USA, cosa legge la Sicurezza Nazionale?

Diramata online una lista di siti monitorati dalla Homeland Security a stelle e strisce. Dai social network a YouTube, passando per i blog specializzati in sicurezza informatica e quotidiani online come The Huffington Post

Roma – A diffonderlo in esclusiva è stato il padre di tutti i Wikileaks del pianeta connesso. Un documento pubblicato da Cryptome che ha svelato le abitudini di monitoraggio adottate dal Dipartimento per la Sicurezza Nazionale statunitense. Una speciale watchlist di quasi 100 siti web, seguiti quotidianamente dagli inizi dello scorso anno .

In particolare i social network Facebook e Twitter , monitorati dalla Homeland Security a stelle e strisce per avere un quadro sempre aggiornato su opinioni e commenti condivisi dagli utenti. Tenere sotto controllo hashtag e flussi in blu risulterebbe cruciale per tastare il polso all’opinione pubblica su Internet.

La lista contenuta nel documento rilasciato da Cryptome è però lunga. C’è il cliccatissimo Huffington Post e JihadWatch , oltre a tutti i siti che offrono la possibilità di ricercare i trend più popolari su Twitter . La Sicurezza Nazionale non sembra interessata all’aggregatore di news Techmeme.

Inseriti invece siti specializzati in sicurezza informatica, come ad esempio il blog di Brian Krebs e quello di Wired Threat Level . Presenti poi siti controversi come appunto JihadWatch, ma anche il grande nemico Wikileaks e Narcotrafico de Mexico . E infine le grandi piattaforme di video sharing come YouTube e Vimeo .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nazifascist i di Paolo Barrai. scrive:
    MAURIZIO BARBERO DI TECHNOSKY AMMAZZA
    PADANAZISTASSASSINO MAURIZIO BARBERO DI TECHNOSKY GENOVA ( GRUPPO ENAV). IN COLLABORAZIONE CON XXXXXRROTTISSIMO GUIDO PUGLIESI E SERVIZI SEGRETI ASSASSINI DI BERLUSCONI (GIRI NAZI DI FINMECCANICA), ORGANIZZAVA MOLTI OMICIDI.
  • Joliet Jake scrive:
    Steam vince
    E questo dimostra ancora una volta che l'approccio di Steam si rileva vincente.Giochi appena usciti a 50 euro. Quelli di qualche mese fa a 20, quelli dell'anno scorso a 10 o addirittura a 5 euro.Spesso mega-offerte con i pack completi con tutte le espansioni di questo o quell'altro gioco.Molti giochi in multiplayer (tipo Team Fortress) completamente gratuiti (o con formula freemium)E altra cosa molto importante, almeno per me: valorizzazione di una moltitudine di giochi indie (famoso l'esempio di Limbo) che altrimenti nessuno avrebbe notato e che invece possono essere acquistati al prezzo di una birra...Win.
    • Joliet Jake scrive:
      Re: Steam vince
      Aggiungo anche: il salvataggio in cloud che evita il "mi si è rotto l'hard disk/ho comprato il pc nuovo e ho perso la cartella con i saves"E poi la parte social con i tuoi amici che consigliano questo o quel gioco e dove ci si trova per giocare in multiplayer... :D
      • Izio scrive:
        Re: Steam vince
        Quello che io odio è la parte che permette a Valve di cancellarti l'account, con tutti i giochi che hai pagato, senza preavviso e senza dover fornire giustificazioni.La loro mancanza di responsabilità in casi in cui il gioco non sia conforme alle dichiarazioni del produttore; nel caso del DRM in From Dust, si sono rifiutati di rimborsare gli utenti, salvo i primissimi che hanno fatto la richiesta.Comprato Red Faction Armageddon; sul mio PC non c'era verso di farlo girare, e dopo qualche scambio di mail la conclusione è stata: "Razzi tuoi".Nessuna possibilità di prestare i giochi a tuo fratello. Se hai due PC in casa, non puoi nemmeno giocare tu a Crysis mentre tuo figlio gioca a FIFA o a qualsiasi altro titolo. Rivendere i giohci che hai finito? Ma neanche per idea!E' da tanto che uso Steam, ma ritornerei in qualsiasi momento al vecchio approccio della protezione sul CD e basta. Purtroppo ormai da tempo la scelta è tra mandare giù queste condizioni vessatorie, piratare (che non mi va) o fare a meno di giocare.
  • All scrive:
    OnLive su Ubuntu
    Buon divertimento :)https://plus.google.com/b/101969302392727447930/101969302392727447930/posts/6yeEeWuVPj2
    • Maxsix scrive:
      Re: OnLive su Ubuntu
      - Scritto da: All
      Buon divertimento :)

      https://plus.google.com/b/101969302392727447930/10Ma lo sapete voi cantinari che l'inventore di Onlive è l'inventore di Quick Time?Sta Apple che in un modo o nell'altro salta sempre fuori eh...
    • Risposta al commento scrive:
      Re: OnLive su Ubuntu
      Per prima cosa installiamo Wine i pacchetti necessari per compilare la patch per farlo da terminale digitiamo:sudo add-apt-repository ppa:ubuntu-wine/ppasudo apt-get updatesudo apt-get install git autoconf build-dep wine1.3a questo punto scarichiamo e compiliamo la patch per farlo da terminale digitiamo:cdgit clone git://source.winehq.org/git/wine.git ~/wine-gitcd ~/wine-gitwget http://bugs.winehq.org/attachment.cgi?id=35873 -O wine_rawinput_8_8_2011.patchpatch -p1 < wine_rawinput_8_8_2011.patchautoreconf && ./configure && make depend && makemake install- Scritto da: All
      Buon divertimento :)mfw:[img]http://i446.photobucket.com/albums/qq185/steams_baconeggs/Gabe_Trollface.jpg?t=1276568221[/img]
      • krane scrive:
        Re: OnLive su Ubuntu
        - Scritto da: Risposta al commento
        Per prima cosa installiamo Wine i pacchetti
        necessari per compilare la patch per farlo da
        terminale
        digitiamo:

        sudo add-apt-repository ppa:ubuntu-wine/ppa

        sudo apt-get update

        sudo apt-get install git autoconf build-dep
        wine1.3

        a questo punto scarichiamo e compiliamo la patch
        per farlo da terminale
        digitiamo:

        cd

        git clone git://source.winehq.org/git/wine.git
        ~/wine-git

        cd ~/wine-git

        wget
        http://bugs.winehq.org/attachment.cgi?id=35873 -O
        wine_rawinput_8_8_2011.patch

        patch -p1 < wine_rawinput_8_8_2011.patch

        autoreconf && ./configure && make depend && make

        make install

        - Scritto da: All

        Buon divertimento :)

        mfw:
        [img]http://i446.photobucket.com/albums/qq185/steaBeh ?? Sapevamo leggere...E' l'unico modo di usare le cose prima dell'impacchettamento definitivo, su windows semplicemente non si puo' fare e si aspetta.
        • Risposta al commento scrive:
          Re: OnLive su Ubuntu
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: Risposta al commento

          Per prima cosa installiamo Wine i pacchetti

          necessari per compilare la patch per farlo da

          terminale

          digitiamo:



          sudo add-apt-repository ppa:ubuntu-wine/ppa



          sudo apt-get update



          sudo apt-get install git autoconf build-dep

          wine1.3



          a questo punto scarichiamo e compiliamo la
          patch

          per farlo da terminale

          digitiamo:



          cd



          git clone
          git://source.winehq.org/git/wine.git

          ~/wine-git



          cd ~/wine-git



          wget


          http://bugs.winehq.org/attachment.cgi?id=35873
          -O

          wine_rawinput_8_8_2011.patch



          patch -p1 < wine_rawinput_8_8_2011.patch



          autoreconf && ./configure && make depend &&
          make



          make install



          - Scritto da: All


          Buon divertimento :)



          mfw:


          [img]http://i446.photobucket.com/albums/qq185/stea

          Beh ?? Sapevamo leggere...Ecco, ora apri il terminale e comincia a scrivere.
          E' l'unico modo di usare le cose prima
          dell'impacchettamento definitivo, su windows
          semplicemente non si puo' fare e si
          aspetta.Su Windows si installa Onlive e OP! Funziona senza dover scrivere una riga."Buon divertimento", davvero. Questo è l'anno di Linux!
          • panda rossa scrive:
            Re: OnLive su Ubuntu
            - Scritto da: Risposta al commento
            Su Windows si installa Onlive e OP! Funziona
            senza dover scrivere una
            riga.Anche i virus fanno cosi': si installano senza dover scrivere una riga.
            "Buon divertimento", davvero. Anche a te.
          • Risposta al commento scrive:
            Re: OnLive su Ubuntu
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Risposta al commento


            Su Windows si installa Onlive e OP! Funziona

            senza dover scrivere una

            riga.

            Anche i virus fanno cosi': si installano senza
            dover scrivere una
            riga.
            Hai dimenticato di scrivere PAPPAPPERO.
          • panda rossa scrive:
            Re: OnLive su Ubuntu
            - Scritto da: Risposta al commento
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Risposta al commento




            Su Windows si installa Onlive e OP!
            Funziona


            senza dover scrivere una


            riga.



            Anche i virus fanno cosi': si installano
            senza

            dover scrivere una

            riga.



            Hai dimenticato di scrivere PAPPAPPERO.Scrivilo tu.Io non sono abituato agli effetti speciali, ai lustrini e alle finestre coi bordi traslucidi.Io il computer lo uso per le cose serie.
          • krane scrive:
            Re: OnLive su Ubuntu
            - Scritto da: Risposta al commento
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Risposta al commento


            Per prima cosa installiamo Wine i
            pacchetti


            necessari per compilare la patch per
            farlo
            da


            terminale


            digitiamo:





            sudo add-apt-repository
            ppa:ubuntu-wine/ppa





            sudo apt-get update





            sudo apt-get install git autoconf
            build-dep


            wine1.3





            a questo punto scarichiamo e compiliamo
            la

            patch


            per farlo da terminale


            digitiamo:





            cd





            git clone

            git://source.winehq.org/git/wine.git


            ~/wine-git





            cd ~/wine-git





            wget





            http://bugs.winehq.org/attachment.cgi?id=35873

            -O


            wine_rawinput_8_8_2011.patch





            patch -p1 <
            wine_rawinput_8_8_2011.patch





            autoreconf && ./configure && make
            depend
            &&

            make





            make install





            - Scritto da: All



            Buon divertimento :)





            mfw:





            [img]http://i446.photobucket.com/albums/qq185/stea



            Beh ?? Sapevamo leggere...

            Ecco, ora apri il terminale e comincia a scrivere.


            E' l'unico modo di usare le cose prima

            dell'impacchettamento definitivo, su windows

            semplicemente non si puo' fare e si

            aspetta.
            Su Windows si installa Onlive e OP! Funziona
            senza dover scrivere una riga.Anche su linux si installera' da repository appena ci sara' la relase stabile per linux, intanto chi vuole lo puo' provare prima, cosa che chi ha windows non puo' certo fare.
          • Risposta al commento scrive:
            Re: OnLive su Ubuntu
            - Scritto da: krane
            Anche su linux si installera' da repository
            appena ci sara' la relase stabile per linux,
            intanto chi vuole lo puo' provare prima, cosa che
            chi ha windows non puo' certo
            fare.
            Implica che non esistano beta pubbliche di nessun software per Windows
            implica che la disponibilità o meno della release stabile di Wine faccia qualsivoglia differenza quando il OnLive gira già nativo sotto Windowsmfw:[img]http://openclipart.org/people/rones/No1isRight_awesome.svg[/img]
          • krane scrive:
            Re: OnLive su Ubuntu
            - Scritto da: Risposta al commento
            - Scritto da: krane

            Anche su linux si installera' da repository

            appena ci sara' la relase stabile per linux,

            intanto chi vuole lo puo' provare prima,

            cosa che chi ha windows non puo' certo fare.
            Implica che non esistano beta pubbliche di
            nessun software per WindowsNon a questo livello, per windows bisogna aspettare che venga creato dal produttore un pacchetto di installazione, se questo non e' pronto non potete provare niente.
            implica che la disponibilità o meno della
            release stabile di Wine faccia qualsivoglia
            differenza quando il OnLive gira già nativo
            sotto WindowsEh ??? Non si e' capito, tra l'altro ma come kz quoti, non mi ero neanche accorto delle tue risposte
            mfw:
            [img]http://openclipart.org/people/rones/No1isRighSe vuoi metterti un'avatar devi iscriverti e poi andare sul tuo profilo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 gennaio 2012 15.24-----------------------------------------------------------
  • axl scrive:
    e anche qui..
    niente di insolito.. non tutti in sto periodo han 70 euro da spendere.. ma anche qui si darà la colpa alla pirateria che ammazza il mercato.. invece sono ingordi e anche i produttori di videogiochi puntano addirittura il dito contro il mercato dell'usato.. ora pure quello non va bene..che falliscano pure tutti (che tanto non falliscono come dicono loro)
    • Nickless scrive:
      Re: e anche qui..
      - Scritto da: axl
      non tutti in sto periodo han 70 euro da spendere..mah, su PC molti giochi girano a 40 .
      • sbrotfl scrive:
        Re: e anche qui..
        - Scritto da: Nickless
        - Scritto da: axl

        non tutti in sto periodo han 70 euro da
        spendere..

        mah, su PC molti giochi girano a 40 .30 euro di troppo (facciamo anche 35 :D)
        • panda rossa scrive:
          Re: e anche qui..
          - Scritto da: sbrotfl
          - Scritto da: Nickless

          - Scritto da: axl


          non tutti in sto periodo han 70 euro da

          spendere..



          mah, su PC molti giochi girano a 40 .

          30 euro di troppo (facciamo anche 35 :D)Si, ma se c'e' la scatola di cartone, il manuale cartaceo, il disco serigrafato e qualche gadget.Altrimenti gli euro di troppo sono ben 39.99
          • bfidus scrive:
            Re: e anche qui..
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: sbrotfl

            - Scritto da: Nickless


            - Scritto da: axl



            non tutti in sto periodo han 70
            euro
            da


            spendere..





            mah, su PC molti giochi girano a 40 .



            30 euro di troppo (facciamo anche 35 :D)

            Si, ma se c'e' la scatola di cartone, il manuale
            cartaceo, il disco serigrafato e qualche
            gadget.
            Altrimenti gli euro di troppo sono ben 39.99Ho appena comprato Oblivion, in edizione 5° anniversario, con manuale cartaceo, 3 dischi, mappa di Cyrodil al prezzo di 20 euro.Costassero cosi anche i nuovi, ne comprerei molti di piu...
Chiudi i commenti