USA, telefonia mobile alla sbarra

La Corte Suprema autorizza varie associazioni di consumatori a procedere legalmente contro produttori ed operatori di telefonia mobile, accusati di assemblare dispositivi nocivi per la salute


Washington (USA) – La telefonia cellulare, croce e delizia della società contemporanea, è nell’occhio del ciclone dell’opinione pubblica statunitense: un turbine di polemiche sta travolgendo la ricca industria cellulare, accusata di produrre apparecchi dannosi alla salute . Ben cinque associazioni di consumatori statunitensi hanno ricevuto il benestare della Corte Suprema di Washington DC per procedere legalmente contro operatori telefonici e produttori.

“Negligenza”, “truffa ai danni dei consumatori”, “frode”: i capi d’accusa che animano le class-action lanciate dai consumatori degli stati di Maryland, New York, Pennsylvania, Georgia e Louisiana sono pesantissimi e fanno tremare i giganti del settore telefonico.

Thomas Howell, unico rappresentante legale delle centinaia di persone unite nelle cinque organizzazioni coinvolte, sostiene che l’industria “sta deliberatamente producendo, commerciando e promuovendo apparecchi potenzialmente dannosi”. Howell richiede perciò nuove norme nazionali volte a regolamentare incisivamente l’emissione di radiazioni per tutti gli apparecchi a radiotrasmissione. Una prospettiva non rosea per l’industria, che nell’ipotesi della vittoria dei consumatori dovrebbe aggiornare linee di produzione e componentistica.

Nel mirino dei consumatori ci sono colossi come Nokia , Cingular , Motorola e Sprint . Le aziende in questione erano ricorse in appello presso la Corte Suprema di Washington nel tentativo di bloccare la pioggia d’accuse, capace di rovinare irrimediabilmente la reputazione internazionale di questi grandi marchi. Ma i massimi giudici hanno dato ragione alle associazioni, dando di fatto il via libera al procedimento.

L’ombra dei danni oncologici prodotti dai comuni telefonini è il peggior nemico di qualsiasi azienda che opera in questo settore economico di primaria importanza. Andrew McBride, legale del gruppo Nokia per gli Stati Uniti, si difende sostenendo che “la rete di telefonia mobile è una risorsa nazionale e serve per l’economia, la società e la sicurezza interna” e che i cellulari di oggi sono sicuri .

Nonostante gli apparecchi telefonici commerciati negli Stati Uniti e nel resto del mondo godano di certificazioni della FCC , l’ente governativo statunitense che vigila sulle telecomunicazioni e sulla loro innocuità, l’ opinione della comunità scientifica riguardo i terminali GSM ed UTMS continua ad essere diversificata: l’assenza di una chiara e definitiva “assoluzione” dei telefonini continua a rappresentare una spina nel fianco per tutto il settore della telefonia mobile.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Cina=Pericolo
    Attenzione alla Cina, paese privo di libertà di ogni tipo. Tutto ciò indotto da un paese in cui imperversa un regime dittatoriale ai fini dell'annullamento della persona ai soli scopi della propaganda del regime stesso. Oggi ancora di più si alza il grido delle persone che vorrebbero rovesciare questa insensata ideologia, anche perchè si nutre dei mezzi più alienati del capitalismo mondiale.Gli effetti già si notano:- Inondano il nostro paese di oggetti privi di qualità funzionale e che sono nel 99% dei casi privi si sicurezza soprattutto per i nostri bambini.- Il cibo prodotto non si basa sulle rigide leggi europee della qualità, dichiararli commestibili è un abuso mondiale!- Gli operai (per i quali quell'ideale è stato fondato) sono pagati miseramente per la ricchezza dei vertici del partitoSignore, signori, ragazzi e ragazze che leggete questa mail aprite gli occhi....Ragionate, pensate e ....Fermiamo questa pazzia!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cina=Pericolo
      Hai ragione è ora di finirla con questi cinesi, albanesi, russi che vengono si da una situazione particolare, ma poi ci rendono la nostra bella Italia uno schifo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Cina=Pericolo
        No guarda, non intendevo questo, secondo me qui in Italia ci può venire chiunque siamo tutti uguali su questa terra di merda! La cosa IMPORTANTE, è che si lavori e ognuno sia educato e rispettoso verso il prossimo in modo da essere di esempio per i nostri figli. Cmq la Cina dovrà cambiare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Cina=Pericolo

      - Inondano il nostro paese di oggetti privi di
      qualità funzionale e che sono nel 99% dei casi
      privi si sicurezza soprattutto per i nostri
      bambini.scusa ma i componenti del tuo pc dove credi siano stati prodotti nel 99 dei casi?
      - Il cibo prodotto non si basa sulle rigide leggi
      europee della qualità, dichiararli commestibili è
      un abuso mondiale!neanche la soia ogm prodotta negli usa per questo
      - Gli operai (per i quali quell'ideale è stato
      fondato) sono pagati miseramente per la ricchezza
      dei vertici del partitoe per la ricchezza delle aziende italiane che vanno la?
      Signore, signori, ragazzi e ragazze che leggete
      questa mail aprite gli occhi....Ragionate,
      pensate e ....Fermiamo questa pazzia!comunque sei ot, cerca almeno di fare critiche sensate, invece di utilizzare i soliti luoghi comuni per incitare crociate.
  • AnyFile scrive:
    trovano sempre il modo
    Le attivita' criminali hanno sempre trovato l modo di comunicare semplicemente ogni volta utilizzano il metdo migliore che trovanonon e' che bloccando gli SMS si risolva qualcosautilizzaranno una nuova tecnologia oppure una vecchia (compreso i piccioni viaggiatori)
  • Le-ChuckITA scrive:
    Ricordatevelo la prox volta che qui...
    Ricordatevi questa notizia la prossima volta che sentite, qui in italia, le stesse motivazioni per sospendere permessi di soggiorno, libertà di informazione, utilizzo del p2p, volantinaggio ecc. Cioè, mi spiego meglio: quanti SMS mandate ogni giorno? Siete dei criminali? Chi li riceve è un criminale che voi sappiate? In Cina secondo voi la situazione è diversa? NO! Eppure cominceranno a leggere e censurare i messaggini. Quando qui in italia fanno qualcosa del genere, la maggior parte delle persone dice "tanto io non ho nulla da nascondere, che mi frega". Così probabilmente dirà la maggioranza delle persone in Cina. Però è evidente che questo degli SMS è un altro dei tanti strumenti di controllo di una dittatura. Volete che l'Italia diventi una dittatura? No?? Allora la prossima volta dite "non ho nulla da nascondere quindi non ho bisogno di essere controllato".Scusate l'OT
  • Anonimo scrive:
    50 euro? credo ci sia un errore...
    probabilmente intendi 50 RMB, che significa 5 euro...80% della popolazione usa le precaricate, e solitamente 500RMB (50 euro) non sono pochi, anzi.. credo nessuno nell'intera cina carichi il cell cosi' tanto, anche perche' le carte per ricarlo sono da 5 euro max...questo e' capitato anche a me, solo che il telefono che mi ha chiamato era un normale fisso..Per gli sms, si', e' vero, purtroppo ricevo settimanalmente spam via sms, chiedendomi se ho bisogno di passaporti/visti falsi, diplomi universitari falsi, patenti, targhe false, e cosi' via..Un saluto da pechinoAlex
    • Anonimo scrive:
      Re: 50 euro? credo ci sia un errore...
      i messaggini non proprio "legali" basta fermarli intensificando i controlli e punendo severamente chi li manda.
  • Anonimo scrive:
    BASTA CON SMS
    è ora di finirla, ritorniamo ai piccioni viaggiatori... :| :| :|
Chiudi i commenti