Wikipedia, agli editor l'ardua sentenza

La revisione ad opera degli utenti più esperti sarà realtà anche per la versione in lingua inglese. Per tutelare l'enciclopedia libera dai vandali da articolo web

Roma – Se si prova a ricercare la parola Wikipedia nel motore dell’omonimo sito web, si viene a sapere che è una enciclopedia multilingue collaborativa, online e gratuita. Facendo scorrere la pagina, si scopre anche che la caratteristica primaria di Wikipedia è il fatto che dà la possibilità a chiunque di collaborare, utilizzando un sistema di modifica e pubblicazione aperto. Non del tutto vero: entro alcune settimane la versione in lingua inglese della popolare enciclopedia libera assisterà all’implementazione di quella che è stata chiamata flagged revision .

La verifica delle revisioni è un’estensione sviluppata per il software MediaWiki che, in sostanza, fornisce a editor con esperienza già accumulata nella comunità il potere di autorizzare ogni modifica ad articoli riguardanti le biografie di personaggi viventi . Una sorta di sistema di tutela, in pratica, volto a preservare l’oggettività e, soprattutto, la veridicità dei contenuti di en.wikipedia che ha superato i tre milioni di articoli ed è stata modificata oltre 300 milioni di volte.

Modifiche, appunto, che non sempre si sono rivelate in linea con gli obiettivi della comunità, come ad esempio quelle relative alla morte improvvisa di Ted Kennedy e Robert Byrd durante il pranzo inaugurale della presidenza di Barack Obama. Decessi tanto fulminanti quanto assolutamente falsi che hanno preoccupato il fondatore di Wikipedia Jimmy Wales, pronto a suggerire la flagged revision dopo la sua introduzione nel maggio 2008 nella versione in lingua tedesca.

Ora, Wikimedia Foundation si è dichiarata ferma nella decisione di avviare al più presto il sistema delle revisioni. Il CEO Michael Snow ha, infatti, parlato di una comunità troppo indulgente verso errori ed ambiguità, da considerare parte di un passato eccessivamente morbido nei confronti di veri e propri vandali da articolo web: “Adesso ci sarà minore tolleranza per questo tipo di problemi”.

Intanto, Jimmy Wales ha parlato di una fase preliminare di testing , per analizzare le dinamiche che emergeranno con la flagged revision. “È un test – ha spiegato il fondatore di Wikipedia – Siamo interessati a tutti i problemi che si presenteranno. Quanto tempo ci vorrà perché qualcosa sia approvato? Ci si metteranno un paio di minuti, giorni, settimane?”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Bastard Inside scrive:
    Il peso di MS sui siti.
    La sponsorizzazione, il marketting, gli avvertimenti da amici danno i loro frutti, avete notato come la notizia della PS3 Slim non sia mai stata nella colonna centrale, ma in una laterale e bene in basso, e sia sparita subito dalla prima pagina, mentre questa su Yahoo e MS, nonostante avesse meno commenti dei lettori, è partita in cima alla colonna centrale ed è ancora in prima pagina, in una colonna laterale, ma sempre in cima?
  • Il Profeta scrive:
    Y! come M$, tanta fuffa zero innovazione
    Il connubio da già i suoi frutti, le due aziende si intendono a meraviglia!- Viene rifatta la grafica... mentre invece Google sta implementando il motore "Caffeine" 10 volte più veloce e più accurato- Vengono integrate funzionalità di social network... 5 anni dopo alla concorrenza- Si lavora ad integrare il video su Y!Msgr quando SW come GTalk (web), Skype, ooVoo ce l'hanno già da tempo (nella lista non ho messo Winzozz Live Msgr perchè il supporto video è ridicolo!)Che dire Y! si è adeguata/adattata agli standard M$: zero innovazione, tanto scopiazzamento (arriva dopo la concorrenza e fa le cose peggiori), tanta fuffa (nuova GUI e sotto la stessa me**a).
    • Valeren scrive:
      Re: Y! come M$, tanta fuffa zero innovazione
      Non capisco come facciano ad essere ancora in vita.Giuro che non conosco una persona una che passi da yahoo, ma nemmeno per errore.Se poi innovano così...
      • Bastard Inside scrive:
        Re: Y! come M$, tanta fuffa zero innovazione
        - Scritto da: Valeren
        Non capisco come facciano ad essere ancora in
        vita.
        Giuro che non conosco una persona una che passi
        da yahoo, ma nemmeno per
        errore.

        Se poi innovano così...E' una cosa che mi rattrista molto, sono stato per più di dieci anni utente affezionato di Yahoo, trovavo anche impareggiabile la ricerca booleana di Altavista, sono stato fra gli ultimi a passare a Google, ma non ho potuto evitarlo, quando ho visto i miei siti di ricerca preferiti disfarsi inesorabilmente davanti ai miei occhi, la decadenza delle directory di Yahoo, la bimbominkizzazione della ricerca avanzata di Altavista...E tuttora Google non è in grado di sostituire queste feature degnamente, così come Dejanews dopo l'acquisizione da parte di Google ha perso la ricerca booleana, il risultato è che nelle ricerche semplificate Google stravince sui concorrenti, che però non offrono più neanche la possibilità di integrare utilmente Google a beneficio degli utenti, perché hanno idiotamente rinunciato ai loro punti di forza...
  • sfortunato scrive:
    i risultati delle ricerche
    "[...] dove i risultati delle ricerche saranno forniti dall'engine Microsoft [...]" ehm, nella precedente notizia si diceva che MS puntava a Yahoo! per poter accedere alle tecnologia del search...cito dall'articolo in questione: Di tutto quello che sarà ricavato da questa vendita pubblicitaria, l'88 per cento finirà in saccoccia a Yahoo! e solo il restante 12 a Microsoft. Quest'ultima, dal canto suo, ottiene un acXXXXX decennale (pari alla durata dell'accordo) al portafoglio intellettuale in materia di search del motore viola LINK: http://punto-informatico.it/2685417/PI/News/microsoft-piu-yahoo-ora-ufficiale.aspxora, da chi saranno forniti i risultati delle ricerche?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Fustigatore dei CEO glassoni e sudati scrive:
      Re: i risultati delle ricerche
      - Scritto da: sfortunato
      "[...] dove i risultati delle ricerche saranno
      forniti dall'engine Microsoft
      [...]"

      ehm, nella precedente notizia si diceva che MS
      puntava a Yahoo! per poter accedere alle
      tecnologia del
      search...

      cito dall'articolo in questione:
      Di tutto quello che sarà ricavato da questa
      vendita pubblicitaria, l'88 per cento finirà in
      saccoccia a Yahoo! e solo il restante 12 a
      Microsoft. Quest'ultima, dal canto suo,
      ottiene un acXXXXX decennale (pari alla
      durata dell'accordo) al portafoglio
      intellettuale in materia di search del motore
      viola

      LINK:
      http://punto-informatico.it/2685417/PI/News/micros

      ora, da chi saranno forniti i risultati delle
      ricerche?

      (rotfl)(rotfl)(rotfl)BING??? (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Valeren scrive:
      Re: i risultati delle ricerche

      ora, da chi saranno forniti i risultati delle
      ricerche?
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)Google :p
Chiudi i commenti