Webjacking porno contro Singapore

Il principale partito di opposizione nell'isola è costretto a cambiare indirizzo internet. Dall'originale ora si vendono video a luci rosse e gadget da pornoshop


Roma – Con un certo imbarazzo i sostenitori del Partito democratico di Singapore stanno facendo le ore piccole in questi giorni per spingere motori di ricerca, indici su web, siti ricolmi di link politici e altre entità a modificare al più presto l’indirizzo internet del loro Partito. Quello originale, infatti, è diventato un negozio online di pornografia.

Stando alle prime ricostruzioni di un quotidiano locale, pare che qualcuno dotato di un indirizzo IP polacco sia penetrato nei server che ospitano il sito del partito, mettendo a disposizione di chi vi si reca una quantità di materiali pornografici, molti dei quali in vendita online. Ricostruzioni che non sembrano però realistiche.

All’indirizzo http://www.singaporedemocrat.org/ , infatti, si trovano effettivamente le nuove pagine del partito. Ma ad un altro indirizzo, quello facilmente individuabile ancora sugli indici in rete, corrisponde un sito porno che si trova su altro server. Questo significa che ad essere stati modificati non sono i dati sul server del Partito quanto invece i dati che indirizzano il traffico internet sul dominio che era del Partito e che ora è gestito dal sito porno. I “lavoretti” sui DNS, spesso definiti webjacking o web hijacking, hanno in passato già fatto vittime illustri .

Sulla questione stanno indagando le autorità di Singapore, sebbene i webmaster del sito politico abbiano già dichiarato di non essere riusciti a individuare l’esatta origine dell’attacco.

L’attacco al sito del Partito, comunque, tutto sembra meno che a sfondo politico. Non solo il partito di opposizione non è mai andato al potere e poche chance pare avere in questo senso ma più probabilmente chi ha dirottato il traffico ha colto al volo la possibilità di “promuovere” in questo modo i propri prodotti pornografici.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    US version
    del nuovo Harry Potter...le megalibrerie hanno solo quella British? da Amazon le spese di spedizione sono alte...chi sa se ci sono publlicazioni americane da qualche parte a Roma? e' quella illustato da Dupre'--thank you
    • Anonimo scrive:
      Re: US version
      - Scritto da: Anonimo
      del nuovo Harry Potter...le megalibrerie
      hanno solo quella British? da Amazon le
      spese di spedizione sono alte...chi sa se ci
      sono publlicazioni americane da qualche
      parte a Roma? e' quella illustato da
      Dupre'--thank youBeh, visto che la versione originale è British, non credo che troverai altre versioni. Però se aspetti troverai la versione in italiano (che chiaramente non è la stessa cosa della VO).
  • Anonimo scrive:
    Re: ma solo a me...
    - Scritto da: Anonimo
    ...fanno schifo sti libri? mah.... sarò
    sballato io!Per carità, a me non piacciono un sacco di cose che la "massa" ritiene irrinunciabili (tipo il film natalizio annuale di Boldi&DeSica, del quale non capisco lo smisurato successo di botteghino), quindi non c'è niente di strano se a te non va giù harry potter. Solo ti vorrei chiedere: li hai letti tutti per intero i primi quattro? Te lo chiedo perché la maggior parte di quelli che conosco a cui non piace Harry si è arresa dopo la lettura dei primi capitoli del primo libro, o magari hanno letto tutta "la pietra filosofale", ma solo quello: il quale effettivamente da l'aria (ad una prima lettura) di essere una favoletta per bambini o poco più, in particolare quei primi capitoli (quelli in cui Harry è nella casa degli zii Dursley) all'inizio mi avevano fatto pensare che si trattasse di un clone di Cenerentola. Se poi uno non ha letto i libri ma visto solo i film... beh, la qualità di quelli non è certo il non plus ultra (figurati che li hanno fatti dirigere dal regista di "mamma ho perso l'aereo"), e personalmente mi hanno deluso - non sarei mai diventato un fan di H.Potter (NON lo chiamo HP in questa sede per non scatenare un flame su Win/Lin/Palladium/ecc pure qui) se avessi visto quel film prima di leggere il libro.Poi qualcuno dice che Harry fa schifo per una qualche forma di fedeltà verso Tolkien... Questo è talebanismo puro! Anch'io sono un fan del Signore degli anelli, ma non per questo ritengo che altre storie non possano essere meritevoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma solo a me...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      ...fanno schifo sti libri? mah.... sarò

      sballato io!

      Per carità, a me non piacciono un sacco di
      cose che la "massa" ritiene irrinunciabili
      (tipo il film natalizio annuale di
      Boldi&DeSica, del quale non capisco lo
      smisurato successo di botteghino), quindi
      non c'è niente di strano se a te non va giù
      harry potter.

      Solo ti vorrei chiedere: li hai letti tutti
      per intero i primi quattro? Te lo chiedo
      perché la maggior parte di quelli che
      conosco a cui non piace Harry si è arresa
      dopo la lettura dei primi capitoli del primo
      libro, o magari hanno letto tutta "la pietra
      filosofale", ma solo quello: il quale
      effettivamente da l'aria (ad una prima
      lettura) di essere una favoletta per bambini
      o poco più, in particolare quei primi
      capitoli (quelli in cui Harry è nella casa
      degli zii Dursley) all'inizio mi avevano
      fatto pensare che si trattasse di un clone
      di Cenerentola.

      Se poi uno non ha letto i libri ma visto
      solo i film... beh, la qualità di quelli non
      è certo il non plus ultra (figurati che li
      hanno fatti dirigere dal regista di "mamma
      ho perso l'aereo"), e personalmente mi hanno
      deluso - non sarei mai diventato un fan di
      H.Potter (NON lo chiamo HP in questa sede
      per non scatenare un flame su
      Win/Lin/Palladium/ecc pure qui) se avessi
      visto quel film prima di leggere il libro.Io invece ho visto il film e lì ho deciso di comperarmi i libri per approfondire. Mi ci sono dovute due settimane per approfondire, quindi stavo già aspettando il quinto libro.È vero che leggere il libro dopo aver visto il film, si perde un po' in sorpresa e anche in storia visto che il libro è molto più completo del film. Ma mi piacciono tutti e due. Trovo le storie non banali e ricche di sorprese, poi se è un libro per ragazzi, bambini, vecchi o adulti non me ne frega nulla.
      Poi qualcuno dice che Harry fa schifo per
      una qualche forma di fedeltà verso
      Tolkien... Questo è talebanismo puro!
      Anch'io sono un fan del Signore degli
      anelli, ma non per questo ritengo che altre
      storie non possano essere meritevoli.Ho fatto la stessa cosa con Tolkien, visto film -
      comperato libro. Mi sono pure letto il Silmarillion e Bilbo l'hobbit e mi hanno pure appassionato.In questo caso posso ringraziare il cinema per avermi fatto conoscere due storie favolose. Chiaramente ognuna con le sue particolarità, ma tutte e due molto originali (cosa sempre più rara oggigiorno).
  • Anonimo scrive:
    Re: arry P...r....OTTER
    Non ho mai letto un libro di Harry Potter, ma se tu lo hai fatto con la stessa attenzione con cui hai letto questo articolo non posso fidarmi della tua opinione... c'é scritto come ha avuto il libro il NYDN (il giornale)... ciao!!!
  • Anonimo scrive:
    ma solo a me...
    ...fanno schifo sti libri? mah.... sarò sballato io!
  • Elwood_ scrive:
    arry P...r....OTTER
    Mi chiedo ma come Avrà fatto il Daily News ad avere le pagine della sua ultima "fatica" letteraria?(nemmeno fosse il signore degli anelli *tze*)Hanno chiesto aiuto al Mago Othelma?Li alieni hanno consegnato le pagine del manoscritto?Quelli del complotto Kennedy?Il gufetto ha portato le pagine incriminate?o (scusate la citazione abusata)è stato MIO CUGGINO?Quella domanda io mi farei,intanto, volente o nolente, la pubblicità è arrivata....anche se non rispettava i canoni del diritto d'autore e del rispetto del "lavoro"della scrittrice...Ho letto uno dei libri di Protter ops scusate plotter, ehm POTTER il mio italiano....sinceramente IMHO, non mi piace,secondo il sottoscritto (degustibus non sputazzellam)è una via di mezzo tra il signore degli anelli e magamagòMi scusi il grande Tolkien per aver paragonato la sua saga a tale "libro".Magicabulamagicabulabidibibodibibùle pagine del manoscritto per magia non ci sono piùErmionicamente VostroElwood
  • Anonimo scrive:
    Re: ma è mai possibile..
    Ma che si dia una mossa a pubblicarlo sto libro che sono sei secoli che deve uscire . . . . invece di perdere tempo con le cazzate
  • Anonimo scrive:
    Re: ma è mai possibile..
    - Scritto da: ishitawa
    .. che quando uno fa i soldi diventi così
    insopportabile?
    QUel giornale ha fatto solo un sacco di
    pubblicità al libro stesso (mica lo ha
    pubblicato tutto)
    Mi vengono in mente casi come quando la
    Apple si scaglia contro i siti di
    appassionati. E` cosi difficile da capire
    che se te la prendi con chi ti stima ti fai
    solo del male?Per me è solo una manovra pubblicitaria. Ovvio che la Rowling faccia l'inc****ta, mica può dire al mondo "copiate il mio libro e pubblicatelo anzitempo chissenefrega! tanto lo so che mi amate!"Ad ogni modo mi sono tenuto lontano da tutti i possibili spoiler, comprerò il libro (l'ho già ordinato) non appena disponibile in inglese, e fra qualche mese in italiano.
    • JosaFat scrive:
      Re: ma è mai possibile..
      sono curioso: ma cosa spinge un adulto a spendere soldi (e anche tanti, se lo compri in più lingue) per un libro per ragazzi?Sinceramente, per il genere fantasy, mi pare di vedere autori e libri molto più validi...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma è mai possibile..
        - Scritto da: JosaFat
        sono curioso: ma cosa spinge un adulto a
        spendere soldi (e anche tanti, se lo compri
        in più lingue) per un libro per ragazzi?
        Sinceramente, per il genere fantasy, mi pare
        di vedere autori e libri molto più validi...anche ad un adulto può paicere il libro di henry potter, i film dal libro tratti sono visti da grandi e piccini, che c'è di male?quanto all'autrice, ma è possibile ch euno non possa programmare una uscita del libro come vuole perchè altri decidono di anticiparne i contenuti e la stessa non possa incazzarsi? Oramai di pubblicità non ne ha più bisogno, ognuno di noi aspetta solo il seguito e in fondo pure io mi incazzerei se ciò che organizzo non va come voglio, creare maggiore attesa e suspance
      • Anonimo scrive:
        Re: ma è mai possibile..
        - Scritto da: JosaFat
        sono curioso: ma cosa spinge un adulto a
        spendere soldi (e anche tanti, se lo compri
        in più lingue) per un libro per ragazzi?
        Sinceramente, per il genere fantasy, mi pare
        di vedere autori e libri molto più validi...Lo hai letto? Trovo che per essere un libro per ragazzi la storia è molto buona anche per gli adulti.
        • JosaFat scrive:
          Re: ma è mai possibile..
          non l'ho mai letto, perchè riesco a leggere solo tre o quattro libri l'anno, e preferisco dedicarmi ad autori che amo molto: Tolkien, Gibson, Brooks, King... difficile che passi a nuovi autori se non sono più che ottimi. Però a vedere gli spezzoni dei film, mi pare proprio un filmetto da bambini, al livello dei Goonies o di altri film di Columbus
      • Anonimo scrive:
        Re: ma è mai possibile..
        - Scritto da: JosaFat
        sono curioso: ma cosa spinge un adulto a
        spendere soldi (e anche tanti, se lo compri
        in più lingue) per un libro per ragazzi?
        Sinceramente, per il genere fantasy, mi pare
        di vedere autori e libri molto più validi...mi sembra una domanda un po' bizzarra. come lo definisci un libro per ragazzi? verne, salgari, pinocchio, alice nel paese delle meraviglie, robinson crusoe, gulliver sono venduti come "libri per ragazzi" ma a me sembrano universali. harry potter e' scritto bene, in modo avvincente, racconta storie affascinanti. insomma e' un buon libro. punto e basta., il resto sono le strategie di marketing degli editori.
        • JosaFat scrive:
          Re: ma è mai possibile..
          - Scritto da: Anonimo

          mi sembra una domanda un po' bizzarra. come
          lo definisci un libro per ragazzi? verne,
          salgari, pinocchio, alice nel paese delle
          meraviglie, robinson crusoe, gulliver sono
          venduti come "libri per ragazzi" ma a me
          sembrano universali. Pinocchio lo leggevo a 8 anni, salgari e robison crusoe a 12, dunque ero un bambino.Certo non mi metterei a leggerli ora, c'è roba molto più interessante.
          harry potter e' scritto
          bene, in modo avvincente, racconta storie
          affascinanti. insomma e' un buon libro.
          punto e basta., Ma se deve essere adatto ad un pubblico di bambini, non c'è il rischio che sia un pò infantile nella trama e nei personaggi?Sinceramente ritengo che per essere interessanti e non banali sia difficile mantenere la compatibilità con un pubblico implume. Soprattutto quando si vogliono inserire nella trama temi quali la magia e l'occultismo.
          il resto sono le strategie
          di marketing degli editori.Sinceramente, se un editore vende un libro presentando come un libro per ragazzi, evita con cura che dentro di esso ci siano contenuti volgari o scabrosi... altrimenti non vende. Se lo vende con tale etichetta, non può essere che un libro dai toni edulcorati.
  • Anonimo scrive:
    ma è mai possibile..
    .. che quando uno fa i soldi diventi così insopportabile?QUel giornale ha fatto solo un sacco di pubblicità al libro stesso (mica lo ha pubblicato tutto)Mi vengono in mente casi come quando la Apple si scaglia contro i siti di appassionati. E` cosi difficile da capire che se te la prendi con chi ti stima ti fai solo del male?
Chiudi i commenti