USA, scagionato lo stalker di Twitter

Un cittadino californiano è stato liberato dalle accuse dei federali. Le minacce su Twitter sarebbero tutelate dal Primo Emendamento della Costituzione. Fondamentale il ruolo del mezzo minatorio

Roma – È una sentenza che potrebbe avere notevole influenza su certe manifestazioni della libertà d’espressione su Internet e in modo particolare sulle principali piattaforme social. Un giudice del Maryland ha infatti assolto il cittadino californiano William Lawrence Cassidy, precedentemente incriminato per aver minacciato su Twitter un leader spirituale buddhista .

“Fai un favore al mondo: ucciditi. Post Scriptum, buona giornata”. È uno degli inquietanti cinguettii pubblicati da Cassidy nei confronti di Alyce Zeoli, appunto figura di spicco nel movimento religioso. Secondo l’accusa, i numerosi micropost avrebbero generato nella donna uno stato di fortissimo stress emotivo .

Pare infatti che Zeoli – attualmente residente nello stato del Maryland – non sia riuscita ad uscire di casa per un anno e mezzo, a parte qualche visita dallo psichiatra. I federali statunitensi avevano sottolineato come le dichiarazioni in 140 caratteri fossero andate decisamente oltre l’incoraggiamento al suicidio .

Ma il giudice a stelle e strisce ha ora scagionato Cassidy, sottolineando come una sua condanna possa costituire violazione del Primo Emendamento della Costituzione a stelle e strisce . Nonostante lo spavento e lo stress emotivo creato nella donna, le minacce su Twitter andrebbero tutelate con il principio di libertà d’espressione.

Sempre secondo la corte, un blog o un profilo Twitter andrebbe considerato alla stregua di una vecchia BBS , e dunque separato dalle linee telefoniche o dalla posta elettronica. In altre parole, ciò che viene pubblicato in uno spazio aperto e di discussione resterebbe distinto dai messaggi minatori veicolati a specifici destinatari .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mela avvelenata scrive:
    I dirigenti di Rim...
    ...si abbassano lo stipendio a 1$, mentre i manager in Italia:http://www.blitzquotidiano.it/economia/manager-stipendi-compensi-classifica-imprenditori-822349/Non è nemmeno più commentabile...Comunque la vedo dura per RIM, se continua così sparirà davvero...Resta da vedere chi se la potrebbe comprare!
  • soccola scrive:
    bene.
    possono anche sparire, per quel che mi riguarda.loro e gli utenti che non sanno manco usarli...
    • Wolf01 scrive:
      Re: bene.
      I BB sono telefoni aziendali, per poter tener sotto controllo la propria email ovunque e poche altre cose, sono nati per questo e molta gente non lo ha capito e li ha comprati lo stesso, generando poi anche il passato problema della "sovrappopolazione" di BB che ha intasato i server.
      • LaNberto scrive:
        Re: bene.
        Fosse solo quello...- BB non è mai stato concepito come una piattaforma unitaria. Ogni telefono fa categoria a sé- gli strumenti di sviluppo non sono un grenché, di conseguenza il software scarseggia ed è generalmente inferiore alle altre piattaforme- RIM non ha capito il cambiamento di mercato dopo l'iPhone e propone telefoni di vecchia concezione per clienti concepiti alla vecchia maniera, e questa tipologia di clienti è in calo verticale
      • tucumcari scrive:
        Re: bene.
        - Scritto da: Wolf01
        I BB sono telefoni aziendali, per poter tener
        sotto controllo la propria email ovunque e poche
        altre cose, sono nati per questo e molta gente
        non lo ha capito e li ha comprati lo stesso,
        generando poi anche il passato problema della
        "sovrappopolazione" di BB che ha intasato i
        server.Mai avuto un BB ma in compenso ho sempre visto la mia mail da ovunque...e a minor prezzo, perlomeno da quando esiste il gprs... prima del gprs lo facevo lo stesso anche se solo a 9600 bps.. pochi... ma sufficienti per le funzioni di "paging e e-mail paging" (e il BB non c'era).Ora non ne parliamo proprio il BB sta a queste cose come la clava sta a un ak-47.Che poi per un certo periodo "facesse figo" tra gli pseudo manager è altra storia!
      • PPallino scrive:
        Re: bene.
        Ho dei BB da quasi 10 anni. Non mi risulta che nessun altro telefono offra il servizio di integrazione con la posta elettronica aziendale offerto dall'accoppiata BB-BES-(Domino-Exchange).In tasca ho sempre il BB aziendale e un Android personale. L'android è più divertente....ma nulla a che vedere con quello che posso fare con il BB a livello aziendale.
Chiudi i commenti