Vault 7, lo spionaggio è un affare tra USA e UK

Le ultime rivelazioni di Wikileaks riguardano un meccanismo di spionaggio sviluppato dalle agenzie statunitensi e britanniche. Colpite le Smart TV di Samsung, mentre lo scenario della cybersicurezza si fa sempre più complicato

Rpma – Dopo i server di comando&controllo di Hive , nel weekend Wikileaks è tornato alla carica con la distribuzione della guida utente di Weeping Angel . Lo strumento di spionaggio era in realtà già stato svelato durante le anticipazioni dell’ultima campagna di leak ai danni della CIA, prende di mira specificatamente le Smart TV di Samsung ed è un esempio perfetto di quello che il controspionaggio americano è in grado di fare in un’epoca di informatica distribuita, scarsa propensione alla sicurezza e collaborazione tra le agenzie di intelligence occidentali più importanti.

Weeping Angel è un omaggio dichiarato alla serie televisiva britannica sci-fi per eccellenza (Doctor Who), la guida distribuita da Wikileaks era stata originariamente compilata dall’MI5 così come l’exploit alla base di quello americano (Extending). Obiettivo di Weeping Angel/Extending è dunque la trasformazione del microfono integrato nelle Smart TV del colosso coreano in un vero e proprio strumento di intercettazione ambientale, con tanto di registrazione dell’audio e ascolto in diretta via connessione WiFi.

Le vulnerabilità e i pericoli alla privacy dei TV-Set di Samsung sono oggetto di dibattito da anni , e il nuovo leak dell’organizzazione di Julian Assange permette di identificare i confini pratici di tali rischi: l’exploit Weeping Angel può compromettere i televisori della serie F , commercializzati nel 2013, e per funzionare a dovere va installato in locale tramite una chiavetta USB collegata alla Smart TV. Anche l’eventuale recupero delle conversazioni carpite dovrà avvenire tramite prelievo “fisico” su porta USB.

Le caratteristiche di Weeping Angel sono insomma quelle di uno strumento ideato per il puro spionaggio, e per una volta non si tratta della fantasia di un romanziere o delle ipotesi di un ricercatore di sicurezza: talmente sofisticato è (era?) l'”innesto” di CIA/MI5 da poter camuffare la sua azione facendo credere al bersaglio che il televisore fosse spento.

Weeping Angel conferma alcune delle ipotesi formulate dai commentatori durante le anticipazioni della campagna di leak di Vault 7, mentre la risposta di Samsung è per il momento ferma a più di un mese scorso con le generiche dichiarazioni di “difesa della privacy” dei consumatori e indagini in corso sulla faccenda. Confermata altresì la capacità di Vault 7 di fare danni massicci nel mondo della cyber-sicurezza , con i possibili scenari da “cyber-guerra” condotti contro le infrastrutture dei paesi più esposti (USA in primis) che si fanno sempre più concreti.

Il cyber-warfare è oramai una realtà che monopolizza le cronache informatiche, e anche i guastatori di TheShadowBrokers vogliono continuare a fare la loro parte: gli hacker black hat che hanno preso di mira Trump hanno nei giorni scorsi rilasciato online nuovi strumenti di cyber-spionaggio , un “tesoro” di cyber-minacce (exploit, malware, documenti) originariamente appartenenti a NSA che ora sono in via di adozione presso gli esponenti cyber-crimine propriamente detto. Microsoft dice di aver già chiuso buona parte delle falle , così come ha fatto Oracle con la distribuzione di aggiornamenti per ben 299 vulnerabilità .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Azzecca scrive:
    Per fare i soldi...
    ...ascolta un consiglio da amico.No, non "fatti li c***i tua!" che comunque é universalmente immortale che dovrebbero renderlo obbligatorio nelle scuole (probabilmente, quando verrá applicata la riforma Razzi).Se sei donna: rifatti tutta (anche la verginitá) e poi sposa un calciatore.Se sei uomo: fai il paparazzo dei VIP*.Lavorare (o non lavorare - nel futuro previsto da Cassandra) nell'eletronica e programmazione. Assolutamente no! Servono troppe qualifiche giá ora e poi quello lo fará l'IA di turno, che essendo Intelligenza, mica va a spaparazzare i VIP.*dai 40 ai 50.000 euro... a weekend! (secondo un testimone)Per far da "comparsa" in locali... che come per magia si riempiono di "pelo" (va ancora di moda, se modellato a dovere) e, di conseguenza, di maschiacci che si inzuppano di sciroppi chimici addizionati di solventi e alcool.Poi, per comparse di 5 minuti, c'erano piccoli imprenditori che pagavano dai 3 ai 5.000 euro, sempre "fuori fattura". Li, si capisce meno il motivo, in quanto il pelo manco si vede... ma tant'é!A cosa servono competenze? Di sicuro non a diventare ricchi. Qualcuno dirá: a fare una vita onesta... Ahimé no, solo soddisfazione personale nel poter dire: "io so come funzionano le cose elettroniche"... fino a che non arriverá appunto l'IA! A quel punto il passo dal sapere al non poter piú comprendere sará compiuto e gli unici mestieri rimarranno: scrivere articoletti di giornale e/o commentarli... gratuitamente!
    • sconsolato scrive:
      Re: Per fare i soldi...
      Ripeto il commento simile al precedente:Avevo scritto di non avere più l'intezione di scrivere in questo sito, almeno per non fare pubblicità gratis o pubblicità occulta, offendere i suscettibili e per non farmi prendere in giro quando cancellano e deridono i miei commenti.Una occupazione redditizia che predenderà piede sarà il ricambio di corpo ovvero si faranno congelare il cervello che poi sarà scongelato e impiantato in un nuovo corpo di un estraneo o in un corpo clonato prodotto in laboratorio: così vinceranno i capricci, la vecchiaia,la malattia e la morte.Sarà per tutti?
  • Pietro scrive:
    ogni volta
    ogni volta che in un negozio o su un sito di Ecommerce scegliamo qualcosa e decidiamo per quello che costa meno in assoluto o per quello che costa meno a parità di caratteristiche aggiungiamo un ulteriore spinta alla delocalizzazione delle aziende, alla globalizzazione, alla disoccupazione interna, all'automazione spinta.Ogni volta che in banca decidiamo di investire in fondi o derivati dei paesi emergenti (danno più interessi) o anche solo europei (sono più sicuri) aggiungiamo un ulteriore spinta alla delocalizzazione delle aziende, alla globalizzazione, alla disoccupazione interna, all'automazione spinta.Le nostre scelte quotidiane hanno conseguenze, sempre.
    • iRoby scrive:
      Re: ogni volta
      Compriamo tutti un iPhone. È il più caro in assoluto, non sarà forse delocalizzato.Il prezzo non è dato dalla delocalizzazione, ma da uno studio di marketing.Perché hanno tutti delocalizzato.Chi non delocalizza è costretto a inflazionare i salari non potendo inflazionare la moneta dato che l'Euro ha un cambio fisso su tutto il mercato europeo.Avevamo le PMI che facevano di tutto, l'Europa dell'Euro e della competizione, dei trattati capestro come MES e Fiscal Compact ce le stanno facendo chiudere.Stai proponendo la soluzione sbagliata.Lascia produrre le merci anche ai cinesi. E focalizzati su tecnologia, creatività innovazione e anche turismo.E comunque con la robotizzazione spinta la produzione potrebbe tornare anche qui. Ti basta incentivare e permettere detrazioni sull'automazione, e detassare.Ma la cosa non migliorerebbe la condizione del lavoro, dato che non paghi operai e il surplus lo incamera tutto l'imprenditore e chi ha dietro, ossia i suoi fondi di investimenti.
      • Pietro scrive:
        Re: ogni volta
        non ho detto che bisogna comperare quello che costa più caro ma che la ricerca del prezzo più basso da parte del mercato comporta la ricerca dei costi più bassi per l'imprenditore, la ricerca del prezzo più basso poi è normale, è la base dell'economia, si chiama appunto "economia" non si chiama "spreco".La soluzione invece è giusta bisogna smettere di produrre quello che producono gli altri a prezzi più bassi e iniziare a produrre quello che gli altri (per ora) non sono capaci di produrre.
        • collione scrive:
          Re: ogni volta
          - Scritto da: Pietro
          più bassi e iniziare a produrre quello che gli
          altri (per ora) non sono capaci di
          produrre.praticamente nienteproprio ieri la Cina ha varato la sua prima portaerei fatta in casagiusto per dire, i "poveracci" imparano alla svelta e riescono a fare meglio di noiesistono ancora sacche di eccellenza in Italia, principalmente nell'artigianato, ma li' il problema e' che gli artigiani/piccoli imprenditori sono stati costretti a delocalizzare a causa di:1. sindacati sempre tra le OO, a perorare le cause sbagliate2. burocratizzazione estrema del proXXXXX gestionale di un'azienda3. tasse assurde4. vincoli di ogni genere5. massiccia corruzione nella PA
          • iRoby scrive:
            Re: ogni volta
            Glocalization.Se ne parla ovunque. Ma per farlo devi cinesizzare anche le aree locali. Se ne parla da quando chi ha delocalizzato in alcuni paesi per esempio Turchia, si è accorto che poi durante il trasporto deve pagare pizzi assurdi alle società naviere, o alle dogane, i banditi e i loro assalti, ecc.Per cui quello che vanno a risparmiare viene bruciato in tutte queste spese "impreviste".
          • iRoby scrive:
            Re: ogni volta
            Ma yahoo non produce merci delocalizzando.
          • Lanf scrive:
            Re: ogni volta
            - Scritto da: collione
            proprio ieri la Cina ha varato la sua prima
            portaerei fatta in
            casaUn modello russo dalla dubbia funzionalità.
          • collione scrive:
            Re: ogni volta
            - Scritto da: Lanf
            - Scritto da: collione

            proprio ieri la Cina ha varato la sua prima

            portaerei fatta in

            casa

            Un modello russo dalla dubbia funzionalità.no, il modello russo e' la Liaoning, ovvero la prima portaerei cinese la seconda e' totalmente made in Chinasul fatto che siano di dubbia funzionalita' ci andrei piano, visto che parliamo di un incrociatore lanciamissili pesante con funzionalita' di trasporto aereicioe' il trasporto di aerei e' giusto un'aggiunta, la vera natura delle navi di class Kuznetsov e' quella di portare in pancia centina di missilivantaggio? mentre le portaerei americane sono delle bare naviganti che possono essere affondate con estrema facilita' dai moderni missili di derivazione Sunburn, quella russa e' in grado di difendersi da solae infatti, se ricordi, la Kuznetsov e' stata mandava in Siria da sola, aveva giusto una nave per i rifornimenti come supporto, mentre le portaerei americane vanno scortate da fregate e cacciatorpediniereper cui ci andrei piano con le denigrazioni
        • iRoby scrive:
          Re: ogni volta
          - Scritto da: Pietro
          La soluzione invece è giusta bisogna smettere di
          produrre quello che producono gli altri a prezzi
          più bassi e iniziare a produrre quello che gli
          altri (per ora) non sono capaci di produrre."per ora", hai scritto bene. Soluzione temporanea perché i cinesi imparano alla svelta.La soluzione è molto più profonda e non passa dall'economia di mercato.Non puoi risolvere un problema con gli stessi meccanismi che lo hanno creato...
        • F Type scrive:
          Re: ogni volta
          - Scritto da: Pietro
          non ho detto che bisogna comperare quello che
          costa più caro ma che la ricerca del prezzo più
          basso da parte del mercato comporta la ricerca
          dei costi più bassi per l'imprenditore, la
          ricerca del prezzo più basso poi è normale, è la
          base dell'economia, si chiama appunto "economia"
          non si chiama
          "spreco".Quello che dici tu si verifica in ogni settore,a meno che tu non voglia avere come mercato quello del lusso.
          La soluzione invece è giusta bisogna smettere di
          produrre quello che producono gli altri a prezzi
          più bassi e iniziare a produrre quello che gli
          altri (per ora) non sono capaci di
          produrre.Credi di avere una scienza tutta tua inarrivabile per gli altri ? Qualunque cosa sai fare tu lo sanno fare anche gli altri.
          • ... ... scrive:
            Re: ogni volta
            - Scritto da: F Type
            - Scritto da: Pietro

            non ho detto che bisogna comperare quello che

            costa più caro ma che la ricerca del prezzo
            più

            basso da parte del mercato comporta la
            ricerca

            dei costi più bassi per l'imprenditore, la

            ricerca del prezzo più basso poi è normale,
            è
            la

            base dell'economia, si chiama appunto
            "economia"

            non si chiama

            "spreco".

            Quello che dici tu si verifica in ogni settore,a
            meno che tu non voglia avere come mercato quello
            del
            lusso.Per un buon 70-80 percento di popolazione mondiale anche tu vivi nel lusso.
          • F Type scrive:
            Re: ogni volta
            - Scritto da: ... ...
            Per un buon 70-80 percento di popolazione
            mondiale anche tu vivi nel
            lusso.Certo dal loro punto di vista si, ma se sei occidentale la parola lusso ha ben altro significato.
          • iRoby scrive:
            Re: ogni volta
            Il lusso non da introiti sufficienti ad una nazione e l'economia reale.Arricchisce poche aziende ed il suo indotto, che non è la maggioranza.A me hanno sempre insegnato che i soldi si fanno con i grandi numeri, la grande distribuzione e diffusione di prodotti.L'Italia aveva una rete capillare di PMI che facevano praticamente di tutto, ma erano precarie, cioè facili da colpire e affondare.Che è ciò che ha fatto l'Europa dell'Euro. E questo è stato ripetuto fino alla nausea da giornalisti di inchiesta ed economisti realmente capaci.
          • F Type scrive:
            Re: ogni volta
            - Scritto da: iRoby
            Il lusso non da introiti sufficienti ad una
            nazione e l'economia
            reale.
            Arricchisce poche aziende ed il suo indotto, che
            non è la
            maggioranza.Infatti intendenvo con il modello sociale di ora su scala globale,ma ovviamente non possono rientrarci tutti inj modo tale da trainare tutto il popolo ed un intero stato.E' impensabile per esempio che tutti lavorino in Ferrari,alta moda e yacht di lusso
            A me hanno sempre insegnato che i soldi si fanno
            con i grandi numeri, la grande distribuzione e
            diffusione di
            prodotti.Si, ma c'è l'alta finanza che oggi comanda tutto, loro sono abituati a fare soldi con i soldi,il nuovo mantra, peccato che così contemporaneamente non produci nulla.
            L'Italia aveva una rete capillare di PMI che
            facevano praticamente di tutto, ma erano
            precarie, cioè facili da colpire e
            affondare.Già.
            Che è ciò che ha fatto l'Europa dell'Euro. E
            questo è stato ripetuto fino alla nausea da
            giornalisti di inchiesta ed economisti realmente
            capaci.Si, facci caso,queste cose vengono dette in sordina, quasi con timore perchè si può esseere ricattati molto facilmente.Prendi per esempio le elezioni francesi, praticamente tutta l'Europa che conta,le élite finanziare e bancarie stravedono per Macron e si augurano che vincano,apportando anche il loro supporto, persino gli altri concorrenti che sono ora fuori.Interessante poi scoprire che questo giovanotto ha diretto per anni la banca Rothschild una delle famiglie più ricche ed influenti del pianeta dove hanno mani in pasta in ogni cosa.Viene portato a quasi modello di libetà e giustizia e tuttii pecoroni di plitici anche loro a leccargli le scarpe.Sicuramente la Le Pen è forte in molti argomenti ma per questa gente rappresenta un enorme problema,sicuramente non ce la farà, ma prova ad immagine cosa succede se vince. Lei vuol far uscire la Francia dall'Euro e da questa falsa Europa, insieme alla brexit dell'UK sarebbe un colpo mortale per l'elitè finanziaria in Europa, gli romperesti il giocattolo,questo per loro è inconcepibile quindi vai con la disinformazine e con la glorificazione di un uomo che li rappresenta bene.Anche in Italia la maggior parte dei politici sonon tutti favorevoli per Macron, dovrebbe far pensre questo.Ancora non ci si rende conto che si vuole aiutare,di nuovo, lo stesso carnefice che volontariamente ha creato una crisi e ha affossato Paesi il cui slogan è continuamente "tagli" , "meno debito" ma sopratutto "più austerità, ve lo chiede l'Euorpa" , cioè le stesse cause del problema che stanno portando al colalsso l'Europa.
          • ... ... scrive:
            Re: ogni volta
            Se la Francia esce dall'euro finisce l'unione europea.E' necessario migliorare l'Unione Europea , non cancellarla.Se sparisce l'europa fai solo un favore agli USA.
          • F Type scrive:
            Re: ogni volta
            - Scritto da: ... ...
            Se la Francia esce dall'euro finisce l'unione
            europea.Che è una buona cosa e prima o poi accadrà, questo perchè in realtà nno si vuole modificare un bel niente.
            E' necessario migliorare l'Unione Europea , non
            cancellarla.Scommessa persa in partenza, fa troppo comodo la situazione attuale, continueranno su questa strada.
            Se sparisce l'europa fai solo un favore agli USA.No, fai un favore ai singoli stati che si possono autogestire come meglio credono senza sottostare ad assurde regole che li tengono con la facia schiacciata per terra.
    • 1a9f7aa3274 scrive:
      Re: ogni volta
      Ma è sempre stato così. Ogni centesimo o lira spesi sono sempre stati un gesto politico. Ma la cosa non interessa a nessuno. Grandi corporations americane, mezzi di comunicazione al servizio del potere, gruppi industriali degli oligarchi. Questi sono sempre stati i destinatari della spesa degli italiani e quei soldi sono stati usati per consolidare il potere. Eppure se ne parli con quelli che ti stanno attorno scoprirai che quasi tutti cadono dalle nuvole o fanno finta di cadere dalle nuvole. Nessuno ammetterà mai di aver permesso che i suoi soldi fossero usati contro di lui. Prova a discuterne con i tuoi amici riceverai solo o ottuse negazioni o commenti rassegnati, come se fosse stato veramente impossibile fare qualcosa.
      • iRoby scrive:
        Re: ogni volta
        Pensa agli incentivi sulla rottamazione incamerati dai produttori di automobili, specie la FIAT.Insomma capisci che alla fine nonostante ci si riempie la bocca di liberismo e Stato fuffa, l'unico grande finanziatore di tutte le attività umane è sempre lui lo Stato.Per quello va riformato.Vanno riformate le banche, e i meccanismi di creazione del denaro, ma soprattutto la sua vera destinazione.Una delle poche persone che seguo ad avere provato a dare una soluzione è stato Nino Galloni.[yt]HjGUgJFc5tU[/yt]
        • 1a9f7aa3274 scrive:
          Re: ogni volta
          Sei stato veloce con la trollata. Si vede che quello che ho scritto non ti piace per niente.
          • iRoby scrive:
            Re: ogni volta
            Trollate le mie, o il tuo apporto di nulla a qualsiasi discussione?Non sai nulla, non scrivi nulla, insulti e basta.Il tuo livello umano e culturale è base base. Ma proprio limitato, insomma da abitante tipo del quartiere Secondigliano di Napoli o ZEN di Palermo.
          • ... ... scrive:
            Re: ogni volta
            - Scritto da: iRoby
            Trollate le mie, o il tuo apporto di nulla a
            qualsiasi
            discussione?

            Non sai nulla, non scrivi nulla, insulti e basta.

            Il tuo livello umano e culturale è base base. Ma
            proprio limitato, insomma da abitante tipo del
            quartiere Secondigliano di Napoli o ZEN di
            Palermo.E il tuo apporto sarebbe sostenere che l'abitante tipo di questi quartieri siano stupidi ? :|Ma sparati e fatti un favore.
          • iRoby scrive:
            Re: ogni volta
            No, ma non sarebbero malfamati se la maggior parte fossero istruiti e modello di civiltà...Come l'utente Apple insomma per la maggior parte modaioli spendaccioni.
          • 1a9f7aa3274 scrive:
            Re: ogni volta
            - Scritto da: iRoby
            No, ma non sarebbero malfamati se la maggior
            parte fossero istruiti e modello di
            civiltà...
            .........
            Non sai nulla, non scrivi nulla, insulti e basta.

            Il tuo livello umano e culturale è base base. Ma
            proprio limitato, insomma da abitante tipo del
            quartiere Secondigliano di Napoli o ZEN di
            Palermo. :)
        • F Type scrive:
          Re: ogni volta
          - Scritto da: iRoby
          Per quello va riformato.
          Vanno riformate le banche, e i meccanismi di
          creazione del denaro, ma soprattutto la sua vera
          destinazione.Ma è proprio questo che non vogliono fare, non vogliono rinunciare alla galloina dalle uova d'oro per poi magari essere meno ricche, vogliono esattamente l'opposto. Inoltre poi chi comanda le banche ? Sopra di loro non c'è nessun altro,questo è un altro grosso problema.
          Una delle poche persone che seguo ad avere
          provato a dare una soluzione è stato Nino
          Galloni.Mitico Galloni, anche se non è il solo.
    • F Type scrive:
      Re: ogni volta
      - Scritto da: Pietro
      ogni volta che in un negozio o su un sito di
      Ecommerce scegliamo qualcosa e decidiamo per
      quello che costa meno in assoluto o per quello
      che costa meno a parità di caratteristiche
      aggiungiamo un ulteriore spinta alla
      delocalizzazione delle aziende, alla
      globalizzazione, alla disoccupazione interna,
      all'automazione
      spinta.Ti risulta che l'iphone sia prodotto in USA ?
      Ogni volta che in banca decidiamo di investire in
      fondi o derivati dei paesi emergenti (danno più
      interessi) o anche solo europei (sono più sicuri)
      aggiungiamo un ulteriore spinta alla
      delocalizzazione delle aziende, alla
      globalizzazione, alla disoccupazione interna,
      all'automazione
      spinta.
      Le nostre scelte quotidiane hanno conseguenze,
      sempre.Il vero problema è che è un circolo vizioso, qualsiasi cosa compri comporta una cosa del genere, in tempi di magra non ti aspetterai mica che la gente vada a comprarsi prodotti di lusso.
    • qwertyuiop scrive:
      Re: ogni volta
      Vero. Forse l'unica soluzione è acquistare usati i beni di consumo, e per gli alimentari prodotti locali.
  • iRoby scrive:
    Re: Ogni cambiamento costa
    Ma perché proponi ancora di mettere la gente in competizione?La madre di tutte le ingiustizie umane è proprio la competizione.L'uomo non ha bisogno di competere per il cibo, si organizza e se lo fabbrica. È l'economia di mercato che lo obbliga a competere per il cibo industrializzato.La competizione tra gli uomini viene creata artificialmente.
    • bertuccia scrive:
      Re: Ogni cambiamento costa
      smettila di raccontarti frottolesolo con risorse infinite si annulla la competizione.E il frutto della competizione è il progressoTu stesso studi e progetti scarichi sempre migliori così da essere più bravo dei tuoi concorrenti. L'hai persino fatto per far vincere team in competizione tra loro. I Ryzen che tanto sbandieravi altro non sono che il frutto della competizione tra Intel e AMD.La competizione la puoi osservare anche a livello di organismi unicellularihttp://www.huffingtonpost.com/richard-koch/the-protozoan-principle_b_3221971.htmlTi racconti un sacco di balle, e finisci anche per crederci
      • ... ... scrive:
        Re: Ogni cambiamento costa
        E' un forum di informatica , di queste XXXXXXXte non frega un XXXXX a nessuno.
      • F Type scrive:
        Re: Ogni cambiamento costa
        - Scritto da: bertuccia
        smettila di raccontarti frottoleMagari potresti smetterla tu eh...
        solo con risorse infinite si annulla la
        competizione.Eh ? Non c'entra una fava,è il modello economico che è sbagliato e crea notevoli diseguaglianze.
        E il frutto della competizione è il progressoMa neanche per sogno.
        Tu stesso studi e progetti scarichi sempre
        migliori così da essere più bravo dei tuoi
        concorrenti. L'hai persino fatto per far vincere
        team in competizione tra loro. I Ryzen che tanto
        sbandieravi altro non sono che il frutto della
        competizione tra Intel e
        AMD.Non c'entra nulla, non si sta parlando di rivalità tra multinazionali per vendere di più.
        La competizione la puoi osservare anche a livello
        di organismi
        unicellulari
        http://www.huffingtonpost.com/richard-koch/the-proChe non c'entra una fava
        Ti racconti un sacco di balle, e finisci anche
        per
        crederciSei tu che ti stai raccontando un sacco di balle, o meglio, prendi per buone le scemenze che ti dicono la grande Europa per i loro interessi.La competizione spinta all'estremo tra 2 stati vicini per esempio porta ad un peggioramento delle condizioni dei lavoratori,abbassamenti di salari o peggio ancora per ridurre i costi a spostare l'azienda in altre zone più favorevoli. Alla fine si traduce tutto in una esasperata corsa al ribasso e ai tagli.
  • iRoby scrive:
    In fila all'Apple Store
    Dai non è inutile questa generazione.C'è un lavoro splendido in fila all'Apple Store.È il lavoro del nuovo millennio.Un riccone che vuole in anteprima il nuovo modello da mostrare a quelli come lui al golf club, paga un giovane inutile per fare la fila e dormire in tenda dalla sera prima, al posto suo.E poi diciamocelo chiaramente, a questi giovani te li bevi subito. Gli dai smartphone, tablet, convertibili, realtà aumentata e virtuale e gli eviti di pensare troppo alla loro condizione di miseria esistenziale.Se non pensano non sale la rabbia, e se non sale la rabbia non catalizzano energie verso una rivoluzione.Impediscigli di unirsi e non dargli ideali e sogni di cambiamento da perseguire.Sono tutti lì a litigare tra punk, emo, punkabbestia e categorie volute per incanalarli e tenerli separati.
    • ... iRoby sei un coglione ... scrive:
      Re: In fila all'Apple Store
      Quanto inutile chiacchiericcio da vecchio alcolizzato al bar sport.
      • iRoby scrive:
        Re: In fila all'Apple Store
        Inutili commenti di una nullità che dietro una tastiera sa solo sparlare degli altri.
        • ... ... scrive:
          Re: In fila all'Apple Store
          - Scritto da: iRoby
          Inutili commenti di una nullità che dietro una
          tastiera sa solo sparlare degli
          altri.Io sparlo di te che hai la faccia tosta di sparlare degli altri. Dovresti solo tacere invece di renderti ridicolo.
          • iRoby scrive:
            Re: In fila all'Apple Store
            Aphex sei tu, ti riconosco dietro quella tastiera.
          • ... ... scrive:
            Re: In fila all'Apple Store
            - Scritto da: iRoby
            Aphex sei tu, ti riconosco dietro quella tastiera.Aphex o non aphex sei comunque ridicolo.
          • iRoby scrive:
            Re: In fila all'Apple Store
            Pensavamo che fossi migliorato, invece stai regredendo a livello di bambino dispettoso e persecutorio, perché a tua volta perseguitato nella tua infanzia da mamma e papà che volevano una femmina...
    • bertuccia scrive:
      Re: In fila all'Apple Store
      - Scritto da: iRoby

      E poi diciamocelo chiaramente, a questi giovani
      te li bevi subito. Gli dai smartphone, tablet,
      convertibili, realtà aumentata e virtuale e gli
      eviti di pensare troppo alla loro condizione di
      miseria esistenziale."Damn kid. All he does is play games. They're all alike.[...]Damn kid. Tying up the phone line again. They're all alike..."guarda un po' chi adesso è diventato il vecchio (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2017 11.00-----------------------------------------------------------
  • Suonati sveglia scrive:
    Finlandia
    "La crisi della UE arriva anche al Nord: Petizione popolare in Finlandia per luscita dalleuro"anche i Finlandesi vogliono uscire https://www.sapereeundovere.com/la-crisi-della-ue-arriva-anche-al-nord-petizione-popolare-in-finlandia-per-luscita-dalleuro/
    • angelo scrive:
      Re: Finlandia
      La Finlandia è l'unico paese scandinavo ad aver abbracciato l'europa anima e core.E' infatti l'unico paese scandinavo in difficoltà....
  • IL NORD scrive:
    BASTA CON L'INVASIONE!!!
    [img]http://www.magdicristianoallam.it/public/Immagini/invasione-islamica2.jpg[/img]
  • IL NORD scrive:
    BASTA IMMIGRAZIONE!!!
    [img]http://billmurray.it/leganord/vu.JPG[/img]
    • samuele bersani scrive:
      Re: BASTA IMMIGRAZIONE!!!
      Figli di XXXXXXX, non ci fermerete mai.
    • iRoby scrive:
      Re: BASTA IMMIGRAZIONE!!!
      Toh qua c'è tutto:http://www.controinformazione.info/e-george-soros-a-finanziare-linvasione-africana-dellitalia-ecco-nomi-organizzazioni-navi-e-piani-criminali/
      • ... iRoby sei un coglione ... scrive:
        Re: BASTA IMMIGRAZIONE!!!
        - Scritto da: iRoby
        Toh qua c'è tutto:


        http://www.controinformazione.info/e-george-soros-Abbiamo capito che sei un fascistello del XXXXX, basta.
        • collione scrive:
          Re: BASTA IMMIGRAZIONE!!!
          tipica risposta di chi non ha argomenti e cerca di screditare l'avversario affibbiandogli un'etichetta universalmente odiosalui ha indicato quell'articolo, in questi giorni pure il M5S si e' svegliato riguardo la nuova tratta degli schiavi, gestita da alcune ONG, talune vicinissime a Sorose tu non hai nulla da dire a riguardo, se non bollare iRoby come fascista?che poi se lui e' fascista, allora Soros ( visto quello che fa e come lo fa ) e' nazista
          • ... scrive:
            Re: BASTA IMMIGRAZIONE!!!
            - Scritto da: collione
            tipica risposta di chi non ha argomenti e cerca
            di screditare l'avversario affibbiandogli
            un'etichetta universalmente
            odiosa

            lui ha indicato quell'articoloAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAAHAHH!!!!Certo, un sito serio, che pubblica notizie come questa:STA PER SCOPPIARE LA TERZA GUERRA MONDIALE! MA NESSUNO LO SA!MASSIMA DIFFUSIONE, PRIMA CHE IL POST VENGA CENSURATO!http://www.butac.it/scoppiata-terza-guerra-mondiale/Sparati, XXXXXXXXX.
          • iRoby scrive:
            Re: BASTA IMMIGRAZIONE!!!
            Seee vabbè BUTAC, i tuttologi della fuffa!Un sito di ignorantoni del debunking che vogliono fare qualche soldo ripetendo le solite XXXXXXX di regime.Ah tra parentesi, io ho citato controinformazione.info e a volte comedonchisciotte.orgSe hai visto, nella blacklist di BUTAC non ci sono nessuno dei due...Anche perché che senso avrebbe mettere in una blacklist siti che sono solo traduttori e aggregatori.È come prendersela con l'interprete se lo straniero con cui stai parlando ti insulta.
  • ... scrive:
    ...
    Ma quale festa della liberazione? Oggi siamo più oppressi di prima! Se la libertà significa qualcosa, allora significa il diritto di dire alla gente cose che non vogliono sentire. Da questo spunto, arrivatomi da George Orwell, mi introduco nel mondo dellipocrisia targata 25 aprile. Un sentimento che non si sviluppa soltanto nelle ventiquattro ore dedicate alla Liberazione, ma che permane nella mentalità della sinistra italiana. È sempre tempo di Resistenza ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lo scorso anno durante i festeggiamenti. Una festa di speranza ancor di più per i giovani, lha definita invece nel 2015. Speranze di un futuro diverso. Ma quale futuro può nascere con il sostegno inesistente di questa classe politica. Un futuro in cui manca il rispetto per la propria nazione? In cui si canta Bella Ciao ignorando quanti morti, da un fronte allaltro, la storia ci ha portato in dono. Ricordo ancora una frase, di dodici mesi fa, pronunciata dalla più alta carica del nostro Paese: Battersi per un mondo migliore è possibile e giusto. Per questo motivo vi dico che serve una nuova giornata della Liberazione. I cittadini italiani si trovano nuovamente ed infinitamente vessati. Serve una nuova Liberazione, ma dallattuale classe politica. Classe politica egoista ed arrivista capace di riempirci le orecchie con i suoi discorsi composti da bei virtuosismi. Parole che evocano la libertà, la giustizia, lonestà, ma che nascondo lorgoglio lugubre di un passato nefasto, lasciando aperto uno spiraglio in direzione del comunismo. Vergognoso. Una bassezza culturale figlia della falsità, incapace di concepire dei limiti. Serve un nuovo 25 aprile, una giornata per celebrare la riconquista della dignità dellItalia. Una giornata non sia tinta di rosso o marchiata da una falce ed un martello, ma che abbia come punti di riferimento labbattimento delle tasse, la distruzione della pachidermica burocrazia e ridoni fiducia ad un popolo sullorlo del suicidio. Una Liberazione da un governo ingiusto capace solamente di spendere i soldi da noi guadagnati con estremo sacrificio. Danaro, regalato, per mantenere i clandestini, che arrivano in numero sempre maggiore sulle nostre coste. Una Liberazione dalle istituzioni che mantengo i rom tutelandoli ben più degli italiani. Permettendogli di non lavorare, di non pagare le imposte e di usufruire di tutti i servizi per i quali paghiamo uno sproposito. Una Liberazione da un sistema vessatorio a dir poco criminale. Sistema che ci obbliga a pagare senza darci nulla in cambio. Una Liberazione da una politica anti-tricolore che vede i nostri connazionali costretti a vivere nelle automobili o sotto i ponti, mentre ai clandestini viene concessa la possibilità di alloggiare in alberghi.Abbiamo il dovere di batterci per una nazione in cui le istituzioni non siano nemiche delle imprese. Uno Stato volenteroso di aiutare i suoi cittadini a trovare un lavoro, mantenerlo e costruirsi un percorso. Uno Stato che metta gli italiani al primo posto e chiunque purché non sia nato da Bolzano a Palermo. Quale Liberazione può essere festeggiata sapendo che ogni giorno aumenta la povertà nelle famiglie italiane? Partiti di destra, di sinistra e movimenti vari hanno tradito il proprio popolo. Ci fanno credere che la libertà sia nostra, ora e per sempre, dopo essere stata conquistata il 25 aprile 1945. Ci tradiscono parlando di speranza, ma il domani racconta di teste chinate e sguardi persi. Sventolano le loro bandiere, mentre unaltra serranda viene abbassata senza che nessuno dica niente. La sovranità e la dignità ci spettano di diritto, questo dobbiamo rivendicare il 25 aprile. Gridandolo forte, con tutto il fiato che abbiamo in gola. È ora di ricordalo a questi politici. È ora di ricordarlo a noi stessi. Serve una rivoluzione per combattere tutto questo schifo che giorno dopo giorno ci sta distruggendo. La nostra storia è in pericolo, le nostre radici e la nostra dignità vanno al macero. Tutto questo ha un unico mandante ed esecutore il sistema politico-finanziario, le lobby che vogliono renderci schiavi, che vogliono portarci via tutto quello che siamo stati in grado di costruire nel tempo. Il lavoro dei nonni, dei padri, degli avi bruciato nel nulla. Noi dobbiamo lottare, non celebrare una festa che non esiste. Quale Liberazione? Quale libertà? Oggi siamo più oppressi e schiavi di prima, ce ne vogliamo rendere conto o no? Vogliamo riprenderci, con coraggio senza avere paura, la nostra vita e la nostra rispettabilità? Perché adesso il problema incombe sulle nostre teste, ma domani a pensarci saranno le nuove generazioni, nonché i nostri figli. Vogliamo costringerli a vivere unesistenza da vittime? Io no, non ci penso neanche lontanamente. E voglio combattere per riconquistare la vera libertà.
    • ... scrive:
      Re: ...
      [img]http://cdn.meme.am/instances/250x250/55108231/knight-rider-kitt-ehi-kitt-vieni-abbiamo-a-che-fare-con-uno-XXXXXXX.jpg[/img]
    • i link non sono reati scrive:
      Re: ...
      Basta mettere il link ehhttp://blog.ilgiornale.it/pasini/2017/04/24/ma-quale-festa-della-liberazione-oggi-siamo-piu-oppressi-di-prima/?repeat=w3tc
    • ... ... scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: ...
      <b
      Ma quale festa della liberazione? Oggi siamo
      più oppressi di
      prima! </b
      Se fossimo veramente oppressi tu saresti al confino da un pezzo e non qui a scrivere XXXXXXXte dietro una tastiera.
      • xte scrive:
        Re: ...
        Il guinzaglio si stringe con calma, sennò il cane si ribella. Chomsky, il principio della rana bollita docet.
        • ... ... scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: xte
          Il guinzaglio si stringe con calma, sennò il cane
          si ribella. Se il cane non si ribella il guinzaglio é largo abbastanza.
          • turiddu scrive:
            Re: ...
            Tu vedi qualche cane che si ribella, in giro?Io vedo solo amebe vagolanti che si sfogano parlando male di tutto e di tutti e poi non hanno energia per agire.
    • F Type scrive:
      Re: ...
      Apparenze per far stare buono il popolino, si spinge sull'unità e vari discorsetti ad effetto perchè non si ha altro. A nessuno importa veramente del 25 aprile, è solo un giorno di vancanza ma i modi per intortare il cittadino sono tanti e subdoli.
      • ... ... scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: F Type
        A nessuno importa
        veramente del 25 aprile, è solo un giorno di
        vancanza ma i modi per intortare il cittadino
        sono tanti e
        subdoli.É "solo un giorno di vacanza" se sei un bimbominkia di 15 anni o un fascista.
        • F Type scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: ... ...
          É "solo un giorno di vacanza" se sei un
          bimbominkia di 15 anni o un
          fascista.Semplicemente sono discorsetti per intortare il popolo e tenerlo buono con la scusa della "liberazione" senza fargli comprendere che è appena passato ad altra dittatura che si chiama Europa con le sue assurde regole.Poi sono fatti avvenuti tantissimi anni fa,non frega più a nessuno, oggi è al pari di una domenica qualunque ;)
          • ... ... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: F Type
            - Scritto da: ... ...


            É "solo un giorno di vacanza" se sei un

            bimbominkia di 15 anni o un

            fascista.

            Semplicemente sono discorsetti per intortare il
            popolo e tenerlo buono con la scusa della
            "liberazione" senza fargli comprendere che è
            appena passato ad altra dittatura che si chiama
            Europa con le sue assurde
            regole.

            Poi sono fatti avvenuti tantissimi anni fa,non
            frega più a nessuno, oggi è al pari di una
            domenica qualunque
            ;)Ok sei solo un bimbominkia di 15 anni che resta a casa un giorno in piú da scuola.
          • F Type scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ... ...
            Ok sei solo un bimbominkia di 15 anni che resta a
            casa un giorno in piú da
            scuola.Ok, sei solo un troll che vuole passare per quello che non è,in realtà a te non te ne frega un fico secco di questa giornata ma vuoi apparire migliore.Alla gente oggi gliene importa che è considerato festivo e non va a lavorare e solo di quello non delle stupidaggini che credi tu, ma sei libero d'illuderti eh.
          • ... ... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: F Type
            - Scritto da: ... ...


            Ok sei solo un bimbominkia di 15 anni che
            resta
            a

            casa un giorno in piú da

            scuola.

            Ok, sei solo un troll che vuole passare per
            quello che non è,in realtà a te non te ne frega
            un fico secco di questa giornata ma vuoi apparire
            migliore.
            Ringrazio ogni anno chi ha lottato per liberarci dal nazifascismo.
            Alla gente oggi gliene importa che è considerato
            festivo e non va a lavorare e solo di quello non
            delle stupidaggini che credi tu, ma sei libero
            d'illuderti
            eh.Sbagli a considerare gli italiani dei bimbiminkia come te. Goditi la tua giornata libera dalla scuola.
          • Izio01 scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ... ...
            - Scritto da: F Type

            - Scritto da: ... ...




            Ok sei solo un bimbominkia di 15 anni
            che

            resta

            a


            casa un giorno in piú da


            scuola.



            Ok, sei solo un troll che vuole passare per

            quello che non è,in realtà a te non te ne
            frega

            un fico secco di questa giornata ma vuoi
            apparire

            migliore.



            Ringrazio ogni anno chi ha lottato per liberarci
            dal nazifascismo.
            Cioè gli alleati, non certo i partigiani.Se sei convinto che l'Italia sia stata liberata dai bella ciao, il bimbominkia sei tu.
          • ... ... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Izio01
            Cioè gli alleati, non certo i partigiani.
            Se sei convinto che l'Italia sia stata liberata
            dai bella ciao, il bimbominkia sei
            tu.E' stata liberata da tutti quelli che hanno combattuto il nazifascismo.La parola "partigiani" nella mia frase "Ringrazio ogni anno chi ha lottato per liberarci dal nazifascismo" l'hai voluta aggiungere tu.
          • Izio01 scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ... ...
            - Scritto da: Izio01

            Cioè gli alleati, non certo i partigiani.

            Se sei convinto che l'Italia sia stata
            liberata

            dai bella ciao, il bimbominkia sei

            tu.

            E' stata liberata da tutti quelli che hanno
            combattuto il nazifascismo.

            La parola "partigiani" nella mia frase "Ringrazio
            ogni anno chi ha lottato per liberarci dal
            nazifascismo" l'hai voluta aggiungere tu.E c'hai anche ragione, sarà che mi è salita la carogna nel sentire l'ennesima esternazione della Boldrinka, che adesso dice che "(...) oggi, 25 aprile, il giorno in cui l'Italia sconfisse il nazifascismo" quando l'Italia non sconfisse proprio nessuno.
          • F Type scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ... ...
            Ringrazio ogni anno chi ha lottato per liberarci
            dal
            nazifascismo.Hai 90 anni o cosa ? :DSi si lo hanno fatto perchè gli USA da sempre sono buoni e altruisti :DSapevi per esempio che le banche americane finanziavano entrambe le parti ?
            Sbagli a considerare gli italiani dei bimbiminkia
            come te.Povero ingenuo.
            Goditi la tua giornata libera dalla scuola.Tu illuditi pure a credere che agli italiani freghi ancora qualcosa di ciò che avvenuto 70 anni fa (rotfl)
          • ... ... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: F Type
            Tu illuditi pure a credere che agli italiani
            freghi ancora qualcosa di ciò che avvenuto 70
            anni fa
            (rotfl)A te interessa .... hai un giorno in meno di scuola.
          • F Type scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ... ...
            A te interessa .... hai un giorno in meno di
            scuola.Io dico le cose come stanno, tu sei troppo infantile per rendertene conto.
          • qwertyuiop scrive:
            Re: ...
            Io mi illudo, certo.Non è che se per molti il 25 aprile non significa più nulla siamo legittimati a sbattercene tutti le palle.
    • Ma la gente non se ne accorge. scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: ...
      Ma quale festa della liberazione? Oggi siamo
      più oppressi di
      prima!


      Se la libertà significa qualcosa, allora
      significa il diritto di dire alla gente cose che
      non vogliono sentire. Da questo spunto,
      arrivatomi da George Orwell, mi introduco nel
      mondo dellipocrisia targata 25 aprile. Un
      sentimento che non si sviluppa soltanto nelle
      ventiquattro ore dedicate alla Liberazione, ma
      che permane nella mentalità della sinistra
      italiana. È sempre tempo di Resistenza ha
      affermato il Presidente della Repubblica, Sergio
      Mattarella, lo scorso anno durante i
      festeggiamenti. Una festa di speranza ancor di
      più per i giovani, lha definita invece nel
      2015. Speranze di un futuro diverso. Ma quale
      futuro può nascere con il sostegno inesistente di
      questa classe politica. Un futuro in cui manca il
      rispetto per la propria nazione? In cui si canta
      Bella Ciao ignorando quanti morti, da un fronte
      allaltro, la storia ci ha portato in dono.
      Ricordo ancora una frase, di dodici mesi fa,
      pronunciata dalla più alta carica del nostro
      Paese: Battersi per un mondo migliore è
      possibile e giusto. Per questo motivo vi dico
      che serve una nuova giornata della Liberazione. I
      cittadini italiani si trovano nuovamente ed
      infinitamente vessati. Serve una nuova
      Liberazione, ma dallattuale classe politica.
      Classe politica egoista ed arrivista capace di
      riempirci le orecchie con i suoi discorsi
      composti da bei virtuosismi. Parole che evocano
      la libertà, la giustizia, lonestà, ma che
      nascondo lorgoglio lugubre di un passato
      nefasto, lasciando aperto uno spiraglio in
      direzione del comunismo. Vergognoso. Una bassezza
      culturale figlia della falsità, incapace di
      concepire dei limiti.

      Serve un nuovo 25 aprile, una giornata per
      celebrare la riconquista della dignità
      dellItalia. Una giornata non sia tinta di rosso
      o marchiata da una falce ed un martello, ma che
      abbia come punti di riferimento labbattimento
      delle tasse, la distruzione della pachidermica
      burocrazia e ridoni fiducia ad un popolo
      sullorlo del suicidio. Una Liberazione da un
      governo ingiusto capace solamente di spendere i
      soldi da noi guadagnati con estremo sacrificio.
      Danaro, regalato, per mantenere i clandestini,
      che arrivano in numero sempre maggiore sulle
      nostre coste. Una Liberazione dalle istituzioni
      che mantengo i rom tutelandoli ben più degli
      italiani. Permettendogli di non lavorare, di non
      pagare le imposte e di usufruire di tutti i
      servizi per i quali paghiamo uno sproposito. Una
      Liberazione da un sistema vessatorio a dir poco
      criminale. Sistema che ci obbliga a pagare senza
      darci nulla in cambio. Una Liberazione da una
      politica anti-tricolore che vede i nostri
      connazionali costretti a vivere nelle automobili
      o sotto i ponti, mentre ai clandestini viene
      concessa la possibilità di alloggiare in
      alberghi.
      Abbiamo il dovere di batterci per una nazione in
      cui le istituzioni non siano nemiche delle
      imprese. Uno Stato volenteroso di aiutare i suoi
      cittadini a trovare un lavoro, mantenerlo e
      costruirsi un percorso. Uno Stato che metta gli
      italiani al primo posto e chiunque purché non sia
      nato da Bolzano a Palermo. Quale Liberazione può
      essere festeggiata sapendo che ogni giorno
      aumenta la povertà nelle famiglie italiane?
      Partiti di destra, di sinistra e movimenti vari
      hanno tradito il proprio popolo. Ci fanno credere
      che la libertà sia nostra, ora e per sempre, dopo
      essere stata conquistata il 25 aprile 1945. Ci
      tradiscono parlando di speranza, ma il domani
      racconta di teste chinate e sguardi persi.
      Sventolano le loro bandiere, mentre unaltra
      serranda viene abbassata senza che nessuno dica
      niente. La sovranità e la dignità ci spettano di
      diritto, questo dobbiamo rivendicare il 25
      aprile. Gridandolo forte, con tutto il fiato che
      abbiamo in gola. È ora di ricordalo a questi
      politici. È ora di ricordarlo a noi stessi. Serve
      una rivoluzione per combattere tutto questo
      schifo che giorno dopo giorno ci sta
      distruggendo. La nostra storia è in pericolo, le
      nostre radici e la nostra dignità vanno al
      macero. Tutto questo ha un unico mandante ed
      esecutore il sistema politico-finanziario, le
      lobby che vogliono renderci schiavi, che vogliono
      portarci via tutto quello che siamo stati in
      grado di costruire nel tempo. Il lavoro dei
      nonni, dei padri, degli avi bruciato nel nulla.

      Noi dobbiamo lottare, non celebrare una festa che
      non esiste. Quale Liberazione? Quale libertà?
      Oggi siamo più oppressi e schiavi di prima, ce ne
      vogliamo rendere conto o no? Vogliamo
      riprenderci, con coraggio senza avere paura, la
      nostra vita e la nostra rispettabilità? Perché
      adesso il problema incombe sulle nostre teste, ma
      domani a pensarci saranno le nuove generazioni,
      nonché i nostri figli. Vogliamo costringerli a
      vivere unesistenza da vittime? Io no, non ci
      penso neanche lontanamente. E voglio combattere
      per riconquistare la vera
      libertà.
  • Suonati sveglia scrive:
    Sveglia
    Svegliatevi guardate cosa e' sucXXXXX dopo l'introduzione dell'euro e poi design e moda e' sempre stata un vanto dell'Italia invidiata in tutto il mondoFuori dalle balle dall'euro e dall'europa e in fretta[img]http://www.pinguinoeconomico.it/sito/wp-content/uploads/2014/07/news-30-giugno-6-luglio-PRODUZIONE-INDUSTRIALE-.png[/img]
    • lol scrive:
      Re: Sveglia
      VALLO A DIRE AGLI ITALIOTI CHE VOTANO PD!!!
      • quanti oti in europa scrive:
        Re: Sveglia
        Stando al grafico pure i francesioti gli spagnoloti non scherzano, tutti sotto la stessa bandiera sinistroide.
      • uno che non crede alle balle. scrive:
        Re: Sveglia
        - Scritto da: lol
        VALLO A DIRE AGLI ITALIOTI CHE VOTANO PD!!! E mica solo quelli!! I vent'anni della destra li abbiamo dimenticati?Come dimentichiamo in fretta noi itaIdioti.I politici itaGlioti sono fatti tutti della stessa pasta, e il popolino che deve svegliarsi se si vuole cambiare qualcosa. I vari discorsetti destra sinistra, sono per i più inpantanati mentalmente, dx e sx sono fumo nelle menti dei nostalgici, pensate al PD che si definisce di sinistra(rotfl), e i vari Prodi, Ciampi, Napolitano, li avete dimenticati?I percussori delle privatizzazioni(ahem... regalini agli amici.)sempre i sopra citati traditori del Popolo italico, a me sembrano più estremisti dei capitalistici della famosa scuola dei Chicago boys.Poi liberi di prendervi in giro da soli.
    • rudy scrive:
      Re: Sveglia
      non ci fosse stata l'europa e l'euro che performance ritieni ci sarebbe stata?credi che le nostre lobbi parassitarie redditiere e corporative avrebbero mollato l'osso?
  • xte scrive:
    Re: Ogni cambiamento costa
    Questo sistema si sostiene da molto tempo gli USA con la loro teoria economica sono solo i portabandiera più recenti...
    se ci rifletti un attimo c'è un'altra chiave di letturaGrazie, si penso sia un effetto collaterale gradito, dopotutto l'avevan già pensato in passato con la Ford modello T ecc...Sulla manodopera non son troppo d'accordo: tra il ridursi notevolmente e lo sparire non c'è molta differenza concettuale, in ambo i casi c'è una gran massa di persone che deve vivere, che sia più o meno grande o una percentuale più o meno ampia della popolazione cambia poco. Il punto è che se non ricadiamo nel medioevo con la prossima guerra mondiale e dittatura seguente (stesso schema di quanto avvenuto dopo la I G.M.) dovremo arrivare ad una società dove il benessere è garantito da macchine. L'economia dovrà rispondere a questo...
    • F Type scrive:
      Re: Ogni cambiamento costa
      - Scritto da: xte
      Questo sistema si sostiene da molto tempo gli USA
      con la loro teoria economica sono solo i
      portabandiera più
      recenti...Il sistema attuale ?

      se ci rifletti un attimo c'è un'altra chiave
      di
      lettura
      Grazie, si penso sia un effetto collaterale
      gradito, dopotutto l'avevan già pensato in
      passato con la Ford modello T
      ecc...Il lavoro è anche un mezzo per distrarti, come ho detto se hai troppo tempo per pensare diventi scomodo per chi ti governa, una cosa a livello mondiale non se la possono permettere.
      Sulla manodopera non son troppo d'accordo: tra il
      ridursi notevolmente e lo sparire non c'è molta
      differenza concettuale, in ambo i casi c'è una
      gran massa di persone che deve vivere, che sia
      più o meno grande o una percentuale più o meno
      ampia della popolazione cambia poco.Se prima in fabbrica c'erano 100 operai ed in seguito con l'automazione meccanica son rimaste solo 30 persone almeno quello un lavoro ce l'avevano. Nel caso di oggi non ci sarebbero neanche quelle 30, neanche puoi dire "faccio altro" perchè probabilmente molti altri settori saranno presi di mira da automazione e AI.Non solo ma si verificherà anche una concorrenza spietata tra i pochi lavoratori rimasti.
      Il punto è che se non ricadiamo nel medioevo con la prossima
      guerra mondiale e dittatura seguente (stesso
      schema di quanto avvenuto dopo la I G.M.) dovremo
      arrivare ad una società dove il benessere è
      garantito da macchine. L'economia dovrà
      rispondere a
      questo...Beh ci son state 2 guerre mondiali, visto come stanno andando le cose non mi meraviglierei di una terza, sebbene per motivi diversi, tipo accaparrarsi le ultime risorse energetiche del pianeta.Il benessere garantito da sole macchine ? Mmmm ,mi sembra più un'utopia.Il problema è proprio la parola "economia" ,questo perchè in un modo o nell'altro si tende a sfruttare il più debole,quindi c'è convenienza affinché il benessere sia localizzato in precise aree e non in tutto il globo. L'1% che fa girare il mondo ha fame di potere ,ci sarà semrpe qualcuno che ne vorrà più di altri o che vuole sottometterli per il proprio vantaggio.
      • xte scrive:
        Re: Ogni cambiamento costa

        Il benessere garantito da sole macchine ?
        Mmmm ,mi sembra più un'utopia.Oggi? Certo. Un domani, potenzialmente no. Pensa solo com'è cambiato il lavoro oggi: guarda solo le prime edizioni del Manuale dell'Ingegnere rispetto a qualcuna recente; un muratore medio negli anni '20 doveva poter portare senza lamentarsi sui 400Kg, oggi sui 25Kg!
        L'1% che fa girare il mondo ha fame di potereNon che i vari dittatorucoli dei terzi e quarti mondi ne abbian di meno eh! Solo han pagnotte più piccole, meno efficaci su scala... La fame di potere c'è sempre stata come c'è sempre stata la dominazione. Però oggi c'è, almeno nel mondo occidentale, almeno in alcuni paesi d'Europa una libertà ed una "parità di diritti" che nella storia se mai c'è stata è durata assai poco. Non va dimenticato...
        • F Type scrive:
          Re: Ogni cambiamento costa
          - Scritto da: xte
          Oggi? Certo. Un domani, potenzialmente no. Pensa
          solo com'è cambiato il lavoro oggi: guarda solo
          le prime edizioni del Manuale dell'Ingegnere
          rispetto a qualcuna recente; un muratore medio
          negli anni '20 doveva poter portare senza
          lamentarsi sui 400Kg, oggi sui
          25Kg!Guarda che ancora oggi è così, basta che trovi un disperato, specie se è immigrato.
          Non che i vari dittatorucoli dei terzi e quarti
          mondi ne abbian di meno eh! Solo han pagnotte più
          piccole, meno efficaci su scala... La fame di
          potere c'è sempre stata come c'è sempre stata la
          dominazione. Però oggi c'è, almeno nel mondo
          occidentale, almeno in alcuni paesi d'Europa una
          libertà ed una "parità di diritti" che nella
          storia se mai c'è stata è durata assai poco. Non
          va
          dimenticato...Infatti se ci hai fatto caso stiamo tornando indietro con le scuse più fantasiose, la prima è il terrorismo, la seconda è "abbiamo vissuto sopra le nostre possibilità",eccLe masse non percepiscono i cambiamenti lenti.
          • xte scrive:
            Re: Ogni cambiamento costa

            Guarda che ancora oggi è così, basta che trovi
            un disperato, specie se è immigrato.Non è così, anche il disperato odierno non ha più il fisico necessario per certi sforzi. Evolvendo ci siamo indeboliti sopprimendo la selezione naturale. I paesi da cui si emigra in massa avrebbero ancora un certa selezione ma avendo anche risorse, anche se oggi si pensa di no, son stati contaminati da farmindustria molto più che noi. Se guardi solo quante medicine consumano in nordafrica e sudamerica resti scioccato, per quanto sian parecchio alla fame denaro ce n'è e medicine, cellulari, status symbols in genere anche e più che da noi a causa del fatto che le loro società non han sviluppato nel tempo anticorpi.
          • F Type scrive:
            Re: Ogni cambiamento costa
            - Scritto da: xte
            Non è così, anche il disperato odierno non ha più
            il fisico necessario per certi sforzi.Oh credimi se ti mettono alle strette per questioni di sopravvienza vedi se la trovi la forza.Ovviamente si parla di sfruttamento.
  • xte scrive:
    Re: Ogni cambiamento costa
    Yep, ovvero gente *formata* dall'immediato dopoguerra in poi, ovvero nelle scuole organizzate su indicazione degli alleati...
  • satya scrive:
    parole, parole, parole.....
    L'italia è una repubblica fondata sulle chiacchiere, sulla moda e sul design, altro che "l'Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro".La Germania (è solo un esempio fra i tantissimi) è invece fondata sulla sostanza, non sull'apparenza.I risultati sono tristemente visibili.La verità è che l'italia va male perché è piena di italiani, anche se le cose stanno cambiando e fra breve sarà piena di romeni, albanesi, sudamericani, africani e indiani, magari con conseguenze interessanti, chissà....
    • maxsix scrive:
      Re: parole, parole, parole.....
      - Scritto da: satya
      L'italia è una repubblica fondata sulle
      chiacchiere, sulla moda e sul design, altro che
      "l'Italia è una repubblica democratica fondata
      sul
      lavoro".
      Quindi tutte le aziende che lavorano nella moda e nel design le buttiamo tutte nel XXXXX.Bruciamo anche tutte le buste paga di tutti i dipendenti, la stragrande maggioranza operai, che lavorano nel settore del mobile e nel tessile.Via tutto secondo mr. SATYA.
      La Germania (è solo un esempio fra i tantissimi)
      è invece fondata sulla sostanza, non
      sull'apparenza.
      I dipendenti di Mercedes-benz, Audi e BMW ti stanno ridendo in faccia.Ma anche quelli di Interlubke e Bulthaup.
      I risultati sono tristemente visibili.

      La verità è che l'italia va male perché è piena
      di italiani, anche se le cose stanno cambiando e
      fra breve sarà piena di romeni, albanesi,
      sudamericani, africani e indiani, magari con
      conseguenze interessanti,
      chissà....Esatto. E tu invece in tutto questo dove saresti?In acque internazionali immagino. Sbaglio?
      • F Type scrive:
        Re: parole, parole, parole.....
        - Scritto da: maxsix
        Quindi tutte le aziende che lavorano nella moda e
        nel design le buttiamo tutte nel
        XXXXX.Quante di queste sono rimaste veramente italiane ?
        Bruciamo anche tutte le buste paga di tutti i
        dipendenti, la stragrande maggioranza operai, che
        lavorano nel settore del mobile e nel
        tessile.Il tessile è in profonda crisi, settore ormai fagocitato dalla Cina.
        I dipendenti di Mercedes-benz, Audi e BMW ti
        stanno ridendo in
        faccia.
        Ma anche quelli di Interlubke e Bulthaup.O_O Aahah :D
        Esatto. E tu invece in tutto questo dove saresti?
        In acque internazionali immagino. Sbaglio?E tu ? E il tuo figlioccio ? :D
        • ... scrive:
          Re: parole, parole, parole.....
          - Scritto da: F Type
          - Scritto da: maxsix


          Quindi tutte le aziende che lavorano nella
          moda
          e

          nel design le buttiamo tutte nel

          XXXXX.

          Quante di queste sono rimaste veramente italiane ?


          Bruciamo anche tutte le buste paga di tutti i

          dipendenti, la stragrande maggioranza
          operai,
          che

          lavorano nel settore del mobile e nel

          tessile.

          Il tessile è in profonda crisi, settore ormai
          fagocitato dalla
          Cina.


          I dipendenti di Mercedes-benz, Audi e BMW ti

          stanno ridendo in

          faccia.

          Ma anche quelli di Interlubke e Bulthaup.

          O_O Aahah :D


          Esatto. E tu invece in tutto questo dove
          saresti?

          In acque internazionali immagino. Sbaglio?

          E tu ? E il tuo figlioccio ? :Dmaxsix e suo marito, freschi sposini, hanno adottato a distanza in Bolivia.
      • maxsux scrive:
        Re: parole, parole, parole.....
        - Scritto da: maxsix
        - Scritto da: satya

        L'italia è una repubblica fondata sulle

        chiacchiere, sulla moda e sul design, altro
        che

        "l'Italia è una repubblica democratica
        fondata

        sul

        lavoro".


        Quindi tutte le aziende che lavorano nella moda e
        nel design le buttiamo tutte nel
        XXXXX.Più che altro sono loro che hanno buttato nel XXXXX noi.
        Bruciamo anche tutte le buste paga di tutti i
        dipendenti, la stragrande maggioranza operai, che
        lavorano nel settore del mobile e nel
        tessile....in Cina...

        Via tutto secondo mr. SATYA.


        La Germania (è solo un esempio fra i
        tantissimi)

        è invece fondata sulla sostanza, non

        sull'apparenza.


        I dipendenti di Mercedes-benz, Audi e BMW ti
        stanno ridendo in
        faccia.
        Ma anche quelli di Interlubke e Bulthaup.


        I risultati sono tristemente visibili.



        La verità è che l'italia va male perché è
        piena

        di italiani, anche se le cose stanno
        cambiando
        e

        fra breve sarà piena di romeni, albanesi,

        sudamericani, africani e indiani, magari con

        conseguenze interessanti,

        chissà....

        Esatto. E tu invece in tutto questo dove saresti?
        In acque internazionali immagino. Sbaglio?E lo chiedi pure?
      • minnox scrive:
        Re: parole, parole, parole.....
        Bella la moda, davvero bella.Praticamente i big della moda danno da lavorare ai cinesi, pagandoli con soldi italiani.Poi il loro immenso guadagno (la manifattura in cina costa una frazione del prezzo di vendita dell'abbigliamento) viene dirottato tramite aziende di facciata in altre parti del mondo dove le tasse sono inferiori (c'è solo l'imbarazzo della scelta) arricchendo quelle nazioni.I big della moda e del design hanno impoverito l'italia, sottraendo a quanto detto sopra anche le infinite aziende manufatturiere che sono fallite a causa di una competizione impossibile da sostenere, creando povertà e sofferenza (non tutto si misura in soldi).Questo è quanto chiunque può vedere, volendo.
    • xte scrive:
      Re: parole, parole, parole.....
      Scusa ma credo che sia tu a non discernere la propaganda dalla sostanza perché l'industria tedesca quanto a sostenibilità è messa peggio di Italia e Francia, i suoi risultati son solo numerici, grazie talvolta a fiumi di denaro pubblico alla luce del sole ma non strombazzati con toni scandalistici sui media (tipo il fatto che Volkswagen sia *anche* una banca che si finanzia via BCE per non fallire dopo il diselgate e solo grazie a questo "prospera", il fatto che gran parte dei componenti hi-tech tedeschi sian in effetti italiani, idem le macchine usate all'interno dell'industria sino a deutsche bank salvata con soldi pubblici ed in situazione peggiore di MPS).Se vuoi un paese concreto puoi vedere la Francia che ha ancora un comparto industriale completo e casereccio, sia pur con le crisi del caso, da Alstom alle acciaierie stile ILVA vendute ad Acelor-Mittal ai cantieri di Saint Nazaire. Puoi vedere la Svezia, pur col caso Volvo, con Saab ecc, in parte la Svizzera, ma non certo la Germania.
      • F Type scrive:
        Re: parole, parole, parole.....
        - Scritto da: xte
        Se vuoi un paese concreto puoi vedere la Francia
        che ha ancora un comparto industriale completo e
        casereccio, sia pur con le crisi del caso, da
        Alstom alle acciaierie stile ILVA vendute ad
        Acelor-Mittal ai cantieri di Saint Nazaire. Puoi
        vedere la Svezia, pur col caso Volvo, con Saab
        ecc, in parte la Svizzera, ma non certo la
        Germania.Beh dopo i risultati di ieri direi neanche tanto alla Francia, confermo il comparto metallurgico a gambe in aria e numerosissimi licenziamenti nel settore, esportazione poi verso la Germania.Per la Svezia oltre ai casi citati ci sarebbe anche Ericsson che doveva chiudere un grosso centro da quelle parti per dislocarsi altrove, se non ricordo male l'azienda ha fornito formazione per altri tipi di lavori e una indennità per chi ci lavorava in modo temporaneo.Comunque anche li le aziende hanno avuto un brutto colpo ,specie nel tessile, una cittadina è praticamente collassata, alcuni si sono reinventati con piccole aziende di artigianato.
        • xte scrive:
          Re: parole, parole, parole.....
          Tutto quel che vuoi, però se alla Francia o alla Svezia chiudono i confini i rispettivi abitanti posson vivere senza troppi problemi, tutto ciò che usano di importante lo producono o possono facilmente produrlo in casa.In Italia meno, in Germania meno. In UK non c'è rimasto che la city di Londra ecc. 'Somma un paese va guardato nel suo complesso e direi che dell'Europa la Francia, la Svezia e la Svizzera, ognuno con le sue peculiarità sian i paesi "più autonomi, affidabili, indipendenti" che ci sono. La Germania e l'Italia, per non parlare di altri "paesi minori" son indietro sotto molti aspetti in una simile classifica...
          • F Type scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            - Scritto da: xte
            Tutto quel che vuoi, però se alla Francia o alla
            Svezia chiudono i confini i rispettivi abitanti
            posson vivere senza troppi problemi, tutto ciò
            che usano di importante lo producono o possono
            facilmente produrlo in
            casa.In un certo senso è già così per quanto riguarda i confini e l'immigrazione.Il problema è che nessuno stato è veramente autonomo,ma puoi sempre fare dei buoni accordi commerciali con i Paesi da cui dipedi.Poi c'è anche una piccola differenza , la Francia come la Spagna e l'UK hanno colonie in giro per il mondo.
            In Italia meno, in Germania meno. In UK non c'è
            rimasto che la city di Londra ecc. 'Somma un
            paese va guardato nel suo complesso e direi che
            dell'Europa la Francia, la Svezia e la Svizzera,
            ognuno con le sue peculiarità sian i paesi "più
            autonomi, affidabili, indipendenti" che ci sono.
            La Germania e l'Italia, per non parlare di altri
            "paesi minori" son indietro sotto molti aspetti
            in una simile
            classifica...La Svezia ha meno di 10 milioni di abitanti,idem la Svizzera,entrambe non è che siano famose per la produzione industriale ma per altri aspetti.Entrambi poi non vogliono l'ingresso di molti immigrati che turbi il loro delicato sistema economico.
          • xte scrive:
            Re: parole, parole, parole.....

            Il problema è che nessuno stato è veramente autonomoÈ argomento spinoso: se tutti siamo completamente autonomi le guerre son più facili, se tutti siamo completamente dipendenti pure. La soluzione migliore è essere abbastanza autonomi da non aver gravi problemi nell'ipotetico scenario di isolamento ma aver un commercio sviluppato con opportuna concorrenza...
            la Francia come la Spagna e l'UK hanno colonie in giro per il mondo.La Francia ok, ma spagna e UK han solo protettorati/accordi commerciali e dato il loro stato interno nello scenario di un conflitto non farei alcun affidamento su questi ultimi...
            La Svezia ha meno di 10 milioni di abitanti,
            idem la SvizzeraE questo non vuol forse dire il vecchio "poca brigata vita beata"? È forse una legge della natura che in molti paesi ci si debba riprodurre tanto? I contraccettivi non l'abbiam scoperti l'alXXXXXri...
            entrambe non è che siano famose per la produzione industrialeLa Svizzera certo, ma entrambe han un sistema industriale sviluppato, parecchio e parecchio più di tanti altri paesi, UK, Spagna, Olanda, Belgio, ecc inclusi. Pensa alla chimica farmaceutica Svizzera, all'industria meccanica e metallurgica svedese, all'industria degli armamenti di entrambi i paesi. Da noi si "sente poco" ma i motori Volvo, Saab non son stati granché indietro ai Fiat, Il Gripen della Saab non è certo l'Eurofighter ma fa il suo lavoro meglio di molti caccia USA, la RUAG pur poco nota da noi non è seconda a nessuno per armamenti non "giganti" ecc. Sono poco "in TV" ma ci sono.
            Entrambi poi non vogliono l'ingresso di molti immigratiLa Svizzera si, anche se nei fatti raccoglie eccome (non troverai uno spazzino o muratore svizzero se non cercando col lanternino), la Svezia ha sempre accolto, magari in silenzio, ma assai più dell'Italia... A parte questo da sempre gli immigrati non turbano il sistema economico, lo fan crescere, in genere pesando su alcune fasce deboli del paese accogliente se queste non san evolvere ed il loro paese non ha un sistema sociale adeguato ma l'economia ne beneficia eccome. Per capirci scordati frutta e verdura ai prezzi italici senza gli immigrati, scordati vini, servizi forestali ed edili, badanti, fattorini ecc senza gli immigrati. Questo oggi non va di moda farlo notare ma è un dato di fatto pubblico.
          • F Type scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            - Scritto da: xte
            È argomento spinoso: se tutti siamo
            completamente autonomi le guerre son più facili,
            se tutti siamo completamente dipendenti pure.se idealmente sei autonomo perché dovresti andare a rompere le scatole agli altri ? Tranne che per sottomettere gli altri e avere maggior potere non avrebbe senso.
            La soluzione migliore è essere abbastanza autonomi
            da non aver gravi problemi nell'ipotetico
            scenario di isolamento ma aver un commercio
            sviluppato con opportuna
            concorrenza...Questo sicuramente ma non puoi prevedere tutto da qui a 10 anni.
            La Francia ok, ma spagna e UK han solo
            protettorati/accordi commerciali e dato il loro
            stato interno nello scenario di un conflitto non
            farei alcun affidamento su questi
            ultimi...Perché tu sei così sicuro che in caso di conflitto una colonia francese in Africa si farebbe ammazzare per il suo padrone-oppressore ?In una epoca storica dove ogni anno non mancano rivendicazioni d'indipendenza ? Dove l'uomo bianco in quei luoghi viene visto come sfruttatore ?

            La Svezia ha meno di 10 milioni di abitanti,

            idem la Svizzera
            E questo non vuol forse dire il vecchio "poca
            brigata vita beata"? È forse una legge della
            natura che in molti paesi ci si debba riprodurre
            tanto? I contraccettivi non l'abbiam scoperti
            l'alXXXXXri...Cosa c'entra, i Paesi nordici sono poco abitati sia per dimensioni del territorio sia per condizioni climatiche non proprio favorevoli al genere umano. Poi parliamo di stati europei, mica di di quelli africani dove ancora si muore per mancanza d'acqua potabile.
            La Svizzera certo, ma entrambe han un sistema
            industriale sviluppato, parecchio e parecchio più
            di tanti altri paesi, UK, Spagna, Olanda, Belgio,
            ecc inclusi. Pensa alla chimica farmaceutica
            Svizzera, all'industria meccanica e metallurgica
            svedese, all'industria degli armamenti di
            entrambi i paesi. Da noi si "sente poco" ma i
            motori Volvo, Saab non son stati granché indietro
            ai Fiat, Il Gripen della Saab non è certo
            l'Eurofighter ma fa il suo lavoro meglio di molti
            caccia USA, la RUAG pur poco nota da noi non è
            seconda a nessuno per armamenti non "giganti"
            ecc. Sono poco "in TV" ma ci
            sono.La loro produzione industriale è in rapporto al loro numero di abitanti, servono molte meno fabbriche per sostenere 8 milioni di abitanti in Svezia, la Germania per esempio ha più di 80 milioni di abitanti e vive di esportazione.Poi non ho detto che essendo stati poco popolosi non abbiano avuto eccellenze, SCANIA per esempio è molto apprezzata nei trasporti per robustezza e affidabilità dei suoi mezzi e per operare spesso in condizioni climatiche proibitive. Idem Volvo, anche se in Euoropa non hanno una grande diffusione, anche SAAB che ha sempre avuto mani in pasta nel settore aeronautico non era da meno, ma nche la Nokia (certo quella di un tempo) ,giusto per fare qualche esempio.Però convieni con me che sia molto più facile amministrare uno stato di 8 milioni di abitanti che uno di 80, poi ci sono anche differenze sia dal punto di vista di pensiero sia di problemi che non hanno mai avuto.Vedi l'immigrazione, che problemi vuoi che abbia la Svezia vista la sua posizione geografica se la confronti con l'Italia che è il primo posto d'approdo ? Intanto che attraversano mezza Europa ce ne passa.Questo problema per esempio gli stati nordici non ce l'hanno.
            La Svizzera si, anche se nei fatti raccoglie
            eccome (non troverai uno spazzino o muratore
            svizzero se non cercando col lanternino), la
            Svezia ha sempre accolto, magari in silenzio, ma
            assai più dell'Italia...Eh ? Quello che arriva in Svezia sono una piccolissima parte di quello che arriva in Italia, tra l'altro loro possono benissmo rispedirli indietro o non farne entrare oltre un tot e lo fanno eh,non si fanno tanti problemi a riguardo.
            A parte questo da sempre
            gli immigrati non turbano il sistema economico,
            lo fan crescere, in genere pesando su alcune
            fasce deboli del paese accogliente se queste non
            san evolvere ed il loro paese non ha un sistema
            sociale adeguato ma l'economia ne beneficia
            eccome.Oh si che lo turbano, tanto che all'interno di una città nordica si sono create piccole cittadine interne fatte solo di immigrati dove neanche più la poliza ha il coraggio di entrare.Quello a cui tu fai riferimento è sfruttamento, per questo l'Europa spinge tanto sull'accoglienza che poi tranne qualche caso ricade unicamente sull'Italia visto che gli altri non li vogliono.
            Per capirci scordati frutta e verdura ai
            prezzi italici senza gli immigrati, scordati
            vini, servizi forestali ed edili, badanti,
            fattorini ecc senza gli immigrati. Questo oggi
            non va di moda farlo notare ma è un dato di fatto
            pubblico.Ma questo lo so benissimo,non mi sono mai bevuto la storiella dell'accoglienza perchè l'Italia o l'Europa è buona e cara.L'Italia li va anche a prende a qualche Km dalla costa africana perchè primo è diventato un business quello dell'accoglienza, secondo perchè fa comodo avere una massa di disperati che lavorano per 3 euro l'ora nei campi per 10 ore e a nero,i prezzi dei prodotti si abbassano,chi sta sopra guadagna di più, inoltre ottieni anche la compressione dei salari dei residenti verso il basso.L'Europa spinge molto sull'accoglienza ma quando si parla di ridistribuzione del flusso immigratorio c'è un fuggi fuggi generale,questo perchè in realtà nessuno li vuole.La Germania non si è presa un milione di profughi per questioni umanitarie, gli serviva manodopera a basso costo, ha fatto anche una bella selezione di chi entrava e cosa sapeva fare,infatti dopo ha chiuso.Peccato si guarda solo all'oggi, ma già ora il sistema sta scricchiolando, non puoi accogliere all'infinito senza avere conseguenze,singolare poi che la strada per aiutarli sia non quella di risolvere i problemi da loro ma quella di farli venire in Europa per poi sfruttarli, ma guai a dirlo in pubblico, si continua con la patetica recita del buonismo a tutti i costi.
          • xte scrive:
            Re: parole, parole, parole.....

            se idealmente sei autonomo perché dovresti
            andare a rompere le scatole agli altri ?Per avere di più, perché tutti vogliamo di più... Abbiam aranci e mele, ma ci piacciono gli ananas, il cocco ecc... È sempre stato così.
            Perché tu sei così sicuro che in caso di conflitto
            una colonia francese in Africa si farebbe ammazzare
            per il suo padrone-oppressore ?No certo, ho inteso rispondere al "Francia, Spagna e UK han colonie", IMVHO colonie ne ha solo la Francia di questi tre... Ad ogni modo le colonie non ti servono solo per carne da cannone ma anche per porto più o meno sicuro da usare come appoggio

            È forse una legge della natura che in

            molti paesi ci si debba riprodurre tanto?
            Cosa c'entra, i Paesi nordici sono poco
            abitati sia per dimensioni del territorio
            sia per condizioni climatiche Il motivo per cui oggi han una bassa densità di popolazione mi interessa poco, il punto è che in luoghi poco densi si vive meglio e possiamo anche noi esser meno densi nel tempo con opportune politiche di controllo delle nascite.
            Però convieni con me che sia molto più facile
            amministrare uno stato di 8 milioni di abitanti
            che uno di 80Certo, e trovo sia un'altra buona ragione per ridurre la densità di popolazione...
            Vedi l'immigrazione, che problemi vuoi che abbia
            la Svezia vista la sua posizione geograficaGuarda che numericamente accoglie ben più la Svezia, la Germania e la Francia che non l'Italia: un conto è la percezione del cittadino medio, un altro sono i numeri. Nella storia ed oggi Svezia, Germania e Francia han avuto assai più immigrazione che l'Italia, da dove anzi tanti transitano e tanti scappano.
            Oh si che lo turbano, tanto che all'interno di
            una città nordica si sono create piccole cittadine
            interne fatte solo di immigratiQuesto perché in alcuni paesi (tipo Olanda e in misura minore Germania) non si è spinto sull'integrazione ma su un fantomatico multiculturalismo, in altri come la Francia, non si è valutato che la libertà va insegnata a chi non l'ha mai avuta. Questo non è una conseguenza dell'immigrazione ma di gente che non vuole integrarsi o che non è fatta integrare.
            [...] gli serviva manodopera a basso costo,
            ha fatto anche una bella selezione [...]Questa è una classica storia, l'han fatto tutti, anche il Belgio o la Francia coi minatori, boscaioli, muratori italiani un tempo, gli USA, ... La differenza è che altri han scelto in base alla persona, l'Italia ha scelto solo di far massa per incassare 35/giorno a cranio lucrando su questi disperati. Anche qui non è l'immigrato ad aver scelto è il nostro paese ad essersi organizzato ad un certo modo. Non a caso l'Italia è il primatista al mondo delle mafie ed uno dei primatisti dell'occidente quanto a corruzione...
            [...] singolare poi che la strada per aiutarli
            sia non quella di risolvere i problemi da loro
            ma quella di farli venire in Europa per poi
            sfruttarli [...]Roosevelt ai tempi si oppose ad un'industria permanente degli armamenti in favore di un'industria capace di scalare, fallì. Le primavere arabe le han create in ambito inglese grazie ai social network ed a popolazioni, giovani, esasperate, con poco da perdere e prive di anticorpi contro corruzione e marketing, incapaci di esser libere perché mai han provato la libertà. Non si può risolvere problemi che si siano creati ad arte o sian spontanei da fuori, come dice un vecchio proverbio cinese non puoi dar da mangiare all'affamato, questo vorrà sempre di più, devi insegnargli a procurarsi il cibo, solo allora sarà indipendente e si starà tutti bene.
          • F Type scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            - Scritto da: xte

            se idealmente sei autonomo perché dovresti

            andare a rompere le scatole agli altri ?
            Per avere di più, perché tutti vogliamo di più...
            Abbiam aranci e mele, ma ci piacciono gli ananas,
            il cocco ecc... È sempre stato
            così.Non è che vaia fare la guerra per la frutta, puoi vivere benissmo con quella della tua zona.
            No certo, ho inteso rispondere al "Francia,
            Spagna e UK han colonie", IMVHO colonie ne ha
            solo la Francia di questi tre... Ad ogni modo le
            colonie non ti servono solo per carne da cannone
            ma anche per porto più o meno sicuro da usare
            come
            appoggioLe usi per sfruttarne le risorse,mica perchè sei un filantropo.
            Il motivo per cui oggi han una bassa densità di
            popolazione mi interessa poco, il punto è che in
            luoghi poco densi si vive meglio e possiamo anche
            noi esser meno densi nel tempo con opportune
            politiche di controllo delle
            nascite.Il si vive meglio è tutto relativo, i Paesi nordici sono tra i primi per suicidio in Europa
            Certo, e trovo sia un'altra buona ragione per
            ridurre la densità di
            popolazione...ah tranquillo, tra l'aumento del divario sociale e povertà in aumento questo è un buon metodo...
            Guarda che numericamente accoglie ben più la
            Svezia, la Germania e la Francia che non
            l'Italia: un conto è la percezione del cittadino
            medio, un altro sono i numeri. Nella storia ed
            oggi Svezia, Germania e Francia han avuto assai
            più immigrazione che l'Italia, da dove anzi tanti
            transitano e tanti
            scappano.La Francia non è che la puoi considerare più di tanto,visto che abbiamo detto che ha colonie, non è la percezione del cittadino.Se sbarcano in Italia 5000 immigrati, non è che ne rimangono 300 e gli altri vanno negli altri stati.
            Questo perché in alcuni paesi (tipo Olanda e in
            misura minore Germania) non

            si è spinto sull'integrazione ma su un
            fantomatico multiculturalismo, in altri come la
            Francia, non si è valutato che la libertà va
            insegnata a chi non l'ha mai avuta. Questo non è
            una conseguenza dell'immigrazione ma di gente che
            non vuole integrarsi o che non è fatta
            integrare.L'integrazione è una pura utopia, un afgano che arriva in Europa coem si può comportare ? Esattaemtne come era nel suo Paese, non vogliono l'integrazione vogliono portare un pezzo del loro Paese dove vanno, con le stesse regole ed infatti si vede per quanto riguarda educazione dei figli, la considerazione della donna,ecc.

            [...] gli serviva manodopera a basso costo,

            ha fatto anche una bella selezione [...]
            Questa è una classica storia, l'han fatto tutti,
            anche il Belgio o la Francia coi minatori,
            boscaioli, muratori italiani un tempo, gli USA,Gli stati sopra l'italia possono rispedire indietr se c'è qualcosa che non gli va, L'italia a chi li rispedisce, li rigetta in mare ?
            ... La differenza è che altri han scelto in base
            alla persona, l'Italia ha scelto solo di far
            massa per incassare 35/giorno a cranio lucrando
            su questi disperati. Anche qui non è l'immigrato
            ad aver scelto è il nostro paese ad essersi
            organizzato ad un certo modo. Non a caso l'Italia
            è il primatista al mondo delle mafie ed uno dei
            primatisti dell'occidente quanto a
            corruzione...L'Italia non può scegliere, non può rigettarli in mare,questa è la differenza. Gli altri stati si passano solo la patata bollente, se fosse come dici tu dovrebbe essere solo l'italia a spiengere per l'accoglienza, perchè è un amntra anche dell'Europa ?Si primatista di corruzione, come il ministro tedesco gli stessi discorsi ,salvo poi uscire fuori che era corrotto :D

            [...] singolare poi che la strada per
            aiutarli

            sia non quella di risolvere i problemi da
            loro


            ma quella di farli venire in Europa per poi

            sfruttarli [...]
            Roosevelt ai tempi si oppose ad un'industria
            permanente degli armamenti in favore di
            un'industria capace di scalare, fallì. Le
            primavere arabe le han

            create in ambito inglese grazie ai social network
            ed a popolazioni, giovani, esasperate, con poco
            da perdere e prive di anticorpi contro corruzione
            e marketing, incapaci di esser libere perché mai
            han provato la libertà. Non si può risolvere
            problemi che si siano creati ad arte o sian
            spontanei da fuori, come dice un vecchio
            proverbio cinese non puoi dar da mangiare
            all'affamato, questo vorrà sempre di più, devi
            insegnargli a procurarsi il cibo, solo allora
            sarà indipendente e si starà tutti
            bene.E ti sei mai chiesto perchè non si fa, ti sei mai chiesto perchè l'Europa non interviene o lo fa solo a parole ?Perchè è troppo comodo che questi vengano in Europa e li sfrutti per 2 soldi,non li devi neanche andare a prendere,sono loro a venire da te.
      • 1a9f7aa3274 scrive:
        Re: parole, parole, parole.....
        Ma non è vero. Fai l'esempio di Volkswagen e fai finta di non sapere che ci sono anche aziende come Bosch controllate da fondazioni senza fini di lucro che distribuiscono quasi tutti gli utili tra ricerca e beneficenza. Fai finta di non sapere che ci sono migliaia di aziende private che fanno investimenti in ricerca ed sviluppo. La differenza non la vedi quando guardi l'intero sistema.Guarda gli investimenti in ricerca ed sviluppo a livello paese. Confronta Germania e Italia e spara meno XXXXXXX.http://data.worldbank.org/indicator/GB.XPD.RSDV.GD.ZS
    • iRoby scrive:
      Re: parole, parole, parole.....
      I tedeschi stanno nascondendo i disoccupati.Con lavoretti sociali sottopagati al limite dello sfruttamento, che bisogna accettare per non perdere i contributi.In questo modo non risultano come disoccupati. Ma non puoi neppure chiamarli "lavori"...
      • ... iRoby sei un coglione ... scrive:
        Re: parole, parole, parole.....
        Cosa parli a fare che non sai un XXXXX della germania ?
        • iRoby scrive:
          Re: parole, parole, parole.....
          Ci vado ogni anno e parlo con la gente che conta. I ricchi imprenditori che hanno auto da corsa.Tra un progetto di uno scarico e una cena insieme, mi descrivono molte cose interessanti.Quelle che le agenzie di stampa non dicono...
          • ... ... scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            - Scritto da: iRoby
            Ci vado ogni anno e parlo con la gente che conta.
            I ricchi imprenditori che hanno auto da
            corsa.
            Tra un progetto di uno scarico e una cena
            insieme, mi descrivono molte cose
            interessanti.
            Quelle che le agenzie di stampa non dicono...Indipendentemente al fatto che io non credo ad una solo parola che hai scritto , continui a non sapere un XXXXX della Germania.
          • iRoby scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            Ne sai tanto tu, al punto da volerci erudire?
          • maxsix scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            - Scritto da: iRoby
            Ne sai tanto tu, al punto da volerci erudire?Lui non so, io si.Cosa vuoi sapere?Dove andare a puttane (che ti farebbe assai bene, beninteso) con i 20 euro del fuddaro?
          • iRoby scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            Ma quante XXXXXXX scrivete? Non siete mai stufi?
          • ... scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            - Scritto da: iRoby
            Ma quante XXXXXXX scrivete?
            Non siete mai stufi?Lui non so , tu sicuramente , qui un esempio :http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4383428&m=4383569#p4383569
          • iRoby scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            Ecco qui un articolo che spiega meglio cosa voglio dire:http://www.webnews.it/2008/08/25/iphone-pagati-per-mettersi-in-coda/
          • Panda Rossa scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            «Come parte di una campagna di marketing in vista del lancio del nuovo modello cellulare di Apple in Polonia, il più grande operatore mobile del paese, <b
            Orange, ha pagato decine di attori </b
            perché si mettessero in fila davanti ai negozi»Ha fatto tutto Orange .... in Polonia, Apple non c'entra un XXXXX ed il link al tuo "intelligente" e non sfigato intervento resta una XXXXXXX come da me scritto in precedenza. :-o
          • iRoby scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            La tua mamma non ha colpe? Ma sarai contento! Così puoi ancora ammirarne i seni grandi ed abbeverarti alle sue elargizioni di doni elettronici in alluminio spazzolato.
          • Clio Blu scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            Non c'è da essere contenti o scontenti, c'è solo da far notare a tutti che hai postato una notizia di 9 anni fa senza leggerla per cercare di far passare la tua idiotica tesi. Ti è andata male e adesso ti brucia abbestiaNient'altro
          • iRoby scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            Questo è 2015.http://news.leonardo.it/guadagna-1-000-dollari-per-far-la-fila/Anche questo.http://www.theapplelounge.com/iphone/la-fila-per-iphone-6s-fuori-dallapple-store-di-berlino/
          • Panda Rossa scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            Dimenticavo la tua disonestá nel mettere un link ad una notizia di <b
            9 anni fa </b
            . </u
          • F Type scrive:
            Re: parole, parole, parole.....
            - Scritto da: ... ...
            Indipendentemente al fatto che io non credo ad
            una solo parola che hai scritto , continui a non
            sapere un XXXXX della
            Germania.Dpvrebbero credere a te su quali basi ?Alle 2 stupidaggini che ti dicono in tv per tenerti buono ? LOL :D
  • F Type scrive:
    i Robot
    Ma come, l'automazione non doveva portare più lavoro ? :DOra si dice l'esatto contrario,anzi,addirittura vengono intaccate le professioni d'impiegati d'ufficio e programmatori ?Gli stessi programmatori che qualcuno qui diceva che ci si poteva riconvertire dopo aver perso il lavoro precedente perché sostituiti dalle macchine ?Quindi alla fine avevano torto gli ottimisti inguaribili.Ma d'altronde non poteva essere diversamente, la macchina non ha sentimenti,non conosce fatica, non ha bisogno di ferie, stipendio,non si ammala,non sciopera, fa il suo lavoro 24h, in pratica quello che vorrebbe ogni singolo imprenditore su questo pianeta.Per quanto riguarda la generazione "inutile" ,quella che adesso sta studiando e che probabilmente tra 10-15 anni si ritroverà senza un lavoro, e saranno in parecchi, come si affronterà la cosa ?Perché a meno di una società profondamente diversa da com'è oggi ci sarebbe un piccolo problemino di ordine sociale in futuro.Non stiamo andando verso un mondo dove il lavoro e il denaro non servono più,anzi, stiamo spingendo nella stessa direzione fregandocene delle conseguenze, anzichè cambiare il modello attuale lo stiamo portando all'estremo.E poi oggi in politica si parla di sciocchezze quando ci si riferisce al reddito di cittadinanza ? :DSi ritorna al vecchio paradosso, se in futuro il lavoro sarà sempre meno perchè automazione e intelligenza artificiale occuperanno quasi ogni settore cosa farà la gente ? Come camperà ?Una volta finiti tutti i risparmi di una vita chi comprerà le tonnellate di merci prodotte dai robot se solo pochissimi se le potranno permettere ?Si profila un mondo simile ad Elysium, gli ingredienti ci sono tutti.
    • maxsix scrive:
      Re: i Robot
      - Scritto da: F TypeToh eccoti con le tue coglionate.Mi stavo preoccupando...
      Ma come, l'automazione non doveva portare più
      lavoro ?
      :D
      Nessuno l'ha mai detto, tutti hanno sempre parlato di una qualità del lavoro superiore. Ovvero l'uomo avrebbe trattato la parte qualitativa (in cui va sommata la gestione) della filiera e non la quantitativa.E cassandra nel suo piccolo esempio qui:Cassandra lavorava a fine anni '80 in una importante industria meccanica italiana. C'erano 2100 operai e 700 impiegati. C'è tornata 20 anni dopo: produzione circa raddoppiata, 400 operai e 3000 impiegati.Ti da una mazzata in testa, fatti i conti e vedrai che l'occupazione totale è aumentata.Confermo i dati anche con i miei clienti.
      Ora si dice l'esatto contrario,anzi,addirittura
      vengono intaccate le professioni d'impiegati
      d'ufficio e programmatori
      ?No, vengono intaccate le professioni improduttive. Intendo quelle professioni nate e cresciute per mantenere lo status quo. Per esempio i responsabili IT e i famosi menacacciavite a raffica.E tutti quelli che ruotano intorno a questo tipo di "servizio".

      Gli stessi programmatori che qualcuno qui diceva
      che ci si poteva riconvertire dopo aver perso il
      lavoro precedente perché sostituiti dalle
      macchine
      ?
      I programmatori oggi sono ricercatissimi, se li rubano azienda per azienda a suon di ponti d'oro.Ma non sono i programmatori cantinari del C++ e del modifica il kernel di quel XXXXX di OS.Sono programmatori PLC, che è tutto un altro mestiere.
      Quindi alla fine avevano torto gli ottimisti
      inguaribili.
      Assolutamente.Gli ottimisti dicevano a suo tempo che si doveva ripensare il proprio mestiere nell'ottica della robotizzazione per cavalcare l'onda. Chi l'ha fatto oggi gode come un riccio.Chi è rimasto attaccato al bandone 11 years old [cit.] e ancora venera il CD di installazione o la chiavetta è spacciato e destinato a zappa e vanga.O al mocio vileda.
      Ma d'altronde non poteva essere diversamente, la
      macchina non ha sentimenti,non conosce fatica,
      non ha bisogno di ferie, stipendio,non si
      ammala,non sciopera, fa il suo lavoro 24h, in
      pratica quello che vorrebbe ogni singolo
      imprenditore su questo
      pianeta.
      Certamente, ma ogni imprenditore sa che le macchine per muoversi hanno bisogno di chi le fa muovere, di chi le manutenziona, di chi fa i programmi di lavoro e i lanci di produzione.E di chi le attrezza a seconda delle lavorazioni necessarie.
      Per quanto riguarda la generazione "inutile"
      ,quella che adesso sta studiando e che
      probabilmente tra 10-15 anni si ritroverà senza
      un lavoro, e saranno in parecchi, come si
      affronterà la cosa
      ?Nono, la generazione inutile è proprio questa. La tua, fatta di bandoni e di rimpianti, di pacche sulla spalla ricordando i tempi gloriosi che furono.E non pensano invece ai figli che verranno.
      Perché a meno di una società profondamente
      diversa da com'è oggi ci sarebbe un piccolo
      problemino di ordine sociale in
      futuro.
      Certamente a meno che non iniziamo a considerare i robot come forza lavoro vera e propria.E quindi il lavoro robotizzato contribuisca alla fiscalità generale.Proposta fatta da........ XXXXX XXXXX, Bill Gates.
      Non stiamo andando verso un mondo dove il lavoro
      e il denaro non servono più,anzi, stiamo
      spingendo nella stessa direzione fregandocene
      delle conseguenze, anzichè cambiare il modello
      attuale lo stiamo portando
      all'estremo.
      E quindi?Hai paura codardo?Non serve.
      E poi oggi in politica si parla di sciocchezze
      quando ci si riferisce al reddito di cittadinanza
      ?
      :D
      Certo che è una sciocchezza.Quella XXXXXXXta firmata M5S fa schifo solo al pensiero.Va dato LAVORO, va ELEVATA LA QUALITA' DEL LAVORO. Non va tolto l'unico aspetto qualificante per l'essere umano, altrimenti ci ritroveremo una massa di zombie per strada senza uno scopo nella vita e con qualche carta da 100 euro in tasca mangiata in brevissimo tempo dall'inflazione.
      Si ritorna al vecchio paradosso, se in futuro il
      lavoro sarà sempre meno perchè automazione e
      intelligenza artificiale occuperanno quasi ogni
      settore cosa farà la gente ? Come camperà
      ?Camperà controllando. Camperà costruendo e usando gli spazi ancora enormi che mancano su questa terra. E poi emigreremo.

      Una volta finiti tutti i risparmi di una vita chi
      comprerà le tonnellate di merci prodotte dai
      robot se solo pochissimi se le potranno
      permettere
      ?
      Se hanno una mela dietro poi eh....
      Si profila un mondo simile ad Elysium, gli
      ingredienti ci sono
      tutti.Per la gente che crede che le scie chimiche esistano e le vaccinazioni fanno male, sicuramente.E digli al tuo amico unto e bisunto con i braccialetti che vada a farsi una doccia.Puzza che non se ne può veramente più.
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: i Robot
        - Scritto da: maxsix
        - Scritto da: F Type

        Toh eccoti con le tue coglionate.
        Mi stavo preoccupando...


        Ma come, l'automazione non doveva portare più

        lavoro ?

        :D


        Nessuno l'ha mai detto, tutti hanno sempre
        parlato di una qualità del lavoro superiore.
        Ovvero l'uomo avrebbe trattato la parte
        qualitativa (in cui va sommata la gestione) della
        filiera e non la
        quantitativa.

        E cassandra nel suo piccolo esempio qui:
        Cassandra lavorava a fine anni '80 in una
        importante industria meccanica italiana. C'erano
        2100 operai e 700 impiegati. C'è tornata 20 anni
        dopo: produzione circa raddoppiata, 400 operai e
        3000
        impiegati.

        Ti da una mazzata in testa, fatti i conti e
        vedrai che l'occupazione totale è
        aumentata.
        Confermo i dati anche con i miei clienti.


        Ora si dice l'esatto
        contrario,anzi,addirittura

        vengono intaccate le professioni d'impiegati

        d'ufficio e programmatori

        ?

        No, vengono intaccate le professioni
        improduttive. Intendo quelle professioni nate e
        cresciute per mantenere lo status quo. Per
        esempio i responsabili IT e i famosi
        menacacciavite a
        raffica.
        E tutti quelli che ruotano intorno a questo tipo
        di
        "servizio".




        Gli stessi programmatori che qualcuno qui
        diceva

        che ci si poteva riconvertire dopo aver
        perso
        il

        lavoro precedente perché sostituiti dalle

        macchine

        ?


        I programmatori oggi sono ricercatissimi, se li
        rubano azienda per azienda a suon di ponti
        d'oro.
        Ma non sono i programmatori cantinari del C++ e
        del modifica il kernel di quel XXXXX di
        OS.
        Sono programmatori PLC, che è tutto un altro
        mestiere.


        Quindi alla fine avevano torto gli ottimisti

        inguaribili.


        Assolutamente.
        Gli ottimisti dicevano a suo tempo che si doveva
        ripensare il proprio mestiere nell'ottica della
        robotizzazione per cavalcare l'onda. Chi l'ha
        fatto oggi gode come un
        riccio.
        Chi è rimasto attaccato al bandone 11 years old
        [cit.] e ancora venera il CD di installazione o
        la chiavetta è spacciato e destinato a zappa e
        vanga.
        O al mocio vileda.


        Ma d'altronde non poteva essere
        diversamente,
        la

        macchina non ha sentimenti,non conosce
        fatica,

        non ha bisogno di ferie, stipendio,non si

        ammala,non sciopera, fa il suo lavoro 24h, in

        pratica quello che vorrebbe ogni singolo

        imprenditore su questo

        pianeta.


        Certamente, ma ogni imprenditore sa che le
        macchine per muoversi hanno bisogno di chi le fa
        muovere, di chi le manutenziona, di chi fa i
        programmi di lavoro e i lanci di
        produzione.
        E di chi le attrezza a seconda delle lavorazioni
        necessarie.


        Per quanto riguarda la generazione "inutile"

        ,quella che adesso sta studiando e che

        probabilmente tra 10-15 anni si ritroverà
        senza

        un lavoro, e saranno in parecchi, come si

        affronterà la cosa

        ?

        Nono, la generazione inutile è proprio questa. La
        tua, fatta di bandoni e di rimpianti, di pacche
        sulla spalla ricordando i tempi gloriosi che
        furono.
        E non pensano invece ai figli che verranno.



        Perché a meno di una società profondamente

        diversa da com'è oggi ci sarebbe un piccolo

        problemino di ordine sociale in

        futuro.



        Certamente a meno che non iniziamo a considerare
        i robot come forza lavoro vera e
        propria.
        E quindi il lavoro robotizzato contribuisca alla
        fiscalità
        generale.

        Proposta fatta da........ XXXXX XXXXX, Bill Gates.



        Non stiamo andando verso un mondo dove il
        lavoro

        e il denaro non servono più,anzi, stiamo

        spingendo nella stessa direzione fregandocene

        delle conseguenze, anzichè cambiare il
        modello

        attuale lo stiamo portando

        all'estremo.



        E quindi?
        Hai paura codardo?
        Non serve.


        E poi oggi in politica si parla di
        sciocchezze

        quando ci si riferisce al reddito di
        cittadinanza

        ?

        :D


        Certo che è una sciocchezza.
        Quella XXXXXXXta firmata M5S fa schifo solo al
        pensiero.

        Va dato LAVORO, va ELEVATA LA QUALITA' DEL
        LAVORO. Non va tolto l'unico aspetto qualificante
        per l'essere umano, altrimenti ci ritroveremo una
        massa di zombie per strada senza uno scopo nella
        vita e con qualche carta da 100 euro in tasca
        mangiata in brevissimo tempo
        dall'inflazione.


        Si ritorna al vecchio paradosso, se in
        futuro
        il

        lavoro sarà sempre meno perchè automazione e

        intelligenza artificiale occuperanno quasi
        ogni

        settore cosa farà la gente ? Come camperà

        ?

        Camperà controllando. Camperà costruendo e usando
        gli spazi ancora enormi che mancano su questa
        terra. E poi
        emigreremo.




        Una volta finiti tutti i risparmi di una
        vita
        chi

        comprerà le tonnellate di merci prodotte dai

        robot se solo pochissimi se le potranno

        permettere

        ?


        Se hanno una mela dietro poi eh....


        Si profila un mondo simile ad Elysium, gli

        ingredienti ci sono

        tutti.

        Per la gente che crede che le scie chimiche
        esistano e le vaccinazioni fanno male,
        sicuramente.
        E digli al tuo amico unto e bisunto con i
        braccialetti che vada a farsi una
        doccia.
        Puzza che non se ne può veramente più.Vedo che le sostanze che ti hanno iniettato in testa alla CIMET, negli anni ott'anta, oggi danno i loro effetti(demenziali).M tantè che da massimino ci asèettiamo questo ed altro! (rotfl)
        • maxsix scrive:
          Re: i Robot
          [cut]


          Vedo che le sostanze che ti hanno iniettato in
          testa alla CIMET, negli anni ott'anta, oggi danno
          i loro
          effetti(demenziali).

          M tantè che da massimino ci asèettiamo questo ed
          altro!
          (rotfl)Amico mio, ti ricordo che da quando hai scritto che le ragazze che hanno un iPhone (o un top di gamma qualunque) sono tutte puttane le tue opinioni su qualunque argomento e su chiunque sono spazzatura.Come la persona che le ha scritte, ovvero tu.Ritorna nel cassonetto da dove sei saltato fuori.
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: i Robot
            - Scritto da: maxsix
            [cut]





            Vedo che le sostanze che ti hanno iniettato
            in

            testa alla CIMET, negli anni ott'anta, oggi
            danno

            i loro

            effetti(demenziali).



            M tantè che da massimino ci asèettiamo
            questo
            ed

            altro!

            (rotfl)

            Amico mio, ti ricordo che da quando hai scritto
            che le ragazze che hanno un iPhone (o un top di
            gamma qualunque) sono tutte puttane le tue
            opinioni su qualunque argomento e su chiunque
            sono
            spazzatura.

            Come la persona che le ha scritte, ovvero tu.

            Ritorna nel cassonetto da dove sei saltato fuori.Non ho scritto che sono puttane, ma che la danno pure per una ricarica da venti . E mi è già nota la cosa, la verità ferisce più di una fucilata nel XXXX, purtroppo lo so.Ma non vedo che problemi avresti tu visto che sei pederasta? :O
          • maxsix scrive:
            Re: i Robot
            - Scritto da: Il Fuddaro
            - Scritto da: maxsix

            [cut]








            Vedo che le sostanze che ti hanno iniettato

            in


            testa alla CIMET, negli anni ott'anta, oggi

            danno


            i loro


            effetti(demenziali).





            M tantè che da massimino ci asèettiamo

            questo

            ed


            altro!


            (rotfl)



            Amico mio, ti ricordo che da quando hai scritto

            che le ragazze che hanno un iPhone (o un top di

            gamma qualunque) sono tutte puttane le tue

            opinioni su qualunque argomento e su chiunque

            sono

            spazzatura.



            Come la persona che le ha scritte, ovvero tu.



            Ritorna nel cassonetto da dove sei saltato
            fuori.


            Non ho scritto che sono puttane, ma che la danno
            pure per una ricarica da venti .Bene quindi confermi il mercimonio addirittura per una ricarica da venti euri.
            E mi è già nota
            la cosa, la verità ferisce più di una fucilata
            nel XXXX, purtroppo lo
            so.
            Che ti sia nota lo sappiamo, e ti avevo esposto anche le motivazioni.
            Ma non vedo che problemi avresti tu visto che sei
            pederasta?
            :OIo di problemi non ne ho, e se ne avessi non vorrei averne come i tuoi.Che sono grossi.Molto.Quindi rimetti la testa nell'immondizia ora. Che è li il suo posto.
      • F Type scrive:
        Re: i Robot
        - Scritto da: maxsix
        Toh eccoti con le tue coglionate.
        Mi stavo preoccupando...Eccoti idiotino, sapevo che rispondevi :D
        Nessuno l'ha mai detto, tutti hanno sempre
        parlato di una qualità del lavoro superiore.
        Ovvero l'uomo avrebbe trattato la parte
        qualitativa (in cui va sommata la gestione) della
        filiera e non la
        quantitativa.Nessuno l'ha mai detto ? (rotfl)
        E cassandra nel suo piccolo esempio qui:
        Cassandra lavorava a fine anni '80 in una
        importante industria meccanica italiana. C'erano
        2100 operai e 700 impiegati. C'è tornata 20 anni
        dopo: produzione circa raddoppiata, 400 operai e
        3000
        impiegati.Peccato che sopra dice che gli impiegati saranno destinati ad essere sostituiti :D
        Ti da una mazzata in testa, fatti i conti e
        vedrai che l'occupazione totale è
        aumentata.
        Confermo i dati anche con i miei clienti.Quale mazzata,quella in cui dice che persino programmatori ed impiegati perderanno il loro lavoro ? :D
        No, vengono intaccate le professioni
        improduttive. Intendo quelle professioni nate e
        cresciute per mantenere lo status quo. Per
        esempio i responsabili IT e i famosi
        menacacciavite a
        raffica.
        E tutti quelli che ruotano intorno a questo tipo
        di
        "servizio".Quindi un impiegato d'ufficio e un programmatore non è produttivo ? :D
        I programmatori oggi sono ricercatissimi, se li
        rubano azienda per azienda a suon di ponti
        d'oro.Oggi, ma come viene detto nell'articolo in futuro lo saranno sempre meno.
        Ma non sono i programmatori cantinari del C++ e
        del modifica il kernel di quel XXXXX di
        OS.Invidia eh :D
        Sono programmatori PLC, che è tutto un altro
        mestiere.Il mestiere è sempre quello del programmatore,anche quello verrà sostituito.
        Assolutamente.Ma ssolutamente si o assolutamente no ? :D
        Gli ottimisti dicevano a suo tempo che si doveva
        ripensare il proprio mestiere nell'ottica della
        robotizzazione per cavalcare l'onda. Chi l'ha
        fatto oggi gode come un
        riccio.Ma neanche per sogno, qui c'era gente che diceva che l'automazione avrebbe portato ulteriori posti di lavoro, per chè serviva chi progettava i robot, chi li programmava,manutenzione,ecc
        Chi è rimasto attaccato al bandone 11 years oldMr incompetenza (rotfl)
        [cit.] e ancora venera il CD di installazione o
        la chiavetta è spacciato e destinato a zappa e
        vanga.Veramente uso l'installazione via rete o al massimo la iso montata :DEhm no, io non ne ho bisogno, per me è un piacevole hobby, guadagno senza muovere un dito ;)Comuqnue tu puoi continuare a zappare la terra se non piove li eh :DOppure questa è la pausa ? :D
        Certamente, ma ogni imprenditore sa che le
        macchine per muoversi hanno bisogno di chi le fa
        muovere, di chi le manutenziona, di chi fa i
        programmi di lavoro e i lanci di
        produzione.
        E di chi le attrezza a seconda delle lavorazioni
        necessarie.Ma hai letto l'articolo almeno ? :DSono tutte cose che puoi fare ora, ma in futuro lo faranno altre macchine al tuo posto ;)
        Nono, la generazione inutile è proprio questa. La
        tua, fatta di bandoni e di rimpianti, di pacche
        sulla spalla ricordando i tempi gloriosi che
        furono.
        E non pensano invece ai figli che verranno.La tua è fatta d'ignoranza lo sai si ? :DMa dimmi al tuo figlioccio cosa gli racconti ? Aahahhah :D
        Certamente a meno che non iniziamo a considerare
        i robot come forza lavoro vera e
        propria.
        E quindi il lavoro robotizzato contribuisca alla
        fiscalità
        generale.

        Proposta fatta da........ XXXXX XXXXX, Bill Gates.E tu magari gli credi pure :DI super ricchi che rappresentano l'1% della popolazione mondiale non voglionon pagare neanche un solo Euro per le tasse, credi che si autotasserebbero (perchè le macchine sono le loro eh) per poi girare questo denaro al resto del pianeta gratis ? LOL :D
        E quindi?
        Hai paura codardo?
        Non serve.A me non tange, io mi ci troverò a vecchiaia inoltrata, tuo figlio sin dall'inizio, dovresti preoccuparti eccome :D
        Certo che è una sciocchezza.
        Quella XXXXXXXta firmata M5S fa schifo solo al
        pensiero.Invece il PD che non ammette neanche alla lontana qualcosa del genere è meglio vero ? :D
        Va dato LAVORO, va ELEVATA LA QUALITA' DEL
        LAVORO. Non va tolto l'unico aspetto qualificante
        per l'essere umano, altrimenti ci ritroveremo una
        massa di zombie per strada senza uno scopo nella
        vita e con qualche carta da 100 euro in tasca
        mangiata in brevissimo tempo
        dall'inflazione.Di quale lavoro parli, visto che sarà soppiantato da AI e automazione ?Poi ti sbagli e di grosso, il lavoro non è un aspetto qualificante per un essere umano. La gente va a lavorare per essere autonoma,per vivere, non perché un giorno si sveglia e non sa cosa fare, inoltre se vuoi stare all'interno di una società è l'unico modo legale di campare.La massa di zombie che tu dici in quel caso è più pericolosa per un altro aspetto, se una parte della giornata non lavori avrai più tempo per pensare, magari dal punto di vista poltico, di quello che ti succede intorno, la gente potrebbe chiedere ed ottenere molto di più rispetto ad oggi.
        Camperà controllando. Camperà costruendo e usando
        gli spazi ancora enormi che mancano su questa
        terra. E poi
        emigreremo.Controllando cosa ? Non puoi costruire all'infinito, inoltre chi compra la tua merce se gli altri non hanno i soldi ?Gli spazi enormi che ci sono su questa terra ? E dove sarebbero ?Emigreremo dove,su Marte ,nello spazio ? :D
        Se hanno una mela dietro poi eh....Aahahah :D
        Per la gente che crede che le scie chimiche
        esistano e le vaccinazioni fanno male,
        sicuramente.Dismostra il contrario, ah già non puoi ;)
        E digli al tuo amico unto e bisunto con i
        braccialetti che vada a farsi una
        doccia.
        Puzza che non se ne può veramente più.E vai a farti la doccia no, dopo che hai zappato la terrà per tutta la giornata :D
      • xte scrive:
        Re: i Robot

        I programmatori oggi sono ricercatissimiScusa ma rido: se vuoi una versione "reale" i pochi programmatori di un certo livello son disperatamente cercati, insieme ai tecnici capaci di ogni settore dove tra riforme scolastiche ed eliminazione di cosine come l'affiancamento non ce n'è più. Ma qui non si parla di massa, ma di élites, sempre più ridotte tra l'altro.Nell'IT posso dirti di più: qui (Sophia Antipolis) sono in molti "seccati" (per essere politicamente corretti) che player storici abbian lasciato il Technopole per andare in Romania&c. Cosa avvenuta anche per nomi di un certo livello come NVidia che cercano manodopera a basso costo, ovvero più code monkeys che altro tenendosi con comodi e ben pagati lavori da remoto quei pochi che scrivono i loro fw, scrivono il loro ferro ecc.
        • uno che non crede alle balle. scrive:
          Re: i Robot
          - Scritto da: xte

          I programmatori oggi sono ricercatissimi
          Scusa ma rido: se vuoi una versione "reale" i
          pochi programmatori di un certo livello son
          disperatamente cercati, insieme ai tecnici capaci
          di ogni settore dove tra riforme scolastiche ed
          eliminazione di cosine come l'affiancamento non
          ce n'è più. Ma qui non si parla di massa, ma di
          élites, sempre più ridotte tra
          l'altro.

          Nell'IT posso dirti di più: qui (Sophia
          Antipolis) sono in molti "seccati" (per essere
          politicamente corretti) che player storici abbian
          lasciato il Technopole per andare in Romania&c.
          Cosa avvenuta anche per nomi di un certo livello
          come NVidia che cercano manodopera a basso costo,
          ovvero più code monkeys che altro tenendosi con
          comodi e ben pagati lavori da remoto quei pochi
          che scrivono i loro fw, scrivono il loro ferro
          ecc.Penso che quella persona che afferma tali idiozie viva in un Mondo tutto suo.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: i Robot
        Cose simili al reddito di cittadinanza, ci sono anche in altri paesi europei.
        • uno che non crede alle balle. scrive:
          Re: i Robot
          - Scritto da: Sg@bbio
          Cose simili al reddito di cittadinanza, ci sono
          anche in altri paesi
          europei.In Italia se dovessero dare il RDC, i maggiori beneficiari saranno gli stranieri, sempre alla faccia della povera gente italiota.
      • nome cognome scrive:
        Re: i Robot
        - Scritto da: maxsix
        Ma non sono i programmatori cantinari del C++ e
        del modifica il kernel di quel XXXXX di
        OS.
        Sono programmatori PLC, che è tutto un altro
        mestiere.in poche parole gli scriptari
    • direfare scrive:
      Re: i Robot
      Direi che hai una visione molto più ampia della media.La politica dovrebbe prevedere con largo anticipo questi cambiamenti e modificare gli orientamenti scolastici (e non solo) di conseguenza.Ma stai parlando di un Paese che non esiste.Il politico dovrebbe essere guidato dai cittadini nel realizzare ciò che i cittadini stessi, adeguatamente informati dai media neutrali, vogliono per il loro futuro.Il politico lasciato a se stesso è un bambino dell'asilo intelligente con desideri da bambino dell'asilo, che quindi guarda solo al suo potere personale e (quando va bene) del suo partito, e realizza qualcosa solo se va in quella direzione, non certo pensando al bene di tutti i cittadini.Come dicevo, parli di un Paese che non esiste.
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: i Robot
        - Scritto da: direfare
        Direi che hai una visione molto più ampia della
        media.
        La politica dovrebbe prevedere con largo
        anticipo questi cambiamenti e modificare gli
        orientamenti scolastici (e non solo) di
        conseguenza.

        Ma stai parlando di un Paese che non esiste.
        Il politico dovrebbe essere guidato dai cittadini
        nel realizzare ciò che i cittadini stessi,
        adeguatamente informati dai media neutrali,
        vogliono per il loro
        futuro.
        Il politico lasciato a se stesso è un bambino
        dell'asilo intelligente con desideri da bambino
        dell'asilo, che quindi guarda solo al suo potere
        personale e (quando va bene) del suo partito, e
        realizza qualcosa solo se va in quella direzione,
        non certo pensando al bene di tutti i
        cittadini.

        Come dicevo, parli di un Paese che non esiste.Il Paese dei maxsix e company. :( Che tra laltro credono che i problemi che gli si ficcano giorno dopo giorno nel suo deretano dipendano tutti da persone che predicano la concretezza invece che alle 'moderne' nullità.
        • iRoby scrive:
          Re: i Robot
          Parli di quelli che lavorano al limite dello stress per soddisfare la stressante ambizione dello stressante shopping di oggetti inutili per una vita stressata?
          • ... ... scrive:
            Re: i Robot
            .... ma infatti, 'sta gente cretina che si stressa a cercare su siti cinesi delle giacche mal taroccate solo per poter apparire io proprio non la capisco.
          • iRoby scrive:
            Re: i Robot
            Guarda l'unica cosa che mi stressa è avere a che fare con gente stressata.Se non dovessi averci a che fare non mi stresserebbe più di tanto.Quindi lo stress è esogeno...
          • .... ... scrive:
            Re: i Robot
            Se ti senti stressato puoi sempre levarti dai XXXXXXXX.
          • iRoby scrive:
            Re: i Robot
            Aphex, non ti eri tolto tu dai XXXXXXXX?Se mi tolgo io dai XXXXXXXX, tu avrai sempre qualche altro Apple hater da attaccare...Il fanatismo religioso è una brutta bestia. E prende molte persone, sole e povere di spirito...
          • ... ... scrive:
            Re: i Robot
            - Scritto da: iRoby
            Aphex, non ti eri tolto tu dai XXXXXXXX?
            Te lo sei fumato del tutto quel poco di cervello che avevi. 8)Fatti un favore ....http://www.armeriafrinchillucci.com/showroom/Le-Armi.html
        • maxsix scrive:
          Re: i Robot
          - Scritto da: Il Fuddaro
          - Scritto da: direfare

          Direi che hai una visione molto più ampia della

          media.

          La politica dovrebbe <b
          prevedere </b
          con largo

          anticipo questi cambiamenti e modificare gli

          orientamenti scolastici (e non solo) di

          conseguenza.



          Ma stai parlando di un Paese che non esiste.

          Il politico dovrebbe essere guidato dai
          cittadini

          nel realizzare ciò che i cittadini stessi,

          adeguatamente informati dai media neutrali,

          vogliono per il loro

          futuro.

          Il politico lasciato a se stesso è un bambino

          dell'asilo intelligente con desideri da bambino

          dell'asilo, che quindi guarda solo al suo potere

          personale e (quando va bene) del suo partito, e

          realizza qualcosa solo se va in quella
          direzione,

          non certo pensando al bene di <b
          tutti </b
          i

          cittadini.



          Come dicevo, parli di un Paese che non esiste.

          Il Paese dei maxsix e company. :( Se fosse mio questo paese puoi star tranquillo che tu, neuroXXXXXXX e XXXXXXXXX SAS sareste incatenati a un banco di scuola elementare. Con il sussidiario davanti da completare 1000 volte e la maestra che vi bacchetta le mani ogni 5 minuti.Altro che PC 12 years old.
          • iRoby scrive:
            Re: i Robot
            Ah io invece quelli come te Aphex camuffato da puntini e la Bertuccia li metterei in un centro di igiene mentale con un bambolotto.Un giorno lo coccolate e gli dite ti voglio bene. E l'altro gli dite ti odio mi fai schifo e lo lanciate contro il muro.Tranquilli che vi farò avere anche un iPhone giocattolo...
      • F Type scrive:
        Re: i Robot
        - Scritto da: direfare
        Direi che hai una visione molto più ampia della
        media.
        La politica dovrebbe <b
        prevedere </b
        con largo
        anticipo questi cambiamenti e modificare gli
        orientamenti scolastici (e non solo) di
        conseguenza.La politica oggi è totalmente asservita all'alta finanza e lobbies di potere vario, non gli importa del destino della massa.
        Ma stai parlando di un Paese che non esiste.
        Il politico dovrebbe essere guidato dai cittadini
        nel realizzare ciò che i cittadini stessi,
        adeguatamente informati dai media neutrali,
        vogliono per il loro
        futuro.Esatto, questa era la politica dal punto di vista ideale,lo scopo per cui era nata.Ma come un pò tutte le cose è diventata una casta, un potere fine a se stesso, oggi l'unica cosa che gli preme è rimanere ancorati alla poltrona e avere un bello stipendio gonfio per il resto della propria vita,il resto non gli frega un granchè tranne quando deve essere votato che continuerà a prendere per i fondelli di nuovo il popolo con i soliti discorsi acchiappa voti.
        Il politico lasciato a se stesso è un bambino
        dell'asilo intelligente con desideri da bambino
        dell'asilo, che quindi guarda solo al suo potere
        personale e (quando va bene) del suo partito, e
        realizza qualcosa solo se va in quella direzione,
        non certo pensando al bene di <b
        tutti </b
        i
        cittadini.Già....
    • iRoby scrive:
      Re: i Robot
      - Scritto da: F Type
      Si ritorna al vecchio paradosso, se in futuro il
      lavoro sarà sempre meno perchè automazione e
      intelligenza artificiale occuperanno quasi ogni
      settore cosa farà la gente ? Come camperà ?Tutto OSS.
    • collione scrive:
      Re: i Robot
      era Lapalissiano che il progredire dell'IA avrebbe reso l'uomo semplicemente inutilec'e' da dire se tale "progresso" ci consegnera' ancora robot che non si stancano, non s'XXXXXXXno, non scioperano, perche' allo stato attuale non e' chiaro la vera questione e' quella che poni anche tu, ovvero che il modello sociale ed economico va cambiato, non portato alle sue estreme conseguenze, che produrranno gioco-forza un mondo simile a quello di Elysiumed e' questa la lotta di oggi, cosi' come ieri i nostri genitori hanno lottato per i diritti dei lavoratori, oggi dobbiamo lottare per il diritto di esistere ( si, perche' in un mondo iper-robotizzato, i potenti semplicemente non avranno piu' bisogno di noi ) e di cambiare il sistemapurtroppo siamo troppo rinXXXXXXXXti da smartphone, pulcino Pio e facebook
      • F Type scrive:
        Re: i Robot
        - Scritto da: collione
        c'e' da dire se tale "progresso" ci consegnera'
        ancora robot che non si stancano, non
        s'XXXXXXXno, non scioperano, perche' allo stato
        attuale non e' chiaroBeh credo di si, se anche forzosamente dovresti applicare gli stessi principi umani alle macchine allora non ti conviene più averle, si vuole spingere molto sull'automazione per ridurre al massimo i costi e aumentare all'estremo i guadagni.
        la vera questione e' quella che poni anche tu,
        ovvero che il modello sociale ed economico va
        cambiato, non portato alle sue estreme
        conseguenze, che produrranno gioco-forza un mondo
        simile a quello di
        ElysiumAttualmente pur di non cambiare modello sociale ed economico si sta portando tutto all'estremo e credo che ancora per un bel pò sarà così fino a quando la situazione diventerà molto pesante, li potranno succedere 2 cose o si cambia (e ci credo poco) oppure si arriverà ad un taglio netto alla Elysium, ma anche li la quasi totalità della popolazione non potrà rimanere a guarda ancora a lungo.Comunque la metti ci sarà una bello sconquasso,probabilmente con guerre anche abbastanza violente.
        ed e' questa la lotta di oggi, cosi' come ieri i
        nostri genitori hanno lottato per i diritti dei
        lavoratori, oggi dobbiamo lottare per il diritto
        di esistere ( si, perche' in un mondo
        iper-robotizzato, i potenti semplicemente non
        avranno piu' bisogno di noi ) e di cambiare il
        sistemaSon d'accordo anche se l'altro dubbio è, se hai una enorme produzione e tutto o quasi diventa automatizzato e il lavoro non ci sarà più, chi ti comprerà la merce se la maggior parte della popolazione non ha i soldi per comprarla ?Alla fine è un circolo vizioso.
        purtroppo siamo troppo rinXXXXXXXXti da
        smartphone, pulcino Pio e
        facebookQuesto è vero, opera sopratuto dei media che non fanno altro che ripetere quello che i potenti gli dicono,i politici gonzi ne fanno anche loro un mantra e poi si inventano balle tipo "abbiamo vissuto sopra le nostre possibilità,ora bisogna tagliare sui servizi,bisogna fare sacrifici,il lavoro non potrà più essere quello di una volta,ecc".Dovrebbe essere il cittadino ad aprire gli occhi e a fare un confronto tra le scemenze che gli dicono per intortarlo e la realtà che vede con i suoi occhi. Purtroppo spesso si ha una fiducia smisurata sui politici che non fanno altro che ripetere quello che gli viene detto dall'alto,la politica è una casta a se, oltre a tenersi la poltrona non fa più nulla per il popolo,esegue gli ordini dall'alto, ogni tanto da qualche contentino alla massa giusto per tenersela buona.
        • collione scrive:
          Re: i Robot
          - Scritto da: F Type
          spingere molto sull'automazione per ridurre al
          massimo i costi e aumentare all'estremo i
          guadagni.sara' interessante vedere fin dove si potranno spingere prima le macchine diventino autocoscientisenza contare che l'attuale intelligenza artificiale ha ben poco di intelligente ed e' un banale oracolo matematico, parecchio lontano dai cervelli biologici creati dalla natura
          credo che ancora per un bel pò sarà così fino a
          quando la situazione diventerà molto pesante, li
          potranno succedere 2 cose o si cambia (e ci credo
          poco) oppure si arriverà ad un taglio netto alla
          Elysium, ma anche li la quasi totalità della
          popolazione non potrà rimanere a guarda ancora a
          lungo.in passato cio' ha portato a rivoluzioni ed e' inutile che lorsignori credano di trincerarsi dietro la loro tecnologia da guerre stellari, perche' tanto quella tecnologia la realizzano ingegneri figli di gente comuneper cui non sarebbe affatto difficile che parte di essa finisca nelle mani dei "ribelli"
          Comunque la metti ci sarà una bello
          sconquasso,probabilmente con guerre anche
          abbastanza
          violente.ritengo che sia praticamente scontato e del resto gia' lo vediamoaldila' dei quaquaraqua che girano intorno alla Corea del Nord, la Siria invece somiglia ad una gigantesca polveriera, tant'e' che ormai presunti alleati bombardano altri alleati http://www.middleeasteye.net/news/turkey-bombs-kurdish-forces-northeast-syria-179841213
          Son d'accordo anche se l'altro dubbio è, se hai
          una enorme produzione e tutto o quasi diventa
          automatizzato e il lavoro non ci sarà più, chi ti
          comprerà la merce se la maggior parte della
          popolazione non ha i soldi per comprarla
          ?bella domanda, credo che se non sono completamente idioti riformeranno comunque il sistema, nel senso di escludere il popolo ( ghettizzandola e che s'arrangi ) e rimodulando i volumi delle produzioni industriali per soddisfare solo il fabbisogno dei potenticome si regolerebbero poi col mercato? magari con un ritorno al feudalesimo ( e qualcosa gia' si annusa, visto che ormai la finanza globale somiglia ad una gigantesca piramide con vassalli, valvassori e valvassini ), per cui ognuna di queste famiglie potenti avrebbe una sua posizione ( immutabile ) nella societa' e ovviamente accederebbero ai beni e servizi con redditi fissati ed elargiti dallo Stato, in base allo status sociale di ogni individuo
          suoi occhi. Purtroppo spesso si ha una fiducia
          smisurata sui politici che non fanno altro chepiu' che fiducia e' l'avere ancora la pancia troppo piena e non voler rischiare la pelle in uno scontro col sistemama quando la pancia diventera' vuota, beh, vedi Venezuelac'e' pero' da tenere conto del fatto che l'elite e' tutt'altro che unita, tant'e' che non e' un mistero che dietro il M5S, un movimento che si erge a difensore del popolo, ci siano oligarchi come Sassoone non e' affatto strano che parlino di cose come il reddito di cittadinanza ( il reddito fissato ed elargito dallo Stato in base allo status sociale di ogni individuo )si puo' dire che ci sia una parte dell'elite piu' umana, che aborrisce piani di sostanziale sterminio della massa, mentre c'e' un'altra parte che semplicemente se ne frega ( ed e' quella parte che da sempre ha lucrato su guerre e massacri )per ora i secondi sembrano vincenti ( vedi come hanno ridotto Trump in soli 3 mesi ), ma lo scontro e' appena alle battute d'inizio
  • quartopiano scrive:
    QUATTRO CHIACCHIERE CON CASSANDRA
    [yt]6BG77hY_npU[/yt]
    • riki70 scrive:
      Re: QUATTRO CHIACCHIERE CON CASSANDRA
      Scusi signor Calamari ma il calendario alla sue spalle mi sembra relativo a un più utile Dicembre (?).
  • riki70 scrive:
    non centro per l'impiego
    Impiegatevi nell'Artiginanato, Bio-agricoltura, Arte e Turismo."Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi risultati diversi"Albert Einstein
  • Angelo scrive:
    Impego inutile o impegati inutili?
    Ottimo suggerimento e facile profezia.Ma se provassimo ad andare oltre?Se il mondo potesse diventare come (magari meglio) lo hanno previsto alcuni illuminati scrittori?Al netto del filosofeggiare/filantropeggiare che solo chi ha veramente tanti soldi si può permettere, la gente lavora per potersi mantenere o per migliorare il proprio tenore di vita. Si lavora per i soldi, in poche parole.Fino a quando l'orizzonte sarà questo ci sarà sempre nuovo e vecchio lavoro, speranza per un nuovo lavoro e lotte per aggrapparsi a quello esistente a costo di ostacolare qualunque progresso (uber docet).Forse anche l'uomo dovrebbe fare come certe industrie: pensare non solo a sopravvivere, ma a come prosperare sempre meglio.Presto o tardi il petrolio finirà, non per questo le aziende automobilistiche spariranno dalla faccia della terra, anzi.E se il lavoro (così come concepito in premessa) dovesse sparire? Così dovremmo finire anche noi uomini?Occorre subito porre le basi per un utilizzo diverso dei muscoli e del cervello umano: non più lavorare per un salario ma lavorare per migliorare se stessi, la società e il mondo in cui viviamo. I soldi continueranno ad esistere, ma non saranno più il metro del benessere.L'alternativa più realistica sembra quella di tornare a comportarsi come le belve: eliminarsi a vicenda, magari facendosi la forca proprio tra poveracci a beneficio di qualcun altro.Utopia? L'utopia è solo un possibile luogo temporaneamente nascosto alla vista, come diceva Einstein usando altri termini.
    • F Type scrive:
      Re: Impego inutile o impegati inutili?
      - Scritto da: Angelo
      Ottimo suggerimento e facile profezia.
      Ma se provassimo ad andare oltre?
      Se il mondo potesse diventare come (magari
      meglio) lo hanno previsto alcuni illuminati
      scrittori?E se fosse peggio, come mai tutto questo ottimismo ?
      Fino a quando l'orizzonte sarà questo ci sarà
      sempre nuovo e vecchio lavoro, speranza per un
      nuovo lavoro e lotte per aggrapparsi a quello
      esistente a costo di ostacolare qualunque
      progresso (uber
      docet).Uber sarebbe il progresso ? O_O
      Forse anche l'uomo dovrebbe fare come certe
      industrie: pensare non solo a sopravvivere, ma a
      come prosperare sempre
      meglio.Con cosa con l'aria ?
      E se il lavoro (così come concepito in premessa)
      dovesse sparire? Così dovremmo finire anche noi
      uomini?In pratica...
      Occorre subito porre le basi per un utilizzo
      diverso dei muscoli e del cervello umano: non più
      lavorare per un salario ma lavorare per
      migliorare se stessi, la società e il mondo in
      cui viviamo. I soldi continueranno ad esistere,
      ma non saranno più il metro del
      benessere.Tu laveri su te stesso e qualcuno ti paga per questo ? In quale mondo ?
      L'alternativa più realistica sembra quella di
      tornare a comportarsi come le belve: eliminarsi a
      vicenda, magari facendosi la forca proprio tra
      poveracci a beneficio di qualcun
      altro.Sta già succedendo questo, presumo operò che siamo ancora agli inizi,quindi non è ancora molto evidente.
      • iRoby scrive:
        Re: Impego inutile o impegati inutili?
        Il reddito di cittadinanza ti permette di spendere qualcosa e mantenere l'economia di mercato.Il lavoro di cittadinanza ti mantiene anche attivo evitandoti di disimparare un qualche mestiere.La formazione permanente gratuita e fornita dallo Stato ti permette di reinventarti, di cambiare settore da uno in crisi ad uno ancora produttivo.Per la società basata sulle risorse, purtroppo c'è ancora tempo.E gli psicopatici che accumulano denaro e potere non te la permetteranno mai.
        • ... iRoby sei un coglione ... scrive:
          Re: Impego inutile o impegati inutili?
          - Scritto da: iRoby
          Il reddito di cittadinanza ti permette di
          spendere qualcosa e mantenere l'economia di
          mercato.

          Il lavoro di cittadinanza ti mantiene anche
          attivo evitandoti di disimparare un qualche
          mestiere.

          La formazione permanente gratuita e fornita dallo
          Stato ti permette di reinventarti, di cambiare
          settore da uno in crisi ad uno ancora
          produttivo.

          Per la società basata sulle risorse, purtroppo
          c'è ancora
          tempo.
          E gli psicopatici che accumulano denaro e potere
          non te la permetteranno
          mai.Sei in forma oggi, XXXXXXX su XXXXXXX a volontá. :D
          • iRoby scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            L'unico cazzaro rosicone da queste parti sei tu.Ignorante, inutile.Un surrogato di vuoto culturale ed esistenziale. Che sfoga frustrazioni nei forum insultando chi invidia.
          • ... ... scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            - Scritto da: iRoby
            L'unico cazzaro rosicone da queste parti sei tu.

            Ignorante, inutile.
            Un surrogato di vuoto culturale ed esistenziale.
            Che sfoga frustrazioni nei forum insultando chi
            invidia.Io invidiare te ? (rotfl)(rotfl)(rotfl)... provo un'invidia guarda ...Son proprio invidioso di non avere la tua sfiga e il tuo profondo odio.
          • iRoby scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            Vedo proiezioni, ne fai più tu di una sala cinematografica.Sfiga io? Entro quest'anno mi andranno in porto cose interessanti.Odio io? Non sto ad inseguire gente per insultarla.Mi potrai dire che ho antipatia per aziende e prodotti. Ma quelle non sono persone.Ah come accanito sostenitore e tifoso di quelle aziende e quei prodotti ti senti colpito. Come un musulmano a cui dici la religione islamica è brutta. E lui bumm e ti spara perché non sopporta che gli dici che il suo Dio vale poco...
          • F Type scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            E' un applefan,ho detto tutto :D
          • iRoby scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            Sarebbe il caso di cominciare a segnalare i post di insulti.Questa gente malata non è in grado di fare altro...Tra l'altro accusano me di dare del demente all'utente Apple, senza avere capito il senso di quello che scrivo...O sono poco chiaro io, o sono proprio tardoni loro.Quindi d'ora in poi mi tocca usare qualche immagine di repertorio...[img]http://lightstorage.ecodibergamo.it/mediaon/cms.newecodibergamo/storage/site_media/media/photologue/2016/9/16/photos/cache/dalle-530-in-coda-per-il-nuovo-iphonematteo-e-il-primo-ecco-foto-e-video_c59890e8-7be2-11e6-b2b9-8d9c80b09fa5_998_397_display.jpg[/img]
          • ... scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            - Scritto da: iRoby

            Sarebbe il caso di cominciare a segnalare i post
            di
            insulti.
            Questa gente malata non è in grado di fare
            altro...

            Tra l'altro accusano me di dare del demente
            all'utente Apple, senza avere capito il senso di
            quello che
            scrivo...

            O sono poco chiaro io, o sono proprio tardoni
            loro.

            Quindi d'ora in poi mi tocca usare qualche
            immagine di
            repertorio...

            [img]http://lightstorage.ecodibergamo.it/mediaon/cevviva, la compilation della sfigaal secondo posto ci sono i possessori di harley davidson, se dici che sono XXXXX oltre che sfigati ti accusano quindi procediamo con immagini di repertorio[img]http://immagini.insella.it/sites/default/files/styles/contenuto-news-big-anteprima/public/anteprima/_tfmf_qlq4yw55ju0nzgbrm215mz45_247bd67a-a7ec-476a-b373-c6ad296aa2c0_0_interna_0.jpg?itok=NJrL_pkt[/img]
          • F Type scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            - Scritto da: iRoby
            Sarebbe il caso di cominciare a segnalare i post
            di
            insulti.Figurati, tempo perso.
            Questa gente malata non è in grado di fare
            altro...Questo è poco ma sicuro
            Tra l'altro accusano me di dare del demente
            all'utente Apple, senza avere capito il senso di
            quello che
            scrivo...Si ma tu metti in discussione la loro fede,è moralmente inaccetabile :D
            O sono poco chiaro io, o sono proprio tardoni
            loro.Tranquillo, la secodna che hai detto :D
            Quindi d'ora in poi mi tocca usare qualche
            immagine di
            repertorio...

            [img]http://lightstorage.ecodibergamo.it/mediaon/c:D
          • ... ... scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            - Scritto da: iRoby
            Tra l'altro accusano me di dare del demente
            all'utente AppleNon é un'accusa ma un dato di fatto.Una delle tue fonti preferite ha ancora una fake news di 16 giorni fa (una tra le tante) e ancora non hanno corretto l'articolo dicendo "scusate ma siamo dei XXXXXXXX che non controllano le fonti"https://comedonchisciotte.org/gli-usa-mobilitano-150-mila-riservisti-sta-per-iniziare-una-vera-guerra/Fai tanto l'intelligentone e poi ti affidi ciecamente a questi siti di XXXXXXX perché scrivono le cose che vuoi tu leggere.L'unico demente sei tu che te le bevi.
          • iRoby scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            Marcello Foa, da Il Giornale. Un articolo che ha una domanda nel titolo...Quindi una giornale italiano noto per non essere un esempio di trasparenza. Ed un articolo che è una supposizione. Una teoria.Io l'ho capito. Ma tu lo riesci a capire.È questo il bello degli aggregatori. C'è di tutto. Sta poi al lettore attento capire le notizie. E quanto meno mettere in correlazione tra loro.Io ci riesco, tu hai qualche ritardo mentale?
          • maxsix scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            - Scritto da: iRoby
            Marcello Foa, da Il Giornale. Un articolo che ha
            una domanda nel
            titolo...

            Quindi una giornale italiano noto per non essere
            un esempio di trasparenza. Ed un articolo che è
            una supposizione. Una
            teoria.

            Io l'ho capito.
            Ma tu lo riesci a capire.

            È questo il bello degli aggregatori. C'è di
            tutto. Sta poi al lettore attento capire le
            notizie. E quanto meno mettere in correlazione
            tra
            loro.

            Io ci riesco, tu hai qualche ritardo mentale?Lui non so, tu sicuramente, visto che abbocchi ad ogni notizia discarica che mente umana riesce a partorire. Ma dimmi, conosci un certo Salvatore Mandarà?Immagino di si.
          • iRoby scrive:
            Re: Impego inutile o impegati inutili?
            Io non abbocco a nessuna notizia. Quella che ha postato lui non la conoscevo neppure.Seguo altri autori. E per le questioni USA preferisco leggere Pepe Escobar e Paul Craig Roberts ex-sottosegretario USA.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 aprile 2017 11.56-----------------------------------------------------------
        • F Type scrive:
          Re: Impego inutile o impegati inutili?
          - Scritto da: iRoby
          Il reddito di cittadinanza ti permette di
          spendere qualcosa e mantenere l'economia di
          mercato.
          Il lavoro di cittadinanza ti mantiene anche
          attivo evitandoti di disimparare un qualche
          mestiere.Dipende tutto da come lo intendi, alcuni per esempio vorrebbero darli a pioggia, su questo non sono d'accordo, poi bisogna vedere la base di quanto eh. Un governo potrebbe darti una base di 300 Euro e sicuramente non ci campi, sai il politico ha una idea tutta sua di fabbisogno quando si tratta del popolo.
          La formazione permanente gratuita e fornita dallo
          Stato ti permette di reinventarti, di cambiare
          settore da uno in crisi ad uno ancora
          produttivo.Per la formazione sono d'accordo ma slegata all'età, se perdi il lavoro a 50 anni e nessuno vuole formarti credo ci sia un bel problema.I settori in crisi incominciano ad essere parecchi, non puoi riversare la maggiro parte del popolo sui pochi rimasti, ci si ammazzerebbe per un posto.
          Per la società basata sulle risorse, purtroppo
          c'è ancora
          tempo.
          E gli psicopatici che accumulano denaro e potere
          non te la permetteranno
          mai.Infatti il mio timore è proprio quest'ultima parte che hai detto, chi ha fatto una fortuna e fa parte dell'1% dei super ricchi farà di tutto affinchè questa cosa non avvenga.L'unica cosa che puoi fare ora nell'immediato e diminuire il numero di ore lavorative del singolo per esempio passando dalle 8 ore alle 6 ore, con quelle rimanenti puoi creare altri posti di lavoro, certo, l'incognita sarebbe avere quasi lo stesso stipendio e gli sgravi per l'azienda in modo a a lei costi quasi come un sola persona.Le possibilità ci sarebbero ma non lo si vuole fare, come vedi piuttosto spingono all'estremo pur di non cambiare modello economico, ma questo non potrà durare ancora a lungo.
Chiudi i commenti