Windows 10, hardware e numeri

Microsoft presenta i nuovi dispositivi che verranno commercializzati assieme all'OS e dispensa numeri variamente assortiti. Windows 10 finirà anche nelle prese della corrente, più o meno
Microsoft presenta i nuovi dispositivi che verranno commercializzati assieme all'OS e dispensa numeri variamente assortiti. Windows 10 finirà anche nelle prese della corrente, più o meno

Dopo aver svelato il “giorno X” del debutto programmato di Windows 10 , Microsoft ha ora sfruttato il Computex 2015 per presentare alcune delle novità sul fronte hardware: al prossimo OS di Redmond si accompagneranno tablet, ibridi, laptop ma anche dispositivi dal form factor insolito – quantomeno per l’ecosistema Windows.

Intervenendo alla fiera asiatica , il vice-presidente della divisione OEM di Microsoft Nick Parker ha ad esempio svelato un nuovo prodotto di Hewlett-Packard appartenente alla serie x2, un sub-notebook/convertibile da 11,6″ con aggancio magnetico per la tastiera, speaker Bang & Olufsen e rifiniture anodizzate.

Per Dell c’era poi una versione “beta” del laptop XPS 15, portatile sottile con rifiniture in fibra di carbonio, mentre Toshiba avvierà l’era Windows 10 con un laptop/2-in-1 della linea Satellite, schermo Ultra HD/4K e videocamera agli infrarossi per supportare appieno la funzionalità Windows Hello del nuovo OS.

A Taipei non sono mancati gli all-in-one come il sistema Acer Z3-710, dotato di schermo da 23,8″, il Transformer Book T100HA di Asustek con una batteria dalla durata di 14 ore e l’Asus Zen AiO Z240 con GPU discreta GeForce GTX 960M, videocamera 3D e sei speaker integrati.

In quattro anni il numero dei PC in circolazione è aumentato di 600 milioni di unità, ha comunicato Microsoft al Computex, mentre per Windows 10 sono già pronti 96 nuovi dispositivi e al debutto (il 29 luglio) arriveranno a 300.

Per chi già usa un OS relativamente recente (Windows 7, 8, 8.1) e teme di dover incorrere in problemi in fase di reinstallazione, Redmond rassicura poi sulla possibilità di procedere a una installazione “pulita” da ISO o da DVD anche dopo l’aggiornamento gratuito incrementale a Windows 10.

Di Windows 10 uscirà anche una versione “con Bing” dal costo ultra-economico (soprattutto per gli OEM), dicono le indiscrezioni , mentre l’associazione degli ATM raccomanda l’aggiornamento al nuovo Windows (dopo aver “saltato” lo sfortunato Windows 8.x). Quanta ha invece deciso di impacchettare l’OS in una presa da muro con CPU Intel Atom Bay Trail, 2 GB di RAM e supporto per i comandi vocali di Cortana.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 06 2015
Link copiato negli appunti