Vendite PC, un 2010 in crescita

Ancora segnali positivi per il mercato informatico, che secondo Gartner e IDC cresce con numeri a doppia cifra in ogni parte del mondo. Il grosso della domanda arriva dai consumatori mainstream, ma anche il business recupera

Roma – A ulteriore conferma del fatto che la recessione mondiale – almeno per quanto riguarda il mercato informatico – è solo un brutto ricordo, dopo i numeri rosa di Intel arrivano le più che positive stime preliminari sulle commercializzazioni tracciate da Gartner e IDC . Le cifre sono diverse ma entrambe raccontano la stessa storia, e cioè che il volume dei PC messi in circolazione nel primo quarto del 2010 è cresciuto oltre il 20% .

Le due società di analisi prendono in considerazione il volume di personal computer messi in commercio dai produttori: in riferimento al primo trimestre del 2010, per Gartner tale volume è cresciuto sino a 84,3 milioni di unità con un +27% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso; cifre leggermente più contenute per IDC, che stima al 24% la crescita del mercato mondiale dei PC.

La differenza rispetto al 2009 è significativa , sostiene IDC, perché il settore passa dal -7% (la peggior performance di mercato dal 2001) a più del +20% del periodo in oggetto grazie al recupero dell’economia europea, la crescita dei mercati emergenti e alla disponibilità di sistemi desktop tutto-incluso.

Il PC è morto, come molti si sono premurati di vaticinare in questi anni bui di crisi economica? Pinzillacchere: “Per la maggior parte dello scorso anno – dice l’analista di IDC Jay Chou – le persone hanno scritto necrologi per i desktop e noi abbiamo osservato la loro buona performance, aiutati dai design all-in-one e dai display touch-screen”. Il fatto che Intel faccia parimenti registrare guadagni record, continua Chou, è il miglior viatico per una crescita che si prospetta sostenuta anche per il resto del 2010.

Passando ad analizzare la situazione dei singoli player di mercato, i numeri di IDC posizionano HP al vertice della classifica dei maggiori produttori del mondo a cui si deve la quinta parte di tutte le consegne con un +20% di crescita rispetto al quarto precedente. Al secondo posto si posiziona Acer, che ha conosciuto una crescita sostenuta (+43%) e ha scalzato Dell già l’anno scorso. Più contenuta la crescita per Apple, che piazza 1,1 milioni di macchine ma cresce “solo” dell’8,3%.

Cupertino perde una posizione nel mercato statunitense posizionandosi al quinto posto (dietro HP, Dell, Acer e Toshiba), con previsioni di declino dovute alla fascia di prezzo in cui la Mela si trova a competere. I PC/Mac oltre i 1.000 dollari non contano molto per quanto riguarda i grandi volumi, ma certamente offrono un margine di guadagno molto più ampio rispetto alle fasce inferiori.

Chi invece, da qualunque parte osservi le cifre, non vede che lati positivi è Microsoft, favorita dall’aumento di richiesta di nuovi PC equipaggiati con Windows 7 sia sul versante consumer che su quello professionale. Il primo è quello che al momento fa registrare la crescita più sostenuta, mentre nel secondo quarto dell’anno anche il business dovrebbe ingranare la quarta facendo aumentare i margini di Redmond grazie al prezzo delle più redditizie versioni corporate del nuovo sistema operativo a finestre.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Uno qualunque scrive:
    Comunque per la cronaca....
    Buona notizia, ma in realtà innoDB era disponibile per MySQL già dalla versione 4, anche se non era il default.Se avevi bisogno di effettuare diverse transazioni non usavi certo MyISAM...
    • Ciccio o pazzo scrive:
      Re: Comunque per la cronaca....
      Si infatti in banca uso MyISAM solo se faccio una sola transazione.Se ne faccio diverse giocoforza devo usare InnoDB.Mi porto una trombetta e suono l'INNO del DB, e tutto diventa transazionale.
  • javadoesntd ie10 scrive:
    Anche Java KO?
    L'ultimo a lasciare l'armata di Brancaleone di Oracle è stato niente popo' di meno che James Gosling, papà di Java (http://www.tuxjournal.net/?p=11807). Non sono molto fiducioso sul futuro "open" di questo azienda. Mah!
    • zuzzurro scrive:
      Re: Anche Java KO?
      Io ho paura per il futuro di java che, anche se non uso da tempo, resta una gran cosa. Mi rendo conto che ciò è difficile, ma se gente di questo calibro alza i tacchi la questione si fa preoccupante.
  • Eretico scrive:
    Ottimo !
    Questa, almeno per me, è una buona notizia !
    • Valeren scrive:
      Re: Ottimo !
      Se la mantengono è per moltissimi una buona notizia.Specialmente il port per Win.
      • panda rossa scrive:
        Re: Ottimo !
        - Scritto da: Valeren
        Se la mantengono è per moltissimi una buona
        notizia.
        Specialmente il port per Win.Win dispone gia' dell'ottimo SQLServer per le versioni server, e Access per le versioni client.Non hanno bisogno di database open source i winari.
        • collione scrive:
          Re: Ottimo !
          beh dai, almeno con mysql prenderebbero qualche virus in meno :D
        • My2Cents scrive:
          Re: Ottimo !
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Valeren

          Se la mantengono è per moltissimi una buona

          notizia.

          Specialmente il port per Win.

          Win dispone gia' dell'ottimo SQLServer per le
          versioni server, e Access per le versioni
          client.Beh, non puoi paragonare SqlServer a MySql. Il termine di paragone comunemente accettatto è quello tra SqlServer e PostgreSql. Inoltre SqlServer è disponibile anche nella versione free (as beer), con alcune limitazioni ed è installabile sui client.Per quanto riguarda Access, è meglio stendere un velo pietoso :
          Non hanno bisogno di database open source i
          winari.Trollata! Da winaro (non fanboy), grazie alla combinazione Apache Derby + iBatis, sto evitando un sacco di rogne nello sviluppo di un prodotto che finirà su Oracle.
        • Valeren scrive:
          Re: Ottimo !
          Possiamo discutere su SQLServer, anche sulla questione costi delle licenze, ma Access è improponibile per qualunque confronto.
          • xxx scrive:
            Re: Ottimo !
            Access usato com Client è perfetto!!- Scritto da: Valeren
            Possiamo discutere su SQLServer, anche sulla
            questione costi delle licenze, ma Access è
            improponibile per qualunque
            confronto.
Chiudi i commenti