USA, in galera per un gioco?

Ventisettenne rischia 10 anni di carcere per delle console modificate

Roma – Matt Crippen, 27enne di Orange County, rischia 10 anni di prigione per aver modificato console al fine di renderle compatibili con videogiochi pirata.

Gli agenti della Immigration and Custom Enforcement agency avrebbero effettuato un raid in casa sua su soffiata della Entertainment Software Association . In seguito alla perquisizione sarebbero state trovate console Xbox, PlayStation e Wii modificate.

Non è ancora noto se Crippen effettuasse le modifiche anche per altri. In caso contrario differirebbe dalle precedenti eclatanti condanne per modding, che hanno visti protagonisti distributori di modchip .

Il modding delle console potrebbe costare allo studente della Fullerton University 10 anni di prigione per violazione del Digital Millennium Copyright Act ( DMCA ), che vieta di bypassare le misure di protezione tecnologica contro la copia.

Arrestato e rilasciato dietro pagamento di 5mila dollari di cauzione, il suo processo inizierà il 10 agosto. ( C.T. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Certo che in Italia invece
    dove certi figuri siedono su più poltrone in palese conflitto di interessi, e nessuno gli dice niente...
Chiudi i commenti