Watson conquista Jeopardy!

E alla fine il "supercomputer intelligente" di IBM vince anche il terzo round del quiz televisivo e viene proclamato campione. I soldi del premio andranno in beneficenza, mentre già si pensa alle applicazioni della nuova intelligenza artificiale

Roma – Era già stato ampiamente previsto dopo l’ exploit della seconda serata , e alla fine Watson è uscito vincitore dal round finale della speciale tornata del quiz show Jeopardy! organizzata sui network televisivi statunitensi. La “IBM Challenge” si conclude con una schiacciante vittoria del supercomputer realizzato da Big Blue , ma soprattutto con la vittoria della tecnologia e degli sforzi degli ingegneri che hanno programmato gli algoritmi del “supercervello” basato su quasi 3.000 chip POWER7.

Watson ha concluso la serata “Final Jeopardy” con 23.440 dollari di montepremi, abbondantemente superiore ai premi accumulati dagli “umani” Ken Jennings (18.200 dollari) e Brad Rutter (5.600 dollari). Questa volta il primato del supercomputer di IBM è stato meno schiacciante, dimostrando però una maggiore accuratezza nei procedimenti logici con solo un paio di risposte senza senso.

Archiviata la storica vittoria della macchina sull’uomo nel “principe” dei quiz televisivi a stelle e strisce, parimenti a quanto avvenne in seguito alla sconfitta del campione di scacchi russo Garry Kasparov a opera di Deep Blue si tratta ora di valutare il reale significato dell’evento – già definito storico – e le sue possibili ricadute pratiche per l’intera industria informatica.

Watson ha vinto senza alcun vantaggio indebito nella pressione del buzzer per prenotarsi a rispondere, sostengono i ricercatori IBM, e uno degli sfidanti umani del supercomputer confessa di sentirsi battuto sullo stesso terreno della capacità di analisi linguistica necessaria a un essere umano per partecipare con successo a Jeopardy!.

Elucubrazioni (più o meno) apocalittiche sull’intelligenza artificiale a parte, la vittoria di Watson dimostra chiaramente gli enormi progressi raggiunti nella ricerca algoritmica nel campo dell’analisi linguistica , e getta le basi per un futuro non poi così lontano in cui una simile capacità – a cui oggi è necessario sacrificare un intero stanzone di microchip, cavi, rack e memorie – sarà a disposizione di tutti, in ogni ambito della quotidianità.

Watson dimostra la fattibilità di una tecnologia in grado di comprendere quesiti complessi posti da un essere umano e rispondervi in maniera pertinente la quasi totalità delle volte, una capacità che IBM è già pronta a monetizzare in ambiti quali la salute (diagnosi delle malattie), i servizi governativi (ricerca informazioni da parte delle varie agenzie federali), i viaggi (fornitura di informazioni sui luoghi di vacanza preferiti), il customer care e parecchio altro.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • hp sucks scrive:
    mi sa che il giudiceha toppato!
    premesso che sono favorevolissimo al p2p, soprattuto per quello delle anime sottotitolate e/o film in lingua originale (non ho voglia di aspettare i doppiaggi in italiano, e poi spesso sono pieni di errori o imprecisioni) e questa notizia mi riempe di gioia .. devo confessare che stavolta non ho capito le motivazione del giudice:se io mi iscrivo ad un forum/ frequento un sito per scaricare qualche anime, insieme a tanti altri ... è ovvio che agiamo tutti insieme, anzi il torrent funziona proprio cosi: "più siamo (leecher) meglio stiamo" o no?
    • panda rossa scrive:
      Re: mi sa che il giudiceha toppato!
      - Scritto da: hp sucks
      premesso che sono favorevolissimo al p2p,
      soprattuto per quello delle anime sottotitolate
      e/o film in lingua originale (non ho voglia di
      aspettare i doppiaggi in italiano, e poi spesso
      sono pieni di errori o imprecisioni)

      e questa notizia mi riempe di gioia .. devo
      confessare che stavolta non ho capito le
      motivazione del
      giudice:

      se io mi iscrivo ad un forum/ frequento un sito
      per scaricare qualche anime, insieme a tanti
      altri ... è ovvio che agiamo tutti insieme, anzi
      il torrent funziona proprio cosi: "più siamo
      (leecher) meglio stiamo" o
      no?No!La responsabilita' penale e' personale.In un paese democratico non si spara sulla folla e non si gettano le reti a strascico!Perfino nei casi di una folla di manifestanti che tutti insieme concorrono a danneggiare qualcosa, questi vengono identificati e processati uno per uno, figuriamoci come si possa concepire una accusa collettiva verso persone che sono sospettate di compiere un presunto illecito in tempi diversi e luoghi diversi.
      • Punto scrive:
        Re: mi sa che il giudiceha toppato!
        Quoto tutto.Aggiungo anche che il fatto di usare una rete p2p di per se non implica necessariamente aver violato il copyr. quindi se in una causa si potrebbe inserire tutto nel mucchio quindi violatori e non, con le cause individuali le prove devono essere più precise
        • Quotin Tarantino scrive:
          Re: mi sa che il giudiceha toppato!
          - Scritto da: Punto
          Quoto tutto.Tutto? Non hai citato neanche una virgola. : Clicca "Quota", in puro itaenglish, che trovi sotto ogni messaggio e potrai citare tutto, fino all'ultimo carattere! 8)Il giudice ha detto così in quanto "scaricone" anche lui, ma più bello degli altri. Ogni scaricatore (oh, cielo, l'ho scritto in italiano!) ha la sua storia, i suoi scaricamenti, le sue condivisioni, i suoi gusti. Non tutti sono pedoterrosatanisti allo stesso modo. Gli egoisti non cooperano, succhiano banda e basta e pensano solo alla propria cecità. I malvagi che condividono opere a quattro venti puzzano molto di più, ma non come quei pochi alla base di tanti torrent, che dietro hanno interessi ben diversi dalla filantropia.
          • Punto scrive:
            Re: mi sa che il giudiceha toppato!
            - Scritto da: Quotin Tarantino
            - Scritto da: Punto

            Quoto tutto.

            Tutto? Non hai citato neanche una virgola. :
            Clicca "Quota", in puro itaenglish, che trovi
            sotto ogni messaggio e potrai citare tutto, fino
            all'ultimo carattere!
            8)A parte che questa mania di usare il tasto tasto quota sempre e a prescindere non la condivido, ha senso se devo controbattere qualche affermazione ma se così non è serve solo a rendere confuso il post.
            Il giudice ha detto così in quanto "scaricone"
            anche lui, ma più bello degli altri. Ogni
            scaricatore (oh, cielo, l'ho scritto in
            italiano!) ha la sua storia, i suoi scaricamenti,
            le sue condivisioni, i suoi gusti. Non tutti sono
            pedoterrosatanisti allo stesso modo. Gli egoisti
            non cooperano, succhiano banda e basta e pensano
            solo alla propria cecità. I malvagi che
            condividono opere a quattro venti puzzano molto
            di più, ma non come quei pochi alla base di tanti
            torrent, che dietro hanno interessi ben diversi
            dalla
            filantropia.Avrai anche scritto in italiano ma sinceramente non si capisce molto di quello che vuoi dire.Come vedi in questo caso ho usato il tasto quote perché aveva senso farlo ;)
Chiudi i commenti