Waymo vs Uber, Kalanick sapeva tutto?

L'ex CEO della startup più chiacchierata dell'anno sarebbe stato a conoscenza delle informazioni sottratte da Levandowski già al momento dell'acquisto di Otto. Questa è la nuova accusa di Google

Roma – Secondo le nuove accuse mosse da Waymo nei confronti di Uber, l’ex CEO di Uber Travis Kalanick sarebbe stato a conoscenza del fatto che Levandowski fosse in possesso di informazioni trafugate durante il suo lavoro a Mountain View ben prima della denuncia da parte di Google.


L’ormai ex CEO di Uber, dimessosi in seguito ad una crisi personale e aziendale aggravata negli ultimi mesi da alcune comunicazioni sessiste indirizzate ai suoi collaboratori (scandalo, quello delle molestie sessuali, che ha già portato al licenziamento di altri alti dirigenti della compagnia), sembra essere il capro espiatorio designato dell’immagine non certo positiva che la startup si sta costruendo, non solo come nemico nella protesta dei tassisti di mezzo mondo, ma anche per pratiche commerciali a dir poco aggressive, spregio della privacy e furto di segreti industriali (caso Waymo vs Uber ).

La questione che vede ancora una volta coinvolto Kalanick si inserisce come ultima sorpresa nella battaglia legale tra Waymo e Uber sulle tecnologie per la guida autonoma e in particolare il LiDAR delle self-driving car di Uber, ritenuto identico a quello messo a punto dal team di Google. Anthony Levandowski, manager di Uber e cofondatore di Otto, è accusato di avere sottratto informazioni dal progetto di auto a guida autonoma di Google prima di dimettersi da Waymo e di aver conseguentemente utilizzato senza autorizzazione informazioni confidenziali e documenti tecnici relativi alla tecnologia, prima di rassegnare le dimissioni e fondare la startup Otto, poi acquisita da Uber.

Uber, per la verità, sembrava aver fin da subito assunto un atteggiamento di sospetto nei confronti di Levandowski, accusato di mancanza di collaborazione nelle indagini interne sulla questione e conseguentemente allontanato per dimostrare forse a Mountain View la propria estraneità alle accuse. Da parte sua Waymo ha recentemente assunto Satish Jeyachandran, ex ingegnere Testa, nel suo team Waymo , segno che la strada della ricerca sulle auto senza pilota era ripartita.

Tutto ciò tuttavia potrebbe non essere sufficiente se le nuove accuse dovessero essere confermate e il vertice di Uber dovesse confermarsi come una persona a conoscenza della modalità con cui Levandowski aveva ottenuto le tecnologie in suo possesso.

Come si legge ora nei nuovi documenti di denuncia presentati da Google nei confronti di Uber, infatti, Kalanick sarebbe stato a conoscenza del fatto che Levandowski e alcuni suoi collaboratori avessero cinque dischi contenenti informazioni di Google ancor prima di procedere all’acquisto della loro startup Otto .

Insomma, se le accuse dovessero risultare provare in giudizio, Uber non potrebbe più ritenersi all’oscuro del presunto furto di segreti industriali e Kalanick avrebbe a che fare con nuove pesanti accuse nei suoi confronti oltre a quelle per molestie sessuali (su cui peraltro continua a soffiare l’ex dipendente Susan Fowler): in realtà, peraltro, anche all’interno di Uber non tutti sono stati favorevoli all’allontanamento del CEO, tanto che oltre mille dipendenti hanno chiesto il suo ritorno con una lettera aperta al Consiglio d’Amministrazione. Segno che la questione non è affatto chiusa.

Claudio Tamburrino

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Rischiatutt o scrive:
    Domandone
    Come mai quando devono costruirsi uno strumento usano Linux e l'open e non usano gli icosi e piastrellotto che vengono invece utilizzati solo per essere penetrati?
    • ... scrive:
      Re: Domandone
      [img]http://68.media.tumblr.com/6addd429935bff9751a8eb64a8ee2683/tumblr_n6x2mn806P1tokk8jo1_500.jpg[/img]
    • Il Fuddaro scrive:
      Re: Domandone
      - Scritto da: Rischiatutt o
      Come mai quando devono costruirsi uno strumento
      usano Linux e l'open e non usano gli icosi e
      piastrellotto che vengono invece utilizzati solo
      per essere
      penetrati?E te lo chiedi pure?
  • IL NORD scrive:
    ...
    [img]http://svistasocialclub.files.wordpress.com/2010/11/lega-manifesto-padano.jpg?w=300&h=428[/img]
    • ... scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: IL NORD
      [img]http://svistasocialclub.files.wordpress.com/2Il Fuddaro?
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: IL NORD


        [img]http://svistasocialclub.files.wordpress.com/2
        Il Fuddaro?A me , come sempre sembra il demenziale ... tre puntini che lo dimostra anche facendo vedere che non sa manco linkare un'immagine.Poi come tuo solito pensa pure quello che vuoi, tipo essere il primo della classe... degli asini.
  • Laocoonte scrive:
    Timeo Danaos et dona ferentes
    Timeo Danaos et dona ferentes
  • Uno non due scrive:
    regali da babbo natale
    L' unico che avrei voluto scaricare per studiarmelo un pò non c'è, nada SharkPy mi interessava. :(
    • Patrizio Tufarolo scrive:
      Re: regali da babbo natale
      Ieri sera c'era sotto la URL NationalSecurityAgency/sharkPy... credo lo abbiano rimosso. Ad ogni modo un utente ne ha fatto un fork:https://github.com/TheBlaCkCoDeR09/sharkPy
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: regali da babbo natale
        - Scritto da: Patrizio Tufarolo
        Ieri sera c'era sotto la URL
        NationalSecurityAgency/sharkPy... credo lo
        abbiano rimosso. Ad ogni modo un utente ne ha
        fatto un
        fork:
        https://github.com/TheBlaCkCoDeR09/sharkPyThanks!
    • xte scrive:
      Re: regali da babbo natale
      Mh, alla fine trattai di wrapper ad altri progetti noti...tshark dentro uno script fa la stessa funzione :D
  • ... scrive:
    fidatevi!
    fidatevi, scaricate a piene mani dal repo git dell'NSA, mi raccomando! PS: per utenti apple e altri idioti che non capiscono l'ironia: sono ironico.
    • Thepassenge r scrive:
      Re: fidatevi!
      Molti XXXXXXXX li useranno, ignari che installeranno rootkits e trojan nei propri pc, ma a loro non interessa perchà conta la sicurezza, alla privacy si può rinunciare.- Scritto da: ...
      fidatevi, scaricate a piene mani dal repo git
      dell'NSA, mi raccomando!


      PS: per utenti apple e altri idioti che non
      capiscono l'ironia: sono
      ironico.
      • kjhgx scrive:
        Re: fidatevi!
        Affermazione molto stolta, poiché è disponibile il codice sorgente.
        • ... scrive:
          Re: fidatevi!
          - Scritto da: kjhgx
          Affermazione molto stolta, poiché è disponibile
          il codice sorgente.quanti andranno a leggerlo? e anche leggendolo, quanti hanno la competenza di scovare i buffer overflow inseriti elegantemente qua e la' nel codice?
          • ... scrive:
            Re: fidatevi!
            Tu di sicuro no.
          • xte scrive:
            Re: fidatevi!
            Se il codice è "interessante" vi saranno sicuramente sparsi per il mondo soggetti competenti che lo andranno ad analizzare, non solo a mano, in effetti la loro pubblicazione per me ha ben altro significato, riassumibile in: abbiamo sempre meno programmatori competenti ma bisogno di software ben fatti; questa è la base, cortesemente dateci una mano a farla evolvere.Cosa che peraltro stà accadendo un po' ovunque e che in se non è affatto un male, se le licenze usate sono FOSS sul serio.
          • Pointer scrive:
            Re: fidatevi!
            - Scritto da: xte
            Se il codice è "interessante" vi saranno
            sicuramente sparsi per il mondo soggetti
            competenti che lo andranno ad analizzareSi, comunque onestamente bisogna anche dire non è così semplice. Ricordi TrueCrypt? Un'occhiata rapida l'aveva data anche uno studente. Poi per un'analisi affidabile, vista l'importanza del software: - crowdfunding nell'ottobre 2013, creazione di un organizzazione no profit, - fase 1 dell'auditing di TrueCrypt 7.1a completata in aprile 2014, - fase 2 completata in aprile 2015. Nessuno comunque si sarebbe impegnato tanto, se TrueCrypt non fosse stato chiuso in quel modo misterioso, che ha destato parecchi dubbi. Insomma, l'analisi prende risorse e un sacco di tempo; alla fine concludono che in sostanza non risultano esserci porcherie messe apposta. Poi una ricerca nel settembre 2015 trova due falle in un driver che TrueCrypt installa su Windows, che vengono sistemate a gennaio 2016, nel fork VeraCrypt. Comunque, anche se non è facile e il fatto di essere open non è una garanzia da solo, è chiaro come il software open consenta anche analisi approfondite, quando è il caso. Anche su un software molto complesso come questo, alla fine la magagna viene scoperta, se è open. Già questo disincentiva le furbate. E nel frattempo non sei solo tu a lavorarci con gli occhi sul codice.
          • xte scrive:
            Re: fidatevi!
            +1, resta però ferma la possibilità di poterlo fare :-)a parte che IMO (come già scritto) non vedo il software open by NSA come un modo (per me ridicolo) di diffondere trojan quando un modo di aver collaborazione "a gratis" su roba di loro interesse che posson permettersi di render pubblica...Spero sempre che prima o poi si torni alle LispM con l'OS (source) che gira nativamente sul ferro senza fw, compilazioni od altro.
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: fidatevi!
        - Scritto da: Thepassenge r
        Molti XXXXXXXX li useranno, ignari che
        installeranno rootkits e trojan nei propri pc, ma
        a loro non interessa perchà conta la sicurezza,
        alla privacy si può
        rinunciare.


        - Scritto da: ...

        fidatevi, scaricate a piene mani dal repo git

        dell'NSA, mi raccomando!





        PS: per utenti apple e altri idioti che non

        capiscono l'ironia: sono

        ironico.Vedo che in tanti confondono le due cose , cioè 1)scaricare e 2)installare od eseguire che sia!
    • nome e cognome scrive:
      Re: fidatevi!
      - Scritto da: ...
      fidatevi, scaricate a piene mani dal repo git
      dell'NSA, mi raccomando!


      PS: per utenti apple e altri idioti che non
      capiscono l'ironia: sono
      ironico.Ma sono opensurs, la community di nerd non farà altro che leggere il codice riga per riga 24 ore su 24. Come del resto fa con tutto il resto dell'opensurs.
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: fidatevi!
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: ...

        fidatevi, scaricate a piene mani dal repo git

        dell'NSA, mi raccomando!





        PS: per utenti apple e altri idioti che non

        capiscono l'ironia: sono

        ironico.

        Ma sono opensurs, la community di nerd non farà
        altro che leggere il codice riga per riga 24 ore
        su 24. Come del resto fa con tutto il resto
        dell'opensurs.Come d'altronde tu fai il XXXXXXXX perennemente tutto il tempo libero che ti rimane!
        • nome e cognome scrive:
          Re: fidatevi!

          Come d'altronde tu fai il XXXXXXXX perennemente
          tutto il tempo libero che ti
          rimane!Anche quello è opensurs e sotto gpl, ogni volta che aggiungi qualcosa ne diventi parte. Sei contento?
Chiudi i commenti