Windows 10, il 29 luglio è il giorno X

Microsoft annuncia ufficialmente la data di rilascio del proprio sistema operativo: gli utenti di Windows 7 e 8.1 possono prenotare l'upgrade gratuito

Roma – Il tempo delle indiscrezioni è finito: Microsoft ha annunciato con un post sul proprio blog ufficiale che Windows 10 sarà disponibile a partire dal 29 luglio.

La voce di Cortana , insieme ad una notifica che sta raggiungendo gli utenti di Windows 7 e Windows 8.1 che consente di prenotare la propria priorità per il passaggio a Windows 10, distraggono dalle fughe di notizie dedicate al mercato OEM e archiviano ogni voce di corridoio, come quelle circolate nelle ultime ore : in 190 paesi del mondo, sotto forma di aggiornamento gratuito, gli utenti potranno dare i via ai download nel nuovo sistema operativo di Redmond.

Upgrade

Come anticipato da Microsoft, l’aggiornamento a Windows 10 sarà gratuito per un anno a partire dalla fine del mese di luglio: chi ne approfitterà avrà diritto agli update senza costi aggiuntivi per l’intera durata del ciclo di vita del proprio dispositivo.

Microsoft non fa accenno a differenti date relative alla disponibilità delle diverse versioni del proprio sistema operativo. Quel che è certo è che per Windows 10 Mobile ci sarà da attendere ulteriormente: Microsoft specifica in una nota che l’aggiornamento sarà disponibile in una prima fase solo per PC e tablet.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Lorenzo Iurescia scrive:
    CryptoPrevent
    CryptoPrevent aiuta a stare protetti https://www.foolishit.com/cryptoprevent-malware-prevention/
  • . . scrive:
    Per Amiga...
    C'erano i programmi per creare virus...Dov'è la novità ?
    • Non do la mano scrive:
      Re: Per Amiga...
      - Scritto da: . .
      C'erano i programmi per creare virus...
      Dov'è la novità ?Che coi "programmi per creare virus" non c'erano dietro organizzazioni criminali, non ci faceva soldi nessuno, e non rubavano a nessuno, erano programmi per bimbiminkia che più che il virus alla "mo' ti crasho il piccì" non facevano.
      • panda rossa scrive:
        Re: Per Amiga...
        - Scritto da: Non do la mano
        - Scritto da: . .

        C'erano i programmi per creare virus...

        Dov'è la novità ?

        Che coi "programmi per creare virus" non c'erano
        dietro organizzazioni criminali, non ci faceva
        soldi nessuno, e non rubavano a nessuno, erano
        programmi per bimbiminkia che più che il virus
        alla "mo' ti crasho il piccì" non
        facevano.Anche perche' all'epoca che dati criptavi per poter chiedere poi un riscatto?Senza contare che il floppy aveva una caratteristica insuperata da qualunque hard disk o memoria di massa attuale: si poteva proteggere dalla scrittura con un semplice colpo d'unghia sulla levetta.
        • prova123 scrive:
          Re: Per Amiga...
          Ma questo è il solito malware XXXXXXX, dove gli unici derubati sono gli sfigati che pagano per averlo ...
          • Un altro scrive:
            Re: Per Amiga...
            - Scritto da: prova123
            Ma questo è il solito malware XXXXXXX, dove gli
            unici derubati sono gli sfigati che pagano per
            averlo
            ...Come su amiga... Ovvio che le cose si sono evolute ma il principio è sempre quello.
Chiudi i commenti