Facebook, videochiamate contro Google+

Esordisce lo strumento sviluppato con Skype e Zuckerberg accenna alla concorrenza: Mountain View ha trovato la sua killer app sociale?

Roma – È ufficiale l’esordio della videochat su Facebook, la “straordinaria funzionalità” preannunciata dal CEO Mark Zuckerber e implementata in collaborazione con Skype.

Mentre continua ad essere forte la richiesta e l’attenzione da parte degli utenti verso Google+ , Facebook ha quindi deciso di non perder tempo e ha fatto esordire con la sua prima contromossa: la videochiamata integrata alla sua chat che sfrutta una versione di Skype ottimizzata per la piattaforma del social network.

Sarà possibile chiamare un proprio amico o attraverso la chat, oppure con l’apposito bottone per la chiamata che apparirà in alto a destra del profilo di un amico online. Sarà inoltre possibile, in caso di mancata risposta, lasciare un videomessaggio che comparirà nella posta.

Facebook ha inoltre fatto esordire l’opzione chat di gruppo: permette di aggiungere persone in chat o di sfruttare la funzionalità nei gruppi.

Il rapporto Skype-Facebook, peraltro, ha anche altri aspetti : da qualche settimana per gli utenti vi è la possibilità di commentare ed esprimere il proprio apprezzamento per uno status Facebook direttamente dal servizio VoiP . Resterà ora da verificare l’effetto dei 750 milioni di utenti di Facebook sulle capacità di Skype e la nuova opzione sulle performance della chat del social network, che solo nell’ultimo anno è riuscito a migliorare il servizio.

Sul fronte videochat, peraltro, Google+ sembra esser in vantaggio , almeno perché con il suo corrispettivo “Hangouts” garantisce la possibilità di videochiamate di gruppo.

In ogni caso, gli ultimi discorsi di Mark Zuckerber sembrano lanciare il guanto di sfida al nuovo tentativo sociale di Google: “Aziende che si concentrano su un solo aspetto saranno sempre meglio di quelle che fanno un po’ tutto”.

Il CEO di Facebook, d’altronde, ha avuto modo di studiare il nuovo servizio di Mountain View: è tra i primi iscritti quello con più contatti. Del meccanismo di funzionamento dei Circles, appreso dunque con l’utilizzo, ha criticato indirettamente la “condivisione asimmetrica”: per Zuckerberg è di primaria importanza che tutti gli appartenenti di un gruppo si conoscano reciprocamente, come avviene con la biunivoca richiesta di amicizia e conferma di amicizia del suo Facebook, mentre Google Circles ha un sistema di condivisione asimmetrico, in cui solo il creatore di un gruppo conosce potenzialmente tutti i componenti di esso.

Google, peraltro, non resta a guardare le contromosse di Facebook senza agire: sembra che per accedere a Google+ non vi sia più bisogno di essere invitati da qualcuno . L’accesso resta comunque non privo di ostacoli: si rischia rimanere fuori in quanto l’accettazione di nuovi utenti rimane legata a un numero massimo di nuovi account attivabili al giorno.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • callignide scrive:
    grazie !
    ottima analisi e un perfetto contributo per chi da non esperto - io - deve approcciare alla sceltacontinuate così !
  • unopromo scrive:
    Un bellissimo articolo
    Complimenti per l'articolo, ben curato e dettagliato, un ottimo supporto per chi avesse bisogno di consigli e fosse ancora confuso con la scelta.Grazie
  • user_ scrive:
    quanti anni per averlo a 150 euro?
    ora il prezzo è troppo alto, quanti anni ci vorranno per averli a 100 euro? max 150
    • panda rossa scrive:
      Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
      - Scritto da: user_
      ora il prezzo è troppo alto, quanti anni ci
      vorranno per averli a 100 euro? max
      150Un paio al massimo, su eBay
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
        - Scritto da: panda rossa

        Un paio al massimo, su eBayOppure subito da qualche ricettatore ...
      • user_ scrive:
        Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
        no, nuovo
        • panda rossa scrive:
          Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
          - Scritto da: user_
          no, nuovoAllora prova nel parcheggio dell'autogrill dopo Caserta.
      • Pel scrive:
        Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: user_

        ora il prezzo è troppo alto, quanti anni ci

        vorranno per averli a 100 euro? max

        150

        Un paio al massimo, su eBayGià adesso ci sono in circolazione dei tablet Android "cinesi" da 120/150 euro, in versioni da 7 o 10 pollici. Li trovi facilmente, per esempio, alle numerose "fiere dell'elettronica" che si tengono in giro per l'Italia. Certo, le prestazioni non sono il massimo...
    • Picchiatell o scrive:
      Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
      - Scritto da: user_
      ora il prezzo è troppo alto, quanti anni ci
      vorranno per averli a 100 euro? max
      150bisognerà vedere il supporto tra due o tre anni...a meno che la comunità android non intervenga come a suo tempo fece quella linux sui eee netbook perche' se aspettiamo asus....
    • giocondo scrive:
      Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
      posto semplicemente cosi' ti risponderei anch'io fra un paio d'anni, ma fra un paio d'anni a quel prezzo troverai quelli di oggi che lavoreranno sicuramente male sul mercato che ci sara', mentre i tablet nuovi costeranno ancora queste cifre; se ci pensi e' cosi' in tutti questi tipi di mercato (un pc decente costava poco meno di 2 milioni nel 2000, cosi' come un cell era sulle 600/800000). d'altra parte se ti accontenti anche ora trovi tablet android a 150/200 (Archos su tutti)
    • IoSonoNessu no scrive:
      Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
      Mi pare che parecchi si stiano lanciando sui tablet & Co., il che implica l'uscita di modelli più economici. Speriamo tra un anno...
      • Dinox PC scrive:
        Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
        Tenete conto che dai primi tablet di nuova generazione (leggasi Apple iPad) i prezzi si sono già spalmati su un intervallo molto più ampio che va dai 200 euro fino agli 800 euro circa
        • James Kirk scrive:
          Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
          E' uno spread enorme, considerando che (escluso lo schermo) l'hardware costa meno di quello di un Netbook con Atom.Se si pensa che 'Asus ha un hardware quasi identico allo Xoom e costa circa 200 euro in meno vuol dire che c'è molto spazio di manovra.
        • Picchiatell o scrive:
          Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
          - Scritto da: Dinox PC
          Tenete conto che dai primi tablet di nuova
          generazione (leggasi Apple iPad) i prezzi si sono
          già spalmati su un intervallo molto più ampio che
          va dai 200 euro fino agli 800 euro
          circaquesta forbice di prezzo comunque contempla dal telefonino "ingrandiato" a dei veri "tablet" posto che ancora servizi adeguati per i "tablet" esistano....
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
          - Scritto da: Dinox PC
          Tenete conto che dai primi tablet di nuova
          generazione (leggasi Apple iPad) i prezzi si sono
          già spalmati su un intervallo molto più ampio che
          va dai 200 euro fino agli 800 euro
          circa200 euro roba decente non ne ho ancora vista...Vedremo cosa riuscirà a proporre Archos in settembre, ma costerà comunque poco meno di 300 euro (cifra abbastanza ragionevole per un tablet che sia utile e performante)...
    • ruppolo scrive:
      Re: quanti anni per averlo a 150 euro?
      - Scritto da: user_
      ora il prezzo è troppo alto, quanti anni ci
      vorranno per averli a 100 euro? max
      1506 mesi, su ebay.
  • Steve scrive:
    Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
    Ho appena visto da Expert che la versione da 16 GB SSD costa 399 euro (escluso 59 per la tastiera) e quindi se PI avesse considerato questo modello, il confronto sarebbe stato sicuramente a favore dell'Acer... omissione voluta?Faccio notare che ho sempre tifato per l'Asus, ma questa volta sono rimasto deluso dopo che ho saputo della scandalosa assenza della porta USB.
    • Dinox PC scrive:
      Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!

      omissione voluta?A dire il vero ho scritto esattamente la stessa cosa sui prezzi poco fa considerando dunque non solo i prezzi ufficiali ma anche quelli cui determinati prodotti si trovano sul mercato. A nostro avviso, anche a parità di prezzo, la differenza nella qualità costruttiva e nella qualità dello schermo premiano ancora l'ASUS (a meno che non si voglia dare un peso enorme alla fotocamera).
      • giocondo scrive:
        Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
        mi pare che tu abbia omesso un particolare che per alcuni potrebbe essere importante. la posizione estrema della cam sull'acer fa si' che le video chiamate siano virtualmente impossibili
        • Dinox PC scrive:
          Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
          Grazie mille della segnalazione che spero possa essere utile anche ad altri.
          • giocondo scrive:
            Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
            giusto per pareggiare, mi sembra una grande mancanza sull'asus (tablet) non aver messo una qualche segnalazione luminosa del collegamento alla rete elettrica e della carica (ovviamente parlo di tablet spento), sopra tutto qui in UK dove ogni presa ha il proprio interrutore e a volte capita di dimenticarselo su OFF :(
    • James Kirk scrive:
      Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
      - Scritto da: Steve

      Faccio notare che ho sempre tifato per l'Asus, ma
      questa volta sono rimasto deluso dopo che ho
      saputo della scandalosa assenza della porta
      USB.La USB ce l'ha ma solo nella docking; d'altra parte la docking, almeno per i miei gusti, è fondamentale, ma da quanto vedo ognuno ha una propria idea su quello che vorrebbe farci con un Tablet.
      • Dinox PC scrive:
        Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
        Sicuramente si, visto che si tratta comunque di un prodotto general purpose (o almeno vicino a questa idea). In merito alla porta USB ritengo che ASUS avrebbe potuto integrarla e di certo non sarebbe dispiaciuto a nessuno ;)
        • James Kirk scrive:
          Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
          - Scritto da: Dinox PC
          In merito alla porta USB ritengo
          che ASUS avrebbe potuto integrarla e di certo non
          sarebbe dispiaciuto a nessuno
          ;)Su questo non ci piove!
        • giocondo scrive:
          Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
          la mia idea e' che voglia spingere il discoso cloud, che infatti offre ad un anno gratuito (e che mi sembra non sia stato accennato). in ogni caso con pochi soldi in piu' ci si porta a casa: una tastiera, una batteria aggiuntiva, due porte usb, un lettore sd standard
        • ruppolo scrive:
          Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
          - Scritto da: Dinox PC
          Sicuramente si, visto che si tratta comunque di
          un prodotto general purpose (o almeno vicino a
          questa idea). In merito alla porta USB ritengo
          che ASUS avrebbe potuto integrarla e di certo non
          sarebbe dispiaciuto a nessuno
          ;)A mio avviso, e da utente iPad, molta gente qui non ha ben chiaro che Android non è Windows. Quindi anche se ci fosse la presa USB, a tale presa si potrebbero attaccare solo una parte infinitesimale delle periferiche esistenti.
    • James Kirk scrive:
      Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
      - Scritto da: Steve
      Ho appena visto da Expert che la versione da 16
      GB SSD costa 399 euro (escluso 59 per la
      tastiera) e quindi se PI avesse considerato
      questo modello, il confronto sarebbe stato
      sicuramente a favore dell'Acer...
      L'Asus ha uno schermo IPS (come l'iPad), ben superiore a quello dell'Acer. Solo questo fattore fa la differenza.
    • Apple Fan scrive:
      Re: Iconia Tab A500 16GB a 399 euri!
      Posseggo un eeePad da circa tre settimane ed ogni giorno che passa ne sono sempre piu' soddisfatto. L'assenza di una porta USB (o meglio, micro-usb come sulla concorrenza) non si nota nemmeno, perche' comunque tramite la porta custom asus puoi scambiare file ad alta velocita'. Il dock aggiuntivo comprende invece due porte USB vere (alle quali puoi attaccare anche periferiche), ed ha un senso maggiore.
  • Dinox PC scrive:
    Aggiornamento prezzi
    I prezzi dei due tablet si stanno allineando con le versioni Wi-Fi a 399 e quelle Wi-Fi + 3G a 499
  • gigi scrive:
    docking
    Allo stesso presso dell'Acer insieme all'eepad si porta a casa anche la docking.In questo modo si trasforma (da qui il nome) in un piccolo portatile.Si hanno, oltre alla tastiera fisica con tasti ad isola e al touchpad, doppia batteria e 2 porte usb.Ho testato il tutto e mi ritengo soddisfatto. La pecca è l'inutilità di Google maps offline,e l'obbligo di acquisto di un navigatore con mappe offline.
    • Luciano Ballerano scrive:
      Re: docking
      - Scritto da: gigi
      Allo stesso presso dell'Acer insieme all'eepad si
      porta a casa anche la docking.In questo modo si
      trasforma (da qui il nome) in un piccolo
      portatile.
      Si hanno, oltre alla tastiera fisica con tasti ad
      isola e al touchpad, doppia batteria e 2 porte
      usb.

      Ho testato il tutto e mi ritengo soddisfatto. La
      pecca è l'inutilità di Google maps
      offline,e l'obbligo di acquisto di un navigatore
      con mappe
      offline.Gigi da poco Google offre la possibilità di scaricare offline una porzione di 10Km. di mappe, utilizzabili anche senza commessione wifi/3G - Vai in Google maps -Opzioni avanzate - Google Lab e attiva l'opzione, poi tieni premuto un punto della mappa e scaricale mentre sei online
      • gigi scrive:
        Re: docking
        appunto.... INUTILE :)
      • panda rossa scrive:
        Re: docking
        - Scritto da: Luciano Ballerano

        Gigi da poco Google offre la possibilità di
        scaricare offline una porzione di 10Km. di mappe,
        utilizzabili anche senza commessione wifi/3G -Da poco?E' da quando ho il netbook, vale a dire da circa 4 anni, che mi sono scaricato tutto lo stradario di google per utilizzarlo offline!
  • Redpill scrive:
    E-compass
    sarebbe la bussola? Nello schema comparativo non c'è su ipad e ipad2 sebbene abbiano suddetto sensore magnetico.
  • marco scrive:
    Ipad
    La connessione Wi-Fi di Ipad ( 1 e 2 ) e' : a/b/g/n Saluti
  • Roby10 scrive:
    cliente soddisfatto
    Ho un Asus Transformer da un paio di settimane e posso dire di concordare su tutto con l'analisi.Sono molto soddisfatto dell'acquisto: il tablet, l'usabilità, la qualità, il peso e il SO Android 3.1 sono sicuramente all'altezza della controparte Apple. Purtroppo sono le app a mancare e in modo veramente marcato. Le stesse applicazioni di Google non sono tutte ottimizzate (Google reader ad esempio non lo è) e la trovo una grave mancanza, quante ore/uomo impiegherebbe una multinazionale come google da adattare le sue app?? Perchè non lo fa?A parte i giochi che forse per la loro natura scalano tutti molto bene, il 95% delle App è veramente "brutto". Molte fortunatamente funzionano, ma si capisce da 1km che non sono state assolutamente adattate ad uno schermo da 10 pollici e presentano enormi spazi vuoti, pulsanti enormi o disallineati e in ogni caso possibilità castrate.
    • hermanhesse scrive:
      Re: cliente soddisfatto
      Ciao, mi fai un esempio di app con questi problemi (magari gratis, era per provarla).Vorrei capire dove può essere il problema o, più che altro, capire se sul Galaxy Tab (più piccolo) si notano gli stessi problemi o meno...Secondo me sarà solo questione di tempo: gli strumenti per progettare GUI perfettamente scalari ci sono (già da tempo a dire la verità), ma difficilmente gli sviluppatori muovono le chiappe in questi casi ;) .
      • bertuccia scrive:
        Re: cliente soddisfatto
        - Scritto da: hermanhesse

        Vorrei capire dove può essere il problema o,
        più che altro, capire se sul Galaxy Tab
        (più piccolo) si notano gli stessi problemi
        o meno...se vuoi te lo dico io dove sta il problema.. <i
        "a polished, high quality product is more likely to be embraced on Android than on iOS because <b
        the quality bar on the android market is so pathetically low </b
        ." </i
        firmato: Noah Bordner, sviluppatore Androidhttp://www.huffingtonpost.com/2011/06/20/android-market-quality_n_880478.htmlma per vederlo devi prima togliere gli occhiali a forma di robottinoPS. <i
        Even worse, he wrote, <b
        Android developers must be vendors </b
        through Google Checkout, <b
        making them responsible for dealing with billing issues </b
        , like refunds -- <b
        on iOS, Apple deals with these problems. </b
        "There are days where I just want to pull the plug on the whole thing because I'm sick of 12 year olds (or people with comparable communication skills) trying to convince me they've been wronged and I should give them their 3 dollars back" </i


        Secondo me sar&#224; solo questione di temposi probabile, continua a crederci (e aspettare) (rotfl)
        • hermanhesse scrive:
          Re: cliente soddisfatto
          Sì, bravo. Ora levati dalle OO per favore...
        • hermanhesse scrive:
          Re: cliente soddisfatto
          Ok,bravo.Ciao.@Redazione: va meglio così? Altrimenti sono libero a suggerimenti.
        • Izio scrive:
          Re: cliente soddisfatto
          - Scritto da: bertuccia
          se vuoi te lo dico io dove sta il problema..

          <i
          "a polished, high quality product
          is more likely to be embraced on Android than on
          iOS because <b
          the quality bar on the
          android market is so pathetically low </b

          ." </i



          firmato: Noah Bordner, sviluppatore Android
          http://www.huffingtonpost.com/2011/06/20/android-m

          ma per vederlo devi prima togliere gli occhiali a
          forma di
          robottino
          Ma guarda, hai dimenticato di quotare QUESTO pezzo, dallo stesso articolo. Chissà come mai:Just to be clear (since I'm getting more traffic than expected), my experience with Android has been overwhelmingly positive, and I have every intention of continuing to support the platform.Non smentisce il pezzo che hai citato tu, ma mi pare che cambi abbastanza il tenore dell'articolo. O sbaglio?
          • bertuccia scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: Izio

            Non smentisce il pezzo che hai citato tu, ma mi
            pare che cambi abbastanza il tenore
            dell'articolo. O sbaglio?hai fatto benissimo ad aggiungerlo, dimostra che le cose che ha detto vengono da una persona che apprezza Android, quindi sono autentiche al 100%
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Bravissimo.Hai convinto 200 persone a passare ad iPhone.Dillo al tuo capo S.Jobs, magari ti fa un grattino.Ciao.
          • bertuccia scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: hermanhesse

            Bravissimo.
            Hai convinto 200 persone a passare ad iPhone.
            Dillo al tuo capo S.Jobs, magari ti fa un
            grattino.ti vedo leggermente infastidito.. se ci fai caso, ho solo risposto alla tua domanda, ber bocca di uno sviluppatore Android, al quale *piace* Android.sbaglio o sei tu che hai chiesto qual'è il problema nell'interfaccia delle App Android?ma tu ovviamente hai posto la domanda non per ottenere una risposta, ma per darla tu stesso..spiacente di averti rovinato il giochetto :)
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: hermanhesse



            Bravissimo.

            Hai convinto 200 persone a passare ad iPhone.

            Dillo al tuo capo S.Jobs, magari ti fa un

            grattino.

            ti vedo leggermente infastidito.. No, è che è una giornataccia.Quindi sono propenso a calciorotare quelli come te.

            se ci fai caso, ho solo risposto alla tua
            domanda, ber bocca di uno sviluppatore Android,
            al quale *piace*
            Android.Tu sviluppi su Android?Di quando è quel post? Hai idea di cosa è cambiato e di cosa NON E' cambiato?

            sbaglio o sei tu che hai chiesto qual'è il
            problema nell'interfaccia delle App
            Android?Sbagli, ho chiesto di indicarmi alcune di quelle app per vedere una cosa sul mio Galaxy.

            ma tu ovviamente hai posto la domanda non per
            ottenere una risposta, ma per darla tu
            stesso..No, per provare e cercare di capire. Sai, quella cosa alla quale voi Applecorinati non siete abituati, ragionare si chiama.

            spiacente di averti rovinato il giochetto :)Il giochetto è nella tua testa, e non funziona nemmeno lì un granchè.
          • bertuccia scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: hermanhesse

            Di quando è quel post? 20 giugno 2011, neanche un mese fa
            Hai idea di cosa è
            cambiatofammi indovinare...è cambiato tutto! in un mese le cose che ha scritto il tizio sono diventate di colpo false e ora il livello qualitativo delle app in android è magnifico!LOL :D
            e di cosa NON E'
            cambiato?il tuo grado di fanboysmo?naaa, quello è in continua crescita
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Ti ho solo chiesto.Per quanto mi riguarda puoi andare anche al XXXXX. Chiaro bimbetto?Comunque più sotto puoi leggerti dei link se vuoi capire come funziona la cosa.
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3209986&m=3214399#p3214399
        • lul scrive:
          Re: cliente soddisfatto
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: hermanhesse



          Vorrei capire dove può essere il
          problema
          o,

          più che altro, capire se sul Galaxy
          Tab

          (più piccolo) si notano gli stessi
          problemi

          o meno...

          se vuoi te lo dico io dove sta il problema..

          <i
          "a polished, high quality product
          is more likely to be embraced on Android than on
          iOS because <b
          the quality bar on the
          android market is so pathetically low </b

          ." </i



          firmato: Noah Bordner, sviluppatore Android
          http://www.huffingtonpost.com/2011/06/20/android-m

          ma per vederlo devi prima togliere gli occhiali a
          forma di
          robottino

          PS.

          <i
          Even worse, he wrote, <b

          Android developers must be vendors </b

          through Google Checkout, <b
          making them
          responsible for dealing with billing issues
          </b
          , like refunds -- <b
          on iOS,
          Apple deals with these problems. </b



          "There are days where I just want to pull
          the plug on the whole thing because I'm sick of
          12 year olds (or people with comparable
          communication skills) trying to convince me
          they've been wronged and I should give them their
          3 dollars back" </i







          Secondo me sarà solo questione di
          tempo

          si probabile, continua a crederci (e aspettare)
          (rotfl)ciao vaselinato, probabilmente è meglio raccontarla tutta non credi? " Just to be clear (since Im getting more traffic than expected), my experience with Android has been overwhelmingly positive, and I have every intention of continuing to support the platform. Its just that without the iTunes shield between myself and customer, Im having to wear my customer service hat a lot more than Im used to. Giusto per essere chiari (dato che si sta generando un traffico di vendite più alto di quanto mi aspettassi), la mia esperienza con Android è stata assolutamente positiva, e ho tutte le intenzioni di continuare a supportare la piattaforma. È solo che senza lo scudo iTunes tra me e il cliente, mi trovo ad indossare le vesti del servizio clienti molto di più di quanto io sia abituato."e questo detto da un programmatore i cui prodotti sono pieni di bugscome vedi è sempre meglio valutare bene cosa postare e vedere bene chi racconta ste cose, nella mia esperienza da programmatore ios dopo 2 anni sono letteralmente scappato perchè non potevo continuare a dare retta ad ogni buffonata che veniva in mente a jobs, sono passato a lare lavori su rim ed android e decisamente oltre a maggior guadagno sto molto piu libero e senza le preoccupazioni di non vedermi pubblicata l'app solo perchè a jobs gli puzza il dito
          • bertuccia scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: lul

            ciao vaselinatociao rosikone
            probabilmente è meglio
            raccontarla tutta non credi?non credo, perchè la parte che mi interessava citare, ovvero quella in cui lo sviluppatore afferma che la qualità delle app sul market è pateticamente bassa, non c'entra nulla col fatto che lui stia guadagnando bene. buon per lui.l'avrei riportata per correttezza se in qualche modo avesse smentito l'affermazione riguardo alla qualità delle app.non la smentisce, quindi inutile, dal mio punto di vista, riportarla.in ogni caso hai fatto bene ad aggiungere quel passo, perchè fa capire che tali accuse alle app per android non provengono da haters o rosikoni, bensì da una persona complessivamente felice di android..
            come vedi è sempre meglio valutare bene cosa
            postare e vedere bene chi racconta ste cose,
            nella mia esperienza da programmatore ios dopo 2
            anni sono letteralmente scappato perchè non
            potevo continuare a dare retta ad ogni buffonata
            che veniva in mente a jobs, sono passato a lare
            lavori su rim ed android e decisamente oltre a
            maggior guadagno sto molto piu libero e senza le
            preoccupazioni di non vedermi pubblicata l'app
            solo perchè a jobs gli puzza il
            ditoe io sono Gesù Cristo, passo di qui quando mi annoioquando mi darai un link a riprova di quello che dici, io pubblicherò una mia foto con in mano il giornale di oggi. anche quello di domani se vuoi.
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Io spero sinceramente che in questa attività senza sosta di promozione ai prodotti Apple tu riesca a guadagnarci realmente qualcosa, perchè altrimenti non si spiegherebbero le figure da cioccolataio, insulti, tempo sprecato a cercare frammenti di articoli dove si parla bene di iOS / male di Andropid ecc. ecc.Ad ogni modo, più sotto, ci sono dei miei post con la documentazione di Android che spiega COME realizzare applicazioni senza questo problema.Sono in risposta al post di "mura".Leggile va (se ci capisci qualcosa, ma ne dubito).
          • bertuccia scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: hermanhesse

            Io spero sinceramente che in questa attività
            senza sosta di promozione ai prodotti Apple tu
            riesca a guadagnarci realmente qualcosaveder passare una serie di cadaveri lungo il fiume è una buona ricompensa :)

            Ad ogni modo, più sotto, ci sono dei miei post
            con la documentazione di Android che spiega COME
            realizzare applicazioni senza questo
            problema.
            Sono in risposta al post di "mura".

            Leggile va (se ci capisci qualcosa, ma ne dubito).sicuramente sono ottime regole, sta di fatto che non vedo un consiglio che ritengo piuttosto importante: se la tua app deve girare sia su smartphone che su tablet, dovresti fornire un'interfaccia separata per i due tipi di dispositivi, in modo da sfruttarne al meglio le dimensioni.in iOS ad esempio esistono dei controller che sono utilizzabili unicamente su iPad, perchè vanno a sfruttare in maniera migliore gli spazi.apple infatti da il suo buon esempio con le sue App, mentre leggo che google stessa non è che dia un bell'esempio, riciclando sui tablet App disegnate per smartphone
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto

            sicuramente sono ottime regole, sta di fatto che
            non vedo un consiglio che ritengo piuttosto
            importante: se la tua app deve girare sia su
            smartphone che su tablet, dovresti fornire
            un'interfaccia separata per i due tipi di
            dispositivi, in modo da sfruttarne al meglio le
            dimensioni.È la prima cosa che c'è scritta nel primo link...

            in iOS ad esempio esistono dei controller che
            sono utilizzabili unicamente su iPad, perchè
            vanno a sfruttare in maniera migliore gli
            spazi.

            apple infatti da il suo buon esempio con le sue
            App, mentre leggo che google stessa non è che dia
            un bell'esempio, riciclando sui tablet App
            disegnate per
            smartphoneQuale parte di "fino a quando non ci sarà una certa diffusione non si muoveranno" non ti è chiara?ma li leggi i miei post o leggi solo i pezzi che ti interessano (come fai un po' con i pezzi che riporti...)?
      • Roby10 scrive:
        Re: cliente soddisfatto
        Beh, come dicevo, l'esempio più eclatante è Google Reader (che io uso tantissimo), ma ce ne sono tanti altri (google traduttore, Docs, tasker, etc..). Attenzione, non dico che non funzionino o che diano problemi, è che proprio non sono stati minimamente adattati ai tablet, prendono l'interfaccia dello smartphone e la spalmano su 10 pollici alla bene e meglio. E anche per quanto riguarda lo "scalare", io non voglio un app che "scali": se sul 4 pollici mi sta bene avere 4 pulsanti a "misura di dito" non voglio che sul tablet ci siano 4 pulsanti enormi! Vorrei che le interfacce siano proprio riscritte ad hoc per sfruttare le potenzialità di uno schermo così grande, così come han fatto ad esempio per Gmail, Calendar o Youtube (in modo egreggio tra l'altro)
        • hermanhesse scrive:
          Re: cliente soddisfatto
          Capito.beh, credo che sarà solo questione di tempo.È anche possibile scrivere applicazioni con diverse GUI. Mi sembra addirittura banale, solo che molti non lo fanno per la "bassa" diffusione dei tablets "grandi" (io sul gtab non ho mai avuto problemi!).La cosa brutta è che Google dovrebbe dare il buon esempio, come dici anche tu.
          • Roby10 scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Il problema invece è proprio che non è facile scrivere applicazioni Android per più schermi, il fatto è che esistono i cellulari da 3 pollici, da 4, da 5, i tablet da 7, i pad da 9, da 10 e ora anche le google tv da 22, 32 o 40 pollici. Progettare tutta questa varietà di gui mantenendo usabilità, comodità e un buon design, non è facile per nessuno.
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: Roby10
            Il problema invece è proprio che non è
            facile scrivere applicazioni Android per più
            schermi, il fatto è che esistono i cellulari
            da 3 pollici, da 4, da 5, i tablet da 7, i pad da
            9, da 10 e ora anche le google tv da 22, 32 o 40
            pollici.Sciluppi su Android? Ti assicuro che non è "difficile" farlo, ma è "dispendioso". Ricordati che google ha messo a disposizione già a tempo un pacchetto per sopperire a queste problematiche. Se nessuno lo usa beh...


            Progettare tutta questa varietà di gui
            mantenendo usabilità, comodità e un
            buon design, non è facile per
            nessuno.Non è vero che è "difficile". Piuttosto è "dispendioso" , ovvero bisogna perdere del tempo. E perdere tempo non piace a nessuno :) .
          • mura scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: hermanhesse
            Sciluppi su Android? Ti assicuro che non è
            "difficile" farlo, ma è "dispendioso". Ricordati
            che google ha messo a disposizione già a tempo un
            pacchetto per sopperire a queste problematiche.
            Se nessuno lo usa beh...A parte che si potrebbe parlare anche di quanto sia dispendioso magari per uno sviluppatore singolo stare fermo chissà quanto tempo per imparare ad usare i middleware che dici te, ma anche avendo le api magiche che ridimensionano tutti i controlli e pulsanti in base alla risoluzione, se una gui è progettata per uno schermo da 3 pollici è progettata per quello e basta; se la visualizzi su uno schermo da 10 fa schifo ed andrebbe semplicemente riprogettata.Ora non so esattamente di cosa stai parlando te (e magari un qualche link informativo non sarebbe male da parte tua) ma guardando l'sdk per iPhone/iPad se devi sviluppare una app multipiattaforma risolvono il problema facendoti inserire nel programma due interfacce (e magari anche 3 se parliamo di retina display) controllate dallo stesso codice che fanno da tramite tra l'utente e la logica del programma.Mi farebbe piacere sapere come hanno gestito la cosa sotto Android giusto per fare paragoni sulle scelte di implementazione.
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: mura
            - Scritto da: hermanhesse

            Sciluppi su Android? Ti assicuro che non è

            "difficile" farlo, ma è "dispendioso".
            Ricordati

            che google ha messo a disposizione già a
            tempo
            un

            pacchetto per sopperire a queste
            problematiche.

            Se nessuno lo usa beh...

            A parte che si potrebbe parlare anche di quanto
            sia dispendioso magari per uno sviluppatore
            singolo stare fermo chissà quanto tempo per
            imparare ad usare i middleware che dici te, ma
            anche avendo le api magiche che ridimensionano
            tutti i controlli e pulsanti in base alla
            risoluzione, se una gui è progettata per uno
            schermo da 3 pollici è progettata per quello e
            basta; se la visualizzi su uno schermo da 10 fa
            schifo ed andrebbe semplicemente
            riprogettata.Bravo, difatti *non è* difficile: è dispendioso. Mi sembra di averlo scritto, ed è esattamente quello che dici.Quando conviene farlo? Quando si ha un parco macchine elevato che usufruisce della cosa.
            Ora non so esattamente di cosa stai parlando te
            (e magari un qualche link informativo non sarebbe
            male da parte tua) ma guardando l'sdk per
            iPhone/iPad se devi sviluppare una app
            multipiattaforma risolvono il problema facendoti
            inserire nel programma due interfacce (e magari
            anche 3 se parliamo di retina display)Bravo!!!!
            controllate dallo stesso codice che fanno da
            tramite tra l'utente e la logica del
            programma.
            Mi farebbe piacere sapere come hanno gestito la
            cosa sotto Android giusto per fare paragoni sulle
            scelte di
            implementazione.Puoi fare esattamente così, oppure scegliere altre strade.Basta leggere qui:http://developer.android.com/guide/practices/screens_support.htmlIl fatto è che risulta dispendioso, proprio come dici tu... ma lo è anche per iPhone/iPad (fai la stessa cosa in fondo).Si potrebbe optare per:http://developer.android.com/guide/practices/optimizing-for-3.0.htmldirettamente, bisogna decidere però, a mio avviso, a priori di ciò che si vuole fare.Spero di esserti stato utile.
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Aggiungo:http://developer.android.com/guide/practices/screens_support.html#screen-independenceIl problema a mio avviso è che alcuni di questi punti (il punto 3 in primis) non è molto seguito... :) Ti lascio immaginare...
          • mura scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Ho dato un'occhiata veloce ai link che hai passato, interessante ma anche pericolosissimo il discorso di "hardcoded pixel values", caspita se lo permettono possono starci tutte le liste di best practices del mondo ma qualcuno che te lo fa lo trovi soprattutto se è così dispendioso fare altrimenti.Non dico che l'sdk android sia pietoso anzi, ma, secondo me, permettere XXXXXte è la strada più breve verso il trovarsi un mare di spazzatura simil visual basic per fare un paragone con una delle più grosse piaghe per sviluppatori degli ultimi tempi.
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Il fatto è: quanti programmi VB6 ci sono 8e sono ancora in giro, a volte)?Non è che hanno scelto "JAVA", oltretutto, perchè era bello bellissimo il meglio, ma perchè JAVA ha una mole di sviluppatori / librerie / forum / siti ecc. ecc. che lo rendono "popolare" ed adattissimo per attirare sviluppatori.Se poi conti che ci puoi sviluppare da qualunque piattaforma PC...Ad ogni modo: capisco cosa vuoi dire, ma sinceramente credo che i problemi in programmazione vadano oltre la UI...
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Bah, stai esagerando dai mura... il problema esiste solo sui tablet attuali di grosse dimensioni e solo se chi ha sviluppato all'epoca lo ha fatto ad cazzum.logico che all'epoca tutto era ok (c'erano solo smartphone)... ora mano a mano si sveglieranno.Un altra cosa: sviluppare in VB6 è una cosa, sviluppare su Android è un altro paio di maniche...La OO devi saperla usare, su Android.
          • luppolo scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: hermanhesse
            Bah, stai esagerando dai mura... il problema
            esiste solo sui tablet attuali di grosse
            dimensioni e solo se chi ha sviluppato all'epoca
            lo ha fatto ad
            cazzum.

            logico che all'epoca tutto era ok (c'erano solo
            smartphone)... ora mano a mano si
            sveglieranno.

            Un altra cosa: sviluppare in VB6 è una cosa,
            sviluppare su Android è un altro paio di
            maniche...La OO devi saperla usare, su
            Android.P.S. con l'ndk puoi fare quello che ti pare ;)
          • luppolo scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: mura
            Ho dato un'occhiata veloce ai link che hai
            passato, interessante ma anche pericolosissimo il
            discorso di "hardcoded pixel values", caspita se
            lo permettono possono starci tutte le liste di
            best practices del mondo ma qualcuno che te lo fa
            lo trovi soprattutto se è così dispendioso fare
            altrimenti.
            Quale parte di "performance" non ti è chiara? :D
          • Altro9000 scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Per iOS la cosa è molto più semplice. In realtà sviluppi solo per iphone o per iPad quindi hai due layout da progettare, non mille diversi (3, 3.5, 4 , 7, 9, 10 pollici). Il retina ha una risoluzione quadrupla rispetto all'iphone standard ma lo schermo ha la stessa dimensione quindi normalmente devi solo mettere delle bitmap per la grafica a risoluzione doppia per risolvere il problema. Tranne casi molti particolari non servono adattamenti di codice. Per Android avendo schermi con tante dimensioni devi realmente pensare layout diversi, perché i pulsanti e gli strumenti che stanno comodamente in un 10 pollici non possono entrare in un 3 pollici altrimenti diventano inusabili. Allo stesso modo se usi il layout di un 3 su un 10 pollici ottieni dei pulsantoni formato famiglia e sprechi un sacco di spazio utile.
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Guarda che non è che devi sviluppare un layout per ogni dimensione/densità...
          • Altro9000 scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Non per ogni possibile combinazione, ma sicuramente per molte configurazioni si. Per esempio, pensa a un programma di posta. Il telefono ha un display di 3 pollici e quindi un layout sarà fatto per massimizzare lo spazio per i messaggi, quindi per esempio i pulsanti in alto e una lista con le mail da leggere. Lo fai per tablet da 7, puoi mettere i pulsanti e la lista lateralmente e centralmente la mail visualizzata al momento. Se lo usi su un tablet a 10 hai più spazio quindi puoi allargarti con una ulteriore colonna che mostra delle icone con le funzionalità di uso comune. Se lo fai per una tv devi tenere conto che lo schermo ha una risoluzione bassa e che probabilmente l'utente leggerà da lontano e quindi devi usare dei caratteri grandi. Certo puoi usare solo due layout, uno per schermi piccoli e uno per schermi grandi ma ti perdi molte possibilità e probabilmente l'interfaccia grafica darà l'idea di un software non curato. Con iOS hai due layout, quindi è molto più semplice fare una bella interfaccia grafica. Per questo spesso i programmi per iOS sembrano più belli di quelli per android. Sviluppare per iOS da questo punto di vista è innegabilmente più semplice. Tra l'altro Apple si riserve di bocciare i programmi "brutti" o in generale poco curati. Google no.
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: Altro9000
            Tra
            l'altro Apple si riserve di bocciare i programmi
            "brutti" o in generale poco curati. Google
            no.Non è forse meglio che sia l'utente a deciderlo????
          • Altro9000 scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Certo che devono essere gli utenti a decidere. Io ti ho solo spiegato perché tecnicamente è più difficile sviluppare belle interfacce grafiche per Android rispetto a iOS.
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Bene, allora rispondi a questa domanda: un bel giorno Apple (Steve jobs ovviamente non ci sarà più, perchè altrimenti l'ipotesi non vale nemmeno nella fantasa) decide di offrire iPad con diverse dimensioni di schermo. Idem per iPhone.E' ancora più facile sviluppare UI rispetto ad Android o sono a questo punto la stessa cosa?PS: calcola che a me non è che piaccia sviluppare in Java nè tantomeno le interfacce di Android, dico solo che come ha aggirato il problema Google è la cosa migliore che si potesse fare.
          • ruppolo scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: hermanhesse
            Non è vero che è "difficile". Piuttosto è
            "dispendioso" , ovvero bisogna perdere del tempo.
            E perdere tempo non piace a nessuno :)Il tempo remunerato, però, è gradito. Quindi se l'app poi la vendo, allora posso decidere di farne un bel prodotto con le interfacce curate per i vari display ed eventualmente i due orientamenti verticale/orizzontale. Ma se lo devo regalare perché lo vado a distribuire in una piattaforma dove i clienti sono abituati ad avere tutto gratis, allora tutto il lavoro supplementare diventa "dispendioso", una perdita di tempo. Ma anche il lavoro non supplementare, diventa "dispendioso", e questo è il motivo per cui i programmi su Android sono per la quasi totalità stupidate. Non che su AppStore non ci siano le stupidate, ma se togliamo le stupidate da entrambi i negozi, su Android rimane un millesimo del software che rimane su AppStore.
          • hermanhesse scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: hermanhesse


            Non è vero che è "difficile". Piuttosto è

            "dispendioso" , ovvero bisogna perdere del
            tempo.

            E perdere tempo non piace a nessuno :)

            Il tempo remunerato, però, è gradito. Infatti: per questo dico che è una questione di diffusione.Di tablet "grossi" (come schermo) si parla da solo qualche mese.Credimi che non ho mai avuto problemi di UI sul Galaxy Tab, nè effetti pixellosi o quant'altro.
            Quindi se
            l'app poi la vendo, allora posso decidere di
            farne un bel prodotto con le interfacce curate
            per i vari display ed eventualmente i due
            orientamenti verticale/orizzontale. Se la vendo sui tablet sì, come dicevo io.Se 99 la comparno per smartphone / piccoli tablet e 1 sul tablettone secondo te mi sbatto per fare l'UI per quest'ultimo?
            Ma se lo devo
            regalare perché lo vado a distribuire in una
            piattaforma dove i clienti sono abituati ad avere
            tutto gratis, allora tutto il lavoro
            supplementare diventa "dispendioso", una perdita
            di tempo. Difatti, è quello che dico. Guarda che sei tu che tieni sempre e solo la parte del tuo marchio preferito... :)
            Ma anche il lavoro non supplementare,
            diventa "dispendioso", e questo è il motivo per
            cui i programmi su Android sono per la quasi
            totalità stupidate. Ecco, vedi, questa è una fesseria: ci sono soft che su iPhone & iPad non esisteranno mai, ma anche il contrario.Dire che sono "per la maggior parte stupidate" è una fesseria enorme.
            Non che su AppStore non ci
            siano le stupidate, ma se togliamo le stupidate
            da entrambi i negozi, su Android rimane un
            millesimo del software che rimane su
            AppStore.No, mi dispiace, non sono d'accordo, per due motivi:1) nè tu nè io possiamo decidere che cos'è una stupidata. E nemmeno Jobs (anche se lo fa, talvolta)2) le stupidate, da quanto ho potuto vedere, sono le stesse da ambo i lati.Pertanto, per una volta, visto che sei partito bene, evita di fare pubblicità e thinka differente veramente.
          • ruppolo scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: hermanhesse
            1) nè tu nè io possiamo decidere che cos'è una
            stupidata. E nemmeno Jobs (anche se lo fa,
            talvolta)Posso farti migliaia di esempi. Molti li ho già fatti: trovami un dizionario della lingua italiana per Android. Non c'è, nemmeno uno.
            2) le stupidate, da quanto ho potuto vedere, sono
            le stesse da ambo i
            lati.Questo l'ho già detto io, ma a quanto pare non è servito, la trollata l'hai fatta lo stesso.
          • ... scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            Stesso probema che c'era con Windows Mobile 6.5
        • panda rossa scrive:
          Re: cliente soddisfatto
          - Scritto da: Roby10
          E anche per quanto riguarda lo
          "scalare", io non voglio un app che
          "scali": se sul 4 pollici mi sta bene
          avere 4 pulsanti a "misura di dito" non
          voglio che sul tablet ci siano 4 pulsanti
          enormi! Vorrei che le interfacce siano proprio
          riscritte ad hoc Vedi, il bello dell'open e' che non c'e' bisogno di stare li a sospirare perche' le cose non sono come le vorresti tu.Il bello dell'open e' che puoi prendere il codice e modificarlo adattandolo alle tue esigenze.Il "vorrei" e' qualcosa di strettamente legato al mondo apple o al mondo m$.Con android non c'e' "vorrei", c'e' "faro'"!
          • burp scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            cioe' fammi capire, tu stai quindi dicendo ad un potenziale cliente di arrangiarsi se la gui della tua applicazione "a codice libero" fa cagher !
          • panda rossa scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: burp
            cioe' fammi capire, tu stai quindi dicendo ad un
            potenziale <s
            cliente </s
            <b
            utilizzatore </b
            di <s
            arrangiarsi </s
            <b
            contribuire </b
            se la gui della
            tua applicazione "a codice libero" <s
            fa cagher </s
            <b
            non incontra le sue aspettative </b

            !Fixed. 8)
        • giocondo scrive:
          Re: cliente soddisfatto
          non e' per il fatto che siano marchiati google che allora sono piu' usabili di altre apps. google reader e' sempre stato una ciofeca su android e credo siano in pochi ad usarlo; lo stesso vale per google shopper e altri della sua criccalo stesso discorso riguarda i pdf; adobe e' uno dei peggiori, e come sui pc e' estremamente pesante. io ne uso tre diversi a seconda di che file devo leggere.potrei continuare, ma basta girare un po' per il market o i forum per capire quali siano le applicazioni migliori.
    • Paolo scrive:
      Re: cliente soddisfatto
      - Scritto da: Roby10
      Purtroppo sono le app a mancare e in modo
      veramente marcato.E' vero. Ma sai perchè non sviluppo la versione HoneyComb delle mie applicazioni? E' un problema molto pratico e ben noto a Google, che però non è riuscito a trovare soluzione.L'emulatore di tablet del sistema di sviluppo è INUSABILE per la lentezza esasperante persino su macchine di ultimissima generazione. L'unica possibilità è sviluppare direttamente sul device, cosa che ovviamente taglia fuori una fetta ENORME di sviluppatori, me compreso.
      • mura scrive:
        Re: cliente soddisfatto
        - Scritto da: Paolo
        L'emulatore di tablet del sistema di sviluppo è
        INUSABILE per la lentezza esasperante persino su
        macchine di ultimissima generazione. L'unica
        possibilità è sviluppare direttamente sul device,
        cosa che ovviamente taglia fuori una fetta ENORME
        di sviluppatori, me compreso.E' lento proprio perchè è un emulatore, l'sdk di iPhone utilizza un approccio secondo me migliore di farti usare un simulatore che esegue codice nativo della macchina ospite che per il debug iniziale è ottimo e non ti costringe ad acquistare un dispositivo di test fino al momento del testing finale pre pubblicazione.Secondo me google dovrebbe migliorare questo aspetto perchè così è veramente dispendioso (e snervante se usi l'emulatore) fare un testing un minimo approfondito.
        • Zadar scrive:
          Re: cliente soddisfatto
          Il simulatore di iPad ha una serie di problemi per cui non è utilizzabile se non per i test più basilari. Ad esempio prova ad aprire un file di più di qualche mega: sembra che tutto funzioni, ma poi misteriosamente ti trovi dati a caso che non c'entrano col file aperto. Dopo aver perso varie ore a scoprire che i bug stavano tutti nel simulatore ho deciso di usare sempre un iPad vero.L'emulatore Android è molto lento, però ci sono una serie di parametri su cui agire per cercare di migliorare le prestazioni: in particolare lo scaling dell'interfaccia, la memoria assegnata e il salvataggio dello stato tra un'esecuzione e l'altra. Di certo è bene avere un bel po' di memoria sulla macchina di sviluppo. Anche qua, comunque, è bene avere sotto mano un device vero per i test accurati, usando l'emulatore solo per testare le UI sugli schermi piccoli.
          • mura scrive:
            Re: cliente soddisfatto
            - Scritto da: Zadar
            Il simulatore di iPad ha una serie di problemi
            per cui non è utilizzabile se non per i test più
            basilari. Ad esempio prova ad aprire un file di
            più di qualche mega: sembra che tutto funzioni,
            ma poi misteriosamente ti trovi dati a caso che
            non c'entrano col file aperto. Dopo aver perso
            varie ore a scoprire che i bug stavano tutti nel
            simulatore ho deciso di usare sempre un iPad
            vero.Sono pienamente d'accordo con te che il testing serio devi farlo sul dispositivo ma tralasciando il discoroso che iOS ha un parco hardware ridottissimo e con due dispositivi al massimo hai tutti gli scenari di utiilzzo, un simulatore performante ti aiuta tantissimo nelle prime fasi di progettazione quando hai molto testing della gui e meno della logica. Poi dipende anche da come uno è abituato a lavorare naturalmente.
            L'emulatore Android è molto lento, però ci sono
            una serie di parametri su cui agire per cercare
            di migliorare le prestazioni: in particolare lo
            scaling dell'interfaccia, la memoria assegnata e
            il salvataggio dello stato tra un'esecuzione e
            l'altra. Di certo è bene avere un bel po' di
            memoria sulla macchina di sviluppo. Anche qua,
            comunque, è bene avere sotto mano un device vero
            per i test accurati, usando l'emulatore solo per
            testare le UI sugli schermi piccoli.Ok che ci sono tanti accorgimenti per farlo muovere ma parlando per me, già secondo me è dispersivo in fase di installazione l'sdk di android, poi aggiungi che devi crearti i profili di test dei dispositivi ed alla fine devo pure mettermi a sistemare questo e quel parametro per ottenere un 2% di performance in più da uno strumento che dovrebbe aiutarmi a non perdere tempo nello sviluppo. Francamente se devo passare una serata a far "andare" l'sdk e tutti i suoi componenti piuttosto che a programmare mi ci metto solo se devo e non anche per svago.
  • Dinox PC scrive:
    Aggiornamento Iconia
    Venerdi Acer ha rilasciato l'aggiornamento ad Android 3.1 per l'Iconia. I test erano ormai stati fatti così come l'articolo. Se avremo possibilità in futuro faremo qualche nuova valutazione in merito.
Chiudi i commenti