USA, una vecchia legge contro la cifratura moderna

Le autorità statunitensi provano a costringere un ignoto produttore di smartphone (Apple?) a sbloccare il terminale di un sospetto. Un fatto non così insolito, dicono da Washington, e un'operazione non necessariamente coronata dal successo

Roma – Il Dipartimento di Giustizia (DoJ) statunitense vuole costringere un produttore di smartphone a sbloccare il terminale di un sospetto protetto da password, e per farlo si è richiamato all’ All Writs Act , una legge risalente al 1789.

La legge in questione dovrebbe garantire alle autorità giudiziarie federali una collaborazione forzata dell’azienda coinvolta, o una “ragionevole assistenza tecnica” nello sbloccare un terminale su cui potrebbero essere archiviate prove inerenti un caso di frode.

Emanare un ordine sulla base dell’All Writs Act non è un’operazione inusuale per il DoJ, ha spiegato il portavoce dell’Avvocatura federale James Margolin, e comunque non garantisce lo sblocco del cellulare visto che, dopo i recenti cambi di policy dei principali produttori di sistemi operativi mobile (Apple e Google), agli smartphone recenti (o aggiornati alle versioni più recenti dei relativi OS) viene garantita una protezione maggiore e sotto la piena responsabilità dell’utente.

Per quanto riguarda l’azienda coinvolta nel nuovo caso di ordine All Writs, invece, non vi è nulla di certo ma la richiesta di assistenza del DoJ sarebbe indirizzata a un “produttore” di smartphone, e l’unico marchio che gestisce la filiera produttiva dei propri terminali mobile sia per il software che per l’hardware è Apple.

Le tecnologie di protezione dei dati disponibili sugli smartphone recenti è da tempo una questione molto dibattuta, con le forze dell’ordine che spingono per la collaborazione forzata delle corporation – e l’eliminazione della crittografia lato-utente sui terminali – e le autorità giudiziarie che oscillano tra la riaffermazione dei diritti costituzionali e la coercizione a spifferare password o prestare impronte digitali per lo sblocco.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luppolo scrive:
    Grande notizia
    Così, per esempio, solo il 26 per cento degli utenti non sa che un megabyte è maggiore di un kilobyte ... Grande notizia per i costruttori di Hard Disks.
  • Il Punto scrive:
    Lo studio.
    Questo studio dovrebbero farlo più da noi che negli States, chissà, potrebbero venir fuori cose interessanti...
    • iRoby scrive:
      Re: Lo studio.
      Che siamo minkioni quanto l'americano medio?
      • Il Punto scrive:
        Re: Lo studio.
        -
        Scritto da: iRoby
        Che siamo minkioni quanto l'americano medio?Io ho fatto una considerazione, ma senza studio non posso confermare nulla, dico solo che in Italia c' è ancora gente che non sa nemmeno come accendere un computer.
        • panda rossa scrive:
          Re: Lo studio.
          - Scritto da: Il Punto
          -
          Scritto da: iRoby

          Che siamo minkioni quanto l'americano medio?

          Io ho fatto una considerazione, ma senza studio
          non posso confermare nulla, dico solo che in
          Italia c' è ancora gente che non sa nemmeno come
          accendere un
          computer.La considerazione non e' precisa.Dovresti dire "In italia c'e' un sacco di gente che non sa SPEGNERE un computer/tablet/smartphone".E tra non molto ci sara' gente (quei pochi che lo sanno spegnere) che si rendera' conto di non poterlo spegnere piu'.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Lo studio.
        Semplicemente diranno che Bill gates ha inventato i computer e internet.
  • BimBumBam scrive:
    Difficile
    Difficile che sanno qualcosa si è passato dalla generazione della riga di comando al cliccone per arrivare al tappare lo schermo, questi ultimi non hanno nemmeno acXXXXX al filesystem, tra le altre cose non sono nemmeno duttili da passare da un sistema all'altro e capire che cambiano i comandi ma i concetti sono sempre gli stessi.
  • underground scrive:
    2007 anno zero della fuffa informatica
    2007: nasce il primo iphone2007: nasce ruppolo su PI
    • Pianeta Ruppolo scrive:
      Re: 2007 anno zero della fuffa informatica
      - Scritto da: underground
      2007: nasce il primo iphone
      2007: nasce ruppolo su PIstai forse insinuando che non era in grado di usare un OS desktop? :|
      • underground scrive:
        Re: 2007 anno zero della fuffa informatica
        - Scritto da: Pianeta Ruppolo
        - Scritto da: underground

        2007: nasce il primo iphone

        2007: nasce ruppolo su PI

        stai forse insinuando che non era in grado di
        usare un OS desktop?
        :|acqua... acqua
  • anverone99 scrive:
    Mah...
    quando e' nato facebook... qual'e' stato il primo browser.. quando e' stato distribuito il primo iphone..Si puo' sopravvivere benissimo anche senza saperle 'ste cose."L'importante non e' conoscere a memoria molte informazioni, ma sapere dove trovarle in 10 secondi"
    • Leguleio scrive:
      Re: Mah...

      quando e' nato facebook... qual'e' stato il primo
      browser.. quando e' stato distribuito il primo
      iphone..
      Si puo' sopravvivere benissimo anche senza
      saperle 'ste
      cose.
      "L'importante non e' conoscere a memoria molte
      informazioni, ma sapere dove trovarle in 10
      secondi"Sono d'accordo, in quanto utente di internet ci sono cose ben più importanti da sapere che non l'anno di lancio dell'iPhone o il viso di una manager IT.Aggiungo: queste ricerche hanno il grande vantaggio di avere un costo molto vicino allo zero (al questionario si rispondeva online, nessun utente telefonico è stato maltrattato per ottenere queste risposte) e un ritorno d'immagine, in questi casi della Pew research, molto superiore all'effettiva validità del lavoro: 1066 le persone prese in esame per rappresentare tutti gli Stati Uniti. è probabile che abbiano inserito il viso di Bill Gates e una domanda sull'iPhone e su Facebook solo per far parlare di sé, non perché avesse qualche importanza ai fini della conoscenza generale. Una disamina dei limiti di sondaggi condotti via internet è qui:http://www.people-press.org/methodology/collecting-survey-data/internet-surveys/
      • Ignoranza.. scrive:
        Re: Mah...
        1066 persone sono un campione perfettamente sufficiente a rappresentare l'intera popolazione americana che utilizza pc,smartphone,internet. Campione rappresentativo questo sconosciuto...
        • caron scrive:
          Re: Mah...
          la trecentosedicimillesima parte è rappresentativa degli stati uniti nell'utilizzo di smartphone, internet e computer? io ho studiato statistica, e so che avendo abbastanza dati posso darti qualunque risultato tu voglia ma il campione rappresentativo deve seguire determinati parametri, e qui non se ne rispetta nessuno
        • Skywalker scrive:
          Re: Mah...
          - Scritto da: Ignoranza..
          1066 persone sono un campione perfettamente
          sufficiente a rappresentare l'intera popolazione
          americana che utilizza pc,smartphone,internet.Vero
          Campione rappresentativo questo
          sconosciuto...Appunto: "There also is no systematic way to collect a traditional probability sample of the general population using the internet."Per sapere quanto è rapprentativo il campione scelto e quale sia la confidenza relativa, devi aver PRIMA studiato le caratteristiche dell'INTERA popolazione e SCEGLIERE il campione in funzione di quelle caratteristiche. In quel caso il campione può essere anche 100.000 volte più piccolo ed essere comunque rappresentativo.Ma un questionario web è quanto di più lontano esista persino da un PURO CAMPIONE A CASO: con 1066 campioni non ci analizzi una popolazione di 300 Milioni.Se hai studiato statistica, fatti il conto di quale dovrebbe essere il campione supponendo una popolazione di 300Mln ed una confidenza dell 95%, nell'ipotesi di campionare a caso cercando un vero/falso. Non è difficile.
      • Risposta al commento scrive:
        Re: Mah...
        - Scritto da: Leguleio

        quando e' nato facebook... qual'e' stato il
        primo

        browser.. quando e' stato distribuito il primo

        iphone..

        Si puo' sopravvivere benissimo anche senza

        saperle 'ste

        cose.

        "L'importante non e' conoscere a memoria molte

        informazioni, ma sapere dove trovarle in 10

        secondi"

        Sono d'accordo, in quanto utente di internet ci
        sono cose ben più importanti da sapere che non
        l'anno di lancio dell'iPhone o il viso di una
        manager
        IT.

        Aggiungo: queste ricerche hanno il grande
        vantaggio di avere un costo molto vicino allo
        zero (al questionario si rispondeva online,
        nessun utente telefonico è stato maltrattato per
        ottenere queste risposte) e un ritorno
        d'immagine, in questi casi della Pew research,
        molto superiore all'effettiva validità del
        lavoro: 1066 le persone prese in esame per
        rappresentare tutti gli Stati Uniti. è probabile
        che abbiano inserito il viso di Bill Gates e una
        domanda sull'iPhone e su Facebook solo per far
        parlare di sé, non perché avesse qualche
        importanza ai fini della conoscenza generale.

        Una disamina dei limiti di sondaggi condotti via
        internet è
        qui:

        http://www.people-press.org/methodology/collectingDenunciazione! Chattavvocato! Ribaltamento di cabagigi! Insultamazione! Diffinuria! Sarcopantismo! Coprofagia!Ritrattazione! Ritrattazione!
      • Magda Leguleio scrive:
        Re: Mah...
        [img]http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Immagini/Attualita%20ed%20Esteri/Attualita/2006/11/furio_magda_169x126.jpg?uuid=9fbb150e-7af7-11db-822e-00000e25108c[/img]Buongiono a tutti Sono Magda Leguleio .Lo so che è complicato averci a che fare (ditelo a me! :'( ) ma purtroppo sta vivendo un momento molto difficile.Vi chiedo solo di comprendere e se potete dategli ragione che altrimenti gli prendono le crisi gli viene la bava alla bocca strabuzza gli occhi e io sono disperata.Vi ringrazio ancora se vorrete capirmi e tante grazie a tutti.
      • Magda Leguleio scrive:
        Re: Mah...
        [img]http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Immagini/Attualita%20ed%20Esteri/Attualita/2006/11/furio_magda_169x126.jpg?uuid=9fbb150e-7af7-11db-822e-00000e25108c[/img]Buongiono a tutti Sono Magda Leguleio .Lo so che è complicato averci a che fare (ditelo a me! :'( ) ma purtroppo sta vivendo un momento molto difficile.Vi chiedo solo di comprendere e se potete dategli ragione che altrimenti gli prendono le crisi gli viene la bava alla bocca strabuzza gli occhi e io sono disperata.Vi ringrazio ancora se vorrete capirmi e tante grazie a tutti.
    • Luppolo scrive:
      Re: Mah...
      - Scritto da: anverone99
      quando e' nato facebook... qual'e' stato il primo
      browser.. quando e' stato distribuito il primo
      iphone..
      Si puo' sopravvivere benissimo anche senza
      saperle 'ste
      cose.
      "L'importante non e' conoscere a memoria molte
      informazioni, ma sapere dove trovarle in 10
      secondi"Basta che non le cerchi per sbaglio nel frullatore.
Chiudi i commenti