Un orologio nucleare per contare il tempo assoluto

Un nuovo sistema di eccitazione dei nuclei atomici tramite laser potrebbe permettere la realizzazione di un orologio nucleare. Più preciso di quello atomico, più affidabile della durata del tempo stesso

Roma – Un orologio nucleare più affidabile e capace di quello atomico, capace di “tenere” il tempo con una precisione che travalica di molte lunghezze l’età stessa dell’universo conosciuto: è quello che potrebbe presto essere realizzato grazie alle ricerche condotte dal Georgia Institute of Technology , dove Corey Campbell e colleghi avrebbero ideato il modo per controllare l’orientamento spaziale degli stati energetici in cui risiedono gli elettroni intorno all’atomo.

L’orologio atomico è stato ideato da Norman Ramsey, scienziato americano vincitore del Premio Nobel nel 1989 scomparso lo scorso venerdì all’età di 96 anni. Il principio su cui si basa quello che è al momento il sistema più preciso noto all’uomo per misurare il tempo – affetto da uno scarto di soli 4 secondi dal Big Bang a oggi – è la manipolazione degli stati energetici degli elettroni attraverso pulsazioni laser.

Misurando col laser il “salto” fatto da un elettrone tra uno stato e l’altro è possibile tenere il rintocco del tempo, ma la configurazione energetica degli elettroni è soggetta a impercettibili influenze e perturbazioni dovute ai campi elettromagnetici esistenti in natura.

Un orologio “nucleare”, al contrario, baserebbe il suo rintocco sulla misurazione del “salto” energetico del nucleo stesso di un atomo di torio , potendo contare sulla maggiore resilienza della forza forte (una delle quattro forze fondamentali dell’universo che regola le interazioni tra le particelle subatomiche presenti all’interno del nucleo di un atomo) rispetto alle influenze esterne.

Una simile configurazione di orologio nucleare sarebbe in grado di dimostrare una precisione 60 volte superiore a quella di un orologio atomico, dicono gli scienziati del Georgia Tech, accumulando il ritardo di 1 secondo ogni 200 miliardi di anni – un tempo 14 volte superiore all’età stimata dell’universo conosciuto.

Identificato il sistema per “manipolare” la configurazione spaziale degli elettroni intorno al nucleo tramite laser, per poter tramutare in realtà il principio dell’orologio nucleare a base di torio – già ipotizzato nel 2003 – i ricercatori del Georgia Tech dovranno ora identificare la frequenza luminosa necessaria a eccitare opportunamente i nuclei atomici.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • uno qualsiasi scrive:
    Illuso!
    Ogni giorno scaricare è più facile... chi è il tipo che va a comprare un file su itunes quando può scaricare un file assolutamente identico gratis, in modo ancora più semplice?
    • Izio01 scrive:
      Re: Illuso!
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Ogni giorno scaricare è più facile... chi è il
      tipo che va a comprare un file su itunes quando
      può scaricare un file assolutamente identico
      gratis, in modo ancora più
      semplice?Io. Per scelta. Non su iTunes ma su eMusic ed Esselunga.Se non c'è DRM e il prezzo è onesto, ben volentieri. :-)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Illuso!
        E cosa ottieni in cambio dei tuoi soldi? Cosa trovi che non puoi avere da servizi gratuiti (es. youtube)?
        • Izio01 scrive:
          Re: Illuso!
          - Scritto da: uno qualsiasi
          E cosa ottieni in cambio dei tuoi soldi? Cosa
          trovi che non puoi avere da servizi gratuiti (es.
          youtube)?La possibilità di ascoltare canzoni dall'autoradio, che non è connessa ad internet e non ha un browser, per esempio.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Illuso!
            Le canzoni che mi ascolto io sull'autoradio sono tutte scaricate da youtube.Uso il sito vidtomp3.com: metto l'indirizzo del filmato youtube con la canzone che mi interessa, e ottengo il file mp3.Prova, se non mi credi.
          • PowerPC scrive:
            Re: Illuso!
            La qualità non è comparabile, basta ascoltare su un impianto Hi Fi per rendersene conto. E poi su ITunes c'è molta musica priva di DRM. In ogni caso basta fare una masterizzazione su riscrivibile e reimportare per liberarsi dei DRM e tenersi solo la qualità AAC
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Illuso!

            La qualità non è comparabile, basta ascoltare su
            un impianto Hi Fi per rendersene conto. E poi su
            ITunes c'è molta musica priva di DRM.Su youtube tutta è priva di DRM.
            In ogni
            caso basta fare una masterizzazione su
            riscrivibile e reimportare per liberarsi dei DRM
            e tenersi solo la qualità
            AACQuindi, violando i termini di servizio. Cosa paghi a fare, se poi devi ancora metterti li a craccarlo?
      • prova123 scrive:
        Re: Illuso!
        Il mercato crede solo nel dio denaro ... basta fare in modo che video/musica DRM non sia un buon investimento ... finirà nel dimenticatoio ...
    • Mortez Kurtizlava scrive:
      Re: Illuso!
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Ogni giorno scaricare è più facile... chi è il
      tipo che va a comprare un file su itunes quando
      può scaricare un file assolutamente identico
      gratis, in modo ancora più
      semplice?RUPPOLO
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Piracy is environmental friendly
    ...L'ascolto in mobilità o a mezzo computer sembra ormai destinato a spazzare via i tradizionali supporti fisici... Piracy is environmental friendly [img]http://www.eatliver.com/img/2008/3750.jpg[/img]P-)
    • Polemik scrive:
      Re: Piracy is environmental friendly
      Sarà, ma il vero motivo è che il portafoglio non si alleggerisce... il che, in questi tempi, è una bella sensazione :D
    • MeX scrive:
      Re: Piracy is environmental friendly
      [img]http://coventry.htnp.com/wp-content/uploads/2009/06/computer-dump1-300x205.jpg[/img]
      • panda rossa scrive:
        Re: Piracy is environmental friendly
        - Scritto da: MeX
        [img]http://coventry.htnp.com/wp-content/uploads/2009/06/computer-dump1-300x205.jpg[/img]E la pirateria che cosa c'entra?Forse senza pirateria non si dismettono computer vecchi?
        • krane scrive:
          Re: Piracy is environmental friendly
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: MeX


          [img]http://coventry.htnp.com/wp-content/uploads/2
          E la pirateria che cosa c'entra?
          Forse senza pirateria non si dismettono computer
          vecchi?Anzi e' solo grazie alla pirateria che si possono ancora usare pc con windows 2000 sopra per fare da server di stampa.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Piracy is environmental friendly
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      <i
      ...L'ascolto in mobilità o a mezzo computer
      sembra ormai destinato a spazzare via i
      tradizionali supporti
      fisici... </i


      <b
      Piracy is environmental friendly </b

      [img]http://www.eatliver.com/img/2008/3750.jpg[/im

      P-)Ma allora perché scaricare illegalmente? Ci sono i bidoni della spazzatura pieni di CD e DVD originali ;)
Chiudi i commenti