USA, Facebook delude i consumatori

Lo studio 2011 sulla soddisfazione dei consumatori relativamente a Internet ha eletto Facebook come piattaforma più deludente. Solamente il 66 per cento delle preferenze rispetto al 78 di Wikipedia. E il fantasma di Google Plus imperversa

Roma – Facebook come la piattaforma più deludente dal punto di vista della soddisfazione del cliente. Così hanno decretato i 70mila consumatori statunitensi interpellati come campione nell’ambito dell’ E-Business Report 2011 condotto per l’ American Customer Satisfaction Index (ACSI). Il 66 per cento degli intervistati ha dichiarato di essere soddisfatto dai servizi offerti dal sito in blu, un dato considerato contenuto rispetto al 78 per cento di preferenze registrate da Wikipedia e dai buoni punteggi ottenuti da altri colossi mediatici come Google, YouTube e Fox News.

Il sondaggio, si spiega nel comunicato stampa ufficiale, è stato condotto nel corso dell’ultimo mese, prima del lancio di Google+, da subito ritenuto concorrente temibile del sito di Zuckerberg. Nonostante, dunque, le tempistiche favorevoli, Facebook ha ottenuto comunque risultati deludenti pur guadagnando 3 punti percentuali rispetto allo scorso anno. Secondo ACSI, dunque, la performance insufficiente registrata dal social network lascerebbe ampi spazi di crescita al nuovo prodotto social di Mountain View se solo quest’ultimo fosse in grado di offrire al consumatore un’esperienza migliore.

“Non sappiamo ancora come Google+ si comporterà, ma ciò che sappiamo è che Google è una delle aziende con il punteggio più alto nella classifica ACSI e Facebook è una delle più basse”, ha commentato Larry Freed, presidente e CEO di ForeSee Results , società di consulenza che ha condotto la ricerca per conto di ACSI. E avverte: “Un dominio sulle quote di mercato come quello di Facebook non rappresenta più una rete di salvataggio per un’azienda che non è in grado di fornire un’esperienza di consumo superiore”.

Lo studio non prende in considerazione Twitter singolarmente, ma lo inserisce nel gruppo più ampio chiamato “tutti gli altri social network”, categoria che non ha sostanzialmente raccolto pareri troppo entusiasti. Nonostante i giudizi negativi, la ricerca non fornisce informazioni qualitative o dettagliate in merito a tale insoddisfazione. Dopotutto, notano gli osservatori, la maggioranza degli intervistati ha dichiarato preferenze positive.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ephestione scrive:
    Efficienza alimentatori
    In generale l'efficienza di un alimentatore è una curva gaussiana col massimo (per gli odierni che costano un botto di soldi) del 90% in corrispondenza della metà del carico nominale.In altre parole, un pc desktop entry level, che consuma sui 160W in idle, dovrebbe idealmente avere un alimentatore da 320W, quando oggi se non lo trovi da 500W già montato è perché ce ne hanno messo uno ancora più "sborone".Di conseguenza, gli alimentatori con efficienza del 90%, che vengono quasi solo venduti in tagli da 1kw, sono più inefficienti di un ali da 320W di 10 anni fa, siccome se poi come carico ci metti un "pc normale" di quei 1000W ne fornisce massimo 200, con un efficienza che fa ridere.Qualche prova che ho fatto: http://www.ephestione.it/it/power-efficiency-atx-psu-power-adapters-ups/
    • Dinox PC scrive:
      Re: Efficienza alimentatori
      Anche la curva di efficienza del nostro alimentatore è stata presa in considerazione nella misurazione dei consumi che subiscono un conseguente aggiustamento
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: Efficienza alimentatori
      Post molto interessante... però ti chiedo: come fare per calcolare il consumo del proprio pc?Grazie 1000
      • ephestione scrive:
        Re: Efficienza alimentatori
        http://www.dealextreme.com/p/digital-utility-ac-power-consumption-monitor-and-timer-ac-220v-10a-12718 ;)Conviene comprarsene almeno 3.
      • Dinox PC scrive:
        Re: Efficienza alimentatori
        Se intendi il consumo complessivo, la cosa è abbastanza semplice con un misuratore. Oppure puoi avere un'idea considerando i consumi medi dei vari componenti (qui avevamo una tabella che, anche se vecchia, potrebbe aiutarti: http://www.dinoxpc.com/Guide/PRINCIPIANTI/Consumi/pag1.ASP)
  • nessuno scrive:
    Consumi
    Curioso il fatto che consumi piú di una scheda analoga. Non é che tutto il sistema lavora a temperatura piú alta facendo piú resistenza ?Avete provato a ripetere il test aprendo il case ?
    • Dinox PC scrive:
      Re: Consumi
      Si è esattamente l'ipotesi avanzata anche nell'articolo. I test relativi ai consumi sono stati fatti al di fuori del case ma è ovvio che questa scheda funzioni a temp più elevate rispetto a quella con dissipatore attivo.
      • ephestione scrive:
        Re: Consumi
        ho pensato la stessa cosa: una volta feci un test, striscia led da 5m con 300 smd, collegata ad alimentatore atx in cascata a wattmetro, il consumo misurato aumentava col tempo e con la temperatura dei led ;)
Chiudi i commenti