pò come fa anche Microsoft, come fanno tutti nessuno escluso...ovviamente chi ha le spalle piu' grandi (maggiori soldi e quindi staff) le tappa prima e forse meglio...E chi scrive non è assolutamente un fautore di zio Bill tant'è che fino a qualche mese fa utilizzavo ancora come e-mail-reader Netscape 4.7 ...finchè alla fine ho capitalo per altro.E poi grazie o per colpa dei sviluppatori il solo browser veramente compatibile con ogni sito nolente o volente è I.Explorer
  • MArtyn Clystere scrive:
    Ma veramente la gente ci casca? non ci
    non ci posso credereeeeeeeeeanche un utonto si compra la rivistana da 5 euro pienza di antivirus..etc..in prova gratis per 30 giorni,non ci credo che comprano antivirus farlocchi da una ditta RUSSA !!!!!!!!!1
    • Genoveffo il terribile scrive:
      Re: Ma veramente la gente ci casca? non ci
      - Scritto da: MArtyn Clystere
      non ci posso credereeeeeeeee
      anche un utonto si compra la rivistana da 5 euro
      pienza di antivirus..etc..in prova gratis per 30
      giorni,
      non ci credo che comprano antivirus farlocchi da
      una ditta RUSSA
      !!!!!!!!!1Non hai idea di cosa significa davvero UTONTO ....fanno anche di peggio, fidati!
    • battagliacom scrive:
      Re: Ma veramente la gente ci casca? non ci
      Ma ti redni anche conto che ci sono ancora persone che cascano nei traneli che mandano via e-mail? Anche io non riesco a concepire come possa una persona cascare in una truffa spammosa. Si vede lontano un miglio che è una truffa, come fanno a cascarci non riesco ancora a capirlo...
      • Cryon scrive:
        Re: Ma veramente la gente ci casca? non ci
        - Scritto da: battagliacom
        Ma ti redni anche conto che ci sono ancora
        persone che cascano nei traneli che mandano via
        e-mail? Anche io non riesco a concepire come
        possa una persona cascare in una truffa spammosa.
        Si vede lontano un miglio che è una truffa, come
        fanno a cascarci non riesco ancora a
        capirlo...forse un virus simile mi è capitato anche a me.. devo dire che non so nemmeno come l'ho beccato perchè almeno in quel momento non stato nemmeno navigando(ma ero collegato)cmq facendola breve mi comparve uno scudo rosso molto simile a quello di windows che mi avvisava del virus.. all'inizio ho pensato che fosse l'anti-malware di win ma poi mi sono accorto di altri "malfuzionamenti"alla fine il pc era bloccato, l'utente che aveva i diritti di amministratore non poteva più nemmeno aprire il taskmanager o cose similifortunatamente avevo da poco attivato il firewall che mi segnalasse tutto il traffico in entrata ed in uscita(stavo configurando una rete domestica) e mi sono visto quali file cercavano di "uscire"ovviamente non potevo cancellarli allora ho utilizzato un altro programma già installato(x fortuna) che cancellava i file al riavviosistemato quello il pc con quell'utente era comunque inutilizzabile.. sono entrato con un altro utente amministratore ed ho cercato su internet.. ho trovato solo un software bello in evidenza e scaricato mi ha subito individuato alcuni virus(un file in particolare secondo me non lo era ma era un file di sistema) ma poi una volta segnalati mi ha ributtato sulla pagina del sito dicendomi che dovevo pagare! :Dper la cronaca avast home 4 non me lo segnalava, avg av e as mi avevano beccato qualcosa ma non tutto.. alla fine ho trovato avira che mi ha ripulito tutto(od almeno il restante) ^^poi ho creato un altro utente e ci ho copiato dentro le cartelle dell'utente "infettato"sembra funzionare tutto tranne il firewall di win che è e rimane disabilitato ma cmq io uso kpfsperiamo bene! :D
    • ... scrive:
      Re: Ma veramente la gente ci casca? non ci
      Visto che litigate per cazzate, ve la dico io la cosa migliore da fare...Usate una macchina virtuale con antivirus per testare tutto quello che scaricate...
  • HitTheRoadJ ack scrive:
    BakaSoftware
    in giapponese BAKA significa proprio STUPIDO...
  • Darshan scrive:
    Nn ci sono cure all'idiozia
    Forse se gli utenti avessero un minimo di conoscenza tecnica queste cose non succederebbero...PS:Spero vivamente che la discussione di questo articolo non degeneri nella solita faida windows linux. VI PREGODo not feed the trolls
    • jfk scrive:
      Re: Nn ci sono cure all'idiozia
      - Scritto da: Darshan
      Spero vivamente che la discussione di questo
      articolo non degeneri nella solita faida windows
      linux.Guarda ti dico sinceramente che uso GNU/linux, ma che mi presterei volentieri a diffondere queste false infezioni se mi garantissero quei guadagni!!!Anzi se sai come fare :-) :-) :-)
    • me stesso scrive:
      Re: Nn ci sono cure all'idiozia
      Perchè? Vuoi morir di fame?
    • Anonimo Veneziano scrive:
      Re: Nn ci sono cure all'idiozia
      No, però posso dire con certezza che sì.. girando in Internet con Firefox, ed usando Google come motore di ricerca (che ha come affiliato StoBadware.org), si evitano molte porcate.
      • anonimo scrive:
        Re: Nn ci sono cure all'idiozia
        Ti sbagli di grosso.. In azienda il 50% delle infezioni ( bloccate dall'antivirus) avvengono da siti che la gente clicca segnalti da Google..E se vogliamo essere precisi.. dove mettiamo i BUG di JAVA non acora risolti, che si porta dietro FIrefox.Come sistemista azinedale, preferirei che usassero tutti (100 utenti) IE, così rimangono aggiornati con le patch che distribuisce il nostro server MS ESSENTIAL.Ragazzi, non esiste un software perfetto.. per diversi motivi, per cui BISOGNA usare il buonsenso.Confermo che tanti UTONTI ci cascanoE confermo, che la diffusione di queste schifezze, lo dobbiamo anche a chi è convinto che si possa stare senza antivirus.. facendo da "diffusore" :-(
        • Dr. House scrive:
          Re: Nn ci sono cure all'idiozia
          Per adesso queste porcherie le ho sempre viste consegnare nel pc dell'utente a IE... cmq non è questo il problema, il problema reale sta tra il pc e la sedia.
        • pabloski scrive:
          Re: Nn ci sono cure all'idiozia
          bug di Java che si porta dietro Firefox???ehm mi sa che ti confondi, quello è IE :Dil bello è che è in giro dal 1999, patchano periodicamente, lasciando sempre aperta una porta però, un pò come hanno fatto col recente del servizio RPC di XP e Vista, bug risalente ai primi anni 2000 e usato da Sasser
        • Shu scrive:
          Re: Nn ci sono cure all'idiozia
          - Scritto da: anonimo
          E se vogliamo essere precisi.. dove mettiamo i
          BUG di JAVA non acora risolti, che si porta
          dietro
          FIrefox.Firefox non porta in giro proprio niente di Java, visto che NON INCLUDE Java.E tu sei un tecnico, magari sistemista?Voto troll: 2
          • marcello43 scrive:
            Re: Nn ci sono cure all'idiozia
            - Scritto da: Shu
            - Scritto da: anonimo


            E se vogliamo essere precisi.. dove mettiamo i

            BUG di JAVA non acora risolti, che si porta

            dietro

            FIrefox.

            Firefox non porta in giro proprio niente di Java,
            visto che NON INCLUDE
            Java.

            E tu sei un tecnico, magari sistemista?

            Voto troll: 2Da quando ho abbandonato IE..ho sempre usato firefox e dico sempre(dalla 1 versione fino all'ultima 3.03)...ma adesso ho avuto anch'io il sospetto che c'entrasse java e firefox..il fatto di aver preso il malware BRASTK.exe..Ripeto sono un fan fi Firefox..ma adesso non mi spiego questo virus sul mio pc...ho un portatile semi abbandonato x colpa del brastk(non mi fa di formattare).ho seguito tanti forum sul brastk ..ma non ne vengo a capo..chi mi aiuta pre favore??
        • markoer scrive:
          Re: Nn ci sono cure all'idiozia
          - Scritto da: anonimo[...]
          E se vogliamo essere precisi.. dove mettiamo i
          BUG di JAVA non acora risolti, che si porta
          dietro FIrefox.Se vogliamo essere precisi1) tu non sai nemmeno la differenza tra Java e JavaScript2) mi sa che ti sbagli, non esiste un plug-in "no script" per IE, e le feature di sicurezza di IE sono copiate dalla versione precedente di Firefox, in genere
          Come sistemista azinedale, preferirei che
          usassero tutti (100 utenti) IE, così rimangono
          aggiornati con le patch che distribuisce il
          nostro server MS ESSENTIAL.Come responsabile della network security, sto facendo cambiare i client aziendali, visto che da noi Microsoft è ferma a IE 6.0. Da adesso solo Firefox 3.0
          Ragazzi, non esiste un software perfetto..Ma esiste la demenza cronica di chi si ostina a seguire il padrone come un cane rimbecillito e costringe i propri utenti ad usare i prodotti peggiori, anche se ce ne sono di migliori e GRATUITI![...]
          Confermo che tanti UTONTI ci cascanoSe poi i più UTONTI sono gli "amministratori", siamo messi bene!!!
          E confermo, che la diffusione di queste
          schifezze, lo dobbiamo anche a chi è convinto che
          si possa stare senza antivirus.. facendo da
          "diffusore"
          :-(Io uso Mac e Linux senza antivirus e non diffondo nulla. Sono un UTONTO?Ciao
    • Funz scrive:
      Re: Nn ci sono cure all'idiozia
      - Scritto da: Darshan
      Forse se gli utenti avessero un minimo di
      conoscenza tecnica queste cose non
      succederebbero...Verissimo.A me fa un po' ridere questa notizia, e non provo nemmeno un po' di compassione per chi casca in questi tranelli. Sarò insensibile....Sarebbe come compatire uno che non sa guidare, perché si è schiantato.
      PS:
      Spero vivamente che la discussione di questo
      articolo non degeneri nella solita faida windows
      linux.Ciò non toglie che a chi usa Linux queste cose non succedono :p
      VI PREGO
      Do not feed the trollsPresente! :p
      • 200 OK scrive:
        Re: Nn ci sono cure all'idiozia
        Il mondo è pieno di stupidi, l'importante è che non ci tocca a noi andare nei casini.
    • attonito scrive:
      Re: Nn ci sono cure all'idiozia

      PS:
      Spero vivamente che la discussione di questo
      articolo non degeneri nella solita faida windows
      linux.Il problema e' un altro: usare un computer NON E' FACILE. punto.LA complessita' del sistema e' tale per cui un minimo di capacita' E' NECESSARIA.Windows ha avuto il pregio di semplificare la vita agli utenti: (next -
      next -
      next -
      finito!) ma lo ha fatto nascondendo la complessita' del sistema sotto una interfaccia grafica luccicosa, creando miglioni di ignoranti che credono che cliccare su next sia l'unica cosa necessaria... non e' cosi'. Il cervello e' la piu' grande arma a disposizione dell'utente, ma di solito viene usato per comandare il tasto sinistro del mouse... next next next... togli il miuse ad un utente, e non sapra' fare ninete tramite testiera... figuriamoci PENSARE... esercito di ignoranti... bah!
    • pabloski scrive:
      Re: Nn ci sono cure all'idiozia
      ecco ci risiamohai ragione, ma così facendo non si tornerebbe forse ai PC per gente competente?sabato alcuni criticarono un tizio che affermò che il PC non dev'essere un elettrodomestico....tutti gli diedero addosso....in pratica tu, sotto altra forma, stai dicendo lo stesso ovvero levate i PC dalle mani degli utontipreciso che io sono d'accordo, però non so quanti soldi poi l'industria informatica possa fare in un mondo di PC geek-only
      • attonito scrive:
        Re: Nn ci sono cure all'idiozia

        sabato alcuni criticarono un tizio che affermò
        che il PC non dev'essere un
        elettrodomestico....tutti gli diedero
        addosso....Il pc non e' una cosa schiaccia il bottone e funziona tipo televisore: la natura delle due apparecchiature e' profondamente differente.
        in pratica tu, sotto altra forma, stai dicendo lo
        stesso ovvero levate i PC dalle mani degli
        utontiNo. Voglio dire che la tecnologia non puo' essere semplificata oltre un certo limite, e che un certo grado di competnenza e' richiesta. Se non so guidare, porca miseria, posso si mettermi al volante di un autocarro, se va bene va bene, ma se va male, non ho il diritto di lamentarmi se finisco nel burrone.

        preciso che io sono d'accordo, però non so quanti
        soldi poi l'industria informatica possa fare in
        un mondo di PC geek-onlye chi credi che giochi a tirarla in saccoccia agli utonti?ogni volta il marketing di Microsoft dice "adesso e' ancora piu' facile fare X con la nuova versione del prodotto Y, compratelo subito!"Ho conosciuto uno che credeva che qualcuno si connetteva alla sua webcam per spiarlo e la oscurava con un pezzo di nastro adesivo... ma il tizio non aveva una connessione di rete attiva ne wireless ne wired... Che gli dici a 'sta gente qui? Stai zitto e tiri dritto per la tua strada.
    • Wolf01 scrive:
      Re: Nn ci sono cure all'idiozia
      Diciamo che se il pc non lo usassero cani e porci sarebbe molto meglio
    • Joe Tornado scrive:
      Re: Nn ci sono cure all'idiozia
      Più che d'accordo(uso Windows felicemente e queste cose non mi succedono)
Chiudi i commenti