Una farsa il processo DMCA contro ElcomSoft

L'FBI nega i visti ai testimoni


Roma – Continua a colpi di clamorosi avvenimenti il procedimento giudiziario che negli USA coinvolge la softwarehouse russa ElcomSoft che, come noto, ha prodotto per i mercati internazionali un software capace di bypassare le protezioni di copyright sui sistemi ebook di Adobe.

Il processo, ritenuto fondamentale per testare il Digital Millennium Copyright Act, è stato ulteriormente rinviato quando due testimoni chiave russi non sono potuti entrare negli Stati Uniti perché è stato loro negato il necessario visto.

Uno dei due è Dmitry Sklyarov , l’hacker che fu perseguito per aver realizzato un software.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma allora sono tutti criminali!
    1.500.000 x 6% = 90.000Allora, vuol dire che in media il 70% di quelli che cercano lavoro in quella zona sono criminali?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma allora sono tutti criminali!
      - Scritto da: dando
      1.500.000 x 6% = 90.000
      Allora, vuol dire che in media il 70% di
      quelli che cercano lavoro in quella zona
      sono criminali?BAH vabbe' Ma non hai ALTRO per le mani?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma allora sono tutti criminali!
      - Scritto da: dando
      1.500.000 x 6% = 90.000
      Allora, vuol dire che in media il 70% di
      quelli che cercano lavoro in quella zona
      sono criminali?Ti si è rotto l'abaco?Anche se tutti e 65.000 andassero all'ufficio di collocamento ("Salve, sono un assassino pluriomicida, cerco lavoro come babysitter" :D), sarebbe molto meno.
Chiudi i commenti