Uber vs Waymo, paga Levandowsky

L'ingegnere accusato di aver trafugato segreti industriali dalla startup di Google viene licenziato dal servizio di car sharing per "insubordinazione". Una scusa per uscire dallo scontro con Big G?

Roma – Per mancato rispetto di una direttiva scritta, Uber ha lincenziato Anthony Levandowsky, l’ingegnere esperto di sistemi di guida senza pilota al centro della causa che vede il servizio di car sharing contrapposta a Waymo, la startup di Google.

La questione si inserisce in coda alla battaglia legale tra Waymo e Uber sulle tecnologie per la guida autonoma e in particolare il LiDAR delle self-driving car di Uber, ritenuto identico a quello messo a punto dal team di Google. Levandowsky, manager di Uber e cofondatore di Otto, è accusato di avere sottratto informazioni dal progetto di auto a guida autonoma di Google prima di dimettersi da Waymo e di aver conseguentemente utilizzato senza autorizzazione informazioni confidenziali e documenti tecnici relativi alla tecnologia, prima di rassegnare le dimissioni e fondare la startup Otto, poi acquisita da Uber.

La reporter del Guardian Julia Carrie Wong ha condiviso per prima la lettera indirizzata dai veritici di Uber a Anthony Levandowsky nella quale si legge che alla base della decisione vi è una direttiva scritta a lui inviata dalla startup lo scorso 20 Aprile – i cui contenuti rimangono riservati – e una seconda lettera, risalente allo scorso 15 Maggio, nella quale gli veniva chiesto di cooperare con le indagini in corso e con quanto richiesto dal Giudice distrettuale incaricato. In pratica, se avesse cooperato con le indagini e con Uber negli scorsi 20 giorni avrebbe mantenuto il suo lavoro, sempre che dal procedimento legale non fosse effettivamente risultato che avesse effettivamente trafugato dati a Waymo.

Secondo Uber, in particolare, la mancata collaborazione del suo dipendente gli ha impedito di effettuare le verifiche interne necessarie a preparare adeguatamente la difesa legale da contrapporre a Waymo in giudizio.

Legalmente, dunque, la causa del licenziamento è il mancato rispetto della clausola contrattuale che obbligavano Levandowsky a rispettare le direttive scritte di Uber; strategicamente, invece, la mossa potrebbe rappresentare per il servizio di car sharing il metodo più veloce per togliersi qualsiasi responsabilità circa le accuse mosse nei confronti di Levandowsky e non avere ulteriori ostacoli legali nel lavoro per lo sviluppo sul fronte delle tecnologie legate alle driverless car, un fronte sempre più caldo, come dimostra il recente esordio nel settore anche del gigante russo della ricerca online Yandex, che ha già mostrato i suoi prototipi di automobili.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sputacchier a scrive:
    Volevo venire qui a trollare
    Ma vedo che tutte le robe che volevo scrivere sono già state dette! :|
  • concesso scrive:
    incessanti
    A quando una telecamera a riconoscimento fecale, da mettere nel XXXXX.Le case dovranno essere ridisegnate con l'ingresso posto nel bagno, cosicché l'utente o l'intruso siano rilevati dalla AI, opportunamente addestrata nei cessi delle stazioni ferroviarie per riconoscere con certezza i culi, prima di entrare nell'appartamento vero e proprio.
    • xte scrive:
      Re: incessanti
      Mi hai fatto venire in mente un evento dei tempi dell'uni: un progetto "casalingo" di gabinetto giapponese, quelli per capirci che fan anche da bidet e non prevedono l'uso di carta.La base era un inserto per WC tedesco chiamato popodusche (che è tutt'ora in vendita per quanto ne so) con un po' di controlli&c aggiunti. Quando fu annunciata la prova generale uno che provò si alzò per rispondere al cellofono e ricevette un bidet alla faccia: l'AI usata aveva individuato la faccia quale sedere (tondeggiante, rosa, su uno sfondo ben contrastato) e aveva fatto il suo dovere :D :D :D
      • segaiolo scrive:
        Re: incessanti
        - Scritto da: xte
        ne so) con un po' di controlli&c aggiunti. Quando
        fu annunciata la prova generale uno che provò si
        alzò per rispondere al cellofono e ricevette un
        bidet alla faccia: l'AI usata aveva individuato
        la faccia quale sedere (tondeggiante, rosa, su
        uno sfondo ben contrastato) e aveva fatto il suo
        dovere :D :D
        :Dskynet seal-of-approval (rotfl)
        • ... scrive:
          Re: incessanti
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(idea) :@(idea)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) :@ :@ :@(idea) :@ :@ :@(rotfl)(rotfl) :@(cylon)(cylon)(cylon)(cylon)(cylon) :@(rotfl)(idea) :@(cylon)(nolove)(nolove)(nolove)(cylon) :@(idea) :@(idea)(cylon)(nolove)(newbie)(nolove)(cylon)(idea) :@(idea) :@(cylon)(nolove)(nolove)(nolove)(cylon) :@(idea)(rotfl) :@(cylon)(cylon)(cylon)(cylon)(cylon) :@(rotfl)(rotfl) :@ :@ :@(idea) :@ :@ :@(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(idea) :@(idea)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • maxsix scrive:
      Re: incessanti
      - Scritto da: conXXXXX
      A quando una telecamera a riconoscimento fecale,
      da mettere nel
      XXXXX.
      Le case dovranno essere ridisegnate con
      l'ingresso posto nel bagno, cosicché l'utente o
      l'intruso siano rilevati dalla AI, opportunamente
      addestrata nei cessi delle stazioni ferroviarie
      per riconoscere con certezza i culi, prima di
      entrare nell'appartamento vero e
      proprio.Sarebbe perfetta sull'iPhone...gli applefan hanno sovente le facce come il XXXX e una simile videocamera è perfetta per loro.
  • volano scrive:
    merdoni
    Nest, azienda di Google specializzata nella profilazione degli stolti che comperano i suoi prodotti.Oltretutto, a pagamento mensile, fornisce degli avvisi che le altre videocamere forniscono gratis, anche se meno sofisticate.Infatti la mia telecamera, in locale, discerne il gatto da un umano per le dimensioni, senza IA e senza farmi pagare un fico.Che merdoni.Prevedo un futuro dove ci saranno centrali di sorveglianza gestite anche loro da IA, che mi gioco un occhio diventeranno presto o tardi obbligatorie per questioni di sicurezza, e che pagheremo con i nostri soldi, come per esempio già paghiamo le assicurazioni che lo stato ci obbliga ad avere.Toh, ma sembra 1984!Che merdoni, parte seconda.
  • xte scrive:
    Un tempo
    A farsi spiare si veniva pagati, a far pubblicità si veniva pagati.Oggi si pensa che sia il "cliente" a dover pagare... Non male.
    • Il Fuddaro Quello vero scrive:
      Re: Un tempo
      - Scritto da: xte
      A farsi spiare si veniva pagati, a far pubblicità
      si veniva
      pagati.

      Oggi si pensa che sia il "cliente" a dover
      pagare... Non
      male.E perché adottano questo sistema oggi? Perché hanno visto che le persone 'cosidette' moderne sono dei completi idioti, e quindi possono trattarli e fargli quello che vogliono, tanto loro saranno sempre felici ma ebeti!Quanto sono in gamba i vari Sg@bbio, i vari maxsix, i vari bertuccia, e tanti altri, c'è da vantarsene proprio, deficienti siete! E deficienti resterete, perché ve ne fate pure un vanto.
  • Dumah Brazorf scrive:
    349euro...
    349euro...
Chiudi i commenti