Warner Bros abbraccia anche il Blue-ray

Warner Bros abbraccia anche il Blue-ray

Una defezione? Pur facendo parte del consorzio HD DVD, Warner ha dichiarato che commercializzerà i suoi DVD in entrambi i formati ad alta definizione. E continua a corteggiare Microsoft
Una defezione? Pur facendo parte del consorzio HD DVD, Warner ha dichiarato che commercializzerà i suoi DVD in entrambi i formati ad alta definizione. E continua a corteggiare Microsoft


Roma – Warner Bros , sostenitrice fin dalla prima ora dello standard HD DVD , ha annunciato che commercializzerà i suoi film anche in versione Blu-ray . In pratica il gigante cinematografico statunitense attuerà la stessa politica della Paramount , che all’inizio del mese ha confermato di voler diversificare la sua produzione in entrambi i nuovi formati.

Warner Home Video , quando nella primavera del 2006 sarà lanciato il Blu-ray, nuovo promettente formato DVD, commercializzerà i primi film compatibili nel nord America, Europa e Giappone. Poco prima sarà il momento delle versioni HD DVD. “I consumatori potranno scegliere all’interno di un ricco catalogo Blu-ray che comprenderà classici e novità del momento”, ha dichiarato Jim Cardwell, presidente di Warner Home Video.

Al momento il confronto fra i due formati è più che serrato . Da una parte, a sostegno del Blu-ray, ci sono Sony Pictures, Walt Disney Studios e 20th Century Fox. Dall’altra, a favore del HD DVD, Universal Pictures, Paramount Studios e Warner Bros. Con le ultime esternazioni, due Major del secondo gruppo giocheranno la partita in entrambi gli schieramenti.

“Quest’ultima novità dimostra che il Blu-ray potrebbe vincere la scommessa; le indagini di mercato e il sostegno di un maggior numero di major sono a suo favore. Forse la battaglia sul formato potrà essere evitata, anche se il confronto non è finito qui”, ha dichiarato Bob Chapek, presidente di Buena Vista Home Entertainment (Disney).

La lotta, quanto mai simile a quella che si consumò tra VHS e Betamax sul fronte dei videoregistratori, coinvolge seriamente anche i produttori hardware . HP , in cordata con Apple, Dell, Panasonic, Philips, Samsung e Sony per il Blu-ray, ha peraltro chiesto di ritoccare Blu-Ray perché integri due tecnologie presenti in HD DVD, come a dire che un piccolo “make-up” potrebbe rendere il primo affascinante e completo, più del secondo, evidentemente.

Blu-Ray Disc Association infatti, sostiene HP, dovrebbe integrare il Managed Copy e iHD per colmare l’unico gap rimasto con HD DVD. Managed Copy permette di effettuare copie dei contenuti video sia su dispositivi portatili che sui Media Center. iHD, invece, permette l’interazione con Windows Vista , il prossimo Windows di Microsoft.

Così facendo, dunque, sebbene non sia esplicitato, si darebbero proprio a Microsoft buoni motivi per entrare nella Blu-Ray Association. Questo significherebbe portarsi in casa anche le sue nuove soluzioni di protezione come HDCP AACS , vivamente caldeggiata dall’industria cinematografica. “Se la guerra continuerà i consumatori non sceglieranno. E le case come Warner Bros e Paramount continueranno a non schierarsi”, ha aggiunto Schadler. Insomma, il peso tecnologico e politico di Microsoft potrebbe fare la differenza. Il nuovo formato sbarcherebbe così sul mercato con una posizione dominante già definita.

Dario d’Elia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 10 2005
Link copiato negli appunti