Un iMac dal cuore Haswell

Nuova versione degli All In One di Cupertino. Con la quarta generazione dei processori Core Intel. Prezzi di fatto invariati
Nuova versione degli All In One di Cupertino. Con la quarta generazione dei processori Core Intel. Prezzi di fatto invariati

Nessuna rivoluzione cosmetica, quella c’è stata lo scorso anno con il nuovo design privo di lettore ottico, ma alcune novità sotto il coperchio o dietro lo schermo che dir si voglia: gli iMac 2013 sono ancora macchine Intel nel cuore, solo aggiornato all’ultima iterazione dei quad-core della linea Core, che nella maggior parte dei casi sono abbinate a GPU Nvidia. Con una sola eccezione.

Immutate sono ancora le diagonali dello schermo: iMac è disponibile da 21,5 e da 27 pollici, e nel modello base della diagonale più stretta monta un Core i5 4570R da 2,7GHz (il turbo arriva fino a 3,2GHz) che integra una GPU Iris 5200 capace in teoria di garantire prestazioni superiori alla Nvidia 640 dello scorso anno. È senz’altro questa la principale novità che fa anche un po’ da spartiacque: la grafica di Intel è ritenuta in grado di garantire, almeno sul modello base, le prestazioni che i clienti si attendono da un All In One (AIO) di Apple che costa 1.329 euro. Senz’altro un buon aiuto arriva, nei modelli che scelgano di montarlo, dal disco Fusion: si tratta della denominazione dietro la quale Apple cela la tecnologia ibrida che unisce memorie flash e dischi magnetici tradizionali.

Anche Fusion, stando alle dichiarazioni di Cupertino , è stato migliorato: le NAND utilizzate sono più veloci, l’archiviazione passa direttamente su PCIe fatto che da solo dovrebbe garantire un guadagno di almeno il 50 per cento nelle prestazioni. Fusion resta un optional, nei tagli da 1 a 3GB, ma chi usa iMac per lavoro potrebbe pensare all’upgrade per 200 euro in più sul prezzo base. La RAM parte da 8GB e si può espandere fino a 32GB (solo 16 nel modello da 21 pollici), nella confezione oltre al PC ci sono ovviamente anche un mouse e una tastiera Apple.

Gli altri tre modelli della griglia iMac offrono potenze crescenti: il secondo prodotto da 21 pollici monta un Core i5 quad-core da 2,9GHz (sale fino 3,6 in modalità Turbo) abbinato a una Nvidia GeForce GT 750M con 1GB di RAM dedicata, per un costo base di 1.529 euro; il più economico dei 27 pollici costa invece 1.849 euro per un Core i5 quad-core 3,2GHz (Turbo da 3,6GHz) con la Nvidia GeForce GT 755M a fargli da compagnia; infine il modello di punta costa 2.029 euro e offre un Core i5 quad-core da 3,4GHz (Turbo 3,8) e GeForce GTX 775M con ben 2GB di RAM dedicata. Come optional si possono montare anche processori Core i7, e nel 27 da 2mila euro c’è anche spazio per una GeForce GTX 780M con 4GB di memoria dedicata.

Infine, ultima novità è l’aggiornamento della connettività WiFi al protocollo 802.11ac. Gli iMac 2013 sono già in vendita sullo store di Apple, quasi tutti pronta-consegna.

Luca Annunziata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 09 2013
Link copiato negli appunti