Win Media Player un po' spione?

Alcuni esperti hanno accusato il WMP 8 di ficcare il naso nei CD e nei DVD riprodotti dagli utenti, collezionando informazioni potenzialmente pericolose per la privacy. Microsoft si difende


Redmond (USA) – Il Windows Media Player torna sotto inchiesta. A sollevare nuovi dubbi in merito alla questione privacy è Richard M. Smith, lo stesso esperto di sicurezza che tempo fa rivelò la possibilità , da parte di un sito Web, di tracciare le abitudini di un utente attraverso l’accesso al numero univoco che identifica ogni installazione del WMP.

Smith ha pubblicato di recente un nuovo documento dove descrive alcuni “seri problemi di privacy” che riguarderebbero la versione integrata in Windows XP del WMP 8.

L’esperto spiega infatti che “ogni qual volta un film su DVD viene riprodotto su di un computer, il WMP contatta un server Web di Microsoft per ottenere titolo e informazioni sui capitoli del DVD. Una volta stabilita la connessione, il server Web di Microsoft assegna un’impronta elettronica, che identifica il film su DVD che si sta guardando, ed un cookie, che identifica univocamente un determinato player WMP”.

Smith sostiene che con questi due elementi, insieme alla creazione di un database locale dei DVD riprodotti, Microsoft è in grado di tenere traccia di tutti i film visti su di un computer.

Il WMP 8 fa una cosa simile anche con i CD di musica generando, anche in questo caso, un piccolo database dove archivia il nome dell’album ed il titolo delle canzoni di ogni CD riprodotto.

Smith critica in particolare il fatto che la policy per la privacy del WMP non riporti questa “funzionalità” e lo stesso player non offra all’utente nessuna possibilità di disattivarla.

In tutta risposta ieri Microsoft ha comunicato di aver apportato delle modifiche ai termini di licenza che accompagnano il WMP 8 informando l’utente (o meglio, quei pochi che leggono le licenze dei prodotti…) che il player si connette ad un server Microsoft per ottenere i “metadata” sui DVD-Video ed un cookie.

Ecco cosa sostengono i difensori della privacy e come si difende Microsoft.


Microsoft ha assicurato che questi “metadata” (titolo, capitoli, durata, genere, ecc.) ed il numero identificativo assegnato al player non hanno lo scopo di tracciare le abitudini degli utenti, ma solo quello di permettere loro di navigare attraverso i DVD-Video in modo più semplice e intuitivo, avvalendosi di tutte le informazioni aggiuntive reperite presso il sito WindowsMedia.com a cui WMP si connette.

Nonostante le rassicurazioni di Microsoft, gli esperti di privacy ribadiscono la necessità, per l’utente, di poter disattivare la funzionalità e, soprattutto, di poter cancellare con facilità i file dove WMP tiene traccia dei CD e dei DVD riprodotti: informazioni, queste, che a loro avviso potrebbero essere rivendute o utilizzate da terzi in violazione della privacy degli utenti.

Qualcuno ha persino avanzato l’ipotesi che tali informazioni potrebbero essere usate dall’industria per verificare se l’utente abbia effettivamente pagato i contenuti di cui sta usufruendo.

Anche in questo caso, però, Microsoft ha garantito che nessun dato viene condiviso o venduto a terzi e che il numero identificativo non ha altro scopo se non quello di permettere all’utente di accedere al proprio account personale su WindowsMedia.com. Oltre a questo, il big di Redmond ha spiegato che i file generati dal WMP sono in un formato proprietario non facilmente leggibile da terzi.

Lo scorso mese, nell’ annunciare l’iniziativa del “Trustworthy Computing”, Bill Gates scrisse al suo staff che “gli utenti dovrebbero poter controllare in che modo i loro dati vengono usati” e che per loro “dovrebbe essere facile specificare l’uso più appropriato delle proprie informazioni, incluso il controllo delle e-mail che spediscono”.

Un precetto che, secondo alcuni esperti, il WMP non sembra ancora aver recepito.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Mah, in effetti...
    ...io sarei d'accordo.Strano ma vero, mi trovo d'accordo con M$ per una volta. Il problema del guardare e poter toccare fa nascere un sacco di versioni di uno stesso prodotto, che alla fine si differenziano al punto di non essere più compatibili fra loro, e diventa un labirinto. Ma un'addenda va fatta: dovrebbe esserci la possibilità di autorizzare, gratis, qualche sviluppatore di fiducia che possa comunque apportare modifiche... discorso generale, comunque, non relativo a Windoze...
  • Anonimo scrive:
    Microsoft open source
    Un giorno non molto lontano micro$oft diventerà open source, dopo ci sarà sempre qualcuno contro, xchè avrà sempre una fetta di users, è normale è nella filosofia delle cose e delle persone... o così o pomì
  • Anonimo scrive:
    Come ha detto Flick Ricchione...
    ... aumenterà "il livello di perizia offerto ai nostri clienti" ?!?E come l'aumenti?Prima quando NT schiattava con una bella schermata blu la Microsoft ti diceva "non sappiamo perchè, indagheremo"...Ora te lo dirà direttamente la Compaq?!?!E poi non era Microsoft quella che sosteneva che la disponibilità del sorgente migliora le capacità dei "cracker" di entrare nei sistemi?O era una bufala prima, o è una bufala ora...
    • Anonimo scrive:
      Re: Come ha detto Flick Ricchione...
      - Scritto da: Ottav(i)o Nano
      ... aumenterà "il livello di perizia offerto
      ai nostri clienti" ?!?
      E come l'aumenti?
      Prima quando NT schiattava con una bella
      schermata blu la Microsoft ti diceva "non
      sappiamo perchè, indagheremo"...
      Ora te lo dirà direttamente la Compaq?!?!
      E poi non era Microsoft quella che sosteneva
      che la disponibilità del sorgente migliora
      le capacità dei "cracker" di entrare nei
      sistemi?
      O era una bufala prima, o è una bufala ora...Non vi va mai bene niente....Non vi sta bene se MS non rilascia i sorgenti e se decide di rilasciarli non vi sta bene comunque. Avete forse paura di scoprire che non è vero che MS vi spiava?:-) (non dico "CI" spiava perché a me non me ne potrebbe fregare di meno).
  • Anonimo scrive:
    Solo Avanade o anche Compaq
    In attesa di definire il contenzioso con il governo statunitense, Microsoft annuncia l'apertura del source code di Windows: prossimamente toccherà ad Avanade, partecipata al 49% da Microsoft, ma la società di Bill Gates ha definito questa decisione come 'il primo passo verso l'apertura del codice ad altri integratori'. La mossa sembra finalizzata a tacitare gli oppositori dell'accordo raggiunto tra Microsoft e il Dipartimento di Giustizia, che aspettano la prossima udienza dell'11 marzo per esigere condizioni più gravose per Gates. Microsoft sostiene che il programma Enterprise Source Licensing precede già l'accesso al codice per più di 1600 clienti in 27 paesi, mentre Microsoft Research Source Licensing autorizza l'accesso ai ricercatori e Government Source Licensing alle istituzioni governative. Il recente annuncio estende i privilegi ai technology integrators, ma resta da vedere se varrà anche per le società non controllate da Microsoft. Sono attese ulteriori iniziative in questa direzione.
  • Anonimo scrive:
    PI mi deludi
    Io, a uno che di cognome fa Fricchione, non mi sarei manco messo li' a ascoltallo.Non sono fricchioneeee, non mi chiamo frifri'.... sono un commissarioooo ti faccio un culo' cosi''''!Salutos
  • Anonimo scrive:
    Fantastico
    finalmente si potranno fare lavori VERAMENTE a regola d'arte!
  • Anonimo scrive:
    Spiegazione della licenza Shared Source
    Eh eh... MSFT non ha fatto in tempo a comprare il dominio ;o)www.shared-source.com
  • Anonimo scrive:
    il mistero dei ri-sorgenti
    Cfr: http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=39104Ad un certo punto L.Assenti scrive: "Il primo è la sicurezza di quel "listato". Anche accettando che i procuratori dei nove stati dell'accusa si comportino con la dovuta diligenza, ammettendo pure che le misure di protezione di quel codice sorgente verranno prese in accordo tra tutte le parti coinvolte e quindi anche da Microsoft, quella enorme quantità di righe vale molto, troppo per essere "distribuita" in questo modo".poi(http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=39168) si scrive:"Ma per le oltre 1.700 aziende che sono riuscite a mettere mano su generose porzioni del codice sorgente di prodotti come Windows 2000, Windows XP, Windows.NET Server, Windows CE 3.0 o Windows CE.NET, poter guardare, studiare e analizzare, è già gran cosa".Non notate una situazione quanto meno curiosa? Da una parte il codice consegnato ai giudici sarebbe a rischio di spionaggio industriale; dall'altra, quello consegnato alle oltre 1700 aziende sarebbe al riparo da tentazioni.Una domanda: la differenza sta nelle "generose porzioni di codice" oppure c'è qualche "bug" nella logica dell'argomentazione?
    • Anonimo scrive:
      Re: il mistero dei ri-sorgenti
      Non mi sembra un mistero. E' ovvio che se MS consegna a terzi parti di codice ha il controllo su cosa sta distribuendo. Diverso e' se le impongono di consegnare parti di codice che non avrebbe mai voluto far vedere a terzi.
      • Anonimo scrive:
        Re: il mistero dei ri-sorgenti
        Il problema era che L. Assenti giustificava nell'articolo il rifiuto M$ (rifiuto rimandado al mittente per fortuna), col fatto che quelle porzioni di sorgenti potevano finire in mano a ditte/persone esterne e concorrenti a M$.A parte il fatto che a utilizzarle potevano essere solo i competitori di M$ sul sw win, dove M$ essendo la detentrice dell'o.s. detiene un indubbio vantaggio (ingiusto quindi); se M$ dà porzioni di codice ad oltre 1700 aziende, il pericolo di fuga - porzioni codice, paventato da L. Assenti è elevato alla 10° potenza, rispetto a quello di fornirlo agli esperti della corte USA.Ergo L. Assenti si contraddice.E speriamo che ... la redazionme non mi faccia sparire anche questo post di risposta, visto che ci tiene tanto a che non si evidenzino le contraddizzioni di questo loro opinionista.
        • Anonimo scrive:
          Re: il mistero dei ri-sorgenti
          Ciao! Immagino che questo thread finira' in PI pro e contro. Comunque eccomi qua.
          Il problema era che L. Assenti giustificava
          nell'articolo il rifiuto M$ (rifiuto
          rimandado al mittente per fortuna), col
          fatto che quelle porzioni di sorgenti
          potevano finire in mano a ditte/persone
          esterne e concorrenti a M$.E perche' e' un problema il fatto che io e tanti altri commentatori la vediamo cosi' ?
          se M$ dà porzioni di codice ad
          oltre 1700 aziende, il pericolo di fuga -
          porzioni codice, paventato da L. Assenti è
          elevato alla 10° potenza, rispetto a quello
          di fornirlo agli esperti della corte USA.
          Ergo L. Assenti si contraddice.Non ho capito che c'entro. Comunque mi sembra scontato che se e' MS a fornire porzioni di codice alle imprese del suo programma vuol dire che stiamo parlando di una gestione del codice totalmente diversa da quella prevista dal tribunale nel procedimento antitrust.In entrambi i casi si parla di porzioni. A questo punto, immagino, il problema e' capire quali porzioni...
          E speriamo che ... la redazionme non mi
          faccia sparire anche questo post di
          risposta, visto che ci tiene tanto a che non
          si evidenzino le contraddizzioni di questo
          loro opinionista.Non e' cosi'. Se leggi la policy ritroverai anche il tuo primo posting. Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: il mistero dei ri-sorgenti
            Non c'era nessun insulto sul post, ma era solo ironico; forse uno dei meravigliosi server win di PI l'ha perso.Cmq il problema è se la giustificazione della fuga di porzioni di codice sia giustificata. Mi sembra che quella di dare ad oltre 1700 aziende il codice, non garantisce M$ dalla fuga, anzi rispetto alla richiesta del tribunale USA è notevolmente superiore.Il problema è il tipo di codice? Ed allora chi potrebbe avantaggiarsene? Linux, BeOS ... Gli unici eventuali che se ne potrebbero avantaggiare sono i concorrenti M$ sul sw per win; gli stessi che se ne avantaggerebbero dalla fuga di porzioni di codice win in "gestione" a quelle famose 1700 aziende certificate da M$ come sicure per il loro codice. Il depositare il codice richiesto, da parte di M$, agli esperti del giudice (cosa a cui ormai M$ è stata costretta), pone molti meno problemi di avantaggiare le ditte concorrenti a M$ su win, di quanto faccia M$ fornendo quelle porzioni di codice alle oltre 1700 aziende, nel complesso.Senza poi guardare al fatto che M$ detenendo l'o.s. ha un'indubbio vantaggio rispetto alle altre ditte sul sw per win (altro problema non legato direttamente al monopolio che non è ancora stato risolto).
    • Anonimo scrive:
      Re: il mistero dei ri-sorgenti
      fatemi capire...ma il codice fornito alle aziende è sottomesso ad una licenza che deve venir pagata alla MS?perchè se è cosi si spiega il tuo problema...se paghi puoi avere il codice ed è tutto ok (e sparisce il rischio di copia)...se invece la giustizia obbliga MS a rivelare il codice...non va bene e il rischio di copia è altissimoma allora non si tratta dello stesso codice?...oppure il fatto di pagare una licenza cambia le cose...Qualcuno mi sa dare qualche delucidazione in merito?Grassie in anticipo
      • Anonimo scrive:
        Re: il mistero dei ri-sorgenti
        No, non credo sia una questione di soldi ma una questione su chi gestisce quale codice da far vedere a chi.
    • Anonimo scrive:
      Re: il mistero dei ri-sorgenti
      - Scritto da: dubbioso
      Cfr:
      http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=39104[CUT]
      Una domanda: la differenza sta nelle
      "generose porzioni di codice" oppure c'è
      qualche "bug" nella logica
      dell'argomentazione?Credo che in realtà la questione sia insita proprio nella licenza. Le 1700 aziende hanno firmato quella licenza che vieta loro di "ridistribuire" (nel senso più ampio) a terzi la conoscenza di quel codice.Invece il tribunale obbliga MS a fornire i sorgenti, quindi non deve firmare alcunchè, tantomeno la Shared Source License.La differenza che vedo è questa; se dal tribunale dovessero uscire informazioni su quei sorgenti MS avrebbe molte più difficoltà in una eventuale causa per violazione della proprietà intellettuale.Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: il mistero dei ri-sorgenti
        - Scritto da: Zeross
        Invece il tribunale obbliga MS a fornire i
        sorgenti, quindi non deve firmare alcunchè,
        tantomeno la Shared Source License.
        La differenza che vedo è questa; se dal
        tribunale dovessero uscire informazioni su
        quei sorgenti MS avrebbe molte più
        difficoltà in una eventuale causa per
        violazione della proprietà intellettuale.Credo che si tratti più di segreto istruttorio che di proprietà intellettuale... il tribunale (o i tecnici) non deve firmare niente perché c'è già la legge che gli impedisce di divulgare quelle informazioni.DISCLAIMER: Non so una mazza di diritto, quello che so l'ho imparato guardando Matlock... ;o)
        • Anonimo scrive:
          Re: il mistero dei ri-sorgenti
          - Scritto da: A.C.

          Credo che si tratti più di segreto
          istruttorio che di proprietà
          intellettuale... il tribunale (o i tecnici)
          non deve firmare niente perché c'è già la
          legge che gli impedisce di divulgare quelle
          informazioni.

          DISCLAIMER: Non so una mazza di diritto,
          quello che so l'ho imparato guardando
          Matlock... ;o)Così dovrebbe essere, ma se è come da noi allora... beh, tutto da ridere; ridiamoci su! :o)Zeross
  • Anonimo scrive:
    Codice Libero
    Fra un pò lo troveremo online piratato e finalmente anche Windows sarà Open Source Like eheheh.
    • Anonimo scrive:
      Re: Codice Libero
      - Scritto da: Gibson
      Fra un pò lo troveremo online piratato e
      finalmente anche Windows sarà Open Source
      Like eheheh.GIBSON?Mi vien da ridde
      • Anonimo scrive:
        Re: Codice Libero
        Se ridi x il nome...scusa se mi chiamo così, chiederò di cambiarlo in Rossi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Codice Libero
          - Scritto da: Gibson
          Se ridi x il nome...scusa se mi chiamo così,
          chiederò di cambiarlo in Rossi.Bè Gibson è uno scrittore importante.Rossi è un pirla qualunque.Ma avrai anche un'altra possibilità, no?!eheheheh
    • Anonimo scrive:
      Re: Codice Libero
      - Scritto da: Gibson
      Fra un pò lo troveremo online piratato e
      finalmente anche Windows sarà Open Source
      Like eheheh.Se accadesse sai quanti licenziamenti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Codice Libero
        Microsoft Consulting Service chiuderebbe immediatamente e tutti i suoi clienti gli farebbero causa.- Scritto da: no communists plz
        - Scritto da: Gibson

        Fra un pò lo troveremo online piratato e

        finalmente anche Windows sarà Open Source

        Like eheheh.

        Se accadesse sai quanti licenziamenti?
  • Anonimo scrive:
    cosi gli altri tappano le falle e cacciano i soldi
    e ms non esborsa una lira x i miglioramenti...
    • Anonimo scrive:
      Mi hai tolto le parole di bocca...
      ... e diro di piu': in questo modo le aziende coinvolte restano ancor piu' legate e integrate al codice Windows, allontanandosi maggiormente da influenze esterne, tipo Linux ad esempio...Che gran volpone che e' questo Bill Gates. In fondo se lo merita davvero di essere cosi' ricco...- Scritto da: virtuoso
      e ms non esborsa una lira x i
      miglioramenti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi hai tolto le parole di bocca...
        Scusate una cosa ma vi immaginae se il codice di win venisse messo in piazza dall'oggi al domanilo sapete quanti casini che salterebbero fuori ?win e' strabucato.mettiamo un esempio la mia ditta ha 50 programmatori (sw propietario) per fiducia e per capacita si assume un nuovo dipendentequesto dipendente sabota il codice del programma originale e ci infila una backdoor (bello e')all'insaputa dell'aziendadopo 10 anni il software e' ancora in circolazione il dipendente lavora ancora con me ma IO non so cosa faccia su 50 chi e' il colpeviole ?poi un giorno arriva l'FBI perche ha trovato la rogna (me la faccio sotto).In seguito a questo viene deciso in separata sede che per la sicurezza e' meglio rendere il SW aperto (infilaci una porta aperta) errori si ma di proposito ?Il sw e' windows la talpa al queida il resto e' storiaAnche se a priori e' stato deciso che M$ dovra fornire il C.S. e stato anche deciso che non si fara in 3 gg lavorativi ma con i tempi e le modalita dovute (Microsoft: MS : monopoli stato)Agguingo una cosa (OT)ma i soldi della privatizzazione di stato dove vanno a finire ex S.I.P. F.S. E.N.E.L. e quella del metano ?va bene in bustarelle e furaterlli ma la ciffra mi pare un po troppo alta per poersela intascare e fare finta di NUDDA e troppo grossa !Cosa ci aspetta il futuro no perche la cosa sta accadendo in TUATTA EUROPA CINA E USA e la somma che i/il governo sta per gestire fa veramente paurase uno vende quello che ha di capitale per ricavare denaro contante di sicuro ha intenzione di spenderlo in qualche altra cosa !COSA ???????
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi hai tolto le parole di bocca...
          - Scritto da: Chi vivra vedra !
          Scusate una cosa ma vi immaginae se il
          codice di win venisse messo in piazza
          dall'oggi al domani
          lo sapete quanti casini che salterebbero
          fuori ?Beh, quì si parla di una parte del codice. Quelle che vuole M$. Stai pur tranquillo che lì non ci sono ne segreti ne backdoor...
          win e' strabucato.
          mettiamo un esempio la mia ditta ha 50
          programmatori (sw propietario) per fiducia e
          per capacita si assume un nuovo dipendente
          questo dipendente sabota il codice del
          programma originale e ci infila una backdoor
          (bello e')
          all'insaputa dell'azienda
          dopo 10 anni il software e' ancora in
          circolazione il dipendente lavora ancora con
          me ma IO non so cosa faccia su 50 chi e' il
          colpeviole ?
          poi un giorno arriva l'FBI perche ha trovato
          la rogna (me la faccio sotto).
          In seguito a questo viene deciso in separata
          sede che per la sicurezza e' meglio rendere
          il SW aperto (infilaci una porta aperta)
          errori si ma di proposito ?
          Il sw e' windows la talpa al queida il resto
          e' storiaQuesto può succede in qualsiasi settore. E in qualsiasi settore, tranne nello sviluppo sw, la responsabilità è in prima persona dell'azienda. Se è il caso toca poi all'azienda rivalersi sul dipendente infedele.Se compri un'auto e alla prima curva esci di strada e finisci all'ospedale perchè un operaio per dispetto ha montato le ruote con viti troppo corte, a chi fai causa ? All'azienda o ad un operaio ignoto ?Se il telefono smette di funzionare perchè un operaio Telecom per dispetto ha tagliato i cavi, te la prendi con la Telecom o ti metti a cercare il responsabile ?Se ti operano e a distanza di un anno scopri che l'operazione è stata fatta male e tu non sei guarito, a chi fai causa ? Al chirurgo o all'ospedale ?Potrei andare avanti all'infinito con esempi del genere, ma il concetto è chiaro: il datore di lavoro è sempre responsabile dell'operato dei propri dipendenti. E' troppo comodo selezionarli, assumerli, pagarli, farsi pagare dai clienti per il proprio lavoro, ma se poi ci sono dei problemi dire: "Non è colpa mia, un mio dipendente ha sbagliato ma io non so quale". L'unico settore dove questo discorso non sembra volersi applicare è proprio il settore dell'informatica, e questa francamente è una stortura.
          Anche se a priori e' stato deciso che M$
          dovra fornire il C.S. e stato anche deciso
          che non si fara in 3 gg lavorativi ma con i
          tempi e le modalita dovute (Microsoft: MS :
          monopoli stato)A priori non è stato deciso nulla. E' stato chiesto dall'accusa. Ma da quel che mi risulta non c'è stata ancora la sentenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi hai tolto le parole di bocca...

            Questo può succede in qualsiasi settore. E
            in qualsiasi settore, tranne nello sviluppo
            sw, la responsabilità è in prima persona
            dell'azienda. Se è il caso toca poi
            all'azienda rivalersi sul dipendente
            infedele.Infatti non per nulla esiste l'Assicurazione di Qualità (che non è una polizza).Se non fosse che poi ai boss interessa solo il marchietto...
    • Anonimo scrive:
      Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i soldi
      - Scritto da: virtuoso
      e ms non esborsa una lira x i
      miglioramenti...Non sembra che sia esattamente così: se loro possono guardare ma non toccare, le mani sul codice ce le dovranno mettere comunque gli uomini di microsoft.Faranno da betatester, come la maggior parte dei fessi che si precipitano ad installare un qualsiasi prodotto alla sua prima uscita...
      • Anonimo scrive:
        Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i soldi
        Il fesso sei tu. i betatester sono persone molto esperte che si prodigano per stressare un software e trovare falle e il modo di migliorarlo.mi fate ridere: andate avanti da sempre con l'open - source, ma storpiandolo: l'open-source serve molto in fase di b-testing, mentre molti ne approfittano solo x usare i programmi a gratis.ma lo sai che di tutti quelli che si riempiono la bocca di linux solo pochissimi sanno ricompilare il kernel? E che installano direttamente le distribuzioni? e ancora meno mettono la mano nei listati dei programmi - e magari segnalano i bug e i rimedi agli sviluppatori ...che poi cosa gliene frega che linux è gratis: tanto il windows x loro lo è sempre stato ...ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
      - Scritto da: virtuoso
      e ms non esborsa una lira x i
      miglioramenti...Come quando compri redhat super enterprise a $500 e poi la devi rattoppare da solo perche' fa pena?
      • Anonimo scrive:
        Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
        - Scritto da: Amigo
        - Scritto da: virtuoso

        e ms non esborsa una lira x i

        miglioramenti...

        Come quando compri redhat super enterprise a
        $500 e poi la devi rattoppare da solo
        perche' fa pena?no. in questo caso puoi comprare un "Linux&C." con cd-connessi. Ti costa sui 5 euro.in questo caso PUOI scegliere, perche si tratta di piataforma non monopolizzata
        • Anonimo scrive:
          Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
          - Scritto da: zap
          no. in questo caso puoi comprare un
          "Linux&C." con cd-connessi. Ti costa sui 5
          euro.

          in questo caso PUOI scegliere, perche si
          tratta di piataforma non monopolizzataPosso scegliere fra un linux bacato e un altro linux bacato e oltretutto con una distribuzione incompleta e fatta da dilettanti, come quelle che appunto si trovano nelle riviste.
          • Anonimo scrive:
            Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
            - Scritto da: Amigo
            - Scritto da: zap


            no. in questo caso puoi comprare un

            "Linux&C." con cd-connessi. Ti costa sui 5

            euro.



            in questo caso PUOI scegliere, perche si

            tratta di piataforma non monopolizzata

            Posso scegliere fra un linux bacato e un
            altro linux bacato
            e oltretutto con una
            distribuzione incompleta e fatta da
            dilettanti, come quelle che appunto si
            trovano nelle riviste.usabile almeno COME gli altri software, solo che non ci spendi una lira che è una, e i bachi E comunque sono opinioni tue, legate ai tuoi gusti e ai tuoi bisogni. Io ho una mandrake di 3 cd e ne sono soddisfatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
            - Scritto da: zap
            Io ho una mandrake di 3 cd e ne sono
            soddisfatto.Il detto dice "chi si accontenta gode".C'e' chi si accontenta del monopolio, c'e' chi per sfuggire si accontenta delle "distribuzioni" (che concetto triste) bacate.
      • Anonimo scrive:
        Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
        - Scritto da: Amigo
        - Scritto da: virtuoso

        e ms non esborsa una lira x i

        miglioramenti...

        Come quando compri redhat super enterprise a
        $500 e poi la devi rattoppare da solo
        perche' fa pena?almeno per la redhat hai la possibilita' di rattopparla o di fartela rattoppare da qualcun altro.. ( GPL ) .. se la micromorbido per qualche ragione non rilascia la patch che ti serve non ti puoi neanche arrangiare da solo.
        • Anonimo scrive:
          Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
          - Scritto da: illegalinstruction
          almeno per la redhat hai la possibilita' di
          rattopparla o di fartela rattoppare da
          qualcun altro.. ( GPL ) .. se la
          micromorbido per qualche
          ragione non rilascia la patch che ti serve
          non ti puoi neanche arrangiare da solo. Basta usare un sistema opensource ma che funziona, non certo l'accozzaglia di pezzi di software comunemente chiamata "distribuzione linux".
          • Anonimo scrive:
            Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
            - Scritto da: Amigo
            - Scritto da: illegalinstruction


            almeno per la redhat hai la possibilita'
            di

            rattopparla o di fartela rattoppare da

            qualcun altro.. ( GPL ) .. se la

            micromorbido per qualche

            ragione non rilascia la patch che ti serve

            non ti puoi neanche arrangiare da solo.

            Basta usare un sistema opensource ma che
            funziona, non certo l'accozzaglia di pezzi
            di software comunemente chiamata
            "distribuzione linux".sono gusti personali, i tuoi.in quanto a un sistema open source funzionante, una buona distribuzione LINUX lo è.
          • Anonimo scrive:
            Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
            - Scritto da: zap
            in quanto a un sistema open source
            funzionante, una buona distribuzione LINUX
            lo è.Sicuramente.A trovarla e rattopparla con 100 mega di patch, lo e' sicuramente.
          • Anonimo scrive:
            Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
            - Scritto da: Amigo
            - Scritto da: zap


            in quanto a un sistema open source

            funzionante, una buona distribuzione LINUX

            lo è.

            Sicuramente.

            A trovarla e rattopparla con 100 mega di
            patch, lo e' sicuramente.a tuo giudizioio non ho avuto tutte le tue necessitàper me rimane una buona scelta, e la consiglierò a molti altri
          • Anonimo scrive:
            non è detto
            bhè....la pubblicazione,lenta che sia del codice secondo me avrà tanti effetti positivi invece...é stato detto....la gente trova i bachi e microsoft guadagna....ma se M$ decodesse di pagare o scontare il discorso potrebbe prendere una piega diversa.Diciamo che ci sarebbero molti nuovi collaboratori microsoft a "raddrizzare" il codice che a differenda di quel che accade per unix recepiscono qualcosa.Naturalmente la forza produttiva e di analisi aumenterebbe esponenzialmente se la cosa prendesse piede come è successo sin dall'inizio per unix ...e ad una parte dei dipendenti M$ + diretti potrebbe essere afficato il compito di ricontrollare il codice che dovrebbe essere implementato per tenere alla larga i + maliziosi...boo...fate sapere ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
            - Scritto da: zap
            a tuo giudizioLa presenza di 100 mega di patch sull'ftp della distribuzione, piu' che un giudizio, e' una triste realta'.
            io non ho avuto tutte le tue necessitàIn questo caso ti puoi anche accontentare di Mandrake.
            per me rimane una buona scelta, e la
            consiglierò a molti altriProbabilmente si troveranno bene, anche perche' ormai nel mondo Linux si mira piu' a rifare windows che a seguire l'antica e venerabile tradizione di Unix (basta vedere la qualita' dei software simil-windows).
          • Anonimo scrive:
            Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s

            Probabilmente si troveranno bene, anche
            perche' ormai nel mondo Linux si mira piu' a
            rifare windows che a seguire l'antica e
            venerabile tradizione di Unix (basta vedere
            la qualita' dei software simil-windows).e vabbe...fino a quando portrai lavorare alla vecchia maniera andra benissimo...le interfaccie graffiche in se non sono un male...il coding a cazzo vabbe...piano piano insieme si migliora no ???
          • Anonimo scrive:
            Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s

            Probabilmente si troveranno bene, anche
            perche' ormai nel mondo Linux si mira piu' a
            rifare windows che a seguire l'antica e
            venerabile tradizione di Unix (basta vedere
            la qualita' dei software simil-windows).mai provato un *BSD ? cosi ,a occhio , netbsd dovrebbe essere il tuo OS ideale ... o senno c' e' anche gnu/sorcerer , una "non-distribuzione" in cui sul cd c'e solo il necessario per scaricare e compilare dai sorgenti tutti i programmi che vuoi.
          • Anonimo scrive:
            Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s

            La presenza di 100 mega di patch sull'ftp
            della distribuzione, piu' che un giudizio,
            e' una triste realta'.allora sei un ca**one!i 100 mega di patch come li chiami te sono solo aggiornamenti dei pacchetti che hai installatopoi che se tra questi 100mega ci siano anche aggiornamenti che risolvono dei problemi quello è un'altro discorso.le patch (anche molte) per correggere problemi di sicurezza(hotfix) solitamente le rilascia la microsoft.
          • Anonimo scrive:
            Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i s
            - Scritto da: gangbang
            allora sei un ca**one!
            i 100 mega di patch come li chiami te
            sono solo aggiornamenti dei pacchetti che
            hai installatoAggiornamenti? Allora spiegami perche' RH e' ferma ancora al python 1.5.2... forse e' perche' ci sono gli "aggiornamenti" ai package?Oppure ci sono 100 mega di aggiornamenti perche' ogni 3 giorni devo scaricare un kernel nuovo e 30 mega (30!) di maledetta glibc?
    • Anonimo scrive:
      Re: cosi gli altri tappano le falle e cacciano i soldi
      cazzo se siete coglioni.... a partire da virtuoso e tutto il thread che ha generato (a parte me naturalmente)
Chiudi i commenti