Wi-Fi, seminario a Roma

Incontro


Roma – Il 19 si terrà a Roma un incontro sul Wi-Fi, un seminario al quale parteciperanno, tra gli altri, esponenti di AIIP, Wi Fi Company, Unidata, Assotel e Roma Wireless, un incontro organizzato dallo Studio Legale Sarzana e Associati.

Nel corso della giornata – si legge in una nota – “verranno affrontati tutti i profili tecnico-giuridici e commerciali di questa nuova straordinaria opportunità di mercato: come fornire connettività in modalità hot-spot ed ultimo miglio, gli adempimenti amministrativi, i modelli contrattuali, il rapporto con gli enti locali, la costituzione di società miste, le soluzioni tecniche e i modelli di business, l’uso privato, le modalità di finanziamento pubblico”.

Il seminario è a pagamento: tutte le info qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    [SEMI-OT] Natale
    un po' OT ma sempre in tema di consumi energeticivisto che c'e' la crisi energetica, e' necessario BUTTARE via tutti questi soldi in luminarie natalizie? Non dico di non addobbare , ma ci sono tanti addobbi che non conosumano corrente. Certo, il pc che sto usando consuma corrente anche lui, ma ha piu' che una funzione decorativaTutte le luminarie in citta' le pagano i contribuenti, e quella corrente probabilmente non e' nemmeno prodotta da noi, ma acquistata dalle centrali nucleari francesi...non si dovrebbe cominciare dal limitare gli sprechi?Andrea
  • Anonimo scrive:
    Si, ma come scaldano!
    Kilowatts su kilowatts usati par far funzionare le macchine ma altrettanti consumati per raffreddarle.Però in inverno fanno un calduccio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Si, ma come scaldano!
      - Scritto da: Anonimo
      Kilowatts su kilowatts usati par far funzionare
      le macchine ma altrettanti consumati per
      raffreddarle.
      Però in inverno fanno un calduccio...bisognerebbe integrarle con lo scaldabagno .....forse meglio con la macchina del caffè...due piccioni con una fava
  • EverythingYouKn scrive:
    TUTTO FINIRA' CON I POPOLI TRIBALI ED
    INDIGENI:http://freeweb.dnet.it/liberi/popoli_tribal.htmlNon ci sara' piu' bisogno di computer, ne' di elettricita', ne' di automobili, ne' di tante altre cazzate!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: TUTTO FINIRA' CON I POPOLI TRIBALI E
      Si ma se pigli la febbre muori
      • EverythingYouKn scrive:
        Re: TUTTO FINIRA' CON I POPOLI TRIBALI E
        - Scritto da: Anonimo
        Si ma se pigli la febbre muoriConoscevo dei contadini che non hanno mai avuto alcuna malattia, e sono morti in tarda eta' giocando a carte con gli amici al bar................
        • Anonimo scrive:
          Re: TUTTO FINIRA' CON I POPOLI TRIBALI E


          Si ma se pigli la febbre muori
          Conoscevo dei contadini che non hanno mai avuto
          alcuna malattia, e sono morti in tarda eta'
          giocando a carte con gli amici al
          bar................gli stessi contadini che dovevano avere una dozzina di figli per vederne un paio raggiungere la maggiore eta'...
  • nelchael81 scrive:
    Investissero in energia pulita
    Ora che l'azienda guadagna un fracco di soldi potrebbe investire in centrali solari o simili.
  • AnyFile scrive:
    Considerazioni
    Innanzitutto non credo proprio che il costo dell'energia venga considerato un grave problema (bisogna considerare tra l'altro che gran parte del mondo paga l'energia un prezzo notevolmente inferiore di qeullo italiano).Se il costo dell'energia elettrica fosse una cosa cosi' importante si sarebbero gia' attuate politiche per le riduzione di tali costi. E non solo per quel che riguarda i computer, ma anche per cose molto piu' costose (come ad esempio riscaldamento e condizionamento, illuminazione, ecc.). Avete presente l'immenista' dei sistemi di condizionamento dei centri commerciali. Non so quanto consumano, ma di certo una quantita' notevole (molto piu' di tutta l'enrgia elettrica consumata da tutti i computer contenuti al suo interno).La considerazione pertanto (a mio avviso) e' piu' teorica che pratica. Una cosa pero' molto interessante c'e'. Chi valuta i costi dei server deve contare non solo il costo dell'acquisto (questo pero' dovrebe essere abbastanza banale: chi acquista o noleggia un auto sa che poi deve aggiungere il costo della benzina e chi installa un sistema di riscaldamento o di condizionamento sa che oltre alla spesa iniziale vi saranno anche spese di manutenzione e le spese del gasolio e/o dell'elettricita').Una cosa mi ha fato riflettere.Nell'articolo si parla che a parita' di "il rapporto tra potenza di calcolo e watt consumati" (o forse sarebbe meglio parlare del suo reciproco) aumentano i consumi di energia elettrica.Questo puo' voler dire soltanto due cose: o si sprecano risorse di calcolo (programmi meno efficienti, computer accesi che non svolgono operazioni, ecc.) oppure che aumenta il lavoro svolto dai computer.Il ragionamento fato sembra simile a quello di un imprenditore che si lamenti perche' spende di piu' in consegna da quando le sue vendite sono aumentate e non basta piu' un solo camion per le consegne ma gle ne occorrono 3.Tanto per chiarire il mio pensiero, non sostengo che questo (quello del consumo di energia) non sia un problema. Anzi al contrario e' un problema serio e importante. Quello che temo (anzi che vedo nella realta') e' che e' un problema trascurato e che non fara' presa.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Considerazioni
      - Scritto da: AnyFile
      Una cosa mi ha fato riflettere.
      Nell'articolo si parla che a parita' di "il
      rapporto tra potenza di calcolo e watt consumati"
      (o forse sarebbe meglio parlare del suo
      reciproco) aumentano i consumi di energia
      elettrica.
      Questo puo' voler dire soltanto due cose: o si
      sprecano risorse di calcolo (programmi meno
      efficienti, computer accesi che non svolgono
      operazioni, ecc.) oppure che aumenta il lavoro
      svolto dai computer.Sarebbe interessante fare una misura: a parita' di macchina e di operazioni /calcoli eseguiti vedere come cambia il consumo cambiando il S.O. o a parita' di S.O. cambiando applicazione (tra quelle che eseguono le stesse cose)Detta cosi' e' un po' generica e andrebbe raffinata.==================================Modificato dall'autore il 14/12/2005 15.24.03
      • partygiano scrive:
        Re: Considerazioni

        Sarebbe interessante fare una misura: a parita'
        di macchina e di operazioni /calcoli eseguiti
        vedere come cambia il consumo cambiando il S.O. o
        a parita' di S.O. cambiando applicazione (tra
        quelle che eseguono le stesse cose)
        Detta cosi' e' un po' generica e andrebbe
        raffinata.per ora mi sono limitato a misurare il consumo dell' HW su di un misero serverino domestico montato tra amici,tra le cose curiose che ho notato: i dischi SATA consumano fino a 5 volte un disco IDE, provate a fare la prova anche voi se avete la strumentazione (vi serve un tester di precisione, non quelli da 20? che vendono al supermercato).
        • AnyFile scrive:
          Re: Considerazioni
          Ma la misura dove la fai? Sull'ingresso del disco o dall'alimentatore?
          • partygiano scrive:
            Re: Considerazioni
            - Scritto da: AnyFile
            Ma la misura dove la fai? Sull'ingresso del disco
            o dall'alimentatore?Direttamente nella presa di alimentazione, volevamo per curiosità vedere il consumo globale, ma con sorpresa abbiamo constatato che disattivando il disco IDE il valore totale del consumo (che adesso nn mi ricordo) scendeva di 0.01 A, mentre disattivando il disco SATA scendeva di 0.05 A
  • Anonimo scrive:
    Le "frrrrrOOttole" di GOOGLE
    E sencondo me stan facendo un gran can-can tanto per sollevare polveroni.Certo che han bisogno di potenza di calcolo, certo.Ma un solo Altoforno elettrico di una acciaieria, ad esempio, consumava Energia Elettrica come qualche MILIONATA di Server moderni.Dico "consumava" perchè come noto le acciaierie gigantesche che esistevano sparse per il mondo fino a una 15ina di anni fa sono praticamente SPARITE liberando MILIONI di MW di energia che non credo assolutamente siano stati rioccupati dalla "moderna" deindustrializzazione in favore dei servizi.E parlo solo di produzione acciaio senz aparlare degli enormi LAMINATOI che anche loro ciucciavano milioni di KW anche loro fino a una 15na di anni fa.La continua fame di energia attuale proviene dai consumi diciamo......voluttuari come ad esempio raffreddare i cuXi delle impiegate d' estate che dicono bollenti (impianti di condizionamento.....), e elettrodomestici di tipo familiare come x famiglie di handicappati che pur di non grattuggiare a mano un pò di formaggio grana x 3/4 persone comprano la grattuggia elettrica.Quindi, google stia tranquilla dal punto di vista energetico e si risparmi i quattrini per pagare questi studi e dedichi il suo tempo e energie affinando al meglio il proprio management.
  • Anonimo scrive:
    i server sono un problema ...
    ma i CLIENT ??rimpiango il Commodore 64 miticorimpiango il 486 25Mhzfaceva quello che faccio adesso nello stesso tempofoglio di calcolo , word processing e-mailfaceva più meno quello che faccio adessoIMHO non c'e' sensibilità .....nel mondo del lavoro pubblica e privata amministrazionebasterebbero macchine molto modeste e poco esose in termini di consumi ....con ovviamente dei software "pensati" per loroa me non spaventa una macchina server da 300 Watt che serve 2000 utenti ....a me spaventano 2000 utenti con macchine da 100 WSaluti
    • Anonimo scrive:
      Re: i server sono un problema ...
      - Scritto da: Anonimo
      ma i CLIENT ??

      a me spaventano 2000 utenti con macchine da 100 W
      Scusate se non mi firmo, ma l'altro giorno ho assistito in qualità di tecnico a un battibecco in un comune: il Ministero dell'Iinterno "obbliga" tutti i comuni italiani a dotarsi di un patetico e ridicolo software chiamato "quantità di sicurezza" i cui requisiti di sistema sono (richiesti e controllati in fase di installazione!!!) * almeno 512 MB di memoria ram* almeno 40GB di spazio libero sul disco fisso!Questo "mostro" di tecnologia è stato programmato dai docenti dell'Università di Tor Vergata di Roma...Ora, gran parte degli 8100 comuni italiani deve dotarsi di un pc apposito solo per far girare questo fantomatico software...
      • Alessandrox scrive:
        Re: i server sono un problema ...
        - Scritto da: Anonimo
        Scusate se non mi firmo, ma l'altro giorno ho
        assistito in qualità di tecnico a un battibecco
        in un comune: il Ministero dell'Iinterno
        "obbliga" tutti i comuni italiani a dotarsi di un
        patetico e ridicolo software chiamato "quantità
        di sicurezza" i cui requisiti di sistema sono
        (richiesti e controllati in fase di
        installazione!!!)
        * almeno 512 MB di memoria ram
        * almeno 40GB di spazio libero sul disco fisso!
        Questo "mostro" di tecnologia è stato programmato
        dai docenti dell'Università di Tor Vergata di
        Roma...
        Ora, gran parte degli 8100 comuni italiani deve
        dotarsi di un pc apposito solo per far girare
        questo fantomatico software...E a che serve?
    • Anonimo scrive:
      Re: i server sono un problema ...
      Veeero, sapessi che pc hanno al ministero del lavoro per mandarci due email e scrivere una lettera col word a settimana...
  • Anonimo scrive:
    per la redazione
    "sempre più performanti" forse la parola ITALIANA che cercavate era VELOCI :D
  • Anonimo scrive:
    Imparare a programmare!!!
    Perchè per ogni raddoppio di potenza di processore il software nuovo diventa SEMPRE più lento? :D
  • J3njy scrive:
    Energia Gratis !!! E' Ora oppure no ?
    Se vi dicessi "Fusione Fredda" vi prendereste per matto ?!?E se vi dicessi che in moltissimi esperimenti anche amatoriali, si è verificato il fenomeno tanto criticato e tanto smentito inventato da Fleishman e Pons, e che magari la fusione fredda già sarebbe realtà se non fosse che un governo proibitivo ci vuol tenere petrolio dipendenti ?!?Cosa inizierete a pensare ?!?Ogni Risposta è ben accetta, ma prima di criticare in malo modo, dicendo le solite cose scontate ... fatevi un giretto qui http://www.progettomeg.it/FFredda.htm oppure usate google appunto per fare ricerche !Mettete alla prova la vostra percezione .... ne rimarrete stupiti !
    • Anonimo scrive:
      Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no

      Cosa inizierete a pensare ?!?
      Che mi sembra strano che se questa fusione fredda è una tecnologia valida e funzionale nessuno, ne privati, ne governi senza petrolio che fanno i salti mortali per procurarselo anche a costi alti (vedi il canada che adesso sta raffinando sabbie bituminose, processo costosissimo ma che ora vale la pena fare con il prezzo del petrolio)..A già dimenticavo, c'è la Spectre con i suoi agenti segreti che ha convinto tutti i governi mondiali, tutte le aziende private del mondo a non usare una tecnologia rivoluzionaria ed economica ed ovviamente questi governi e queste aziende hanno tutte accettato questa cosa.
      • Fabi3tto scrive:
        Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
        Più che altro mi stupisce che non lo usi la Cina dato che è così affamata di energia e non penso abbia interesse a far arricchire americani/arabi comprando il loro petrolio.Boh, non capisco anche perchè non sono esperto in materia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
        - Scritto da: Bruco
        - Scritto da: Marlenus

        Non parliamo poi del pericolo per la carriera

        degli accademici affermati. Se sono il massimo

        esperto diciamo di una certa branca, e arriva un

        giovanotto di belle speranze a rivoluzionarmi la

        materia, chi sarà il massimo esperto a questo

        punto? Nella migliore delle ipotesi mi tocca

        rimettermi a studiare partendo da posizioni

        diverse (quelle del giovanotto) e quindi nuove

        per me. A cinquant'anni (o sessanta) chi me lo
        fa

        fare?

        Sante parole!

        P.S.: Posso chiederti se tu stai facendo carriera?Ho abbandonato la carriera universitaria perchè non avevo "sponsor".Nell'azienda in cui lavoro occupo esattamente lo stesso posto che occupavo quando sono entrato cinque anni fa, e non posso certo dire che le mie idee siano grandemente prese in considerazione (per quanto col senno di poi si siano quasi sempre rivelate esatte). Alcune di quelle idee hanno fatto vendere molto ai concorrenti che le hanno perseguite (mentre da noi si sono fermate in qualche riunione due anni prima dell'uscita del prodotto concorrente che le implementava, segno che le avevo avute più o meno in contemporanea con loro) con prevedibili risultati sulle quote di mercato della mia azienda, che per la cronaca sta delocalizzando in Cina e spingendosi sempre più verso la fascia bassa del mercato. Cosa questo significhi per i lavoratori o per il nostro futuro te lo lascio immaginare. Ma si tratta di una situazione ormai comune a tutto questo paese. Le realtà in espansione sono poche, e quelle che vivacchiano non lo faranno per molto, a mio parere. Rimpiango ogni giorno di più di non aver avuto il coraggio di andarmene quando ero un ragazzotto di belle speranze fresco di laurea, e sì che ci avevo pensato molto.
        • Alessandrox scrive:
          Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
          - Scritto da: Anonimo
          Ho abbandonato la carriera universitaria perchè
          non avevo "sponsor".
          Nell'azienda in cui lavoro occupo esattamente lo
          stesso posto che occupavo quando sono entrato
          cinque anni fa, e non posso certo dire che le mie
          idee siano grandemente prese in considerazione
          (per quanto col senno di poi si siano quasi
          sempre rivelate esatte). Alcune di quelle idee
          hanno fatto vendere molto ai concorrenti che le
          hanno perseguite (mentre da noi si sono fermate
          in qualche riunione due anni prima dell'uscita
          del prodotto concorrente che le implementava,
          segno che le avevo avute più o meno in
          contemporanea con loro) con prevedibili risultati
          sulle quote di mercato della mia azienda, che per
          la cronaca sta delocalizzando in Cina e
          spingendosi sempre più verso la fascia bassa del
          mercato. Cosa questo significhi per i lavoratori
          o per il nostro futuro te lo lascio immaginare.
          Ma si tratta di una situazione ormai comune a
          tutto questo paese. Le realtà in espansione sono
          poche, e quelle che vivacchiano non lo faranno
          per molto, a mio parere. Quindi mi confermi che la delocalizzazione e la scelta della fascia bassa del mercato sono dei ripieghi conseguenti al non aver voluto investire ed e innovare (anche con i rischi che normalmente comporta) a sufficenza?
          Rimpiango ogni giorno di
          più di non aver avuto il coraggio di andarmene
          quando ero un ragazzotto di belle speranze fresco
          di laurea, e sì che ci avevo pensato molto. Beh a 37 anni si e' ancora abbastanza giovani per viaggiare... famiglia permettendo ovviamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da: Anonimo

            la cronaca sta delocalizzando in Cina e

            spingendosi sempre più verso la fascia bassa del

            mercato. Cosa questo significhi per i lavoratori

            o per il nostro futuro te lo lascio immaginare.

            Ma si tratta di una situazione ormai comune a

            tutto questo paese. Le realtà in espansione sono

            poche, e quelle che vivacchiano non lo faranno

            per molto, a mio parere.

            Quindi mi confermi che la delocalizzazione e la
            scelta della fascia bassa del mercato sono dei
            ripieghi conseguenti al non aver voluto investire
            ed e innovare (anche con i rischi che normalmente
            comporta) a sufficenza?Se vuoi la verità, credo che la volontà non c'entri per niente. Molte delle idee di cui parlavo erano piccole modifiche, perfettamente alla nostra portata senza aumenti di budget, senza nuovi investimenti. Era solo una questione di indirizzare le risorse disponibili in un modo invece che in un altro, nel momento giusto, con na visione d'insieme e un po' di attenzione agli effetti futuri. E avere un maggior rispetto per chi alla fine paga il prodotto, invece che per i problemi interni, veri o supposti che fossero.Una questione di management. Non farmi dire di più, se non il fatto che senza meritocrazia e con troppa politica (non intendo i partiti, ma la politica degli enti interni, delle cordate, dei favori da negare o restituire) mantenersi competitivi è impossibile.Non è un caso che in Italia funzionino le aziende piccole, quelle col padrone, figli permettendo, mentre quelle basate sull'azionariato diano sempre problemi.Ma aspettarsi che facciano innovazione, che tengano il passo con i colossi.... brutta situazione.
        • Bruco scrive:
          Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Bruco
          Ho abbandonato la carriera universitaria perchè
          non avevo "sponsor".Idem fotocopia anche per me.
          Ma si tratta di una situazione ormai comune a
          tutto questo paese. Le realtà in espansione sono
          poche, e quelle che vivacchiano non lo faranno
          per molto, a mio parere. Rimpiango ogni giorno di
          più di non aver avuto il coraggio di andarmene
          quando ero un ragazzotto di belle speranze fresco
          di laurea, e sì che ci avevo pensato molto. Suvvia, non vivere di rimpianti. Per quanto mi è possibile, cerco sempre di imparare qualcosa di nuovo anche dal mio attuale lavoro, e ci riesco. Magari sono cose più terra terra, ma non sono neanche masturbazioni mentali che non servono a nessuno, se non a scrivere insulsi articoli. Rimpianti per il mondo universitario ne ho pochi, forse perché ho una forte capacità di adattamento.Dubbi per il futuro, però, molti. Se devo confessare, l'aspetto che più mi è dispiaciuto uscendo dall'università, il non essere riuscito a guadagnarmi il posto fisso.Perché sotto sotto, anch'io ragiono in piccolo.Mal che vada, spero comunque che continueremo a scriverci qui su PI.
          • Anonimo scrive:
            Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
            - Scritto da: Bruco
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Bruco

            Ho abbandonato la carriera universitaria perchè

            non avevo "sponsor".

            Idem fotocopia anche per me.Situazione comune, almeno tra le persone che conosco. Comunque non credere che chi ha scelto di rimanere dentro non abbia i suoi problemi. Da quel che mi raccontano, se non sono sotto la soglia della povertà, poco ci manca. E che prospettive, anche per loro......


            Ma si tratta di una situazione ormai comune a

            tutto questo paese. Le realtà in espansione sono

            poche, e quelle che vivacchiano non lo faranno

            per molto, a mio parere. Rimpiango ogni giorno
            di

            più di non aver avuto il coraggio di andarmene

            quando ero un ragazzotto di belle speranze
            fresco

            di laurea, e sì che ci avevo pensato molto.

            Suvvia, non vivere di rimpianti.
            Per quanto mi è possibile, cerco sempre di
            imparare qualcosa di nuovo anche dal mio attuale
            lavoro, e ci riesco. Magari sono cose più terra
            terra, ma non sono neanche masturbazioni mentali
            che non servono a nessuno, se non a scrivere
            insulsi articoli. Be', è un modo di vederla. Purtroppo io continuo a credere che l'unica vera fonte di arricchimento lecita sia la scoperta, l'idea che modifica un qualche processo, che inventa un qualcosa che arricchisce tutti (che hanno qualcosa di nuovo che gli è utile, o pagano meno qualcosa che già c'era) e concede a chi ha avuto l'idea una quota di questo miglioramento.Gli altri modi che conosco sono solo distribuzione, togliere a qualcuno per dare a qualcun'altro.
            Dubbi per il futuro, però, molti. Se devo
            confessare, l'aspetto che più mi è dispiaciuto
            uscendo dall'università, il non essere riuscito a
            guadagnarmi il posto fisso.Francamente di posti fissi ormai ce ne sono pochi. Io sono a tempo indeterminato (e rispetto alla media non m trattano neanche troppo male) però lontano da casa e con la spada di damocle delle ristrutturazioni che si susseguono. Di fisso neanche l'ombra, con la paura della mobilità dietro l'angolo....
            Mal che vada, spero comunque che continueremo a
            scriverci qui su PI.Non sono troppo assiduo, ma spero anch'io...Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
        - Scritto da: Anonimo


        Cosa inizierete a pensare ?!?



        Che mi sembra strano che se questa fusione fredda
        è una tecnologia valida e funzionale nessuno, ne
        privati, ne governi senza petrolio che fanno i
        salti mortali per procurarselo anche a costi alti
        (vedi il canada che adesso sta raffinando sabbie
        bituminose, processo costosissimo ma che ora vale
        la pena fare con il prezzo del petrolio)..

        A già dimenticavo, c'è la Spectre con i suoi
        agenti segreti che ha convinto tutti i governi
        mondiali, tutte le aziende private del mondo a
        non usare una tecnologia rivoluzionaria ed
        economica ed ovviamente questi governi e queste
        aziende hanno tutte accettato questa cosa. Be'... sì, siamo noi della S.P.E.C.T.R.E.Fin'ora siamo riusciti a fare un buon lavoro... l'unica è che ogni tanto salta fuori un chiacchierone e ci sputtana.
    • Anonimo scrive:
      Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
      guarda ogni tanto lukro qui:http://www.forumcommunity.net/?c=627mi hanno sempre dato l'idea di gente che non ha la minima idea di cosa sia un bilancio energetico...se per produrre 75W ne conusmo 100W non so quanto ne valga la candela.
      • Marlenus scrive:
        Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
        - Scritto da: Anonimo
        guarda ogni tanto lukro qui:
        http://www.forumcommunity.net/?c=627

        mi hanno sempre dato l'idea di gente che non ha
        la minima idea di cosa sia un bilancio
        energetico...se per produrre 75W ne conusmo 100W
        non so quanto ne valga la candela.
        Secondo te l'energia cinetica dell'acqua che muove le turbine che producono l'elettricità che stiamo usando è più o meno dell'energia elettrica prodotta?E l'energia liberata dalla combustione del petrolio è più o meno dell'elettricità utile generata?OK, il punto vero è un altro. Il punto è se il fenomeno scoperto presenta la possibilità, una volta capito, di essere utile. FInchè non lo capiamo, non sappiamo se è sfruttabile o no. Possiamo avere una speranza (come capita a me) o essere scettici (come nel tuo caso). Ma sono posizioni basate sul nulla, semplici opinioni. Io credo che il fenomeno esista, sia stata ampiamente provata la sua esistenza, e credo che non sappiamo abbastanza per capire se può essere utilizzabile o no. A questo punto il piccolo imprenditore padano mi dirà: "tempo perso vai a lavorare, lazzarun". Chi ha una visione un po' più lunga potrebbe sostenere che è un opportunità. Non è detto che sia quella giusta, ma forse vale la pena pensarci un po' sopra ("fare ricerca") e vedere se ne esce fuori qualcosa. Non tutti i semi germogliano (sai quanti se ne mangiano gli uccelli?) ma se ne metti abbastanza, qualcuno finirà per darti da mangiare. Io la penso così.
        • Anonimo scrive:
          Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no

          OK, il punto vero è un altro. Il punto è se il
          fenomeno scoperto presenta la possibilità, una
          volta capito, di essere utile. FInchè non lo
          capiamo, non sappiamo se è sfruttabile o no.P.S. ti ricordo che affermazioni eccezionali richiedono ROBUSTE prove a sostegno.Non sta a me dimostrare che l'astrologo di turno sta sparando una montagna di ca@@ate, ma a LUI dimostrare che ha ragione!
          • Anonimo scrive:
            Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
            - Scritto da: Anonimo

            OK, il punto vero è un altro. Il punto è se il

            fenomeno scoperto presenta la possibilità, una

            volta capito, di essere utile. FInchè non lo

            capiamo, non sappiamo se è sfruttabile o no.

            P.S. ti ricordo che affermazioni eccezionali
            richiedono ROBUSTE prove a sostegno.
            Non sta a me dimostrare che l'astrologo di turno
            sta sparando una montagna di ca@@ate, ma a LUI
            dimostrare che ha ragione!
            Concordo. E ti ringrazio per aver usato una versione più blanda del "affermazioni eccezionali richiedono prove eccezionali".Proverò a dartene una, controversa, naturalmente.C'è un piccolo esperimento, che io ho replicato e se vuoi posso inviarti i filmati, che è conosciuto come Lifter. Banalmente si tratta di un condensatore asimmetrico (armature di dimensioni diverse) che se sottoposto a tensioni elevate (dell'ordine di alcune decine di KV) presenta la sconcertante caratteristica di mettersi a svolazzare per la stanza. Ora la spiegazione che viene data della forza in gioco (piccola, dell'ordine dei grammi, nel mio caso si trattava di circa 3,5 grammi a circa 35 KV) è che si tratta di un effetto di vento ionico.Peccato che con quattro calcoli si può dimostrare che con le energie in gioco la forza dovuta al vento ionico può essere al massimo di due ordini di grandezza inferiore (anche questi conti se vuoi posso inviarteli).Questo esperimento è stato quello che mi ha convinto ad approfondire le pretese scoperte di queste persone. Durante questi quattro anni ho trovato molti fenomeni che erano certamente str***ate, molti altri che erano riconducibili alla convinzione dell'osservatore (emblematico il caso di spostamenti invisibili, almeno per me, di una lancetta che dovevano dimostrare una perdita di peso di "qualche decina di mg" su una bilancia che indicava solo i grammi e aveva errore a fondo scala dell'ordine di più o meno 5g, con tanto di foto ad alta risoluzione e misura dei pixel di spostamento!), e alcune vere e proprie truffe.Nondimeno sono convinto che alcuni esperimenti siano da prendere sul serio, così come alcune teorie di indubitabile bellezza formale (naturalmente non significa che non possano essere sbagliate).Se vuoi un esempio di cosa parlo, prova a leggere dell'esperimento di Roshchin e Godin (http://www.faraday.ru/volume01.htm oppure il riassunto a http://users.erols.com/iri/Roshchin_Godin.PDF), delle spiegazioni che ne dà Pitkanen (http://www.rexresearch.com/roschin/pitkanen.pdf, occhio che è proprio un mattone!) che tra le righe potrebbero anche spiegare la scarsa riproducibilità di certi esperimenti. Un altra cosa che ha attirato la mia attenzione è che spesso esperimenti non correlati tra loro e fatti da persone che sembrano non conoscersi hanno come side-effect fenomeni che sono la base di dispositivi diversi o che comunque si assomigliano (il più strano è la supposta alterazione del tempo di decadimento degli isotopi nei dintorni). Sia chiaro, non sto dicendo che siano veri, non ho mai avuto la possibilità di ripetere le prove, e in quest'ambito credo solo a quello che riesco a riprodurre (ah, se avessi un laboratorio!), ma ritengo che una seria analisi scientifica, fosse solo per confutare il tutto, la meritino.Esistono serissimi esperimenti e scoperte che mettono dubbi su tutto (per esempio, l'effetto Allais e le misure sulle sonde Pioneer 10 e 11 gettano qualche dubbio persino sulla relatività generale, http://arxiv.org/ftp/gr-qc/papers/0408/0408023.pdf) quindi non faccio fatica a credere che ci sia ancora molto da scoprire (e da ingegnerizzare) là fuori.In particolare, tornando all'argomento iniziale, se cerchi roba seria sulla fusione fredda, prova a comnciare da quì: http://www.lenr-canr.org/index.htmlMarlenus"La ricerca scientifica consiste nel sostituire teorie sbagliate con altre sbagliate in modo più sottile"
          • Anonimo scrive:
            Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
            PS: Quando si parla di questi argomenti mi piace mettere questo link:http://www.newphys.se/maps/index.htmlE' una mappa di tutti (?) gli effetti strani e inspiegabili che sono stati messi in evidenza negli ultimi anni.Un punto di partenza per chi vuole visualizzare l'estensione della questione, o per chi vuole approfondire facendo consumare un po' di energia a Google per una buona ragione :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no

            PS: Quando si parla di questi argomenti mi piace
            mettere questo link:

            http://www.newphys.se/maps/index.html
            Io preferisco questo:http://www.randi.org/e consiglio a tutti di leggere il suo libro!
          • Anonimo scrive:
            Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
            - Scritto da: Anonimo

            PS: Quando si parla di questi argomenti mi piace

            mettere questo link:



            http://www.newphys.se/maps/index.html



            Io preferisco questo:
            http://www.randi.org/
            e consiglio a tutti di leggere il suo libro!Ottima scelta, anche se in questo caso basta non essere a priori convinti che tutti stiano fregando.Io preferisco:http://www.phact.org/CiaoMarlenus
    • Marlenus scrive:
      Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
      - Scritto da: J3njy
      Ogni Risposta è ben accetta, ma prima di
      criticare in malo modo, dicendo le solite cose
      scontate ... fatevi un giretto qui
      http://www.progettomeg.it/FFredda.htm oppure
      usate google appunto per fare ricerche !

      Mettete alla prova la vostra percezione .... ne
      rimarrete stupiti !Per chi mastica l'inglese o il francese ed è interessato, suggerisco un altro sito:http://go.to/jlnlabs/
    • Anonimo scrive:
      Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
      Coraggio ragazzi, adesso invece della fusione fredda in Italia stiamo per tornare alla fissione calda! Non avete sentito le più e più voci che dicono che il referenfum sul nucleare fu un errore? E' ora di tornare all'uranio 235!Dico cristo avevamo due centrali nucleari si e no e dopo 20 anni non sappiamo ancora dove mettere le scorie, abbiamo avuto 20 anni per studiare fonti di energia alternativa e non si è fatto nulla, tanto il petrolio costava poco.E ora andiamo a fondo, il petrolio serve tutto alle vere seste potenze del mondo, cioè Cina e India. Altro che fusione nucleare, torneremo ad andare a dorso di ciuco...Rassegnatevi, l'Italia grazie al boom economico degli anni 50 e 60 ha assaporato benessere e successo, abbiamo campato di rendita altri 30 anni facendo debiti e fingendo di essere una nazione seria, ma il parmigiano, il vino e i vestiti armani non fanno vincere le guerre commerciali, lo capite no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
        - Scritto da: Anonimo
        Coraggio ragazzi, adesso invece della fusione
        fredda in Italia stiamo per tornare alla fissione
        calda! Non avete sentito le più e più voci che
        dicono che il referenfum sul nucleare fu un
        errore? E' ora di tornare all'uranio 235!Essendo uno dei pochi che ha votato a favore, non mi dispiace più di tanto.
        Dico cristo avevamo due centrali nucleari si e no
        e dopo 20 anni non sappiamo ancora dove mettere
        le scorie, abbiamo avuto 20 anni per studiare
        fonti di energia alternativa e non si è fatto
        nulla, tanto il petrolio costava poco.Proprio per quello.
        E ora andiamo a fondo, il petrolio serve tutto
        alle vere seste potenze del mondo, cioè Cina e
        India. Altro che fusione nucleare, torneremo ad
        andare a dorso di ciuco...
        Rassegnatevi, l'Italia grazie al boom economico
        degli anni 50 e 60 ha assaporato benessere e
        successo, abbiamo campato di rendita altri 30
        anni facendo debiti e fingendo di essere una
        nazione seria, ma il parmigiano, il vino e i
        vestiti armani non fanno vincere le guerre
        commerciali, lo capite no?Resta sempre la carta Florida. Possiamo diventare il parco divertimenti d'europa. Il parmigiano si vende bene, basta renderlo inaccessibile agli italiani normali (e mi sembra che lo stiamo facendo) e venderlo ad americani o tedeschi (poi a cinesi e indiani, se sarà necessario).Mal che vada, c'è sempre la carta Nevada. Legalizziamo la prostituzione e il gioco d'azzardo (in fin dei conti abbiamo operatori molto abili in casa nel ramo) e vai.Come vedi di modelli di sviluppo ce ne sono sempre, ma il problema è sempre lo stesso, chi guida?
      • avvelenato scrive:
        Re: Energia Gratis !!! E' Ora oppure no
        - Scritto da: Anonimo
        abbiamo avuto 20 anni per studiare
        fonti di energia alternativa e non si è fatto
        nulla, tanto il petrolio costava poco."Le informazioni pubblicate dal Ministero delle Attività produttive consentono di stimare in circa 99.000 miliardi di lire (51,1 miliardi di euro) l'impegno complessivo sostenuto dallo Stato nel periodo 1981-2002 per l'incentivazione delle fonti rinnovabili, prevalentemente attraverso il provvedimento CIP 6/92."Fonte: Le scienze, giugno 2005.
  • Anonimo scrive:
    IMHO
    magari si potrebbe risolvere il problema dotando ogni server di un sistema per ricavare idrogeno dall'acqua e di un generatore di elettricità funzionante a idrogeno così i servers funzionerebbero a acqua (rotfl)==================================Modificato dall'autore il 14/12/2005 2.42.28
    • Anonimo scrive:
      Re: IMHO
      Tu forse credevi di scherzare, ma Carlo Rubbia ha detto che si potrebbe installare in una zona di mare un impianto che crea idrogeno a partire dall'acqua di mare usando l'energia solare...- Scritto da: Gabryel
      magari si potrebbe risolvere il problema dotando
      ogni server di un sistema per ricavare idrogeno
      dall'acqua e di un generatore di elettricità
      funzionante a idrogeno così i servers
      funzionerebbero a acqua (rotfl)

      ==================================
      Modificato dall'autore il 14/12/2005 2.42.28
      • Anonimo scrive:
        Re: IMHO
        per ora comunque l'idrogeno si produce usando corrente elettrica
      • Alessandrox scrive:
        Re: IMHO
        - Scritto da: Anonimo
        Tu forse credevi di scherzare, ma Carlo Rubbia ha
        detto che si potrebbe installare in una zona di
        mare un impianto che crea idrogeno a partire
        dall'acqua di mare usando l'energia solare...
        - Scritto da: Gabryel

        magari si potrebbe risolvere il problema dotando

        ogni server di un sistema per ricavare idrogeno

        dall'acqua e di un generatore di elettricità

        funzionante a idrogeno così i servers

        funzionerebbero a acqua (rotfl)Ecco appunto ma l' energia dissipata da questi forni non potrebbe essere reimpiegata... chesso' per il teleriscaldamento :)
  • Anonimo scrive:
    E' vero.... 250 ? all'anno!
    E' vero se calcolato su base annuale:un sistema Opetron consuma 2280 w al giorno ovvero2.28 a un prezzo medio di 0,30 centesimi al Kw = 0,684 ? al giorno che in un anno fa 250 ?!!!Un sistema Xeon consuma invece 3.96 Kw/giorno ovvero 1,188 al giorno che un anno sono 433 ?.In sostanza il consumo di un anno, corrisponde oggi ad un canone di leasing o di ammortamento (macchine molto minimali) di macchine analoghe. O comunque siamo molto vicini ad una parità tra costo annuale (del solo hardware) e suoi consumi!Con questo impariamo che la new economy tanto new non è visto che per andare avanti ha bisogno di una materia prima come l'energia, un pò come le macchine a carbone o di ogni macchina dell'era industraile....Del resto se consideriamo che i server la maggior parte erogano dei servizi, è interessante (ma lapalissiano) notare che per produrre tali servizi sia necessario un tale consumo di energia, un pò come qualsiasi servizio per essere prodotto o erogato necessiti di energia.....Comunque l'impatto è comunque basso: se consideriamo i computer che ha Google (150.000 mila) e stimiamo un consumo medio di euro 300 per macchina alla fine dell'anno avrà una bolletta energica di 45 milioni di dollari! Che è circa l'1 o il 2% delle sue entrate - non ho sotto mano i dati aggiornati!!!Insomma la "benzina" che manda avanti il motore Google non è poi tanto costosa!Se a cui aggiungiamo il costo dell'hardware del 1,5 al 3% del loro fattura (stimando che abbiano speso 150 milioni di dollari ad una media di ? 1000 l'uno - Google usa server a basso costo, sfruttando la ridondanza della sua piattaforma)....Insomma la benzina e la macchina incide alla fine per il 5% su base annuale... mentre anche un raddoppio dei costi energetici avrebbe un impatto del 1-2% massimo....A questo punto con tutti i soldi che ha ... Google si può mettere tante pale eoliche o utilizzare e/o produrre energia pulita e farebbe pure una bella figura con i suoi stakeholder....MG
    • Anonimo scrive:
      Re: E' vero.... 250 ? all'anno!
      scusate qualche errore "fattura" = "fatturato"... e po confusiono con dollaro e euro.... è un pò tardi!
      • Anonimo scrive:
        Re: E' vero.... 250 ? all'anno!
        La bolletta nel caso dell'opteron è parecchio più bassa, questo per il diverso modo di misurazione del TPD di AMD ed Intel. AMD da il consumo massimo nelle peggiori condizioni, Intel invece da un consumo medio, in condizioni normali.Per AMD quindi i consumi di riferimento sono almeno un 30% più bassi.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' vero.... 250 ? all'anno!
      - Scritto da: Anonimo
      E' vero se calcolato su base annuale:

      un sistema Opetron consuma 2280 w al giorno ovvero
      2.28 a un prezzo medio di 0,30 centesimi al Kw =
      0,684 ? al giorno che in un anno fa 250 ?!!!

      Un sistema Xeon consuma invece 3.96 Kw/giorno
      ovvero 1,188 al giorno che un anno sono 433 ?.

      In sostanza il consumo di un anno, corrisponde
      oggi ad un canone di leasing o di ammortamento
      (macchine molto minimali) di macchine analoghe. O
      comunque siamo molto vicini ad una parità tra
      costo annuale (del solo hardware) e suoi consumi!

      Con questo impariamo che la new economy tanto new
      non è visto che per andare avanti ha bisogno di
      una materia prima come l'energia, un pò come le
      macchine a carbone o di ogni macchina dell'era
      industraile....

      Del resto se consideriamo che i server la maggior
      parte erogano dei servizi, è interessante (ma
      lapalissiano) notare che per produrre tali
      servizi sia necessario un tale consumo di
      energia, un pò come qualsiasi servizio per essere"po' "
      prodotto o erogato necessiti di energia.....

      Comunque l'impatto è comunque basso: se
      consideriamo i computer che ha Google (150.000
      mila) e stimiamo un consumo medio di euro 300 per
      macchina alla fine dell'anno avrà una bolletta
      energica di 45 milioni di dollari! Che è circa
      l'1 o il 2% delle sue entrate - non ho sotto mano
      i dati aggiornati!!!
      Insomma la "benzina" che manda avanti il motore
      Google non è poi tanto costosa!

      Se a cui aggiungiamo il costo dell'hardware del
      1,5 al 3% del loro fattura (stimando che abbiano
      speso 150 milioni di dollari ad una media di ?
      1000 l'uno - Google usa server a basso costo,
      sfruttando la ridondanza della sua
      piattaforma)....

      Insomma la benzina e la macchina incide alla fine
      per il 5% su base annuale... mentre anche un
      raddoppio dei costi energetici avrebbe un impatto
      del 1-2% massimo....

      A questo punto con tutti i soldi che ha ...
      Google si può mettere tante pale eoliche o
      utilizzare e/o produrre energia pulita e farebbe
      pure una bella figura con i suoi stakeholder....

      MGa parte che non ha senso parlare di consumo in watt, ma di watt ora (Wh) o ampere (A); se consideri che un computer casalingo medio odierno in semi stand-by consuma circa 120Wh, il consumo annuo è ben superiore a 250?; figuriamoci dunque quanto può costare un server aziendale...
      • Anonimo scrive:
        Re: E' vero.... 250 ? all'anno!


        a parte che non ha senso parlare di consumo in
        watt, ma di watt ora (Wh) o ampere (A); Ti suggerisco di riguardarti la legge di Watt. Se mi accomuni Watt-ora e Ampere ti contraddici da solo.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' vero.... 250 ? all'anno!

        a parte che non ha senso parlare di consumo in
        watt, ma di watt ora (Wh) o ampere (A); se
        consideri che un computer casalingo medio odierno
        in semi stand-by consuma circa 120Wh, il consumo
        annuo è ben superiore a 250?; figuriamoci dunque
        quanto può costare un server aziendale...parlando il testo di consumi, si riferisce a watt/ora quindi 95w dell'Opteron è il consumo di corrente in un ora!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' vero.... 250 ? all'anno!
      I prezzi si riferiscono al costo energia elettrica italiano?In America credo che l'energia elettrica ha costi ben diversi dai nostri.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' vero.... 250 ? all'anno!
        Grazie al cazzo che in america costa di meno, per avere energia a basso costo da sprecare hanno fatto la guerra all'Iraq...
      • Anonimo scrive:
        Re: E' vero.... 250 ? all'anno!

        I prezzi si riferiscono al costo energia
        elettrica italiano?

        In America credo che l'energia elettrica ha costi
        ben diversi dai nostri.Ho fatto una stima media di 0.30 centesimi per Kw... ma i prezzi dipendono dal tuo contratto.... in America a causa della liberalizzazione dell'eenrgia in certe zone costa anche di più.... forse!!!MG
    • Anonimo scrive:
      Re: E' vero.... 250 ? all'anno!
      Temo che l'intero universo per "andare avanti" abbia bisogno di energia, lo dice l'incontestabile seconda legge della Termodinamica.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' vero.... 250 ? all'anno!
      potrebbero fare un po di centrali nucleari qua in Italia, tanto ce le abbiamo a due passi da casa, in Francia   :|
    • Ataru73 scrive:
      Re: E' vero.... 250 ? all'anno!
      - Scritto da: Anonimo
      E' vero se calcolato su base annuale:

      un sistema Opetron consuma 2280 w al giorno ovvero
      2.28 a un prezzo medio di 0,30 centesimi al Kw =
      0,684 ? al giorno che in un anno fa 250 ?!!!Mooolto di più :PSe un sistema ha una potenza di 2.28 kW, in un anno consuma2.28 kW * 24 h * 365 giorni = 20000 kWh circaNon so il prezzo preciso del kWh, ma non deve essere lontano dai 10 centesimi... quindi sono più o meno 2000 euro l'anno...
      • Anonimo scrive:
        Re: E' vero.... 250 ? all'anno!
        - Scritto da: Ataru73
        - Scritto da: Anonimo

        E' vero se calcolato su base annuale:



        un sistema Opetron consuma 2280 w al giorno
        ovvero

        2.28 a un prezzo medio di 0,30 centesimi al Kw =

        0,684 ? al giorno che in un anno fa 250 ?!!!

        Mooolto di più :P
        Se un sistema ha una potenza di 2.28 kW, in un
        anno consuma

        2.28 kW * 24 h * 365 giorni = 20000 kWh circa

        Non so il prezzo preciso del kWh, ma non deve
        essere lontano dai 10 centesimi... quindi sono
        più o meno 2000 euro l'anno...Ma no.. i calcoli che ho dato avevano già incluso la moltiplicazione dei watt in una giornata per 24h di seguito.... 95 watt (all'ora) per sono 2280 di watt al giorno ovvero (2,28 Kw - kilowattora)... duemila euro all'anno converrebbe tenere tutto spento..... :-DDDMG
  • Anonimo scrive:
    solare
    potrebbe essere un'idea da sviluppare, Brin&Page
    • Anonimo scrive:
      Re: solare
      nucleare magari...i costi del solare sono insostenibili.
      • matcion scrive:
        Re: solare


        nucleare magari...
        i costi del solare sono insostenibili.Mi sa che costa moto di più il nucleare. Anche perchè continua a costare per anni e anni, dopo che la centrale, per raggiiunti limiti di età, non sarà più in grado di funzionare. E poi devo staccare tutte le scorie radioattive, e anche questo costa.
        • berlin scrive:
          Re: solare

          Mi sa che costa moto di più il nucleare. Anche
          perchè continua a costare per anni e anni, dopo
          che la centrale, per raggiiunti limiti di età,
          non sarà più in grado di funzionare. E poi devo
          staccare tutte le scorie radioattive, e anche
          questo costa.Vero in parte.Comunque lo stoccaggio di rifiuti radioattivi può essere risolto semplicemente buttandoli nelle fosse oceaniche, o meglio, nelle zone di subduzione (dove un margine di crosta oceanica di infila sotto un'altra zolla). Non si avrebbe praticamente inquinamento in superficie ma neanche negli strati profondi dell'idrosfera, e in più il moto della crosta trascinerebbe con sè i rifiuti facendoli sprofondare. E' stato calcolato che prima che questi rifiuti ritornino in superficie avrebbero più che dimezzato il loro potenziale inquinante, e comunque sarebbe fra qualche milione di anni.Bisogna solo vedere le circolazioni idrotermali o laviche che danni possono fare.Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: solare
            Oppure cercare di costruire centrali a fusione nucleari che in pratica non producono scorie radioattive..
  • Anonimo scrive:
    manovelle.
    mettiamoci un criceto che fa ruotare una manovella no? :)a quando i computer ad energia nucleare?energie pulite per macchine sporche, prendiamo esempio dagli organismi viventi e facciamo in modo che i rifiuti possano essere riciclati in energia.
    • Anonimo scrive:
      Re: manovelle.
      - Scritto da: Anonimo
      mettiamoci un criceto che fa ruotare una
      manovella no? :)
      a quando i computer ad energia nucleare?
      energie pulite per macchine sporche, prendiamo
      esempio dagli organismi viventi e facciamo in
      modo che i rifiuti possano essere riciclati in
      energia.Magnegas.Se quelli di Google cercassero sul loro sito, troverebbero la soluzione... energia dalla fognabye
    • Anonimo scrive:
      Re: manovelle.
      - Scritto da: Anonimo
      mettiamoci un criceto che fa ruotare una
      manovella no? :)
      a quando i computer ad energia nucleare?
      energie pulite per macchine sporche, prendiamo
      esempio dagli organismi viventi e facciamo in
      modo che i rifiuti possano essere riciclati in
      energia.Beh, con le attuali tecnologie potrebbero già fare i computer a peto...più in là si vedrebbe per i computer a merda... :DPer il modding poi uscirano i vari arbre magic personalizzati e i case a forma di cesso :D :D :D Ovviamente ci installeranno sopra WinMerd 2010 :)
      • Anonimo scrive:
        Re: manovelle.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        mettiamoci un criceto che fa ruotare una

        manovella no? :)

        a quando i computer ad energia nucleare?

        energie pulite per macchine sporche, prendiamo

        esempio dagli organismi viventi e facciamo in

        modo che i rifiuti possano essere riciclati in

        energia.

        Beh, con le attuali tecnologie potrebbero già
        fare i computer a peto...più in là si vedrebbe
        per i computer a merda... :D

        Per il modding poi uscirano i vari arbre magic
        personalizzati e i case a forma di cesso :D :D
        :D
        Ovviamente ci installeranno sopra WinMerd 2010 :)AHAHHAHA mi fate troppo morire!!!!Dormirò sicuramente sereno stanotte!!!
Chiudi i commenti