Wikileaks, vacanza al confino

In Svizzera i nuovi server. Assange individuato a Londra. E il senatore Lieberman prepara un decreto destinato a intralciare il giornalismo in genere. Il sito delle soffiate è sotto scacco?

Roma – Amazon ha dichiarato che nella sua decisione di cacciare dai propri server Wikileaks non ha avuto alcun ruolo la pressione del Governo (che hanno il volto e il nome del Senatore Joseph Lieberman), né o numerosi attacchi DDoS subiti durante la settimana (e a cui, per altro, Wikileaks ha resistito)

Per giustificare la fine dell’ospitalità si è invece limitata a chiamare in causa la violazione dei termini di servizio dell’affitto dello spazio: Wikileaks non avrebbe detenuto tutti i diritti relativi ai documenti pubblicati la scorsa settimana. E non sarebbe stata mantenuta neanche la promessa di attento lavoro di redazione per evitare che delle vite fossero messe a repentaglio. Stesse motivazioni sono state addotte da un altro servizio di hosting che ha tolto ospitalità al sito, Tableau Software .

La prima accusa corrisponde teoricamente a realtà: i documenti pubblicati, in quanto sfuggiti ala segretezza , sono per definizione appartenenti ad altri (Washington). Tuttavia sugli atti redatti sul lavoro da ufficiali governativi non vi è alcun diritto d’autore : sono, cioè, teoricamente di tutti.

Meno precisa, poi, Amazon sull’altro punto: si accontenta di rilevare che “non è credibile che il volume straordinario di 250mila documenti classificati” possa essere stato accuratamente controllato da Wikileaks in modo da evitare danni a persone innocenti. Alcuni osservatori , tra cui EFF , non ci sono andati leggeri nel commentare la decisione di Amazon, in particolare perché, in quanto una sorta di editore, dovrebbe avere più considerazione per il Primo Emendamento della Costituzione USA.

Wikileaks.org è al momento pressoché irraggiungibile, e secondo l’organizzazione il servizio statunitense responsabile della gestione dei domini everydns.net ,l’avrebbe “ucciso”, avrebbe cioè provveduto a privarli del servizio DNS. La notizia è stata peraltro confermata da everyDNS, che l’ha giustificata parlando dei pericoli che i continui attacchi al sito rischiavano di causare a tutto il servizio e agli altri 500mila utenti . I suoi documenti, insomma, restano disponibili solo con alcuni mirror o puntando direttamente il suo numero indirizzo IP .

Sembra poi stringersi una corda inesorabile intorno al collo del sito di delazioni e del suo primo rappresentante, Julian Assange. Assange, che sarebbe stato individuato a Londra , continua ad essere ricercato dall’Interpol e le autorità britanniche sarebbero pronte a spiccare il mandato d’arresto.

Intanto si aprono discussioni sulla legalità dell’azione di Wikileaks: negli Stati Uniti basterebbe dimostrare l’ utilità pubblica delle divulgazioni per giustificarle e questo potrebbe essere rappresentato dalla conoscenza della pressione della CIA sul Dipartimento di Stato per ottenere informazioni sui funzionari ONU – una violazione del diritto internazionale. I senatori Dianne Feinstein e Kit Bond, invece, vorrebbero processare per spionaggio sia Julian Assange,che tutti gli “altri possibili complici”, parole che suonano pesanti come macigni e sembrano voler toccare tutti coloro che al sito sono stati vicini , programmatori inclusi.

Ancora più preoccupante la rabbiosa reazione del senatore Lieberman che, dopo la pressione su Amazon, ha depositato una proposta di legge , evocativamente chiamata SHIELD Act ( Securing Human Intelligence and Enforcing Lawful Dissemination ), che limiterebbe la libertà di stampa vietando la pubblicazione di fonti dell’intelligence degli Stati Uniti . Estendendo, in nome della sicurezza pubblica, alcuni disposizioni già presenti nella normativa sullo spionaggio (ma al momento limitate ai documenti criptati e a chi fa trapelare tali documenti) agli atti della diplomazia e alla loro pubblicazione. E che non riguarderà il comportamento di Wikileaks in sé (in quanto una legge negli Stati Uniti non può essere retroattiva), ma rischierebbe seriamente di coinvolgere il giornalismo in generale.

Wikileaks sembra, in ogni caso, ancora pronto a rispondere alle pressioni e agli attacchi : il problema dell’hosting è stato risolto rivolgendosi ad un altro server, dell’azienda franco-svizzera Bahnhof, e cambiando di conseguenza l’indirizzo in wikileaks.ch . Gli avvocati di Assange, intanto, continuano a sottolineare come il trattamento riservato al loro assistito, ricercato per molestie e violenze sessuali, sia speciale e denoti più che altro un marcato interesse di acciuffarlo da parte di un Governo.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mr Stallman scrive:
    Rimuovere ciò che non è Creative Commons
    La rete è nata su piattaforme e contenuti liberi.I maneggioni che cercano di trarne profitto mettendo in rete materiale coperto da copyright e non da copyleft va rimosso di default.
    • Deus Ex Machina scrive:
      Re: Rimuovere ciò che non è Creative Commons
      - Scritto da: Mr Stallman
      La rete è nata su piattaforme e contenuti liberi.

      I maneggioni che cercano di trarne profitto
      mettendo in rete materiale coperto da copyright e
      non da copyleft va rimosso di
      default.Anche tua madre.
    • spacevideo scrive:
      Re: Rimuovere ciò che non è Creative Commons
      esatto, si tende sempre per comodità a confondere la libertà della rete con l'upload ed il download di materiale protetto.
  • scola scrive:
    biliardo
    In realta' l'articolo parla di "trilion" che in italiano corrisponde al bilione.
  • Franky scrive:
    Google viola la net neutrality -Vergogna
    LETTERA APERTA A GOOGLEGoogle devi rispettare la neutralita' della rete... non sta a te stabilire cosa posso o non posso cercare... tu devi indicizzare i contenuti indipendentemente dalle mie idee religiose o politiche... Se io cerco delle info sulle lesbiche tu non puoi censurarmi le pagine di ricerca perche' secondo la tua visione bigotta...la XXXXXgrafia e le lesbiche non dovrebbero esistere... e se io cerco partito pirata tu non puoi censurarmi le pagine perche' non condividi la mia ostilita' nei confronti dell'odiatissimo "diritto di copia esclusivo" noto con il nome di Copyright....Se non rispetti la neutralita' della rete io passero' ad un altro motore di ricerca...anche perche' non amo le censure e che qualcuno mi dica cosa posso o non posso cercare...senza contare che il protocollo bittorrent non e' necessariamente sinonimo di pirateria...Quindi doppia vergogna!!!! Spero che farai marcia indietro...
    • desyrio scrive:
      Re: Google viola la net neutrality -Vergogna
      - Scritto da: Franky
      LETTERA APERTA A GOOGLE

      Google devi rispettare la neutralita' della
      rete... non sta a te stabilire cosa posso o non
      posso cercare... tu devi indicizzare i contenuti
      indipendentemente dalle mie idee religiose o
      politiche... Non sta a Google stabilire cosa puoi o non puoi cercare sul loro motore, però sta a te dettare quello che deve fare Google. Ok.
      • Franky scrive:
        Re: Google viola la net neutrality -Vergogna
        - Scritto da: desyrio
        - Scritto da: Franky

        LETTERA APERTA A GOOGLE



        Google devi rispettare la neutralita' della

        rete... non sta a te stabilire cosa posso o non

        posso cercare... tu devi indicizzare i contenuti

        indipendentemente dalle mie idee religiose o

        politiche...

        Non sta a Google stabilire cosa puoi o non puoi
        cercare sul loro motore, però sta a te dettare
        quello che deve fare Google.
        Ok.Se viola dei dei principi costituzionali si'...certo che sta a me stabilire cosa deve fare...cosi' come sta a me o a qualunque cittadino denunciare il gestore di un servizio pubblico se viene verificata una discriminazione per motivi politici religiosi o di pensiero...
    • spacevideo scrive:
      Re: Google viola la net neutrality -Vergogna
      non penso proprio, con quessta mossa non viene violata la neutralità della rete, google esegue il suo lavoro, ma lo fa rispettando le regole che ogni società civile deve avere.
    • supermucca scrive:
      Re: Google viola la net neutrality -Vergogna
      - Scritto da: Franky
      LETTERA APERTA A GOOGLE

      Google devi rispettare la neutralita' della
      rete... non sta a te stabilire cosa posso o non
      posso cercare... tu devi indicizzare i contenuti
      indipendentemente dalle mie idee religiose o
      politiche... Se io cerco delle info sulle
      lesbiche tu non puoi censurarmi le pagine di
      ricerca perche' secondo la tua visione
      bigotta...la XXXXXgrafia e le lesbiche non
      dovrebbero esistere... e se io cerco partito
      pirata tu non puoi censurarmi le pagine perche'
      non condividi la mia ostilita' nei confronti
      dell'odiatissimo "diritto di copia esclusivo"
      noto con il nome di Copyright....Se non rispetti
      la neutralita' della rete io passero' ad un altro
      motore di ricerca...anche perche' non amo le
      censure e che qualcuno mi dica cosa posso o non
      posso cercare...senza contare che il protocollo
      bittorrent non e' necessariamente sinonimo di
      pirateria...Quindi doppia vergogna!!!! Spero che
      farai marcia
      indietro...giustissimo! ciò che un motore di ricerca deve fare è indicizzare... nient'altro.. non è sicuramente compito di google stabilire cosa è giusto e cosa non lo è.
  • blablabla scrive:
    Ma solo io ho letto "Autocomplete"?
    Le ricerche di torrent o simili non vengono eliminati, per ora almeno, ma soltanto autocomplete non le proporra' in automatico. Praticamente ci tocca ben un click in piu' per accedere agli stessi link. Come per il XXXXX direi che ci puo' stare, se per lavoro cerco "porcellana" non mi va che ci siano mille suggerimenti mentre sto digitando che mi invitano a conoscere "porcellone dai grossi cocomeri" e ritengo corretto anche che i torrent non vengano proposti in automatico allo stesso modo.Nulla esclude che questo sia il primo passo verso la rimozione totale, ma per ora non viene tolto nulla. Se si parlasse di rimozione completa sarei anche io tra i tanti che si lamentano.Leggiamo l'articolo anche a pagina 2 su, e magari, caro PI, d'accordo per i titoli e sottotitoli sensazionalistici, ma evitiamo almeno di scriverli palesemente errati, col solo scopo di creare interesse e le solite diattribe che inevitabilmente sono arrivate.
    • gnugnolo scrive:
      Re: Ma solo io ho letto "Autocomplete"?
      Sì vero.. per ora "pare" sia solo per il completamento automatico ma...1) si sa da dove si comincia e non si sa dove si finisce... o meglio... si sa anche... e non piace!2) suona un po' ipocrita: non ti suggerisco ma non te lo impedisco... a questo punto potevano fare a meno di farlo o decidere di censurare proprio. Sarebbe stato più coerente che questa cosa mezza carne mezza pesce.Oltre al fatto che BitTorrent non è solo distribuzione di contenuti protetti da ©, si trovano anche senza G e G non è l'unico motore.
  • Guybrush scrive:
    Un'ultima considerazione
    Non e' che big G si prepara a far concorrenza ad Apple e aprire il suo portale musicale?Lo so, mi sa tanto di scoperta dell'acqua calda.GT
    • pino scrive:
      Re: Un'ultima considerazione
      - Scritto da: Guybrush
      Non e' che big G si prepara a far concorrenza ad
      Apple e aprire il suo portale
      musicale?
      Lo so, mi sa tanto di scoperta dell'acqua calda.

      GTPer quanto mi riguarda si possono anche dare fuoco.Questo non attirerà in alcun modo la mia attenzione.Verrò a leggere con soddisfazione la notizia su PI, semmai ;)
    • gnugnolo scrive:
      Re: Un'ultima considerazione
      Sì certo. Se non sbaglio ne avevano parlato anche qui su PI. Ad ogni modo ecco qua: http://techcrunch.com/2010/09/15/google-music/
    • MioNome scrive:
      Re: Un'ultima considerazione
      - Scritto da: Guybrush
      Non e' che big G si prepara a far concorrenza ad
      Apple e aprire il suo portale
      musicale?
      Lo so, mi sa tanto di scoperta dell'acqua calda.

      GTe chissene. la musica non l'ho mai comprata e mai la comprerò come non la compravo prima di avere internet, mi dupplicavo le cassette i cd, i vinili su cassetta, o registravo dalla radio. e sono pronto a ricominciare cosi coi nuovi strumenti. sono FIERO di non aver MAI COMPRATO un qualsiasi CD musicale (eccetto Mothership dei Led Zeppelin ed Echoes dei Pink Floyd)
  • Jack Rackham scrive:
    Meglio!
    Se i tracker BitTorrent privati non appariranno più fra i risultati di Google, tanto di guadagnato...--JackRackham
    • retail scrive:
      Re: Meglio!
      JackRackham
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Meglio!
      In effetti... quando cerchi i link per rapidshare, i tracker bittorrent danno solo fastidio.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Meglio!
        dipende da cosa cerchi :D
        • pino scrive:
          Re: Meglio!
          per fortuna ci sono i search engine privati che molti snobbano o che ignorano, perche tutti quanti, da brave pecore, cercano su googlino.Sai quanti ce ne sono di SE che tracciano i torrent? ;)Ecco, finalmente gogolo parassita si leva dalle balle e perde "clienti" e lascia lavorare un po anche gli altri.NB: Torrent non è sinonimo di pirateria o criminalità, cosi come non lo sono le automobili, le pistole, la benzina, eccetera.
          • asd scrive:
            Re: Meglio!
            - Scritto da: pino
            per fortuna ci sono i search engine privati che
            molti snobbano o che ignorano, perche tutti
            quanti, da brave pecore, cercano su
            googlino.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)dio mio per me tu non sai nemmeno di cosa parli... se tutti cercano su google è perchè è il migliore.No ma tu da bravo bastian contrario continua a cercare con i tuoi SE privati e a farti dire la capitale del Burundi quando stavi solo chiedendo che ore sono. (rotfl)
            Sai quanti ce ne sono di SE che tracciano i
            torrent?

            ;)

            Ecco, finalmente gogolo parassita si leva dalle
            balle e perde "clienti" e lascia lavorare un po
            anche gli
            altri.

            NB: Torrent non è sinonimo di pirateria o
            criminalità, cosi come non lo sono le automobili,
            le pistole, la benzina,
            eccetera.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Meglio!
            infatti google e una delle poche società che ha guadagnato la sua posizione perchè offre un servizio migliore rispetto alla concorrenza.Però sarei curioso di sapere di questi SE privati per i torrent.
  • ciccio cccio scrive:
    sono matti?
    e google perderà il 90% degli utenti
    • gnugnolo scrive:
      Re: sono matti?
      E tu credi che il 90% degli utenti sia a conoscenza di questa cosa? Che più di tanto gli interessi? Che conosca alternative? Se così fosse vivremmo già da tempo in un mondo leggermente migliore.
      • il solito bene informato scrive:
        Re: sono matti?
        - Scritto da: gnugnolo
        E tu credi che il 90% degli utenti sia a
        conoscenza di questa cosa? Che più di tanto gli
        interessi? Che conosca alternative? Se così fosse
        vivremmo già da tempo in un mondo leggermente
        migliore.se la gente non troveno più le cose, vanno su un altro motore di ricerca... :-D
      • retail scrive:
        Re: sono matti?
        se non trovi più ciò che cerchi mica continui a usare la stessa cosa, che finisce per l'essere inutile. semplicmemente si sposta su motori di ricerca alternativi e meno conosciuti ma comunque funzionali. non credere che google sia il centro dell'universo.- Scritto da: gnugnolo
        E tu credi che il 90% degli utenti sia a
        conoscenza di questa cosa? Che più di tanto gli
        interessi? Che conosca alternative? Se così fosse
        vivremmo già da tempo in un mondo leggermente
        migliore.
        • gnugnolo scrive:
          Re: sono matti?
          Mai detto che G sia al centro dell'universo... figuriamoci...Si parlava del 90% degli utenti... che ovviamente non sono informatici di professione;)Ovvio che ci si sposta... anche Assange si è spostato però... ma continua ad aver problemi. Stanno attuando la tattica della terra bruciata sia x lui che per altri contenuti scomodi... non è bello dover traslocare ogni 5 minuti ;-)
        • spappolo scrive:
          Re: sono matti?
          - Scritto da: retail
          non credere che google sia il centro
          dell'universo.Invece (lo dico con rabbia) lo è.Perchè google, ti da il browserino, la mail, il DNS, i bannerini, gli strumentini per analizzare il tuo sitarello... e molto altro ancora.Com'è bravo questo google (a fidelizzare le persone, sopratutto quelle ignoranti).E tutti continuano a usarlo, e lui ci sguazza sereno perche cosi puo continuare a dominare il search e a tenere sulla corda miliardi di siti web.Si è innescato un sistema pericoloso, dove c'è un soggetto che tira le fila di tutti.Chi ci da la garanzia che il loro "search" non possa essere manipolato con le mazzette?Hanno troppo potere per le mani e tutto puo essere possibile in termini criminosi.La cosa piu assurda è che nessuno sino ad ora ha richiesto delle garanzie sulla trasparenza delle loro operazioni per garantire l'equilibrio necessario sul web.Visto che i due bambocci sono diventati i RE indiscussi del web, come minimo una indagine di polizia ci starebbe tutta, per verificare che non ci siano truffe o manipolazioni.Non li sto accusando, ma sarebbe ora di andare a vedere cosa stanno facendo questi due bamboccioni.
          • Ubunto scrive:
            Re: sono matti?
            Da quel che ricordo, prima di google c'erano le "categorie" di yahoo.Non ha alcun senso il discorso delle mazzette, perché se paghi - ora come allora - puoi posizionare il tuo sito in cima alla lista.Aggiungo che, a mio avviso, non ha senso anche perché il motore è di google, non è un bene pubblico: possono fare quello che gli pare.Per scalzare Google - cosa che Microsoft con Bing non ha capito - è necessario proporre nuove soluzioni, nuovi sistemi e metodi di catalogazione dei risultati.Attendo fiducioso comunque. :)
          • pino scrive:
            Re: sono matti?
            Sono daccordissimo. Credo che il potere non debba stare in mano a una sola entità. Paradossalmente, non ci sono state delle elezioni, con le quali notoriamente ci si mette letteralmente una cappio attorno al collo.Ma la differenza in questo senso, non c'è.Questi due "signori" hanno conquistato il web utilizzando varie strategie di marketing e adesso sono i numeri UNO nel search, per una serie di infinite ragioni.Esclusa quella dei "risultati significativi" che è una frottola come lo è la pietra filosofale. Il loro concetto è molto semplice: basta che se ne parli, ovvero "spread the word not the disk".A qualche Amighista dovrebbe suonare noto questo detto.Loro ne hanno fatto la loro mission e a quanto pare ci sono riusciti.Bhe, io non tifo per coloro che sfruttano la curiosita e le necessità della gente per farci dei soldi, almeno non a quel livello.E' un po come il berlusca dai: mi faccio il mio regno e tutti stanno sotto la mia cappella e ci faccio una montagna di soldi. Intanto ti do il "contenuto" che cerchi.Il concetto è questo.Ma qui ci sono cosi tanti fanboy che è difficile farsi capire, senza estremizzare il discorso.Se vi piace cosi tanto perchè non gli date pure la tessera del bancomat,le chiavi di casa, la moglie e tutto il resto.Vi fidate cosi tanto di google... Che buono e gentile che è sto google, ci da tutto, in cambio vuole il XXXX, ma quando ce lo pianta dentro non ce ne accorgiamo neanche, perciò è inutile parlarne... forse non è vero (rotfl)
          • spacevideo scrive:
            Re: sono matti?
            i bambocci ci hanno saputo fare, ad oggi google è il motore di ricerca per eccellenza, è l'unico dove merita fare pubblicità, 86% degli accessi al sito viene da lì, seguito da facebook, ottimo per la pubblicità e costa decisamente meno di google ed ha un targheting migliore
      • Sgabbio scrive:
        Re: sono matti?
        Se io cerco una cosa e google non me lo trova in maniera artificiosa, vado altrove...mi sembra abbastanza logico, non trovi ?
        • gnugnolo scrive:
          Re: sono matti?
          se sai che esiste un altro motore sì... se sei l'utonto invece pensi che semplicemente quella cosa non esista ;-)
      • Guybrush Fuorisede scrive:
        Re: sono matti?
        - Scritto da: gnugnolo
        E tu credi che il 90% degli utenti sia a
        conoscenza di questa cosa? Che più di tanto gli
        interessi? Che conosca alternative? Se così fosse
        vivremmo già da tempo in un mondo leggermente
        migliore.Prendi tutti gli utenti che usano google per trovare i .torrent e tutto il resto.Come non trovano piu un ca$$o cambiano "all'istante" motore di ricerca.GTFS
      • Anonymous scrive:
        Re: sono matti?
        - Scritto da: gnugnolo
        E tu credi che il 90% degli utenti sia a
        conoscenza di questa cosa? Che più di tanto gli
        interessi? Che conosca alternative? Se così fosse
        vivremmo già da tempo in un mondo leggermente
        migliore.Infatti, ma più che altro, per andare dove? Bing magari... certo. Fidati..
      • Franky scrive:
        Re: sono matti?
        - Scritto da: gnugnolo
        E tu credi che il 90% degli utenti sia a
        conoscenza di questa cosa? Che più di tanto gli
        interessi? Che conosca alternative? Se così fosse
        vivremmo già da tempo in un mondo leggermente
        migliore.gnugnolo forse il 90% degli utenti non sara' a conoscenza di questa cosa...pero' c'e' una buona parte che conosce sia punto-informatico sia techcrunchsia gli aggregatori di blog..per cui sai il web e' piccolo e i netcitizen mormorano...per cui le notizie sulle novita' volano in fretta...pensare che internet si sia ridotto a google forse e' un'illusione dei governi e dello stesso google...
    • ciao scrive:
      Re: sono matti?
      tranquilli, leggete bene: eliminerà "l'autocompletamento", non i risultati.. forse non saranno in cima alla lista, ma basterà scorrere il fondo della prima pagina probabilmente!tuttavia ciò non toglie che sia preoccupante. Vorrei tanto ricordare a quei furboni del copyright che ora come ora se magicamente il 100% del filesharing venisse eliminato dalla rete globale come vorrebbero loro, nel giro di 4 anni internet fallirebbe. nessuno vorrebbe più connessioni flat, basterebbero mini connessioni con pochissima banda,e nessuno pagherebbe più di 5 euro al mese per leggere quattro notizie e cinque cavolate. la mail al massimo..magari da cellulare..
      • Sgabbio scrive:
        Re: sono matti?
        E una cosa che fa paura, considerando la posizione che ha google. Comuque si comincierà ad usare query molto sofisticate per trovare le cose, mi sa...
      • Guybrush Fuorisede scrive:
        Re: sono matti?
        - Scritto da: ciao
        tranquilli, leggete bene: eliminerà
        "l'autocompletamento", non i risultati.. forse
        non saranno in cima alla lista, ma basterà
        scorrere il fondo della prima pagina
        probabilmente!

        tuttavia ciò non toglie che sia preoccupante.
        Vorrei tanto ricordare a quei furboni del
        copyright che ora come ora se magicamente il 100%
        del filesharing venisse eliminato dalla rete
        globale come vorrebbero loro, nel giro di 4 anni
        internet fallirebbe.Non dire così.Internet non puo' fallire in questo modo, per fallire ci dovrebbe essere una grossa fetta di utenti che, invece di usare la rete per veicolare informazioni, torna ai vecchi sistemi.
        nessuno vorrebbe più[...]
        cellulare..Figliolo, l'email e' uno degli innumerevoli servizi veicolati dalla rete.Se sparissero tutti i contenuti illeciti dalla rete fallirebbero proprio i signori del copyright, sperimentando un crollo delle vendite epocale.GTFS
      • botafogo scrive:
        Re: sono matti?
        - Scritto da: ciao
        tranquilli, leggete bene: eliminerà
        "l'autocompletamento", non i risultati.. forse
        non saranno in cima alla lista, ma basterà
        scorrere il fondo della prima pagina
        probabilmente!

        tuttavia ciò non toglie che sia preoccupante.
        Vorrei tanto ricordare a quei furboni del
        copyright che ora come ora se magicamente il 100%
        del filesharing venisse eliminato dalla rete
        globale come vorrebbero loro, nel giro di 4 anni
        internet fallirebbe. nessuno vorrebbe più
        connessioni flat, basterebbero mini connessioni
        con pochissima banda,e nessuno pagherebbe più di
        5 euro al mese per leggere quattro notizie e
        cinque cavolate. la mail al massimo..magari da
        cellulare..naaaa..... e come si fa senza facebook?farmville sull'iPhone non gira.... e' indispensabile la flat per gli iGaggi
        • Aleph72 scrive:
          Re: sono matti?
          - Scritto da: botafogo
          naaaa..... e come si fa senza facebook?
          farmville sull'iPhone non gira.... e'
          indispensabile la flat per gli
          iGaggiPurtroppo, invece, c'è farmville anche per iPhone...
      • spacevideo scrive:
        Re: sono matti?
        la rete vive anche senza il ladrocinio delle opere, esiste anche un uso legale della rete che è comodissima per tantissime cose ...
        • Sgabbio scrive:
          Re: sono matti?
          - Scritto da: spacevideo
          la rete vive anche senza il ladrocinio delle
          opere, esiste anche un uso legale della rete che
          è comodissima per tantissime cose
          ...Dove sta il furto su un bene immateriale ? Comunque ti stai fermando a guardare il dito mentre ti viene indicata a luna.
  • spacevideo scrive:
    direi un ottimo inizio
    dopo che google per anni ha spacciato link illegali ora si redime, mi amareggia solo che lo faccia per interessi, poteva farlo prima, tutti si potevano muovere prima .... ci dovevano ascoltare prima, quando ridevano dicendo che la pirateria morirà da sola .... tanto gli incassi arrivavano ... e noi ad avvertirli .... a metterli in guardia ....chi aveva ragione? altro che morire, è aumentata ed ora tocca correre ai ripari, comunque lasciamo stare il passato e veniamo al presente.
    • spacevideo scrive:
      Re: direi un ottimo inizio
      siamo tutti pronti, magari la perderemo anche percarità, non abbiamo la presunzione di vincere niente, ma di lottare si, nessuno in questi anni di indifferenza alle nostre richieste si è arreso, ed oggi, e lo ammetto, non siamo stati noi a far cambiare radicalmente le cose, sono scesi in campo i grandi, quelli che hanno i numeri, ma per fortuna siamo dalla stessa parte.
      • Sgabbio scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        Certo...aspetta quando vi troveranno "opsoleti"... Lo stanno già facendo.Per non parlare che i "grandi" stanno devastando lo stato di diritto...cosa un filino grave.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        Nemmeno noi ci arrenderemo. Proseguiremo finchè non avrete cambiato atteggiamento... o non avrete chiuso. A voi la scelta.
        • Franky scrive:
          Re: direi un ottimo inizio
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Nemmeno noi ci arrenderemo. Proseguiremo finchè
          non avrete cambiato atteggiamento... o non avrete
          chiuso. A voi la
          scelta.io dico che proseguiremo anche dopo che avranno chiuso...dato che la loro chiusura e' piu' imminente di quanto loro stessi non immaginino...credono che l'ACTA sia stata fatta per tutelare loro.... non hanno ancora capitoche il noleggio store locale in ogni caso sta per essere superato da quello centralizzato online pirateria o non pirateria....senza parlare della concorrenza dei produttori creative commons che oggi nel campo dei film si contano purtroppo sulle punta delle dita ma un giorno saranno migliaia...anche linux 20 anni fa sembrava una utopia...o il progetto GNU...guardate invece la situazione di oggi...
      • BFidus scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        Spero che voi videotecari vi rendiate conto che rendere i contenuti audiovideo disponibili on line solo ed esclusivamente a pagamento vuol dire una cosa sola: quando la gente si sara' abituata ad usufruire abitualmente di questi contenuti tramite internet, perche' i "grandi", come dici tu, spingono verso questo, per voi e' finita.Chiuso, punto.Piu' prende piede il download, o lo streaming, legale di film e o materiale audiovideo, piu' le videoteche diventeranno obsolete.Perche' uscire di casa a noleggiarmi un film quando lo posso tranquillamente fare, legalmente, seduto in poltrona, con il mio pc?Sono i servizi legali online che vi faranno chiudere, non il p2p.Chi e' solito pagare per i vostri servizi si spostera' sul web, piu semplice, comodo e veloce.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 dicembre 2010 20.45-----------------------------------------------------------
        • Franky scrive:
          Re: direi un ottimo inizio
          - Scritto da: BFidus
          Spero che voi videotecari vi rendiate conto cheAh ma sono i videotecari a parlare...hihihi poveri fessi...ora ci pensa Apple a fargli la cresta altro che pirateria...con Apple TV che fa noleggiare i film a 3,99 euro in HD e 2,99 euro in formato standard...possono gia' iniziare a chiudere le porte dei loro negozi.... altro che pirateria...peggio di i-tunes...in un modo o nell'altro state per chiudere fatevene una ragione... le major hanno tradito anche voi...cosi' imparate a rompere l'anima...
      • gerry scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        - Scritto da: spacevideo
        ma per fortuna siamo dalla stessa
        parte.Carina questa. Ma se vi stanno per affondare definitivamente col video on demand!
    • Max Monti scrive:
      Re: direi un ottimo inizio
      Secondo me se un motore di ricerca inizia a filtrare perde inevitabilmente di neutralità. Tanto vale trasferirsi in Corea del Nord direttamente. Quando scrivo una query voglio essere io a scegliere non Univideo o SIAE. E comunque Google attento perchè non sei solo algoritmi e server. Sei anche un brand: per adesso Android mi sta più simpatico di Windows 7 ma non tiriamo troppo la corda...
      • yesman scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        - Scritto da: Max Monti
        Secondo me se un motore di ricerca inizia a
        filtrare perde inevitabilmente di neutralità.
        Tanto vale trasferirsi in Corea del Nord
        direttamente. Quando scrivo una query voglio
        essere io a scegliere non Univideo o SIAE. E
        comunque Google attento perchè non sei solo
        algoritmi e server. Sei anche un brand: per
        adesso Android mi sta più simpatico di Windows 7
        ma non tiriamo troppo la
        corda...D'accordissimo.
      • Ubunto scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        - Scritto da: Max Monti
        Secondo me se un motore di ricerca inizia a
        filtrare perde inevitabilmente di neutralità.
        Tanto vale trasferirsi in Corea del Nord
        direttamente. Quando scrivo una query voglio
        essere io a scegliere non Univideo o SIAE.Un motore di ricerca che da tale si trasformi in una vetrina commerciale si può buttare alle ortiche. Altavista, Yahoo, Google... chi sarà il prossimo search engine di sucXXXXX?
        • Sgabbio scrive:
          Re: direi un ottimo inizio
          In effetti google, si trova tra non pochi fuochi in crociati, questo lo porta inevitabilmente a far scelte disgustose, pasti pensare come su youtube non controllino mai qualsiasi segnalazione, ma rimuovono senza pensarci due volte. Per non parlare, che fanno tanto i paladine della creatività, ma hanno messo vincoli e censure che fanno pensare il contrario.
          • HAHAHAHAHAH A scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            - Scritto da: Sgabbio
            Certo...aspetta quando vi troveranno "opsoleti"... Lo stanno già facendo.
            ...inevitabilmente a far scelte disgustose, pasti pensare come su youtube...Non ti va la lettera B?
        • gnugnolo scrive:
          Re: direi un ottimo inizio
          G è una vetrina commerciale da secoli ormai... che ha fatto del "voglio essere presente sul web (leggi "su Google")" la fonte principale di introiti in numerose e variegate forme. Sono finiti i tempi in cui G era un logo e una casella di testo col pulsante cerca e poco più.
          • spacevideo scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            oggi google commercialmente parlando è un impero, difficile pensare di promuovere un servizio non transitando da lì, ha una resa molto alta, solo facebook ultimamente potrebbe competere, si sta affinando molto come promozione, ha un bacino di utenti molto alto e riesce a terghettizzare le campagne in maniera molto più efficace di google.
          • Sgabbio scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            nel mondo dell'informatica, un impero non dura per sempre.
          • gnugnolo scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            Nemmeno fuori dall'informatica se è per questo;)
          • Regur Mortis scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            si ma in informatica è tutto molto più veloce quanto tempo è passato da quando usavamo altervista per cercare?Comunque parlano di filtrare l'autocomplete non i risultati, quindi teoricamente non cambia nulla, perchè sanno bene che minando la neutralità la gente si sposta verso altri lidi, perchè di società che indicizzano ce ne sono molte (uno dei miei preferiti è http://www.yandex.com)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            - Scritto da: Regur Mortis
            si ma in informatica è tutto molto più veloce
            quanto tempo è passato da quando usavamo
            altervista per cercare?altAvistaaltervista è un'altra cosa ;)anche se io ho usato di più astalavista ;)
          • Sgabbio scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            Ormai astalavista è cosi inutile....
          • Sgabbio scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            Vero ma nell'informatica basta poco per cadere :D
          • Franky scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            - Scritto da: Sgabbio
            nel mondo dell'informatica, un impero non dura
            per
            sempre.infatti...specie se ci si mette contro gli utenti... qualcuno creera' qualcosa di concorrenziale e piu' democratico....
          • gnugnolo scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            Certo che è un impero commerciale... è proprio quello il problema. Alla fin fine fa tutto in funzione di accaparrarsi clienti e a livello di motore di ricerca vero e proprio non ho visto tutta questa evoluzione in tutti questi anni.Visto che parli di promozione e ne decanti le lodi sue di FB... parliamo di numeri... che tassi di conversione hanno? La gente COMPRA veramente in base alla promozione ricevuta/vista o quello che è? Qual'è il ritorno sugli investimenti per l'inserzionista?
      • fiertel91 scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        - Scritto da: Max Monti
        Secondo me se un motore di ricerca inizia a
        filtrare perde inevitabilmente di neutralità.
        Tanto vale trasferirsi in Corea del Nord
        direttamente. Quando scrivo una query voglio
        essere io a scegliere non Univideo o SIAE. E
        comunque Google attento perchè non sei solo
        algoritmi e server. Sei anche un brand: per
        adesso Android mi sta più simpatico di Windows 7
        ma non tiriamo troppo la
        corda...La penso allo stesso modo. Attenta Google: a crearsi un'immagine ci vogliono anni, a sput'''rsela un attimo. Già inizia ad incrinarsi con questa mossa che guarda più alle lobby che agli utenti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 dicembre 2010 14.57-----------------------------------------------------------
      • Torsolo scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        - Scritto da: Max Monti
        Secondo me se un motore di ricerca inizia a
        filtrare perde inevitabilmente di neutralità.
        Tanto vale trasferirsi in Corea del Nord
        direttamente. Quando scrivo una query voglio
        essere io a scegliere non Univideo o SIAE. E
        comunque Google attento perchè non sei solo
        algoritmi e server. Sei anche un brand: per
        adesso Android mi sta più simpatico di Windows 7
        ma non tiriamo troppo la
        corda...Concordo in pieno, stesso pensiero.
    • Ubunto scrive:
      Re: direi un ottimo inizio
      Guarda che basta usare un altro search engine eh?
      • spacevideo scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        vero, finchè questo non adotterà sistemi simili, allora si passerà ad un altro e così via ...quindi tutti in pace, l'importante è che adesso lo faccia google.
        • Sgabbio scrive:
          Re: direi un ottimo inizio
          Non capisci che questo può comportare rischi per ben altre cose ?
          • spacevideo scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            non vedo su quali altre cose (legali) potrebbe avere conseguenze ...
          • 01234 scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            non vedere al di là del proprio naso in questa situazione è perfetta metafora del non farlo a livello di business dell'audiovisivo, che voi (videotecari) incarnate così fedelmenteAlmeno sei coerente, te ne do atto :-)
          • Sgabbio scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            Esattamente. Non capisce che certe richieste e strumentazioni create per difendere dei personaggi che non vogliono evolversi, sono da testa di ponte per azioni contro i diritti umani, basti pensare come il filtraggio web in italia sia degenerato rapidamente....
          • spacevideo scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            non sono a difesa di personaggi che non vogliono evolversi, stiamo parlando di contenuti su internet, Video On Demand e quant'altro, l'evoluzione in questo settore c'è ed è proprio in virtù di questa che occorrono misure contro la pirateria, il filtraggio si limita ai contenuti protetti, non vedo cosa c'entrino i diritti umani o la libertà di informazine, nessuno mette in discussione quest'ultimi.
          • videonolleg gino scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            Cioè lu collega abbia specificato proprio che noi non siamo contro le imail e se qualcheduno ci vuole dire pure quello che penza su lo internetto noi ci abbiamo con tutti questi infami che scarricano lu film che noio pagghiamo almeno 100 di questi euro we che se li vedono a gratis su lo internetto stesso.Quindi se tu vuoi dire quello che ti pensi bbene per altre cose vai a piantare le patate che noi ci siamo i proffessionisti de lo cinema e noi dobbiamo guaddagnare da li film che paghiamo.Hasta la videoteca siempre.
          • 01234 scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            più ti muovi, più affondi nella tua cecità: si sta dicendo che non è una questione di COSA ma di COME si filtra. Una volta individuato il come, il cosa sarà capriccio dei "potenti" tramite google.Quindi, magari senza volerlo, stai proprio sostenendo non solo chi non si vuole evolvere (d'altronde neppure tu lo vuoi e/o lo puoi), ma anche chi si prepara a decidere chi viene trovato e chi no sulla rete
          • spacevideo scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            si certo!
          • 0110 scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            - Scritto da: spacevideo
            si certo!Oggi censurano i "link illegali" domani le "opinioni illegali"dopodomani le "critiche illegali".Tutte le schifezze legislative che invocate nel vostro forum sono utilizzabili per comprimere la democrazia, ma a voi interessa?Comunque auguri se credete di vincere così!Quando misero i filtri su napster c'è chi iniziò a usare pure l'alfabeto farfallino... vietiamolo! :pPPPPppPppp
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            - Scritto da: 0110
            - Scritto da: spacevideo

            si certo!

            Oggi censurano i "link illegali" domani le
            "opinioni illegali"Già è così da almeno 3 anni: http://tinyurl.com/googlecensura
          • Franky scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            - Scritto da: Sgabbio
            Non capisci che questo può comportare rischi per
            ben altre cose
            ?Non hanno tempo per riflettere su queste cose devono riflettere su cosa fare dopo la loro imminente chiusura... intanto ringrazio Apple che ce li togliera' di torno....con il suo noleggio online...
    • 01234 scrive:
      Re: direi un ottimo inizio
      scusami, eh? ma come scrivi? :-D"spacciato link illegaliii"??? maddàiiiii :-D
      • gnugnolo scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        Scena stile spacciatore nel vicolo: "Hey tu! Sì sì tu, non far finta di niente... lo vuoi un link per scaricare l'ultimo album di Pupo? È gratis eh! T'interessa? Se vuoi un mio amico ha anche link per guardarti l'ultimo film dei Vanzina.. è roba buona eh.. di primissima qualità! La prima dose è gratis, per le altre ci mettiamo d'accordo. Acqua in bocca!"
        • 01234 scrive:
          Re: direi un ottimo inizio
          mala tempora currunt...
        • spacevideo scrive:
          Re: direi un ottimo inizio
          carina questa :)
        • Franky scrive:
          Re: direi un ottimo inizio
          - Scritto da: gnugnolo
          Scena stile spacciatore nel vicolo: "Hey tu! Sì
          sì tu, non far finta di niente... lo vuoi un link
          per scaricare l'ultimo album di Pupo? È gratis
          eh! T'interessa? Se vuoi un mio amico ha anche
          link per guardarti l'ultimo film dei Vanzina.. è
          roba buona eh.. di primissima qualità! La prima
          dose è gratis, per le altre ci mettiamo
          d'accordo. Acqua in
          bocca!"Ahahah...questo e' un altro... l'altra volta c'era ostrega che parlava dello "spaccio" dei manga...ora c'e' questo che parla di "spaccio" dei link...avete ragione la vita dei Narcos non e' piu' la stessa...ormai si sono dati allo spaccio di manga e di link...la droga non rende piu'!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) ma quanto sono ridicoli...piu' passa il tempo e piu' ridicoli diventano...
    • Guybrush Fuorisede scrive:
      Re: direi un ottimo inizio
      - Scritto da: spacevideo
      dopo che google per anni ha spacciato link
      illegali ora si redime, mi amareggia solo che lo
      faccia per interessi, poteva farlo prima, tutti
      si potevano muovere prima .... ci dovevano
      ascoltare prima, quando ridevano dicendo che la
      pirateria morirà da sola .... tanto gli incassi
      arrivavano ... e noi ad avvertirli .... a
      metterli in guardia
      ....

      chi aveva ragione? altro che morire, è aumentata
      ed ora tocca correre ai ripari, comunque lasciamo
      stare il passato e veniamo al
      presente.GROUCHO, LA PISTOLA!!!(cit. T. Sclavi)Orbene, voi video(co)techini siete spacciati e in estinzione, non ci piove.Vi auguro maggior fortuna con attivita' diverse.Se google smette di indicizzare alcuni contenuti, a prescindere dalla loro legalita' chi ci garantisce che le sue query saranno assolutamente imparziali?Bisognera' trovare un altro motore di ricerca.Oops... c'e' una domanda del mercato che rimane insoddisfatta. Chi vuole diventare milionario e prendere il posto di google?Ah dimenticavo: le query sotto KAD vanno daddio. Ooops... e' una rete decentralizzata, ooooopsss non c'e' nessun server da poter chiudere, oooooooopssss il protocollo e' pure occultato e quindi l'unica possibilita' e' intercettarlo tramite DPI (deep packet inspection) e OOOOOOOOPPPPSSSS costa.Chi paga il conto?Se poi consideriamo il famoso concetto che ad una mancata vendita corrisponde una perdita secca...io ogni anno posso spendere un tot in DVD e simili.Finiti quei soldi non posso spenderne altri, a meno di privarmi del cibo o di saltare qualche rata del mutuo.Poi, dato che non voglio scaricare illegalmente contenuti protetti, mi dedico al mio hobby preferito: suonare.Nell'ottica della sony (tanto per fare un nome) se a febbraio ho speso 50, ad aprile pure e anche a giugno vuol dire che posso spendere 25 euro al mese in prodotti da intrattenimeno.Se pero' a giugno ho finito i soldi del mio budget dedicati all'intrattenimento... vuol dire che ad agosto, ottobre e dicembre i miei hobby sono stati la causa di 150 euro di perdita.Se poi le loro policy della min{}{}a relative a DRM-anticopia-menate varie mi hanno fatto arrabbiare per cui ho deciso lo sciopero degli acquisti e per un anno (in realta' ho dichiarato l'embargo ai prodotti sony, nintendo e fox video per 5 anni), vuol dire che i miei mancati acquisti causano 300 euro di perdite.In compenso quei 300 euro sono finiti per pagare la scuola di musica che sto frequentando la sera dopo il lavoro.Debbo dire che e' assai piu' soddisfacente che perdere tempo guardando uno stupido film in dvd.(e lo studio dello strumento mi porta via tutto il tempo che prima dedicavo a film e videogiochi).Come lo chiamiamo questo?Buon fine settimana gente.Guybrush Threepwood Fuori Sede
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: direi un ottimo inizio

      dopo che google per anni ha spacciato link
      illegali ora si redime,O meglio: prova a prendere il controllo del web, ora che in pratica ha il monopolio.
      mi amareggia solo che lo
      faccia per interessi, poteva farlo prima, tutti
      si potevano muovere primaE gli utenti si muovevano altrove.
      .... ci dovevano
      ascoltare prima, quando ridevano dicendo che la
      pirateria morirà da sola .... tanto gli incassi
      arrivavano ... e noi ad avvertirli .... a
      metterli in guardia
      ....Se tu veramente fossi stato così lungimirante, avresti venduto la videoteca all'epoca, invece di gridare al vento.

      chi aveva ragione? altro che morire, è aumentata
      ed ora tocca correre ai ripari, comunque lasciamo
      stare il passato e veniamo al
      presente.Il presente è megavideo. Voi siete il passato.
      • Franky scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        - Scritto da: uno qualsiasi

        Il presente è megavideo. Voi siete il passato.Esatto!!...ed il futuro probabilmente sara' qualcosa di simile a megavideo ma senza il limite dei 72 minuti...
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: direi un ottimo inizio
          - Scritto da: Franky
          - Scritto da: uno qualsiasi




          Il presente è megavideo. Voi siete il passato.

          Esatto!!...ed il futuro probabilmente sara'
          qualcosa di simile a megavideo ma senza il limite
          dei 72
          minuti...10 euro al mese (o 60 all'anno, o 100 ogni 2 anni, o 200 per averlo tutta la vita) e non hai più il limite dei 72 minuti e hai megavideo E MEGAUPLOAD a massima velocità e senza limiti.Ah, e quando è possibile scarichi anche i video di megavideo in qualità originale.
          • Sgabbio scrive:
            Re: direi un ottimo inizio
            Speriamo che non chiuda...sai 200 euro buttai al vento non son pochi :D
    • pino scrive:
      Re: direi un ottimo inizio
      - Scritto da: spacevideo
      dopo che google per anni ha spacciato link
      illegali ora si redime, mi amareggia solo che loSi amareggia? (rotfl)Sai quanto gliene frega, babbeo.Si... amareggia, ma ROTFL.Ancora c'è gente che crede che dietro a industrie di questo tipo ci siano dei chirichetti.Incredibile.... "si amareggia..."Ahahahaha.
      • a n a n k e scrive:
        Re: direi un ottimo inizio
        amareggiarsi può indicare una qualità per le persone poco o per nulla ciniche,più che rare credo oramai,ma se hai da spiegarci o dirci qualcos'altro che però sia interessante e intelligente continua pure...
    • Diego M scrive:
      Re: direi un ottimo inizio
      Proprio non invidio chi ha una videoteca...A parte gli investimenti forzati nell'acquisizione dei film ad esempio quando viene obbligato a papparsi o troppe copie o copie di altri film meno interessanti in bundle (perlomeno succedeva anni fa ad un mio conoscente, poi ha chiuso quindi non so se funziona ancora cosi), a parte la bella BlockBuster che piu che altro chiamerei SmallShopBuster perchè ne ha fatti chiudere centinaia con il suo arrivo... a parte tutto ciò non vedo un gran futuro per le videoteche. Tra adsl economica, pc piu economici, offerte digitali su internet / streaming e pads vari, il cinema che costa di piu incidendo sul budget a cui però si rinuncia meno che ad un videonoleggio... insomma... io suggerirei di diversificare :)))
  • SSS scrive:
    ci siamo
    Speravo di non dover mai arrivare a dirlo...Ma dopo questa...Apple = Microsoft = Oracle = GOOGLE.
    • pino scrive:
      Re: ci siamo
      è sempre stato cosi, se pensavi che google era una benefattrice... mi dispiace deluderti.Cosa credi, che stanno li a fare favori alla gente?Ognuno ha il suo sistema per imbonirsi la clientela, google è la piu subdola.Tu (e chiunque altro) davanti alla prospettiva di una montagna di denaro, avresti fatto lo stesso.Cio non significa che sia eticamente corretto, ergo, è una truffa.
      • Pastaallaca rbonara scrive:
        Re: ci siamo
        quoto su tutto.Strana poi la coincidente prossima entrata di google nel panorama della vendita di contenuti digitali.
  • djechelon scrive:
    Direi che ci può stare
    Una procedura semplificata per dirimere le controversie tra detentori dei diritti (o presunti tali) ed utenti credo sia un grande passo avanti.E sottolineo come il "DIRITTO DI REPLICA" venga anch'esso tutelato. Per fare un esempio banale, mi viene in mente il buon carlettofx, autore di doppiaggi satirici di grandi film.Ebbene, in Italia il diritto alla SATIRA scavalca ogni copyright. Pertanto io autore satirico posso utilizzare anche interamente un'opera altrui per questo fine (non ricordo se c'è il vincolo di non concorrenza).Se un bel giorno ad una major non "piacesse" vedere i propri personaggi ridicolizzati su YouTube, qualunque richiesta di rimozione che si "appelli" al DMCA potrebbe, a discrezione di BigG, non trovare accoglimento per la replica dell'autore che difenderebbe il proprio sacrosanto diritto a fare satira. A limite, ipotizzo, sebbene i server Youtube siano negli USA, BigG potrebbe decidere autonomamente di rendere il contenuto disponibile solo in Italia dove esso è perfettamente legale e la major si "attaccano al tram".Questa almeno è la mia umile opinione. Grazie Google per aver reso EQUO il rapporto tra utenti e detentori dei diritti (mi viene in mente il caso Luttazzi e le "presunte" violazioni di copyright).Sull'autocomplete filtrato non vorrei esprimermi, è una scelta aziendale e finchè non impedisce all'utente di cercare bittorrent & co ci può anche stare.
    • BSG scrive:
      Re: Direi che ci può stare
      Guarda cosa fanno le major, in questo caso Universal pochi giorni fa, con i contenuti prodotti dai fan:http://www.examiner.com/second-life-in-harrisburg/breaking-news-ll-forced-by-universal-to-remove-battlestar-content-from-sl
    • 01234 scrive:
      Re: Direi che ci può stare
      io direi di no, ma tanto il soldo vince sempre...
    • Sgabbio scrive:
      Re: Direi che ci può stare
      Peccato che non è venga rispettata la satira e la critica sul tubo. I Dari usavano il copyright per eliminare ogni presa in giro, Silvia Paone autrice di una discutibile performance canora religiosa, uso il copyright per eliminare ogni sua parodia e citazione, arrivano a minacciare legalmente le persone.Mediaset con il suo raid del copyright notturno del 12 novembre (che in pochi hanno parlato), hanno eliminato il diritto di cronaca, piallando un numero incalcolabile di video.
      • Torsolo scrive:
        Re: Direi che ci può stare
        Infatti ed è stato bandito anche il meme di Hitler.Poi nell'articolo leggo di Bittorent e Lady Gaga, ma la prima volta che ho sentito di lei è stato sul Tubo, senza il quale non so se ora sarebbe così famosa. Come cantante magari non mi piace molto, ma si è andato a prendere come esempio proprio quella che dice che i soldi si fanno ai concerti live.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Direi che ci può stare
          Esattamente, poi tra l'altro queste major chiedono l'impossibile e l'oltreverso! Youtube è sempre stata la più zelante sul tema del copyright facendo non poco spesso azioni al limite dell'imbarazzante, come il blocco regionali dei video, alla eliminazione dell'audio e cosi via.Ma non sono mai contenti.
      • FinalCut scrive:
        Re: Direi che ci può stare
        - Scritto da: Sgabbio
        Mediaset con il suo raid del copyright notturno
        del 12 novembre (che in pochi hanno parlato),
        hanno eliminato il diritto di cronaca, piallando
        un numero incalcolabile di
        video.Non lo sapevo, mi spieghi cosa hanno fatto?
        • Sgabbio scrive:
          Re: Direi che ci può stare
          alle 2 fino alle 4 di notte, c'è sta una eliminazione di video e canali in nome del copyright di mediaset, tra le moltissime vittime, ci stavano video che non violavano il copyright, come collage, con musica ed altro, video che criticavano studio aperto ad esempio. Poi ci sono stati canali eliminati solo perchè avevano 30 secondi di un programma mediaset tra i video!Per non parlare di chi aveva i diritti di mettere un suo video, ma fu cancellato lo stesso.La cosa brutta è il brutto risveglio di molti...
    • pino scrive:
      Re: Direi che ci può stare
      - Scritto da: djechelon
      Una procedura semplificata per dirimere le
      controversie tra detentori dei diritti (o
      presunti tali) ed utenti credo sia un grande
      passo
      avanti.Altro babbeo.Tutto un gran discorso per prendere e perdere tempo su una cosa non profittevole.Tu pensi davvero che facciano quel che dicono?Ma sta buono...Chi li ha eletti padroni assoluti di internet sono quelli che si fanno un sacco di seghe mentali come te. Senza offesa.Guarda ai fatti, non alle promesse.Per le false promesse abbiamo gia un presidente del coniglio che è un vero esperto, ancora non ti basta?
Chiudi i commenti