Vine, il geo social network secondo Microsoft

Un tocco di Facebook, una spruzzata di Twitter e una ciliegina di GPS. Un perfetto mix di informazione e intrattenimento, con una strizzata d'occhio al senso di community che avvicina i netizen anche e soprattutto nel momento del bisogno

Roma – Visto da molti come la più ovvia risposta di Microsoft al sempre più crescente successo di social media come Facebook e Twitter, il nuovo progetto comunitario di Microsoft, chiamato Vine , è stato rilasciato in beta version per alcuni utenti nell’area di Seattle. Il concetto alla base di Vine, nato come tool funzionale in seguito al devastante uragano Katrina, è un variegato mix che rende l’applicazione un po’ social network e un po’ aggregatore di notizie, senza mancare di un giusto tocco di geolocalizzazione.

Il servizio, che verrà reso disponibile entro maggio ad ulteriori 10mila beta tester, consiste in un’applicazione software (disponibile al momento solo su PC con sistema operativo XP dotato di SP2 o Vista, nonché di Framework.NET 3.5 SP1) avrà un peso di circa 100MB e, una volta installato, consentirà agli utenti di creare vere e proprie piccole community con cui tenersi in contatto anche quando le infrastrutture delle TLC tradizionali sono fuori uso. In tal senso, si vocifera di un suo possibile utilizzo anche in modalità offline, al prezzo di un prevedibile ridimensionamento delle feature a disposizione.

“Microsoft Vine connette l’utente alle persone e ai luoghi che più gli stanno a cuore quando più ne ha bisogno” si legge sul foglio di presentazione del servizio. “Con Vine è possibile tenersi in contatto con parenti e amici, avendo l’opportunità di essere informati se e quando uno di loro avrà bisogno di aiuto”. In questo senso Vine si candida a fare quello che gli utenti di Twitter fanno già da tempo: diffondere notizie ed aggiornamenti, link utili, numeri d’emergenza e quant’altro possa essere utile, così come avviene in queste ore per via della misteriosa pandemia che tanto sembra terrorizzare l’opinione pubblica.

Come ricordato, il servizio è stato pensato per essere un valido aiuto durante le situazioni di emergenza: per questo motivo è accessibile anche via SMS ed email e, cosa più importante, raccoglie in maniera automatica i bulletin diramati da enti ufficiali come lo United States National Oceanic and Atmospheric Administration ( NOAA ), così come gli aggiornamenti aggregati da oltre 20mila testate giornalistiche locali.

Il sistema è fortemente basato sulla geolocalizzazione, settabile di default tramite l’immissione manuale della propria posizione sulla mappa che rappresenterà il campo d’azione delle proprie attività o, ove consentito in materia di dotazione hardware, sfruttando periferiche GPS. In tal senso Vine sembra riprendere le funzionalità di servizi come Latitude o Fire Eagle . Gli aggiornamenti possono essere inviati ai vari gruppi di utenti con cui ci si tiene in contatto, specificando anche il livello di importanza della comunicazione da effettuare.

Va comunque detto che, nonostante ciò, il servizio è pensato anche e soprattutto per essere utilizzato nel più spensierato dei modi: per questo motivo è stato aggiunto sin dalla prima versione disponibile pieno supporto a Facebook, mentre in futuro verranno integrati altri social servizi come Twitter . In tal senso, Vine può essere inteso come un vero e proprio mix di quanto di meglio ha da offrire al momento il panorama attuale del socialn etworking. Proprio l’aggiunta del supporto di Twitter, il più simile per caratteristiche a quanto proposto da Redmond, potrebbe trasformarsi nella chiave del successo di Vine, dal momento che molti utenti del sito di microblogging potrebbero sceglierlo come client desktop potenziato, in alternativa ai vari Twhirl , TwitDeck e via dicendo.

Per il futuro Microsoft ha previsto alcuni aggiornamenti al sistema che, con molta probabilità, renderanno l’applicazione disponibile anche per OS Linux e Mac. Inoltre, pare quantomai scontata una futura release di una versione mobile del software, compatibile con i maggiori OS presenti sul mercato ed in grado di sfruttare a pieno le nuove capacità garantite dai sempre più performanti smartphone.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Zago scrive:
    Re: A proposito di eBay
    no non è lecito ... i talloncino sono sulle macchine OEM e tale talloncino deve nascere e morire su quella macchina ... se si vuole il SO da poter portare su macchine differenti il costo è maggiore rispetto alla licenza OEM
    • Nessuno scrive:
      Re: A proposito di eBay
      - Scritto da: Zago
      no non è lecito ... i talloncino sono sulle
      macchine OEM e tale talloncino deve nascere e
      morire su quella macchina ... se si vuole il SO
      da poter portare su macchine differenti il costo
      è maggiore rispetto alla licenza
      OEMO.T.questa è una pratica monopolista.il prezzo dovrebbe essere lo stesso, sia chelo comperi abbinato alla macchina sia che locomperi da solo.
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: A proposito di eBay
        - Scritto da: Nessuno

        O.T.
        questa è una pratica monopolista.Il copyright è un monopolio autorizzato dai vari stati.
    • BluEdoG scrive:
      Re: A proposito di eBay
      - Scritto da: Zago
      no non è lecito ... i talloncino sono sulle
      macchine OEM e tale talloncino deve nascere eNon è lecito per la Microsoft, ma non mi pare sia la stessa cosa per la legge italiana. Quella che citi tu è un contratto di tacito accordo tra te è l'azienda (la EULA), che tra le altre cose se il software non funziona non è colpa di casa Redmond ma del produttore di PC. Poi si sa che in italia ti girano e ti voltano la frittata, per cui possono far passare la questione OEM per qualsiasi cosa, anche come colpo di stato. Da citarsi che persino la logitech si era inventata la OEM per tastiere e mouse...
    • erbeppe scrive:
      Re: A proposito di eBay
      Dove sta il problema, il tallocinno è sul case, tu cambi tutto l'interno e lo fai nuovo, come faccio io, installi il solito software originale con tanto di tallocino sul case, ne ho già rifatte tre di macchine con la stessa licenza, mica vorrai che compro una licenza ogni volta che aggiorno il PC?Con il mio xp pro ci ho fatto quasi 10 anni o per lo meno ora che lo cambio li farà, i pezzi all'interno del mio bel case atx in alluminio puro, sono stati cambiati praticamente tutti, anzi alcuni anche tre volte!!!
  • Jiinx scrive:
    E intanto
    Adoro l'Italia il paese delle contradizioni, dove un presidente del consiglio si evita le incriminazioni per legge, dove non si danno le autorizzazioni a procedere con arresti per alcuni parlamentari ..... ma non erano più gravi i reati di mafia e i bilanci illeciti con evasioni fiscali miliardarie????????? Alla fine si andrà in galera per i cd masterizzati....... Tanto l'itaglia dimentica presto una notte di buon sonno, un pò di calcio, qualche gran bella velina e tutto è passato. Ma avvolte il sonno della ragione genera mostri.................................Anzi incubi, che l'itagliano non ne stia vivendo proprio uno??????????
    • giovanni amelotti scrive:
      Re: E intanto
      - Scritto da: Jiinx
      Adoro l'Italia il paese delle contradizioni, dove
      un presidente del consiglio si evita le
      incriminazioni per legge, dove non si danno le
      autorizzazioni a procedere con arresti per alcuni
      parlamentari ..... ma non erano più gravi i
      reati di mafia e i bilanci illeciti con evasioni
      fiscali miliardarie????????? Alla fine si andrà
      in galera per i cd masterizzati....... Tanto
      l'itaglia dimentica presto una notte di buon
      sonno, un pò di calcio, qualche gran bella velina
      e tutto è passato. Ma avvolte il sonno della
      ragione genera
      mostri.................................Anzi
      incubi, che l'itagliano non ne stia vivendo
      proprio
      uno??????????QUOTONE!!!!
  • Homo Polemicus scrive:
    ebay ha sempre preso le sue percentuali
    Anche sulle vendite di materiale protetto.Ha incassato i soldi dell'annuncio (e non credo proprio che li abbia restituiti).Se non è complicità con finalità di lucro questa, non vedo cosa lo sia.e-bay peggio di Pirate-bay!!!!!!!!!
    • Callisto Tanzi scrive:
      Re: ebay ha sempre preso le sue percentuali
      - Scritto da: Homo Polemicus
      Anche sulle vendite di materiale protetto.
      Ha incassato i soldi dell'annuncio (e non credo
      proprio che li abbia
      restituiti).

      Se non è complicità con finalità di lucro questa,
      non vedo cosa lo
      sia.

      e-bay peggio di Pirate-bay!!!!!!!!!SONO PERFETTAMENTE D'ACCORDO!!!
      • giovanni amelotti scrive:
        Re: ebay ha sempre preso le sue percentuali
        - Scritto da: Callisto Tanzi
        - Scritto da: Homo Polemicus

        Anche sulle vendite di materiale protetto.

        Ha incassato i soldi dell'annuncio (e non credo

        proprio che li abbia

        restituiti).



        Se non è complicità con finalità di lucro
        questa,

        non vedo cosa lo

        sia.



        e-bay peggio di Pirate-bay!!!!!!!!!

        SONO PERFETTAMENTE D'ACCORDO!!!Quoto pienamente ,uso molto ebay (acquisti ma poche vendite) ma definirla una società a delinquere è un complimento!
    • Simone scrive:
      Re: ebay ha sempre preso le sue percentuali
      eBay è stato pagato per il proprio servigio sul sito. Visto che tale servizio, seppur su materiale pirata, è stato innegabilmente reso e va quindi pagato.Il problema è la legge: ebay se la cava con uno scarico di responsabilità sul suo disclaimer, se invece un utente di un forum bestemmia o offende, il sito viene chiuso!
  • myself scrive:
    loro milioni, gli altri?
    loro dovranno pagare milioni perchè l'illegalità è sbagliata, il copiare è sbagliato, "rubare" soldi alle multinazionali/major è sbagliato................. ok, quindi prendere per il c--o il cittadino con offerte, pubblicità e simili è più giusto? no perchè stavo pensando ai vari telecom, tre, vodafone, wind, tele2, etc etc che si beccano multe da qualche decina di migliaia di euro, senza nemmeno un giorno in carcere....
    • finanziere scrive:
      Re: loro milioni, gli altri?
      anche vodafone vende cd pirata su ebay?
      • uccio2 scrive:
        Re: loro milioni, gli altri?
        - Scritto da: finanziere
        anche vodafone vende cd pirata su ebay?no, ma Vodafone (visto che l'hai citata tu) ti fotte dicendo che collegarti ad internet con in cellulare costa un tot ma se non leggi le postille spendi mille/diecimila volte il prezzo dichiarato in pubblicità.Quando qualche buon giudice si accorge della fregatura intentata mediante pubblicità scorretta a quel punto ingiunge le sanzioni che, quasi sempre, sono di importi ridicoli.Quindi: se per 1mp3 di Baglioni scaricato sono richiesti fino a 1000 euro di indennizzo (che si intasca lo stato) per un furto di milioni di euro ai cittadini ne vengono richiesti al massimo 50mila (che si intasca lo stato).Purtroppo la gente è abituata a queste fregature, tanto che non ci si fa più caso, uno dei tanti sei anche tu.Chi ha pubblicato il post precedente alludeva a ciò ed io ho tentato di spiegarlo meglio per tutti. Spero che ora sia chiaro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 aprile 2009 14.21-----------------------------------------------------------
      • caua scrive:
        Re: loro milioni, gli altri?
        - Scritto da: finanziere
        anche vodafone vende cd pirata su ebay?No. Però effettivamente quelle aziende fanno spesso pubblicità ingannevoli come quella per la quale con 10 euro navighi 30 ore al mese. Poi in piccolo scrivono che al massimo è 1 ora al giorno. E' vero che è la stessa cosa, però casualmente dicono 30 ore al mese, non 1 ora al giorno.
      • Callisto Tanzi scrive:
        Re: loro milioni, gli altri?
        Caro finanziere,mi risulta che Callisto Tanzi abbia combinato l'impossibile e mandato all'aria centinaia di famiglie e di piccoli risparmiatori e tuttora il danno subito sia minimo rispetto a quello fatto. Inoltre con la nuova legge sulla class action in procinto di entrare in vigore, si può fare causa a Callisto Tanzi ma non si riceverà alcun risarcimento economico se non un "avete ragione, vi ha fregato".Ti sembra equo e corretto?!? Chi diffonde roba coperta da copyright deve essere punito, così come chi froda, ma la punizione deve essere proporzionale. Gli artisti hanno le case discografiche a "far valere i loro diritti", noi cittadini non abbiamo neanche lo Stato a proteggerci.Ti sembra corretto?!?Rispondi e non fare della stupida retorica priva di significato.
        • finanziere scrive:
          Re: loro milioni, gli altri?
          - Scritto da: Callisto Tanzi
          Ti sembra equo e corretto?!? no, ma che cippa centra con la notizia?allora tiriamo in ballo pure la tragedia del titanic che poteva essere evitata, no?Hanno usano materiali scadenti e ci hanno mangiato sopra.
          • offtopic rulez scrive:
            Re: loro milioni, gli altri?
            quotando: "Rispondi e non fare della stupida retorica priva di significato."Il rimanere in-topic non e' di casa.Uccio2 e gli altri hanno azzeccato appieno il ragionamento piu' che equo che OGNI cittadino italiano dovrebbe fare leggendo una notizia del genere.Tornando sull'articolo ricordiamoci che le persone multate VENDEVANO materiale piratato, di conseguenza avere un ritorno dallo stato, quantificato in giornate di carcere + multa, mi pare una cosa piu' che giusta.
          • thieves like us scrive:
            Re: loro milioni, gli altri?
            Ben detto, Callisto. Con l'unica eccezione di questo punto:"la nuova legge sulla class action in procinto di entrare in vigore"Dove sta per entrare in vigore :D??? E' una proposta di legge del vecchio governo, sospesa su richiesta degli Industriali, "dateci un momento", e dimenticata. E figuriamoci se Berlusconi introduce la class action! E' già un miracolo che Gelli non sia presidente della repubblica e che l'evasione fiscale non sia garantita dalla costituzione.
          • anti grillo scrive:
            Re: loro milioni, gli altri?
            Ecco ci volleva il grillista di turno, mamma mia ma cianuro di potassio non ve ne distribuiscono?
          • giovanni amelotti scrive:
            Re: loro milioni, gli altri?
            vai pure dal tuo berlu vah!
Chiudi i commenti