Un Watson nella nuvola per tutti

IBM pronta a lanciare una versione del suo super-computer cognitivo di cui chiunque potrà noleggiare i servizi. L'oracolo di Armonk sarà consultabile via cloud computing

Roma – Dopo aver sbancato Jeopardy, Watson potrebbe presto diventare un compagno di avventure di molti navigatori: IBM ha annunciato di stare preparando una versione connessa del suo computer cognitivo, che sarà accessibile tramite apposite API e metterà a disposizione degli sviluppatori le capacità della tecnologia di Big Blue per realizzare servizi con capacità molto differenti dal passato. Watson non è semplicemente forza bruta: i suoi algoritmi gli permettono di comprendere e mettere in relazione i concetti, e dunque sarà in grado di aggiungere intelligenza alla più sterile programmazione fin qui creata.

Watson è in grado di comprendere le domande sottoposte nel linguaggio naturale e comune degli esseri umani : non è necessario impostare le richieste seguendo un protocollo, la macchina ascolta e comprende quanto ascolta e fornisce una risposta attingendo alle informazioni presenti nel suo database. “I sistemi cognitivi sono diversi poiché hanno la capacità di simulare il comportamento umano – spiega Rob High, CTO del progetto Watson per IBM – Di solito gli umani devono adattarsi ai computer. Ma passando ai sistemi cognitivi entriamo nell’era dei computer che si adattano agli umani”. Dai tempi di Jeopardy, a parte la questione del passaggio al cloud computing, Watson si è evoluto: “Abbiamo sviluppato, evoluto e fatto maturare la tecnologia. Ora è stabile e matura abbastanza per supportare un ecosistema. Siamo convinti di avere qualcosa di davvero speciale qui e non dovere tenerlo per noi”.

L’utilizzo più ovvio è la fornitura di servizi alla clientela di un esercizio commerciale: non a caso tra i primi partner dell’iniziativa, tre in tutto per cominciare, c’è l’azienda Fluid Retail che punta a costruire un prodotto destinato ai clienti dell’e-commerce di North Face, a cui verrà fornito supporto durante le compere online, ma altri potranno seguire. Come detto, Watson sarà accessibile tramite API come un vero e proprio servizio cloud: per ora si tratta di una sperimentazione, pertanto non sono state annunciate tariffe e modalità di accesso , ma è intenzione di IBM aprire il programma al pubblico per monetizzare anche se non è ancora chiaro se la fatturazione sarà sul volume o forfettaria.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • M.R. scrive:
    Io ci vedo..
    ... un contentino dato in pasto alla massa per poi procedere a tassare connessioni, supporti e quant' altro.
  • cicciobello scrive:
    Re: Magari!

    Tu confondi "ladri" con "consumatori".Se scaricare è legale, non possono essere chiamati ladri, per definizione. Mentre tu potresti finire in carcere per calunnia.
    • PinguinoCattivo scrive:
      Re: Magari!
      - Scritto da: cicciobello

      Tu confondi "ladri" con "consumatori".

      Se scaricare è legale, non possono essere
      chiamati ladri, per definizione. Mentre tu
      potresti finire in carcere per
      calunnia.Casomai diffamazione.
  • bubba scrive:
    Re: Magari!
    - Scritto da: Enjoy with Us
    Io voglio vedere se tale progetto di legge andrà
    in porto così come è stato
    presentato!
    Troppo bello, libertà di scaricare liberamente
    qualsiasi
    cosa!eh? dicono solo che vogliono depenalizzare il reato, il che non significa che non sia ancora un illecito amministrativo (multa)
    • panda rossa scrive:
      Re: Magari!
      - Scritto da: bubba
      - Scritto da: Enjoy with Us

      Io voglio vedere se tale progetto di legge andrà

      in porto così come è stato

      presentato!

      Troppo bello, libertà di scaricare liberamente

      qualsiasi

      cosa!

      eh? dicono solo che vogliono depenalizzare il
      reato, il che non significa che non sia ancora un
      illecito amministrativo
      (multa)Illecito amministrativo e' anche il divieto di fumare, al quale si applica il principio di Churchill.Se uno scarica, lo si multa.Se mille scaricano, gli si chiede per favore di smettere.Se un milione scaricano, si dice a quello che si sta lamentando: "Aspetta un attimo che sto finendo di scaricare sto film... che poi ti passo una copia."
      • Voice of Reason scrive:
        Re: Magari!
        - Scritto da: panda rossa

        Illecito amministrativo e' anche il divieto di
        fumare, al quale si applica il principio di
        Churchill.
        Quale principio? Fortunatamente la Legge non si ferma davanti ai numeri: se è vietato fumare, è vietato e chi si ostina a farlo sarà punito.Se la maggioranza della popolazione commette reati, il reato non cessa di esistere.Con questo non voglio dire che lo scaricamente e la condivisione di file su internet debba essere perseguita come se fosse un reato da codice penale, per carità, così non è. Ma non si deve permettere che passi il messaggio che qualcosa è lecito solo perchè lo fa abbastanza gente.
        • cicciobello scrive:
          Re: Magari!

          Quale principio? Fortunatamente la Legge non si
          ferma davanti ai numeri: se è vietato fumare, è
          vietato e chi si ostina a farlo sarà
          punito. <i
          Pierino, perché' piangi? Sigh... la maestra mi ha sospeso... E perché'? Perché quando è entrata in classe c'era il mio compagno di banco che fumava... E allora... tu che c'entri se lui fumava? Hanno detto tutti che ero stato io a dargli fuoco! </i


          Se la maggioranza della popolazione commette
          reati, il reato non cessa di
          esistere.Ma cessa di essere punito, perchè non esistono carceri abbastanza grandi e non ci sono poliziotti a sufficienza.

          Con questo non voglio dire che lo scaricamente e
          la condivisione di file su internet debba essere
          perseguita come se fosse un reato da codice
          penale, per carità, così non è. Ma non si deve
          permettere che passi il messaggio che qualcosa è
          lecito solo perchè lo fa abbastanza
          gente.Se abbastanza gente non è d'accordo con una legge, tale legge viene cambiata o abrogata.
          • Leguleio scrive:
            Re: Magari!


            Se la maggioranza della popolazione commette

            reati, il reato non cessa di

            esistere.

            Ma cessa di essere punito, perchè non esistono
            carceri abbastanza grandi e non ci sono
            poliziotti a
            sufficienza.Rileggete entrambi i commenti di bubba e Panda Rossa: si parla di illecito amministrativo, non di reato. Due cose ben diverse.
            Se abbastanza gente non è d'accordo con una
            legge, tale legge viene cambiata o
            abrogata.Il linea di principio sì. Le leggi in materia fiscale sono la più robusta eccezione, e guarda caso sono una di quelle materie in cui non sono ammessi referendum: le 500 000 firme per abrogare certe tasse in Italia si raccolgono in un battibaleno. 8)
  • Carlo scrive:
    Re: Magari!
    Sei solo un povero ladro. Vai a lavorare che è ora e impara cosa vuol dire sacrificio!
    • Izio01 scrive:
      Re: Magari!
      - Scritto da: Carlo
      Sei solo un povero ladro. Vai a lavorare che è
      ora e impara cosa vuol dire sacrificio!Ragazzo! Un kebab e un'aranciata. E abbonda con la salsa di yougurt!
      • ... scrive:
        Re: Magari!
        - Scritto da: Izio01
        - Scritto da: Carlo

        Sei solo un povero ladro. Vai a lavorare che
        è

        ora e impara cosa vuol dire sacrificio!

        Ragazzo! Un kebab e un'aranciata. E abbonda con
        la salsa di
        yougurt!a me come lui, ma senza roba piccante!
    • cicciobello scrive:
      Re: Magari!
      E che dovremmo dire di te, che sei stato rinnegato dai tuoi stessi colleghi?
    • Joe Tornado scrive:
      Re: Magari!
      Certo, ce lo insegni tu cos'è il sacrificio ... stando a palle all'aria dietro un bancone !
  • ruppolo scrive:
    Ipocrisiaaaaa...
    ...portami viaaaaa!"libertà di espressione"...E ditemi, cosa esprime la persona che scarica a sbafo il lavoro altrui? Esprime mancanza di rispetto per il prossimo?
    • Carlo scrive:
      Re: Ipocrisiaaaaa...
      Tu, ruppolo, confondi la libertà di espressione con la libertà di rubare. E lo fai ad arte anche, furbo come sei. Ma ormai la vostra teoria è al capolinea.
    • cicciobello scrive:
      Re: Ipocrisiaaaaa...

      E ditemi, cosa esprime la persona che scarica a
      sbafo il lavoro altrui?Interesse per quel lavoro, magari?
      Esprime mancanza di
      rispetto per il
      prossimo?Se il prossimo mi fa una richiesta illogica (tipo "non guardare da questa parte, oppure pagami"), non si è tenuti a rispettarla.
    • ... scrive:
      Re: Ipocrisiaaaaa...
      - Scritto da: ruppolo
      ...portami viaaaaa!

      "libertà di espressione"...

      E ditemi, cosa esprime la persona che scarica a
      sbafo il lavoro altrui? Esprime mancanza di
      rispetto per il prossimo?se il "prossimo" fossi tu, scaricherei dalla mattina alla sera anche roba che non vedrei/sentirei mai, se cio' servisse a mandarti fallito.
    • NemoTizen scrive:
      Re: Ipocrisiaaaaa...
      no in caso di remix, montaggio video, citazioni ecc si tratta di espressioni di opere.un esempio di come le cose non funzionano lo trovi nella canzone Io odio il pulcino pio, censurata su youtube su richiesta degli autori de il pulcino pio nonostante la canzone era stata riscritta da 0 e il video era originale.Questa è censura e non centra nulla con il copyright
      • Leguleio scrive:
        Re: Ipocrisiaaaaa...

        no in caso di remix, montaggio video, citazioni
        ecc si tratta di espressioni di
        opere.In base a quale legge?
        un esempio di come le cose non funzionano lo
        trovi nella canzone Io odio il pulcino pio,
        censurata su youtube su richiesta degli autori de
        il pulcino pio nonostante la canzone era stata
        riscritta da 0 e il video era
        originale.Il video non c'entra nulla. Il punto è solo la traccia audio, se davvero la richiesta proveniva dagli autori della <B
        canzone </B
        . Puoi spiegare, per curiosità, in che senso la canzone era riscritta da 0?
        Questa è censura e non centra nulla con il
        copyrightNon c'entra.Su Youtube è facile, anzi facilissimo, spacciarsi per qualcuno o qualcosa che rivendica diritti su un video, e farlo rimuovere. Nel senso che Youtube in caso di segnalazione <B
        cancella sempre </B
        ; non gli costa nulla. :|Sta all'utente, eventualmente, fare una contronotifica e spiegare che quei contenuti non sono presi da altri, ma sono originali. A questo punto il segnalante viene informato, e ha tempo, credo 15 giorni: o va in causa contro il canale Youtube segnalato, oppure rinuncia a ogni pretesa, e il video viene ripristinato.Fonte: io stesso, ho un canale Youtube. ;)
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Ipocrisiaaaaa...
          - Scritto da: Leguleio

          no in caso di remix, montaggio video,
          citazioni

          ecc si tratta di espressioni di

          opere.

          In base a quale legge?http://it.wikipedia.org/wiki/Parodia#Parodia_e_diritto_d.27autoreLa direttiva 2001/29/CE[4] del Parlamento europeo, (GU n. L 167 del 22/06/2001), estratto dall'articolo 5, enuncia:« Sono esentati dal diritto [] gli atti di riproduzione [] privi di rilievo economico proprio che sono [] parte integrante e essenziale di un procedimento tecnologico [] »in particolare al paragrafo 3 lettera K« quando l'utilizzo avvenga a scopo di caricatura, parodia o pastiche. »Questa legge liberalizza la riproduzione, la distribuzione e il diritto di comunicazione al pubblico di un'opera parodiata senza scopo di lucro e senza dover sottostare ai diritti d'autore già esistenti.In realtà il tema è molto più complicato, ci sono diverse altre leggi e articoli volti a tutelare l'autore di un'opera creativa ma anche il libero pensiero altrui, ci sono alcune eccezioni e casi limite. Ci sono addirittura diverse scuole di pensiero.In ItaliaL'articolo 21[5] della Costituzione Italiana afferma che« Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione »È dunque assicurato il diritto di satira e la libertà di creare parodie e di esprimersi. Ovviamente questo diritto di esprimere il proprio pensiero trova un limite nel rispetto dei diritti altrui (diritto d'autore per esempio). Il Codice Penale, infatti, punisce l'offesa, la calunnia e nei casi più gravi (XXXXXgrafia, diffamazione e istigazione a delinquere) è previsto il sequestro sotto il controllo della magistratura.Dalla legge 22 aprile 1941, n. 633 (G. U. n. 166 del 16 luglio 1941), si può citare l'articolo 70[6] che concede la libertà di riassumere, citare, riprodurre brani o parti di opere e la loro comunicazione al pubblico, anche qui entro alcuni limiti: devono essere effettuati per uso di critica o di discussione; non devono costituire concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati per fini di insegnamento o di ricerca scientifica, non devono avvenire a scopi commerciali e quindi di lucro; non può essere ripresa l'opera nella sua totalità, ma solo una parte di essa.Sempre dalla legge citata, l'articolo 3[7] dichiara:« Le opere collettive, costituite dalla riunione di opere o di parti di opere, che hanno carattere di creazione autonoma, come risultato della scelta e del coordinamento ad un determinato fine [] artistico, [] sono protette come opere originali, indipendentemente e senza pregiudizio dei diritti di autore sulle opere o sulle parti di opere di cui sono composte. »Nel campo della parodia questa legge risulta particolarmente importante in quanto indica, che un'opera creata, unendo altre opere o parti di esse, è da considerarsi autonoma qualora fosse il risultato di una scelta artistica e protetta senza pregiudizio su altri diritti d'autore già esistenti.Dal testo Il figlio di Iorio di Eduardo Scarpetta (parodia di La figlia di Iorio, di Gabriele D'Annunzio) scaturì il primo proXXXXX italiano inerente in diritto d'autore e può essere preso come esempio.
          • Leguleio scrive:
            Re: Ipocrisiaaaaa...
            Sarebbe stato meglio lo avesse scritto NemoTizen, ma la risposta è esauriente, non chiedevo di più.Il limite invalicabile di queste operazioni parodistiche è che si pongono in diretta concorrenza commerciale con l'originale, è difficile dire che sono solo "cose per ridere". Esempio superficiale: questa è la parodia:http://www.youtube.com/watch?v=K3OaOgQ2ptYE questo era l'originale:http://www.youtube.com/watch?v=gwVxXEYrgZkHa più visualizzazioni la parodia di Leone Di Lernia... :P
  • scegli tu scrive:
    agcom
    salve.volevo chiedere a leguleio, sempre ferrato in materia, una piccola consulenza legale.se si scopre che un laureato ha copiato la tesi di laurea, che cosa succede (a tutt i livelli: penale, amministrativo, ecc..)?e dopo quanto tempo interviene la prescrizione del reato di plagio?e se la copiatura viene scoperta dopo tale data, non vi è proprio nessuna conseguenza?grazie
    • Leguleio scrive:
      Re: agcom

      salve.

      volevo chiedere a leguleio, sempre ferrato in
      materia, una piccola consulenza
      legale.

      se si scopre che un laureato ha copiato la tesi
      di laurea, che cosa succede (a tutt i livelli:
      penale, amministrativo,
      ecc..)?Allora, la legge sul diritto d'autore non specifica se una copiatura è stata effettuata per una tesi di laurea o altro. Le sanzioni sono uguali per tutti: reclusione fino ad un anno o multa non inferiore a 516. Poiché questa copiatura implica anche la violazione del diritto morale (ci si attribuisce l'opera di un altro) è prevista anche la distruzione delle copie. So per comunicazione diretta di una studentessa di economia della Luiss (privata) che ha rischiato di essere espulsa per essere stata beccata nella copiatura da un libro (nemmeno una tesi di laurea: credo fosse un elaborato, o una tesina, come le chiamano). Alla fine si sono limitati a farle ripetere l'anno accademico. Ma una regola generale non c'è: ogni università si regola come crede.Tieni presente che in Italia le tesi di laurea, per quanto formalmente pubbliche, sono fra i documenti meno letti e studiati che ci siano. La possibilità che l'autore o l'editore di un libro si accorgano della copiatura è pressoché nulla. Potrebbe succedere se l'incauto studente la mettesse online... a quel punto, la sanzione è strameritata. :DLa scoperta da parte dell'Ateneo che una tesi è copiata comporta anche la revoca della laurea.
      e dopo quanto tempo interviene la prescrizione
      del reato di
      plagio?Non si chiama plagio. Il reato di plagio è stato abrogato nel 1981, e riguardava tutt'altra materia. Si chiama violazione della Legge sulla protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio. Conciso, no?!?In questo caso specifico, la prescrizione è di 6 anni.
      e se la copiatura viene scoperta dopo tale data,
      non vi è proprio nessuna
      conseguenza?Non sono ferrato in materie civili, ma credo che un risarcimento per danni morali sia possibile chiederlo sempre, basta dimostrare di essere venuti a conoscenza del fatto solo da poco tempo. L'università può revocare la laurea anche dopo tale termine, se viene informata della circostanza. Non so sei sia mai avvenuto, a così lunga distanza dalla discussione della tesi, cioè oltre 6 anni.
    • panda rossa scrive:
      Re: agcom
      - Scritto da: scegli tu
      salve.

      volevo chiedere a leguleio, sempre ferrato in
      materia, una piccola consulenza
      legale.

      se si scopre che un laureato ha copiato la tesi
      di laurea, che cosa succede (a tutt i livelli:
      penale, amministrativo,
      ecc..)?
      e dopo quanto tempo interviene la prescrizione
      del reato di
      plagio?
      e se la copiatura viene scoperta dopo tale data,
      non vi è proprio nessuna
      conseguenza?Leguleio e' troppo leguleio per darti una risposta corretta dal punto di vista pratico.Bisogna fare un distinguo.Questo ipotetico laureato che ha copiato la tesi e' un parente o amico di qualche deputato/ministro/sottosegretario?E' ricco?E' amico o parente di qualche docente barone dell'universita' in cui sta studiando?Perche' in tal caso si applica una normativa diversa.
      • Izio01 scrive:
        Re: agcom
        - Scritto da: panda rossa

        Bisogna fare un distinguo.
        Questo ipotetico laureato che ha copiato la tesi
        e' un parente o amico di qualche
        deputato/ministro/sottosegretario?
        E' ricco?
        E' amico o parente di qualche docente barone
        dell'universita' in cui sta studiando?

        Perche' in tal caso si applica una normativa
        diversa.Se fosse una battuta, mi farebbe ridere.Purtroppo hai solo scritto la SACROSANTA verità (basti pensare al caso recente dei vincitori del concorso preannunciati con tanto di testo depositato).
        • Leguleio scrive:
          Re: agcom


          Bisogna fare un distinguo.

          Questo ipotetico laureato che ha copiato la
          tesi

          e' un parente o amico di qualche

          deputato/ministro/sottosegretario?

          E' ricco?

          E' amico o parente di qualche docente barone

          dell'universita' in cui sta studiando?



          Perche' in tal caso si applica una normativa

          diversa.

          Se fosse una battuta, mi farebbe ridere.
          Purtroppo hai solo scritto la SACROSANTA verità
          (basti pensare al caso recente dei vincitori del
          concorso preannunciati con tanto di testo
          depositato).L'università italiana è così, ci vuole un lavoro titanico per risanarla, lavoro che non credo nessun governo avrà mai l'autorità di attuare. Basti pensare che nel romanzo <I
          Il pendolo di Foucault </I
          di Umberto Eco il protagonista Casaubon, ad un certo punto, trova lavoro in una di quelle agenzie di "consulenza tesi" (eufemismo per dire che la tesi te la fanno loro, finita e rilegata); e spiega che non è un lavoro faticoso: basta andare a copiare le tesi di 10 anni prima. Umberto Eco era docente universitario, quando ha pubblicato il libro. Capito l'antifona? :)Sul lato giudiziario, invece, non cambia invece nulla: quando la magistratura si avvia, è uno schiacciasassi.
          • Funz scrive:
            Re: agcom
            - Scritto da: Leguleio
            Basti pensare che nel romanzo <I
            Il
            pendolo di Foucault </I
            di Umberto Eco il
            protagonista Casaubon, ad un certo punto, trova
            lavoro in una di quelle agenzie di "consulenza
            tesi" (eufemismo per dire che la tesi te la fanno
            loro, finita e rilegata); e spiega che non è un
            lavoro faticoso: basta andare a copiare le tesi
            di 10 anni prima. Umberto Eco era docente
            universitario, quando ha pubblicato il libro.
            Capito l'antifona?
            :)Io mi ricordo il capitolo degli APS (autori a proprie spese), esilarante :DPurtroppo pure quel business è stato ammazzato dalla Rete :p
          • Leguleio scrive:
            Re: agcom


            Basti pensare che nel romanzo <I
            Il

            pendolo di Foucault </I
            di Umberto
            Eco
            il

            protagonista Casaubon, ad un certo punto,
            trova

            lavoro in una di quelle agenzie di
            "consulenza

            tesi" (eufemismo per dire che la tesi te la
            fanno

            loro, finita e rilegata); e spiega che non è
            un

            lavoro faticoso: basta andare a copiare le
            tesi

            di 10 anni prima. Umberto Eco era docente

            universitario, quando ha pubblicato il libro.

            Capito l'antifona?

            :)
            Io mi ricordo il capitolo degli APS (autori a
            proprie spese), esilarante
            :D
            Purtroppo pure quel business è stato ammazzato
            dalla Rete
            :pProprio ammazzato non direi. Lo scrittore Alfonso Luigi Marra ha sempre pubblicato a sue spese presso case editrici di questo tipo, anche in tempi recenti. Una voce di Nonciclopedia è molto esplicita in proposito. :)Una cosa spiacevole è accaduta, mi dicono: che molte case editrici serie, o che si reputavano serie, hanno iniziato a reclutare giovani scrittori speranzosi, per poi fargli capire, arrivati al dunque, che avrebbero dovuto pagare.
          • Funz scrive:
            Re: agcom
            - Scritto da: Leguleio
            Proprio ammazzato non direi. Lo scrittore Alfonso
            Luigi Marra ha sempre pubblicato a sue spese
            presso case editrici di questo tipo, anche in
            tempi recenti. Una voce di Nonciclopedia è molto
            esplicita in proposito.
            :)Interessante, mi piacerebbe sapere quanti scrittori al giorno d'oggi campano pubblicando in proprio o solo su Internet.
            Una cosa spiacevole è accaduta, mi dicono: che
            molte case editrici serie, o che si reputavano
            serie, hanno iniziato a reclutare giovani
            scrittori speranzosi, per poi fargli capire,
            arrivati al dunque, che avrebbero dovuto
            pagare.Fossi in loro avrei approfittato del lavoro di editing per poi andare da un'altra parte, o APS... sciacallaggio per sciacallaggio :p
          • Leguleio scrive:
            Re: agcom


            Proprio ammazzato non direi. Lo scrittore
            Alfonso

            Luigi Marra ha sempre pubblicato a sue spese

            presso case editrici di questo tipo, anche in

            tempi recenti. Una voce di Nonciclopedia è
            molto

            esplicita in proposito.

            :)

            Interessante, mi piacerebbe sapere quanti
            scrittori al giorno d'oggi campano pubblicando in
            proprio o solo su
            Internet.Non credo proprio che ci campi. È una forma di narcisismo, come sarebbe acquistare un titolo nobiliare in una monarchia. Dimenticavo: un celebre caso di scrittore che ha pubblicato a sue spese è stato Marcel Proust. Per <I
            Dalla parte di Swann </I
            scelse di pagare l'editore Grasset.

            Una cosa spiacevole è accaduta, mi dicono:
            che

            molte case editrici serie, o che si
            reputavano

            serie, hanno iniziato a reclutare giovani

            scrittori speranzosi, per poi fargli capire,

            arrivati al dunque, che avrebbero dovuto

            pagare.

            Fossi in loro avrei approfittato del lavoro di
            editing per poi andare da un'altra parte, o
            APS... sciacallaggio per sciacallaggio
            :pL'idea non è male. Bisogna vedere se ci si riesce, a mettere le mani sul testo emendato e sottoposto a editing. Sospetto che lo facciano solo vedere, senza la possibilità di portarlo con sé, fino al versamento dei soldi.
      • ... scrive:
        Re: agcom
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: scegli tu

        salve.



        volevo chiedere a leguleio, sempre ferrato in

        materia, una piccola consulenza

        legale.



        se si scopre che un laureato ha copiato la
        tesi

        di laurea, che cosa succede (a tutt i
        livelli:

        penale, amministrativo,

        ecc..)?

        e dopo quanto tempo interviene la
        prescrizione

        del reato di

        plagio?

        e se la copiatura viene scoperta dopo tale
        data,

        non vi è proprio nessuna

        conseguenza?

        Leguleio e' troppo leguleio per darti una risposta corretta dal punto di vista pratico.beh, gli psicofarmaci che assume lo tengono in un suo mondo fantastico, fatto ci codici rosa e leggi a pallini verdi, ma almeno e' socialmente gestibile: ti rammento che fino a pochi giorni fa si clonava in multipli pseudo utenti, ma da quando l'ASL gli ha rinnovato la scorta di medicinali, si e' avuto un immediato cambio comportamentale, ed eccolo ritonato apparentemente normale. Certo che la chimica fa miracoli, solo un paio di secoli fa avrebbe finito i suoi giorni in un manicomio incatenato al letto.
    • cicciobello scrive:
      Re: agcom

      se si scopre che un laureato ha copiato la tesi
      di laurea, che cosa succede (a tutt i livelli:
      penale, amministrativo,
      ecc..)?In teoria, verrebbe bocciato all'esame di laurea: e questo non significa doverlo ridare, significa aver completato in modo insoddisfacente l'intero corso universitario e quindi <b
      dover ridare TUTTI gli esami </b
      , inclusi quelli del primo anno. Non mi risulta però che sia mai accaduta una cosa del genere (il relatore di solito legge la tesi prima della discussione, e se si accorge che l'hai copiata non ti lascia andare all'esame e tu non la discuterai mai).
      • Leguleio scrive:
        Re: agcom


        se si scopre che un laureato ha copiato la
        tesi

        di laurea, che cosa succede (a tutt i
        livelli:

        penale, amministrativo,

        ecc..)?

        In teoria, verrebbe bocciato all'esame di laurea:
        e questo non significa doverlo ridare, significa
        aver completato in modo insoddisfacente l'intero
        corso universitario e quindi <b
        dover
        ridare TUTTI gli esami </b
        , inclusi
        quelli del primo anno. Non mi risulta però che
        sia mai accaduta una cosa del genere (il relatore
        di solito legge la tesi prima della discussione,
        e se si accorge che l'hai copiata non ti lascia
        andare all'esame e tu non la discuterai
        mai).Esatto, un Italia siamo uomini di mondo... e qualsiasi relatore si ricorderà di aver copiato lui stesso, in gioventù. :)L'ipotesi dell'utente scegli tu, mi pareva di capire, è che la tesi copiata venga scoperta <B
        dopo </B
        aver conseguito la laurea. Tutto s'arrangia se viene scoperta prima.
        • cicciobello scrive:
          Re: agcom

          Esatto, un Italia siamo uomini di mondo... e
          qualsiasi relatore si ricorderà di aver copiato
          lui stesso, in gioventù.
          :)Guarda che in ambito accademico si può copiare legittimamente, basta citare la fonte.
          L'ipotesi dell'utente scegli tu, mi pareva di
          capire, è che la tesi copiata venga scoperta
          <B
          dopo </B
          aver conseguito la
          laurea. Ma dopo aver conseguito la laurea, chi la legge più?E comunque, se il relatore ed il controrelatore (che dovrebbero essere tra i massimi esperti sull'argomento, e quindi conoscere le pubblicazioni dalle quali si sarebbe potuto copiare) non si accorgono che è copiata, chi altro potrebbe accorgersene?
          • Leguleio scrive:
            Re: agcom


            Esatto, un Italia siamo uomini di mondo... e

            qualsiasi relatore si ricorderà di aver
            copiato

            lui stesso, in gioventù.

            :)

            Guarda che in ambito accademico si può copiare
            legittimamente, basta citare la
            fonte.Certo che sì, basta citarla, appunto. Copiare da un libro è diverso da citare con l'attribuzione dell'autore. Ovviamente non si può scrivere una tesi fatta <B
            solo </B
            di citazioni. Esistono percentuali indicative da non superare.

            L'ipotesi dell'utente scegli tu, mi pareva di

            capire, è che la tesi copiata venga scoperta

            <B
            dopo </B
            aver conseguito la

            laurea.

            Ma dopo aver conseguito la laurea, chi la legge
            più?L'ho anche scritto, vedi sopra. Ma se la domanda è questa, io rispondo a questa.Potrebbe essere, e parlo per ipotesi, una mossa di qualche nemico, che va a cercare scheletri nell'armadio, e li trova.
            E comunque, se il relatore ed il controrelatore
            (che dovrebbero essere tra i massimi esperti
            sull'argomento, e quindi conoscere le
            pubblicazioni dalle quali si sarebbe potuto
            copiare) non si accorgono che è copiata, chi
            altro potrebbe
            accorgersene?L'autore della pubblicazione, ad esempio. Su certi argomenti la letteratura è sterminata, e non si possono conoscere a memoria tutti i libri. Solo i principali. :)
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: agcom
            - Scritto da: Leguleio


            Esatto, un Italia siamo uomini di
            mondo...
            e


            qualsiasi relatore si ricorderà di aver

            copiato


            lui stesso, in gioventù.


            :)



            Guarda che in ambito accademico si può
            copiare

            legittimamente, basta citare la

            fonte.

            Certo che sì, basta citarla, appunto. Copiare da
            un libro è diverso da citare con l'attribuzione
            dell'autore.

            Ovviamente non si può scrivere una tesi fatta
            <B
            solo </B
            di citazioni. Esistono
            percentuali indicative da non superare.

            Sciocchezze.Mai sentito parlare di tesi compilative?
          • cicciobello scrive:
            Re: agcom
            Se avesse scritto una tesi, lo saprebbe. Se non è laureato, potrebbe non saperlo.
          • Leguleio scrive:
            Re: agcom
            Stamattina ti sei svegliato e ti sei detto: "Come insulto qualcuno del forum, oggi?". E hai scelto me.Non ti terrò bordone, non illuderti.
    • Guybrush scrive:
      Re: agcom
      - Scritto da: scegli tu
      salve.

      volevo chiedere a leguleio, sempre ferrato in
      materia, una piccola consulenza
      legale.

      se si scopre che un laureato ha copiato la tesi
      di laurea, che cosa succede (a tutt i livelli:
      penale, amministrativo,
      ecc..)?Assolutamente niente.Detta così il laureato può aver copiato n-mila tesi altrui, gli sarà venuto il callo dello scrivano, tutt'al più
      e dopo quanto tempo interviene la prescrizione
      del reato di
      plagio?Se il laureato di cui sopra ha fatto propria la tesi di un altro laureato non è più sola violazione del diritto d'autore, ma plagio. Altra storia.C'è "semplice violazione" se il laureato rivende tesi altrui (magari mantenendo la paternità dell'opera), si fa pagare e non riconosce un centesimo all'autore.
      e se la copiatura viene scoperta dopo tale data,
      non vi è proprio nessuna
      conseguenza?No, l'istituto della prescrizione funziona così, dal punto di vista PENALE. Dal punto di vista civilistico invece dipende quand'è che il laureato ha smesso di percepire guadagni dall'opera copiata (la dimostrazione è a carico del legittimo titolare dei diritti).
      graziePregoGT
      • Leguleio scrive:
        Re: agcom

        Se il laureato di cui sopra ha fatto propria la
        tesi di un altro laureato non è più sola
        violazione del diritto d'autore, ma plagio. Altra
        storia.
        C'è "semplice violazione" se il laureato rivende
        tesi altrui (magari mantenendo la paternità
        dell'opera), si fa pagare e non riconosce un
        centesimo
        all'autore.Hai una strana idea della legge sul diritto d'autore. :DTanto per cominciare il plagio non esiste nell'ordinamento italiano, era questo reato, ma è stato abrogato nel 1981:" <I
        Chiunque sottopone una persona al proprio potere, in modo da ridurla in totale stato di soggezione, è punito con la reclusione da cinque a quindici anni </I
        ".In più il diritto d'autore non entra nel merito di chi ha guadagnato cosa, chi ha venduto la cosa a chi. I due criteri per stabilire la gravità della violazione sono la paternità dell'opera (è stata copiata attribuendola ad altra persona, oppure è stato mantenuto il riferimento al nome dell'autore?) e il riconoscimento di una somma di denaro al legittimo destinatario (l'autore o, se questo ha ceduto tutti i diritti, il suo editore). Esistono criteri aggiuntivi riguardo al profitto, ma non mi pare proprio siano applicabili a una tesi di laurea.
  • prova123 scrive:
    A prescindere ...
    da tutto quello che vorranno fare, il futuro è RetroShare a livello condominiale ed al più l'unione di condomini in un supercondominio. Oramai il materiale scaricato è più che ridondante :D
  • sono sempre io scrive:
    Re: Magari!
    secondo me tu godi sempre in anticipo:-)
  • bubba scrive:
    Calma e sangue freddo
    1) si vul passare da segnalazioni major -
    agcom -
    giudice+polizia a segnalazioni major -
    "pubblica sicurezza" -
    giudice+polizia Di per se non fa' alzare molto le sopracciglia.2) MA AGGIUNGE: "procedimento solo nel momento in cui si individui lo scopo di lucro" e poi ciancia del "follow the money". Questo sarebbe OTTIMO se 'lucro' fosse interpretato seriamente. Ossia il tipico caso di sequestro (forum dove la gente discute e piazza anche i "criminogeni" link ... e nel forum ci sono anche dei banner pubblicitari) NON VERREBBE perseguito. Perche' e' ovvio che i banner sostengono il forum ,non "i pirati". Ma ho ben dubbi che diano tale interpretazione.3) E COROLLARIO .. "procedimento (...) disposizioni che prevedono la responsabilità penale" penale? ma il civile? il civile consente di ricattare per 1milione di euro per 10 anni di proXXXXX un povero cristo.4) (..)" il ddl riconosce il permesso di usare opere protette se non cè concorrenza economica con i titolari del diritto e se avviene per finalità didattiche o scientifiche" QUESTO si che suona INTERESSANTE!Tutti i diavoli sono nei dettagli ovviamente. E NON sono confidente sia una roba seria (per ora hanno partorito solo la cagata delle 'immagini degratate' lasciata a meta'... e ci sono OSCENE capriole legali per la "liberta' di panorama" )Vedremo.
    • nosocomio scrive:
      Re: Calma e sangue freddo


      2) MA AGGIUNGE: "procedimento solo nel momento in
      cui si individui lo scopo di lucro" e poi ciancia
      del "follow the
      money".
      Questo sarebbe OTTIMO se 'lucro' fosse
      interpretato seriamente.lucro è se tenti di farci soldi, quindi ad esempio se ti fai un sito dove pubblichi link torrent e ci metti banner o fai pagare una quota ecc

      Ossia il tipico caso di sequestro (forum dove la
      gente discute e piazza anche i "criminogeni" link
      ... e nel forum ci sono anche dei banner
      pubblicitari) NON VERREBBE perseguito. Perche' e'
      ovvio che i banner sostengono il forum ,non "i
      pirati". Ma ho ben dubbi che diano tale
      interpretazione.
      Guarda Bubba, io ti stimo per tutto quello che scrivi, ma in questo caso non sono d'accordo, non prendiamoci in giro dai, ci sono i furbetti di quartiere che devono farsi il sitarello per fare quattro soldi (a volte più di quatro). Ok pirateria ma duri e puri per cortesia, usiamo IRC o per assurdo un sito senza pubblicità, ma non facciamo i furbetti come al solito.
      3) E COROLLARIO .. "procedimento (...)
      disposizioni che prevedono la responsabilità
      penale"
      penale? ma il civile? il civile consente di
      ricattare per 1milione di euro per 10 anni di
      proXXXXX un povero
      cristo.
      su questo non ho nulla da dire
      4) (..)" il ddl riconosce il permesso di usare
      opere protette se non cè concorrenza economica
      con i titolari del diritto e se avviene per
      finalità didattiche o scientifiche" QUESTO si
      che suona
      INTERESSANTE!
      attenzione: secondo me non ci deve neppure essere concorrenza con interesse commerciali per gli eventi live, ad esempio, sullo streaming di eventi live non sono eticamente d'accordo.
      Tutti i diavoli sono nei dettagli ovviamente. E
      NON sono confidente sia una roba seria (per ora
      hanno partorito solo la cagata delle 'immagini
      degratate' lasciata a meta'... e ci sono OSCENE
      capriole legali per la "liberta' di panorama"
      )

      Vedremo.Io aggiungerei una cosa anche se utopistica: "in ogni caso in internet è tutto valido per opere che abbiano più di 5 anni, anche a scopo di lucro".In questo modo si terrebbe il famoso diritto di autore ecc ecc anche 2000 anni, ma tutto quello che combini in internet è libero dopo i 5 anni di uscita dell'opera.
      • Leguleio scrive:
        Re: Calma e sangue freddo

        Io aggiungerei una cosa anche se utopistica: "in
        ogni caso in internet è tutto valido per opere
        che abbiano più di 5 anni, anche a scopo di
        lucro".
        In questo modo si terrebbe il famoso diritto di
        autore ecc ecc anche 2000 anni, ma tutto quello
        che combini in internet è libero dopo i 5 anni di
        uscita
        dell'opera.Che equivale a dire che dopo 5 anni i diritti non esistono più. Semplicemente. :|Forse in certe realtà povere e con poche infrastrutture internet è ancor oggi marginale; nei paesi occidentali tutto passa per internet, lo si voglia o no. Ciò che non è su internet non esiste.
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Calma e sangue freddo
          - Scritto da: Leguleio

          Io aggiungerei una cosa anche se utopistica:
          "in

          ogni caso in internet è tutto valido per
          opere

          che abbiano più di 5 anni, anche a scopo di

          lucro".

          In questo modo si terrebbe il famoso diritto
          di

          autore ecc ecc anche 2000 anni, ma tutto
          quello

          che combini in internet è libero dopo i 5
          anni
          di

          uscita

          dell'opera.

          Che equivale a dire che dopo 5 anni i diritti non
          esistono più. Semplicemente.
          :|

          Forse in certe realtà povere e con poche
          infrastrutture internet è ancor oggi marginale;
          nei paesi occidentali tutto passa per internet,
          lo si voglia o no. Ciò che non è su internet non
          esiste.Ecco 5 anni magari sono pochi, Io mi accontenterei di 10 anni, come accade per i brevetti sui farmaci, in ogni caso se ne può discutere, certo l'attuale normativa di 70 anni dalla morte dell'ultimo degli autori con sospensione per i periodi di guerra è totalmente inaccettabile!
          • Leguleio scrive:
            Re: Calma e sangue freddo

            Ecco 5 anni magari sono pochi, Io mi
            accontenterei di 10 anni, come accade per i
            brevetti sui farmaci, I brevetti, e non solo quelli sui farmaci, tutti, valgono <B
            20 anni </B
            dalla data di presentazione.Avevi fatto lo stesso errore qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3750385&m=3751631#p3751631Si dice informalmente che un brevetto sui farmaci dura 10 anni perché fra la presentazione della richiesta di sfruttamento esclusivo (brevetto) e l'effettiva immissione in commercio, superati tutti i test e le autorizzazioni, passano circa 10 anni.
          • Passante scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: Leguleio

            Ecco 5 anni magari sono pochi, Io mi

            accontenterei di 10 anni, come accade per i

            brevetti sui farmaci,

            I brevetti, e non solo quelli sui farmaci, tutti,
            valgono <B
            20 anni </B
            dalla data
            di
            presentazione.

            Avevi fatto lo stesso errore qui:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3750385&m=375

            Si dice informalmente che un brevetto sui farmaci
            dura 10 anni perché fra la presentazione della
            richiesta di sfruttamento esclusivo (brevetto) e
            l'effettiva immissione in commercio, superati
            tutti i test e le autorizzazioni, passano circa
            10
            anni.Sì, ma sono sempre molto meno di 70 (non eravamo arrivati a 80?) dalla MORTE dell'autore o della società che ne detiene i diritti (cioé mai, dato che sono cedibili).
          • Leguleio scrive:
            Re: Calma e sangue freddo


            Si dice informalmente che un brevetto sui
            farmaci

            dura 10 anni perché fra la presentazione
            della

            richiesta di sfruttamento esclusivo
            (brevetto)
            e

            l'effettiva immissione in commercio, superati

            tutti i test e le autorizzazioni, passano
            circa

            10

            anni.
            Sì, ma sono sempre molto meno di 70 (non eravamo
            arrivati a 80?) dalla MORTE dell'autore o della
            società che ne detiene i diritti (cioé mai, dato
            che sono
            cedibili).Sono due cose diverse.Anche l'usucapione scatta dopo 20 anni (nulla a che fare coi brevetti, è una pura coincidenza), e credo che a molti proprietari immobiliari piacerebbe molto allungare il termine. Agli occupanti invece piacerebbe accorciarlo. Il legislatore ha ritenuto giusto così.
          • tucumcari fante lesto scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: Leguleio
            Anche l'usucapione scatta dopo 20 anni (nulla a
            che fare coi brevetti, è una pura coincidenza)Siamo alle solite lucciole e lanterne...Quale è la relazione tra uso capione e brevetti e quale è (o sarebbe) quella tra brevetti e diritto di autore?È facile...Non c'è alcuna relazione! :D
          • tucumcari fante lesto scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            Sono settimane che non compari più su PI. Ora devi rimboccarti le maniche per recuperare e stare al passo con gli altri:Cominciamo con i messaggi mandati in automatico qui, quello che ti riesce meglio e rispecchia con più chiarore il tuo livello intellettivo. Ricorda che il nome da usare è Marf:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3915666Poi passeremo anche alla "natura matrigna", agli "zampini" e agli "astroturfer". Ma ti devi impegnare: basta assenze.
          • tucumcari lesto fante scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: tucumcari fante lesto
            Sono settimane che non compari più su PI.
            Ora devi rimboccarti le maniche per recuperare e
            stare al passo con gli
            altri:
            Cominciamo con i messaggi mandati in automatico
            qui, quello che ti riesce meglio e rispecchia con
            più chiarore il tuo livello intellettivo. Ricorda
            che il nome da usare è
            Marf:

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3915666

            Poi passeremo anche alla "natura matrigna", agli
            "zampini" e agli "astroturfer". Ma ti devi
            impegnare: basta
            assenze.E agli artizoli...
          • tucumcari fante lesto scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: tucumcari lesto fante
            - Scritto da: tucumcari fante lesto

            Sono settimane che non compari più su PI.

            Ora devi rimboccarti le maniche per
            recuperare
            e

            stare al passo con gli

            altri:

            Cominciamo con i messaggi mandati in
            automatico

            qui, quello che ti riesce meglio e
            rispecchia
            con

            più chiarore il tuo livello intellettivo.
            Ricorda

            che il nome da usare è

            Marf:



            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3915666



            Poi passeremo anche alla "natura matrigna",
            agli

            "zampini" e agli "astroturfer". Ma ti devi

            impegnare: basta

            assenze.
            E agli artizoli...Gli artizoli? E che è, una nuova specialità greca, da gustare sul tender?Poche ciance, e al lavoro. Almeno tre giorni di commenti non stop in automatico.
          • Omura Maki Thikacha scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: tucumcari fante lesto.
            Gli artizoli? E che è, una nuova specialità
            greca, da gustare sul
            tender?No è farina del tuo sacco... lo hai scritto tu "l'artizolo".. non chiedere a me cosa sia!Datti la risposta e non scassare le balle
          • Omura Maki Thikacha scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: Omura Maki Thikacha
            - Scritto da: tucumcari fante lesto
            .

            Gli artizoli? E che è, una nuova specialità

            greca, da gustare sul

            tender?
            No è farina del tuo sacco... lo hai scritto tu
            "l'artizolo".. non chiedere a me cosa
            sia!
            Datti la risposta e non scassare le balleIl dislessico qui sei solo tu. Non dare la colpa dei tuoi handicap agli altri.E datti da fare, hai un sacco di arretrato.
          • SOkura Maki Thikacha scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: Omura Maki Thikacha
            - Scritto da: Omura Maki Thikacha

            - Scritto da: tucumcari fante lesto

            .


            Gli artizoli? E che è, una nuova
            specialità


            greca, da gustare sul


            tender?

            No è farina del tuo sacco... lo hai scritto
            tu

            "l'artizolo".. non chiedere a me cosa

            sia!

            Datti la risposta e non scassare le balle
            Il dislessico qui sei solo tu. Non dare la colpa
            dei tuoi handicap agli
            altri.
            E datti da fare, hai un sacco di arretrato.Veramente lo hai scritto proprio tu:"Guarda che l'artizolo su Obama e i droni non aspetta altro che i tuoi commenti mandati in automatico. Affrettati"Mi spiace...Sarà per la "prissima" volta...Contento così?(rotfl)(rotfl)
          • SOkura Maki Thikacha scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: SOkura Maki Thikacha
            - Scritto da: Omura Maki Thikacha

            - Scritto da: Omura Maki Thikacha


            - Scritto da: tucumcari fante lesto


            .



            Gli artizoli? E che è, una nuova

            specialità



            greca, da gustare sul



            tender?


            No è farina del tuo sacco... lo hai
            scritto

            tu


            "l'artizolo".. non chiedere a me cosa


            sia!


            Datti la risposta e non scassare le
            balle

            Il dislessico qui sei solo tu. Non dare la
            colpa

            dei tuoi handicap agli

            altri.

            E datti da fare, hai un sacco di arretrato.

            Veramente lo hai scritto proprio tu:
            "Guarda che l'artizolo su Obama e i droni non
            aspetta altro che i tuoi commenti mandati in
            automatico.
            Affrettati"

            Mi spiace...
            Sarà per la "prissima" volta...
            Contento così?
            (rotfl)(rotfl)Chi scrive invariabilemnte "mon petit choux", si al posto di sì, e nik al posto di nick, nickname, è normale che scriva artizolo al posto di articolo. Basta non dare le colpe agli altri. (rotfl)(rotfl)E datti da fare. Qui sei di troppo, ma nello spazio di Obama & droni...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            contenuto non disponibile
        • tucumcari fante lesto scrive:
          Re: Calma e sangue freddo
          - Scritto da: Leguleio

          Io aggiungerei una cosa anche se utopistica:
          "in

          ogni caso in internet è tutto valido per
          opere

          che abbiano più di 5 anni, anche a scopo di

          lucro".

          In questo modo si terrebbe il famoso diritto
          di

          autore ecc ecc anche 2000 anni, ma tutto
          quello

          che combini in internet è libero dopo i 5
          anni
          di

          uscita

          dell'opera.

          Che equivale a dire che dopo 5 anni i diritti non
          esistono più. Semplicemente.
          :|Non "equivale" affatto in base a cosa "equivale"?La mera proprietà intellettuale senza la concessione in esclusiva o in altra forma che necessiti di alcuna transazione economica rimane intatta anche dopo 2000 anni!Il legame tra le due cose (transazione economica e diritto alla proprietà intellettuale e quindi immateriale) non esiste da un punto di vista logico.È una semplice assunzione (indimostrata e indimostrabile) che ovviamente fa comodo a chi ci lucra che le due cose siano coincidenti.È invece piuttosto evidente che non lo sono tanto è che mentre la proprità intellettuale è personale e soggettiva e inoltre inalienabile (proprio così inalienabile e quindi non oggetto di scambio commerciale) altri "diritti" commerciali (ad esempio il "diritto di copia o riproduzione") sono cedibili e ceduti... peccato che non essendo "soggettivi e personali" non ne gode in genere l'autore a meno che non li distribuisca "in proprio" e in modo non esclusivo.
          • tucumcari fante lesto scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            Non ci siamo, non ci siamo. Tu sei qui soprattutto per inserire commenti in automatico a questo articolo, con il nome Marf:http://punto-informatico.it/3915666/PI/News/droni-assassini-amnesty-contro-obama.aspxPoi potrai assumere nomi come Venereo Clisterucci e Makita Kakato, ma quello solo dopo. Il meglio lo dai con i commenti in automatico.
          • Omura Maki Thikacha scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: tucumcari fante lesto
            Non ci siamo, non ci siamo. Tu sei qui
            soprattutto per inserire commenti in automatico a
            questo articolo, con il nome
            Marf:

            http://punto-informatico.it/3915666/PI/News/droni-

            Poi potrai assumere nomi come Venereo Clisterucci
            e Makita Kakato, ma quello solo dopo. Il meglio
            lo dai con i commenti in
            automatico.Tu dici?(rotfl)(rotfl)
          • Omura Maki Thikacha scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: Omura Maki Thikacha
            - Scritto da: tucumcari fante lesto

            Non ci siamo, non ci siamo. Tu sei qui

            soprattutto per inserire commenti in
            automatico
            a

            questo articolo, con il nome

            Marf:




            http://punto-informatico.it/3915666/PI/News/droni-



            Poi potrai assumere nomi come Venereo
            Clisterucci

            e Makita Kakato, ma quello solo dopo. Il
            meglio

            lo dai con i commenti in

            automatico.
            Tu dici?
            (rotfl)(rotfl)Certo, perciò datti da fare. Le faccine non sono più di moda.Commenti in automatico à go go.
          • NOmura Maki Thikacha scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: Omura Maki Thikacha
            - Scritto da: Omura Maki Thikacha

            - Scritto da: tucumcari fante lesto


            Non ci siamo, non ci siamo. Tu sei qui


            soprattutto per inserire commenti in

            automatico

            a


            questo articolo, con il nome


            Marf:








            http://punto-informatico.it/3915666/PI/News/droni-





            Poi potrai assumere nomi come Venereo

            Clisterucci


            e Makita Kakato, ma quello solo dopo. Il

            meglio


            lo dai con i commenti in


            automatico.

            Tu dici?

            (rotfl)(rotfl)
            Certo, perciò datti da fare. Le faccine non sono
            più di
            moda.
            Commenti in automatico à go go.Le mode le decido io tu ti limiti a seguire come stai facendo ora e come hai sempre fatto.A mio totale piacimento e discrezione.E se e quando mi va di farti notare quanto tu sia ridicolo.
          • NOmura Maki Thikacha scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: NOmura Maki Thikacha
            - Scritto da: Omura Maki Thikacha

            - Scritto da: Omura Maki Thikacha


            - Scritto da: tucumcari fante lesto



            Non ci siamo, non ci siamo. Tu sei
            qui



            soprattutto per inserire commenti
            in


            automatico


            a



            questo articolo, con il nome



            Marf:













            http://punto-informatico.it/3915666/PI/News/droni-







            Poi potrai assumere nomi come
            Venereo


            Clisterucci



            e Makita Kakato, ma quello solo
            dopo.
            Il


            meglio



            lo dai con i commenti in



            automatico.


            Tu dici?


            (rotfl)(rotfl)

            Certo, perciò datti da fare. Le faccine non
            sono

            più di

            moda.

            Commenti in automatico à go go.
            Le mode le decido io tu ti limiti a seguire come
            stai facendo ora e come hai sempre
            fatto.
            A mio totale piacimento e discrezione.
            E se e quando mi va di farti notare quanto tu sia
            ridicolo.Alza poco la cresta, vecchio nonnetto sessantemnne e rinXXXXXXXXto, che ti rimetto nel posto da cui ti ho pescato: nel letame.A commentare in automatico su quell'artiolo, e subito. E a calci in XXXX, se necessario.
          • NOmura Maki Thikacha scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: NOmura Maki Thikacha
            - Scritto da: NOmura Maki Thikacha

            - Scritto da: Omura Maki Thikacha


            - Scritto da: Omura Maki Thikacha



            - Scritto da: tucumcari fante lesto




            Non ci siamo, non ci siamo.
            Tu
            sei

            qui




            soprattutto per inserire
            commenti

            in



            automatico



            a




            questo articolo, con il nome




            Marf:



















            http://punto-informatico.it/3915666/PI/News/droni-









            Poi potrai assumere nomi come

            Venereo



            Clisterucci




            e Makita Kakato, ma quello
            solo

            dopo.

            Il



            meglio




            lo dai con i commenti in




            automatico.



            Tu dici?



            (rotfl)(rotfl)


            Certo, perciò datti da fare. Le faccine
            non

            sono


            più di


            moda.


            Commenti in automatico à go go.

            Le mode le decido io tu ti limiti a seguire
            come

            stai facendo ora e come hai sempre

            fatto.

            A mio totale piacimento e discrezione.

            E se e quando mi va di farti notare quanto
            tu
            sia

            ridicolo.
            Alza poco la cresta, vecchio nonnetto
            sessantemnne e rinXXXXXXXXto, che ti rimetto nel
            posto da cui ti ho pescato: nel
            letame.
            A commentare in automatico su quell'artiolo, e
            subito. E a calci in XXXX, se
            necessario.Tu ripescare?(rotfl)(rotfl)Toglimi una curiosità a proposito di letame come vanno le vendite del software MS?Dobbiamo chiedere a savio saverio o ce lo dici tu?(rotfl)(rotfl)
          • NOmura Maki Thikacha scrive:
            Re: Calma e sangue freddo
            - Scritto da: NOmura Maki Thikacha
            - Scritto da: NOmura Maki Thikacha

            - Scritto da: NOmura Maki Thikacha


            - Scritto da: Omura Maki Thikacha



            - Scritto da: Omura Maki Thikacha




            - Scritto da: tucumcari fante
            lesto





            Non ci siamo, non ci
            siamo.

            Tu

            sei


            qui





            soprattutto per inserire

            commenti


            in




            automatico




            a





            questo articolo, con il
            nome





            Marf:


























            http://punto-informatico.it/3915666/PI/News/droni-











            Poi potrai assumere nomi
            come


            Venereo




            Clisterucci





            e Makita Kakato, ma
            quello

            solo


            dopo.


            Il




            meglio





            lo dai con i commenti in





            automatico.




            Tu dici?




            (rotfl)(rotfl)



            Certo, perciò datti da fare. Le
            faccine

            non


            sono



            più di



            moda.



            Commenti in automatico à go go.


            Le mode le decido io tu ti limiti a
            seguire

            come


            stai facendo ora e come hai sempre


            fatto.


            A mio totale piacimento e discrezione.


            E se e quando mi va di farti notare
            quanto

            tu

            sia


            ridicolo.

            Alza poco la cresta, vecchio nonnetto

            sessantemnne e rinXXXXXXXXto, che ti rimetto
            nel

            posto da cui ti ho pescato: nel

            letame.

            A commentare in automatico su quell'artiolo,
            e

            subito. E a calci in XXXX, se

            necessario.
            Tu ripescare?
            (rotfl)(rotfl)
            Toglimi una curiosità a proposito di letame come
            vanno le vendite del software
            MS?
            Dobbiamo chiedere a savio saverio o ce lo dici tu?
            (rotfl)(rotfl)Piuttosto dicci tu di quella volta che hai salvato l'Europa con una petizione online. Siamo a corto di barzellette.(rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl)
        • bubba scrive:
          Re: Calma e sangue freddo
          - Scritto da: Leguleio

          Io aggiungerei una cosa anche se utopistica:
          "in

          ogni caso in internet è tutto valido per
          opere

          che abbiano più di 5 anni, anche a scopo di

          lucro".

          In questo modo si terrebbe il famoso diritto
          di

          autore ecc ecc anche 2000 anni, ma tutto
          quello

          che combini in internet è libero dopo i 5
          anni
          di

          uscita

          dell'opera.

          Che equivale a dire che dopo 5 anni i diritti non
          esistono più. Semplicemente.
          :|Beh rimangono i diritti morali d'autore. Mica poco. Tecnicamente anche tutti gli altri. SOLO che non sono piu' in forma esclusiva. :PSarebbe imperfetto e un po drastico (io avrei una visione un pelo piu articolata) MA SEMPRE molto meglio dell'attuale. Il sistema giudiziario ringrazierebbe! (gli avvocati no :P)
        • attonito scrive:
          Re: Calma e sangue freddo
          - Scritto da: Leguleio

          Io aggiungerei una cosa anche se utopistica:
          "in

          ogni caso in internet è tutto valido per
          opere

          che abbiano più di 5 anni, anche a scopo di

          lucro".

          In questo modo si terrebbe il famoso diritto
          di

          autore ecc ecc anche 2000 anni, ma tutto
          quello

          che combini in internet è libero dopo i 5
          anni
          di

          uscita

          dell'opera.

          Che equivale a dire che dopo 5 anni i diritti non
          esistono più. Semplicemente.
          :|

          Forse in certe realtà povere e con poche
          infrastrutture internet è ancor oggi marginale;
          nei paesi occidentali tutto passa per internet,
          lo si voglia o no. Ciò che non è su internet non
          esiste. questa fa il paio con "in corea del nord internet proprio non esiste": (scribble scribble) 'mo me la segno in attesa della terza perla.
      • bubba scrive:
        Re: Calma e sangue freddo
        - Scritto da: nosocomio



        2) MA AGGIUNGE: "procedimento solo nel
        momento
        in

        cui si individui lo scopo di lucro" e poi
        ciancia

        del "follow the

        money".

        Questo sarebbe OTTIMO se 'lucro' fosse

        interpretato seriamente.


        lucro è se tenti di farci soldi, quindi ad
        esempio se ti fai un sito dove pubblichi link
        torrent e ci metti banner o fai pagare una quota
        eccNapster, inc e' per farci soldi. LimeWire, Inc e' per farci soldi.Un tracker privato con quota di iscrizione e' per farci soldi.Il resto, mi spiace, ma e' moooooolto discutibile. anche per un "banale" motivo tecnico sotto citato.Ricordo, en passant, che in passato tizi che gestivano un FTP server per warez ( ftp=i files c'erano) furono assolti per assenza di lucro (http://www.penale.it/page.asp?mode=1&IDPag=403 )




        Ossia il tipico caso di sequestro (forum
        dove
        la

        gente discute e piazza anche i "criminogeni"
        link

        ... e nel forum ci sono anche dei banner

        pubblicitari) NON VERREBBE perseguito.
        Perche'
        e'

        ovvio che i banner sostengono il forum ,non
        "i

        pirati". Ma ho ben dubbi che diano tale

        interpretazione.



        Guarda Bubba, io ti stimo per tutto quello che
        scrivi,WHOA :) questo post cmq era un po' frettoloso...
        ma in questo caso non sono d'accordo, non
        prendiamoci in giro dai, ci sono i furbetti di
        quartiere che devono farsi il sitarello per fare
        quattro soldi (a volte più di quatro). Ok
        pirateria ma duri e puri per cortesia, usiamo IRC
        o per assurdo un sito senza pubblicità, ma non
        facciamo i furbetti come al
        solito.mhhhhh una parte di me, in un pianeta legale diverso, potrebbe essere d'accordo. Ma non qui. E cmq CIO' CONTRASTA con un "banale" fatto tecnico .. nei forum non c'e' MAI alcuna "opera in violazione blabla", ma un link o al max dei metadati torrent. No Opera No violazione.Chi ha l'opera e' l'utente che partecipa al dl/ul... NON gli admin del forum. E neanche gli utenti del forum di per se'. Mi spiace, ma si deve perseguire un 500'000 persone. una per una. Crea qualche problema alla SIAE & parenti e ai tribunali? pazienza.Sara' il caso forse di cambiare sti privilegi di XXXXX di 70anni+morte e 95 dalla pubblicazione... in modo che invece di un'oceano ci sia una piscina (come ambito di utenze in violazione)???

        3) E COROLLARIO .. "procedimento (...)

        disposizioni che prevedono la responsabilità

        penale"

        penale? ma il civile? il civile consente
        di

        ricattare per 1milione di euro per 10 anni di

        proXXXXX un povero

        cristo.



        su questo non ho nulla da direera cmq un pezzo un po' frettoloso... nel senso che -si ovvio- la violazione del 633/41 prevede reati .. ma del civile bisogna tener conto se vuoi realmente legalizzare qualcosa


        4) (..)" il ddl riconosce il permesso di
        usare

        opere protette se non cè concorrenza
        economica

        con i titolari del diritto e se avviene per

        finalità didattiche o scientifiche" QUESTO
        si

        che suona

        INTERESSANTE!



        attenzione: secondo me non ci deve neppure essere
        concorrenza con interesse commerciali per gli
        eventi live, ad esempio, sullo streaming di
        eventi live non sono eticamente
        d'accordo.mai meditato su quello. Ma si, sono d'accordo. Nel senso che il mio punto cardine e' sempre cavare i privilegi temporali (da cui discende poi tutto il resto).

        Tutti i diavoli sono nei dettagli
        ovviamente.
        E

        NON sono confidente sia una roba seria (per
        ora

        hanno partorito solo la cagata delle
        'immagini

        degratate' lasciata a meta'... e ci sono
        OSCENE

        capriole legali per la "liberta' di panorama"

        )



        Vedremo.

        Io aggiungerei una cosa anche se utopistica: "in
        ogni caso in internet è tutto valido per opere
        che abbiano più di 5 anni, anche a scopo di
        lucro".
        In questo modo si terrebbe il famoso diritto di
        autore ecc ecc anche 2000 anni, ma tutto quello
        che combini in internet è libero dopo i 5 anni di
        uscita
        dell'opera.Quindi anche tu sei per l'approccio k.i.s.s. ... si taglia FEROCEMENTE sui tempi di privilegio (molto piu rapido che operare capriole barocco-legali su una materia continuamente assasinata) e il resto (cioe la parte persecutoria) rimane com'e'.( in realta' cosi tutto quello fuori 2 (o 5) anni che siano, diverrebbe public domain. Un po rude. Ovviamente ho in mente una cosa un po' piu articolata -ma non molto-, che cmq non prescinde da quello che ho detto sopra. Il XXXXXio balzellatore-persecutorio e' irriformabile. Vanno piazzati tempistiche feroci, e scadute quelle, si applica altro)
        • nosocomio scrive:
          Re: Calma e sangue freddo
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: nosocomio





          2) MA AGGIUNGE: "procedimento solo nel

          momento
          Napster, inc e' per farci soldi. LimeWire, Inc e'
          per farci
          soldi.
          Un tracker privato con quota di iscrizione e' per
          farci
          soldi.
          Il resto, mi spiace, ma e' moooooolto
          discutibile. anche per un "banale" motivo tecnico
          sotto
          citato.
          Ricordo, en passant, che in passato tizi che
          gestivano un FTP server per warez ( ftp=i files
          c'erano) furono assolti per assenza di lucro
          (http://www.penale.it/page.asp?mode=1&IDPag=403
          )Ma infatti secondo me poco importa se hai il file o solo il link, non ho tempo per leggere il caso in questione ma a mio modo di vedere se il sito FTP non prevede iscrizioni, pagamenti ecc può essere tollerato.

          Guarda Bubba, io ti stimo per tutto quello che

          scrivi,
          WHOA :) questo post cmq era un po' frettoloso...
          In generale, sei un grande, molto preparato, hai punti di vista diversi dalla norma. Sono sincero, leggo sempre con piacere i tuoi post. Se tu avessi un utente registrato ti avrei già scritto in privato per un contatto fuori da questi forum. No, non di tipo amoroso!
          mhhhhh una parte di me, in un pianeta legale
          diverso, potrebbe essere d'accordo. Ma non qui. E
          cmq CIO' CONTRASTA con un "banale" fatto tecnico
          .. nei forum non c'e' MAI alcuna "opera in
          violazione blabla", ma un link o al max dei
          metadati torrent. No Opera No
          violazione.Si ma tu devi guardare qual'è l'intento del legislatore, cioè quello di fermare (arginare) il fenomeno della pirateria, poco importo che ci sia il materiale o solo il link, tu stai cercando di fare business con qualcosa che in teoria non si potrebbe diffondere. Un po' come non essere uno spacciatore ma indicare a tutti dove la si può comprare, non è proprio il massimo. Poi si può parlare di tutto il resto, giusto, non giusto, etico, morale ecc ecc, ma l'intento di fare business con materiale protetto da diritto d'autore a mio avviso è spesso chiaro.
          Chi ha l'opera e' l'utente che partecipa al
          dl/ul... NON gli admin del forum. E neanche gli
          utenti del forum di per se'.
          Si ok, ma vale quanto scritto sopra secondo me.
          Mi spiace, ma si deve perseguire un 500'000
          persone. una per una. Crea qualche problema alla
          SIAE & parenti e ai tribunali?
          pazienza.
          Ok, ma continuo ad insistere che i proprietari del forum 9 volte su 10 sono i furbetti di quartiere, non certo paladini della cultura digitale.
          Sara' il caso forse di cambiare sti privilegi di
          XXXXX di 70anni+morte e 95 dalla pubblicazione...
          in modo che invece di un'oceano ci sia una
          piscina (come ambito di utenze in
          violazione)???
          Si, su questo sono d'accordo infatti, appurato che tutte le produzioni incassano e si riprendono dall'investimento entro pochi anni (a volte mesi) dall'uscita, io direi che tutto il resto possa essere tollerato.
          mai meditato su quello. Ma si, sono d'accordo.
          Nel senso che il mio punto cardine e' sempre
          cavare i privilegi temporali (da cui discende poi
          tutto il
          resto).quoto. E comunque solitamente chi trasmette eventi live fa degli investimenti proprio per riuscire a trasmetterli, non trovo corretto che uno si "impossessi" del flusso e lo ritrasmetti
          Quindi anche tu sei per l'approccio k.i.s.s. ...
          si taglia FEROCEMENTE sui tempi di privilegio
          (molto piu rapido che operare capriole
          barocco-legali su una materia continuamente
          assasinata) e il resto (cioe la parte
          persecutoria) rimane
          com'e'.
          ( in realta' cosi tutto quello fuori 2 (o 5) anni
          che siano, diverrebbe public domain. Un po rude.
          Ovviamente ho in mente una cosa un po' piu
          articolata -ma non molto-, che cmq non prescinde
          da quello che ho detto sopra. Il XXXXXio
          balzellatore-persecutorio e' irriformabile. Vanno
          piazzati tempistiche feroci, e scadute quelle, si
          applica
          altro)Si, si devono anche fare i conti con la realtà e cioè che tecnicamente è quasi impossibile fermare la pirateria in internet, se da domani applicassero queste nuove norme dove il copyright dura solo 2 anni, comunque avresti flotte di gente pronta a scaricarsi l'ultimo di Mika o il gioco o il filmetto. Quindi quello che stiamo sostenendo serve solo a noi, secondo il nostro punto di vista, a creare un confine etico/morale, ma lotta condotta da major e compari probabilmente non cambierebbe di molto, purtroppo.
  • unaDuraLezione scrive:
    sì certo....
    contenuto non disponibile
    • bubba scrive:
      Re: sì certo....
      - Scritto da: unaDuraLezione
      fanno finta di non sapere nulla di questo?
      http://rt.com/usa/wikileaks-tpp-ip-dotcom-670/qualcuno non lo sa' neanche, probabilmente.Noi europei (e italia in specie) siamo considerati "inaffidabili" per sta roba :) (..) The twelve nations currently negotiating the TPP are the US, Japan, Australia, Peru, Malaysia, Vietnam, New Zealand, Chile, Singapore, Canada, Mexico, and Brunei Darussalam.
    • tucumcari fante lesto scrive:
      Re: sì certo....
      - Scritto da: unaDuraLezione
      fanno finta di non sapere nulla di questo?
      http://rt.com/usa/wikileaks-tpp-ip-dotcom-670/No non fanno finta...Sperano che tu non te ne accorga!Mica fanno finta.
      • tucumcari fante lesto scrive:
        Re: sì certo....
        E ti sei dimenticato i commenti in automatico all'articolo con i droni di Obama. Cosa aspetti? Altrimenti la gente non capisce chi sei.
        • tucumcari lesto fante scrive:
          Re: sì certo....
          - Scritto da: tucumcari fante lesto
          E ti sei dimenticato i commenti in automatico
          all'articolo con i droni di Obama. Cosa aspetti?
          Altrimenti la gente non capisce chi
          sei.Mi sono scordato anche l'artizolo :D
          • tucumcari lesto fante scrive:
            Re: sì certo....
            - Scritto da: tucumcari lesto fante
            - Scritto da: tucumcari fante lesto

            E ti sei dimenticato i commenti in automatico

            all'articolo con i droni di Obama. Cosa
            aspetti?

            Altrimenti la gente non capisce chi

            sei.
            Mi sono scordato anche l'artizolo
            :DBasta chiedere, è questo qui:http://punto-informatico.it/3915666/PI/News/droni-assassini-amnesty-contro-obama.aspxP.S.: Articolo, non artizolo.
  • panda rossa scrive:
    E con estrema soddisfazione...
    E con estrema soddisfazione mi rivolgo a tutti i rapprensentanti delle major, dei videotecari e di tutti gli intermediari parassiti, citando Alberto Sordi nel capolavoro del maestro Fellini.[yt]cFAFHXyOw1U‎[/yt]
    • tucumcari fante lesto scrive:
      Re: E con estrema soddisfazione...
      estrema?Non si diceva "vibrante soddisfazione"?(newbie)
      • tucumcari fante lesto scrive:
        Re: E con estrema soddisfazione...
        Guarda che l'artizolo su Obama e i droni non aspetta altro che i tuoi commenti mandati in automatico. Affrettati.
        • tucumcari lesto fante scrive:
          Re: E con estrema soddisfazione...
          - Scritto da: tucumcari fante lesto
          Guarda che l'artizolo su Obama e i droni non
          aspetta altro che i tuoi commenti mandati in
          automatico.
          Affrettati.L'artizolo non è disponibile e l'articolo ormai non interessa più :D
          • tucumcari lesto fante scrive:
            Re: E con estrema soddisfazione...
            Poche scuse e poche ciance, e datti da fare.Senza i commenti mandati in automatico non sei più tu.
          • NOmura Maki Thikacha scrive:
            Re: E con estrema soddisfazione...
            - Scritto da: tucumcari lesto fante
            Poche scuse e poche ciance, e datti da fare.
            Senza i commenti mandati in automatico non sei
            più
            tu.Ma davvero?Toglimi una curiosità quando scrivi queste XXXXXXXte ti ritieni furbo spiritoso sagace o cosa?Salutaci quel poveraccio di Marf giacchè ci sei...
          • NOmura Maki Thikacha scrive:
            Re: E con estrema soddisfazione...
            - Scritto da: NOmura Maki Thikacha
            - Scritto da: tucumcari lesto fante

            Poche scuse e poche ciance, e datti da fare.

            Senza i commenti mandati in automatico non
            sei

            più

            tu.
            Ma davvero?
            Toglimi una curiosità quando scrivi queste
            XXXXXXXte ti ritieni furbo spiritoso sagace o
            cosa?Stavo per chiederlo a te: gli "zampini" e la "natura matrigna" che a te tanto piacciono, al punto che in tutti i commenti ce n'è uno, non ti fanno prendere il premio Nobel, anche se ci speri. Idem il "petit choux".Ed ora al lavoro, ché sei stato assente 10 giorni, vecchio arteriosclerotico rimbambito e bilioso. L'articolo su Obama e i droni va riempito come prima.
  • Pianeta Video scrive:
    ...
    Chiunque vinca, gli scarriconi perderanno... come sempre! @^
    • bubba scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Pianeta Video
      Chiunque vinca, gli scarriconi perderanno... come
      sempre!
      @^... disse l'omino, mentre guardava il suo NAS da 12tera e Transmission che girava
    • troll detected scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Pianeta Video
      Chiunque vinca, gli scarriconi perderanno... come
      sempre!
      @^[img]http://www.my-favorite-coloring.net/Images/Large/Famous-characters-Troll-face-260360.png[/img]
Chiudi i commenti