WiMAX, ristrutturazioni per ripartire

Movimenti per rilanciare la tecnologia, che gli operatori dicono bloccata dalla crisi. Agcom pronta a una proroga per loro. Mentre le emittenti televisive locali promettono battaglia sulle frequenze LTE

Roma – Il settore WiMAX si sta riassestando : principale protagonista Linkem che ottiene in affitto il ramo d’azienda di Retelit che si occupava della tecnologia wireless e si sostituisce ad Aria nell’accordo strategico con Telecom Italia.

Aria e Retelit sono due delle aziene che si erano aggiudicate le licenze per le frequenze necessarie ad implementare la connettivita via radio, ma che al momento non sarebbero riuscite a soddisfare gli obblighi di copertura minima imposti dal bando ministeriale dell’asta relativa: questo significa che potrebbero perdere le licenze per mancato rispetto degli obblighi di copertura se l’Authority non sceglierà (come sembra invece disposta a fare) di concedere due anni di proroga per mettere a segno gli obiettivi fissati in occasione della gara , ovvero coprire almeno i Comuni concordati tra quelli in digital divide.

Le aziende che si sono impegnate con la connessione ad alta velocità via radio ritengono sia colpa non della tecnologia, ma della congiuntura economica negativa che le ha investite intralciando lo sviluppo prefissato. “Il nostro era un piano pre-crisi, che abbiamo dovuto correggere” spiega Giacomo Robustelli di Aria.

L’Emilia Romagna è un caso emblematico : solo 6 le antenne funzionanti sulle 500 previste e non raggiunto l’obiettivo concordato con la Regione di copertura di 24 Comuni in digital divide: ad oggi l’unico territorio previsto dagli accordi e coperto è Calderara di Reno a Bologna, cui si aggiungono altre 5 antenne in provincia di Parma. Numeri “scandalosamente bassi” commenta Gianluca Mazzini, direttore generale della società della Regione che si occupa di telecomunicazioni e tratta con gli operatori, Lepida.

Retelit, l’azienda che si era aggiudicata la licenza per le regioni centro settentrionali per le quali ha pagato 23 milioni di euro, è alle prese con una generale ristrutturazione : l’azienda ha congelato il suo primo azionista con il 15 per cento, la libica Lybian Post Telecommunication di uno dei figli di Gheddafi, e ieri ha deciso come segnalato da Alessandro Longo di affittare a Linkem, altro operatore WiMAX, il proprio ramo d’azienda che si occupa di WiMAX e che dopo aver ottenuto la licenza per le frequenze 3,4-3,6GHz, vi ha costruito una rete con servizi all’ingrosso, adottati da provider che ora vendono offerte all’utente finale.

Retelit, attraverso la controllata e-via, decide invece di concentrarsi sulla fornitura di servizi in fibra ottica e di infrastrutture da supporto dei servizi di Linkem (ex Megabeam), che in questo modo dimostra di puntare sulla connettività via radio e amplia il suo investimento nel settore: si tratta di un contratto di 12 anni con un canone di 5,5 milioni di euro nei primi tre anni e, in quelli successivi, di 2,3 milioni di euro/anno.

Linkem, che finora per le licenze aveva speso 34 milioni di euro, procede sul suo percorso che si arricchisce di un accordo strategico con Telecom Italia: è subentrata ad Aria nel diritto di utilizzo delle frequenze WiMAX vinte da Telecom Italia.

Aria, l’operatore che più ha investito in licenze (48 milioni di euro), ha avuto un terremoto societario e ora ha come nuovo amministratore delegato Riccardo Ruggiero, ex-AD di Telecom Italia ora indagato in un caso di SIM false. L’azienda non ha potuto rispettare il contratto con Telecom e ha rallentato molto i propri piani di copertura (ora è in Umbria e in pochi comuni lombardi, pugliesi e veneti).

Linkem ha installato 500 antenne e ha circa 30mila abbonati: l’obiettivo è raggiungere mille antenne entro il 2012, con un investimento di 100 milioni di euro . Il 70 per cento degli utenti usa il WiMAX da casa, con la chiavetta . Il 37 per cento degli abbonati non è titolare di una linea fissa. Agcom sta pensando ad una proroga di 24 mesi per le due aziende , per consentire a entrambe di cogliere i risultati da loro stesse fissati.

L’Authority deve concentrarsi anche per il proseguimento delle operazioni di messa all’asta delle frequenze destinate alla tecnologia LTE, che peraltro secondo i vertici Linkem è in sintonia con WiMAX: “La nostra infrastruttura di rete può essere sviluppata in tecnologia LTE a costi ridottissimi e la nostra licenza ci consente di evolvere senza problemi verso l’LTE quando sarà il momento”.

La questione, a ogni modo, non è priva di problemi: le emittenti locali che occupano ancora le frequenze che devono essere liberate continuano a promettere battaglia e quelle aderenti all’associazione Aeranti Corallo chiedono di ripristinare il quadro normativo preesistente al decreto sul rilascio delle frequenze , in quanto modificherebbe “le regole finora adottate per disciplinare il processo di digitalizzazione, in base alle quali tutte le TV locali analogiche sono diventate operatori di rete per la TV digitale terrestre in ambito locale” e, data la sua complessità, ” comporterà tempi molto lunghi per il relativo completamento, con conseguente danno sia per le imprese televisive, sia per l’utenza”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • silvan scrive:
    Benedetta ingenuità
    Quando si è indagati la trafila non è così semplice come qualcuno crede. Prima di essere riconosciuto innocente, nel caso lo si sia, passano mesi ed anni con intervento di avvocati, spese, interrogatori, udienze, inoltre si rischia di essere ugualmente non creduto e condannato pur non avendo compiuto il misfatto, e non è teoria, ma casistica reale.
  • silvan scrive:
    Da noi.
    Per fortuna in Italia certi giudici, anzi certi PM, si limitano a spendere soldi e tempo per "valorizzare" in patria e all'estero le nostre istituzioni invece di dare giustizia rapida ai normali cittadini.
    • Shiba scrive:
      Re: Da noi.
      - Scritto da: silvan
      Per fortuna in Italia certi giudici, anzi certi
      PM, si limitano a spendere soldi e tempo per
      "valorizzare" in patria e all'estero le nostre
      istituzioni invece di dare giustizia rapida ai
      normali
      cittadini.Vi hanno fatto credere di avere il diritto a non essere giudicati. E neppure vi accorgete che non è un'idea vostra.
      • Francesco scrive:
        Re: Da noi.
        Sono convinto che se metto qualche centinaioo di investigatori ad indagare su di te per 20 anni, troverò tante di quelle nefandezze da poterti additare come criminale.bye
        • Shiba scrive:
          Re: Da noi.
          - Scritto da: Francesco
          Sono convinto che se metto qualche centinaioo di
          investigatori ad indagare su di te per 20 anni,
          troverò tante di quelle nefandezze da poterti
          additare come
          criminale.

          bye20 anni? Sono già in prescrizione, sempre per merito vostro.
        • panda rossa scrive:
          Re: Da noi.
          - Scritto da: Francesco
          Sono convinto che se metto qualche centinaioo di
          investigatori ad indagare su di te per 20 anni,
          troverò tante di quelle nefandezze da poterti
          additare come
          criminale.Puo' darsi, ma Shiba non governa.La miglior risposta che si puo' dare ad un giudice che ti accusa, e' quella di andare al proXXXXX, non quella di scansare il proXXXXX sfruttando un ruolo istituzionale.
          • chojin999 scrive:
            Re: Da noi.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Francesco

            Sono convinto che se metto qualche centinaioo di

            investigatori ad indagare su di te per 20 anni,

            troverò tante di quelle nefandezze da poterti

            additare come

            criminale.

            Puo' darsi, ma Shiba non governa.

            La miglior risposta che si puo' dare ad un
            giudice che ti accusa, e' quella di andare al
            proXXXXX, non quella di scansare il proXXXXX
            sfruttando un ruolo
            istituzionale.Ma per favore! Guarda caso su Coop, Unipol, Telekom Serbia i processi neanche si fanno, si archivia tutto subito.
          • Ashura scrive:
            Re: Da noi.
            - Scritto da: chojin999
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Francesco


            Sono convinto che se metto qualche centinaioo
            di


            investigatori ad indagare su di te per 20
            anni,


            troverò tante di quelle nefandezze da poterti


            additare come


            criminale.



            Puo' darsi, ma Shiba non governa.



            La miglior risposta che si puo' dare ad un

            giudice che ti accusa, e' quella di andare al

            proXXXXX, non quella di scansare il proXXXXX

            sfruttando un ruolo

            istituzionale.

            Ma per favore!
            Guarda caso su Coop, Unipol, Telekom Serbia i
            processi neanche si fanno, si archivia tutto
            subito.Si archivia, nei casi che hai citato, perché si scopre prima che erano fondamentalmente tutte balle.Quando però un reato come il falso in bilancio viene depenalizzato o si punta alla prescrizione breve invece dell'assoluzione, il dubbio che qualcosa di vero sotto ci sia è bello forte.
          • panda rossa scrive:
            Re: Da noi.
            - Scritto da: Ashura
            - Scritto da: chojin999

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Francesco



            Sono convinto che se metto qualche
            centinaioo

            di



            investigatori ad indagare su di te per 20

            anni,



            troverò tante di quelle nefandezze da
            poterti



            additare come



            criminale.





            Puo' darsi, ma Shiba non governa.





            La miglior risposta che si puo' dare ad un


            giudice che ti accusa, e' quella di andare al


            proXXXXX, non quella di scansare il proXXXXX


            sfruttando un ruolo


            istituzionale.



            Ma per favore!

            Guarda caso su Coop, Unipol, Telekom Serbia i

            processi neanche si fanno, si archivia tutto

            subito.

            Si archivia, nei casi che hai citato, perché si
            scopre prima che erano fondamentalmente tutte
            balle.

            Quando però un reato come il falso in bilancio
            viene depenalizzato o si punta alla prescrizione
            breve invece dell'assoluzione, il dubbio che
            qualcosa di vero sotto ci sia è bello
            forte.Vale anche per la corruzione giudiziaria, e sono pronto a scommettere che applicheranno questi tentativi di prescrizione per la prostituzione minorile.Se c'e' gente che viene a fare campagna elettorale sul forum di PI, allora mi ci metto pure io a fare campagna elettorale.
          • Shiba scrive:
            Re: Da noi.
            - Scritto da: chojin999
            Ma per favore!
            Guarda caso su Coop, Unipol, Telekom Serbia i
            processi neanche si fanno, si archivia tutto
            subito.Quelli su B. invece finiscono tutti, eh? :D
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Da noi.
            ABUSANDO del ruolo istituzionale prego... negli altri Paesi i processi si fanno, ci si dimette dalla carica e si va al proXXXXX... a Fantasilandia no...
          • shevathas scrive:
            Re: Da noi.
            - Scritto da: ciccio quanta ciccia
            ABUSANDO del ruolo istituzionale prego... negli
            altri Paesi i processi si fanno, ci si dimette
            dalla carica e si va al proXXXXX... a
            Fantasilandia
            no...purtroppo a Fantasilandia ci sono anche processi durati vent'anni e risoltisi in bolle di sapone. Vedi alla voce Rino Formica o Giacomo Mancini.
  • Oppure scrive:
    Stroz...
    ... Omen nomen! :)O manca addirittura una "n"?
  • coincidenze scrive:
    coincidenze
    coincidenze
    • Frank Rastrello scrive:
      Re: coincidenze
      - Scritto da: coincidenze
      coincidenzeCome sei maligno 8)
    • 01234 scrive:
      Re: coincidenze
      insomma sbagliato nel principio e anche nell'opportunitàcomplimentoni...il problema è che hanno il potere...
      • panda rossa scrive:
        Re: coincidenze
        - Scritto da: 01234
        insomma sbagliato nel principio e anche
        nell'opportunità

        complimentoni...

        il problema è che hanno il potere...Mica come da noi dove tutti i deputati, consiglieri regionali ed eletti in genere, agiscono sempre secondo coscienza, e mai per interesse personale ne' per favorire qualche ricco presidente del consiglio implicato in brutte storie!Che credibilita' puo' avere un paese che mette sotto proXXXXX un presidente per una Lewinsky sotto la scrivania?
        • il solito bene informato scrive:
          Re: coincidenze
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: 01234

          insomma sbagliato nel principio e anche

          nell'opportunità



          complimentoni...



          il problema è che hanno il potere...

          Mica come da noi dove tutti i deputati,
          consiglieri regionali ed eletti in genere,
          agiscono sempre secondo coscienza, e mai per
          interesse personale ne' per favorire qualche
          ricco presidente del consiglio implicato in
          brutte
          storie!

          Che credibilita' puo' avere un paese che mette
          sotto proXXXXX un presidente per una Lewinsky
          sotto la
          scrivania?in realtà è finito sotto proXXXXX per aver dichiarato il falso :-)
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: coincidenze
            Noi invece il falso - quello in bilancio - l'abbiamo direttamente depennato come reato... vuoi mettere? Siamo millenni avanti!!!Dove starebbe la sorpresa sul giudice lobbista??? A quello servono le lobby... a pilotare i Paesi... Perché Cheney e compagnia bella che sono diventati ministri allora? Lo dicono chiaro e tondo, nero su bianco i paladini del copyright che devono influenzare, fare enormi pressioni, infiltrare e portare le istuzioni dalla loro parte.
    • Papple scrive:
      Re: coincidenze
      Stroz FriedbergStronz FriedbergFixed
Chiudi i commenti