USA, Marvell prende maxi-multa per gli hard disk

Il chipmaker sanzionato per quasi 1,7 miliardi di dollari. Ha violato due brevetti dell'ateneo Carnegie Mellon, relativi alla riduzione del rumore degli hard drive

Roma – Il verdetto da una corte di Pittsburgh contro il chipmaker statunitense Marvell Semiconductor nella sfida legale con i vertici della Carnegie Mellon University . All’unanimità, nove giudici a stelle e strisce hanno comminato una maxi-multa da quasi 1,7 miliardi di dollari per la violazione di due brevetti detenuti dall’ateneo privato nello stato della Pennsylvania.

Ad oggi, si tratta della multa più salata per lo sfruttamento indebito di tecnologie proprietarie, superando la sanzione stabilita dal giudice californiano Lucy Koh nella guerra tra i giganti Apple e Samsung. Ottenuti nel biennio 2001-2002, i brevetti 6,201,839 e 6,438,180 tutelano due tecniche specifiche per ridurre il rumore nelle attività di processamento delle informazioni contenute negli hard drive .

In aula, le proteste dei legali di Marvell sono state vibranti: i ricercatori della Carnegie Mellon University non avrebbero inventato nulla, anzi avrebbero sfruttato una tecnica brevettata da Seagate più di un anno prima. Stando ai calcoli effettuati dai giudici di Pittsburgh, tra il 2003 e il 2012 il produttore statunitense avrebbe venduto chip per oltre 2 miliardi di dollari . Tra i suoi principali clienti le società Western Digital e Seagate.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    Re: Non si finisce mai d'imparare
    - Scritto da: Leguleio
    E per converso, non è prevista una riscrittura di
    un obbrobrio come Matta-ta di Patrizia
    Pellegrino?


    http://tinyurl.com/an89m2p

    Quella sì che è nociva per menti non ancora
    formate!
    :-DOmmammamia... me l'ero persa.Ti assicuro che così all'improvviso non è innocua neanche per menti mature. :|
    • Leguleio scrive:
      Re: Non si finisce mai d'imparare
      - Scritto da: ...
      - Scritto da: Leguleio


      E per converso, non è prevista una riscrittura
      di

      un obbrobrio come <I
      Matta-ta </I
      di Patrizia

      Pellegrino?





      http://tinyurl.com/an89m2p



      Quella sì che è nociva per menti non ancora

      formate!

      :-D

      Ommammamia... me l'ero persa.
      Ti assicuro che così all'improvviso non è innocua
      neanche per menti mature.
      :|Vedi?!?La dedico a coloro che pensano che un tempo il trash musicale non esisteva. C'era, c'era, ma la sua diffusione era limitata.
      • ChickenBaluba scrive:
        Re: Non si finisce mai d'imparare


        La dedico a coloro che pensano che un tempo il
        trash musicale non esisteva. C'era, c'era, ma la
        sua diffusione era
        limitata.Ci viene in aiuto "orrorea33giri.com", se vai sul sito trovi certe chicche.Ti consiglio "Tira" di Maurizia Paradiso :-)
        • Leguleio scrive:
          Re: Non si finisce mai d'imparare
          - Scritto da: ChickenBaluba

          La dedico a coloro che pensano che un tempo il

          trash musicale non esisteva. C'era, c'era, ma la

          sua diffusione era

          limitata.

          Ci viene in aiuto "orrorea33giri.com", se vai sul
          sito trovi certe
          chicche.Grazie del pensiero, ma lo conosco da anni, e ho collaborato con Vikk (nel senso che ci siamo scambiati alcuni mp3, e ho scritto alcuni articoli). :-)Non tragga in inganno il nome: il sito ogni tanto tratta anche di musica seria ma dimenticata, di cui parla bene.
  • panda rossa scrive:
    Perche' deturpare le opere d'arte?
    Il braghettone ( http://it.wikipedia.org/wiki/Daniele_da_Volterra ) non ha mai smesso di lavorare per i benpensanti al potere, a quanto pare.La censura morale continua imperterrita a deturpare le opere cosi' come le ha pensate l'autore.A quale titolo?
    • tucumcari scrive:
      Re: Perche' deturpare le opere d'arte?
      - Scritto da: panda rossa
      Il braghettone (
      http://it.wikipedia.org/wiki/Daniele_da_Volterra
      ) non ha mai smesso di lavorare per i benpensanti
      al potere, a quanto
      pare.

      La censura morale continua imperterrita a
      deturpare le opere cosi' come le ha pensate
      l'autore.

      A quale titolo?Come quale titolo ?Lo stesso che fruttero e lucentini hanno dato a una loro opera... "la prevalenza del cretino"Che domande! ;)
    • serotonina scrive:
      Re: Perche' deturpare le opere d'arte?
      Per proteggere le menti bacate da messaggi subliminali e interazioni con parole che suscitano pensieri morbosi...In poche parole: pipponi mentali per onanisti mentali...- Scritto da: panda rossa

      A quale titolo?
Chiudi i commenti