VPN: sono davvero sicure? I dubbi arrivano dagli USA

VPN: sono davvero sicure? I dubbi arrivano dagli USA

VPN e privacy: la questione dei registri e delle presunte politiche no log sono discusse anche nel contesto del governo americano.
VPN e privacy: la questione dei registri e delle presunte politiche no log sono discusse anche nel contesto del governo americano.

Alcuni membri del governo degli Stati Uniti si sono attivati contro il marketing ingannevole delle VPN.

Attraverso una lettera ufficiale, due rappresentanti del partito democratico hanno chiesto alla Federal Trade Commission di intraprendere azioni per contrastare le VPN riguardo pubblicità che non corrispondono ai reali servizi offerti. Nello specifico, si parla delle pratiche raccolta dati sulla navigazione degli utenti.

Il problema è stato sollevato in seguito alle controversie riguardanti l’aborto visto che, a chi intende seguire tale pratica, viene consigliato di utilizzare una VPN per proteggere la propria privacy. In tal senso però, sembra che dei provider abbiano dimostrato lacune piuttosto evidenti.

Il mercato delle VPN, al giorno d’oggi, offre una vasta scelta ma sono pochi i servizi capaci di offrire prestazioni degne di tale nome e ancora meno quelle che rispettano (con i fatti) l’anonimato dei suoi clienti.

VPN e marketing ingannevole: tutt’altro che una novità

La lettera dei due politici alla FTC chiede alla commissione di intervenire rispetto alle attività delle VPN, che andrebbero ad offrire informazioni fuorvianti ai consumatori. Anche in caso di azione decisa in tal senso però, sarebbero anni per un intervento reale sui provider, con una regolamentazione chiara e definitiva.

Di fatto, le singole VPN che vantano politiche no log per poi mantenere un registro dei dati, non sono una novità. Giusto qualche anno fa infatti, un attacco hacker a un noto provider (teoricamente no log) ha dimostrato come in realtà esistevano dei registri.

I governi poi, molto spesso, non sempre vedono di buon occhio questa tipologia di servizi. D’altro canto, anche se la maggior parte dell’utenza vuole semplicemente proteggere la propria riservatezza, vi è anche una piccola parte di clienti che sfrutta queste piattaforme per azioni criminose.

Nel dubbio, ovviamente, scegliere un servizio di comprovata affidabilità come ExpressVPN permette di evitare qualunque tipo di problema e qualunque tipo di dubbio. Si tratta infatti di una delle VPN più conosciute e utilizzate al mondo, anche grazie alla sicurezza che offre agli utenti.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 16 lug 2022
Link copiato negli appunti